SCARICA SLIDE: dott.ssa Grigatti.

Report
SERVIZIO SANITARIO REGIONALE
EMILIA-ROMAGNA
Azienda Ospedaliero – Universitaria di Ferrara
La rete dei Referenti quale modello
organizzativo per rispondere a complessi
bisogni assistenziali
Dott.ssa Grigatti Clementina - Direzione delle Professioni
AOU S. Anna di Ferrara
SERVIZIO SANITARIO REGIONALE
EMILIA-ROMAGNA
Azienda Ospedaliero – Universitaria di Ferrara
GLI ATTORI PRINCIPALI DELL’ASSISTENZA
PAZIENTI
PROFESSIONISTI
ORGANIZZAZIONE
SERVIZIO SANITARIO REGIONALE
EMILIA-ROMAGNA
Azienda Ospedaliero – Universitaria di Ferrara
I PAZIENTI
Appartengono ad una popolazione caratterizzata da un
progressivo invecchiamento e da un innalzamento delle
malattie cronico-degenerative;
tutto questo produce un aumento della domanda di
servizi per il loro trattamento.
SERVIZIO SANITARIO REGIONALE
EMILIA-ROMAGNA
Azienda Ospedaliero – Universitaria di Ferrara
31%
49%
43%
SERVIZIO SANITARIO REGIONALE
EMILIA-ROMAGNA
Azienda Ospedaliero – Universitaria di Ferrara
31%
56%
50%
SERVIZIO SANITARIO REGIONALE
EMILIA-ROMAGNA
Azienda Ospedaliero – Universitaria di Ferrara
Fonte Bilancio di Missione AOU di Ferrara anno 2010
SERVIZIO SANITARIO REGIONALE
EMILIA-ROMAGNA
Azienda Ospedaliero – Universitaria di Ferrara
I PAZIENTI
Una popolazione sempre più partecipe alla definizione
del percorso di cura e consapevole dei diritti di cui è
portatrice;
All’interno di questo quadro si delinea l’esigenza di un
percorso unitario in cui ricevere una risposta sanitaria
appropriata e meno frammentata di quello che in
numerose situazioni può avvenire.
SERVIZIO SANITARIO REGIONALE
EMILIA-ROMAGNA
Azienda Ospedaliero – Universitaria di Ferrara
I dati sulle caratteristiche socio – sanitarie della
popolazione trasmettono informazioni-bisogni ai quali
devono seguire progetti e idee che sappiano interpretare e
anticipare il futuro.
SERVIZIO SANITARIO REGIONALE
EMILIA-ROMAGNA
Azienda Ospedaliero – Universitaria di Ferrara
PROFESSIONISTI
La credibilità dell’infermiere e di conseguenza
l’avanzamento della Professione dipende dalla capacità di
saper riconoscere i bisogni della popolazione e della
tempestività nella risposta ad essi oltre che dalla qualità e
dalla diffusione della stessa.
SERVIZIO SANITARIO REGIONALE
EMILIA-ROMAGNA
Azienda Ospedaliero – Universitaria di Ferrara
PROFESSIONISTI
Questo processo implica la revisione e la definizione di
nuovi ruoli per l’infermiere.
Per mettere in pratica questa visione è necessario uno
sviluppo infermieristico dove siano chiare ed esplicitate le
nuove conoscenze e competenze.
SERVIZIO SANITARIO REGIONALE
EMILIA-ROMAGNA
Azienda Ospedaliero – Universitaria di Ferrara
PROFESSIONISTI
La dimensione in cui si situa questo infermiere è una
“rete”: la rete condivide i saperi, e dal tecnicismo
arriva alla comunità di pratiche. La pluralità di attori
supera il centralismo, l’isolamento dei professionisti e
persegue il lavoro di squadra.
