Classificazione sistematica dei passeriformi del

Report
Ordine dei Passeriformi
Per saperne di più: Guida degli uccelli d’Europa, Nord Africa e vicino oriente –
Ricca Editore
Per vedere un po’ di foto: www.birdphoto.fi – ricerca con il nome latino
I PASSERIFORMI
- passeriformi s.m. pl. (zool.) ordine di uccelli di varie dimensioni,
comprendente numerosi generi canori; hanno il capo piccolo e l'alluce
volto all'indietro non reversibile.
(9-10 cm / 5-6g)
(115-130cm / 1300g)
Fam. Alaudidi
Passeriformi che vivono sul terreno,
piumaggio marrone e bianco sporco. Venti
specie circa. Unghia posteriore lunga e
dritta. Molte specie hanno un volo canoro
prolungato, librato o battuto e sono
eccellenti cantori, capaci di imitare altre
specie. Nidi sul terreno in ciuffi d’erba.
Allodola- Nidifica in campagne aperte e coltivate, anche in prati stabili e
brughiere. In Italia è presente come nidificante ma in declino, migratore e
svernante.
Cappellaccia- Nidifica nei campi, in siti industriali, lungo tratti ferroviari, porti,
ecc. Presente in Italia come nidificante, svernante e migratore. Assente sulle
catene montose
Tottavilla- Nidifica in foreste aperte, pinete su suolo sabbioso, foreste miste o
caducifoglie con radure e brughiere con boschi cedui sparsi. In Italia nidificante
comune in collina e bassa montagna. Le popolazioni del nord migrano verso il S
Europa. Elusiva e difficile da avvicinare.
Altre specie: Calandrella, Calandrina, Calandra
Fam. Irundinidi
Passeriformi relativamente piccoli con ali
lunghe e appuntite, adattati a vivere in
prevalenza in aria, dove catturano insetti
grazie al volo agile e veloce e all’apertura
buccale grande. Becco piccolo e zampe
corte. Migratori a lunga distanza, che
svernano ai tropici. Sessi simili. Nido o in
buchi scavati negli argini sabbiosi o in
coppie abilmente costruite di fango,
materiale vegetale e saliva.
Topino- Nidifica in colonie lungo argini verticali sabbiosi o di terra. Visitatore
estivo, sverna in O Africa tropicale. In Italia nidificante e migratore, in declino.
Rondine- Nidifica in zone agricole con aie, villaggi, ecc. Visitatore estivo, sverna
in Africa. In Italia nidificante e migratrice a lungo raggio, in declino.
Balestruccio- Nidifica comunemente in colonie in paesi, fattorie e città, anche
nelle campagne aperte; attratto dalle case ma anche dalle pareti rocciose.
Visitatore estivo, sverna in Africa. In Italia, nidificante e migratore, in declino.
Altre specie: Rondine rossiccia, Rondine Montana
Fam. Motacillidi
Passeriformi piuttosto piccoli, snelli, con
coda lunga e becco appuntito; passano
molto tempo sul terreno. Insettivori. Nido
sul terreno tra ciuffi d’erba (Pispole) o in
buchi e nicchie (Cutrettole). Coda molto
lunga che agitano su e giù (Cutrettole e
Ballerine).
Calandro- Nidifica sulle dune sabbiose. Raro ma regolare durante le migrazioni.
In Italia migratore e nidificante estivo. Sverna in Africa
Pispola- Nidifica in campagne aperte, pascoli e torbiere. Stanziale in Gran
Bretagna e Irlanda.In Italia migratore e svernante regolare, nidificante occasionale.
Prispolone- Nidifica localmente in boschi aperti. In Italia migratore e nidificante
più comune sulle alpi.Visitatore estivo, sverna in Africa.
Ballerina Bianca- Nidificante comune in vari habitat, campagne aperte e
coltivate vicine alle abitazioni. In Italia parzialmente sedentaria e migratrice,
svernante.
Altre specie: Calandro Maggiore, Spioncello, Spioncello marino, Prispolone
indiano, Pispola Golarossa, Ballerina Gialla, Cutrettola
Fam. Cinclidi
Merlo Acquaiolo: Nidifica lungo corsi
d’acqua poco profondi in aree montane,
forestali, vicino a torrenti a scorrimento
veloce con massi tondeggianti idonei
come posatoi. Si immerge per catturare
invertebrati acquatici, nuota sott’acqua
usando le ali e può camminare sul fondo
(aiutato dalle ossa dello scheletro che
sono eccezionalmente solide). In Italia è
stanziale, più abbondante sui rilievi alpini.
