Disfagia neurologica - Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata

Report
Ospedale Civile Maggiore
AZIENDA OSPEDALIERA - ISTITUTI OSPITALIERI DI VERONA
U.O. DI MEDICINA FISICA E RIABILITAZIONE – Direttore Dott. P. Alberto Pernigo
La disfagia neurologica
L’albero della vita (Gustav Klimt)
0
Guida a cura di:
Primario: Dott. P.Alberto Pernigo
Medico dedicato: Dott. Serena Recchia
Coordinatrice: Log. Bice Trombetti
Logopediste: Beatrice Barbieri
Renata Faggionato
Silvana Bertasini
Un grazie particolare ai colleghi del Servizio di
logopedia del Policlinico GB Rossi di Verona per
l’aiuto offertoci con affettuosa e costante
competenza.
Servizio di LOGOPEDIA telefono: 045/8122662-3367
Portale Aziendale: www.ospedaliverona.it
1
Devo
stare
attento a
come
mangio?
Posso
mangiare
?
Posso
bere?
2
Questa guida è nata
per accompagnare i pazienti
disfagici
e i loro familiari nella gestione
di una deglutizione sicura
e
il più possibile naturale …
3
Cos’è la
disfagia
neurologica?
E’ un disturbo caratterizzato
dalla difficoltà o
impossibilità nel masticare il
cibo, preparare il bolo,
deglutirlo.
Impedisce di alimentarsi in
modo sicuro, autonomo e
naturale.
4
Può insorgere in seguito a varie
patologie neurologiche
quali:
Ictus
M. di Parkinson
Sclerosi Multipla
Demenza
Trauma cranio encefalico
ecc
5
Cosa può provocare?
•Alimentazione insufficiente/
denutrizione
•Disidratazione
•Infezioni broncopolmonari
6
Come si
riconosce?
Il paziente potrebbe:
• tossire mentre mangia e/o
beve.
• avere bisogno di schiarirsi la
gola spesso
• fare deglutizioni ripetute e
faticose dopo i pasti.
7
• trattenere a lungo il cibo in
bocca
• masticare con estrema
lentezza
• avere la voce gorgogliante
dopo i pasti
• avere senso di soffocamento
8
Cos’è più
difficile
deglutire?
Soprattutto i
LIQUIDI
… acqua, the, tisane,
brodo, latte, succhi
di frutta …
Spesso i
SOLIDI
… pane, pasta, carne,
verdure, dolci …
Talvolta LIQUIDI e SOLIDI
9
Cosa si può
mangiare?
Alcuni pazienti devono avvalersi di una
alimentazione “alternativa”(SNG, PEG,
TPN) per periodi più o meno lunghi;
altri, in base alle indicazioni date dal
medico,
possono
mangiare
cibi
di
consistenze e caratteristiche diverse.
SNG Sondino Naso-Gastrico
PEG Gastrostomia Endoscopica Percutanea
TPN Nutrizione Parenterale Totale
10
Cosa si può
mangiare?
3 diverse diete, a seconda del
livello di gravità del disturbo,
permettono di alimentarsi in
relativa sicurezza.
(Linee guida SPREAD 2007)
11
Quali sono
le diete?
• Il paziente ha
difficoltà importanti.
Semisolida • È necessaria la
massima sicurezza
• Il paziente inizia a
Morbida
deglutire cibi di
diversa consistenza
• Il paziente riesce a
gestire quasi tutti i
Libera
modificata cibi.
12
Dieta
semisolida …
• Semolino/crema di riso densa
• Passato di verdure denso senza
pasta
• Omogeneizzati di carne, pesce,
formaggio, frutta.
