File - accounts.unipg>it

Report
ORDINAMENTO GIURIDICO
STATALE
- ELEMENTI COSTITUTIVI -
Pluralità degli ordinamenti
Ordinato svolgimento della vita sociale
Subordinazione ad una visione unitaria
dell’interesse generale
posizione di preminenza
del maggiore dei gruppi sociali
• non dipende, per la predisposizione delle regole, da
altri ordinamenti = originarietà
• ha in sé la capacità e la forza di disciplinare e
mediare gli interessi
• territorio, come centro di riferimento e
localizzazione degli interessi
STATO:
ORDINAMENTO GIURIDICO ORIGINARIO
A FINI GENERALI E A BASE TERRITORIALE
DOTATO DI UN APPARATO AUTORITARIO
POSTO IN POSIZIONE DI SUPREMAZIA
STATO TITOLARE DEL
POTERE POLITICO
quella specie di potere sociale che si basa sulla
possibilità di imporre la propria volontà
ricorrendo alla forza legittima
potere sociale: capacità di influenzare
il comportamento
di altri individui
a seconda del mezzo utilizzato:
- potere economico
- potere ideologico
- potere politico
forza legittima
principio di giustificazione
diritto di comando di coloro che ottengono
la titolarità del potere sulla base di procedure legali
e lo esercitano con l’osservanza
dei limiti stabiliti dal diritto
GLI ELEMENTI COSTITUTIVI DELLO
STATO:
a)
sovranità
originarietà/indipendenza
supremazia
(elementi interdipendenti)
si concretizza in una serie di atti tipicizzati attraverso i
quali viene esercitato il comando
(legge, atto amministrativo, sentenza)
problema della “spettanza” della
sovranità
formale
sostanziale
- teoria teocratica
- teoria della sovranità statale (St. pers. giur.)
- teoria della sovranità nazionale
- teoria della sovranità popolare
predisposizione di mezzi giuridici e istituzionali
affinché il potere politico derivi effettivamente
dal popolo, rispecchiandone le esigenze e le aspirazioni,
senza però soccombere
ai conflitti fra i tanti interessi sociali
ma v. nuove tendenze della sovranità
organizzazioni sovranazionali
b) territorio
la delimitazione del territorio come condizione essenziale
per garantire l’esercizio della sovranità a ciascuno
Stato e l’indipendenza reciproca tra gli Stati
- terraferma (confini naturali o artificiali)
- mare territoriale
- piattaforma continentale
- spazio atmosferico sovrastante
- navi e aerei battenti bandiera statale fuori dal territorio
- sedi delle rappresentanze diplomatiche all’estero
ma oggi: crisi del rapporto fra sovranità e
territorio
mercato europeo
/
“globalizzazione”
creazione di un mercato mondiale in cui i fattori produttivi si
spostano con estrema facilità da un Paese all’altro
LO STATO È SEMPRE PIÙ INFLUENZATO DA
DECISIONI POLITICHE CHE VENGONO PRESE AL DI
FUORI DEI CONFINI MA CON EFFETTI RILEVANTI
ALL’INTERNO DEL TERRITORIO
c) POPOLO
la comunità di tutti coloro ai quali l’ordinamento
giuridico statale assegna lo status di cittadini
situazioni giuridiche attive
e passive che pongono
i cittadini in relazione
con l’apparato autoritario
/ TERRITORIO
centro di riferimento
degli interessi comunitari
COLLEGAMENTO POPOLO
PRESUPPOSTO PER L’ACQUISTO
DELLO STATUS DI CITTADINO
comunanza di valori e interessi che valgono a
distinguere una comunità statale da un’altra
necessità di un ordinamento
che ne appresti la tutela
in un ambito spaziale di rif.
DUNQUE POPOLO COME:
“la collettività degli individui in sé considerata,
nel suo complesso e nella sua unità, che non
viene meno e non muta con l’incessante mutare
dei suoi componenti”(S. Romano)
== dai concetti di POPOLAZIONE (cittadini + stranieri + apolidi)
e NAZIONE (entità etnico-sociale)
CITTADINANZA
CONDIZIONE PER L’ESERCIZIO DEI DIRITTI
CONNESSI ALLA TITOLARITÀ DELLA SOVRANITÀ DA PARTE DEL
POPOLO
E
FONDAMENTO DI ALCUNI DOVERI COSTITUZIONALI
-MODI DI ACQUISTOLa cittadinanza italiana si acquista con la nascita per:
- ius sanguinis
- ius soli
- su richiesta
La cittadinanza si può perdere per rinunzia o automaticamente
(in casi particolari)
La cittadinanza si può riacquistare (in casi particolari)
Ma oggi: crisi del rapporto fra territorio e popolo
A) FENOMENO DELL’INTEGRAZIONE EUROPEA
CITTADINANZA EUROPEA
(Trattato di Maastricht 1992)
“completa la cittadinanza nazionale e non la sostituisce”
(art. 17 Trattato UE)
a) diritto di circolare e soggiornare liberamente
nel territorio degli Stati membri
b) tutela a parità di condizioni dei cittadini
c) diritto di petizione al Parlamento europeo
d) diritto di rivolgersi al mediatore europeo
e) diritto di elettorato attivo e passivo nelle elezioni comunali
e nelle elezioni del Parlamento europeo
f) diritto di adire la Corte di Giustizia
B) FENOMENO DEI FLUSSI MIGRATORI di MASSA
alla distinzione cittadino / straniero tende a
sovrapporsi un’altra basata sulle nozioni di
“residente”, “abitante”
CITTADINANZA SOCIALE
RIFLETTE IL PASSAGGIO DALLO STATO-NAZIONE
ALLE SOCIETÀ MULTICULTURALI

similar documents