incassi - Vittorio Veneto

Report
Il sistema dei pagamenti pubblici
Il ruolo della Tesoreria dello Stato
Gaetano Gubitosi e Giovanni Pizzicaroli
Banca d’Italia – Filiale di Latina
Latina, 30 marzo 2012
1
I^ PARTE
Inquadramento del sistema:
•Struttura
•Funzioni
•Prospettive
2
IL “PERIMETRO” DELLE AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE
Amministrazioni
centrali
Stato
Amministrazioni
periferiche
Settore statale
Altri enti centrali
AMMINISTRAZIONI
PUBBLICHE
Enti di previdenza
(INPS, INPDAP ETC.)
Regioni
Province
Amministrazioni locali
Comuni
ASL
Altri enti locali
3
Il sistema dei pagamenti pubblici
TESORIERE DELLO STATO
PAGAMENTI
PAGAMENTI
INCASSI STATO
CITTADINI
BANCA D’ITALIA
INCASSI STATO
AMMINISTRAZIONI
DELLO STATO
PROFESSIONISTI
INCASSI
TESORIERI DI PUBBLICHE
AMMINISTRAZIONI
PAGAMENTI
PAGAMENTI
PUBLICHE
AMMINISTRAZIONI
(Regioni-Province-Comuni)
IMPRESE
BANCHE
COMMERCIALI
4
PAGAMENTI
INCASSI
MONITORAGGIO
CONTI PUBBLICI
EFFICIENZA DEL SISTEMA
DEI PAGAMENTI
Informazioni sulla liquidità e
previsioni sull’andamento
del fabbisogno del Tesoro
per finalità di politica
monetaria europea
Sviluppo e diffusione di nuovi
strumenti di pagamento
Il servizio di tesoreria è il sistema normativo-operativo
mediante il quale si effettuano le operazioni di incasso e
STIMOLO AD
OPTES
AMMODERNAMENTO
PA
pagamento delle amministrazioni statali e degli enti
pubblici
Elaborazione flussi
giornalieri di previsione
Promozionedel
ICT nella
PA
in attuazione della legge di affidamento
servizio
stesso
del fabbisogno: cash
mangement
e di leggi specifiche
ACCRESCERE LA
COMPETITIVITA’ DEL
SISTEMA PAESE
SIOPE
Gestione dei flussi informativi
raccolti da tesorieri degli enti
Produzione di nuovi servizi,
processi e sistemi organizzativi
5
Il sistema pubblico dei pagamenti
Politica monetaria BCE
Patto di stabilità BCE:
• deficit pubblico non superiore al 3% del PIL;
• debito pubblico al di sotto del 60% del PIL (o, comunque, un debito pubblico tendente al
rientro).
POLITICA ECONOMICA
Politiche di bilancio
Politiche fiscali
Patto di stabilità interno:
controllo dell'indebitamento netto degli enti territoriali
(regioni e enti locali)
6
PUBBLICA
AMMINISTRAZIONE
BANCA
D’ITALIA
AUTONOMIE LOCALI
BANCHE
7
CITTADINI E
IMPRESE
Le istanze degli stakeholders
P.A. STATALE
ENTI LOCALI
BANCHE
Attuare i principi di
Estendere le
autonomia e decentra- opportunità di business
mento in una prospettiSemplificare i processi
Ampliare l’area di
va di federalismo
amministrativi
interesse nel settore
Offrire servizi ad alto
pubblico
Ridurre i costi
valore aggiunto
Sviluppare le
Introdurre l’utilizzo degli
Ottimizzare l’impiego applicazioni sui
strumenti ICT
delle risorse
sistemi regolamento
Dematerializzare atti e
Razionalizzare i
documenti
Incrementare l’utilizzo
rapporti con i tesorieri dei moderni strumenti
Assicurare rapidità
bancari
di pagamento
dei pagamenti
Disporre di complete
Semplificare la
Migliorare quantità e
informazioni sull’angestione della tesoreria
qualità delle informazioni
damento di bilancio
sui flussi finanziari di
tutte le PP.AA
Accrescere il livello
di efficienza
8
COLLETTIVITA’
Disporre di più servizi
Ottenere migliori livelli
di servizio
Ridurre la complessità
degli adempimenti
Intrattenere rapporti
semplici e diretti
Utilizzare forme di
versamento più comode
e razionali
Ricevere con
tempestività i pagamenti
IL SISTEMA DELLE RETI - LA TESORERIA TELEMATICA
Con la creazione del Sistema informatizzato dei pagamenti pubblici (SIPA) vengono
realizzate iniziative per la completa informatizzazione delle procedure di spesa della P.A.