SERVIZIO SANITARIO REGIONALE
EMILIA-ROMAGNA
Azienda Ospedaliero – Universitaria di Ferrara
MODELLO ORGANIZZATIVO
LA RETE DI PROFESSIONISTI
“La rete” deve necessariamente accompagnarsi ad
uno stile organizzativo capace di valorizzare
competenze e professioni coerenti con le mutate
esigenze di salute;
capace di dialogare con gli attori del sistema e
con i portatori di interessi.
SERVIZIO SANITARIO REGIONALE
EMILIA-ROMAGNA
Azienda Ospedaliero – Universitaria di Ferrara
LA RETE DI PROFESSIONISTI
Il gestore di rete valorizza il protagonismo e le
capacità dei singoli, sapendo cogliere di
ciascuno talento ed attitudini, e sa stare dietro
le quinte: la funzione è la regia. Gli obiettivi
si conquistano attraverso alleanze e gioco di
squadra.
SERVIZIO SANITARIO REGIONALE
EMILIA-ROMAGNA
Azienda Ospedaliero – Universitaria di Ferrara
Non si ricerca l’omologazione e l’appiattimento, ma
attraverso la responsabilizzazione si ricerca
l’autonomia assicurando l’efficacia del
servizio e l’abbreviazione dei processi decisionali.
SERVIZIO SANITARIO REGIONALE
EMILIA-ROMAGNA
Azienda Ospedaliero – Universitaria di Ferrara
ORGANIZZAZIONE
Il sistema descritto si evidenzia in primis come
un’organizzazione di persone. Il concetto chiave è la
riflessività organizzativa che avviene attraverso
momenti di confronto, per analizzare risultati, dati, ma
soprattutto per riflettere sulle pratiche. Quest’ultima
diviene strumento di formazione, i singoli operatori
fanno testimonianza della loro pratica per diffondere
saperi ed errori: un insieme di professionalità si
trasforma così in comunità di pratiche.
SERVIZIO SANITARIO REGIONALE
EMILIA-ROMAGNA
Azienda Ospedaliero – Universitaria di Ferrara
Nel Piano programma 2011-2013 dell’Agenzia
Sanitaria e Sociale Regionale
Nel capitolo “la sicurezza delle cure e dell’assistenza”
Tra le attività previste per il triennio riporta:
- concorso allo sviluppo di adeguate competenze
negli operatori, quali elementi funzionali alla
costruzione di contesti importanti al lavoro di
squadra basati su un efficace comunicazione tra i
professionisti
- Individuazione e diffusione di buone pratiche
SERVIZIO SANITARIO REGIONALE
EMILIA-ROMAGNA
Azienda Ospedaliero – Universitaria di Ferrara
Le reti dei Referenti
SERVIZIO SANITARIO REGIONALE
EMILIA-ROMAGNA
Azienda Ospedaliero – Universitaria di Ferrara
SERVIZIO SANITARIO REGIONALE
EMILIA-ROMAGNA
Azienda Ospedaliero – Universitaria di Ferrara
Il Job family Modelling
Il modello per Famiglie Professionali pone particolare attenzione
alle competenze, alle conoscenze e skill necessarie per svolgere
adeguatamente il proprio ruolo, assolvendo pienamente alle
responsabilità ad esso assegnate, ed è finalizzato a svilupparle e
valorizzarle.
SERVIZIO SANITARIO REGIONALE
EMILIA-ROMAGNA
Azienda Ospedaliero – Universitaria di Ferrara
Definizione dei profili di competenza
SERVIZIO SANITARIO REGIONALE
EMILIA-ROMAGNA
Azienda Ospedaliero – Universitaria di Ferrara
Le responsabilità del Referente
1.
Obiettivi Attua gli obiettivi strategici
2.
Prestazione Presidia gli indicatori di
3.
4.
Coordinamento Partecipa ai
prestazione, condividendo con i
colleghi i risultati ottenuti.
5.
Immagine Promuove l’immagine
Cambiamento Promuove il
6.
