- ITC Genco

Report
Altamura
“Può darsi che non siate
responsabili per la
situazione in cui vi
troverete, ma lo
diventerete se non farete
nulla per cambiarla”
Castellaneta
Gravina di
Puglia
Matera
Santeramo in
Colle
UN CALCIO
ALL’ILLEGALITA’
Martin Luther King
2° CONCORSO PER GLI STUDENTI DELLE SCUOLE SECONDARIE
IO NON DIMENTICO DOMENICO MARTIMUCCI
Aiutare i più bisognosi, lotta alla criminalità e ricerca della legalità, nel nome e nel sorriso di DOMI.
23 novembre 2016
Ai Dirigenti scolastici scuole secondarie di primo e secondo grado
1.
Altamura PATELLA EUFEMIA, CRAPIS CLAUDIO, DARTIZIO MARIA, CHIRONNA TERESA, ACHILLE GIUSEPPE,
PETRONELLA VITANTONIO, CLEMENTE BIAGIO, CANCELLARA GIOVANNA, INDRIO RACHELE
2.
Castellaneta LUDOVICO ANTONIO, MOLFETTA ANGELICA, GIONCADA MARIAROSARIA, SURICO VITA MARIA
3.
Gravina di Puglia MININNI SILVANA, PALLUCCA LUCIA, LADDAGA FRANCESCO, AMENDOLA ANGELA, SARPI
ANTONELLA, GUGLIELMI BERARDO
4.
Santeramo in Colle CAPONIO GIUSEPPE, RAGONE MADDALENA
5.
Matera DUNI VINCENZO, ANTONIO EPIFANIA, PATRIZIA DI FRANCO, VENTRELLI MICHELE, SABINO MARIALUISA,
CANCELLIERE ROSANNA MICHELE VENTRELLI, MARIA ROSARIA SANTERAMO,ABBATINO ISABELLA, DESIANTE
GERARDO, DIPERNA CARMELA, MARAGLINO GIANLUIGI, ANDRULLI EUSTACCHIO
OGGETTO: 4 marzo 2017 – CONCORSO 2° Memorial Domy Martimucci
UN CALCIO ALL’ILLEGALITA’
Il 5 marzo 2016 ad Altamura si è svolto il 1° memorial per ricordare DOMY MARTIMUCCI vittima
inconsapevole della illegalità, ultimo inserito nella lista delle vittime di mafia in Italia: quasi mille vittime
riconosciute in 123 anni: il primo , un banchiere e politico, EMANUELE NOTARBARTOLO nel 1893 , ultimo
in ordine cronologico, un calciatore DOMENICO MARTIMUCCI nel 2015.
Alla manifestazione hanno partecipato centinaia di giovani ed importantissimi rappresentati dello Stato
(Governanti,Forze dell’ordine,Persone di Cultura)
E’ intendimento nostro rinnovare la cultura e l’educazione alla legalità e l’amore per lo sport con il 2°
memorial prefissato al 4 marzo 2017.
Ai Dirigenti Scolastici si propone la divulgazione e sensibilizzazione delle classi e studenti delle
rispettive scuole, indicando a questa associazione il nome e recapito e-mail e telefonico del docente
referente per il concorso.
Ai Sindaci che patrocinano la manifestazione si chiede di potenziare, nei modi e maniere ritenute
opportune, l’idea della LEGALITA’ della MURGIA, quale territorio naturalmente sovraordinato ai singoli
paesi di appartenenza.
D’intesa con il Comune di Altamura e l’Associazione NOI SIAMO DOMI potranno trasformare il dolore di
un Paese in un’opportunità di insegnamento per i giovani con la ISTITUZIONALIZZAZIONE del 5
marzo quale giornata della Legalità della Murgia Appulo Lucana.
Possono partecipare al concorso gli alunni delle Scuole “Secondarie” e gli alunni del 3° anno delle scuole
“Medie” del territorio Murgiano. Sarà gradita la partecipazione degli studenti universitari od operai già
presenti al 1° Memorial 2016
La selezione delle opere e la successiva premiazione sarà operata da una Commissione finale composta
da persone della Famiglia di DOMY,delle Forze dell’ordine, della Scuola,della Cultura,delle
Amministrazioni Comunali, della Chiesa, della Medicina e del Volontariato.
Angelantonio Sciannanteno
Coordinamento del Concorso
Presidente Associazione “Noi siamo Domi”
Tommaso CARDANO
NOI SIAMO DOMI è un’associazione che nasce a seguito dell’attentato avvenuto presso la sala giochi
“Green Table” in Altamura (BA) il 5 Marzo 2015.
Il perché di questo nome dato all’associazione, nonché ad una pagina facebook appositamente e
contestualmente aperta, è dettato dal fatto che in quel vile attentato ove resta gravemente ferito
Domenico Martimucci, per tutti DOMI, giovane calciatore altamurano di 26 anni, che si trovava lì quella
maledetta notte insieme ad un gruppo di altri ragazzi, divenuto simbolo per l’intera comunità, poteva
trovarsi chiunque, un figlio un fratello, un amico…
L’ordigno rudimentale, piazzato all’esterno della sala giochi, investe DOMI e altri 8 ragazzi presenti in
quel locale, insieme ad una marea di detriti, calcinacci e altro materiale ferroso. Le condizioni di DOMI,
conosciuto nell’ambiente calcistico con l’appellativo di “Zidane” per le sue elevate qualità tecniche,
appaiono subito gravissime e disperate. La corsa in ospedale per estrarre un corpo estraneo dal cranio e
di lì un coma profondo che spegne il suo contagioso sorriso. Seguono ben 11 interventi e parenti, amici e
conoscenti si stringono con forza, unione e amore per il loro guerriero e danno vita a questo gruppo, che
inizia la sua opera al fine di tenere vivo il ricordo di quella notte attraverso tante iniziative,eventi e
manifestazioni ma non mancano momenti di preghiera e partite di calcio per invitare DOMI a non mollare,
continuare a lottare e per fargli sentire la vicinanza di tutti.
L’11 giugno, però, una speranza irradia il cuore di tutti: DOMI dovrà trasferirsi presso una clinica di
Innsbruck per iniziare un nuovo percorso neuro-riabilitativo.
Le spese per sostenere queste cure devono essere soddisfatte dalla famiglia ed è così che l’associazione
inizia una maratona di beneficienza attraverso la vendita di magliette, cappellini, bracciali, e altro ancora,
con immagini, dediche e nome del guerriero. Il tutto diventa virale e non c’è giorno in cui non si faccia
riferimento a DOMI o non si rivolga un pensiero.
Il ricavato di questa beneficenza, grazie anche a molte associazioni ed enti che decidono di sostenere
questa battaglia, ma anche privati cittadini che spinti dalla bontà lasciano il proprio contributo nei
salvadanai piazzati in ogni angolo e attività di Altamura, serve a DOMI per iniziare questo percorso nella
clinica austriaca. Purtroppo la sua permanenza dura solo una settimana.
L’1 Agosto 2015 DOMI vola in cielo tra gli angeli e per NOI SIAMO DOMI ma per Altamura tutta è una
sconfitta. Una perdita immane che lascia un’eredità pesante e importante.
Aiutare i più bisognosi, lotta alla criminalità e ricerca della legalità, nel nome e nel sorriso di DOMI
cellulare 3403687757
IBAN: IT39G0538541331000006278751
http://WWW.NOISIAMODOMI.IT/
https://www.facebook.com/NOISIAMODOMI/?fref=ts
Proggi Giuseppe – Segretario
2
BANDO DEL CONCORSO
Art 1 Finalità - L’Associazione “Noi siamo Domi” col Patrocinio dei Comuni (Assessorato alla Pubblica Istruzione) di
Altamura,Gravina in Puglia, Santeramo in Colle,Matera,Castellaneta, nel giorno in cui si ricorda il secondo anniversario
della strage di Largo Nitti ad Altamura, promuove un concorso rivolto a tutti gli studenti delle Scuole Secondarie (terza
“Media” e primo Universitario) con l’obiettivo di riflettere sull’importanza di quel tragico avvenimento affinché non
venga dimenticato ma diventi da stimolo per una, sempre più consapevole logica della legalità.
Art 2 Destinatari - Il concorso è rivolto agli studenti e alle studentesse (dai 14 ai 19 anni) delle 5 città:
Altamura,Gravina in Puglia, Santeramo in Colle,Matera, Castellaneta, che potranno partecipare con piena autonomia
espressiva all’iniziativa, come classi, gruppi di studenti o con singoli elaborati.