Fam. Bombicillidi
Beccofrusone: Nidifica nella parte nord
della fascia delle conifere, in remote
foreste mature umide, ricche di licheni e
di muschio. Nido su rami alti. In alcuni
anni grandi stormi si muovono verso sud
in
inverno, raggiungendo
l’Europa
dell’Ovest. In Italia è specie invernale,
tipicamente invasiva.
Fam. Prunellidi
Cinque
piccoli
passeriformi
con
caratteristiche dei passeri, dei silvidi e dei
piccoli tordi, che trascorrono molto tempo
sul terreno o tra gli arbusti. Sessi e classi di
età molto simili. Si alimentano sul terreno,
saltellando acquattati.
Passera scopaiola- Nidi in grossi arbusti. In Italia è nidificante localizzata in
montagna, svernante e migratrice regolare.
Sordone- Nidifica nella regione alpina tra 1800 e 3000 m. Si rinviene nelle aree
nude con rocce affioranti e piante erbacee. Nidi nelle fessure delle rocce. In Italia,
sedentaria e nidificante sulle Alpi, più scarso in Appennino.
Altre specie: Passera scopaiola golanera, asiatica e di radde.
Fam. Turdidi
Numerosa famiglia di passeriformi di taglia
piccola e media con canti molto evoluti. Il
piumaggio giovanile nella maggior parte dei
casi è punteggiato. I veri tordi sono più
grandi con zampe e becco robusti (18 sp.). I
tordi più piccoli comprendono specie
piuttosto diverse spesso brillantemente
colorate (34sp.).
Tordo Bottaccio- Nidifica in boschi, parchi e giardini ricchi di vegetazione.
Popolazioni nel N migratrici, sverna ad ovest e Sud Europa. In Italia nidificante,
svernante e migratore.
Merlo- Nidifica in boschi, parchi e giardini in aree ricche di ginepro. Le
popolazioni del N sono migratrici e svernano in Ovest dell’Europa. In Italia
residente, svernante e migratore regolare.
Passero solitario- Nidifica in habitat rocciosi, scoscesi, lungo le coste in forre
montane. Stanziale, in Italia residente.
Altre specie:Tordo Sassello, Cesena, Merlo dal collare,Tordela, Codirossone
Fam. Turdidi
Pettirosso- Nidifica in boschi, giardini,
parchi, ecotoni forestali, con densa
vegetazione e spazi aperti. In Italia, residente,
migratore e svernante.
Usignolo- Nidifica in boschi e boschetti con
abbondante sottobosco, spesso in vicinanza
dell’acqua.Visitatore estivo, sverna in S Africa.
Pettazzurro- Nidifica in N Europa tra i salici nelle foreste montane umide di
betulle, nel resto d’Europa in acquitrini con folti cespugli. In Italia migratore e
svernante regolare.
Codirosso comune- Nidifica in boschi, spesso decidui e misti, giardini e parchi.
In Italia, nidificante comune al Nord.
Culbianco- Nidifica in regioni aperte, pietrose con prati, spesso in brughiere,
praterie costiere, pascoli, localmente lungo le spiagge costiere. In S Europa nelle
regioni alpine ad alta quota. In Italia nidificante est., migratore regolare in declino.
Sverna in Arica.
Altre specie: Usignolo maggiore, Usignolo d’africa, Codirosso spazzacamino,
Monachella, Stiaccino, Saltimpalo
Fam. Silvidi
STERPAZZOLA
Nella tassonomia
tradizionale degli CANNAIOLA
uccelli, i Silvidi
sono una grande
famiglia di piccoli
uccelli mangiatori FORAPAGLIE
di insetti. Tutti
vivono nei boschi
o tra la
CANAPINO
vegetazione alta MAGGIORE
e la maggior
parte sono
migratori.
LUÌ GROSSO
5 PRINCIPALI GENERI
Sylvia: Spesso vivono in densi roveti o anche
nei boschi. Piccoli ma robusti. La coda è stretta
e squadrata. I maschi di solito sono rossoruggine o rosati su gola e petto.
Acrocephalus: Vivono soprattutto in zone
umide aperte (canneti, cespugli). Snelli, becco
lungo e appuntito e fronte piatta. Coda ampia
e arrotondata.
Locustella: Ricordano gli Acrocephalus, ma
hanno coda più ampia e arrotondata e
piumaggio più striato che è spesso più scuro.
