Intervento del Presidente della Regione Marche Gian Mario Spacca

Report
Intervento del Presidente Regione Marche
GIAN MARIO SPACCA
Incontro CERN / INFN /Regione
• La Scienza e Tecnologia sono fattori fondamentali per il
progresso sociale ed economico.
• Ricerca, il trasferimento tecnologico e di conoscenza sono
ancor più in questo difficile momento di crisi e contesto
competitivo fattori di crescita determinanti.
• Investimenti in questi settori sono oggi più che mai necessari
per affrontare le grandi sfide future che ci aspettano e per
gettare le basi di uno sviluppo stabile, solidale e sostenibile
non solo dell’economia ma anche del capitale umano e della
società civile.
• Stabilire collaborazioni con grandi Enti di Ricerca Nazionali ed
Internazionali come l’INFN ed il CERN rappresenta quindi una
grande opportunità per il sistema Marche.
2
Alcuni progetti regionali
• Progetti regionali specifici per la ricerca, l’innovazione e il trasferimento
tecnologico (2008-2011): 538 milioni di euro di investimenti attivati, 141
milioni di euro di incentivi, 1.618 progetti agevolati.
• Agenda Digitale Marche: 46 milioni di euro di investimenti in
ICT/infrastrutture immateriali.
• Progetti per costruire un’economia della conoscenza, incrementare la
qualità del lavoro, accrescere la competitività del sistema economico
marchigiano: 53% delle risorse complessive della politica regionale
unitaria Marche 2007-2013 (Fondi FSE, FESR, FAS, PSR, FEP), con 683
milioni di euro.
• Sostegno allo sviluppo con funzione anti-crisi, insieme alle politiche per il
credito, l’internazionalizzazione, le infrastrutture materiali.
3
Nuovi progetti strategici per le Marche
• Avvio di collaborazioni strategiche con Enti di ricerca nazionali
e internazionali: Intesa progettuale con INFN, rapporti operativi
con il CERN.
• Progetto ‘Cloud Computing’ da avviare nel corso del 2012,, per
la realizzazione di una infrastruttura di computing e sviluppo dei
relativi workflow con servizi innovativi a servizio di cittadini
famiglie, imprese ed istituzioni della comunità regionale.
• Progetto ‘Casa Intelligente per la longevità attiva”, con
progettazione e sviluppo di tecnologie avanzate che portino alla
realizzazione di un prototipo di casa domotica quale nodo
intelligente di una rete per la longevità attiva, con ricadute
occupazionali e di investimenti in tutti i settori economici delle
Marche.
4
Nuovi progetti strategici per le Marche
• Sviluppo di un distretto ad alta tecnologia per la longevità
attiva (Ambient Assisted Living) e di progetti per smart cities
and communities con l’utilizzo spinto di piattaforme avanzate
ICT, anche con il sostegno del MIUR.
• Valorizzazione del capitale umano destinato alla ricerca,
attraverso progetti di collaborazione con il mondo universitario
per l’alta formazione e lo scambio con centri di ricerca
internazionale (es. progetto medicina molecolare/USA).
• Sviluppo di conoscenze e progetti nei campi delle nuove
tecnologie di frontiera (nanotecnologie e sensoristica), della
ricerca energetica, del social housing, dei nuovi materiali.
5
Obiettivi dell’incontro
• Fornire possibilità alle imprese marchigiane di stabilire
contatti per avviare possibili collaborazioni industriali con
trasferimento tecnologico e know-how per la realizzazione e
fornitura di beni e servizi.
• Creare opportunità di formazione e trasferimento di
conoscenza di alto livello per giovani diplomati e laureati in
settori strategici ed innovativi.
• Avviare contatti per la realizzazione di progetti di ricerca
innovativi considerati strategici e di comune interesse in
collaborazione con Istituzioni del territorio, consorzi di ricerca
ed imprese
6
INFN e Regione Marche
Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN) è un ente pubblico di
Ricerca che conduce ricerca sperimentale e teorica nei campi della
Fisica nucleare, subnucleare e astroparticellare.
Queste attività di ricerca richiedono lo sviluppo di tecnologia e
strumentazione d’avanguardia che l’INFN sviluppa nei propri
laboratori in collaborazione con l’Università e con il mondo
dell’industria.
Nel territorio Nazionale sono distribuiti 20 sedi e 4 laboratori,
purtroppo nelle Marche non è presente una sede INFN.
7
INFN e Regione Marche
Forte interesse da parte della Regione a promuovere una
collaborazione con l’INFN.
INFN e Regione Marche hanno appena approvato un Protocollo
d’Intesa Progettuale con lo scopo di collaborare avviando e
sostenendo iniziative comuni per promuovere formazione,
attività di ricerca, innovazione e trasferimento tecnologico in
settori tecnico scientifici quali:
–
–
–
–
–
informatica (GRID/Cloud)
elettronica
controlli e sicurezza
criogenia ed alto vuoto
strumentazione per rivelatori di radiazione
8
CERN e Regione Marche
Il CERN (European Organization for Nuclear Research) è il più
grande laboratorio internazionale per la ricerca in Fisica delle
particelle elementari.
Al CERN vengono sviluppati e realizzati i più grandi e complessi
strumenti scientifici (acceleratori e rivelatori) mai costruiti
dall’uomo per studiare i componenti fondamentali della materia.
Questi strumenti richiedono lo sviluppo di tecnologie di punta (che
trovano impiego anche in altri settori) in stretta collaborazione con
le industrie, altri enti di ricerca ed Università.
