Walter Bergamaschi

Report
Indirizzi di programmazione socio sanitaria
“Determinazioni in merito alle regole di gestione del servizio socio
sanitario anno 2014”
Direzione Generale Famiglia, Solidarietà Sociale e Volontariato
Direzione Generale salute
Le linee evolutive
del sistema socio-sanitario
• Completamento e piena definizione di un modello a rete per
l’assistenza ospedaliera
• Assetto organizzativo in grado di consolidare lo spostamento dell’asse
di cura dall’ospedale al territorio e conseguente creazione di un polo
territoriale caratterizzato da prossimità, presa in carico e continuità
delle cure
• Separazione fra le funzioni di erogazione delle prestazioni, anche in
ambito territoriale e le funzioni di programmazione sanitaria e
sociosanitaria, negoziazione e contrattualizzazione e controllo della
rete di offerta. Tali funzioni potrebbero avere una dimensione
territoriale più ampia di quella delle attuali ASL, al fine di sfruttare al
meglio le sinergie dell’offerta territoriale
• Aggregazione di diverse strutture / funzioni (acquisti, formazione,
concorsi, sistemi informativi, edilizia sanitaria, servizi trasversali) per
una maggiore efficienza amministrativa
Regole di sistema
in ambito sanitario
• L’inquadramento generale del sistema
• Programmazione sanitaria ed economica
• Interventi per il miglioramento della qualità
• Miglioramento dell’efficienza del sistema
• Semplificazione e comunicazione
• Ricerca e programmi speciali
• Internazionalizzazione ed Expo 2015
Inquadramento generale: livelli economici 2014
Gli interventi diretti regionali
• Sostanziale conferma budget ricoveri e ambulatori
• File F: autorizzato aumento 8% rispetto a 2013 di sistema con
sistema regressioni
• Tetto complessivo del 3,5% previsto per la farmaceutica
ospedaliera
• riduzioni dei costi per beni e servizi nella misura pari al 25%
della minore produzione
• riduzione media tra 1,8% e 2,5% sulla base del diverso
posizionamento aziendale.
• Bando soggetti no profit: anche nel 2014 non sarà emanato il
bando
• Piano Attuativo della Certificabilità dei bilanci
La programmazione sanitaria ed economica
La rete di offerta ospedaliera
Accreditamento e Negoziazione
– Quote di budget suddivise fra settore pubblico e privato
– Affidamento alle ASL della definizione del budget per ogni ente e
negoziazione congiunta ASL-Regione-Erogatore
• Budget ricoveri: 100% finanziato 2013 (-1% per privati)
• Budget ambulatoriale:
– 92% finanziato 2013 (-1% per privati)
– Applicazione del 5% assegnato dalla ASL sulla base di programmazione
territoriale a soggetti accreditati anche non a contratto
– Applicazione del 3% su base regionale con regressioni tariffarie
– Sospensione per un anno di nuovi accreditamenti
– Possibilità adeguamento posti letto a contratto per mobilità
extraregionale
La programmazione sanitaria ed economica
I Contratti
• Indicazioni alle aziende (allegato al contratto) circa le
prestazioni attese (riduzione drg inappropriati, aree di attività
da garantire, riduzione liste di attesa)
• Indicazione tetto di sistema per drg inappropriati (29% max).
Richiesta riduzione 10% dei ricoveri inappropriati con tetto di
sistema
• Quota +/- 2% contratto legata a indicatori di qualità ed esito
valutazione performance
• Possibilità trasferimento risorse da ricovero ad ambulatorio
condizionato da:
•
•
Raggiungimento obiettivi riduzione DRG inappropriati
Valutazione obbligatoria ASL ed indicazioni specifica aree di attività da
garantire con le risorse trasferite
La programmazione sanitaria ed economica
La rete territoriale e cronicità
• Piano strategico pluriennale per la cronicità
• Integrazione con i programmi di prevenzione
• CREG: regole sperimentazione ed estensione 2014
– Tariffe: quota di responsabilità propedeutica all’applicazione
integrale della tariffa Creg
• Definizione del percorso di evoluzione dell’attuale
sistema organizzativo territoriale della Medicina
Generale e Pediatria di Famiglia verso il nuovo sistema
tracciato dalla legge n. 189/2012
• Sperimentazione budget salute in psichiatria
• Conferma del monte risorse per psichiatria e NPI
La programmazione sanitaria ed economica
Investimenti sanitari
• Per l’esercizio 2014 destinati 220 € mln per investimenti
– 160 milioni € piani investimenti aziendali, messa a norma e sicurezza e
completamento dei progetti strategici
– 60 milioni € per sostituzione tecnologie obsolete, progetti di efficientamento
aziendale, riconversione piccoli ospedali in POT
• Commissione regionale per le tecnologie sanitarie:
– valutazione delle acquisizioni di apparecchiature di valore superiore a 250.000 €
– Aggiornamento dal 1° gennaio 2014 del flusso ministeriale grandi tecnologie
– Mappatura classi tecnologiche medio-bassa complessità
• Avvio del programma di progetti finalizzati all’efficientamento del
sistema (centrali sterilizzazione, logistica, farmacie, laboratori ecc.)
