Debiti Privati

Report
A cura di :
Marco Sala
Samuele Pirovano
Debiti Privati
 Sono esplosi assieme alla bolla immobiliare creando
una crisi finanziaria mondiale.
 Trasformandosi poi in debiti pubblici tramite tre
canali:
 Diminuzione delle entrate statali
 Aumento/non riduzione delle spese statali
 I governi han dovuto provvedere a salvare istituti
bancari in crisi
Debito Privato: causa della crisi del 2008
 La crisi economica ha avuto avvio dai primi mesi del
2008 in tutto il mondo in seguito a una crisi
finanziaria scoppiata l'anno precedente negli USA con
la crisi dei mutui subprime e per finire con una crisi
creditizia con conseguente crollo dei mercati
borsistici.
Mutui Subprime
 Mutui concessi a persone facilmente insolventi nei
pagamenti (es. persona disoccupata)
Cosa sono i CDO?
 Collateralized debt obligations
 Prestiti obbligazionari creati usando la tecnica della
cartolarizzazione, impacchettando una serie di bond o
di derivati.
 Emessi in varie tranche da speciali società-veicolo.
Tutti contenti?
 Il broker guadagna la commissione
 La famiglia acquista la casa
 L'erogatore percepisce gli interessi del mutuo
L'inzio della fine...









Gli investitori domandano sempre più CDO
La banca li chiede al mercato
Ma il mercato non risponde
Le famiglie che possono permettersi un mutuo lo
hanno già
Crisi dei Subprime
Svalutazione immobili
CDO titoli tossici
Congelazione mercato
Crack finanziario di numerosi istituti bancari
Titolo «Lehman Brothers »
Debito privato
 A livello mondiale impedisce la ripresa
 World Economic Outlook del Fondo Monetario
Internazionale
Consumi/Indebitamento Privato
Commento grafico:
 Paesi che hanno registrato la più forte caduta dei
consumi delle famiglie sono stati quelli in cui
l'indebitamento delle famiglie era maggiormente
aumentato.
 Paesi con debiti privati elevati, hanno sperimentato
poi la più forte crescita dei debiti pubblici
Debito pubblico e debito privato:
dati a confronto
OCSE:
 Debito complessivo dei paesi membri ha superato il
100%
 Consolidamento fiscale finalizzato alla riduzione del
rapporto debito/PIL deve essere il principale obiettivo
di politica economica
Può il debito privato aiutare od
aggravare la situazione economica,
oppure l’unico dato rilevante è il
rapporto tra debito pubblico e PIL?
Debito pubblico in % del PIL
Debito privato in % del PIL
Debito pubblico+Debito privato in % del PIL
La garanzia del risparmio privato
 Elevato ammontare della ricchezza finanziaria netta
delle famiglie italiane
 Risparimo privato italiano fattore rilevante da tener
conto nel patto di stabilità europeo
 Non è mai stato inserito nella “formula europea” di
calcolo dell'impegno annuale di riduzione del debito
pubblico
 Se l'italia non avanza proposte precise sui fattori
“attenuanti” e in particolare sul risparmio privato
arriveremo al punto di essere trattati come Irlanda e
Grecia
La ricchezza delle famiglie italiane
 Alla fine del 2010 la ricchezza netta delle famiglie
italiane, cioè la somma di attività reali (abitazioni,
terreni, ecc.) e di attività finanziarie (depositi, titoli,
azioni, ecc.), al netto delle passività finanziarie (mutui,
prestiti personali, ecc.), è risultata pari a circa 8.640
miliardi di euro
Conclusioni
 Non si può considerare solo il rapporto tra debito
pubblico e PIL
 Ricchezza famiglie e indebitamento privato fattori
importanti

similar documents