Riserve e risorse - Servizio di hosting

Report
Riserve e risorse
Dott.ssa Gabriella Arcese
LE RISORSE
concentrazione naturale di materiali solidi, liquidi o
gassosi nella o sulla crosta terrestre in forma tale che
l’estrazione del materiale sia potenzialmente o
effettivamente realizzabile.
Il problema delle risorse è stato in ogni periodo in
primo piano per l’uomo, che è vissuto sempre nel
timore, spesso fondato, di non poterne disporre a
sufficienza.
LE RISORSE-CLASSIFICAZIONE
• RISORSE MINERARIE
– MATERIE PRIME MINERARIE ENERGETICHE
– MATERIE PRIME MINERARIE NON ENERGETICHE
• RISORSE ALIMENTARI
– MATERIE PRIME AGRICOLE
– MATERIE PRIME ITTICHE
– MATERIE PRIME SINTETICHE
• RISORSE AMBIENTALI
– ACQUA
– SUOLO
– VEGETAZIONE
PAESAGGIO
CLIMA
MATERIE PRIME MINERARIE ENERGETICHE
Esse sono le fonti dalle quali si ricava l’energia per
le attività domestiche ed industriali.
• Vengono classificate:
COMBUSTIBILI FOSSILI
COMBUSTIBILI
NUCLEARI FISSILI
CARBONE
PETROLIO
METANO
URANIO
RISORSE ENERGETICHE MONDIALI
(SCENARIO POSSIBILE)
RISORSA
RISERVA
La riserva definisce la quantità disponibile di una
risorsa naturale, accertata mediante prospezioni e
studi, che può essere sfruttata economicamente
dall'uomo mediante le tecnologie esistenti.
Solo una parte delle risorse naturali disponibili,
quindi, possono considerarsi riserve.
• La definizione di riserva ha quindi due elementi
fondamentali:
– la tecnologia esistente
– il mercato
convenienza economica
• Le riserve variano nel tempo
diversi fattori:
– le innovazioni tecnologiche
– le condizioni future del mercato
variazioni di prezzo
• RISERVE ACCERTATE PERFORATE
sono quelle quantità recuperabili a parità di campi già
attrezzati per la produzione.
• RISERVE ACCERTATE NON PERFORATE
sono quantità recuperabili da un campo non ancora
attrezzato, ma esplorato e riconosciuto produttivo.
• RISERVE POSSIBILI SCOPERTE
comprendono il maggior recupero sulle riserve accertate e
l’eventuale recupero fuori del perimetro del campo accertato.
• RISERVE POSSIBILI NON SCOPERTE
sono quantità che si spera di recuperare da strutture vicine
all’unità produttiva
• RISERVE IPOTETICHE
sono tutte le altre
MATERIE PRIME MINERARIE NON ENERGETICHE
• Esse sono i prodotti di base che si ricavano dalle
miniere.
• Le riserve di minerali sono concentrate sulla crosta
terrestre in giacimenti o miniere localizzati in punti
diversi del globo.
• Il benessere umano e le risorse minerarie sono state
correlate per lungo tempo tanto che gli studiosi
denotano le epoche della storia dell’uomo con
riferimento ai minerali.
Le materie prime minerarie non energetiche (metalli)
si classificano in base ai prodotti che da essi si
possono ottenere:
• MINERALI FERROSI (ferro, silice, etc)
• MINERALI NON FERROSI (alluminio, rame, zinco, etc.)
• MINERALI CHIMICI (di fosforo e di sodio)
• MINERALI ISOLANTI E REFRATTARI (amianto)
• PIETRE PREZIOSE (diamanti, berillio)
RISORSE MINERARIE NON ENERGETICHE
Produzione per Aree Geografiche
250
200
1993
1994
1995
150
Mta
1996
1997
1998
100
1999
2000
2001
50
2002
2003*
0
European Other Europe
Union (15)
former
U.S.S.R.
