INVESTIRE E FINANZIARE

Report
Prestiamoci:
una comunità per i
prestiti tra persone
https://www.prestiamoci.it/
Il Social Lending
• Il Social Lending o P2P Lending è il prestito fra persone, dove la richiesta di finanziamenti si
incrocia con la disponibilità di altre persone o istituzioni a prestare denaro
• Il Social Lending si è affermato a livello internazionale come forma di prestiti tra privati ed ha poi
sollevato l’interesse di investitori istituzionali non bancari il cui contributo al finanziamento del
portafoglio è ormai pari alla componente retail
PRESTATORI
I Prestatori
conferiscono risorse e
percepiscono interessi
RICHIEDENTI
I Richiedenti meritevoli
ricevono i finanziamenti
• Privati
• Istituzionali
• Individui e famiglie
• Microimprese e
professionisti
2
Ma di cosa stiamo parlando?
Il prestito tra persone :




è tra le più antiche forme di prestito
grazie alle attuali tecnologie torna prepotentemente sulla scena
avvicina le persone sul tema finanziario e riduce l’intermediazione tradizionale
nasce negli Stati Uniti ed in Inghilterra si sviluppa in internet su due binari:
Peculiarità del P2P
-
Responsabilità e consapevolezza dei consumatori
-
Assoluta trasparenza circa l’impiego dell’investimento
-
Tassi vantaggiosi
Peculiarità della rete
-
Web 2.0 social network
-
Reputazione on-line
-
Ottimizzazione, burocrazia e gestione
3
Vantaggi del modello di business
Caratteristiche
Asset Class
Vantaggi per i
Prestatori
Vantaggi per i
Richiedenti
• Anticiclicità e decorrelazione dall’andamento dei mercati finanziari
• Struttura di costo leggera:
• Eliminazione dei costi di intermediazione
• Assenza di remunerazione del margine di interesse delle banche
• Rendimenti attesi elevati: compresi tra il 6%-9% p.a. al netto di spese
• Rendimenti stabili perché regolati contrattualmente e prodotti fin dal
primo mese di finanziamento
• Perfetta visibilità flussi di cassa futuri così da permettere una
pianificazione dettagliata di portafogli istituzionali ed una gestione ottimale
delle esigenze/obiettivi di liquidità/tesoreria
• Trasparenza e visibilità su ogni singolo impiego
• Flessibilità nell’orizzonte temporale, nelle condizioni e negli importi
• Accesso al credito: liquidità esterna al sistema bancario
• Vantaggio strutturale sul pricing (~9.0% vs 12.4% del mercato finanziario
tradizionale)
• Tempi ridotti: iter approvativo snello
4
Un successo già raggiunto nel mondo
Lending Club Now Worth Over Half a Billion
Dollars
by PETER RENTON on JUNE 19, 2012
5
View degli investitori
6
La società
• Prestiamoci (www.prestiamoci.it) è una piattaforma di Social Lending che accelera ed ottimizza
la gestione delle esigenze di Richiedenti con progetti da finanziare e degli obiettivi di
investimento di Prestatori che offrono proprie disponibilità a fronte di una adeguata
remunerazione
• 15.000 utenti, 700 clienti, finanziamenti emessi per oltre 1,5 ml di euro
• Prestiamoci è marchio di Agata SPA, operatore regolato da Banca d’Italia ed iscritto all’Albo degli
Intermediari Finanziari di cui all’ Art. 106 del Testo Unico Bancario (unico del comparto nel
P2P)
PRESTATORI
• Privati
• Istituzionali
RICHIEDENTI
1.
Gestisce domanda-offerta
2.
Valuta solvibilità degli affidati
3.
Diversifica e fraziona le somme investite
4.
Partecipa al finanziamento (~9% in media)
5.
Gestisce flussi di cassa
6.
Gestisce reportistica
• Individui e famiglie
• Microimprese e
professionisti
7
Punti di forza di Prestiamoci
Approccio
industriale
• La piattaforma di Prestiamoci è stata disegnata e sviluppata per gestire
elevati volumi di attività, con ampie possibilità di personalizzazione
• I soci di Prestiamoci sono persone fisiche e primarie organizzazioni private
con esperienza consolidata nel Social Lending e nel credito al consumo
Allineamento
di interessi
• Prestiamoci investe fondi propri in aggiunta a quelli dei Prestatori,