Hippolais e Iduna: Vivono in boschi o
cespugli. Parenti stretti degli Acrecephalus,
differiscono per: coda più squadrata e base del
becco più ampia. Sessi simili.
Phylloscopus: Nidificano nei boschi, passano
molto tempo sulle cime degli alberi (ma il nido
è sul terreno). La maggiori parte sono di taglia
piccola con becco e zampe esili.
Fam. Silvidi
Capinera- Nidifica in aree boschive ombreggiate, in parchi
e giardini con rigoglioso e alberati. Comune in gran parte
d’Europa. Le popolazioni del N e O Europa sono migratrici
a lungo raggio, quelle di O e S a corto raggio o residenti.
Sterpazzola- Nidifica in aree con cespugli e arbusti ai
margini dei boschi. Sverna a sud del Sahara. In Italia è
migratrice e nidificante in tutta la penisola e in Sicilia.
Forapaglie- Nidifica in aree paludose; in canneti (con cespugli) saliceti ripariali, in
zona cespugliate acquitrinose. Sverna a sud del Sahara, in Italia è nidificante
localizzato e migratore.
Salciaiola- Nidifica in vasti canneti maturi, meno spesso in giuncheti. Visitatrice
estiva, sverna a sud del Sahara. In Italia è migratrice e nidificante localizzata.
Lui Piccolo- Nidifica in boschi, aperti e con alberi decidui di alto fusto e
moderato strato arbustivo. Visitatore stivo, sverna nel mediterraneo, migratore e
svernante regolare.
Altre specie: Bigia Padovana, Beccafico, Bigiarella, Occhiocotto, Sterpazzola di
Sardegna, Sterpazzolina, Magnanina e Magnanina Sarda, Pagliarolo, Forapaglie
Castagnolo, Forapaglie macchiettato, Locustella fluviatile, Usignolo di fiume,
Cannaiola e Cannaiola Verdognola, Cannareccione, Canapino e Canapino
Maggiore, Lui Grosso, Lui Bianco, Lui Verde, Lui Verdastro.
Fam. Silvidi
I regoli sono per tradizione inclusi tra i Silvidi,
tra i simili Phylloscopus, ma recenti ricerche
genetiche hanno dimostrato che non sono
parenti stretti dei silvidi. Le loro reali parentele
devono
essere
ancora
stabilite, per
convenienza rimangono tra i silvidi assieme
allo scricciolo (affine ai pigliamosche e ai tordi),
essendo tutti piccole specie arboree.
Regolo- Nidifica in foreste di conifere o miste, boschi fitti di abete rosso o
bianco; sul continente ad alta quota. Parzialmente sedentario e parzialmente
migratore. In Italia è nidificante sulle alpi e, più scarso, sugli appennini, migratore e
svernante regolare. E IL PASSERIFORME Più PICCOLO D’EUROPA
Fiorrancino- Nidifica in boschi decidui e misti, ma anche in boschi di conifere (o
pini e cedri). Preferisce boschi a crescita più lenta rispetto al Regolo e può essere
rilevato in siepi o in boschi misti con una più ricca presenza di alberi decidui.
Migratore a corto raggio. In Italia è parzialmente sedentario, nidificante,
migratore e svernante regolare.
Scricciolo- Nidifica in aree boschive con denso sottobosco, in radure invase
dalla vegetazione, anche in isole aride con siepi, zone cespugliate, pareti. In Italia è
parzialmente sedentario, nidificante, migratore e svernante regolare.
Fam. Muscicapidi
Piccoli passeriformi, parenti dei tordi; sette
specie autoctone nella regione. Scelgono
posatoi sporgenti, dove stanno tranquilli tra
una scorreria e l’altra per catturareinsetti.
Zampe corte, piedi minuti e becco grande ma
appuntito (ampio angolo della bocca). Spesso
scuotono coda e ali. Piumaggio macchiettato
nei juv.
Pigliamosche- Nidifica in giardini, parchi foreste con piccole radure e zone
aperte. Visitatore estivo, sverna in Africa. In Italia è nidificante, meno comune in S
Italia, e migratore. Nidi in nicchie su tronchi o edifici, spesso su un ramo
rampicante contro una parete.
Pigliamosche pettirosso- Nidifica in vari habitat forestali, con ricco
sottobosco e un ruscello o altre zone umide, preferisce boschi decidui ma anche
misti.Visitatore estivo, svernante in O Asia. In Italia è migratore raro (Prob).
Balia nera- Nidifica in giardini, foreste miste e decidue, e nella taiga. Visitatore
estivo, svernante in O Africa. In Italia è nidificante occasionalmente e migratrice.