9
CERN e Regione Marche
Forte interesse della Regione anche in un’ottica di
internazionalizzazione nello stabilire collaborazione con centro di
ricerca e sviluppo tecnologico come il CERN leader a livello
mondiale.
– Possibilità per giovani laureati e dottorati di usufruire di borse di studio
finanziate dalla Regione presso gruppi di ricerca al CERN.
– Opportunità per l’industria di partecipare a gare e commesse al CERN.
Stabilire collaborazioni per lo sviluppo di tecnologie e strumenti con
reciproco beneficio.
– Avviare contatti per la partecipazione a progetti di ricerca applicata
(GRID/CLOUD, tecniche diagnostiche, materiali)
Disponibilità del CERN a partecipare ad un gruppo di lavoro per
definire azioni comuni da svolgere
10
Una Cloud per le Marche: M.Cloud
Il progetto sposa in pieno la strategia del piano Europeo 2020
cogliendo le opportunità offerte dalle sette iniziative bandiera in
particolare quella dell’ Agenda Digitale Europea ed Italiana
Proposta di istituire nelle Marche un Consorzio Regionale di Ricerca
ed Innovazione ICT attivando collaborazioni con Enti di Ricerca
Nazionali, Internazionali ed Università.
Un centro di eccellenza e punto di riferimento in Tecnologie
avanzate ICT con l’obbiettivo di migliorare integrazione dei servizi
esistenti e sviluppare servizi digitali innovativi a supporto della
società, Istituzioni ed economia marchigiana.
11
Obiettivi Progetto M.Cloud
Un grande progetto strategico ed innovativo per le Marche che
utilizzando le piu` avanzate Tecnologie Informatiche di Cloud
computing si proporra` di potenziare e sviluppare moderne
Infrastrutture con servizi digitali innovativi permettendo ad
aziende, istituzioni pubbliche e società civile di :
–
–
–
–
–
aumentare l’efficienza e l’innovazione
sviluppare nuovi prodotti
incrementare la crescita della produttività
sviluppare e diffondere uso di competenze avanzate in ICT
favorire lo scambio di informazione e l’aggregazione sociale
consentendo
– risparmio ed uso piu` efficiente delle risorse pubbliche e private
– attrazione e formazione di competenze in settore strategico come ICT
– miglioramento della qualita` della vita dei cittadini e delle imprese
12
M.Cloud
Cloud
Marche
Cittadini
e Case
Domotiche
Universita`
e Ricerca
DATA CENTER(s)
Imprese
ASL
Medici
di
Famiglia
Comuni
Scuole
Protezione
Civile e
Ambientale
Farmacie
13
Potenzialità offerte dal progetto
La realizzazione di questo progetto rappresenta una importante
opportunità e si aspettano numerose ricadute a medio termine
sia in forma di benefici diretti che indiretti, come ad esempio:
• la creazione di una rete regionale di ricerca scientifica e
tecnologica in ICT
• lo sviluppo di formazione ed occupazione giovanile
• Innovazione tecnologica
• possibile generazione di brevetti e spin-off
• attrattività di capitali
• sviluppo di nuovi prodotti e servizi
14
Principali finalità del progetto M.Cloud
•
•
•
•
•
•
Sviluppare e fornire tecnologie Cloud per semplificare le procedure degli uffici dell’
Amministrazione Pubblica e Sanitaria rendendole piu` efficienti, meno costose, piu` fruibili e vicine
ai cittadini.
Sviluppare ed offrire servizi innovativi alle imprese esternalizzando in Cloud i servizi informatici;
offrire consulenza alle imprese per l’ implementazione di soluzioni ICT atte ad ottimizzare i processi
di produzione/amministrazione.
Fornire opportunita` e servizi ai cittadini atti a migliorare la mobilità urbana, la gestione e risparmio
dell’energia, le condizioni generali di sicurezza, la capacita` di assistenza domiciliare per i piu`
anziani e deboli ed una efficace comunicazione con la pubblica amministrazione.
Sviluppare e fornire tecnologie Cloud per migliorare il controllo ed il monitoraggio del territorio ed
ambiente (terrestre, marino ed atmosferico) fornendo alle amministrazioni di protezione civile ed
ambientale (ed anche Veterinario) un sistema piu` moderno ed integrato di controllo del territorio
che sia dotato anche di allarmistica ‘real time’ (Sense-and-Response) .
Sviluppare una rete per svolgere attivita` di ricerca per lo sviluppo di tecnologie innovative ICT in
stretta collaborazione con Enti di Ricerca ed Universita` Regionali, Nazionali ed Internazionali ed
imprese leader nel settore.
Fornire attivita` di alta formazione in moderne tecnologie ICT per la qualificazione e
specializzazione di personale ricercatore, dirigente della pubblica amministrazione e delle imprese
per aumentare le competenze, conoscenze e capacita` di innovazione, elementi sempre piu`
strategici ed importanti nel futuro.
15
Conclusioni
M.Cloud rappresenta un progetto ambizioso e di grande visione
futura.
Un progetto di grande respiro, che intende lanciare le Marche
nel XXI secolo che cogliendo la grande opportunita` offerta dalla
Cloud e le moderne tecnologie di computing, si pone l’obbiettivo
di modernizzare la regione sposando in pieno l’agenda digitale
Italiana ed Europea venendo in contro alle necessita` dei
cittadini, delle imprese e della Istituzioni regionali.
16

similar documents