Accordo Attuativo CN-ER Territorio Fiscalità

Report
Accordo Attuativo CN-ER Territorio Fiscalità
Incontro con i Comuni
Ferrara 10 novembre 2011 sala riunioni Corso Isonzo, 105 ore 10,30 - 12,30
Premessa
A seguito della Delibera GP nn. 348/92409 il 1° dicembre 2010 è stato sottoscritto
“l’Accordo di Collaborazione tra Provincia di Ferrara e Anci Emilia Romagna a
sostegno del costruendo federalismo fiscale municipale nel territorio dei comuni
ferraresi”
Le attività previste sono a supporto della realizzazione delle Azioni previste nell’
Accordo Attuativo CN-ER “Territorio e fiscalità” che tutti i Sindaci della nostra
provincia hanno sottoscritto.
Scopo dell’incontro
1. Definire quali associazioni/unioni faranno i Piani d’Entrata ed in quali tempi
2. Presentazione delle varie ipotesi economiche a carico di ogni Comune
3. Definire le attività che ogni Comune vorrà delegare al Centro Servizi
4. A fronte di quanto sarà richiesto dai Comuni (p.to 3),il Centro Servizi
predisporrà i relativi costi.
Accordo Attuativo CN-ER Territorio Fiscalità
Attività di Anci ER e del Centro Servizi finalizzata a creare le
condizioni tecnico conoscitive per predisporre i Piani di Entrata per
ogni Associazione di Comuni
Unione dei Comuni Terre e Fiumi: 27/04/2011, 20/09/2011
Associazione Comuni Basso Ferrarese:
relazionato in Conferenza dei Sindaci
4/04/2011,
19/04/2011,
21/09/2011
Associazione Comuni Alto Ferrarese: 25/10/2011, 11/10/2011, 21/09/2011,
29/04/2011, 12/04/2011, 23/08/2011 con Sindaco di Cento, 15/07/2011 incontro con
Sindaco di Bondeno
Associazione Comuni Zona Sud: 20/04/2011, 18/07/2011 incontro con Sindaco di
Portomaggiore
Dal 30/05/11 al 27/09/2011 incontri del Centro Servizi e Anci ER con Sinergis (per
ACI) ed Engineering (per ACSOR) al fine di predisporre in modo unitario le proposte
economiche a carico di ogni Associazione/Unione.
Accordo Attuativo CN-ER Territorio Fiscalità
Piani di Entrata - Azioni
Si tratta di predisporre i PIANI di ENTRATA, ovvero di specificare come, in quali tempi e
soprattutto con quali investimenti economici i comuni metteranno in atto
le attività previste dall’Accordo Attuativo, ovvero:
1. SigmaTER
2. Data Base Topografico regionale
3. Moka PSC
4. ACI – ACSOR
Attualmente solo l’Unione dei Comuni Terre e Fiumi ha consegnato alla RER il Piano di
Entrata di massima in quanto beneficiario di finanziamenti regionali.
L’Associazione dei Comuni del Basso Ferrarese (escluso Comacchio) partecipa alla filiera 4.
in quanto beneficiario di un finanziamento del DAR FED-FIS per il dispiegamento di ACI e
ACSOR
Accordo Attuativo CN-ER Territorio Fiscalità
Piani di Entrata – Tempi (RoadMap)
Ciascuna forma associativa del nostro territorio, dovrà confezionare un piano
d’entrata i cui tempi di realizzazione dovranno rispettare scadenze ben precise.
Questo elaborato è stato fornito a Sinergis e Engineering ed è alla base
dell’offerta del 27 settembre 2011
Vedi: ROAD MAP
Accordo Attuativo CN-ER Territorio Fiscalità
SigmaTER – cos’è?
E’ il sistema di interscambio dei dati catastali in cooperazione applicativa
che scarica gli archivi da Agenzia del Territorio per creare un Database
(DBTI) regionale, da questo viene alimentato un Database locale (DBTL)
che costituisce la base per il funzionamento di ACI, la quale a sua volta
serve a far funzionare ACSOR.
Il DBTL dei comuni ferraresi verrà installato su un server che la RER si è
impegnata a mettere a disposizione nell’ambito della firma dell’accordo
attuativo Terr & Fisc.