• Indicazioni per il piano investimenti aziendali 2014 e per le varianti
• Progetti strategici: l’attivazione dei progetti strategici deve
accompagnarsi all’ottimizzazione dei costi di gestione, anche
attraverso la concentrazione delle attività
Interventi per il miglioramento della qualità
Appropriatezza clinica
• Valutazione delle performance asl nell’area «prevenzione»: avvio del
percorso di benchmarking
• Interventi su appropriatezza prescrittiva in radiologia, medicina
nucleare, gastroenterologia e laboratorio analisi
• Confermato il progetto codici minori di P.S.
• Monitoraggio dell’adesione degli erogatori ai PDTA
• Interventi per migliorare appropriatezza prescrizione farmaci ad alto
costo
• Reti di patologia:
– Nuova governance delle reti di patologia e coordinamento con la
Commissione Sviluppo Sanità
– Coordinamento della DG Salute nello sviluppo dei PDTA e monitoraggio
dell’applicazione degli stessi all’interno delle reti
Interventi per il miglioramento della qualità
Appropriatezza organizzativa
• Riordino reti: riabilitazione , Cure sub-acute, Cure
Palliative e Terapia del Dolore, punti nascita, laboratori
di analisi (anche in ambito prevenzione) e centri
trasfusionali, alta specialità
• Appropriatezza delle prestazioni di prevenzione
oncologica, sorveglianza malattie infettive,
• interventi su stili di vita, sicurezza su luoghi di lavoro
• Interventi per tempi di attesa
Interventi per il miglioramento dell’efficienza
Interventi sulle risorse umane
• Garantire le riduzioni delle strutture complesse, semplici e semplici
dipartimentali previste dal POA
• Rideterminazione dei Fabbisogni di personale triennio 2014-2016
mediante indicatori di efficienza, efficacia ed economicità
• Nel corso dell’anno 2014 verrà effettuato apposito benchmarking
tra le Aziende Sanitarie Lombarde al fine di attuare una
metodologia per la valutazione dei fabbisogni di personale delle
aziende sanitarie e per la definizione dei piani di assunzione
• Categorie protette: possibilità procedere assunzioni ai sensi della
L.68/99
• RAR
– Sarà valutata la possibilità di attivare progetti per le RAR, tenendo
conto delle indicazioni di razionalizzazione e contenimento della spesa
pubblica previsti dalla normativa nazionale ed a quanto disposto dalla
Legge 135/2012
Interventi per il miglioramento dell’efficienza
Gestione degli approvvigionamenti
• Centralizzazione degli acquisti (Consip, ARCA)
• Potenziamento del ruolo di ARCA quale centrale acquisti
regionale
• Entro fine 2013 ARCA fornirà l’elenco delle procedure da
esperire nel 2014
• Obbligo, all’interno dei consorzi, di procedere a gare aggregate
per tutti i beni e servizi
• Autorizzazione preventiva per nuovi servizi con valutazione da
appositi organismi (gruppo di esperti per i servizi e
commissione tecnologie per le apparecchiature)
• Uso del sistema degli osservatori regionale
Semplificazione e comunicazione
• verso l’utenza (ricetta elettronica, certificati on-line,
fascicolo elettronico, prenotazioni on-line, diabete,
celiachia)
• verso le ao (convergenza flussi)
• verso le imprese (bonifica amianto, veterinaria)
• comunicazione a cittadini e stakeholder delle ricadute delle
attività di prevenzione
• comunicazione istituzionale e informazione all’utenza
• obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di
informazioni (d.lgs 33/2013)
• disposizioni in materia di prevenzione della corruzione
Ricerca e programmi speciali
• Fondi per la ricerca destinati a programmi e bandi
della Fondazione Regionale Ricerca Biomedica (25
mln)
• Nell’ambito dei fondi della FRRB un bando di
ricerca sarà destinato agli IRCCS/cofinanziamento
progetti ministeriali
• Fondi per ricerca sanitaria e organizzativa in
ambito cronicità, sistemi informativi, malattie rare
(5 M€)
• Programma di accompagnamento delle aziende
per la certificabilità dei bilanci (5 mln)
Interventi in materia di internazionalizzazione ed
EXPO 2015
• Recepimento della direttiva europea sulle cure
transfrontaliere
• Sperimentazione triennale dell’iscrizione al SSR
per i minori irregolari con possibilità di accesso al
PLS
• Determinazioni per EXPO:
– Realizzazione Piano sanità-expo
– Potenziamento del coordinamento per le azioni
prioritarie (controlli sui cantieri, prevenzione medica e
veterinaria, sistema integrato di sicurezza,
potenziamento dei punti di emergenza sanitaria)

similar documents