BANCHE
POSTE
PP.AA. STATALI
CENTRALI
CORTE DEI
CONTI
R.N.I.
RETE NAZIONALE
INTERBANCARIA
PP.AA. STATALI
PERIFERICHE
GATEWAY
BKI
MEF RGS
SPC
SISTEMA PUBBLICO DI
CONNETTIVITA’
ENTI
PUBBLICI
CONCESSIONARI
SIPA
ENTI
TERRITORIALI
9
LA TESORERIA STATALE
Cosa è cambiato?
FILE TRANSFER
ElevataDematerializzazione
gestione di documenti cartacei
Utilizzo delle reti telematiche
Titoli di spesa
Evidenze contabili
Rendicontazione
Semplificazione
delle norme
Normativa complessa
Procedure
telematiche
Processi
operativi
con attività ripetitive e
a prevalente contenuto manuale
Integrazione
della
tesoreria
Massiccia
quantità di
pagamenti
aglistatale
sportelli
nel sistema
dei
pagamenti
interbancari
delle tesorerie e delle Poste
Nuove
procedure
di incassopresso le tesorerie e sui c/c postali
Entrate
riscosse
prevalentemente
Tempestività
nei pagamenti
Tempi lunghi
per incassi
e pagamenti pubblici
Adeguamento a SEPA e PSD
10
I risultati conseguiti: le operazioni telematiche
Pagamenti statali (in migliaia)
Totale
Circuito Setif
70.000
60.000
50.000
40.000
30.000
20.000
10.000
1999
2000
2001
2002
2003
2004
2005
2006
2007
2008
2009
2010
INCASSI
PAGAMENTI
oltre 480 mld di euro per entrate
fiscali e contributive
58 mln di pagamenti de quali oltre
55 mln in modalità telematica
1,5 mln di bonifici pari a 61 mld €
11
Tradizionale
Telematica
NUOVI FATTORI DI CAMBIAMENTO
IL SISTEMA DEI PAGAMENTI PUBBLICI COME DRIVER PER L’INNOVAZIONE
PIANI DI
E-GOVERNMENT
(amministrazione digitale)
CAD
CODICE AMMINISTRAZIONE DIGITALE
SEPA
Single Euro Payments Area
(Area Unica dei Pagamenti in Euro)
PSD
Payment Services Directive
Direttiva sui Servizi di Pagamento
Accrescere l’efficienza della P.A. attraverso gli strumenti
offerti dalle ICT. Sostegno all’economia e allo sviluppo del
sistema Paese
Diritto cittadini e imprese di interagire con le PP.AA. utilizzando le
tecnologie della comunicazione
Obbligo PP.AA. di consentire pagamenti con l'uso delle tecnologie
dell'informazione e della comunicazione
Area in cui cittadini, imprese, pubbliche amministrazioni e operatori
economici possono effettuare e ricevere pagamenti in euro secondo
regole uniformi. Creazione di un mercato dei pagamenti armonizzato
che offra degli strumenti di pagamento comuni (bonifici, addebiti
diretti e carte di pagamento), che possono essere utilizzati con facilità
e sicurezza. Integrazione dei mercati finanziari europei. Alla pubblica
amministrazione è affidato il ruolo di “volano” per l’adozione degli
standard SEPA
Norma varata dalla Commissione Europea per ordinare la materia dei
pagamenti al dettaglio in un unico quadro normativo. Si crea maggiore
concorrenza tra gli operatori in ambito internazionale; si migliora
l’efficienza del sistema; si rendono più trasparenti le condizioni e le
regole per i consumatori. Adeguamento dei pagamenti pubblici alla
direttiva
12
IL SISTEMA DEI PAGAMENTI PUBBLICI
INNOVAZIONI E PROSPETTIVE
• L’evoluzione del sistema dei pagamenti pubblici si basa su tre pilastri:
