presentazione - Infinitamente

Report
ALLENARSI CON LA LETTURA
LETTERARIA – I BENEFICI DELLA
LINGUA RISCOPERTA
VERONA – 14.03.2014
Massimo Salgaro – Università di Verona
Francesco Vespignani – Università di Trento
TRENT’ANNI FA LE CULTURE NON SI
RIVOLGEVANO DA TEMPO LA
PAROLA: MA ALMENO SI
SORRIDEVANO FREDDAMENTE,
ATTRAVERSO L’ABISSO CHE LE
SEPARA. ORA LA CORTESIA È
VENUTA MENO E SI FANNO LE
BOCCACCE.
(SNOW, LE DUE CULTURE, 1959)
DALL’ESTETICA DELLA RICEZIONE (1)ALLA
PSICOLINGUISTICA (2)
1) LETTORI IMPLICITI
2) MEDIE DI LETTORI (DI LETTERATURA)
WOLFGANG ISER, DER IMPLIZITE LESER,
1972


„IL LETTORE ATTENTO NON VIENE COLTO DEL TUTTO
IMPREPARATO DA QUESTE FRASI CONCLUSIVE.“
„IL LETTORE È SCONCERTATO, PERCHÉ LA RIFLESSIONE DELLA
FIGURA CENTRALE DEL ROMANZO CREA ALTRE ASPETTATIVE
RISPETTO A STEPHEN.“
UMBERTO ECO, LECTOR IN FABULA

ALLA FINE DI UNA FAVOLA IL BAMBINO È FELICE DI APPRENDERE
CHE I PROTAGONISTI VISSERO INSIEME FELICI E CONTENTI
PROPRIO COME LUI AVEVA PREVISTO, ALLA FINE DI
DALLE NOVE
ALLE DIECI IL LETTORE DI AGATHA CHRISTIE È FELICE DI
APPRENDERE CHE LUI AVEVA SBAGLIATO TUTTO E CHE
L’AUTRICE È STATA DIABOLICAMENTE SORPRENDENTE.
PIERRE BOURDIEU, LE REGOLE DELL’ARTE

IL LETTORE DI CUI PARLA L’ANALISI – PER ESEMPIO, CON LA
DESCRIZIONE DELL’ESPERIENZA DELLA LETTURA COME
RITENSIONE E PROTENSIONE IN WOLFGANG ISER – NON È ALTRO
CHE IL TEORICO STESSO CHE, SEGUENDO IN CIÒ UNA TENDENZA
MOLTO COMUNE PRESSO IL LECTOR, ASSUME COME OGGETTO LA
SUA PROPRIA ESPERIENZA, NON ANALIZZATA
SOCIOLOGICAMENTE, DI LETTORE COLTO.
STARTING POINTS (ESPERIMENTO
SALGARO/VESPIGNANI/EGIDI)


DURS GRÜNBEIN, KATZE UND MOND (1996)
ROLF A. ZWAAN, EFFECT OF GENRE EXPECTATIONS ON TEXT
COMPREHENSION, IN «JOURNAL OF EXPERIMENTAL
PSYCHOLOGY». LEARNING MEMORY AND COGNITION, 20, 4,
1993, 920-933.
3. DURS GRÜNBEIN (KATZE UND MOND/GATTO E
LUNA, 1996)

IL GATTO CATTURA IL TOPO.

IL GATTO CATTURA LA LUNA.

ADESSO L’AMPIEZZA ERA GIÀ MOLTO PIÙ GRANDE. SI
DIMOSTRAVA CHE I POTENZIALI NEURALI NEL CORSO DELLA
FRASE DA GATTO A LUNA ERANO MOLTO PIÙ ALTI RISPETTO A
QUELLI DA GATTO A TOPO… QUI UN MERO PASSO ASSOCIATIVO,
LÀ UN SALTO CONCETTUALE. L’ECCEZIONALITÀ DELL’AMPIEZZA
IN QUESTO NOTEVOLE FENOMENO LINGUISTICO FU CHIAMATO,
NELL’ELETTROENCEFALOGRAMMA RELATIVO ALLA SERIE DI
ESPERIMENTI, COMPONENTE N400.“
..

