Distretti - Istituto Motori

Report
• Distretti :
•
•
•
•
Trasporti
Smart Power
Fuel Cell Lab
NAVTEC
• Bando SMART CITIES
• NAPLES-PROMISE
• SMART HARBOUR
• Bando Cluster
STUDIO DI FATTIBILITÀ
DIStretto ad Alta TECnologia TRAsporti di Superficie
DIS.TEC.TRA
Studio degli obiettivi, delle tematiche specifiche, degli aspetti istituzionali ed
organizzativi e delle linee di azione per la costituzione e la relativa messa in rete, di un
nuovo Distretto ad AltaTecnologia nel settore dei Trasporti di Superficie
Il distretto opererà nei settori Automotive, Ferroviario e Logistica promuovendo e
gestendo iniziative di Ricerca, Formazione, Trasferimento Tecnologico e incubazione di
impresa.
Soggetti partner privati:
ANFIA AUTOMOTIVE
ANSALDO BREDA
ANSALDO STS
ASTER
CID SOFTWARE
CIRCUMVESUVIANA
CONSORZIO CEA
CONSORZIO CTIF
CONSORZIO SNAM
CONSORZIO SUDGEST
CONSORZIO TECNOLOGIES
Soggetti partner privati:
INTECS
RETIS
RFI
RINA
TSF ALMAVIVA
VITROCISET
Soggetti partner pubblici
CENTRO DI ECCELLENZA TEST
CENTRO DI ECCELLENZA CERICT
STUDIO DI FATTIBILITÀ
DIStretto ad Alta TECnologia TRAsporti di Superficie
DIS.TEC.TRA
Più specificatamente gli obiettivi da cui scaturiscono i fabbisogni dell’innovazione e comuni a
tutte le imprese del settore, possono identificarsi in :
•
•
•
•
•
•
Efficienza energetica, nell’ottica di ricerca di soluzioni innovative di prodotto e di processo
per ridurre il fabbisogno energetico e le emissioni inquinanti
Qualità del prodotto, nella logica di veicoli sempre più confortevoli ed accessibili e
manutenibili
Competitività dell’impresa, nella logica di ridurre i costi della tecnologia ed in generale
adeguare i costi di produzione ai prezzi mercato
Gestione della mobilità, nella logica di favorire modelli di mobilità e logistica efficienti
Sostenibilità ambientale, nella logica di riduzione dell’inquinamento acustico ed
atmosferico
Sicurezza e prestazioni, nella logica di riduzione del rischio, soprattutto nel campo stradale,
e di riduzione dei costi per la sicurezza nel campo ferroviario, senza rinunciare alle
prestazioni dinamiche richieste ai sistemi
STUDIO DI FATTIBILITÀ
DIStretto ad Alta TECnologia TRAsporti di Superficie
DIS.TEC.TRA
Ipotesi in materia di contenuti degli interventi proposti (Progetti di R&S e di
Formazione)
I contenuti tecnico scientifici degli interventi che il distretto porrà in essere si ascrivono
ad un insieme di
Tecnologie Abilitanti ritenute strategiche per l’innovazione in entrambi i settori
Automotive, Ferroviario e Logistica, riportate nella tabella sottostante.
TECNOLOGIE ABILITANTI:
Virtual Engineering
Sistemi Embedded
Impiego Nuovi Materiali e Nuovi Processi
Impiego Nuove Fonti Energetiche
Controllo Esercizio / Traffico & Logistica
Meccanica & Vibroacustica
Trazione Elettrica e Motopropulsione
Testing & Validation
STUDIO DI FATTIBILITÀ
Distretto ad Alta Tecnologia Settore Energia
SMART POWER SYSTEM
La Compagine del Distretto Smart Power System è costituita da un network di sette aggregazioni
scientifiche che mettono a disposizione una piattaforma di conoscenze, tecnologie, produzioni,
prodotti e servizi nel campo delle reti energetiche e della poligenerazione.
