L*aggressività

Report
L’aggressività
TEORIE SOCIOLOGICHE
L'aggressività dipende molto
dalla variabilità storico-sociale,
la quale indica che l'aggressività
dipende dalle strutture sociali e
dai processi sociali.
FUNZIONALISMO: aggressività e anomìa
L'aggressività è segno di un disordine sociale e si addensa dove c'è un
malessere dell'organismo sociale.
Già Durkheim parlò di ciò nella sua opera “Il suicidio”
sostenendo che i suicidi sono più probabili in situazioni di anomìa
i legami sociali si
allentano e l’individuo
si ritrova senza la
guida morale della
società.
TEORIE DEL CONFLITTO: aggressività e
dominio
Società
teatro di lotte continue per il
predominio, in cui c'è una parte che domina e una
parte dominata e sfruttata.
L'aggressività può avere due diverse origini:
aggressività dei gruppi
dominanti
aggressività reattiva
dei dominati
SOCIOLOGIE COMPRENDENTI: far
carriera in una subcultura violenta
Hanno indagato su come vivono i gruppi
dove si pratica la violenza, e come si
diventa violenti.
SUBCULTURE VIOLENTE: mondi,
all'interno della società, nei quali gli atti
violenti sono leciti.
IL PUNTO DI VISTA DELLA
PSICOLOGIA SOCIALE
Essa parte dal presupposto che il funzionamento
psichico esaminato nell'individuo isolato in
laboratorio è diverso da quello che si riscontra
quando i soggetti sono immersi nella realtà sociale
quotidiana.
Per la psicologia sociale l'aggressività c'è perché
nella vita sociale si verificano casi in cui gli individui
sono portati a pensare che aggredire sia la cosa da
fare.
Essa ha preso in esame diversi casi in cui
la risposta alla situazione è l'aggressività:
1.Senso di giustizia: Le persone
aggrediscono per reagire all'ingiustizia,
possono cercare riparazione e
giustificazione.
2.Competizione: L'aggressività può
scoppiare se c'è interdipendenza
negativa.
3.Obbedienza all'autorità:Anche persone
tranquille possono compiere atti di
aggressività se l'autorità lo impone
(esperimento di Milgram).
4.Esigenze della situazione: Un individuo
può aggredire semplicemente perchè la
situazione sociale lo richiede
(esperimento di Zimbardo).
5.Effetti del potere: Un individuo che
detiene il potere è portato a compiere
qualsiasi azione, anche se questa
comporta danni agli altri.
6.Effetti del gruppo: Il fare parte di un
gruppo influisce in vari modi sui
comportamenti aggressivi. Esso è legato
al conformismo e al fenomeno del
groupthink.
7.Tensioni tra gruppi:L'aggressività può
insorgere nelle relazioni conflittuali tra
gruppi sociali.
8.Norme sociali aggressive: L'individuo è
aggressivo quando ritiene che il
comportamento è appropriato alla
situazione a causa di influenze sociali di
vario tipo.
TEORIA FRUSTRAZIONEAGGRESSIVITA'
La ricerca sulle condizioni in cui la frustrazione
conduce all'aggressività, ha fatto capire che la
frustrazione da sola non basta,MA interviene
insieme ad altri fattori.
Quindi non è il carattere di agente specifico
dell'aggressività.
Il soggetto si attiva EMOTIVAMENTE in
maniera generica: a seconda della lettura che dà
della situazione che sta vivendo, l'individuo può
essere aggressivo o meno.
L'AGGRESSIVITA' SI
IMPARA!?
Lo studio dell'aggressività in termini di
apprendimento è stato portato avanti all'interno
della tradizione del COMPORTAMENTISMO e
in particolare nel filone delle TEORIE
DELL'APPRENDIMENTO SOCIALE.
Gli studi condotti da questo filone hanno in
comune lo SVILUPPO UMANO dovuto:
- ALL'APPRENDIMENTO DI CONTENUTI ;
- ALLA DIPENDENZA DALL'AMBIENTE
SOCIALE.
Concezioni basate sull’
apprendimento.
Esse sostengono che l’ aggressività si acquisisce con l’esperienza,si
impara come qualsiasi altro comportamento. D’ impatto la tesi può
lasciare perplessi perché si è abituati ad associare l’apprendimento
a contenuti positivi,ma per la psicologia è apprendimento qualsiasi
trasformazione nei comportamenti.
Le RICERCHE EMPIRICHE si sono occupate dell’
APPRENDIMENTO MEDIANTE RINFORZI e dell’
APPRENDIMENTO PER IMITAZIONE (esp. Geen , Pigg- Brown e
Elliot).
Gli esperimenti dimostrano che MANIPOLANDO opportunamente i
rinforzi si può ottenere che le persone imparino ad essere
AGGRESSIVE o PACIFICHE.
nonostante nella nostra civiltà
l’aggressività è ufficialmente CONDANNATA e DISAPPROVATA di
fatto i comportamenti aggressivi vengono spesso RINFORZATI più
di quelli pacifici.(es. scuole di guerra).
PUNIRE E’ UN BUON SISTEMA PER
CONTROLLARE L’AGGRESSIVITA’?
Skinner pensava che la punizione non fosse in grado di
estingue un comportamento se non momentaneamente. Le
ricerche successive hanno dimostrato che con opportuni
accorgimenti (immediati e decisi) le punizioni rivelano una
certa efficacia. Tuttavia non sono certamente paragonabili
ai rinforzi e soprattutto danno luogo a effetti collaterali
(generano reazione di paura, ansia e rabbia). Quindi le
punizioni non sono un buon mezzo di controllo
dell’aggressività in quanto si sa che la repressione dei
comportamenti aggressivi in alcuni casi può incoraggiare
l’aggressività, sia nei rapporti educativi, sia nei contesti
istituzionali.
Eseguito da:
Angela Cosola
Emanuela Astuti
Valentina Romoli

similar documents