Flussi di cassa - Gestionale Euro09 Evolution

Report
Euro09 Evolution 3
Cash flow previsionale
Cash flow previsionale
Cosa è
In generale il Cash Flow previsionale, indica le variazioni che interverranno, in un
determinato periodo, nella liquidità aziendale per effetto della gestione.
Esso corrisponde alla somma algebrica delle variazioni, positive e negative, del
conto cassa e dei conti bancari che presumibilmente si verificheranno nei prossimi
mesi.
La struttura finanziaria è un argomento di grande attualità. L’obiettivo del nuovo
modulo di Euro09 Evolution è quello di calcolare con largo anticipo, sia le
disponibilità che i fabbisogni finanziari futuri.
Cash flow previsionale
La base per il controllo di gestione
Cash flow previsionale
La base dati da analizzare
Contabile
•Saldo iniziale
•Banche
•Cassa
•Crediti Clienti
•Debiti Fornitori
•Iva
•Ritenute d’acconto
•Debiti/Crediti Vs Erario
•Debiti/Crediti Vs.Istituti
•Debiti Vs. Dipendenti
•Ecc.
Previsionale
• Come Contabile +
• Mutui
• Leasing
• Affitti
• Utenze
• Servizi
• Consulenze
• Iva
• Ecc.
Movdoc
• Crediti Clienti da:
• DDT da Fatturare
• Ordini da Evadere
• Debiti Vs. Fornitori da:
• DDT in attesa di fattura
• Ordini da Ricevere
• Iva
Cash flow previsionale
Flussi extracontabili - Movpre
Un rendiconto previsionale richiede la gestione di eventi futuri alla base dei flussi di
cassa a venire. Ad esempio:
I costi del personale.
• Le rate di leasing e mutui
• Gli affitti (attivi o passivi)
• Le utenze
• Le consulenze
• Le cedole derivanti a investimenti
• Ecc.
•
Cash flow previsionale
Registrazioni Previsionali
Tutte queste registrazioni
vanno inserite utilizzando la
prima nota previsionale (del
tutto identica a quella
generale).
Le principali procedure
contabili operano anche su
questo tipo di transazione
Cash flow previsionale
Registrazioni Previsionali
Al momento in cui si verifica
l’evento previsto, si va in
modifica della relativa
registrazione previsionale,
per una eventuale rettifica
degli importi, selezionando
poi la funzione di [Travasa]
in contabilità generale.
Cash flow previsionale
Flussi extracontabili - Movdoc
Nei documenti di magazzino già registrati, sono insite una quantità di informazioni
utili alla determinazione del cash flow previsionale; basta pensare:
Ai DDT del mese non ancora fatturati.
• Alle bolle di carico fornitori non ancora associate alle fatture di acquisto
• Agli ordini clienti, che possono coprire orizzonti temporali anche lunghi
• Agli ordini fornitori
• All’Iva c/to erario da fatture inerenti i suddetti documenti
•
Cash flow previsionale
Flussi extracontabili - Movdoc
MOVDOC è un file contabile che colleziona le informazioni di tipo economico e
finanziario estratte dall’area dei materiali. Il batch che lo genera:
Analizza il portafoglio ordini (attivo e passivo). Ne simula l’evasione alla data
di consegna e la conseguente fatturazione alla fine dello stesso mese.
• Simula la fatturazione dei DDT di vendita
• Desume la registrazione dei protocolli di acquisto elaborando i DDT di carico.
• Se richiesto (no per il cash flow) è in grado di ipotizzare l’incasso da clienti e il
pagamento ai fornitori. Le date sono calcolate in relazione ai codici di
pagamento relativi ai singoli documenti.
•
Cash flow previsionale
Generazione Movdoc
Nella tabella parametri
utilizzata in sede di
generazione del Movdoc è
sufficiente memorizzare le
“serie di numerazione” dei
tipi di documento generati in
fase di simulazione.
Cash flow previsionale
Generazione Movdoc
l’elaborazione
è
ASe
lato
i parametri richiesti
in
propedeutica
al rendiconto
fase
di generazione
del
previsionale lasciare a “NO”
Movdoc.
l’indicativo
“Trattavanno
incassi e
I DDT
dei fornitori
Pagamenti”.
Il processo
trattati
sono se
valorizzati
infatti desume
i flussi di
(generati
da ordini).
cassa dalle partite aperte dei
clienti e fornitori.