89M€
Soggetti partners privati:
Ansaldo Energia
BECAR
Brandoni solare
Comecart
D'Appolonia
Enel
Enel Green Power
F.lli Perazzoli
Fri-El Acerra
General Membrane
Soggetti partners privati:
GETRA Distribution
GETRA Power
ICOTEKNE
Italdata
MBDA
MERIDIONALE IMPIANTI
Opera 21
Terna
Turboden
WEATHERFORD
Soggetti partners pubblici:
Seconda Università di Napoli
Università di Napoli "Federico II"
Università di Napoli "Parthenope"
Università di Salerno
Università del Sannio
Università di Perugia
CNR, CIRTIBS, CORISA
CRAVEB, CRIET
ENEA, ISSM
MESE, S.C.I.R.E.
STUDIO DI FATTIBILITÀ
Distretto ad Alta Tecnologia Settore Energia
SMART POWER SYSTEM
Fondi attivabili: esporre gli elementi di sostenibilità economico-finanziaria dei progetti e delle linee di ricerca
proposte (fondi già disponibili, attrazioni di capitali da finanza privata ed indipendenza di lungo periodo da
finanziamenti pubblici).
Le fonti di copertura finanziaria, oltre alle agevolazioni previste dal ministero, derivano dalla copertura con
mezzi propri delle aziende proponenti e da eventuale ricorso a finanziamento soci.
Aggregazione SMART GRID e lab. Metrologico
• Metrologia per l'energia e le reti
• Metodi, architetture e tecnologie per l’ottimizzazione
dei flussi di potenza su smart grid in presenza di
generatori da fonte rinnovabile non programmabile e
carichi modulabili
• Strumenti per il controllo proattivo dell’assetto di
rete in presenza di forte incertezza di esercizio indotta
da una elevata penetrazione di generazione di energia
rinnovabile
• Concettualizzazione di un Enterprise Service Bus
basato su tecnologie semantiche per lo sharing di
informazioni tra i sistemi che concorrono alla gestione
della rete elettrica
STUDIO DI FATTIBILITÀ
Distretto ad Alta Tecnologia Settore Energia
SMART POWER SYSTEM
Fondi attivabili: esporre gli elementi di sostenibilità economico-finanziaria dei progetti e delle linee di ricerca
proposte (fondi già disponibili, attrazioni di capitali da finanza privata ed indipendenza di lungo periodo da
finanziamenti pubblici).
Le fonti di copertura finanziaria, oltre alle agevolazioni previste dal ministero, derivano dalla copertura con
mezzi propri delle aziende proponenti e da eventuale ricorso a finanziamento soci.
Aggregazione Celle a Combustibile
• Sistemi Energetici Fissi Di Poligenerazione
Basati Su Celle a Combustibile;
• Sistemi Energetici Mobili Di Poligenerazione
Basati Su Celle a Combustibile
STUDIO DI FATTIBILITÀ
FUEL CELL LAB
Il Fuel Cell Lab si impegnerà a condurre un piano di ricerca e sviluppo pluriennale con obiettivi specifici, a
breve termine (tre anni) e a medio lungo termine (10‐15 anni).
All’avvio delle attività, saranno portate avanti azioni di sviluppo competitivo per quelle tecnologie in cui la
ricerca negli ultimi anni ha fornito risposte adeguate e complete, mentre parallelamente saranno condotte le
necessarie azioni di ricerca applicata/industriale per lo sviluppo di metodiche e tecnologie per le quali i dati
della ricerca scientifica non sono completi o sono ancora frammentati.
• Sistemi di poligenerazione diffusa basati su celle a bassa temperatura
• Sviluppo di sistemi di poligenerazione distribuita basati su celle ad alta temperatura
• Sistemi energetici mobili e propulsivi basati su celle a combustibile
Soggetti partners privati:
COELMO S.r.l.;
SOFCPOWER SPA;
MBDA – Gruppo FINEMCCANICA;
PROENG SRL;
MERIDIONALE IMPIANTI S.p.a;
GRADED SPA;
SUDGEST AMBIENTE SCARL;
PROTOM GROUP S.p.a.;
C.E.A. Scarl;
IURO SRL;
GREEN ENERGY PLUS.
