Presentazione di PowerPoint

Report
I giovani e il lavoro
Occupabilità, flessibilità, stabilità
Presentazione risultati dell’indagine su
«La percezione giovanile del mercato del
lavoro nelle Marche»
Stefano Barbarini (Responsabile ricerca ANL)
Ancona, 29 novembre 2013
La percezione giovanile del mercato del lavoro nelle Marche
Contenuti dell’intervento
Illustrazione dei principali risultati dell’indagine:
1. Cenni metodologici e caratteristiche strutturali
2. Identikit del giovane lavoratore
3. Situazione professionale
4. Percezioni personali e aspettative
5. I profili dei giovani marchigiani
La percezione giovanile del mercato del lavoro nelle Marche
1 - Cenni metodologici
Metodologia di indagine:
- Interviste in profondità a testimoni privilegiati
- Questionari online a giovani marchigiani (CAWI)
Obiettivi:
l’indagine è volta a verificare i giudizi, le
aspirazioni ed i comportamenti dei giovani
marchigiani riguardo alla propria situazione
professionale, presente e futura
La percezione giovanile del mercato del lavoro nelle Marche
Caratteristiche strutturali
Circa 1.100 questionari raccolti in un mese.
Hanno risposto soprattutto donne (68%) con elevato
titolo di studio (70% laurea di base) e di età
superiore ai 21 anni.
50.0%
43.5%
45.0%
40.0%
35.0%
30.6%
30.0%
23.3%
25.0%
20.0%
15.0%
10.0%
5.0%
2.6%
0.0%
15-20
21-25
26-30
31-35
La percezione giovanile del mercato del lavoro nelle Marche
2 – Identikit del giovane lavoratore
Persona attiva e dinamica, con un forte senso di
apprensione per il proprio futuro professionale e per la
conservazione del posto di lavoro, da cui emerge uno
scoraggiamento diffuso e la percezione di non riuscire a
costruire un futuro professionale coerente con il proprio
percorso formativo e con le aspettative personali.
La percezione giovanile del mercato del lavoro nelle Marche
E’ la precarietà l’elemento destabilizzante
In generale, come si è sviluppato il suo percorso lavorativo?
Alternando spesso periodi di
lavoro e non lavoro
34.1%
33.9%
Con continuità, cambiando
più volte datore di lavoro
Con continuità, facendo
sempre lo stesso lavoro
12.1%
19.9%
In maniera saltuaria,
lavorando solo per brevi
periodi
L’esigenza di stabilità e di continuità occupazionale, aspetti che
ricorrono con una certa frequenza, si scontrano con le esperienze
lavorative sin troppo frammentate e saltuarie, che ridimensionano
le aspirazioni professionali e frenano la spinta motivazionale
La percezione giovanile del mercato del lavoro nelle Marche
Si punta al lavoro,
non (esclusivamente) stabilità contrattuale
Importanza percepita degli aspetti del lavoro (media valori da 1 a 10)
La percezione giovanile del mercato del lavoro nelle Marche
La stabilità è una condizione di genere
Sviluppo del percorso lavorativo (comparazione tra uomini e donne)
La percezione giovanile del mercato del lavoro nelle Marche
3 – Situazione professionale
Rispondenti per situazione occupazione
Inattivo,
0.6%
Studente ,
18.6%
Occupato,
43.8%
In cerca di
occupazione
, 36.9%
La percezione giovanile del mercato del lavoro nelle Marche
Tanti lavori precari
Attuale o ultima esperienza lavorativa
11.3%
Lavoro occasionale di breve
durata
28.2%
Un lavoro regolare e
continuativo
Un lavoro saltuario ma
continuativo nel tempo per
almeno un anno
10.2%
50.4%
Un’esperienza di lavoro
temporanea, della durata di
almeno due mesi
La percezione giovanile del mercato del lavoro nelle Marche
Apprendistato, un’opportunità della riforma
che stenta a decollare
Tipologia contrattuale utilizzata (attuale o ultima esperienza lavorativa)
0.0%
5.0%
10.0%
Contratto a tempo indeterminato
8.8%
0.3%
Tirocini formativi e di orientamento
5.9%
4.3%
Contratto di lavoro a progetto
9.7%
Contratto di lavoro occasionale
Altre forme contrattuali
9.0%
3.0%
Partita Iva
Nessun contratto
25.0%
30.0%
29.8%
Contratto di apprendistato
Borse lavoro
20.0%
15.9%
Contratto di lavoro a tempo determinato
Contratto di inserimento
15.0%
8.2%
5.0%
35.0%
La percezione giovanile del mercato del lavoro nelle Marche
Più Qualificazione = più occupazione,
un binomio non sempre vero
Persone in cerca di occupazione per titolo di studio
50.0%
46.9%
45.0%
41.1%
40.0%
35.5%
35.0%
31.3%
29.3%
30.0%
25.0%
20.0%
15.0%
10.0%
5.0%
0.0%
Scuola media superiore o
titolo inferiore
Diploma para-universitario o
laurea di base
Laurea tradizionale del
vecchio ordinamento
Laurea specialistica (nuovo
ordinamento)
Master / dottorato
La percezione giovanile del mercato del lavoro nelle Marche
E’ difficile conciliare lo studio con il lavoro
Studenti che svolgono un’attività lavorativa
La percezione giovanile del mercato del lavoro nelle Marche
La mobilità non è un vincolo
Disponibilità alla mobilità dei giovani marchigiani per motivi di lavoro
Per migliorare la sua situazione lavorativa, sarebbe disposto a
trasferirsi altrove?