elemento distintivo rispetto ad altri operatori (broker, sistemi di pagamento)
Doppio livello di
Credit Scoring
• Credit scoring esterno: CRIF (Centrale Rischi Bancaria) cui Prestiamoci
ha accesso in quanto operatore autorizzato
• Credit scoring proprietario che affianca il credit scoring di CRIF
Sistema di
controlli
• In quanto intermediario finanziario autorizzata, Prestiamoci è soggetta agli
obblighi ed ai controlli previsti da Banca d’Italia
• Prestiamoci è tenuta ad avvalersi di una banca depositaria i cui compiti di
custodia e controllo tutelano ulteriormente Prestatori e Richiedenti.
8
Key factors
9
Domanda
di prestiti
Default rate
LENDERS
• Il 20% circa della domanda di prestiti ricevuta, ha
rating medio alto
• Domanda di prestiti low risk mensile passata da
euro 80 mila euro a 270 mila euro in pochi mesi,
in assenza di investimenti di marketing
• Ritardati pagamenti 10% dei prestiti emessi
• Interventi tempestivi nei casi di difficoltà
• Perdite stimate nell’ordine del 3%, in linea con i
migliori player di mercato
• Fedeltà e soddisfazione dei clienti
o 60% reinveste
o 40% incrementa l’investimento
• +120% raccolta dai lenders 2012 vs 2011
DOMANDA LATENTE
SODDISFATTA CON ….
... LIVELLI DI
RISCHIO SOTTO
CONTROLLO ,
OFFRE ….
… RENDIMENTI ATTESI
INTERESSANTI E UN
PRODOTTO “CHE
PIACE”
Due diligence approfondita
• Prestiamoci fa leva sulle proprie competenze distintive in materia di: (i) conoscenza del Social
Lending; (ii) analisi merito creditizio; (iii) credit scoring interno ed esterno; (iv) diversificazione
/frazionamento del rischio; (v) gestione dei finanziamenti, monitoraggio e controllo
• Al termine di un approfondito processo di due diligence vengono finanziate le richieste a rischio
insolvenza medio-basso (storicamente risultate essere pari a circa il 7% delle richieste ricevute)
Prestiamoci: processo di due diligence:
Domanda totale prestiti:
~ € 21.000.000
(100%)
Dal 2010 Prestiamoci ha ricevuto
richieste di finanziamento per circa 20
milioni di euro
First Screening:
~ € 11.000.000
(53%)
Solo la metà delle richieste ha superato
il primo screening
Credit Scoring:
~ € 1.500.000
(7%)
Dopo il credit scoring interno ed
esterno, Prestiamoci ha finanziato il 7%
delle richieste originarie
10
Investire nelle comunità
• Prestiamoci è in grado di fornire servizi dedicati alle istituzioni e alle comunità che esse
rappresentano tramite lo sviluppo di comparti in cui:
SOGGETTO
ISTITUZIONALE
• Mette a disposizione dei propri associati o della propria
comunità di riferimento risorse finanziarie
• Ottiene ritorni stabili, modulabili in funzione del
finanziamento
• Consegue obiettivi statutari e vantaggi reputazionali
PRESTIAMOCI
• Gestisce la piattaforma, valuta solvibilità e seleziona affidati,
diversifica e fraziona le somme investite
• Gestisce flussi di cassa e produce reportistica specifica
ASSOCIATI O
COMUNITA’ DI
RIFERIMENTO
• Accede in tempi brevi al credito per finanziare progetti di
impresa, spese personali o di altra natura
• Ottiene tassi di interesse contenuti e condizioni agevolate
11
P2P Lending
1.500€
50€
200€
6.000€
50€
50€




Gestione dei Flussi
Scelta dei
Richiedenti
Reporting
Gestione del credito
50€
12
Obiettivi
Il nostro obiettivo è quello di fornire alle famiglie e alle piccole imprese gli strumenti e le
informazioni necessarie per migliorare la propria qualità della vita, promuovendo il consumo
consapevole, il risparmio e la finanza sostenibile.
Spiegare alle famiglie:
–
L’importanza dell’analisi dei costi e dei benefici legati a un prodotto o un servizio,
promuovendo il consumo consapevole.
–
Fornire ai microimprenditori un supporto economico e informativo per il lancio di una nuova
impresa o lo sviluppo di una realtà già esistente.
–
Utilizzare gli strumenti e i benefici del web 2.0 per ridurre i costi e l’asimmetria informativa, in
modo da creare un solido ed efficiente network di persone.
13

similar documents