• l’istituzione di un’architettura tecnologica fondata sul collegamento tra la rete
pubblica e quella interbancaria;
• il coinvolgimento nella fase di pianificazione e realizzazione delle innovazioni dei
principali attori del processo di pagamento;
• l’istituzione di una ”cabina di regia” per dettare tempi e modalità di intervento
Il quadro di riferimento si evolve:
 Nel 2005 il CAD, in linea con gli indirizzi comunitari e i piani di e-government nazionali,
riconosce il diritto di cittadini e imprese all’uso delle tecnologie telematiche nelle comunicazioni
con le pubbliche amministrazioni centrali
 Nel 2010 il nuovo CAD estende tale principio a tutta la pubblica amministrazione riconoscendo
il ruolo che l’utilizzo di strumenti di pagamento (nuovo testo articolo 5) e di canali di
comunicazione evoluti (art. 5 bis) può avere nell’erogazione on-line dei servizi
Il perimetro del sistema dei pagamenti pubblici si estende ai cittadini e alle
imprese in quanto funzionale all’erogazione dei servizi pubblici con le
tecnologie telematiche
13
Quali fattori possono favorire l’erogazione dei pagamenti pubblici
con tecnologie informatiche?
• Architetture di rete che abilitino il colloquio applicativo tra dominio delle
PP.AA, banche e sistema economico (cittadini e imprese);
• Standard di colloquio che favoriscano la circolazione dei dati informativi e di
pagamento e lo sviluppo di applicazioni all’interno del “dominio” delle PP.AA. e
tra questo e il sistema economico;
• Innovazioni che intervengano su tutti (o sui principali) anelli della value-chain
di un pagamento pubblico, favorendo la completa dematerializzazione dei
processi;
• Gestione integrata delle base dati.
Regia forte e pubblica
14
VERSO UN NUOVO SISTEMA DEI PAGAMENTI PUBBLICI
PP:AA. locali
PP.AA. centrali
SPC
BANCA
D’ITALIA
Banche
Tesoreria
Concessionari
RNI
GATEWAY
Poste Italiane
CBI
ALTRE RETI
Banche
proponenti
CITTADINI E IMPRESE
15
II^ PARTE
Il ruolo della Tesoreria dello Stato
presso le Filiali della Banca d’Italia:
• Incassi
• Pagamenti
• Procedure
16
Il sistema pubblico dei pagamenti
TESORIERE DELLO STATO
PAGAMENTI
PAGAMENTI
INCASSI STATO
CITTADINI
BANCA D’ITALIA
INCASSI STATO
AMMINISTRAZIONI
DELLO STATO
PROFESSIONISTI
INCASSI
TESORIERI DI PUBBLICHE
AMMINISTRAZIONI
PAGAMENTI
PAGAMENTI
PUBLICHE
AMMINISTRAZIONI
(Regioni-Province-Comuni)
IMPRESE
BANCHE
COMMERCIALI
17
SERVIZIO DI TESORERIA DELLO STATO
• 1894 Prima convenzione tra Banca d’Italia e
Tesoro per l’affidamento del servizio di
tesoreria (Legge 30.10.1894) privatistico
• 1991 Proroga dell’affidamento alla Banca
del servizio di tesoreria statale, nuova
convenzione con durata ventennale (Legge 28
marzo 1991 n. 104 )
• Servizio di cassa per le Agenzie Fiscali (d. lgs
n.300/99)
18
OPERAZIONI DI TESORERIA
INCASSI:
• Versamenti allo sportello;
• Versamenti sui conti correnti
postali delle Tesoreria
• Versamenti unificati mod.
F24;
• Versamenti mediante bonifico (D.M. 9 ottobre 2006 n.293).
