Fedro: vita e opere - Liceo Classico D`Annunzio

Report
FEDRO
VITA & OPERE
1° favola
Il lupo e
l' agnello
Favola a confronto :
latino & italiano
Ad rivum eundem lupus et agnus
venerant siti compulsi: superior
stabat lupus, longeque inferior
agnus: tunc fauce improba latro
incitatus iurgii causam intulit. Cur,
inquit, turbulentam fecisti mihi istam
bibenti? Laniger contra timens, qui
possum, quaeso, facere quod
quereris, lupe? A te decurrit ad meos
haustus liquor. Repulsus ille veritatis
viribus, ante hos sex menses male,
ait, dixisti mihi. Respondit agnus:
equidem natus non eram. Pater
hercle tuus, inquit, maledixit mihi.
Atque ita correptum lacerat iniusta
nece.
Haec popter illos scripta est homines
Un lupo e un agnello, spinti dalla
sete, si ritrovarono a bere nello
stesso ruscello. Il lupo era più a
monte, mentre l'agnello beveva a
una certa distanza, verso valle. La
fame però spinse il lupo ad attaccar
briga e allora disse: "Perché osi
intorbidarmi l'acqua?"
L'agnello tremando rispose: "Come
posso fare questo se l'acqua scorre
da te a me?"
"E' vero, ma tu sei mesi fa mi hai
insultato con brutte parole".
"Impossibile, sei mesi fa non ero
ancora nato".
"Allora" riprese il lupo "fu
certamente tuo padre a rivolgermi
tutte quelle villanie". Quindi saltò
addosso all'agnello e se lo mangiò.
Questo racconto è rivolto a tutti
coloro che opprimono i giusti
nascondendosi dietro falsi pretesti.
Favola in latino:
Ad rivum eundem lupus et agnus venerant siti compulsi: superior stabat
lupus, longeque inferior agnus: tunc fauce improba latro incitatus iurgii
causam intulit. Cur, inquit, turbulentam fecisti mihi istam bibenti? Laniger
contra timens, qui possum, quaeso, facere quod quereris, Lupe? A te decurrit
ad meos haustus liquor. Repulsus ille veritatis viribus, ante hos sex menses
male, ait, dixisti mihi. Respondit Agnus: equidem natus non eram. Pater
hercle tuus, inquit, maledixit mihi. Atque ita correptum lacerat iniusta nece.
Haec popter illos scripta est homines fabula, qui ficti caussi innocentes
opprimunt.
Sistema dei
personaggi:
Personaggi
o
cattivo
Lupus
Predatote
Prevaricazione
Personaggio
buono
Agnus
Preda
Luogo : Nei pressi di un fiume.
TRAMA : Un lupo ed un agnello si recano ad un fiume
per abbeverarsi. Il lupo, accusa il povero animale
indifeso con falsi pretesti. Dopo vari litigi tra i due, il lupo,
accecato dalla voglia di divorare l' agnello spalanca la
fauci e lo divora.
Morale: I furbi opprimono i giusti attraverso pretesti futili.
Analisi testuale:
NOMI : lupus, agnus, rivum, siti, fauce, causam, aquam, laniger,
veritatis, viribus, menses, pater, hercle, nece, homines, fabula.
VERBI : compulsi, stabat, intulit, inquit, timens, possum, facere,
decurrit, dixisti, respondit, eram, dixit, lacerat, scripta, est, natus.
AGGETTIVI : eundem, inproba, bibenti, meos, sex, fictis,
innocentes.
PRONOMI : mihi, tuus, ille, illos.
PREPOSIZIONI : ad + accusativo, propter + accusativo.
CONGIUNZIONI : et, tunc.
2° favola
La volpe
e
l' uva irraggiungibile:
Favola a
confronto
Latino
& italiano :
,
Fame coacta vulpes alta in
vinea uvam adpetebat
summis saliens viribus;
quam tangereut non
potuit discedens ait:
nondum matura est; nolo
acerbam sumere. Qui
facere quae non possunt
verbis elevant,
adscribere hoc debebunt
exemplum sibi.