Cash flow previsionale
Generazione Movdoc
Le registrazioni in Movdoc,
sono strutturalmente
identiche a quelle contabili e
quindi possono essere
elaborate da procedure
come:
• Stampa prima nota
• Stampa estratto conto
• Stampa Bilancio
Cash flow previsionale
Generazione Movdoc
Sia per la stampa
dell’estratto conto che per
quella del bilancio è
possibile ottenere degli
elaborati che trattino
separatamente o in
“fusione” le registrazioni
contabili, previsionali e
quella da documenti di
magazzino.
Cash flow previsionale
Schema di elaborazione
Cash flow previsionale
Conti specifici da trattatare
Per automatizzare al
massimo il processo è
necessario memorizzare
l’elenco:
• Dei conti da quali
desumere il saldo
attuale di cassa.
• Dei conti di debito /
credito, che concorrono
al risultato.
Cash flow previsionale
Elenco Conti per saldo di Cassa
Conti che determinano il
saldo attuale di cassa
Cash flow previsionale
Elenco conti di debito e Credito
Per i conti dello stato
patrimoniale da trattare
Nota bene!
(diversi dai clienti fornitori)
Tutti questi conti devono
è possibile anche indicare in
essere gestiti a partite (1 in
quali archivi siano presenti
estratto conto)
transazioni utili al risultato.
Cash flow previsionale
Conti di debito e Credito
La gestione ad estratto conto
permette di trattare, nella
rilevazione delle scadenze,
le sole partite aperte ( Non
ancora girate a cassa ).
Cash flow previsionale
Conti di debito e Credito
Per facilitare l’utente nella gestione (chiusura) delle partite assegnate movimenti
inerenti i suddetti conti, abbiamo apportato alcune modifiche alle procedure
contabili:
Sia in fase di apertura che di chiusura delle partite, qualora il cliente non
indichi specifici riferimenti, la procedura assegna alla partita il numero
(convenzionale) 1 e data uguale alla quella di scadenza.
•
Per default la data di scadenza è posta uguale alla data di registrazione
• In fase di registrazione automatica (da saldaconto) delle ritenute, il numero
partita è posto uguale al codice tributo. In questo modo è possibile
differenziare il debito verso erario, in relazione a questo importante indicativo.
•
Cash flow previsionale
Conti di debito e Credito Esempio
Un esempio di registrazione
sul conto Dipendenti c/to
retribuzioni:
Alla transazione inerente gli
stipendi di Settembre sono
stati assegnati i seguenti
riferimenti di partita:
Numero 1
• Data
10.10.2013
•
Cash flow previsionale
Conti di debito e Credito Esempio
Analogamente a quanto
avviene nel riepilogo
dell’estratto conto, lo
scadenzario sarà in grado di
rilevare la previsione di
uscita alla data scadenza del
10.10.2013
Cash flow previsionale
Conti di debito e Credito Esempio
registrazioni
IlLe
debito
si chiudeprecedenti a
quelle descritte
sono
state
registrando
l’uscita
di banca
quando
il conto
ainserite
fronte dei
bonifici
ai non
era ancora gestito a estratto.
dipendenti.
Il tutto è quindi raggruppato
Il fatto che tale transazione
in una unica partita con
abbia data registrazione
riferimento nullo e saldo a
uguale alla data partita è
zero.
condizione sufficiente alla
Se così non fosse è possibile
chiusura della stessa.
conciliare il tutto con la
manutenzione delle partite.
Cash flow previsionale
Processo – Estrai Scadenze
Dopo
aver
calcolato
A tale
scopo
è statail
Movdoc
e verificato
la
predisposta
una specifica
presenza
tutte
le
versionedi
del
programma
di
registrazioni
scadenzarioprevisionali
su cui sono
inerenti
il periodo
di di
impostati
una serie
proiezione
“default”. (trimestre),
occorre
le scadenze
L’uso diestrarre
questa procedura
anon
venire.
influisce sullo stato dello
scadenzario operativo.
Cash flow previsionale
Calcola iva previsionale
Una nuova subroutine, al
termine della elaborazione
dello scadenzario, calcola i
saldi iva a venire che, se a
debito, sono registrati nello i
scadenzario alla voce
“Erario C/to Iva a debito” ora
tabellato.
Cash flow previsionale
Calcola iva previsionale
Cash flow previsionale
Output
Questa procedura legge lo
specifico scadenzario e
produce una serie di
elaborati (in stampa e il
griglia) aventi come oggetto i
flussi di cassa aziendali.
Cash flow previsionale
Output
Quindicine per mastro
Mese Mastro conto
Mese Scadenze
Cash flow previsionale
Output
Grazie

similar documents