A – 1° anno universitario di coloro che hanno partecipato al 1° Memorial 2016.
B - Istituti Superiori di secondo grado
C - 3° Classe della secondaria di primo grado
Art 3 Tipologia degli elaborati - Gli studenti potranno scegliere di partecipare alle seguenti tipologie
Sport e Legalità
Letterario
Multimediale
Grafico
Indicazioni
Indicazioni
Indicazioni
1.
Racconto
2.
Poesia
3.
Favola per ragazzi
4.
Articolo giornalistico
5.
Lettera a Domy
6.
Lettera ai giovani
7.
Lettera ai malfattori
8.
1.
Cortometraggio “realistico” e
interpretato, di 9/18 minuti compresi
titoli di testa e di coda.
2.
Rassegna stampa in Power Point con
max 50 slides
3.
Sito web
4.
Canzoni
1.
Pittura
2.
Progetto d’intitolazione di uno spazio
3.
Loghi
4.
Targhe /gadget
5.
Progettazione di manifestazioni pubbliche
sulla legalità
6.
Manufatti da collocare in luoghi pubblici
5.
Musiche originali
6.
Musical
7.
Manifesto pubblico
7.
Progetto PON di educazione alla
legalità
8.
Depliant della “città legale” e slogan per la
LEGALITA’
lettera ai genitori di Domy
9.
Lettera alla fidanzata di Domy
10.
Rassegna stampa dei fatti
11.
Ricerca sul tema dello sport e
LEGALITA’
12.
Sceneggiatura per film
Tali produzioni devono avere come soggetto Domy Martimucci , figure di uomini/donne che hanno speso la loro vita in
nome della giustizia sociale, della democrazia e della legalità anche nell’ambito sportivo. Uomini o donne che si sono
distinti per le loro scelte coraggiose e per il bene dell’umanità o che sono state vittime innocenti della criminalità.
Art 4 Modalità di iscrizione - Gli studenti, i gruppi di studenti o le classi che intendono partecipare al concorso
dovranno inviare via e-mail la scheda di partecipazione entro e non oltre il 12 gennaio 2017, agli indirizzi
•
URP Comune di Altamura ,dott. Antonio Ferrante [email protected]
•
Associazione NOI SIAMO DOMI [email protected]
•
Altamura (Assessorato Pubblica Istruzione) [email protected]
Art 5 Trasmissione degli elaborati - Gli elaborati anonimi dovranno essere numerati con codice alfanumerico,
nome della scuola, città di appartenenza e categoria scelta
Esempio
A/8/1/5
A – Altamura
8 – Federico II
1 – Categoria Letteraria
5 – Lettera a Domy
Gli elaborati sanno corredati di busta bianca anonima indicante lo stesso codice attribuito all’elaborato con oggetto :
“2° concorso per studenti delle scuole secondarie – IO NON DIMENTICO: UN CALCIO ALL’ILLEGALITA’ ”
contenente la scheda di partecipazione al concorso. La stessa, in caso di vittoria, verrà aperta il giorno precedente
della premiazione per convocare i vincitori. I lavori dovranno essere inviati o recapitati all’Ufficio Protocollo generale
del Comune di Altamura entro e non oltre il 21 febbraio 2017. Si consiglia l’uso della posta certificata della scuola.
3
Art 6 La prima selezione delle opere partecipanti,ove il DS lo ritenesse opportuno,(entro il 10 febbraio 2017)verrà
operata dalla scuola aderente con una sottocommissione di scuola composta da almeno tre componenti:
1.
Dirigente Scolastico (o suo/a delegato/a),
2.
Docente della materia relativa alla categoria dell’elaborato,
3.
Presidente del Consiglio della Scuola(o un genitore consigliere delegato dallo stesso/a)
* Gli studenti universitari/operai già diplomati nel 2016 saranno valutati dalla commissione finale del Comune.
Art 7 Una Commissione finale insediata al Comune di Altamura (dal 13 al 23 febbraio 2017) valuterà gli elaborati e
selezionerà 3+1 opere per ognuna delle tre categorie. Tale commissione finale (Designata di comune intesa tra l’Ass.
NOI SIAMO DOMI e il COMUNE di ALTAMURA, anche con la collaborazione dei Comuni patrocinatori) sarà composta da
dodici personalità provenienti dalle seguenti categorie:
1.
Famigliari di DOMY
2.
Associati NOI SIAMO DOMI
3.
Forze dell’ordine
4.
Scuola
5.
Cultura
6.
Comuni
7.
Chiesa
8.
Medicina
9.
Volontariato
10. Sport
11. Giornalismo
12. Spettacolo
I nomi dei giurati saranno resi noti durante la premiazione finale.
Art 8
Verranno selezionate e graduate (fra tutti i partecipanti selezionati: 3° classe secondaria 1°
grado,Secondaria 2° grado,Universitari od operai già aderenti al 1° memorial 2016):
•
12 opere (una per ogni Indicazione) per la categoria 1.LETTERARIA,
•
7 opere (una per ogni Indicazione) per la categoria 2.MULTIMEDIALE,
•
8 opere (una per ogni Indicazione) per la categoria 3.GRAFICA.
In aggiunta saranno selezionati altri 3 partecipanti per menzione speciale: 1 per ogni categoria
Art 9 La premiazione si terrà il Sabato 4 marzo 2017 durante i lavori del convegno.
Saranno premiati 12 elaborati:
1°, 2° 3° premio per la categoria LETTERARIA (+ 1 premio per menzione speciale)
1°, 2° 3° premio per la categoria MULTIMEDIALE (+1 premio per menzione speciale)
1°, 2° 3° premio per la categoria GRAFICA (+ 1 premio per menzione speciale)
Tutti gli studenti coinvolti parteciperanno alla manifestazione del 4 marzo 2017 (luogo a destinarsi)
IO NON DIMENTICO: “UN CALCIO ALL’ILLEGALITA’”
Art 10 Tutti gli elaborati consegnati non verranno restituiti. Faranno parte dell’archivio dell’Associazione NOI SIAMO
DOMI.
Ai finalisti verrà consegnato un Trofeo Simbolo realizzato da artigiani o artisti individuati dall’Associazione NOI
DIAMO DOMI.
Sindaco di Altamura
Angelantonio Sciannanteno
Giacinto Forte
Presidente Associazione
“Noi siamo Domi”
4
SCHEDA PARTECIPAZIONE
CONCORSO 2° Memorial Domy Martimucci 4 marzo 2017
UN CALCIO ALL’ILLEGALITA’
1.
All’Assessorato alla Pubblica Istruzione– Comune di Altamura
[email protected]
2.
All’Associazione NOISIAMODOMI - Altamura
[email protected]
(cellulare 3403687757 - IBAN: IT39G0538541331000006278751 - http://WWW.NOISIAMODOMI.IT/ - https://www.facebook.com/NOISIAMODOMI/?fref=ts)
3.
All’Ufficio Stampa del Comune di Altamura
[email protected]
4.
Al dirigente scolastico dello studente (fascicolo personale dello studente - crediti scolastici)
Io sottoscritto/a _____________________________________________________________________
studente della scuola __________________________________________di
(città)
visto il Bando di Concorso pervenuto alla Direzione Scolastica della mia scuola
_______________________________________________________________
_________________
(Nome,indirizzo della scuola)
Chiedo
di partecipare al concorso con un elaborato (max 3) previsto dall’art. 3 del Bando, relativamente al
prodotto con titolo ______________________________. (INDICARE I titoli sviluppati)
SPORT e LEGALITA’
1.Letterario - Indicazioni
1.
Racconto
2.
Poesia
3.
Favola per ragazzi
4.
Articolo giornalistico
5.
Lettera a Domy
6.
Lettera ai giovani
7.
Lettera ai malfattori
2.Multimediale - Indicazioni
1.
Cortometraggio “realistico” e
interpretato, di 9/18 minuti
compresi titoli di testa e di coda.
1.
Pittura
2.
Progetto d’intitolazione di uno
spazio
Rassegna stampa in Power Point
con max 50 slides
3.
Loghi
3.
Sito web
4.
Targhe
4.
Canzoni
5.
Progettazione di manifestazioni
pubbliche sulla legalità
5.
Musiche originali
6.
6.
Musical
Manufatti da collocare in luoghi
pubblici
7.
Progetto PON di educazione alla
legalità
7.
Manifesto pubblico
8.