Accordo Attuativo CN-ER Territorio Fiscalità
SigmaTER – cosa devono fare i comuni?
Per rispettare gli impegni previsti in questo primo punto dell’accordo
attuativo è sufficiente che i comuni impiantino DBTL e sincrocat su server
RER
SigmaTER – cosa fa il Centro Servizi?
Il Centro Servizi per i comuni della Provincia di Ferrara ha già da tempo
svolto una valutazione su quale sia la soluzione più favorevole ed
economica per i comuni (installazione in RER), inoltre, ha trattato con le
ditte installatrici proponendo, ove possibile, i comuni ferraresi come
soggetto aggregati. Questo ha generato sensibili economie, l’importo
complessivo dell’offerta per tutti i comuni è di 9300€.
Accordo Attuativo CN-ER Territorio Fiscalità
Data Base Topografico Regionale- cos’è?
E’ la nuova base dati vettoriale della RER che ha sostituito la vecchia CTR,
attualmente è aggiornata alle ortofoto AGEA2008.
- Sistema di fruizione: Il DBTR è già stato consegnato ai comuni su cd, la RER
ha messo a disposizione anche un sito web http://geoportale.regione.emiliaromagna.it che rende disponibili i contenuti del DBTR sia per via telematica sia
sotto forma di “viste” ( nella sezione mappe cartografia di base del
geoportale), che come WMS/WFS (sezione servizi) che come scarico vero e
proprio (sezione download).
- Sistema di aggiornamento: Verrà effettuato tramite 3 applicativi, uno
sviluppato per gvSIG (GIS open source) che aggiorna solo gli strati del DBTR
caricati in ACI, l’altro per ArcMap (aggiorna tutti gli strati). Il terzo serve ad
estrarre le geometrie degli edifici dai modelli PREGEO. Gli applicativi servono
a confezionare le cosiddette proposte di aggiornamento al DbTopo da inviare
alla RER. Sono già pronti e a breve verranno sperimentati da un gruppo di
lavoro di cui faremo parte anche noi (oltre all’Unione Bassa Romagna e LTT di
Parma).
Accordo Attuativo CN-ER Territorio Fiscalità
Data Base Topografico regionale – cosa devono fare i
comuni?
Per rispettare gli impegni previsti in questo secondo punto dell’accordo
attuativo, i comuni devono provvedere ad aggiornare alcuni elementi del
DBTR: Reticolo stradale, Toponomastica, Numeri civici, Poligoni edifici (Come
da allegato A all’accordo attuativo), tramite gli applicativi citati.
Gli applicativi verranno distribuiti dalla RER agli enti locali aggiornatori (9
comuni in provincia di Ferrara), che utilizzando questi strumenti si dovranno
far carico di confezionare autonomamente le proposte di aggiornamento.
Data Base Topografico regionale – cosa fa il Centro
Servizi?
Il Centro Servizi per i comuni della provincia di Ferrara realizzerà
l’aggiornamento per i rimanenti 17 comuni. I costi di questo servizio potranno
essere quantificati solo dopo la fase di sperimentazione.
Accordo Attuativo CN-ER Territorio Fiscalità
Moka PSC – cos’è?
E’ uno strumento messo a disposizione dalla RER che serve per
pubblicare i PSC dei Comuni secondo il “Modello dati d’interscambio”
febbraio 2011.
Moka PSC – cosa devono fare i comuni?
Per rispettare gli impegni previsti in questo terzo punto dell’accordo
attuativo i comuni dovranno trasmettere i loro PSC alla RER nel formato
descritto nel documento “Modello dati regionale d’interscambio del
Piano Strutturale Comunale (PSC)” del febbraio 2011.
Accordo Attuativo CN-ER Territorio Fiscalità
Moka PSC – cosa fa il Centro Servizi?
Attualmente il Centro Servizi sta lavorando in collaborazione con la RER
per stabilire le corrispondenze tra il nuovo modello dati (febbraio 2011),
di cui il modello di interscambio è un sottogruppo, ed i modelli 2005 e
2009 utilizzati da alcuni comuni. Vedi:Schema (Questo per facilitare la
trasposizione dei dati per quei comuni che abbiano già organizzato i
PSC secondo modelli dati precedenti al febbraio 2011).