North
America
South
America
Africa
Middle East
Asia (excl.
China)
China
Oceania
MONDO-Produzione di Acciaio
World Steel Production
1000
900
3%
Rallentamento economie,
Riduzione sovracapacità
800
1%
Mta
700
Industrializzazione
Nord America
600
500
400
300
Industrializzazione
di Cina e Far East
6%
5%
Industrializzazione
Europa
200
100
0
1950
1960
1970
1980
1990
2000
 L’industrializzazione del Nord America e dell’Europa ha interessato circa 600 milioni di persone
 L’industrializzazione in corso nell’estremo oriente coinvolge più di 1500 milioni di persone
RISORSE MINERARIE NON ENERGETICHE
1,400
1194
1,200
964
1,000
Mta
800
90
93
95
101
109
127
115
124
151
182
220
1016
1040
1073
360
252
272
292
China
R. of W.
600
400
638
632
657
649
690
663
665
1993
1994
1995
1996
1997
1998
1999
720
2000
699
721
744
764
768
781
2001
2002
2003
2004
2005
2006
834
200
0
2010
 Il resto del mondo crescerà mediamente meno del 2% all’anno
 Nel 2010 la Cina produrrà circa 1/3 dell’acciaio mondiale a seguito di una crescita annua
del 7% pari alla crescita prevista del PIL
Italia-RISORSE MINERARIE NON ENERGETICHE
Italia
35000
30000
25000
kt
20000
15000
10000
5000
0
-5000
1993
1994
1995
1996
1997
Consumo




1998
1999
Importazioni Nette
2000
2001
2002
2003
Produzione
Da più di 10 anni la produzione di acciaio in Italia è costante e pari a 27 Mta
Le sovracapacità produttive degli anni 80 sono state abbondantemente risolte
L’Italia ha importazioni nette per 5 Mta
La prevista lenta crescita dei volumi farà crescere ulteriormente la parte importata
Quotazione ORO
L'oro è un metallo prezioso di colore giallo
SETTORI DI UTILIZZO: gioielleria ma anche in odontoiatria ed elettronica
Il principale paese estrattore d'oro è il Sud Africa seguito da Canada, USA, Australia e
Russia.
I futures sull'oro vengono scambiati in svariati mercati mondiali, il più importanti è
probabilmente il COMEX di New York.
Il prezzo dei futures al Comex è espresso in dollari americani per "troy ounce" dove una
"troy ounce" è uguale a circa 31.10 grammi. La trading unit e cioè la quantità minima
negoziabile è di 100 "troy ounce".
Il prezzo dei futures scambiati al Tocom (Tokyo) sono invece espressi in Yen per grammo e
la trading unit è di un chilo.
Quotazione ORO – Prezzo SPOT
Il prezzo spot di una materia prima può essere considerato il prezzo di mercato attuale di
pronta consegna del bene.
Viene in genere calcolato facendo una media dei prezzi di vendita dei maggiori fornitori
internazionali.
Il prezzo spot dell'oro viene definito in Euro per "troy ounce" dove una troy ounce è
uguale a circa 31.10 grammi
Il Rame è un metallo di colore rossastro.
È un ottimo conduttore di elettricità e calore.
Esposto all'umidità si ossida producendo uno strato di patina (verde rame) che lo
protegge da un ulteriore attacco.
SETTORI: elettronica ed elettrotecnica, idraulica, grondaie e monete.
I maggiori paesi produttori di rame sono gli Stati Uniti, la Russia, il Cile, lo Zambia
e il Canada.
I futures sono scambiati a New York. Il prezzo dei futures è espresso in dollari
americani per libbra dove una libbra è uguale a circa 453 grammi. La trading unit
e cioè la quantità minima negoziabile è di 25000 libbre.
RISORSE ALIMENTARI
• prodotti ottenuti :
– dalla terra
(MATERIE PRIME AGRICOLE)
– dal mare, dai fiumi e dai laghi
(MATERIE PRIME ITTICHE)
– per sintesi biologica e chimica
(MATERIE PRIME SINTETICHE).