Soggetti partners pubblici:
Università di Napoli “Parthenope”
Università degli Studi di Napoli Federico II
Università degli Studi di Salerno
ENEA
CNR-IM
STUDIO DI FATTIBILITÀ
FUEL CELL LAB
A seguire si riporta una stima del budget dell’aggregazione per i primi 3 anni di attività ,
suddiviso tra grandi imprese (GI, piccole‐medie imprese (PMI) e organismi di ricerca (OR)
Nonché tra ricerca industriale, sviluppo sperimentale e formazione.
Il costo totale è stimato in
12.750.000 € per la ricerca sperimentale,
2.750.000 € per lo sviluppo sperimentale,
1.000.000 € per la formazione.
Distretto NAVTEC – Pogetto Bandiera RITMARE
Ritmare
Partecipanti
TECNOLOGIE MARINE
SP1-WP2
760k
Propulsione
Generazione di potenza a bordo
rumore
Tecnologie della pesca sostenibile
SP2-WP3
PESCHERECCIO SOSTENIBILE
Propulsione
NAVTEC
Progetto Teseo
Att.4.3.1
Ottimizzazione del sistema propulsore,
anche in presenza di combustibili
scadenti
NAVTEC
Progetto Teseo
Att.4.3.2
Studio di diverse configurazioni del
sistema di propulsione, con differenti
gradi di ibridizzazione
NAVTEC
Progetto Teseo
Att.4.3.3
Studio di applicazioni di post trattamento
dei gas di scarico
200k
N. Del Giacomo
O. Veneri, M.V. Prati,
D. Siano, S.
Iannaccone,
F. Migliardini
Del Giacomo
O. Veneri, G.
Valentino
.
A1
A1.3
A2
A2.6
A3
A3.1
A4
A4.1
A5
A5.1
A5.2
A5.3
A6
A6.1
RITMARE - SOTTOPROGETTO 1:
TECNOLOGIE MARINE
WP 2 SOSTENIBILITA' AMBIENTALE
(CONSAR)
Abbattimento emissioni inquinanti
Abbattimento emissioni inquinanti e fumosità
Riduzione produzione CO2
Analisi performance efficienza energetica
Riduzione inquinamento acustico
Analisi rumore indotto in ambiente
Passaggio da combustibili liquidi a gas
liquefatto…
Studio di configurazioni propulsive
Generazione di potenza a bordo
Celle a combustibile on-board
Impianti propulsivi capaci di utilizzare diversi tipi di
combustibile
Motori ibridi
Fonti di energia rinnovabile on-board
Produzione ed utilizzo di energia rinnovabile on-board
Prati
Prati
Siano
Iannaccone
Migliardini
Del Giacomo
Veneri
Veneri
Bando Smart Cities: Naples-Promise
Idea progettuale NAPLES (Nuova Architettura di Piattaforma Logica per l’Evoluzione di Smart-mobility):
definizione e creazione di una soluzione di Smart mobility attraverso la realizzazione di una piattaforma
logica di tipo open, che consentirà l’interazione delle applicazioni di Smart mobility con domini informativi
eterogenei attraverso la definizione di ideonee interfacce per l’interoperabilità tra sorgenti dati diverse.
Ambito: Azione Integrata per la Società
dell’Informazione – Smart Mobility
Ericsson, Fiat Group, Università Federico II, CNR-IM, Algorab
PA Coinvolta: Provicia Napoli (Comune)
Tipologia di piattaforma informatica
Tipo di Mobilità
•Fattori
di emissioni
a cicli dieguida
reali di
veicoli
nel traffico
OR
4 Veicoli,
retirelativi
di veicoli
sensori
per
la smart
mobility
•Manutenzione
intelligente
di
mezzi
per
trasporto
collettivo
ed
in
Il CNR Si concentrerà sullo sviluppo di idonea sensoristicacar-sharing
per il rilievo, la
•Monitoraggio inquinamento ambientale tramite furgone attrezzato
trasmissione ed•Sensori
il trattamento
dei dati di emissioni inquinanti, e per l’elaborazione
a basso costo per monitoraggio emissioni regolamentate
di soluzioni di pianificazione
in veicoli
funzione
dei livelli
inquinamento.