NO , 13.1%
SI', ma solo a
condizioni molto
vantaggiose,
34.0%
Non so, 12.8%
SI', 40.1%
La percezione giovanile del mercato del lavoro nelle Marche
4 – Percezioni personali e aspettative
Efficacia percepita dei canali di ricerca del lavoro
EFFICACIA
SOGGETTI INTERMEDIARI
Agenzie per il lavoro
Centri per l’impiego
Contatto diretto
Ex-datori di lavoro
Inserzioni web e annunci cartacei
Parenti, amici, conoscenti
Parti sociali (sindacati, ass. di categoria, ecc.)
Scuola, Università
valori medi
per niente
efficace
poco
efficace
abbastanza
efficace
molto
efficace
34,4%
47,0%
17,5%
1,2%
11,2%
17,3%
31,7%
39,8%
3,1%
17,9%
42,9%
36,1%
22,2%
39,2%
30,0%
8,6%
9,4%
40,0%
39,5%
11,1%
36,6%
31,4%
20,2%
11,9%
50,3%
41,6%
7,0%
1,1%
10,1%
24,0%
36,0%
29,9%
22,2%
32,3%
28,1%
17,4%
La percezione giovanile del mercato del lavoro nelle Marche
Una rete con grandi potenzialità.
Nell’intermediazione si può fare di più
Contatti attivi e passivi nei confronti dei CIOF e delle ApL
CONTATTI ATTIVI
Con che frequenza ha contattato il Centro per l'impiego o l'Agenzia per il lavoro?
70.0%
58.5%
60.0%
50.0%
40.0%
28.9%
30.0%
20.0%
14.9%
10.0%
13.4%
35.7%
CIOF
22.0%
ApL
16.3%
10.3%
0.0%
Mai
Raramente
Qualche volta
Molto frequentemente
CONTATTI PASSIVI
Con che frequenza è stato/a contattato/a dal CIOF o dall’ApL?
80.0%
70.0%
60.0%
50.0%
40.0%
30.0%
20.0%
10.0%
0.0%
72.9%
46,5%
34.7%
CIOF
ApL
17.5%
20.6%
Mai
Raramente
1.4%
5.9%
Qualche volta
0.6%
Molto frequentemente
La percezione giovanile del mercato del lavoro nelle Marche
Quale mercato del lavoro?
- Sensazione diffusa di «esclusione»
- Le valutazioni sul mercato del lavoro sono spesso confuse e
discordanti:
«semplice ma confuso»
«motivante ma frustrante»
«sicuro e lento»
«dinamico e tradizionale»
La percezione giovanile del mercato del lavoro nelle Marche
Un futuro poco chiaro
Percezioni personali sulla visione del futuro
Fare delle esperienze nel presente
è importante per costruire e
migliorare il mio futuro
Sul mio futuro lavorativo ho delle
idee chiare e dipende solo da me
e dalle mie scelte
Il mio futuro nel mondo del lavoro
è fonte di preoccupazione
Il mio futuro nel mondo del lavoro
mi lascia indifferente, è meglio
vivere il presente.