Attratto da querce mature per la chioma ampia e ricca di fauna di insetti. Attiva e
irrequieta. Nidi in cavità di alberi.
Altre specie: Balia caucasica, Balia dal collare
Fam. Paridi
Piccoli e vivaci passeriformi piuttosto tozzi con
becco corto. La maggior parte abita nei boschi,
nidifica in cavità e in inv. Si aggrega in stormi
misti (bande nomadi di cince). Tra le specie
incluse, Pendolini, Codibugnoli e Basettini con
sono parenti stretti delle cince.
Cinciallegra- Nidifica in aree boschive (dalla taiga desolata ai parchi e giardini
cittadini). In Italia è sedentaria, nidificante molto comune, migratrice e svernante
regolare. Visitatrice di magiatoie e di distributori di semi per uccelli. Coraggiosa, a
volte temeraria, arrivando a prendere i semi da una mano. Nidi in cassette nido o
in cavità degli alberi.
Cincia mora- Nidifica in boschi di conifere. Sedentaria, ma le popolazioni
nordiche a volte volano verso sud numerose. In Italia è sedentaria, nidificante
soprattutto in zone montane.
Pendolino- Nidifica in alberi decidui lungo i fiumi e sulle rivedi laghi. Necessita
di alberi con sottili rami pendenti (betulla, salice, ontano). Migratore a nord,
sedentario a sud. In Italia è sedentario e nidificante, migratore e svernante
regolare. Nido insolito, fissato abilmente alla fine di un sottile ramo pendente.
Altre specie: Cinciarella,
Pendolino
Cincia dal ciuffo, Cincia Bigia,
Codibugnolo e
Fam. Sittidi
Sei compatti passeriformi di dimensioni da
piccole a medie, con capo grande e piedi
robusti, abili nell’arrampicarsi su superfici in
pendenza, e capaci di scendere a testa in giù o
di procedere capovolti sul lato inferiore dei
rami. Lungo becco a forma di punteruolo e
coda corta. Si nutre di insetti, semi e nocciole,
fa scorte di cibo. Nidi in buchi o fessure, a
volte interamente o in parte murati con fango.
Picchio muratore- Nidifica in boschi misti e decidui con qualche albero più
vecchio e in parchi e giardini più grandi. Sedentario. E’ il picchio mutaore più
comune più diffuso. In Italia è migratore irregolare e nidificante esclusa la
Sardegna e gran parte della pianura padana, Sicilia e Puglia. Si alimenta con insetti,
semi e nocciole. Nidi in cavità di alberi. Coppa del nido fatta con scaglie di
corteccia di pino
Altre specie: Picchio muratore corso, Picchio muratore di Kruper, Picchio
muratore della Kabilia.
Fam. Tichodromadidi
Solo una specie in questa famiglia, che è parente stretta dei picchi muratore
trattata spesso come una sottofamiglia.
Picchio muraiolo- Nidifica su terreni rocciosi, su ripide pareti con vegetazione
e acqua nelle vicinanze, a 1000-3000 m. Vive in siti inaccessibili. In Italia è
sedentario, nidificante su Alpi e C Appennini (più localizzati in quelli a nord),
migratore e svernante regolare. Si ciba di insetti
Fam. Certidi
Piccoli uccelli bianchi e a macchie
marroni con becco appuntito,
appena ricurvo e timoniere rigide.
Due specie simili. Tranquilli e
riservati, si arrampicano saltellando
su tronchi e rami, per volare in
basso
alla
base
dell’albero
successivo e così via. Si nutre di
insetti. Nido sotto la corteccia(?)
Rampichino alpestre- Nidifica in boschi, spesso con conifere. Soprattutto
sedentario, ma le popolazioni di N e E periodicamente erratiche verso sud. In
Italia è sedentario, nidificante su Alpi e Appennini e migratore irregolare.
Rampichino comune- Nidifica in boschi. Abitudini di vita e habitat come il R.
Alpestre, ma è specie più di pianura e di boschi decidui. Trovato anche in parchi e
giardini in città.
Fam. Lanidi
Nove passeriformi di taglia
media con coda lunga,
becco massiccio con punta
uncinata, piedi robusti, artigli
affilati e ampia fascia scura
attraverso e dietro l’occhio.
Posate immobili sulla coma
di un cespuglio o di un
albero, fanno la vedetta per
individuare possibili prede
(insetti,lucertole,
piccoli
roditori, piccoli uccelli).
