Domenica della Parola di Dio 2017

Report
SERVIZIO APOSTOLATO BIBLICO
5 marzo 2017
I Quaresima Anno A
DOMENICA DELLA PAROLA DI DIO
Alcunisuggerimentiperlecomunitàparrocchiali
La domenica della Parola di Dio è una proposta rivolta alle parrocchie di caratterizzare una liturgia
domenicale dell’anno sottolineando in modo particolare l’importanza della Parola di Dio per la vita della
Chiesaeperlasuamissioneevangelizzatrice.
Si tratta di un’occasione per rendere le persone più consapevoli del tesoro della Parola di Dio che è loro
consegnato ogni domenica e stimolarle a condividere il dono che hanno ricevuto come discepoli ed
evangelizzatori. Papa Francesco nella Lettera Apostolica Misericordia et misera invita tutta la Chiesa a
vivere una domenica della Parola di Dio ogni anno: «Sarebbe opportuno che ogni comunità, in una
domenica dell’Anno liturgico, potesse rinnovare l’impegno per la diffusione, la conoscenza e
l’approfondimento della Sacra Scrittura: una domenica dedicata interamente alla Parola di Dio, per
comprendere l’inesauribile ricchezza che proviene da quel dialogo costante di Dio con il suo popolo. Non
mancherà la creatività per arricchire questo momento con iniziative che stimolino i credenti ad essere
strumenti vivi di trasmissione della Parola. Certamente, tra queste iniziative vi è la diffusione più ampia
dellalectio divina, affinché, attraverso la lettura orante del testo sacro, la vita spirituale trovi sostegno e
crescita.Lalectiodivinasuitemidellamisericordiapermetteràditoccareconmanoquantafeconditàviene
dal testo sacro, letto alla luce dell’intera tradizione spirituale della Chiesa, che sfocia necessariamente in
gestieopereconcretedicarità.» (par. 7)
InparticolareladomenicadellaParoladiDiopotràesserel’occasioneper:
1.SolennizzareesottolineareparticolarmenteisegniliturgicidellaproclamazionedellaParoladiDio.
2.Promuoverela«letturaorante»(VD86)delleScritture.
3. Aiutare la nascita o la continuazione dei Gruppi di ascolto della Parola, come gruppi di lectio divina,
letturapopolareoancoraCenacolidelVangelo,ancheconuninvitoallapartecipazione.
4.CompierequalchegestoosegnocheesplicitialcunedimensionidellaParoladiDionellavitadelcristiano.
Concretamentesisuggerisconoquestepossibilità,conriferimentoaipuntisummenzionati:
1. Si potrebbe utilizzare l’Evangeliario (dove non fosse disponibile si può utilizzare il lezionario normale,
magari con una custodia più solenne) nella processione iniziale e nella processione al Vangelo. Anche il
segno dell’incensazione prima della proclamazione può essere particolarmente adatta per questa
occasione,dovenonvenesiagiàl’abitudine.
2.LadefinizioneletturaorantedelleScritturesitrovanellaVerbumDominidiBenedettoXVIaln.86,dove
ilPonteficeaffermal’importanzadiunaspiritualitànutritadellaParoladiDioepromuovelaletturadella
Bibbia in un contesto di preghiera comunitaria e in relazione alla liturgia. Si possono esortare i fedeli a
leggereilvangelodelgiorno,magarifacendousodiqualchesupporto,comeilPanequotidianodid.Oreste
Benzi,inuncontestodipreghierapersonale,familiareocomunitaria,chepossasfociarenell’invocazionee
nell’intercessione.Sipuòoffrireunabrevetestimonianzadichistavivendoconsemplicitàeumiltàquesta
preghieraquotidiana.Anchel’omeliapuòesseremaggiormentecentratasuunaspiritualitàcentratasulla
ParoladiDio,allalucedelVangelodelletentazioni(Mt4,1-11),incuiallapropostadiSatanadisfruttareil
suopoterediFigliodiDiopertrasformarelepietreinpaneGesùrispondeconDt8,3:«Nondisolopane
vivel’uomomadiogniparolacheescedallaboccadiDio»,
3. Nelle parrocchie dove ci sono Gruppi di Ascolto della Parola di Dio al termine dell’Eucarestia, nel
momentodegliavvisi,sipuòdarelaparolaadunodegliaccompagnatori,cheinvitiipresentiapartecipare
ad un incontro di preghiera durante la settimana. In alternativa si può anche organizzare una veglia di
preghierasullaParoladiDio(cfr.propostaallegata)conunatestimonianzapersonaledichifaesperienza
deiGruppidiAscolto.
4. Un altro segno può essere la consegna di un mini Vangelo tascabile seguendo l’esortazione di Papa
Francesco “Portare un piccolo Vangelo in tasca, nella borsa: ci farà bene. Non dimenticate: ogni giorno
leggiamounpassodelVangelo.”(Angelus3/1/2016).
|1|SABDiocesidiRimini|

similar documents