Il volto “sp orco”d el l `Europa: miliardi ai dittatori che nel

Report
Intervista a John Landis, il regista
del cult Blues Brothers. Che racconta
della sua passione per Sergio Leone e la
commedia all’italiana. E spiega com’è
triste l’America di Trump Pasquini P. 12
Questo giornale
ha rinunciato
al finanziamento
pubblico
Fondata da
Antonio Gramsci
nel 1924
l
€1,40
Anno 94 n. 54
Giovedì, 9 Marzo 2017
unita.tv
Più affari che diritti
l Il volto “sporco” dell’Europa: miliardi ai dittatori che nel mondo calpestano i diritti umani
l I casi del cronista del Welt in carcere in Turchia e il ricercatore che rischia la morte in Iran P. 2-3
Al Pd serve un
salto nel futuro
Le donne riempiono le piazze di mezzo mondo
Vaccarello P. 4-5
S
y(7HD9B7*KKMKKT( +/!z!%!z!;
Roberto Morassut
osterrò Matteo Renzi
alle primarie. Ma è
arrivato il momento di
una rivoluzione del
nostro movimento. Non
basta rifondare. Occorre
che il PD faccia un salto verso il
futuro, si evolva in un Movimento
inverando le radici di quella scelta
che proprio al Lingotto fu compiuta
10 anni fa grazie al coraggio di
Walter Veltroni che da sempre ne è
stato alfiere anticipatore.
Pensiamoci: oggi c'è più gente
democratica fuori dal PD che iscritta
al PD. C'è più gente che milita e si dà
da fare concretamente in realtà
associative e volontarie di varia
natura e che condivide i nostri ideali
di fondo, di quanta aderisce
all'organizzazione di Partito in
quanto tale. Questa gente, questo
popolo "democratico" non trova (il
più delle volte) lo spazio adeguato
per esprimersi e per portare le sue
esperienze nel Partito e sceglie di
coltivarle fuori. Questo comporta
due problemi: l'inaridimento della
vita interna del PD (sempre più
chiuso in logiche interne che ne
consumano le energie nei territori)
ed una dispersione in mille
esperienze civiche che non trovano
l'alveo di una direzione di
cambiamento generale, il letto del
fiume che un grande partito
dovrebbe offrire.
Perché è accaduto questo? Perché
il grande progetto del Lingotto si è
arenato in un organismo chiuso in se
stesso e compresso da un pluralismo
di corrente e di potere più che di
idee? Ho questa idea, in proposito. Il
PD è nato come tardo approdo del
percorso dell'Ulivo con l'idea di dare
uno sbocco compiutamente bipolare
e maggioritario alla democrazia
italiana e di favorire una sempre più
ampia partecipazione dei cittadinielettori anche se non iscritti
formalmente ad un Partito. Ma
questo nuovo soggetto è stato
costretto a nuotare in un'acqua
inquinata: l'acqua del Porcellum;
una legge elettorale (di cui non ci
siamo ancora liberati formalmente)
che con le liste bloccate restituiva di
fatto la sovranità della selezione
della classe dirigente nazionale alle
elite vigenti dei partiti fondatori,
favorendo la loro riproduzione ed
ostacolando il loro discioglimento in
nuove sintesi. Una contraddizione
letale: mentre predicavamo un
Partito aperto e popolare, agivamo
con regole che favorivano chiusura e
correntismo. Anche il nostro Statuto
ha ricalcato questo schema basti
vedere come ancora oggi viene eletta
l'Assemblea Nazionale. Questa
contraddizione ha scavato molto
negativamente soprattutto nei
territori, nelle regioni, nelle province
e nelle città.
Segue a pag. 6
Lisbona
Washington
Copenhagen
Varsavia
Firenze
Roma
Staino
Congresso Pd, Renzi: basta
litigi. Prodiani con Orlando
Emiliano oggi presenta
il suo programma e apre a
una alleanza coi 5Stelle
LA STRISCIA DI VIRZÌ
P. 6
Per l’azienda oramai è
«inadatto». In sciopero i
suoi compagni P. 9
Il ritorno al Lingotto veltroniano per
Renzi mostra la volontà di avviare un
nuovo cammino per un Pd più vicino a
quello che doveva essere. Intanto mentre Orlando incassa il sostegno dei prodiani, Emiliano presenta (oggi) la sua
mozione e apre al M5S.Lombardo P. 6
Per i poveri
c’è il reddito
minimo
Circa 400mila famiglie
riceveranno 480 euro
al mese.
Di Giovanni P. 8
Torino, rientra
al lavoro dopo
il trapianto, ma
viene licenziato
La disperata
ricerca
dell’ampolla
con l’anima
della sinistra
Consip, l’ad
Marroni resta
E restano
anche i dubbi
Il ministro Padoan:
non esiste norma sulla
decadenza.
Fusani P. 9
Radar Bill Viola, il rinascimento elettronico arriva a Firenze e mescola il sacro con il profano Miliani P. 15

similar documents