La RER sta preparando un applicativo che realizza in automatico i
controlli sui PSC da caricare in Moka PSC, tale applicativo verrà fornito
anche al Centro Servizi per i controlli sia sulle geometrie che sui
contenuti dei campi.
Il Centro Servizi per i comuni della provincia di Ferrara raccoglierà i
PSC di tutti i comuni ferraresi, ne verificherà la conformità al modello
dati regionale e li pubblicherà sul “Portale Cartografico dei Comuni”,
infine, si farà carico di trasferirli alla RER perché vadano a far parte
della mosaicatura regionale.
Accordo Attuativo CN-ER Territorio Fiscalità
Moka PSC – cosa fa il Centro Servizi?
Per quanto riguarda le operazioni di esportazione/adattamento dei modelli
dati PSC realizzati dai singoli comuni al modello dati di riferimento
(Febbraio 2011), il tipo di assistenza che il Centro Servizi per i comuni della
provincia di Ferrara potrà offrire sarà da valutare caso per caso.
La quantificazione economica per i servizi svolti potrà essere valutata solo
dopo che ogni comune/forma associativa avrà manifestato interesse
riguardo alle singole attività.
Accordo Attuativo CN-ER Territorio Fiscalità
ACI e ACSOR – in generale
Sono le attività più impegnative in quanto coinvolgono risorse umane che all’interno dei
comuni svolgono già altre mansioni e investimenti dedicati.
Il fine per ACI è quello di “organizzare” un vero e proprio registro degli immobili,
integrando, per ogni unità immobiliare/edificio i dati edilizi/toponomastici comunali
con quelli catastali.
Il fine per ACSOR è quello “riconciliare” i dati comunali e nazionali utili per alimentare
almeno 3 cruscotti allo scopo di:
 Contrastare l’evasione ai tributi locali
 Compartecipare alla lotta all’evasione dei tributi statali (il comune, con il
cosiddetto “federalismo municipale”, incassa il 50% di ciò che lo stato
recupera e,con la recentissima “manovra” si arriva al 100%)
 Governare la fiscalità locale, cioè effettuare simulazioni di carico fiscale
(locale e nazionale) sui propri contribuenti
Accordo Attuativo CN-ER Territorio Fiscalità
ACI e ACSOR – attività da svolgere
Per rendere operativo il sistema ACI-ACSOR sono previste 2 macro fasi
chiamate:
- DISPIEGAMENTO: Consiste nell’installazione e collaudo dei software,
verrà effettuato interamente da ditte specializzate e non comporterà alcuna
attività da parte dei comuni/forme associative. ACI e ACSOR verranno
installati su un server messo a disposizione dalla RER ed i costi sono, per
ACI 6250 €, per ACSOR 17000€ (per tutti i comuni)
- AVVIO IN ESERCIZIO: Consiste nel popolamento dei software con i
dati comunali e richiede in alcuni casi l’intervento dei tecnici comunali
(illustrati nelle slide “cosa devono fare i comuni”) oltre a costi descritti nelle
tabelle dedicate.
N.B.: Un prerequisito all’avvio in esercizio di ACI e ACSOR è l’installazione
del DBTL Sigmater che, come già detto, verrà installato anch’esso su server
RER al costo di 9300 €
Accordo Attuativo CN-ER Territorio Fiscalità
ACI e ACSOR–operazioni preliminari interne ai comuni
Prima di procedere alle attività di dispiegamento ed avvio in esercizio occorre che
ogni comune:
1. Nomini il Responsabile dell’ACI
2. Nomini il Responsabile dell’ACSOR
3. Individui all’interno del bilancio pluriennale le somme necessarie alla
realizzazione delle attività di:
- Dispiegamento ACI e ACSOR
- Avvio in esercizio di ACI e ACSOR
- Adeguamento (connettori) degli applicativi gestionali comunali per ACSOR
Accordo Attuativo CN-ER Territorio Fiscalità
ACI (Anagrafe Comunale degli Immobili) – cos’è?
Diventerà il contenitore unico certificante dei dati sugli immobili. Conterrà
informazioni di cui il comune è titolare (atti amministrativi, toponomastica,
edilizia, urbanistica) ma anche dati provenienti dal catasto (DBTL).