LA POESIA EFFICACE, IO CREDO, PARTE SEMPRE DAL SECONDO CASO,
DA UN SALTO GIGANTESCO TRA SPACCATURE LESSICALI. ESSA
UBBIDISCE ALLA SUA PARALOGICA SEMANTICA, CHE RICHIAMA INSIEME
CIÒ CHE È IL PIÙ POSSIBILE DISTANTE, E CHE METTE VICINO CIÒ CHE È
QUASI INCOMPATIBILE. QUANTO PIÙ QUESTO SALTO RISULTA LONTANO
E INASPETTATO, QUANTO PIÙ AMPIA È LA COMPONENTE N400 IN UNA
RIGA O IN UNA SEQUENZA SILLABICA, TANTO PIÙ VASTI SONO IL VERSO
O LA PROSA.
TESI DI DURS GRÜNBEIN :

DIFFERENZA FRA LINGUAGGIO QUOTIDIANO E LINGUAGGIO
LETTERARIO

LE REAZIONI FISIOLOGICHE DEL LETTORE (LA COMPONENTE
N400)

COS’È LA LETTERARIETÀ (LITERARINESS)?

ROMAN JAKOBSON (1921, ON REALISM IN ART: „THE OBJECT OF
STUDY IN LITERARY WORK IS NOT LITERATURE BUT
„LITERARINESS“, THAT IS, WHAT MAKES A GIVEN WORK A
LITERARY WORK“). VIKTOR SHLOVSKY (1913)
LITERARIZITÄT ALS „WELTFORMEL“/LETTERARIETÀ
COME TEORIA DEL TUTTO
(SIMONE WINKO 2009)

ESISTONO DELLE QUALITÀ IMMANENTI
O DELLE FUNZIONI DEL
TESTO CHE CONTRADDISTINGUONO I TESTI LETTERARI?
ESISTONO DEI CRITERI
INTERNI AL TESTO PER DISTINGUERE I
TESTI LETTERARI DA TESTI NON LETTERARI?
LA RICERCA
DELL’ELEMENTO DI LETTERARIERTÀ CONTENUTO IN TUTTI I
TESTI LETTERARI ASSOMIGLIA ALLA RICERCA DELLA „TEORIA
DEL TUTTO“: SE ESISTESSE E SE FOSSE ACCETTATO SAREBBE
TUTTO PIÙ SEMPLICE.
SE LA CRITICA
LETTERARIA POTESSE
RICORRERE A CRITERI DI LETTERARIETÀ DISTINTI E
UNANIMENTE ACCETTATI SAREBBE PIÙ SEMPLICE DEFINIRE IL
SUO OGGETTO DI RICERCA, I SUOI METODI E LA SUA IDENTITÀ
SCIENTIFICA.
CHI VUOL ESSERE LETTERATO? IL QUIZ
L’unico quiz che non
prevede MONTEPREMI
Cos’è la letteratura?
Un testo
Un tipo di lettura
Un libro
Una punizione
PER VINCERE X MILIONI DI EURO MESSI IN PALIO DALL’UNIVERSITÀ
DI
VERONA
DOVETE RISPONDERE ALLA SEGUENTE
DOMANDA:
QUESTO È UN TESTO LETTERARIO?
SUL TUO LABBRO SOBRIA POESIA
NELLA TUA VOCE SCAMPANIO DI SANTITÀ.
CASTO DISSOLVERSI
TRA I TUOI CAPELLI FEMMINILITÀ DI BOSCO.
…E QUESTA? (PER LO STESSO MONTEPREMI)
UNA COSA CURIOSA
DEL PROBLEMA ONTOLOGICO È
LA SUA SEMPLICITÀ.
A CURIOUS THING
ABOUT THE ONTOLOGICAL PROBLEM IS ITS
SIMPLICITY.
W.O. QUINE FROM A LOGICAL POINT OF VIEW CIT. IN
J. CULLER STRUCTURALIST POETICS
PETER HANKE DIE AUFSTELLUNG DES 1. FC NÜRNBERG VOM
27.1.1968. PETER HANDKE: DIE INNENWELT DER AUSSENWELT
DER INNENWELT, FRANKFURT A.M. 1969, S. 59.
LA FORMAZIONE DEL F.C. NORIMBERGA
DEL 27.01.1968
INIZIO DELLA PARTITA:
ORE 15
LA FORMAZIONE DELL’ITALIA
CAMPIONE DEL MONDO
GERHARD RÜHM „BLÄTTER“
HUGO BALL, KARAWANE (1916)
ALFRED DÖBLIN, BERLIN
ALEXANDERPLATZ (1929)
SECONDA PARTE
SI POSSONO DISTINGUERE TRE SIGNIFICATI DI
„LETTERARIERTÀ“ (1) UN USO LINGUISTICO SPECIFICO CHE
RIGUARDA LA SINTASSI, LA GRAMMATICA, LA SEMANTICA E LA
PRAGMATICA ATTO A DISTINGUERE LO „SPECIFICO LINGUAGGIO
DELLA LETTERATURA“ DAL LINGUAGGIO QUOTIDIANO (2) LA
LETTERARIETÀ È RIFERITA ANCHE A SPECIFICI GENERI
TESTUALI DEFINITI LETTERARI
(3) CON LETTERARIETÀ SI
INTENDE ANCHE UNA MODALITÀ DI ELABORAZIONE DEI TESTI; IN
QUESTO CASO NON SONO LE CARATTERISTICHE DEI TESTI MA
L‘APPROCCIO NEI LORO CONFRONTI E L‘ELABORAZIONE DELLE
LORO INFORMAZIONI A ESSERE CONSIDERATE POETICHE O
LETTERARIE.
(WINKO)
ROLF A. ZWAAN, EFFECT OF GENRE EXPECTATIONS ON TEXT
COMPREHENSION, IN «JOURNAL OF EXPERIMENTAL PSYCHOLOGY». LEARNING
MEMORY AND COGNITION, 20, 4, 1993, 920-933.


