SPORT E BAMBINO RELAZIONE SVOLTA AL CONI GENOVA

Report
Prof. Alberto Ferrando
(a contratto in pediatria di famiglia)
Pediatra di Famiglia
Pres. Fed. Reg. Ordini dei Medici Lig.
Vicepres. Ordine dei Medici di genova
Vicepres. Ass. Ped. Liguri (APEL)
www.ferrandoalberto.eu Ferrandoalberto.blogspot.com
[email protected]
www.apel-pediatri.it
www.ferrandoalberto.it
Superamento del Ruolo
concettodel
“paternalistico”
del Medico e sostituzione della “cultura della
didella
Famiglia
malattia” Pediatra
con la “cultura
salute”
To cure
To care
integrare il tradizionale modello
bio- medico (processi di diagnosi
e terapia)
con un più articolato modello di
medicina centrata sul bambino e
la famiglia (Patient -and
Family- Centered Care o
PFCC).
www.apel-pediatri.it
www.ferrandoalberto.it
COME PDF DI COSA MI DEVO
OCCUPARE :
• EDUCAZIONE
• PREVENZIONE
• DIAGNOSI, CURA E RIABILITAZIONE
• “GOVERNO CLINICO”:
CREARE SINERGIE CON CHI E’ “IN
CONTATTO CON I BAMBINI E
SENSIBILIZZARE LA POLITICA A
“INVESTIRE” IN QUESTO
www.apel-pediatri.it
www.ferrandoalberto.it
EDUCAZIONE
• Della famiglia (chi decide di far fare
sport )
• Del bambino (chi domani farà sport)
• Dell’adolescente (chi oggi fa sport)
www.apel-pediatri.it
www.ferrandoalberto.it
PREVENZIONE
• Visita medica
• Prevenzione degli incidenti
www.apel-pediatri.it
www.ferrandoalberto.it
Cosa dobbiamo valutare/fare ?
Anamnesi
1. indagare eventuali condizioni che potrebbero limitare la partecipazione ad attività
sportiva
2. indagare eventuali condizioni che potrebbero predisporre il soggetto a traumi
o lesioni (lesioni o malattie trascurate, problemi congeniti o dello sviluppo)
Esame Obiettivo
1. determinare
lo stato generale di SOLO
salute del soggetto
Non Rispondere
alle esigenze
2. determinare il grado di maturazione fisica del soggetto
didi tipo
medico-legale
3. valutarne lo stato
forma fisica
Comunicazione con la famiglia
1. sfruttare l’occasione per un dialogo ed un counselling fra medico e paziente su
problemi di salute
2. dare consigli sul tipo di sport e sulle caratteristiche che devono avere le società
sportive
Da Miche Fiore
AA.VV., ACSM’s Guidelines for the Team Physician, Lea & Febiger, Philadelphia 1991 (modificato)
www.apel-pediatri.it
www.ferrandoalberto.it
Pediatr Clin North Am. 2004 Oct;51(5):1421-41.
Risk of sudden cardiac death in young athletes:
Which screening strategies are appropriate?
Bader RS, Goldberg L, Sahn DJ.
NON sono disponibili sufficienti risorse per valutare
completamente ed esaurientemente tutti i giovani atleti
prima di partecipare a sport competitivi!!!. Per questo
motivo la valutazione cardiovascolare del giovane atleta
deve essere indirizzata ad aree ad alto rischio e a coloro
che sono a maggior rischio: presenza di sintomi suggestivi
(anche se di lieve grado) e a coloro che hanno una anamnesi
familiare di morte improvvisa o di morte da cause
cardiache in giovane età
www.apel-pediatri.it
www.ferrandoalberto.it
Asma da esercizio fisico è
presente in circa il 7080% dei bambini non in
terapia con steroidi
inalatori
www.apel-pediatri.it
www.ferrandoalberto.it
Rashidi Wheeler morto per asma
sul campo
03.08.01
Rahidi
Wheeler
www.apel-pediatri.it
www.ferrandoalberto.it
Becker JM, Rogers J,
Rossini G, et al. Asthma
deaths during sports: report
of a 7-year experience.
J Allergy Clin Immunol 2004
61 deaths over a 7-y period
81% < 21 y
www.apel-pediatri.it
57% elite athletes
www.ferrandoalberto.it
Becker JM, Rogers J,
Rossini G, et al. Asthma
deaths during sports: report
of a 7-year experience.
J Allergy Clin Immunol 2004
• Adolescenti a rischio: 10-14 anni fascia prevalente!
• Non solo sport agonistico.
www.apel-pediatri.it
www.ferrandoalberto.it
Becker JM, Rogers J,
Rossini G, et al. Asthma
deaths during sports: report
of a 7-year experience.
J Allergy Clin Immunol 2004
• Adolescenti a rischio: 10-14 anni fascia prevalente!
• Non solo sport agonistico.