19
OPERAZIONI DI TESORERIA
INCASSI:
• Bilancio dello Stato (capo/capitolo);
• Contabilita’ speciali (fuori bilancio);
• Depositi provvisori.
20
OPERAZIONI DI TESORERIA
PAGAMENTI:
• ORDINATIVI SU O/A – FUNZIONARI
DELEGATI;
• TITOLI EMESSI SU CONTABILITA’
SPECIALI.
21
I Funzionari delegati
Emissione
Ordine Accreditamento
(O/A)
Amministrazione centrale
dello Stato
Registrazione O/A
SICOGE
Ragioneria Generale
dello Stato
Emissione
Ordinativo Secondario (O/S)
Buono Prelevamento Contanti
Funzionario
Delegato
Banca d’Italia
22
PAGAMENTI:
• Pagamenti in contanti;
• Pagamenti con modalità agevolativa:
- Vaglia della Banca d’Italia
- Accredito in conto corrente bancario o
postale
23
PAGAMENTI:
LIMITAZIONE PAGAMENTI IN CONTANTI
• Art.12 del D.L. n.201/2011 del 6.12.2011
cosiddetto “decreto salva Italia”
• Pagamenti di PP.AA. sono eseguiti con
accreditamento su c/c.bancario e postale o
altri mezzi elettronici
• Contanti fino a € 1.000,00
24
Tesoreria telematica: le procedure di spesa
MANDATO INFORMATICO
(pagamenti vari dalle PP.AA centrali
900 mila pagamenti/anno
SPESE FISSE
(stipendi e pensioni “Tesoro”)
23 mln di pagamenti/anno
ORDINATIVI SU O/A
(pagamenti vari dei Funzionari
Delegati)
1 mln di pagamenti/anno
CONTABILITA’ SPECIALI
(Pagamenti vari)
300 mila pagamenti/anno
25
Tesoreria telematica : le procedure della spesa
decentrata
•
Il Sistema per la gestione integrata della contabilità
economica e finanziaria (SICOGE), è in uso presso tutte le
amministrazioni centrali dello Stato.
•
Nell’ambito del SICOGE è stato realizzato un modulo
destinato alla gestione informatizzata della contabilità
ordinaria, che consente al funzionario delegato di:



Emettere i propri titoli di spesa
Aggiornare automaticamente i registri contabili obbligatori
Produrre automaticamente il rendiconto
26
Tesoreria telematica : le procedure della spesa
decentrata
• ORDINATIVI SU O/A (1 mln di pagamenti annui)
– Dal 2011 è utilizzabile la procedura telematica:
– il 50% dei Funzionari Delegati pari al 70–80 % di operazioni
• PRESUPPOSTI Adesione al SICOGE
• VANTAGGI:
 Digitalizzazione della spesa secondaria
 Colloquio telematico con BKI - Ordinativo dematerializzato
 Colloquio telematico con le Ragionerie riscontranti per la
rendicontazione
27
CONCLUSIONI
 La realizzazione della tesoreria statale telematica ha portato benefici ad
amministrazioni pubbliche, banche, utenza istituzionale e finale: il completamento di
tale processo con l’estensione del modello alla spesa decentrata potrà portare
ulteriore efficienza al sistema.
 L’utilizzo di un sistema di reti telematiche integrate consentirà di tracciare un canale
di comunicazione tra il “dominio delle PP.AA.” e il mondo produttivo per la fornitura
alla collettività di servizi sempre più efficienti e tempestivi.
 La costituzione di una base dati informativa unica e omogenea costituisce un valore
strategico per la riforma della contabilità pubblica, l’attuazione del federalismo
fiscale e il monitoraggio della finanza pubblica
 Il raggiungimento di tali obiettivi presuppone un utilizzo pieno e consapevole degli
strumenti forniti dall’ICT; in tale contesto è opportuno che le banche continuino ad
investire per lo sviluppo tecnologico nei servizi di pagamento (in particolare in quelli di
tesoreria) e che la Pubblica Amministrazione punti con decisione sul’utilizzo di quelle
procedure che rappresentano veri e propri veicoli di innovazione
28
Grazie per la vostra attenzione
29

similar documents