Depliant della “città legale” e
slogan per la LEGALITA’
2.
8.
lettera ai genitori di Domy
9.
Lettera alla fidanzata di Domy
3.Grafico - Indicazioni
10. Rassegna stampa dei fatti
11. Ricerca sul tema della LEGALITA’
12. Sceneggiatura per film
L’elaborato verrà svolto:
Individualmente
In gruppo
Intera classe
Firma e data
____________________________________________________
•
Nome e Cognome ___________________________nascita
•
Indirizzo abitazione ________________________________________________________________
•
Cellulari di riferimento ______________________________________________________________
•
Classe frequentata _________________________________________.
(luogo e data) ______________________________
Avvertenza: sulla busta e sull’elaborato usare il codice alfanumerico (vedi esempio art.5 del Bando)
5
Altamura: la bomba, il silenzio e la morte di “Zidane”
27 AGOSTO 2015
di Giulio Cavalli
La bomba carta della sala giochi ad Altamura fece 8 feriti.
Si pensò al racket e infatti gli arresti hanno portato all'arresto di Mario Dambrosio, dell'omonimo clan.
Tra i feriti c'era Domenico Martimucci, detto 'Zidane' per il talento e il numero 10 di una squadra d'Eccellenza sulle
spalle .
'Zidane' è morto il 1 agosto 2015.
Un calciatore vittima di mafia: negli USA ci farebbero un film e qui non ce ne siamo nemmeno accorti.
Come scoppiano da noi le bombe in nessun altro posto mai: anneriscono i muri, schizzano sui giornali e poi si
asciugano subito, sparite come se fosse stato solo un rumore senza nemmeno la bomba.
Era il 5 marzo quando ad Altamura, in via Ofanto a due passi da Largo Nitti tra le case di una bella zona residenziale ,
la sala giochi ‘Green Table' salta in aria come si vede solo nei film. Un vigile del fuoco arrivato sul posto la descrisse
come "una scena di guerra": vetri dappertutto e "un giovane pieno di sangue riverso sul pavimento che chiedeva
aiuto". Otto feriti, un numero da strage: Francesco Fiore, 26 anni e una milza spappolata, Paolo Patella, 25 anni
con una mandibola rotta e i frammenti di vetro conficcati nel viso e altri cinque feriti meno gravi. E poi c'era
Domenico Martimucci, 26 anni, "Zidane" per i tifosi dell'ACD Castellaneta (Taranto) squadra del Campionato
d'Eccellenza.
Martimucci era il calciatore più talentuoso della piccola squadra tarantina, il Castellaneta è una delle tante società
calcistiche che diventano presto una piccola comunità intorno ad un pallone: calciatori, dirigenti e tifosi che per un
giorno alla settimana sono tutt'uno, loro contro gli avversari. E in quelle partite Domenico, più di una volta aveva
dimostrato che i piedi, quelli sì, erano sicuramente di categoria superiore per la facilità con cui teneva la palla incollata
al piede e giocava in mezzo al campo con la testa alta. Da qui al numero 10 sulle spalle e il soprannome ‘Zidane' il
passo è stato breve, soprattutto per un tifosissimo juventino come lui.
Quando scoppiò la bomba (sono andato a rileggere i quotidiani di quei giorni) la solita marea dello sdegno e
l'indignazione si è alzata tra i politici e gli "antimafiosi" per professione: una bomba carta che schioda gli infissi di una
sala giochi nell'orario di punta è un boccone ghiotto per le foto, le interviste, il frugamento nelle vite dei feriti e le
lacrime degli amici. Qualcuno interrogò anche il Ministro dell'Interno sull'ombra di un racket che in Puglia difficilmente
fa notizia, ci fu il corteo della città fotografato dall'alto dalle agenzie e ci furono le promesse (le solite) delle istituzioni.
La sala giochi appartiene a due incensurati che già da qualche tempo lamentavano dei danneggiamenti alle auto dei
propri clienti, non fu difficile per le forze dell'ordine seguire la pista dell'intimidazione. Dopo tre mesi di indagini i
Carabinieri del Reparto Operativo del Comando Provinciale di Bari (in coordinamento con la Direzione Antimafia)
arrestarono cinque persone tra cui Mario Dambrosio, 43 anni e un cognome di mafia condiviso con il fratello Bartolo,
boss della Murge, che avrebbe "punito" la sala giochi per avere perso troppi clienti nel proprio mercato del "gioco
d'azzardo" e delle sale slot. Un attentato mafioso. Con una famiglia di mafia. In piena regola.
Lui, Domenico ‘Zidane' Martimucci, il giorno degli arresti era ancora in coma farmacologico, tra le speranze indebolite
dei famigliari e dei compagni di squadra che non hanno smesso di ricordarlo in ogni occasione. Il 18 aprile in occasione
della partita Trapani – Bari il bomber dei pugliesi Caputo aveva dedicato il proprio goal a Domenico: "Ho segnato per
lui, sperando di rivederlo presto in campo" disse il giocatori del Bari durante la conferenza stampa del dopo partita,
quando solitamente il calcio ha sempre poca voglia e poco spazio di occuparsi d'altro. Sul letto d'ospedale di ‘Domi
Zidane' i compagni del Castellaneta, ottenuta la matematica salvezza, gli hanno lasciato un cappellino rosso della
squadra con una scritta a penna sulla visiera: "Domy 10 non mollare. Eccellenza è stata. P.S. Come promesso!".
Domy, invece ha perso il suo spareggio. Non sono bastati gli amici. Non sono serviti nemmeno i messaggi dei
campioni, da Chiellini a Marchisio, Storari, Higuain e altri. Domenico Martimucci è morto il primo agosto ‘15. La
squadra, a lutto, l'ha ricordato con una cerimonia sobria e silenziosa anche nel suo stadio, una giornata da zero a zero,
di quelle dove nessuno ha nemmeno più voglia di inventarsi un guizzo. La città si è stretta attorno a ‘Zidane' come si
stringono le città quando parte un campione. Che gliene frega se ‘Zidane' fosse solo un giocatore d'eccellenza: nelle
vittime di mafia rimane sempre quello stesso dolore appuntito.
Fuori, l'Italia, la stampa (e noi) eravamo troppo impegnati a pianificare l'agosto o forse a seguire l'ultimo allarme o
l'ultima paura. Da noi le bombe scoppiano così: o muori subito oppure finisce che anche i morti si allungano come il
vino con l'acqua, scaduti i termini non ne parla più nessuno. Calcio e mafia, negli Stati Uniti forse ci faranno un film, su
una morte così.
Allo stadio comunale "De Bellis", il campo di Domy, un ingresso è diventato "l'ingresso Martimucci". C'è Domenico di
spalle, con il numero 10, che cammina su qualcosa che sembra un campo e un cielo. "Sei e resterai sempre il
nostro numero 10… facile…", c'è scritto. E noi quasi non ce n'eravamo accorti.
http://www.fanpage.it/altamura-la-bomba-il-silenzio-e-la-morte-di-zidane/
http://www.fanpage.it/
6
CHI E’
DOMENICO MARTIMUCCI
Nasce a Bari il 19/08/1988, da genitori altamurani (mamma Grazia casalinga e Papà Giovanni operaio),
sorelle Lea e Maddy.
Dal 1990 al 1997 frequenta le scuole d’infanzia e primaria nella scuola “San Francesco d’Assisi” in
Altamura nel quartiere San Pasquale.
Dal 1997 al 200 frequenta le Medie nella scuola “Pacelli”
Dal 2000 al 2005 frequenta le superiori nell’Ipssct “Denora-Lorusso” indirizzo Alberghiero diplomandosi
con una buona votazione.
Dal 2001 al 2015 gioca nei campi di calcio in molte città.
La sua vita la è fatta di “Pane e Pallone”: non c’è foto che lo ritragga senza una palla.
Quando era ancora infante, una foto lo ritrae con i pugni chiusi e lo sguardo da guerriero, pronto
prendersi la vita d’istinto.
Dai suoi prima passi nella società degli adolescenti si avverte subito la sua vocazione: il calcio, le donne.
Bello, bravo e divertente, con il suo viso pulito e il capello gelatinato, comincia la sua vita da predestinato
nei campi di calcio. I “talent scout” maestri di calcio Leonardo e Nicola Denora notano subito le qualità
e la stoffa del futuro campione.
