Presentazione standard di PowerPoint

Report
ASSOCIAZIONE SICUREZZA DEL LAVORATORE
DELLE COSTRUZIONI EDILI
Napoli, Gennaio 2015
Premessa
Il presente documento, costituisce la relazione triennale del monitoraggio dell’attività
RLST dell’area di competenza di Napoli e Provincia dalla fine del 2011(anno di
costituzione dell’Associazione) e a tutto il 2014.
I risultati dei primi tre anni di monitoraggio sono stati trasmessi in due documenti distinti:
per il primo anno di monitoraggio considerando la non conoscenza del servizio RLST, ci
si è concentrati prevalentemente sulla divulgazione di opuscoli per rendere noto alle
imprese l’esistenza di un’associazione di categoria che al di sotto dei 15 dipendenti, e
sprovviste di RLS, avrebbero dovuto usufruire obbligatoriamente della figura RLST che,
tale figura, se non esistente all’interno dell’azienda stessa, tramite la Cassa Edile di
Napoli si procede all’assegnazione tramite l’ASLEC ;
Per il biennio successivo i dati sotto elencati parlano chiaro, ovvero una notevole
percezione delle imprese che tutt’oggi nel servizio RLST, trovano un ancora di salvezza
sia nella parte burocratica legata alla documentazione, infatti la maggior parte di esse
visitate è risultata avere corsi scaduti o documenti comunque non conformi alle regole
in materia di sicurezza e sia nella parte pratica, ovvero nella rappresentazione della
cultura in materia di sicurezza.

Veniamo dunque ai dati che, nonostante la crisi del nostro paese degli ultimi anni, hanno
sottolineato appunto un trend positivo di imprese che hanno dato mandato all’Aslec di
eseguire la propria professione in materia di sicurezza.

Infatti dall’inizio dell’attività ad oggi, l’ Aslec conta 201 deleghe, di cui si avvale della
facoltà di rappresentare i lavoratori in materia di sicurezza nei cantieri edili di Napoli e
Provincia.

Le imprese totali, come riporta il grafico alla pagina successiva, dimostra che negl’anni, il
dato positivo di deleghe al servizio, è salito tendenzialmente nonostante la crisi del settore in
totale recessione che ha subito un forte contraccolpo, infatti , tenendo conto delle imprese
denuncianti l’inizio lavoro presso la Cassa edile ne risultano molte che , purtroppo hanno
dovuto chiudere i battenti con un conseguente numero di operai che si sono trovati senza un
occupazione.

L’Aslec tutt’oggi rappresenta circa 70 imprese in tutto il territorio di competenza e
suddivide le sue visite in 2 step, ovvero il primo, prevede un piano di visite continue alle
imprese deleganti tutelandole in materia di sicurezza sia pratico che burocratico ed un
secondo intervento viene operato verso quelle imprese che, dai dati forniti dalla Cassa Edile
di Napoli risultano essere sprovviste della figura di RLS.

Di certo la missione dell’Aslec, considerando il periodo nero del settore, non sempre
riesce ad esprimere al meglio il proprio compito, ma di certo la soddisfazione nel rendersi utili
ai fini della sicurezza ma soprattutto in vista degli attuali fatti di cronaca accaduti al settore
edile, risulta essere motivo di orgoglio nell’informazione e divulgazione del servizio che possa
almeno cercare di evitare che il numero di infortuni sul lavoro salga sensibilmente e cercando
ad ogni modo di operare affinchè ogni operaio impegnato sul cantiere, la sera torni con i
propri piedi dai suoi cari.

Inoltre L’Associazione nel triennio in questione, vanta di ben 1462 visite in cantiere
suddivise in n° 3 RLST, dato, che dimostra la presenza continua e costante sul territorio di
competenza.
GRAFICO DETTAGLIO VISITE