Per niente
d’accordo
Poco
d’accordo
Abbastanza
d’accordo
Molto
d’accordo
La percezione giovanile del mercato del lavoro nelle Marche
Nel breve periodo c’è tanta voglia di stabilità
Percezioni personali a breve periodo: «nell’arco del prossimo anno…»
Vorrei lavorare, ma solo a condizioni migliori
5.90%
Vorrei continuare a formarmi
12.20%
Spero di riuscire ad ottenere un lavoro stabile
52.70%
Spero di riuscire a cambiare lavoro
5.90%
Penso che potrò avere problemi nel mantenere il
posto di lavoro
8.50%
Non so, non posso prevedere
Non ho intenzione di continuare a lavorare
9.80%
0.30%
Escludo che avrò problemi sul lavoro
0.00%
4.60%
10.00% 20.00% 30.00% 40.00% 50.00% 60.00%
La percezione giovanile del mercato del lavoro nelle Marche
Con impegno, competenze, spirito di iniziativa e un
po’ di fortuna, il lavoro non è un tabù
Per entrare nel mondo del lavoro quanto è importante (media da 1 a 10):
Avere una bella presenza
4.82
Fortuna
8.06
Conoscere persone influenti
4.16
Conoscenze e competenze personali
8.15
Titolo di studio
4.69
Conoscenza delle lingue
8.09
Competenze informatiche
4.16
Flessibilità
8.77
Disponibilità
3.68
Impegno e tenacia
8.99
Capacità di comunicare
3.84
Creatività
7.40
Capacità di lavorare in gruppo
3.99
Spirito di iniziativa
0.00
8.32
1.00
2.00
3.00
4.00
5.00
6.00
7.00
8.00
9.00
10.00
La percezione giovanile del mercato del lavoro nelle Marche
5 – I profili dei giovani marchigiani
La lettura complessiva del fenomeno ha restituito un quadro
generale che abbiamo sintetizzato attraverso la definizione di alcuni
gruppi di soggetti più o meno omogenei, individuati sulla base della
percezione e dell’approccio con cui i giovani mostrano di rapportarsi
al mercato del lavoro.
La percezione giovanile del mercato del lavoro nelle Marche
I «preoccupati»
Giovani impensieriti dal fatto di non riuscire a trovare (o a
mantenere) un’occupazione stabile e duratura, spesso turbati dal
proprio futuro e convinti che esso sia indipendente dalle scelte
personali.
Sono più della metà del
campione,
soprattutto
donne.
Spaventati,
sconsolati,
spesso afflitti, ma tuttavia
attivi e disposti a fare
sacrifici pur di lavorare.
La percezione giovanile del mercato del lavoro nelle Marche
I «fatalisti»
Aspettano l’evolversi del mercato del lavoro senza preoccuparsi
eccessivamente di quello che verrà. L’attesa si traduce quindi in
uno “stare alla finestra”, aspettando tempi migliori.
Sono
circa
il
10%
dell’intera popolazione, in
prevalenza maschi.
Diffusa
assenza
di
aspettative e di progetti
imminenti
La percezione giovanile del mercato del lavoro nelle Marche
I «conservatori»
Corrispondono a circa l’8% del totale, con un livello di istruzione
medio-alto, che hanno maturato esperienze di lavoro eterogenee,
riuscendo a dare continuità al proprio percorso occupazionale.
L’aver raggiunto un certa stabilità lavorativa spinge questo gruppo
di giovani ad assumere un atteggiamento “difensivo”, orientato a
salvaguardare l’attuale occupazione o a consolidarne una migliore.
Vivono
giornata
per
giornata, accontentandosi
del presente, con l’intento
di non perderlo.
La percezione giovanile del mercato del lavoro nelle Marche
I «positivi»
Sono giovani fiduciosi delle proprie possibilità e di quelle che offre
il mercato del lavoro, interessati soprattutto a migliorare la propria
condizione economica e professionale. In sintesi, vogliono di più e
pensano di poterlo ottenere, sicuri delle proprie scelte.
Corrispondono
al
5%,
prevalentemente uomini
tra i 30 e i 35 anni
Hanno elevati livelli di
flessibilità contrattuale e
un identikit professionale
di alto profilo, con buona
propensione alla mobilità.
Famiglie Marchigiane e Mercato del Lavoro
Grazie per l’attenzione!
Per eventuali quesiti inerenti i dati illustrati potete
fare riferimento a:
Stefano Barbarini
[email protected]

similar documents