L*impianto cocleare: una breve panoramica

Report
Dr. Luca INGOLD, Specialista ORL FMH, Locarno
L’IMPIANTO COCLEARE:
UNA BREVE PANORAMICA
Assemblea ATiDU 7 maggio 2011
Cos’è un impianto cocleare (IC)?
l’unica tecnologia medica
capace di sostituire un
organo di senso – l’udito
• un dispositivo elettronico
parzialmente impiantabile
che ridà sensazioni sonore a
persone totalmente o
profondamente sorde,
se queste non traggono
beneficio dalle protesi
acustiche convenzionali
•
Assemblea ATiDU 7 maggio 2011
Cos’è un impianto cocleare (IC)?
 Un IC trasforma le onde sonore
in impulsi elettrici, che stimolano
direttamente le fibre del nervo
acustico scavalcando le parti
danneggiate dell’orecchio interno
 le aree uditive della corteccia
cerebrale riconoscono questi
segnali come suoni
Assemblea ATiDU 7 maggio 2011
Un impianto cocleare è composto da
una parte esterna
una parte interna
A) il processore vocale
B) la bobina
C) il ricevitore / stimolatore
con il filo porta elettrodi
c
Assemblea ATiDU 7 maggio 2011
Differenze tra protesi acustica
e impianto cocleare (IC)
Protesi acustica
Impianto cocleare
 Amplifica i segnali sonori e
 Converte i segnali sonori in
presuppone un orecchio
interno almeno in parte
funzionante
 Il suono amplificato passa
attraverso l’orecchio medio
e interno in modo naturale
per raggiungere i centri
uditivi cerebrali
impulsi elettrici, inviati agli
elettrodi nella coclea sorda
 Il nervo acustico viene
stimolato elettricamente
 Imparare a sentire con l’IC
richiede una lunga e
specifica riabilitazione
uditiva e logopedica
Assemblea ATiDU 7 maggio 2011
Come funziona un IC ?
Assemblea ATiDU 7 maggio 2011
Come funziona un IC ?
 Attraverso il microfono
del processore vocale (1)
le onde sonore vengono
elaborate digitalmente
e trasmesse alla bobina
 Dalla bobina i segnali
codificati giungono via
onde radio all’impianto
(2), che li invia agli
elettrodi inseriti nella
coclea (3)
Assemblea ATiDU 7 maggio 2011
Come funziona un IC ?
 Questi segnali elettrici
stimolano le fibre del
nervo acustico, che a
sua volta invia gli
impulsi ai centri uditivi
del cervello
 Il cervello riconosce i
segnali ricevuti come
impressioni sonore
Assemblea ATiDU 7 maggio 2011
Evoluzione storica dell’IC
 Alessandro Volta (1790) scoprì che uno stimolo
elettrico nell’orecchio produce sensazioni sonore
 Lundberg (1950) effettuò la prima stimolazione
elettrica intraoperatoria del nervo acustico
 Dal 1961 agli anni ‘70 sviluppi sperimentali con
impianti prototipo mono- e multicanale
 Primo IC nel bambino a Los Angeles (1980), in
Europa a Oslo (1988)
 In Germania (2006) è stato impiantato il più
giovane bimbo di appena 5 mesi bilateralmente
Assemblea ATiDU 7 maggio 2011
Presupposti per un IC
Assemblea ATiDU 7 maggio 2011
Presupposti per un IC
 Grave danno cocleare delle cellule ciliate con