Gli fanno indossare lamaglia n.10 e gli affibbiano il soprannome “Zidane” (ndr. il talento francese). Così
cominciava a farsi conoscere e chiamare anche tra gli amici e non solo nei campi da calcio. Indossava la
maglia col numero 10 e “si carica la squadra” sulle spalle, trascinava i compagni di squadra.
Ancora adolescente e con esperienza solo con i suoi pari età, viene “osservato e chiamato” da diverse
squadre importanti: Torino e Parma. Riceve inviti anche da parte di qualche squadra di calcio estera.
I provini vanno alla grande! Le decisioni delle squadre furono diverse. Domy non si abbatte, ritorna nella
sua Altamura e comincia a farsi conoscere giocando nella squadra dell’Altamura.
Nel 2004 disputa la finale dei play off e a soli 16 anni mette a segno la rete della vittoria della finale
Arriva la chiamata da un’altra squadra di eccellenza pugliese, il Massafra in provincia di Taranto.
Nel 2005, a 17 anni Domy (ancora studente della scuola alberghiera di Altamura) comincia a calcare
palcoscenici importanti e si mette in mostra per classe, genio e prodezze, dentro e fuori dal campo.
L’anno successivo la dirigenza della squadra “Altamura” capisce le doti e decide di investire su di lui e
comincia la sua parabola ascendente tra i campi di calcio e calcetto. Tantissimi trofei, premi e goal messi
a segno nei vari tornei estivi (a volte nell’arco di una stagione estiva era impegnato in ben 4-5 tornei).
Era diventato un fuoriclasse, era conosciuto, era affermato, era ricercato da molte squadre.
Gira molti campi di calcio: nel suo destino ci saranno Chiusi, Altamura, Gravina in Puglia,
Castellaneta, la sua ultima squadra.
La sua vita si divideva tra la sua grande famiglia fatta da amici e donne, mamma Grazia, Lea, Maddy, la
piccola Antonella (la sua prima nipotina) e la sua fidanzata.
Domy diventa subito un orgoglio per tutti.
Il 5 Marzo 2015, quell’esplosione, quella maledetta bomba, quella notte piovosa e terribile, gli spezzano
l’ardire:ha lottato ancora una volta come un guerriero.
Lo mandano ai tempi supplementari di questa amara partita: Policlinico di Bari per 5 mesi; Innsbruck a
fine luglio (viaggio ricco di speranze ed emozionante maratona di solidarietà guidata anche dal Parroco
della chiesa “Redentore” Don Nunzio Falcicchio)
1 Agosto 2015 l’arbitro “Destino” fischia la fine della partita e della vita di Domy.
La memoria del suo ardimento e della sua capacità calcistica resta nel cuore, nella mente, nei ricordi che
l’Associazione NOI SIAMO DOMI fonda per aiutare i più bisognosi, per la lotta alla criminalità e la ricerca
della legalità, nel nome e nel sorriso di DOMI.
7
ELENCO DELLE SCUOLE INVITATE
A - ALTAMURA
1.
FIORE
B - CASTELLANETA
1.
SURICO
C – GRAVINA DI PUGLIA
1.
SANTOMASI/SCACCHI
D - MATERA
1.
5° I.C TORRACA
E – SANTERAMO IN COLLE
1.
BOSCO - NETTI
P.ZZA DE NAPOLI 2
VIA DELLE SPINELLE, 24
CORSO ALDO MORO, 51
VIA A. MORO 6
VIA SPAVENTA 33
PATELLA EUFEMIA
LUDOVICO ANTONIO
MININNI SILVANA
SABINO MARIALUISA
CAPONIO GIUSEPPE
080 3113518
0998441252
0803267691
0835333201
0803036025
[email protected]
[email protected]
[email protected]
[email protected]
[email protected]
[email protected]
[email protected]
[email protected]
[email protected]
[email protected]
2.
PADRE PIO
2.
PASCOLI/GIOVINAZZI
2.
BOSCO/BENEDETTO XIII
2.
3° I.C PASCOLI
2.
I.I.S.S."PIETRO SETTE"
VIA RENO
VIA MAZZINI 25
C.SO VITTORIO EMANUELE,32/34
VIA PARINI 1
VIA F.LLI KENNEDY,7
CRAPIS CLAUDIO
MOLFETTA ANGELICA
PALLUCCA LUCIA
MICHELE VENTRELLI
RAGONE MADDALENA
080 3141677 - 3160959
0998491143
0803221229
0835386254
0803036201
[email protected]
[email protected]
[email protected]
[email protected]
[email protected]
[email protected]
[email protected]
[email protected]
[email protected]
[email protected]
3.
SERENA -PACELLI
3.
ORAZIO FLACCO
3.
DON MONTEMURRO
3.
1° I.C Padre MINOZZI
VIA G. B. CASTELLI, 64
VIA DON STURZO
VIA TRIPOLI, 56/B
Via Lucana, n. 190
DARTIZIO MARIA
GIONCADA MARIAROSARIA
LADDAGA FRANCESCO
MARIA ROSARIA SANTERAMO
080 3142585
0998435145
0803254231
0835 311237
[email protected]
[email protected]
[email protected]
[email protected]
[email protected]
[email protected]
[email protected]
[email protected]
4.
MERCADANTE
4.
PERRONE
4.
INGANNAMORTE
4.
4° I.C VIA FERMI
PIAZZA ZANARDELLI,29
VIA SPINETOMONTECAMPLO 29
VIA FRANCESCO BARACCA 62
Via Enrico Fermi, 10
CHIRONNA TERESA
SURICO VITA MARIA
AMENDOLA ANGELA
ABBATINO ISABELLA
080 3111706
0998491151
0803264277
0835 381615
[email protected]
[email protected]
[email protected]
[email protected]
[email protected]
[email protected]
[email protected]
[email protected]
5.
DE NORA
VIA LAGO PASSARELLO, 3
5.
I.T.C.- I.P.S.I.A.
VIA VITTORIO BACHELET S.N.
5.
2° I.C Piazza Semeria
DESIANTE GERARDO
ACHILLE GIUSEPPE
SARPI ANTONELLA
0835331342
080 3118356 - 3149258
0803266068
[email protected]
[email protected]
[email protected]
[email protected]
[email protected]
[email protected]
6.
NERVI-GALILEI
6.
TARANTINO
6.
6° I.C
Via Bramante
VIALE PADRE PIO SN
VIA QUASIMODO, 4
DIPERNA CARMELA
PETRONELLA VITANTONIO
GUGLIELMI BERARDO
0835 385636
080 3147459 - 3144161
0803267718
[email protected]
[email protected]
[email protected]
[email protected]
[email protected]
[email protected]
7.
CAGNAZZI
7.
IPSS MORRA
VIA DANTE 84
PIAZZA ZANARDELLI
CANCELLIERE ROSANNA
CLEMENTE BIAGIO
0835386268 -0835261454
080 3111707 - 3113053
[email protected]
[email protected]
[email protected]
[email protected]
8.
FEDERICO II
8.
IPSAR TURI
VIA PARISI – POLIVALENTE
VIA CASTELLO 19
CANCELLARA GIOVANNA
MARAGLINO GIANLUIGI
080 3147357 -3105241
0835335841 - 0835336680
[email protected]
[email protected]
[email protected]
[email protected]
9.
GENCO
9.
IIS LOPERFIDO - OLIVETTI
PIAZZA LAUDATI 1
Viale Aldo Moro
INDRIO RACHELE
DUNI VINCENZO
080 3114337 -3113420
0835264489 -0835264619
[email protected]
[email protected]
[email protected]
[email protected]
10.
CPIA
10.
MAGISTRALE STIGLIANI
9
Via Ofanto, 21
VIA LANERA 61
CRAPUZZI GIUSEPPA
ANDRULLI EUSTACCHIO
080 3114234 -3112959
0835333741
[email protected]
[email protected]
[email protected]
[email protected]
11.
I.I.S. PENTASUGLIA
VIA E. MATTEI S.N.C.
ANTONIO EPIFANIA
0835269161 - 0835384170
[email protected]
[email protected]
12.
IIS DUNI -LEVI
VIALE DELLE NAZIONI UNITE 6
PATRIZIA DI FRANCO
0835269946
[email protected]
[email protected]
13.
LS Alighieri
VIALE DELLE NAZIONI UNITE 2
DUNI VINCENZO
0835333762
[email protected]
[email protected]
14.