Perlopiù migratori a lungo
raggio.
Nido,
alla
biforcazione dei rami, in
cespugli.
Averla Maggiore- Ampia distribuzione, con habitat e abitudini differenti nel S e
nel N dell’areale. Gli uccelli del N Europa nidificano in foreste montane di betulla,
con ridotta presenza di pini; migratore a corto raggio. Le popolazioni del S vivono
in campagne aperte, ma con punti di osservazione del territorio (file metallici,
alberi) e siti di nidificazione (grossi cespugli); sedentaria. In Italia è nidificante
occasionale, migratrice e svernante regolare. Esistono molte ssp.
Fam. Lanidi
Averla Piccola- Nidifica in campagne aperte coltivate, spesso su lande e pascoli
con biancospino, con ginepro ecc. Visitatore est. Sverna in Africa tropicale. In
declino negli ultimi decenni. In Italia è migratore regolare, svernante irregolare e
nidificante con vuoti di areale in Puglia e Sicilia. Si nutre di insetti.
Averla Capirossa- Nidifica in aree boschive aperte, con radure, coltivazioni e
alberi sparsi, preferibilmente con frutteti. Richiede la presenza nel territorio di
terreno sabbioso o spoglio. Sverna in Africa tropicale. In Italia è migratrice
regolare e nidificante (più diffusa a centro sud; assente sui sistemi montuosi e in
Pianura Padana).
Altre specie: Averla meridionale, Averla cenerina, Averla isabellina, Averla
Codirossa, Averla Bruna,Averla Mascherata.
Fam. Corvidi
Passeriformi di taglia medio-grande
con corporatura pesante. Zampe e
becco robusti. Altamente evoluti,
vivaci. Sociali. Sessi simili. Onnivori;
si alimentano di insentti, semi,
nocciole, bacche, rifiuti, carogne,
uova e piccoli uccelli (nidiacei).
Costruiscono grossi nidi nella
chioma degli alberi.
Gazza- Nidifica intorno a fattorie e in aree urbane. Sedentaria. In Italia è nidificante,
con maggiori densità a S, e migratrice irregolare. Si riunisce in gruppi rumorosi di 525 uccelli. Dà l’allarme contro i gatti. Guardinga ma non timida, scende in picchiata e
perlustra prati nel centro di città, in cerca di cibo. Nidi di rami con cupola nella
chioma degli alberi.
Ghiandaia: Nidifica in vari tipi di aree boschive. Preferiscearee con ghiande (o
faggile e semi di carpino) che nasconde come riserva invernale; volando ad altezza
elevata, compie spedizioni, anche di vari chilometri, con il gozzo pieno di ghiande.
Sedentaria, ma in alcuni autunni le popolazioni nordiche migrano a S e SO. In Italia è
sedentaria, nidificante e comune, migratrice regolare svernante regolare. Guardinga e
timida. Onnivora; in estate si nutre anche di uova e piccoli di altri uccelli. Nidi su
alberi.
Fam. Corvidi
Gracchio alpino- Nidifica solo in zone montane (1500-3900 m) con precipizi
inaccessibili. Sedentario. In Italia è migratoreirregolare e nidificantesulle alpi e sul Ne
C appennino. Gregario, può essere vistotutto l’anno in grandi stormi. Irrequieto,
appena può torna sulle cime dei monti. Si ciba di insetti in estate e di bacche e semi
in inverno. Nidi su cenge o in cavità.
Altre specie: Gazza aliazzurre Iberica, Ghiandaia Siberiana, Nocciolaia, Taccola,
Gracchio corallino, Corvo comune, Cornacchia grigia, Cornacchia Nera, Corvo
imperiale
Fam. Sturnidi
Quattro passeriformi di tagliamedia,
compatti, con piedi corti e becco
appuntito. Osservabili in stormi
grandi e fitti. Trascorrono molto
tempo sul terreno; passo rapido.
Nido in Cavità.
Storno- Specie molto conosiuta, nidifica in aree agricole e urbane e ai margini di
boschi (Specialmente di querce). In Italia è sedentario, nidificante, meno diffuso a S,
migratore e svernante; in particolare da agosto a marzo. L’Italia è interessata
dall’afflusso di cospicui contingenti di migratori provenienti da vari paesi europei,
soprattutto dal Centro-Est.