ACI è dotato di un sistema di sincronizzazione con la banca dati
centralizzata della RER.
Accordo Attuativo CN-ER Territorio Fiscalità
ACI – cosa devono fare i comuni?
Per rispettare gli impegni previsti in questo quarto punto dell’accordo attuativo i
comuni dovranno:
- alimentare il sistema, per la componente cartografica, con i dati del portale
cartografico dei comuni ferraresi tramite una procedura batch al costo di 12400
€ e con i dati catastali dal DBTL Sigmater. In futuro, la sincronizzazione tra ACI
e il portale cartografico dei comuni avverrà tramite web services.
- alimentare la componente alfanumerica, sono previste queste attività:
a) predisposizione connettori ai gestionali delle pratiche edilizie
o in alternativa…
b) implementazione manuale tramite l’applicativo VESTA
b1) a cura dei comuni/forme associative
o in alternativa…
b2) a cura del centro servizi
Accordo Attuativo CN-ER Territorio Fiscalità
ACI – cosa devono fare i comuni?
- I dati caricati inizialmente saranno: Cartografia di base/DbTopo (come sfondo
cartografico), Edifici* (da SIT comunali o da DbTopo), Nomi delle vie,
numerazione civica esterna.
- I dati caricabili in seguito saranno: Numerazione civica interna, Unità edilizie,
Unità funzionali, Lotti.
Accordo Attuativo CN-ER Territorio Fiscalità
ACI– cosa devono fare i comuni (edifici)*
Sarebbe bene caricare una banca dati in cui gli edifici siano dotati delle
dividenti catastali (come quelli recentemente implementati nel DbTopo), questo
perché così verrebbero calcolate da subito le giuste correlazioni tra edifici
catastali ed edifici del Dbtopo. Va detto però che gli edifici che i comuni tengono
aggiornati sono quelli del reticolo stradale, quindi senza dividenti.
In base a quanto detto sono prefigurabili 3 scenari:
a) Il comune provvede autonomamente a realizzare la versione degli edifici
dotata di dividenti catastali
b) Il servizio sarà a cura del Centro Servizi
c) Momentaneamente possono essere caricati in ACI gli edifici senza
dividenti catastali, formato dati attualmente utilizzato dai comuni
Accordo Attuativo CN-ER Territorio Fiscalità
ACI - cosa fa il Centro Servizi?
Riassumendo quanto già detto per ogni singola attività il Centro Servizi potrà
svolgere le seguenti azioni per conto dei comuni:
- Caricamento in ACI dei dati cartografici: verrà realizzata una procedura
batch che caricherà gli elementi cartografici in ACI prendendoli dal Portale
cartografico dei comuni. Il Centro Servizi, quindi, terrà aggiornata la cartografia
all’interno del Portale cartografico
- Per il caricamento in ACI degli elementi alfanumerici: il comune/forma
associativa potrà scegliere di appoggiarsi al Centro Servizi per questa
operazione.
- Realizzazione della copertura degli edifici con dividenti catastali (aggiornando
quelli già presenti nel DbTopo)
La quantificazione economica per i servizi svolti potrà essere valutata solo
dopo che ogni comune/forma associativa avrà manifestato interesse
riguardo alle singole attività.
Accordo Attuativo CN-ER Territorio Fiscalità
ACI - cosa fa il Centro Servizi?
Inoltre, come già detto per Sigmater…
Il Centro Servizi per i comuni della Provincia di Ferrara ha già da tempo svolto
una valutazione su quale sia la soluzione più favorevole ed economica per i
comuni (installazione in RER), inoltre, ha trattato con le ditte installatrici
proponendo, ove possibile, i comuni ferraresi come soggetto aggregati. Questo
ha generato sensibili economie.
Accordo Attuativo CN-ER Territorio Fiscalità
ACSOR (Anagrafe Comunale Soggetti Oggetti Relazioni) – cos’è?
E’ un’anagrafe “estesa” composta da soggetti, oggetti (unità immobiliari,
terreni etc.) e loro interazioni che integra e bonifica le banche dati già
presenti nei comuni. Il popolamento di ACSOR prevede di utilizzare 16
fonti informative.