Spinta dalla fame, la volpe
cercava di prendere l'uva da
un'alta vite, saltando con
tutte le sue forze, ma non
riuscì a toccarla; allora
andandosene disse: "Non è
ancora matura; non voglio
coglierla acerba". Chi
sminuisce a parole quello
che non è in grado di fare,
dovrà riferire a se stesso
questo esempio.
Favola in latino:
Fame coacta vulpes alta in vinea uvam
adpetebat summis saliens viribus;
quam tangereut non potuit discedens
ait: nondum matura est; nolo acerbam
sumere. Qui facere quae non possunt
verbis elevant, adscribere hoc
debebunt exemplum sibi.
Sistema dei
personaggi :
Oggetto del
desiderio:
l' uva
irraggiungibile
Volpe
protagonist
a
Personaggio movimentato (non
assume un
comportamento
duraturo).
Trama: Una volpe affamata tenta con grandi balzi di
staccare un grappolo d' uva ma ogni sforzo è vano.
Constatando di non poterla raggiungere, esclama: "tanto è
ancora acerba!"
Morale: E' facile disprezzare quello che non si può ottenere.
Luogo: Nei pressi di un vigneto.
Analisi testuale:
Nomi: vulpes, vinea,fame, uvam, verbis, exemplum, viribus.
Verbi: adpetebent, potuit, est, sumere, coacta, tangere, ait,
possunt, elevant, adscribere, debebunt, nolo.
Aggettivi: alta, matura, acerbam, summis.
Preposizioni: in + ablativo.
Congiunzioni: non, ut, nondum.
Pronomi: quam, quae.
Chi è Fedro
????
Biografia di Fedro
Fedro (15 ca. a.C. - 50 ca. d.C.), favolista latino. Quel poco che sappiamo di lui si ricava dalla
sua opera e dalle titolazioni dei codici. Era uno schiavo trace, giunto a Roma quand'era
ragazzo, poi affrancato da Augusto. Sotto Tiberio pubblicò nell'arco di alcuni anni, una raccolta
di cinque libri, che gli valsero anche un processo nel 31 d.C., per avere disturbato Seiano e i
potenti di allora. Trovò in seguito protezione presso altri liberti. I libri di Fedro, in senari
giambici, sono perlopiù apologhi di animali secondo il modello greco. Le raccolte di favole in
prosa assegnate a Esopo, al quale Fedro dichiarò di ispirarsi, sono più tarde (risalgono al II-V
secolo d.C.); in ogni caso, raccolte di favole in versi non esistevano prima di Fedro. A lui, che
nei prologhi dimostra una crescente autonomia dal modello, spetta il merito, come afferma
egli stesso non senza fierezza, di aver elevato la favola alla dignità di genere letterario
autonomo: prima di lui la favola esopica era rimasta al margine della cultura ufficiale, perché
esprimeva il mondo degli schiavi e dei poveri, di quelli che non contano. Fedro ripropose,
attraverso l'apologo animale, il quadro di una società in cui dominano, in modo crudo, i
rapporti di forza tra gli uomini.
Le prime 25 favole
di Fedro:
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
Il calvo e un altro senza capelli
Il flautista presuntuoso
Il Tempo
Il toro e il vitello
Il cane vecchio e il cacciatore
Le rane chiesero un re
Il gracchio superbo e il pavone
Il cane che portava un pezzo di carne attraversando un fiume
La vacca, la capretta, la pecora e il leone
Le rane e il Sole
La volpe e la maschera tragica
Il lupo e la gru
Il passero consigliere della lepre
Il lupo e la volpe al tribunale della scimmia
L'asino e il leone a caccia
Il cervo alla fonte
La volpe e il corvo
Da calzolaio a medico
L'asino e il vecchio pastore
La pecora, il cervo e il lupo
La pecora, il cane e il lupo
La donna partoriente
La cagna partoriente
Cani famelici
Il vecchio leone, il cinghiale, il toro e l'asino
THE END
By :
Alberto D. B.
Francesco G.
Adolfo L. D. T.
Francesco D. R.

similar documents