PREMESSE DI ZWAAN:
T. VAN DJIK, ADVICE ON THEORETICAL POETICS, POETICS 8, 1980,
569-608. «THERE IS NO SERIOUS WAY IN WHICH THE NOTION OF
‘POETIC LANGUAGE’ COULD BE DEFINED: NO LANGUAGE FORMS ARE
EXCLUSIVELY USED IN LITERATURE, OR NOT USED IN LITERATURE, OR
EVEN IN POETRY»
LETTURA LETTERARIA – LETTURA GIORNALISTICA


L’ESPERIMENTO: 36 SOGGETTI, 6 TESTI LETTERARI E NON-LETTERARI
UNDER A LITERARY PERSPECTIVE HAVE LONGER READING TIMES (1),
BETTER MEMORY TO SURFACE INFORMATION (2) AND A POORER
MEMORY FOR SITUATIONAL INFORMATION (3) THAN THOSE READING
UNDER A NEWS PERSPECTIVE.
MIALL AND KUIKEN (THE FORM OF READING,
EMPIRICAL STUDIES OF LITERARINESS, POETICS
25, 1998, 327-341)

“ALTHOUGH ZWAAN’S STUDY IS SUGGESTIVE, HIS TEXTS WERE
CAREFULLY CHOSEN TO AVOID MANIFESTLY LITERARY
FEATURES”.
“MORE DISTINCTIVELY LITERARY TEXTS WOULD NOT
PERMIT TO SHIFT FROM A “LITERARY” TO A “NEWSPAPER”
CONDITION”.

LITERARY TEXTS POSSESS DISTINCTIVE PROPERTIES THAT
INCLUDE FOREGROUNDING. […] LITERARINESS IS
“FOREGROUNDED STILISTIC OR NARRATIVE FEATURES, READERS‘
DEFAMILIARIZING RESPONSES TO THEM, AND THE CONSEQUENT
MODIFICATION OF PERSONAL MEANINGS“. (MIALL & KUIKEN)
GLI OBIETTIVI DEL NOSTRO ESPERIMENTO
1.
DETERMINARE LE CARATTERISTICHE DEI TESTI LETTERARI (LA
“LITERARINESS” SULLA BASE DELL’INTERAZIONE FRA I TESTI E I
LETTORI REALI, EMPIRICI
2.
ANALIZZARE LE INTERAZIONI FRA SPECIFICHE
CARATTERISTICHE DEI TESTI LETTERARI (P.E. FIGURE
RETORICHE) E LE REAZIONI DEI LETTORI
3.
DISTINGUERE VARI TIPI DI LETTORI (LETTORE FORTE, DEBOLE,
PROFESSIONISTA) E LE LORO REAZIONI
4.
ANALIZZARE GLI EFFETTI TIPICI DEI TESTI LETTERARI DA UN
PUNTO DI VISTA COGNITIVO: P.E. SORPRESA, EMPATIA…
5.
RIDISCUTERE CONCETTI FONDAMENTALI DELLA CRITICA
LETTERARIA COME LE FIGURE RETORICHE, L’EMPATIA, LA
TENSIONE, L’IDENTIFICAZIONE
LA LINGUA RITROVATA