C P I A - C/o OLIVETTI
VIA MATARAZZO
VENTRELLI Michele
0835264489
[email protected]
[email protected]
10
ELENCO DEI MARTIRI DELLA MAFIA E ILLEGALITA’ (Fonte “LIBERA”)
123 anni di omicidi della Mafia- 1893 – 2016 - NOMI DA NON DIMENTICARE
REGNO
D’ITALIA
1893
EMANUELE
NOTARBARTOLO
1896
EMANUELA
SANSONE.
1905
LUCIANO
NICOLETTI.
1906
ANDREA
ORLANDO.
1909
JOE
PETROSÌNO.
1911
LORENZO
PANEPINTO.
1914
MARIANO
BARBATO.
GIORGIO
PECORARO.
1915
BERNARDINO
VERRO.
1916
GIORGIO
GENNARO.
1919
GIOVANNI
ZANGÀRA.
COSTANTINO
STELLA.
GIUSEPPE
RUMORE.
GIUSEPPE
MONTICCIOLO.
ALFONSO
CÀNZIO.
1920
NICOLÒ
FRANCESCO
SASSANO.
EMANUELE
GRECO.
MARIO
SPAMPINATO.
GIOVANNI LA
BROCCA.
VINCENZO
AMENDUNI.
VITTORIO
LEVICO.
1947
ACCURSIO
MIRAGLIA.
PIETRO
MACCHIARELLA.
NUNZIO
SANSONE.
EMANUELE
BUSELLINI.
MARGHERITA
CLESCERI.
GIOVANNI
GRIFÒ.
GIORGIO
CUSENZA.
CASTRENSE
INTRAVÀIA.
VINCENZA LA
FATA.
SERAFINO
LASCÀRI.
GIOVANNI
MEGNA.
FRANCESCO
VICARI.
VITO ALLOTTA.
GIUSEPPE DI
MAGGIO.
FILIPPO DI
SALVO.
VINCENZO LA
ROCCA.
VINCENZA
SPINA.
MICHELANGELO
SALVIA.
GIUSEPPE
CASÀRRUBEA.
VINCENZO LO
IACONO.
GIUSEPPE
MANÌACI.
ANTONINO
PECORARO.
FILIPPO
COSTA.
ATTILIO
BONINCONTRO
1960
ANTONINO
DAMANTI.
COSIMO
CRISTINA.
PAOLO
BONGIORNO.
ANTONINO
GIANNOLA.
DONALD
MACKAY.
MARIANGELA
PASSIATORE.
ADRIANO
RUSCALLA.
1961
PAOLINO
RICCOBONO.
1962
ENRICO
MATTEI.
GIACINTO
PULEO.
1963
GIUSEPPE
TESAURO.
PIETRO
CANNIZZARO.
MARIO
MALAUSA.
SILVIO
CORRAO.
CALOGERO
VACCARO.
PASQUALE
NUCCIO.
EUGENIO
ALTOMARE.
GIORGIO
CIACCI.
MARINO
FARDELLI.
1966
CARMELO
BATTAGLIA.
GIUSEPPE
BURGIO.
1967
GIUSEPPE
PIANI.
1978
UGO TRIOLO.
GIUSEPPE
IMPASTATO.
ANTONIO
ESPOSITO
FERRAIOLI.
SALVATORE
CASTELBUONO.
GAETANO
LONGO.
PAOLO
GIORGETTI.
PASQUALE
CAPPUCCIO.
FORTUNATO
FURORE.
AUGUSTO
RANCILIO.
1979
ALFONSO
SGROI.
FILADELFIO
APARO.
MARIO
FRANCESE.
MICHELE
REINA.
GIORGIO
AMBROSOLI.
GIORGIO
BORIS
GIULIANO.
CALOGERO DI
BONA.
CESARE
TERRANOVA.
LENIN
MANCUSO.
GIOVANNI
BELLISSIMA.
SALVATORE
GIUSEPPE LALA.
DOMENICO
VECCHIO.
ANTONIO
VALENTI.
RODOLFO
BUSCEMI.
MATTEO
RIZZUTO.
SILVANO
FRANZOLIN.
LUIGI DI BARCA.
SALVATORE
RAITI.
GIUSEPPE DI
LAVORE.
ANTONINO
BURRAFATO.
SALVATORE
NUVOLETTA.
ANTONIO
AMMATURO.
PASQUALE
PAOLA.
PAOLO
GIACCONE.
VINCENZO
SPINELLI.
CARLO ALBERTO
DALLA CHIESA.
EMANUELA SETTI
CARRARO.
DOMENICO
RUSSO.
CALOGERO
ZUCCHETTO.
CARMELO
CERRUTO.
SIMONETTA
LAMBERTI.
GIULIANO
PENNACCHIO.
ANDREA
MORMILE.
LUIGI CAFIERO.
ANTIMO
GRAZIANO.
GENNARO DE
ANGELIS.
ANNAMARIA
ESPOSITO.
ANTONIO DE
ROSA.
ELIO DI MELLA.
SALVATORE
PIER
FRANCESCO
LEONI.
SUSANNA
CAVALLI.
ANGELA
CALVANESE.
CARMINE
MOCCIA.
VALERIA
MORATELLO.
MICHELE
BRESCIA.
SANTO
CALABRESE.
ANTIOCO
COCCO.
VINCENZO
VENTO.
PIETRO
BUSETTA.
SALVATORE
SQUILLACE.
FRANCESCO
FABBRIZZI.
SALVATORE
MELE.
BRUNO ADAMI.
1985
PIETRO PATTI.
GIUSEPPE
MANGANO.
GIOACCHINO
TAGLIALATELA.
SERGIO
COSMAI.
GIOVANNI
CARBONE.
BARBARA
RIZZO ASTA.
GIUSEPPE
ASTA.
SALVATORE
ASTA.
BEPPE
MONTANA.
ANTONINO
CASSARÀ.
ROBERTO
ANTIOCHIA.
GIUSEPPE
SPADA.
NATALE
MONDO.
DONATO
BOSCIA.
GRAZIA
SCIMÈ.
FRANCESCO
MEGNA.
1990
GIUSEPPE
TALLARITA.
NICOLA
GIOITTA
IACHINO.
EMANUELE
PIAZZA.
GIUSEPPE
TRAGNA.
GIOVANNI
BONSIGNORE.
ANTONINO
MARINO.
ROSARIO
LIVATINO.
ALESSANDRO
ROVETTA.
FRANCESCO
VECCHIO.
ANDREA
BONFORTE.
GIOVANNI
TRECROCI.
SAVERIO
PURITA.
ANGELO
CARBOTTI.
DOMENICO
CATALANO.
MARIA
MARCELLA.
VINCENZO
MICELI.
ELISABETTA
GAGLIARDI.
GIUSEPPE
ORLANDO.
MICHELE
ARCANGELO
TRIPODI.
PIETRO
CARUSO.
NUNZIO
PANDOLFI.
ANTONIO
VALENTI.
NUNZIANTE
SCIBELLI.
VINCENZO
GIORDANO.
SALVATORE
VINCENZO
SURDO.
GASPARE
PALMERI.
IGNAZIO ALOISI.
ONOFRIO
ADDESI.
FRANCESCO
AUGURUSA.
GIUSEPPE
PICCOLO.
PASQUALE
MALGERI.
ANTONINO
LODOVICO
BRUNO.
CIRINO
CATALANO.
ALBERTO
GIACOMELLI.
ANTONINO
SAETTA.
STEFANO
SAETTA.
MAURO
ROSTAGNO.
LUIGI RANIERI.
CARMELO
ZACCARELLO.
GIROLAMO
MARINO.
ANIELLO
CORDASCO.
GIULIO CAPILLI.
PIETRO RAGNO.
ABED MANYAMI.
RAFFAELE
ANTONIO
TALARICO.
MICHELE VIRGA.
GIUSEPPE
MASCOLO.
FRANCESCO
SALZANO.
GIANFRANCO
TREZZI.
EDDIE
WALTER
COSINA.
EMANUELA
LOI.
VINCENZO LI
MULI.
CLAUDIO
TRAÌNA.
RITA ÀTRIA.
PAOLO
FICALÒRA.
LUIGI SÀPIO.
EGIDIO
CAMPANIELLO.
GIORGIO
VILLÀN.
PASQUALE DI
LORENZO.
GIOVANNI
PANUNZIO.
GAETANO
GIORDANO.
GIUSEPPE
BORSELLINO.
ANTONIO
TAMBORINO.
MAURO
MANIGLIO.
RAFFAELE
VITIELLO.
EMANUELE
SAÙNA.
GIOVANNI
LIZZIO.