•Sperimentazione su
ibridi adibiti
a zonedi
a traffico
limitato.
16.2 M€
24 M€
NAPLES
Problemi: merge dei contenuti, leadership
Promise
Bando Smart Cities: Smart Harbour
Sistemi e sensori per il monitoraggio ambientale e la gestione efficiente dell'area portuale,
a supporto della sicurezza e della navigazione
Ambito di riferimento primario:
Smart mobility & Last‐mile logistic
Ambito di riferimento secondario:
Smart Culture e Turismo
29 M€
229k€ quota CNR-IM
•SELEX Sistemi Integrati S.p.A.
•iCampus
•Consiglio Nazionale delle Ricerche ‐ Istituto per il
Rilevamento Elettromagnetico dell’Ambiente, Istituto per
l’Ambiente Marino Costiero, Istituto Motori
•Centro Italiano Ricerche Aerospaziali
•Università Federico II ‐ Dipartimento di Biomedica
Elettronica e delle Telecomunicazioni, Dipartimento
diIngegneria Aeronautica, con terzi affidatari il CNIT,
l’Università Parthenope di Napoli
•PA: Coinvolta: Autorità portuale di Salerno
OR4: Sensori innovativi basati su tecnologie a basso
impatto ambientale per il rilevamento acustico
OR 4.1 – Tecnologie per il rilevamento acustico
[CIRA, FII, CNR]
OR 4.2 – Architettura del sistema per il traffico
marittimo [CIRA, FII, CNR]
OR 4.3 – Architettura del sistema per la
classificazione di sorgenti di rumore [CIRA, FII, CNR]
OR 4.4 – Progettazione e realizzazione del sistema
per traffico marittimo [CIRA, CNR, SELEX‐SI]
OR 4.5 – Progettazione e realizzazione del sistema
per la sicurezza [CIRA, FII, CNR, SELEX‐SI]
OR 4.6 – Progettazione e realizzazione del sistema di
generazione elettrica [FII, SELEX‐SI]
OR 4.7– Sviluppo e caratterizzazione dei sensori
[CIRA, CNR, SELEX‐SI]
Bando CLUSTER
sviluppo di Cluster Tecnologici Nazionali da identificare come propulsori della crescita
economica sostenibile dei territori e dell'intero sistema economico nazionale.
Chimica verde
Cluster di 4 progetti
Agrifood
Tecnologie per gli ambienti di vita
Ogni progetto max 12M€ e
Scienze della Vita
Uni/Ricerca 35%
Tecnologie per le Smart Communities
Mezzi e sistemi per la mobilità di superficie terrestre e
marina
Aerospazio
Energia
Fabbrica intelligente
max 8 proponenti
-Gruppo di lavoro di coordinamento
Ketty Segatty (Regione Friuli Venezia Giulia), con il supporto di Lucio Sabbadini (Distretto Ligure delle Tecnologie Marine)
-Sottogruppo di lavoro tecnico scientifico Mezzi per la mobilità su gomma
Raffaele Trivilino (Campus Innovazione Automotive della Regione Abruzzo)
-Sottogruppo di lavoro tecnico scientifico Mezzi per la mobilità su rotaia
Lorenza Franzino (Distretto Tecnologico Ferroviario della Regione Toscana)
-Sottogruppo di lavoro tecnico scientifico Mezzi per la mobilità per le vie d’acqua
Lucio Sabbadini (Distretto Ligure delle Tecnologie Marine)
-Sottogruppo di lavoro tecnico scientifico Sistemi per l’Intermodalità
Elisa Boscherini (ANFIA – costituendo Distretto sulla mobilità della Regione Campania)
-Gruppo di lavoro Formazione
Paola Stuparich (Polo formativo dell’economia del mare della Regione FVG)

similar documents