Anno 2012
Anno 2013
Anno 2014
visite cantiere 182 deleghe 23
visite cantiere 565 deleghe 86
visite cantiere 715 deleghe 92
Anno
2012
12%
Anno 2012
182
23
715
92
Anno 2014
86
DELEGHE TOTALI N° 201
Anno 2013
Anno
2014
49%
565
VISITE TOTALI N° 1462
Anno
2013
39%
CRISPANO CAIVANO ACERRA
CARDITO
CASAVATORE
POMIGLIANO
SAN PAOLO BELSITO
AFRAGOLA
CASALNUOVO
MELITO
ARZANO
SAN VITALIANO
CHIAIANO
SANT’ANASTASIA
FRATTAMAGGIORE
SAVIANO
CASORIA
GRUMO NEVANO
POZZUOLI
TUFINO
SAN PIETRO A
PATIERNO
MARANO
NOLA
PONTICELLI
MARIGLIANO
SCISCIANO
STRIANO
OTTAVIANO
SAN GIUSEPPE VESUVIANO
NAPOLI
PORTICI
ERCOLANO
POGGIOMARINO
POMPEI
SANT’AGNELLO
CASTELLAMMARE
VICO EQUENSE
SORRENTO
AGEROLA
COMUNI VISITATI
ADESIONI AL SERVIZIO
GRAGNANO
INSEDIAMENTO AREE
ZONE OUT
ZONE IN
TOTALE IMPRESE ADERENTI
A.B. COSTRUZIONI
A.D.M. COSTRUZIONI ED ARCHITETTURA
AFIERO COSTRUZIONI
ALBORINO COSTRUZIONI
ARMANDO SRL
BARONE MICHELE
BI.A.ENNE. COSTRUZIONI SRL
C.Z. COSTRUZIONI SRL
C.I.T. SRL
CO.GE.CO. SRL
SOC. COOP. SABATINO ARTIGIANO
COSTRUZIONI CUGINI IZZO
C.R.G. COSTRUZIONI DI PANZONE ANTONIO
C.Z. COSTRUZIONI SRL
IMPRESA EDILE DI D’ AVINO GIUSEPPE
DEL VECCHIO COSTRUZIONI
D’ANTUONO DOMENICO
DELFIN COSTRUZIONI
EDIL AMIANTO GROUP
EDIL ASFALTI SRL
EDIL CAPACCIO
EDIL 2 SOC. COOP.
EDIL CASA DI SCAFUTO ARCANGELO
EDIL COSTRUZIONI G.L.P. DI CUCCULO
GIUSEPPE
EDIL COSTRUZIONI PERROTTA
EDIL DO.CA. SAS DI CAPONE ANIELLO
EDIL PALMA
EDIL TECNA
EDIL VERDE
EIKOS SRL
R.R. COSTRUZIONI
EDIL TRANCHINO SNC
ERRICHIELLO DOMENICO DITTA INDIVIDUALE
ESPOSITO FELICE
EURO COSTRUZIONI SAN GIOVANNI
F.G. COSTRUZIONI SAS
G.E.ROS. COSTRUZIONI SRL
GEOMETRA ANTONIO PETRELLESE SRL
GI.EN. DI GLISCARDO GIUSEPPE
GIOIA COSTRUZIONI DI CAPONE PASQUALE
I.B. COSTRUZIONI DI IANNICELLI BIAGIO
I.G. COSTRUZIONI DI IAZZETTA GIOVANNI
IANNICELLI CATELLO
ICOS SRL
IMPRESA EDILE DI CAROTENUTO R.
IMPRESA EDILE DI TUFANO ANTONIO
L.T.N. SRL
LA COSTRUZIONI SIRIO
LANZARO CIRO
LAVORI EDILI DI CATALDO SALVATORE
LIBERO RAFFAELE
MARCO SALIERNO DITTA INDIVIDUALE
MARIA PIA CORSALE DITTA INDIVIDUALE
MATRI IMMOBILIARE SRL
NAPOLITANO COSTRUZIONI SRL
NUNZIATA COSTRUZIONI SRL
P.M. COSTRUZIONI
RANIERI DOMENICO
RANISI CELESTINO
RICOSTRUENDA SRL SEMPL.
ROBALDO ALBERTO
ROMANO COSTRUZIONI SRL
RUSSO SPENA PASQUALE
S.M. COSTRUZIONI GENERALI SRL
SOGIM & CO.
TAMMARO LUIGI
VALENTINO GIUSEPPE
VARA SRL
VASTOLA IMPIANTI
TOTALE IMPRESE ADERENTI N° 69
35
32
30
31
30
25
20
17
15
14
9
9
10
7
5
6
6
5
4
1
2
5
4
3
1
2
3
1
1
1
1
1
2
1
1
0
GRAFICO ADESIONI CANTIERI
1
In conclusione
Come riportato dal grafico delle zone in e zone out, si può notare come sia omogenea la
presenza dell’Aslec sul territorio, considerando comunque che ci sono molti quartieri in cui
risultano esserci criticità di inserimento per il quale con un accurato studio di fattibilità si cerca di
essere presenti più costantemente anche con una politica di pour parler tra le stesse imprese
che trovano nel servizio un punto di partenza in materia di sicurezza.
Inoltre , un altro dato di fatto molto interessante, è il numero di operai iscritti al CFME da parte
dei nostri RLST ( circa 60) per i corsi di formazione gratuiti che arricchiscono il loro curriculum ma
soprattutto formano l’operaio in maniera continua entrando in fine a far parte in tutti i sensi al
mondo della sicurezza sul lavoro.
Il nostro sforzo nell’inculcare la sicurezza nei luoghi di lavoro andrà avanti in maniera decisa e
solida con la speranza che un giorno il numero degli infortuni diminuisca drasticamente.
A.S.L.E.C.

similar documents