ANTONIO DI
BONA.
GIOVANNI
CARNICELLA.
ANTONIO
MUTO.
PASQUALE
AURIEMMA.
1993
BEPPE
ALFANO.
ADOLFO
CARTISANO.
PASQUALE
CAMPANELLO.
VINCENZO
D'ANNA.
VINCENZO
AGATA
ZUCCHERO.
LEONARDO
SANTORO.
PALMINA
SCAMARDELLA.
ANTONIO
NOVELLA .
FRANCESCO
ALOI.
FRANCESCO
BRUNO.
ANGELO
CALABRÒ.
SAVERIO
LIARDO.
ANTONIO
D'AGOSTINO.
1995
FRANCESCO
BRUGNANO.
FRANCESCO
MARCONE.
SERAFINO
FAMÀ.
GIOACCHINO
COSTANZO.
PETER IWULE
ONJEDEKE.
FORTUNATO
CORREALE.
ANTONINO
BUSCEMI.
GIUSEPPE
MONTALTO.
GIUSEPPE
CILIA.
CLAUDIO
MANCO.
ANTONIO
BRANDI.
GIAMMATTEO
SOLE .
GENOVESE
PAGLIUCA.
PIETRO
SANUA.
PIERANTONIO
SANDRI.
GIUSEPPE
GIAMMONA.
GIOVANNA
GIAMMONA.
LUIGI IOCULANO.
DOMENICO
GERACI.
ANTONIO
CONDELLO.
MARIA ANGELA
ANSALONE.
GIUSEPPE MARIA
BICCHERI.
GIUSEPPE
MESSINA.
GRAZIANO
MUNTONI.
GIOVANNI
GARGIULO.
GIOVANNI VOLPE.
ORAZIO
SCIASCIO.
GIUSEPPE
IACONA.
DAVIDE LADINI.
SAVERIO IERACE.
ANTONIO
FERRARA.
1999
SALVATORE
OTTONE.
ROSARIO
SALERNO.
STEFANO
POMPEO.
FILIPPO BASILE.
HISO TELARAY.
MATTEO DI
CANDIA.
VINCENZO
VACCARO NOTTE.
LUIGI PULLI.
RAFFAELE
ARNESANO.
RODOLFO PATERA.
ENNIO
PETROSINO.
ROSA ZAZA.
ANNA PACE.
MARCO DE
FRANCHIS.
FRANCESCO
SALVO.
2000
ANTONIO
LIPPIELLO.
SALVATORE
VACCARO NOTTE.
GIUSEPPE RICCIO.
DANIELE
POLIMENI.
GIANLUCA
CONGIUSTA.
PEPE TUNEVIC.
EMILIO ALBANESE.
2006
SALVATORE
BUGLIONE.
DANIELE DEL
CORE.
LORIS DI
ROBERTO.
RODOLFO PACILIO.
MICHELE LANDA.
ANTONIO
PALUMBO.
ANNA
POLITIKOVSKAJA.
GIUSEPPE
D'ANGELO.
LUCA COTTARELLI.
2007
LUIGI SICA.
FRANCESCO
GAITO.
UMBERTO
IMPROTA.
GIUSEPPE
VEROPALUMBO.
LUIGI RENDE.
CARMELA
FASANELLA.
ROMANO
FASANELLA.
DOMENICO DE
NITTIS.
FILIPPO SALVI.
2008
MARIO COSTABILE.
DOMENICO
NOVIELLO.
MARCO PITTONI.
RAFFAELE
GARGIULO.
RAFFAELE
GRANATA.
GIUSEPPE
MINOPOLI.
LORENZO RICCIO.
RAFFAELE MANNA.
ALONGI.
PAOLO LI PUMA.
CROCE DI
GANGI.
PAOLO
MIRMINA.
GIOVANNI
ORCEL.
STEFANO
CARONÌA.
1921
PIETRO PONZO.
VITO STASSI.
GIUSEPPE
CASSARÀ.
VITO CASSARÀ.
GIUSEPPE
COMPAGNA.
FASCISMO
1922
DOMENICO
SPATOLA.
MARIO
SPATOLA.
PIETRO PAOLO
SPATOLA.
SEBASTIANO
BONFIGLIO.
ANTONINO
SCUDERI.
1924
ANTONINO
CIOLÌNO.
1944
SANTI
MILISENNA.
ANDREA RAIA.
1945
CALOGERO
COMAIANNI.
NUNZIO
PASSAFIUME.
FILIPPO
SCIMONE.
CALCEDONIO
CATALANO.
AGOSTINO
D'ALESSANDRO.
CALOGERO
CICERO.
FEDELE DE
FRANCISCA.
MICHELE DI
MICELI.
MARIO
PAOLETTI.
CALOGERO
CAIOLA.
VITO PIPITONE.
LUIGI
GERONAZZO.
1948
EPIFANIO LI
PUMA.
PLACIDO
RIZZOTTO.
GIUSEPPE
LETIZIA.
CALOGERO
CANGELOSI.
MARCANTONIO
GIACALONE.
ANTONIO
GIACALONE.
ANTONIO DI
SALVO.
NICOLA
MESSINA.
CELESTINO
ZAPPONI.
GIOVANNI
TASQUIER.
1949
CARLO GUARINO.
VITO GUARINO.
FRANCESCO
GULINO.
CANDELORO
CATANESE.
MICHELE
MARINARO.
CARMELO
AGNONE.
QUINTO REDA.
CARMELO
LENTINI.
PASQUALE
MARCONE.
ARMANDO
LODDO.
SERGIO
MANCINI.
CARLO ANTONIO
PABUSA.
GABRIELE
PALANDRANI.
GIOVAN
BATTISTA ALOE.
ILARIO RUSSO.
GIOVANNI
CALABRESE.
GIUSEPPE
FIORENZA.
SALVATORE
MESSINA.
FRANCESCO
BUTIFAR.
1968
SALVATORE
SUROLO.
1969
ORAZIO
COSTANTINO.
GIOVANNI
DOMÉ.
1970
MAURO DE
MAURO.
1971
PIETRO
SCAGLIONE.
ANTONIO
LORUSSO.
VINCENZO
RICCARDELLI.
1972
GIOVANNI
SPAMPINATO.
GIOVANNI
VENTRA.
DOMENICO
CANNATA.
PAOLO DI
MAIO.
1974
ANGELO
SORINO.
EMANUELE
RIBOLI.
NICOLA
RUFFO.
1975
CALOGERO
MORREALE.
GAETANO
CAPPIELLO.
FRANCESCO
FERLAINO.
DOMENICO
FACCHINERI.
MICHELE
FACCHINERI.
TULLIO DE
MICHELI.
MARIO
CERETTO.
GIUSEPPINA
UTANO.
CRISTINA
MAZZOTTI.
1976
BOLOGNA.
DOMENICO
MARRARA.
VINCENZO
RUSSO.
ANTONINO
TRIPODO.
ROCCO
GIUSEPPE
BARILLÀ.
CARMELO DI
GIORGIO.
PRIMO
PERDONCINI.
BALDASSARRE
NASTASI.1980
PIERSANTI
MATTARELLA.
GIUSEPPE
VALARIOTI.
EMANUELE
BASILE.
GIANNINO
LOSARDO.
PIETRO
CERULLI.
GAETANO
COSTA.
CARMELO
JANNÌ.
DOMENICO
BENEVENTANO
MARCELLO
TORRE.
VINCENZO
ABATE.
GIUSEPPE
GIOVINAZZO.
CIRO
ROSSETTI.
FILOMENA
MORLANDO.
BRUNO VINCI.
GRAZIELLA DE
PALO.
ITALO TONI.
ANTONIO
COLISTRA.
ADELMO
FOSSATI.
SILVIO DE
FRANCESCO.
GIUSEPPE
GULLÌ.
1981
VITO
IEVOLELLA.
SEBASTIANO
BOSIO.
LEOPOLDO
GASSANI.
GIUSEPPE
GRIMALDI.
DRAGONE.
MARIO LATTUCA.
GIOVANNI
GAMBINO.
FRANCESCO
BORRELLI.
ALFREDO
AGOSTA.
FRANCESCO
PANZERA.
VINCENZO ENEA.
1983
GIANGIACOMO
CIACCIO
MONTALTO.
PASQUALE
MANDATO.
SALVATORE
POLLARA.
MARIO D'ALEO.
GIUSEPPE
BOMMARITO.
PIETRO MORICI.
BRUNO CACCIA.