CIÒ CHE NOI CHIAMIAMO IL NOSTRO ESSERE SPIRITUALE È
SOTTOPOSTO A UN CONTINUO PROCESSO DI ESPANSIONE E DI
CONTRAZIONE. IN ESSO L’ARTE HA IL COMPITO DI TRASFORMARE
E RINNOVARE SENZA POSA L’IMMAGINE DEL MONDO E IL NOSTRO
COMPORTAMENTO NEL MONDO, SPEZZANDO CON LE SUE
ESPERIENZE VIVE, LE FORMULE FISSE DELL’ESPERIENZA
RIPETITIVA. LA MUSICA FA QUESTO SUSCITANDO UNA CERTA
DISPOSIZIONE D’ANIMO. LA LETTERATURA, FRA TUTTE LE ARTI, È
QUELLA CHE INTERVIENE NEL MODO PIÙ AGGRESSIVO E DIRETTO
PERCHÉ SI SERVE DELLA STESSA MATERIA DELLA QUALE SONO
FATTE LE FORMULE DELL’ESPERIENZA RIPETITIVA. (ROBERT
MUSIL, SPUNTI PER UNA NUOVA ESTETICA, 1924)
LA LINGUA RITROVATA

ESTETICA EVOLUZIONISTICA, LE 8 IPOTESI FUNZIONALI SECONDO
WINFRIED MENNINGHAUS

(3) “LA RESISTENZA RISPETTO AL CONCETTO”

(4) “VANTAGGI COGNITIVI” (TOLLERANZA PER LE AMBIGUITÀ). LA
PECULIARITÀ DELLA LINGUA POETICA È LA SUA POLIFONIA E LA
SUA RICCHEZZA DI SFACCETTATURE…CHI CONOSCE PIÙ LINGUE
E PIÙ CODICI HA A DISPOSIZIONE PIÙ OPZIONI COGNITIVE.

(6) “FUNZIONI DELL’IMMAGINARIO” (LA DIMENSIONE DEL
POSSIBILE)
CIAO!
L’AMBITO DI RICERCA

COGNITIVE POETICS

NEUROAESTHETICS /NEUROESTETICA/NEUROÄSTHETIK

EMPIRICAL STUDIES OF LITERATURE/EMPIRISCHE
LITERATURWISSENSCHAFT (IGEL)
ANALOGIE-DIFFERENZE

A:
 READER-ORIENTED

CRITICA ALL’ESTETICA DELLA RICEZIONE TRADIZIONALE (JAUSS,
ISER, ECO)

D:

TEORICA-EMPIRICA

TESTI NATURALI (LETTERARI)– TEXTOIDS
INTERDISCIPLINARIETÀ (1) PUNTI FORTI

ANALISI TEORICA – ANALISI EMPIRICA

SCIENZE 'INESATTE' VS. SCIENZE ESATTE

APPROCCI SOGGETTIVI-INTERSOGGETTIVI
 LETTORE IMPLICITO VS. MEDIA DEI LETTORI

ANALISI QUALITATIVA – ANALISI QUANTITATIVA
INTERDISCIPLINARIETÀ (2) PUNTI DEBOLI



IL MITO DELL’INTERDISCIPLINARIETÀ
CHIUSURA DEI SETTORI SCIENTIFICO-DISCIPLINARI (RIVISTE,
CARRIERE)
IL DIALOGO FRA LE DUE CULTURE

similar documents