ITALIA-Eco-efficienza in agricoltura 1990-2001 in valore aggiunto ai
prezzi di base, tipologia d’uso ed emissioni di inquinanti (indice
1990 = 100)
Borsa merci –prodotti agricoli
RISORSE AMBIENTALI
Insieme delle condizioni fisiche (temperatura, luce,
etc.), chimiche (concentrazioni di composti) e
biologiche in cui si svolge la vita degli organismi
(animali e vegetali).
• ACQUA:risorsa limitata ma rinnovabile
• SUOLO: risorsa per le attività agricole
• VEGETAZIONE: risorsa rinnovabile per eccellenza
risorsa indiretta poiché preserva i suoli
dall’erosione.
Modello DPSIR
Categorie e relazioni di casualità degli elementi conoscitivi
• leggi
• piani
• prescrizioni
• ecc.
• agricoltura
• industria
• trasporti
• ecc.
• emissioni atmosferiche
• produzione rifiuti
• scarichi industriali in corpi
idrici
• ecc.
• sulla salute
• sugli ecosistemi
• ecc..
• qualità dell’aria
• qualità delle acque
• qualità dei suoli
• biodiversità
• ecc.
Produzione sostenibile
“Produzione e consumo sostenibili coinvolgono
imprese, governi, comunità e famiglie che
contribuiscono alla qualità ambientale attraverso la
produzione e l'uso efficiente delle risorse naturali, la
minimizzazione dei rifiuti e l'ottimizzazione dei
prodotti e servizi.”
Edwin G. Falkman, Waste Management International. SustainableProduction and
Consumption: A Business Perspective. WBCSD, n.d.
Produzione e consumo sostenibili
consistono in…
L'uso di beni e servizi che rispondono alle
esigenze di base e apportano una migliore
qualità alla vita, riducendo al minimo l'uso
delle risorse naturali, materiali tossici e le
emissioni di rifiuti e sostanze inquinanti
durante il ciclo di vita, in modo da non
compromettere le esigenze delle generazioni
future
Eco-efficiency
• Consiste in un uso più efficiente di materiali e di
energia, al fine di ridurre i costi economici e gli
impatti ambientali. Ciò è ampiamente considerato
un approccio pragmatico, in particolare tra le
imprese, ma è stato notato che una maggiore
efficienza produttiva, non si traduce
necessariamente in livelli di consumo più basso.
• La performance economica può migliorare tramite
il mantenimento o la riduzione delle risorse
impiegate per unità produttiva.
Condizione per un’economia
sostenibile
• Il progresso tecnologico: la produzione per unità di
inquinante (o risorse impiegate) dovrebbe crescere
continuamente e costantemente.
• Linee guida e canalizzazione degli investimenti verso
determinate tecnologie che riducono l'intensità di utilizzo
del capitale naturale e aumentano l'efficienza (la
cosiddetta tecnologia verde).
• Reinvestimento di efficienza ecologica di aumento del
reddito ottenuto.
De - materializzazione
• Sviluppo e diffusione di prodotti e servizi
sempre più immateriali, caratterizzati da un
minor uso di risorse e una ridotta produzione
di rifiuti.
• Una quota crescente del valore della
produzione è costituita da fattori intangibili.
Non-Manufacturing
Business Activity 2002 – November 2011
Current Operating Rate
Percent of Normal Capacity
Manufacturing
• December 2011
• April 2011
• December 2010
79.2%
83.2%
80.2%
Non-Manufacturing
• December 2011
• April 2011
• December 2010
85.2%
83.7%
82.9%
Trans - materializzazione
Processo attraverso il quale i materiali
pericolosi o non rinnovabili
(come, ad esempio, i precursori del buco
dell'ozono)
vengono sostituiti con altri che
generano un minore impatto
ambientale.

similar documents