Altre specie: Storno nero, Storno Roseo, Storno di Tristam
Fam. Oriolidi
Rigogolo- Nidifica in foreste decidue di alto fusto, in aree agricole con cedui di
latifoglie, spesso vicino a fiumi o laghi. Visitatore estivo, sverna in Africa tropicale. In
Italia è migratore e nidificante quasi ovunque tranne in sardegna, gran parte delle
alpi e con grossi vuoti in Sicilia e Puglia. Riservato, attivo, irrequieto. Sta nascostoin
alto tra il fogliame. Sinutre di insetti e bacche. Nido sospeso alla biforcazione di rami
nella chioma degli alberi.
Fam. Passeri
Passeriformi dalla struttura solida
con becco conico adatto per il
consumo di semi. Parenti stretti dei
tessitori, Ploceidi, che vivono
soprattutto in Africa. Costruiscono
nidi voluminosi ricoperti di steli.
Passera Europea- Nidifica in aree rurali e urbane. E’ una specie molto conosciuta
e , spesso, ritenuta la più numerosa, convinzione non vera (in Gran Bretagna ad es.,
sono più comuni lo Scricciolo e il Fringuello). Sedentaria. In Italia nidifica sull’arco
alpino. Sociale, si osserva in stormi fitti. Nidi sotto le tegole, in cavità e a volte su
alberi.
Fringuello Alpino- Nidifica su montagne brulle, a 1900-3100 m. Sedentario, resta
ad alta quota anche d’inverno (raro sotto i 1000m). In Italia è nidificante sulle Alpi e
nel C Appennino e migratore irregolare. Irrequietoma, confidente.
Altre specie: Passera d’Italia, Passera Sarda, Passera mattugia, Passera Lagia.
Fam. Fringillidi
Ampio e variato gruppo di Passeriformi
relativamente piccoli con grosso becco
conico. Perlopiù hanno coda stretta con
intaccatura centrale all’apice. Volo vigoroso,
ondulato. Molte specie sono cantori abili e
abituali. Spesso sono sociali fuori della
stagione riproduttiva; migrano e si
alimentano in gruppi. Si nutrono di semi,
migrano e si alimentano in gruppi. Si nutrono
di semi, che spaccano e sbucciano con il
becco massiccio; in estate anche qualche
insetto. Nidi aperti a forma di cesto collocati
in grossi cespugli o alberi.
Fringuello- Nidifica in tutti i tipi di aree boschive e in parchi. Preferisce boschi
aperti e si nutre spesso sul terreno. Sedentario, le popolazioni di vari paesi del CS
Europa, Italia compresa, sono incrementate dal grosso afflusso autunnale e invernale
di grossi contingenti dal N e NE Europa. Nidifica in tutta Italia diffusamente. Nido
ben curato alla biforcazione di rami, mimetizzato con muschi e licheni.
Cardellino- Nidifica in boschi decidui a bassa quota, vivai di pini e frutteti. Visitatore
estivo, sverna nel S e O Europa. In Italia è sedentario, nidificante, comune e diffuso,
migratore regolare e svernante. Osservato in gruppi dopo il periodo riproduttivo.
Altre specie: Peppola, Fanello, Organetto, Verdone, Lucherino, Venturone, Verzellino,
Ciuffolotto, Frosone
Fam. Emberizidi
Più terricoli dei parenti stretti fringillidi. La
maggior parte delle spcie appartenenti al
genere Emberiza, hanno becco triangolare e
tipico colore e disegno del piumaggio. Canto
sonoro, corto e tipico in ogni specie. Molte
specie migrano. Il cibo preferito sono i semi
di erbacee. Nido in ciuffi d’erba o in basso
nei cespugli.
Migliarino di palude- Nidifica in canneti, giuncheti alti e cespugli su terreni umidi,
anche in siti più asciutti (giovani conifere, campi di colza). Nel C Europa, dove è
sedentario, migratori provenienti da N e E sono presenti da fine settembre ad
apr/mag. In Italia nidifica soprattutto in pianura padana e sulla costa dell’alto
adriatico, migratore e svernante regolare.
Zigolo nero- Nidifica ai margini di aree boschive, in radure, nei parchi; terreni
collinari con alberi alti, grossi cespugli e siepi, spesso trovato su aridi versanti
soleggiati, per esempio con vigneti. In Italia nidifica eccetto gran parte del NE, della
pianura padana e del Salento; migratore e svernante regolare.
Altre specie: Zigolo minore, Zigolo nero, Zigolo boschereccio, Ortolano, Zigolo
giallo, Zigolo capinero, Strillozzo, Zigolo muciatto.
QUALE
UCCELLO
PER OGNI
AMBIENTE?

similar documents