chedlene - FONDAZIONE VIA LATTEA

Report
CHEDLENE
CHEDLENE arriva alla Kay Pè Giuss nel maggio del 2015. Ha solo
tre settimane ed è già in pericolo di vita perché gravemente
denutrita: pesa 1 chilo e 400 grammi. Ce la porta una signora
che dice di essere una vicina di casa e che la mamma della
piccola è morta di eclampsia mentre il papà era morto durante
la gravidanza della moglie. Potrebbe essere vero ma ormai
sapendo la facilità con cui pur di abbandonare i figli
inventano storie drammatiche, preferiamo perdere un po’ di
tempo con la signora fino a farle ammettere di essere
ovviamente la mamma che, vista la situazione critica della
figlia decide di affidarla ad una struttura che possa
aiutarla.
La situazione è grave e accogliamo Chedlene ma corriamo in un
grande ospedale che si vanta di salvare migliaia di bambini
e…. come sempre… veniamo rifiutati….. troppo grave, non vale
la pena dare un letto ad una bimba che ha solo una minima
possibilità di farcela. Torniamo a casa ed accettiamo la
sfida. Per la piccola Chedlene viene portato il lettino in
infermeria, al caldo e con un’infermiera presente 24 ore su
24: le tre ifnermiere che ruotano in turno fanno a gara a
coccolare e seguire la piccina ed anche tanti volontari danno
una mano.
Oggi Chedlene è una bella patatona di quasi due anni e vive
nella kay nounous dove, stimolata dalle altre bimbe e dalle
educatrici, si sta dando da fare per cominciare a camminare.
Intanto ha imparato a mangiare al tavolo con le altre bambine,
a divertirsi in piscina, a gattonare o rotolare in giro… deve
solo difendersi dalle calorose coccole che le bambine più
grandi della sua casetta vogliono farle a volte togliendole
aria e spazi. Ma la piccola Chedlene non si arrende e si mette
a urlare perché qualcuno intervenga a difenderla dagli assalti
delle amichette.

similar documents