indicazioni e procedure - www lavoro regione lombardia it

Report
INDICAZIONI REGIONALI
PER L’OFFERTA FORMATIVA
PER PERCORSI PROFESSIONALIZZANTI
DI FORMAZIONE CONTINUA, PERMANENTE,
DI SPECIALIZZAZIONE,
ABILITANTE E REGOLAMENTATA
D.D.U.O del 20/12/2012 n° 12453
Il Quasi Mercato
• Responsabilità dell’ente accreditato nell’erogare servizi di
interesse generale in nome e per conto di Regione Lombardia
• Standard di servizio (accreditamento)
• Standard di erogazione (indicazioni e procedure)
• Standard di certificazione
• La non corretta applicazione di tali standard comporta
l’applicazione del sistema sanzionatorio stabilito dalla
regolamentazione regionale vigente
Gli enti accreditati
• Non solo quelli che partecipano agli avvisi/politiche specifiche
• Anche quelli che erogano formazione autofinanziata
• L’applicazione del d.lgs. 231 è requisito di accreditamento , come ulteriore
garanzia dell’efficienza e della trasparenza dell’azione dell’ente, che opera in
nome e per conto. Con la “compliance 231/2001”, l’Organismo di Vigilanza
diventa l’interlocutore privilegiato con la Regione. Le linee guida (decreto n.
4340 del 18/05/2012) costituiscono uno strumento di accompagnamento delle
attività degli OdV e degli enti accreditati, che sono obbligatorie per la
permanenza nel sistema degli accreditati.
IL SISTEMA DI ACCREDITAMENTO INSIEME AL SISTEMA DI RATING
CONCORRE AL MIGLIORAMENTO DEGLI STANDARD DI SERVIZIO
• Comunicazione delle informazioni economiche, finanziarie e patrimoniali
dell’accreditato contestualmente all’obbligo annuale di certificare la
permanenza dei requisiti previsti dalla normativa regionale.
• Relazione consuntiva e piano annuale delle attività approvati dall’O.d.V.
• Limitazione utilizzo sede occasionale: tutti i percorsi formativi devono essere
erogati esclusivamente presso le sedi accreditate in disponibilità del soggetto
accreditato. “Eccezionalmente, è consentito l’utilizzo di una sede occasionale
per le sole attività formative riconducibili alla specializzazione professionale,
formazione continua, formazione permanente e formazione abilitante.”
• Standard etici di comportamento in relazione alla veridicità dell’informazione
all’utenza, alla pubblicità dei servizi erogati e alla trasparenza delle attività
realizzate
Il
Q.R.S.P. Repertorio regionale delle
professionalità/qualificazioni per il mercato del lavoro
coerente con il sistema nazionale (legge n. 92/2012 e d.lgs. sulla
certificazione delle competenze)
 Elemento minimo certificabile la competenza articolata in
conoscenze e abilità (art 4 comma 66)
 La certificazione conduce al rilascio di un certificato, un diploma
o un titolo che documenta formalmente l'accertamento
rilasciato da un soggetto accreditato (art 4 comma 65)
 Gli standard delle competenze certificabili sono raccolti nel
Repertorio nazionale dei titoli di istruzione e formazione e delle
qualificazioni professionali (art. 4 comma 67)
QRSP – riferimento univoco
per la progettazione e la certificazione
 Gli accreditati possono rilasciare attestati di competenza
regionale a conclusione di percorso formativo progettato su
standard del QRSP, ivi compresi percorsi regolamentati e
abilitanti.
 Le competenze certificabili sono esclusivamente quelle del
QRSP
 Aggiornamento del QRSP: sottocommissione della CRPLF per
coerenza con il mercato del lavoro
Tipologie Offerta Formativa Professionalizzante
Specializzazione
Durata: minimo 40 ore
Max 40% in assetto
lavorativo
Permanente
Durata: minimo 8
ore
Abilitante e regolamentata
Durata: secondo specifiche
disposizioni
Destinata
esclusivamente a
soggetti >18 anni
ovvero <18 anni che
hanno assolto il DDIF
(L. 53/2003 e dlgs 76/2005)
Continua
Durata: minimo 8
ore
Finalità delle tipologie formative
• Formazione permanente: aggiornamento e alfabetizzazione funzionale,
finalizzato all’acquisizione e/o sviluppo di competenze, anche di carattere
culturale e sociale, relative al profilo personale e professionale dei soggetti
in età adulta.
• Formazione continua: aggiornamento, qualificazione e perfezionamento
delle competenze professionali dei lavoratori.
• Formazione specializzazione: acquisizione di competenze caratterizzanti
ambiti di specializzazione - anche IFTS.
• Offerta regolamentata: specifica regolamentazione regionale.
• Offerta abilitante: figure professionali, previste dalla normativa statale,
rispondenti a standard nazionali.
Standard formativi minimi
Gli Standard Formativi
costituiscono le condizioni e gli
elementi minimi dei processi di
progettazione, erogazione e
qualità dell’offerta formativa
regionale professionalizzante
avente rilevanza pubblica, i cui
esiti di apprendimento sono
certificabili in termini di
competenza e riconoscibili in
termini di crediti formativi in
ambito territoriale, nazionale
ed europeo.
Standard di
erogazione
Standard di
apprendimento
Standard
formativi
minimi
Standard di
certificazione
NOVITA’ DELLE NUOVE INDICAZIONI
CHE COMPRENDONO ANCHE LE PROCEDURE
 Finalità formazione di specializzazione
 Contesti di apprendimento in ambito formale
 Disposizioni unitarie per la verifica degli
apprendimenti
 Aggiornamento dei format anche ai fini dei controlli
Finalità formazione di specializzazione
Formazione specializzazione: percorsi formativi finalizzati
all’acquisizione di competenze caratterizzanti ambiti di
specializzazione di profili professionali del Q.R.S.P., che possono
essere attestati su qualsiasi tipologia di formazione iniziale o
terziaria.
Rientrano nell’ambito dell’offerta di specializzazione i percorsi
IFTS, nelle diverse figure di recente approvate a livello nazionale.
Ambito Formale
Rientrano nei contesti di apprendimento formalizzati le seguenti
fattispecie:
• percorsi o azioni formative con setting di apprendimento
formalmente strutturati, direttamente progettati e gestiti dai
Soggetti accreditati;
• azioni formative in contesto/assetto lavorativo, comunque
progettate o costituenti parte di un percorso formativo la cui
progettazione si realizza in collaborazione con Soggetti
accreditati (tirocinio anche extracurricolare e percorsi in
apprendistato);
Verifica degli apprendimenti
Formazione continua, permanente e di specializzazione: un’unica
procedura per la verifica interna delle competenze da certificare:
• Il processo si articola nelle fasi di:
 accertamento e valutazione
 verbalizzazione e rilascio dell’attestato di
competenza
• Il Responsabile della Certificazione è garante dell’intero
processo
Percorsi IFTS  commissione d’esame e procedure;
Percorsi regolamentati e abilitanti procedure d’esame e compiti
della commissione
FORMAT
• Attestato di competenze
• Verbale certificazione
• Verbale riconoscimento crediti formativi
• Verbale esame percorsi regolamentati/abilitanti/IFTS
• Comunicazione avvio
• Calendario attività formative
• Registro formativo e delle presenze
• Report presenze-tirocinio

similar documents