ROCCO
CHINNICI.
SALVATORE
BARTOLOTTA.
MARIO
TRAPASSI.
STEFANO LI
SACCHI.
SEBASTIANO
ALONGI.
FRANCESCO
IMPOSIMATO.
DOMENICO
CELIENTO.
ANTONIO
CRISTIANO.
NICANDRO IZZO.
GIOACCHINO
CRISAFULLI.
FRANCESCO
BRUNITTO.
SALVATORE
ZANGARA.
PATRIZIA SCIFO.
VITTORIO SCIFO.
LUIGI
CANGIANO.
LIA PIPITONE.
SIMONE DI
TRAPANI.
GIUSEPPE
BERTOLAMI.
1984
GIUSEPPE FAVA.
RENATA FONTE.
CRESCENZO
CASILLO.
GIOVANNI
ANTONIO
ENRICO
MONTELEONE.
GIANCARLO
SIANI.
BIAGIO
SICILIANO.
GIUDITTA
MILELLA.
CARMINE
TRIPODI.
GRAZIELLA
CAMPAGNA.
GIUSEPPE
MACHEDA.
ROBERTO
PARISI.
MARIO DIANA.
MARCO
PADOVANI.
GIANLUCA
CANONICO.
DOMENICO
DEMAIO.
1986
PAOLO
BOTTONE.
GIUSEPPE
PILLARI.
FILIPPO
GEBBIA.
ANTONIO
MORREALE.
FRANCESCO
ALFANO.
VITTORIO
ESPOSITO.
SALVATORE
BENIGNO.
CLAUDIO
DOMINO.
FILIPPO
SALSONE.
ANTONIO
SABIA.
GIOVANNI
GIORDANO.
NUNZIATA
SPINA.
ANTONIO
BERTUCCIO.
FRANCESCO
PRESTIA.
DOMENICA DE
GIROLAMO.
LUIGI
STAIÀNO.
MARIO
FERRILLO.
SALVATORE
LEDDA.
GIOVANNI
GARCEA.
ARTURO
CAPUTO.
ROBERTO
TICLI.
MARIO
GRECO.
ROSARIO
SCIACCA.
GIUSEPPE
MARNALO.
STEFANO
VOLPE.
FRANCESCO
OLIVIERO.
COSIMO
DURANTE.
ANGELO
RAFFAELE
LONGO.
RAFFAELA
SCORDO.
CALOGERO LA
PIANA.
ANTONIO
NUGNES.
PASQUALE
FELICIELLO.
MARCO
TEDESCHI.
FERDINANDO
BARBALACE.
MARCELLA DI
LEVRANO.
SERGIO
ESPOSITO.
ANDREA
ESPOSITO.
TOBIA
ANDREOZZI.
ANTONINO
PONTARI.
PIERO
CARPITA.
LUIGI
RECALCATI.
GIUSEPPE
SOTTILE.
1991
VALENTINA
GUARINO.
ANGELICA
PIRTOLI.
GIUSEPPE
SCEUSA.
SALVATORE
SCEUSA.
VINCENZO
LEONARDI.
ANTONIO
CARLO
CORDOPATRI.
1989
FRANCESCO
CRISOPULLI.
GIUSEPPE
CARUSO.
FRANCESCO
PEPI.
MARCELLA
TASSONE.
NICOLA
D'ANTRASSI.
VINCENZO
GRASSO.
PAOLO VINCI.
SALVATORE
INCARDONA.
ANTONINO
AGOSTINO.
IDA
CASTELLUCCIO.
DOMENICO
CALVIELLO.
ANNA MARIA
CAMBRIA.
CARMELA
PANNONE.
PIETRO GIRO.
DONATO
CAPPETTA.
CALOGERO
LORIA.
FRANCESCO
LONGO.
GIOVANBATTISTA
TEDESCO.
COLIN
WINCHESTER.
GIACOMO
CATALANO.
PIETRO POLARA.
NICOLINA
BISCOZZI.
PASQUALE
PRIMERANO.
PASQUALE
MIELE.
GIUSEPPE
TIZIAN.
JERRY ESSAN
MASSLO.
GAETANO DE
CICCO.
DOMENICO
GUARRACINO.
SALVATORE
BENAGLIA.
GAETANO DI
NOCERA.
MICHELE
PIROMALLI.
CLAUDIO
VOLPICELLI.
ANDREA
CORTELLEZZI.
VITALE.
GENNARO
FALCO.
NICOLA
REMONDINO.
DOMENICO
NICOLÒ
PANDOLFO.
MAURIZIO
ESTATE.
FABRIZIO
NENCIONI.
ANGELA
FIUME.
NADIA
NENCIONI.
CATERINA
NENCIONI.
DARIO
CAPOLICCHIO.
DOMENICO
NICITRA.
CARLO LA
CATENA.
STEFANO
PICERNO.
SERGIO
PASOTTO.
ALESSANDRO
FERRARI.
MOUSSAFIR
DRISS.
GIUSEPPE
PUGLISI.
RAFFAELE DI
MERCURIO.
ANDREA
CASTELLI.
ANGELO
CARLISI.
CALOGERO
ZAFFUTO.
RICCARDO
VOLPE.
ANTONINO
VASSALLO.
FRANCESCO
NAZZARO.
GIORGIO
VANOLI.
LUIGI
IANNOTTA.
ANTONINO
SPARTÀ.
SALVATORE
SPARTÀ.
PIETRO
VINCENZO
SPARTÀ.
GIUSEPPE
MARINO.
ANTONIO
MAZZA.
FRANCESCO
SAPORITO.
NATALE DE
GRAZIA.
CESARE
BOSCHIN.
MICHELE
CIARLO.
GIOVANNI
CARBONE.
MARCELLO
PALMISANO.
1996
GIUSEPPE DI
MATTEO.
FRANCESCO
TAMMONE.
GIUSEPPE
PUGLISI.
ANNAMARIA
TORNO.
GIOVANNI
ATTARDO.
DAVIDE
SANNINO.
SANTA
PUGLISI.
SALVATORE
BOTTA.
SALVATORE
FRAZZETTO.
GIACOMO
FRAZZETTO.
MARIA
ANTONIETTA
SAVONA.
RICCARDO
SALERNO.
GIOACCHINO
BISCEGLIA.
ROSARIO
MINISTERI.
CALOGERO
TRAMÙTA.
CELESTINO
FAVA.
ANTONINO
MOIO.
RAFFAELE
PASTORE.
ANTONINO
POLIFRONI.
SALVATORE
MANZI.
CONCETTA
MATARAZZO.
MICHELE
CAVALIERE.
FRANCESCO
GIORGINO.
ANTONIO
SOTTILE.
ALBERTO DE
FALCO.
FERDINANDO
CHIAROTTI.
FRANCESCO
SCERBO.
GIUSEPPE
GRANDOLFO.
DOMENICO
GULLACI.
MARIA
COLANGIULI.
HAMDI LALA.
GAETANO DE
ROSA.
SAVERIO
CATALDO.
DANIELE
ZOCCOLA.
SALVATORE DE
ROSA.
GIUSEPPE
FALANGA.
LUIGI SEQUINO.
PAOLO CASTALDI.
GIANFRANCO
MADIA.
VALENTINA
TERRACCIANO.
RAFFAELE IORIO.
FERDINANDO
LIGUORI.
2001
TINA MOTOC.
MICHELE FAZIO.
CARMELO
BENVEGNA.
STEFANO
CIARAMELLA.2002
FEDERICO DEL
PRETE.
TORQUATO
CIRIACO.
HUSAN BALIKÇI.
ANTONIO PETITO.
GIUSEPPE
FRANCESE.
FRANCESCO
SANTANIELLO.
2003
DOMENICO
PACILIO.
GAETANO
MARCHITELLI.
CLAUDIO
TAGLIALATELA.
PAOLINO AVELLA.
MICHELE AMICO.
GIUSEPPE
SAMUEL KWAKU.
CRISTOPHER
ADAMS.
ERIC AFFUM
YEBOAH.
KWAME ANTWI
JULIUS FRANCIS.
EL HADJI ABABA.
ALEX GEEMES.
FRANCESCO
ALIGHIERI.
GABRIELE ROSSI.
ANTONIO
CIARDULLO.
ERNESTO
FABOZZI.
2009
DOMENICO
GABRIELE.
PETRU
BIRLANDEANU.
GAETANO
MONTANINO.
NICOLA NAPPO.
LEA GAROFALO.