sordità percettiva profonda o totale
Il nervo acustico dev’essere funzionante
La coclea non dovrebbe essere calcificata
Giovani e adulti divenuti sordi devono
possedere buone competenze linguistiche
Non esistoni limiti di età verso l’alto per
persone in buona salute psicofisica
Assemblea ATiDU 7 maggio 2011
Controindicazioni per l’IC
 Mancato sviluppo dell’orecchio interno
 Assenza del nervo acustico
 Infezioni persistenti dell’orecchio medio
 Adulti nati sordi che non sanno parlare
 Gravi deficit dello sviluppo psicomotorio
 Riabilitazione postoperatoria non garantita
Assemblea ATiDU 7 maggio 2011
I 5 centri svizzeri per IC
Basilea
Zurigo
Lucerna
Berna
Ginevra
Assemblea ATiDU 7 maggio 2011
Gli accertamenti preliminari
Valutazione dello specialista ORL
Invio ad uno dei centri per IC:
 Esami audiologici approfonditi Indicazione
per l’IC
 Accertamenti radiologici
 Scelta del lato da impiantare e del prodotto
 Informazioni esaustive al paziente e famigliari
 Assicurare il finanziamento
Assemblea ATiDU 7 maggio 2011
Gli accertamenti preliminari
Valutazione dello specialista ORL:
 Esame clinico con otomicroscopia
 Audiometria tonale e vocale/potenziali uditivi
evocati a conferma della sordità profonda
 Esame vocale in campo libero con le protesi
acustiche > assenza di un beneficio
 Contatto con l’audioprotesista
Invio ad uno dei centri per IC
Assemblea ATiDU 7 maggio 2011
Esami audiologici al centro per IC
Persone giovani e adulti
Neonati e bambini
 Audiometria tonale e
 Emissioni otoacustiche
vocale, esame vocale in
campo libero con le protesi
acustiche
 Potenziali uditivi evocati
 Minimal auditory capability
(MAC-Test)
 Esame vestibolare
dell’equilibrio
 Potenziali uditivi evocati
 Audiometria di reazione e
comportamentale con e
senza le protesi acustiche
 Valutazione
audiopedagogica
 Esclusione di gravi deficit
cognitivi associati
Assemblea ATiDU 7 maggio 2011
Esami radiologici al centro per IC
Tac e risonanza
magnetica cerebrale
 Situazione anatomica
dell’orecchio interno
 Integrità del n. acustico
 Possibili ostacoli per la
posa dell’impianto
Assemblea ATiDU 7 maggio 2011
Gli accertamenti preliminari
Scelta del lato da impiantare Informazioni esaustive al
paziente e ai famigliari
 impianto monolaterale
 Risultati delle indagini
 impianto bilaterale
 Svolgimento
Scelta del prodotto
dell’intervento
 Attivazione dell’IC
 Riabilitazione e
controlli successivi
Assemblea ATiDU 7 maggio 2011
Gli accertamenti preliminari
Assicurare il finanziamento
L’AI / AVS finanzia
 Il processore vocale e
le batterie
 Il mappaggio del
processore vocale
 Le terapie riabilitative
La Cassa malati finanzia
 Impianto (parte interna)
 Operazione
 Ospedalizzazione
Assemblea ATiDU 7 maggio 2011
L’operazione
 Intervento in narcosi di
ca. 2 ore : scopi
 posizionare l’impianto
dietro l’orecchio tra
l’osso e la pelle
 inserire gli elettrodi
nella chiocciola (coclea)
 prove di funzionamento
dell’impianto (NRT*)
* Neural Response Telemetry
Assemblea ATiDU 7 maggio 2011
L’operazione
Dopo l’intervento il paziente non sentirà per 1 mese
> fino all’attivazione del processore vocale
Le complicanze sono rare: vertigini, disturbi del gusto
passeggeri
Assemblea ATiDU 7 maggio 2011
Controllo radiologico postop.
Assemblea ATiDU 7 maggio 2011
Attivazione e mappaggio del
processore vocale
Si programmano nel processore vocale i parametri
per ogni singolo elettrodo: frequenza e intensità degli
impulsi elettrici per un ascolto gradevole ed efficace
Assemblea ATiDU 7 maggio 2011
Mappaggio del processore vocale
Assemblea ATiDU 7 maggio 2011
Accessori per l’IC
clip
Telecomando
Caricatore per batterie
Batteria esterna fissata agli abiti
Assemblea ATiDU 7 maggio 2011
Accessori per l’IC
Cavo di allacciamento al processore vocale per
lettore MP3, impianto stereo o televisore
Collegamento audio per PC, X-box e PlayStation
Assemblea ATiDU 7 maggio 2011
Accessori per l’IC
Bobina telefonica a induzione integrata nel processore vocale
Assemblea ATiDU 7 maggio 2011
La stimolazione elettroacustica
 Combinazione della
tecnologia di IC e di
amplificazione acustica
in un unico sistema
 Per sordità parziali con
udito mantenuto alle
basse frequenze
 Elaborazione parallela
delle informazioni
acustiche ed elettriche
nel processore vocale
Assemblea ATiDU 7 maggio 2011
La stimolazione elettroacustica
Il tragitto elettrico (1-4):
 Segnali altofrequenti
inviati dall’impianto agli
elettrodi nella coclea
Il tragitto acustico (A-D):
 Segnali bassofrequenti
amplificati attraversano
l’orecchio normalmente
Il n. acustico invia gli stimoli
elettroacustici al cervello
Assemblea ATiDU 7 maggio 2011
Consulenza e informazioni
 Comunità di interessi IC Svizzera




www.cochlea-implantat.ch
Cliniche per IC: Basilea, Berna, Ginevra,
Lucerna e Zurigo
Produttori di IC: Cochlear, Med-El, Adv.Bionics
ATiDU www.atidu.ch
ASPEDA/SVEHK www.aspeda.ch
Assemblea ATiDU 7 maggio 2011
Grazie per l’attenzione
Assemblea ATiDU 7 maggio 2011

similar documents