•Molti con asma lieve.
www.apel-pediatri.it
www.ferrandoalberto.it
www.apel-pediatri.it
www.ferrandoalberto.it
Da Curi a Ferraris IV: i caduti del
pallone
Il tragico elenco dei calciatori morti
sul campo.
Tra i miracolati Antognoni,
Casiraghi e Lionello Manfredonia
www.apel-pediatri.it
www.ferrandoalberto.it
Lionello Manfredonia, il difensore della Roma che fu colpito da infarto
nel dicembre del 1989, durante una gara di campionato, a Bologna.
Decisivi per lui si rivelarono i massaggi cardiaci che riuscirono a
tenerlo in vita mentre l'ambulanza lo trasportava in ospedale:
Manfredonia riuscì a sopravvivere e qualche mese dopo abbandonò il
calcio.
21 novembre 1981, Giancarlo Antognoni riportò un forte trauma alla
testa dopo un violento scontro di gioco con il portiere del Genoa
Martina. Il giocatore della Fiorentina perse i sensi e si salvò grazie alla
respirazione bocca a bocca ed al massaggio cardiaco praticati dal
massaggiatore e dal medico.
www.apel-pediatri.it
www.ferrandoalberto.it
Marlon Brandao, che il 24 ottobre del 1991 si scontrò con
Luca Marchegiani nel secondo tempo di Torino-Boavista
di Coppa Uefa: il giocatore della squadra portoghese
riportò un trauma cranico con choc convulsivo e arresto
cardiaco, ma l'intervento del medico del Torino evitò che
la situazione precipitasse.
1991 un altro scontro di gioco coinvolse lo juventino
Pierluigi Casiraghi e il genoano Nicola Caricola, che
ebbe la peggio e subì un arresto cardiaco, ma grazie ai
primi soccorsi il giocatore ebbe salva la vita.
www.apel-pediatri.it
www.ferrandoalberto.it
1. le disuguaglianze nella salute dei
bambini e degli adolescenti dipendenti da
condizioni territoriali economiche e
culturali;
2. la salute mentale dei bambini e negli
adolescenti;
3. le conseguenze dei problemi
dell'inquinamento dell'ambiente sulla
salute dei bambini;
4. l’aiuto alle famiglie perché cresca la
capacità di essere genitori.
www.apel-pediatri.it
www.ferrandoalberto.it
L’aumento del disagio relazionale e della patologia
psichiatrica nell’età evolutiva richiede interventi
precoci nel primo anno di vita, fondamentale per una
buona relazione precoce e lo sviluppo del bambino.
La rete territoriale va potenziata e messa in
condizione di integrarsi tra le varie competenze.
Per quanto riguarda l’emergere di nuove patologie,
quali il deficit di attenzione ed iperattività e i
disturbi specifici dell’apprendimento, va cercato
un maggior collegamento con la scuola e le
Associazioni di genitori.
www.apel-pediatri.it
www.ferrandoalberto.it
www.apel-pediatri.it
www.ferrandoalberto.it
Carta dei diritti del bambino che pratica sport
Diritto di praticare attività motoria
Diritto di giocare e divertirsi
Diritto di praticare sport in un ambiente
sano e sicuro
Diritto di essere allenato da personale
qualificato ed adatto a quella fascia di età
Diritto di essere trattato con rispetto
Diritto del giusto riposo
Diritto del controllo della salute
Diritto di competere con giovani di
pari capacità
Diritto di non essere sempre un campione
www.apel-pediatri.it
www.ferrandoalberto.it
www.apel-pediatri.it
www.ferrandoalberto.it
www.apel-pediatri.it
www.ferrandoalberto.it
Intorno a loro 200 persone che urlano,
incitano ed esultano come in un arena:
sembrano perfino divertirsi. …….
Tra il pubblico ci sono anche i genitori
consenzienti a far partecipare i loro figli:
ognuno chiama il proprio “ campione” e
qualcuno aggiunge soddisfatto e orgoglioso:
“Mio figlio non ha mai perso una gara.Se non
fosse qui a combattere, magari sarebbe a
lanciare pietre contro gli autobus: qui impara
a rispettare se stesso e gli altri”.
www.apel-pediatri.it
www.ferrandoalberto.it
FIRENZE - Una lite in tribuna tra i genitori
durante la partita Affrico-Firenze dei pulcini ha
spaventato tanto i bambini, di otto anni, che gli
allenatori hanno deciso di ritirare le squadre dal
campo. Lo riporta il quotidiano 'Il Firenze'. Il
questore della citta' toscana, Francesco Tagliente, si
e' detto "grato" per la decisione, che rappresenta
"un'iniziativa che contribuisce con esempi positivi
a promuovere il rispetto delle regole e della
legalita', soprattutto in presenza di bambini".
www.apel-pediatri.it
www.ferrandoalberto.it
www.apel-pediatri.it
www.ferrandoalberto.it
www.apel-pediatri.it
www.ferrandoalberto.it
Ovunque genitori affaccendati a vestire di
tutto punto i propri bimbetti, sì e no in grado
di stare in piedi sulla neve, come degli
olimpionici in miniatura.