ANTONIO
CANGIANO.
2010
TERESA
BUONOCORE.
ANGELO
VASSALLO.
GIANLUCA
CIMMINIELLO.
CARMINE
CANNILLO.
2011
VINCENZO
LIGUORI.
GIUSEPPE MIZZI.
CARLO
CANNAVACCIUOLO.
2012
ANDREA NOLLINO.
PASQUALE
ROMANO.
FILIPPO
CERAVOLO.
2014
NICOLA
CAMPOLONGO.
DOMENICO
PETRUZZELLI.
VINCENZO
FERRANTE.
ROBERTO
MANCINI.
13
ROSARIO
PAGANO.
GIUSEPPE
SCALÌA.
GIUSEPPE
PUNTARELLO.
GIORGIO
COMPARETTO.
REPUBBLICA
ITALIANA
1946
ANGELO
LOMBARDI.
VITTORIO
EPIFANI.
VITANGELO
CINQUEPALMI.
IMERIO
PICCINI.
MASINA
PERRICONE
SPINELLI.
GAETANO
GUARINO.
PINO
CAMILLERI.
GIOVANNI
CASTIGLIONE.
GIROLAMO
SCACCIA.
GIUSEPPE
BIONDO.
GIOVANNI
SANTANGELO.
GIUSEPPE
SANTANGELO.
VINCENZO
SANTANGELO.
GIOVANNI
SEVERINO.
FILIPPO FORNO.
NICOLÒ AZOTI.
FIORENTINO
BONFIGLIO.
MARIO
BOSCONE.
PIETRO LORIA.
1951
ANTONIO
SANGINITI.
1952
FILIPPO INTILI.
1955
SALVATORE
CARNEVALE.
GIUSEPPE
SPAGNUOLO.
1957
PASQUALE
ALMERICO.
ANTONINO
POLLARI.
1958
VINCENZO DI
SALVO.
VINCENZO
SAVOCA.
1959
ANNA
PRESTIGIACOMO.
GIUSEPPINA
SAVOCA.
VINCENZO
PECORARO.
GERARDO
D'ARMINIO.
GIUSEPPE
MOSCARELLI.
CATERINA
LIBERTI.
SALVATORE
FALCETTA.
CARMINE
APUZZO.
SALVATORE
LONGO.
SALVATORE
BUSCEMI.
FRANCESCO
VINCI.
ALBERTO
CAPUA.
VINCENZO
RANIERI.
VINCENZO
MACRÌ.
FRANCESCO
PAOLO
CHIARAMONTE.
MARIO
CESCHINA.
1977
ROCCO GATTO.
STEFANO
CONDELLO.
VINCENZO
CARUSO.
PASQUALE
POLVERINO.
GIUSEPPE
RUSSO.
VINCENZO
MULÈ.
DOMENICO
FRANCAVILLA.
MARIANO
VIRONE.
GIUSEPPE
SALVIA.
MARIANO
MELLONE.
ROSSELLA
CASINI.
GIUSEPPE
CUTTITTA.
MICHELE
BORRIELLO.
FRANCESCA
MOCCIA.
LORENZO
CROSETTO.
1982
LUIGI
D'ALESSIO.
ROSA VISONE.
NICOLÒ
PIOMBINO.
ANTONIO
SALZANO.
PIO LA TORRE.
ROSARIO DI
SALVO.
GENNARO
MUSELLA.
CALABRÒ.
COSIMO
QUATTROCCHI.
FRANCESCO
QUATTROCCHI.
MARCELLO
ANGELINI.
SALVATORE
SCHIMMENTI.
GIOVANNI
CATALANOTTI.
ANTONIO
FEDERICO.
PAOLO CANALE.
GIOVANBATTISTA
ALTOBELLI.
LUCIA CERRATO.
ANNA MARIA
BRANDI.
ANNA DE
SIMONE.
GIOVANNI DE
SIMONE.
NICOLA DE
SIMONE.
LUISELLA
MATARAZZO.
MARIA LUIGIA
MORINI.
FEDERICA
TAGLIALATELA.
ABRAMO
VASTARELLA.
SEBASTIANO
MORABITO.
NINO D'UVA.
LUIGI
AJOVALASIT.
1987
GIUSEPPE
RECHICHI.
ROSARIO
IOZIA.
GIUSEPPE
CUTRUNEO.
ROSARIO
MONTALTO.
ANTONIO
CIVININI.
CARMELO
GANCI.
LUCIANO
PIGNATELLI.
GIOVANNI DI
BENEDETTO.
COSIMO ALEO.
ANIELLO
GIORDANO.
GIOVANNI
MILETO.
ANTONINO
SCIRTÒ.
PAOLO
SVEZIA.
1988
GIUSEPPE
INSALACO.
GIUSEPPE
MONTALBANO.
ANGELO
RICCARDO.
DEMETRIO
QUATTRONE.
NICOLA
SOVERINO.
ANDREA
SAVOCA.
DOMENICO
RANDÒ.
GIOVANNA
SANDRA
STRANIERI.
ANTONIO
SCOPELLITI.
LIBERO
GRASSI.
FABIO DE
PANDI.
GIUSEPPE
ALIOTTO.
ANTONIO
RAMPINO.
SILVANA
FOGLIETTA.
SALVATORE
D'ADDARIO.
RENATO LIO.
FRANCESCO
TRAMONTE.
PASQUALE
CRISTIANO.
STEFANO
SIRAGUSA.
ALBERTO
VARONE.
FELICE DARA.
VINCENZO
SALVATORI.
SERAFINO
OGLIASTRO.
GIUSEPPE
GRIMALDI.
SALVATORA
TIENI.
NICOLA
GUERRIERO.
GIUSEPPE
SORRENTI.
ANTONIO
D'ONUFRIO.
VINCENZO
MEDICI.
1992
SALVATORE
AVERSA.
LUCIA
PRECENZANO.
PAOLO
BORSELLINO.
ANTONIO RUSSO.
FORTUNATO
ARENA.
CLAUDIO
PEZZUTO.
SALVATORE
MINEO.
GIULIANO
GUAZZELLI.
GIOVANNI
FALCONE.
FRANCESCA
MORVILLO.
ROCCO DICILLO.
ANTONIO
MONTINARO.
VITO SCHIFANI.
PAOLO
BORSELLINO.
AGOSTINO
CATALANO.
1994
VINCENZO
GAROFALO.
ANTONINO
FAVA.
GIUSEPPE
DIANA.
ILARIA ALPI.
MIRAN
HROVATIN.
LUIGI
BODENZA.
IGNAZIO
PANEPINTO.
MARIA
TERESA
PUGLIESE.
GIOVANNI
SIMONETTI.
SALVATORE
BENNICI.
CALOGERO
PANEPINTO.
FRANCESCO
MANISCALCO.
NICHOLAS
GREEN.
MELCHIORRE
GALLO.
GIUSEPPE
RUSSO.
COSIMO
FABIO
MAZZOLA.
LILIANA
CARUSO.
1997
GIUSEPPE LA
FRANCA.
CIRO ZIRPOLI.
GIULIO
CASTELLINO.
AGATA
AZZOLINA.
RAFFAELLA
LUPOLI.
SILVIA
RUOTOLO.
ANGELO
BRUNO.
FRANCESCO
MARZANO.
ANDREA DI
MARCO.
AMBROGIO
MAURI.
1998
INCORONATA
SOLLAZZO.
MARIA
INCORONATA
RAMELLA.
ERILDA
ZTAUSCI.
SALVATORE DE
FALCO.
ROSARIO
FLAMINIO.
ALBERTO
VALLEFUOCO.
GIUSEPPINA
GUERRIERO.
ROVESCIO.
ANTONIO VAIRO.
PAOLO BAGNATO.
2015
DOMENICO
MARTIMUCCI
2004
BONIFACIO
TILOCCA.
ANNALISA
DURANTE.
STEFANO BIONDI.
PAOLO RODÀ.
GELSOMINA
VERDE.
DARIO
SCHERILLO.
MATILDE
SORRENTINO.
FRANCESCO
ESTATICO.
FABIO NUNNERI.
MASSIMILIANO
CARBONE.
ANTONIO
LANDIERI.
FRANCESCO
GRAZIANO.
ANTONIO
GRAZIANO.
ANTONIO
MAIORANO.
ATTILIO MANCA.
2005
FRANCESCO
ROSSI.
ATTILIO ROMANÒ.
FRANCESCO
FORTUGNO.
14

similar documents