Ricerca e formazione Partecipa a
definiti dalla Pos. Org. di Processo
applicando gli strumenti di governo e
le modalità operative in sinergia con
il Coordinatore.
cambiamento, mediante un
coinvolgimento sistematico dei
colleghi, all’interno della UO,
diffondendo conoscenze e
metodologie nuove.
momenti di coordinamento con i
Referenti delle altre UO (per la
propria attività specifica) e degli altri
profili professionali, al fine di creare
una cultura condivisa all’interno
dell’Azienda.
all’esterno.
progetti di ricerca e a momenti
dedicati di formazione anche come
docente.
SERVIZIO SANITARIO REGIONALE
EMILIA-ROMAGNA
Azienda Ospedaliero – Universitaria di Ferrara
Le competenze del Referente
1. Orientamento al risultato
5. Team leadership
2. Iniziativa
6. Sviluppo
3. Orientamento all’utente
(interno ed esterno)
7. Autocontrollo
4. Sostenere il cambiamento
8. Flessibilità
9. Orientamento al servizio
SERVIZIO SANITARIO REGIONALE
EMILIA-ROMAGNA
Azienda Ospedaliero – Universitaria di Ferrara
ALCUNI RISULTATI
SERVIZIO SANITARIO REGIONALE
EMILIA-ROMAGNA
Azienda Ospedaliero – Universitaria di Ferrara
Lesioni da pressione in pazienti ricoverati Indici di prevalenza e incidenza quadriennio 2007-2011
Dato aziendale
12
10,3
10
9
7,9
8
6,3
%6
4
2,8
2,3
8,7
7,7
7
7
5,6
8,5
7,8
7,6
6,1
5,6
6,9
2,5
2,3
2
2,8
2
0
0
1,9
1,1
1,4
1,1
1,8
1,7
1,8
7
8
9
0
1
7
8
9
0
7
8
9
0
1
8
9
0
1
8
9
0
1
7 07 07
8
9
0
1
-0 r-0
t-0 ic-0 b-0 r-0 iu-0 o-0 tt-0 ic-0 b-0 r-0 iu-0 o-0 tt-0 ic-0 b-1 r-1 iu-1 o-1 tt-1 ic-1 b-1 r-1 iu-1 o-1 tt-1
t
b
u
o
i
p
p
p
p
p
o
o
o
o
o
d
d
d
d
fe
g
fe
g
fe
g
fe
g
fe
g
a
a
a
a
a
ag
ag
ag
ag
ag
Periodo dell' indagine
0
SERVIZIO SANITARIO REGIONALE
EMILIA-ROMAGNA
Azienda Ospedaliero – Universitaria di Ferrara
Dott. Stefano Bianchi Area Farmaco Dipartimento Farmaceutico Interaziendale Azienda
Ospedaliero Universitaria di Ferrara
SERVIZIO SANITARIO REGIONALE
EMILIA-ROMAGNA
Azienda Ospedaliero – Universitaria di Ferrara
Dott. Stefano Bianchi Area Farmaco Dipartimento Farmaceutico Interaziendale Azienda
Ospedaliero Universitaria di Ferrara
SERVIZIO SANITARIO REGIONALE
EMILIA-ROMAGNA
Azienda Ospedaliero – Universitaria di Ferrara
Inoltre
- I referenti Ospedale senza dolore hanno partecipato alla
diffusione della scheda unica aziendale per la rilevazione del
dolore (L. 38/2010);
-I referenti sorveglianza, prevenzione e controllo delle
infezioni hanno diffuso la nuova procedura per il cateterismo
vescicale.
SERVIZIO SANITARIO REGIONALE
EMILIA-ROMAGNA
Azienda Ospedaliero – Universitaria di Ferrara
Le altre reti
n. 5
Consulenti
n. 5
Case Manager
n. 57
Facilitatori
SERVIZIO SANITARIO REGIONALE
EMILIA-ROMAGNA
Azienda Ospedaliero – Universitaria di Ferrara
Grazie per l’attenzione

similar documents