Accordo Attuativo CN-ER “Territorio Fiscalità
ACSOR – cosa devono fare i comuni?
Per rispettare gli impegni previsti in questo quarto punto dell’accordo attuativo i
comuni dovranno (tali attività verranno commissionate a ditte specializzate):
1. Predisporre i connettori ai seguenti software gestionali comunali (prerequisito) con
costi da valutare:
Anagrafe della Popolazione comunale (tracciato INASAIA)
Tributo ICI (tracciato standard Elisa)
Tributo RSU o TIA (tracciato standard Elisa).
2. Caricare i seguenti flussi dati in ACSOR:
Lotto A (base): Banche dati del punto 1 + Anagrafe tributaria (flusso SIATEL Agenzia
delle Entrate), registro imprese (flusso “Scheda complessa” di Infocamere), Catasto
urbano e terreni (DBTL) , SIT (da ACI/Portale Cartografico dei Comuni).
Lotto B (estensione): Utenze elettriche e gas (flusso SIATEL Agenzia Entrate),
Dichiarazioni dei redditi (flusso SIATEL Agenzia Entrate), Bonifici da ristrutturazioni
(flusso SIATEL Agenzia Entrate), Locazioni (flusso SIATEL Agenzia Entrate),
Successioni (flusso SIATEL Agenzia Entrate), Atti unici (Portale dei Comuni Agenzia del
Territorio o RER Sist. Intersc. Sigma Ter), Licenze commerciali (dai tracciati standard
Elisa), Procedimenti edilizi (dai tracciati standard Elisa).
Accordo Attuativo CN-ER “Territorio Fiscalità
ACSOR – cosa fa il Centro Servizi?
Il Centro Servizi potrà essere incaricato dai comuni di effettuare le operazioni di
scarico dei flussi informativi non acquisibili in modo automatizzato (es SIATEL) e
del loro caricamento in ACSOR.
Il Centro Servizi per i comuni della Provincia di Ferrara ha già da tempo svolto
una valutazione su quale sia la soluzione più favorevole ed economica per i
comuni (installazione in RER), inoltre, ha trattato con le ditte installatrici
proponendo, ove possibile, i comuni ferraresi come soggetto aggregati. Questo
ha generato sensibili economie.
La quantificazione economica per i servizi svolti potrà essere valutata solo
dopo che ogni comune/forma associativa avrà manifestato interesse
riguardo alle singole attività.
Accordo Attuativo CN-ER “Territorio Fiscalità
Quadri economici Sigma Ter - ACI e ACSOR
con esclusione dei “connettori :











Tabella confronto preventivi (All.1)
Sigmater (All.2)
Dispiegamento ACI e ACSOR (All. 3)
Avvio ACI per Unione dei comuni Terre e Fiumi e Associazione basso ferrarese (All.4)
Avvio ACI associazione comuni Alto ferrarese (All.5)
Avvio ACI associazione zona sud (All.6)
Quadro economico complessivo (Sigmater, dispiegamento e avvio ACI e ACSOR)
Unione dei comuni Terre e Fiumi (All.7)
Quadro economico complessivo (Sigmater, dispiegamento e avvio ACI e ACSOR)
Associazione comuni Basso ferrarese (All.8)
Quadro economico complessivo (Sigmater, dispiegamento e avvio ACI e ACSOR)
Associazione comuni Alto ferrarese (All.9)
Quadro economico complessivo (Sigmater, dispiegamento e avvio ACI e ACSOR)
Associazione comuni zona sud (All.10)
Dispiegamento ACI e ACSOR per tutti i comuni (All.11)
Accordo Attuativo CN-ER “Territorio Fiscalità
Grazie
ing. Paola Rossi - Consulente Anci ER – Consulente Anci ER - Coordinatore Centro Servizi dei Comuni
Provincia di Ferrara Corso Isonzo n. 26 – 441121 tel: 0532299964 Cel: 3482727427
Email: [email protected]
dott. Mattia Fedozzi – Responsabile tecnico Centro Servizi
Provincia di Ferrara Corso Isonzo n. 26 – 441121 tel: 05322999951 Email: [email protected]
Ing. Gianpaolo Artioli – Consulente Anci ER
Tel. 0514156811 Email: [email protected]

similar documents