Manlio Comotto 11.12.04
www.apel-pediatri.it
www.ferrandoalberto.it
Le scelte educative
Orientamente al risultato
agonistico
Sportivo/persona
Orientamento al risultato
formativo
Persona/sportivo
Giocano i piu` forti
I piu` bravi non imparano a
rispettare le regole
Giocano tutti
Tutti imparano a rispettare le regole
Esasperazione del lavoro fisicoatletico
Esasperazione del lavoro tatticostrategico
Si rispettano le leggi dell’eta`
evolutiva
Non si specializza
In caso di sconfitta si cerca il
colpevole
Si educa ad essere “furbi” e
scorretti
La sconfitta e` una risorsa
Il “furbo” e` visto come un idiota.
Si educa il valore intrinseco del se`
www.apel-pediatri.it
www.ferrandoalberto.it
www.apel-pediatri.it
www.ferrandoalberto.it
www.apel-pediatri.it
www.ferrandoalberto.it
Il problema della sedentarietà, con
le sue conseguenze, è ben presente fra
la popolazione infantile: sappiamo infatti
che la sedentarietà è co-fattore di
rischio nell'insorgenza dell'obesità,
di valori pressori elevati, di scarsa
capacità aerobica, di scarsa
coordinazione motoria, etc
www.apel-pediatri.it
www.ferrandoalberto.it
L’eccesso di peso e l’obesità
colpiscono i bambini e gli
adolescenti sia sul piano somatico
che psichico
www.apel-pediatri.it
www.ferrandoalberto.it
•Agonismo
•Rapporto figli genitori
(in cui si inseriscono i media)
www.apel-pediatri.it
www.ferrandoalberto.it
possibili danni dell’agonismo se
effettuato troppo precocemente,
cioè prima della maturazione dei
bambini e più per “interessi” degli
adulti (società sportive, allenatori
e, ahimè, famiglie).
www.apel-pediatri.it
www.ferrandoalberto.it
Famiglia agonista
www.apel-pediatri.it
www.ferrandoalberto.it
www.apel-pediatri.it
www.ferrandoalberto.it
ANABOLIZZANTI
Vietati “in-out” competizione
Ronald Coleman Mr. Olympia
Lenda Murray
Ms. Olympia
Sono ormoni steroidei (testosterone,
nandrolone e ecc.) che potenziano la
muscolatura e riducono il grasso.
37
www.apel-pediatri.it
www.ferrandoalberto.itR.
Rossi
38
www.apel-pediatri.it
www.ferrandoalberto.it
Distribuzione del campione per esperienza riferita di fumo di sigaretta, uso ed abuso di alcol,
uso di sostanze illegali, per sesso e fascia di età. Frequenza percentuale e significatività al test c2
ed esatto di Fisher (Maschi vs Femmine)
ETÀ
Fino a 14 anni
MASCHI
FEMMINE
Almeno 1 volta ultimi 30 gg
17,4
27,4
Regolarmente ultimi 30 gg
9,4
Giornalmente ultimi 30 gg
15 anni
MASCHI
FEMMINE
*
25,4
30,9
14,2
*
16,7
6,0
9,4
*
Consumo giornaliero
6,3
0,7
Consumo almeno settimanale
26,8
Almeno 1 ubriacatura ultimi 30 gg
Ubriacatura ripetuta regolarmente ultimi 30 gg
16 e più anni
MASCHI
FEMMINE
n.s.
46,8
70,8
*
20,5
n.s.
36,7
55,6
*
12,4
13,6
n.s.
29,4
41,7
n.s.
*
8,4
2,0
*
7,3
0,0
*
13,3
*
33,9
13,0
*
39,0
16,7
*
9,9
9,5
n.s.
14,6
10,8
n.s.
35,4
25,6
n.s.
2,4
1,4
n.s.
5,7
3,1
n.s.
8,8
9,0
n.s.
5,0
6,8
n.s.
11,7
8,7
n.s.
24,8
20,8
n.s.
Almeno 1 volta ultimi 30 gg
4,0
4,0
n.s.
8,8
5,4
*
19,6
18,5
n.s.
Regolarmente ultimi 30 gg
1,8
1,7
n.s.
5,2
2,9
n.s.
15,2
13,6
n.s.
FUMO SIGARETTE
ALCOL
DROGHE ILLECITE
Tutte
Almeno 1 volta ultimi 30 gg
Cannabis
*differenze statisticamente significative al test c2 e al test esatto di Fisher (p< 0.05)
www.apel-pediatri.it
www.ferrandoalberto.it
www.apel-pediatri.it
www.ferrandoalberto.it

similar documents