13
• Verdura senza filamenti,
buccia e semi frullata
• Purè di patate morbido
• Mousse
• Crema/budini
• Yoghurt cremoso
E’ importante
non venga somministrata
acqua né liquidi
se non espressamente
permesso dal medico
14
Dieta
morbida …
•Pastina asciutta ben cotta e
condita
•Polenta morbida
15
• Carni morbide e tritate
(polpette, macinato, svizzere)
senza legamenti e filamenti,
ben condite con sughi e brodi
per renderle più umide
• Prosciutto cotto tritato
• Pesce privo di lische/pelle/
coda, ben cotto e sminuzzato
(sogliola, platessa)
16
• Formaggi freschi, cremosi,
morbidi (stracchino, robiola,
ricotta)
• Uova strapazzate, frittate,
uovo alla coque
• Verdure prive di filamenti,
cotte a vapore o lessate,
schiacciate, ridotte in piccoli
pezzi
17
• Frutta
senza
buccia
schiacciata o cotta
• Frullati densi
• Gelati privi di pezzi
E’ importante
non venga somministrata
acqua né liquidi
se non espressamente
permesso dal medico
18
Dieta libera
modificata
…
Il paziente
è in grado di gestire/deglutire
quasi tutti i cibi
MA
sono comunque da evitare …
19
ALIMENTI SCONSIGLIATI…
 Tutti gli alimenti con doppia
consistenza:
• Pastina in brodo
• Minestrone con verdura a
pezzi.
• Pane/fette biscottate
inzuppate.
• Yoghurt con pezzi di frutta
20
 Pane, grissini, crackers, fette
biscottate
 Riso, orzo, farro…
 Carne filacciosa e asciutta
 Formaggi stagionati
 Verdure filacciose (finocchi,
spinaci, fagiolini, insalata … )
 Legumi interi (piselli, fagioli,
lenticchie …)
 Frutta secca
 Dolci: caramelle, merendine,
brioches
21
Come si può rendere
il cibo più invitante?
Rispettando:
• I gusti
• Le preferenze
alimentari
• I colori dei cibi
• Le abitudini …
Differenziando le portate,
cercando di non unirle
in un unico “pastone”!
22
Come si può facilitare
l’assunzione dei cibi?
Se sono troppo duri e pastosi
si possono
lubrificare / ammorbidire
con …
Olio, panna,
maionese,
besciamella, brodo,
latte,
succhi di frutta
23
Se sono troppo liquidi si
possono addensare con :
Es.
Fecola di patate
Farine di cereali
Pane grattugiato
Biscotto granulato
Addensanti in polvere
24
E … per bere?
• Contrariamente a quanto si
crede, i liquidi sono “più difficili”
da deglutire in modo SICURO.
• Quando si ha difficoltà
nell’assunzione di liquidi è
consigliabile ricorrere a prodotti
particolari:
Acquagel
(meglio se fredda)
Polvere addensante
25
Quando e
come
posso bere …
Se il medico ha consentito
l’assunzione dei liquidi,prestare
attenzione a:
 Non bere durante i pasti, ma prima
o dopo, ASSICURANDOSI che non
ci siano residui di cibo in bocca
 Assumere piccoli sorsi d’acqua,
direttamente dal bicchiere o con
un cucchiaino
 Tenere il capo leggermente flesso
in avanti durante la deglutizione
26
Si devono avere altri
accorgimenti?
Per un pasto sicuro è
importante:
essere in un luogo tranquillo
e concentrarsi unicamente sul
pasto senza distrazioni (per
es. parlare, guardare la tv
ecc.)
 stare seduti e concentrati.
Se si è a letto, la testata deve
essere sollevata a 80°-90°.
27
mangiare
lentamente,
un
boccone piccolo alla volta.
Ogni boccone deve essere
deglutito prima di passare al
successivo
Attenzione!
Non
devono
rimanere residui di cibo in
bocca tra i vari bocconi e al
termine del pasto
28
 tenere il capo leggermente
flesso in avanti durante l’atto
deglutitorio
 evitare di bere durante il pasto
E’ importante
avere la bocca pulita
(lavare i denti o la protesi)
in modo da non lasciare
pericolosi residui di cibo.
29
… e per le
medicine?
SOMMINISTRAZIONE DI
FARMACI ORALI
NO
Compresse + acqua
Compresse amalgamate
in: acqua-gel, budino o
mousse …
SI
Formulazioni orali liquide
(es. sciroppi)
+
addensante
30
In breve …
Valutazione
medica
Consigli generali
specifici
per paziente e
famigliari
Disfagia
Neurologica
Scelta
della
dieta
Trattamento
riabilitativo
specifico
31
… tuttavia,
data la complessità e la
delicatezza del problema,
non c’è guida
che possa sostituirsi
al colloquio diretto
con gli specialisti che se ne
occupano.
32

similar documents