I miti del diluvio - Liceo Scientifico e Classico "Marie Curie"

Report
L’ARCA DI NOÉ
Il Signore vide che sulla Terra ormai c’era troppa malvagità
Si pentì di aver creato l’uomo e decise di sterminarlo
Decise di eliminare gli animali perché era pentito di averli creati
Ma salvò Noè perché:
 era giusto
 non era violento come gli altri
Dio ordinò a Noè di costruire un’arca e di caricare al suo interno:
Un esemplare maschile e uno femminile di ogni specie animale
La famiglia di Noè (l’uomo, la moglie, i figli, le mogli dei figli)
Altre coppie di animali puri (che si possono mangiare senza
essere contaminati dal peccato originale), per nutrirsi
Il vecchio Noè obbedì a Dio e costruì un’arca di legno, ricoprendola
poi di bitume per renderla impermeabile
Dopo una settimana, Noè fece salire sull’arca tutti i “passeggeri”;
Dio allora mandò il diluvio sulla Terra
L’arca si ritrovò dunque a galleggiare sulle acque
Il diluvio mandato
da Dio causò la
morte di tutti gli
esseri viventi rimasti
sulla Terra
L’acqua delle
piogge sommerse
tutto
L’acqua caduta rimase sopra le terre per
centocinquanta giorni
Poi Dio, ricordatosi di Noè, fece soffiare
venti per abbassare il livello delle acque
Dopo sette mesi dall’inizio del diluvio l’arca
si posò sui monti dell’Ararat. Poco a poco
stavano infatti riaffiorando le montagne
Noè liberò allora prima un corvo e poi una
colomba ma entrambi fecero ritorno, non
trovando dove atterrare e dove nutrirsi
Passata una settimana, Noè liberò di nuovo
la colomba e questa ritornò all’arca con un
ramoscello di ulivo nel becco
Noè capì dunque che le acque si erano
ritirate dalla terra
Dio ordinò a Noè di far scendere tutti gli animali e la sua famiglia dall’arca,
per far sì che ritornassero sulle terre e facessero riprendere la vita
Noè,
volta
scesopoi
dall’arca,
unumane:
altare e sacrificò alcuni animali
I tre
figliuna
di Noè
diedero
origine edificò
alle stirpi
puri
al ai
Signore,
in segno
di riconoscenza
Sem
Semiti (Medio
Oriente)
Dio accorse
richiamato dalla soave fragranza
Cam
ai Camitisubito
(Africa)
Iafet
agli Iafetidi
Benedisse
Noè (Indoeuropei)
e la sua famiglia
Noè
all’età
di novecentocinquant’anni
Dio morì
decise
di creare
un’alleanza con tutte le creature
Quando iniziò il diluvio ne aveva seicento
Il Signore non avrebbe mai più distrutto nessuno
Gli esseri viventi non dovevano più essere violenti tra loro
Sem, Cam e Iafet
Come simbolo di questo patto fu scelto l’arcobaleno
Concilio
degli dei
Giove
Nettuno


Deucalione e Pirra decisero di
andare a pregare in un tempio
della dea Temi, la dea del
destino.
Ella disse loro che per
rigenerare i popoli avrebbero
dovuto velarsi il capo, slacciare
Nella regione greca della
le vesti e gettarsi alle spalle le
Focide c’era il Monte Parnaso, ossa della grande madre. Dopo
l’unico luogo che non era stato un momento iniziale di
incertezza, Deucalione capì che
sommerso dalle acque
la dea si riferiva alle ossa della
Proprio qui approdò la barca terra, cioè le rocce.
con a bordo la coppia di
I sassi scagliati da Deucalione
Deucalione e Pirra
diedero origine agli uomini;
 Subito si misero a pregare e quelli scagliati da Pirra
Giove, vedendo che erano gli generarono le donne.
unici umani sopravvissuti al
diluvio, fece cessare la pioggia
Noi uomini siamo resistenti
e la furia del mare
alle
fatiche
più
dure
 La terra cominciò a riemergere
proprio perché abbiamo
come origine le rocce
UTNAPISTIM, L’EROE
DEL DILUVIO
L’ARCA DI NOÉ
DEUCALIONE E PIRRA
Che cosa scatena l’ira della
divinità? Qual è questa
divinità?
Il rumore del mondo
Enlil (dio guerriero)
La grande malvagità degli
uomini
Dio
L’eccessiva malvagità
umana
Giove (greco: Zeus)
Come reagiscono le altre
divinità?
Sono tutti d’accordo, tranne
Ea, e decidono di
sterminare gli uomini.
Non sono presenti nel
racconto altre divinità. Dio
decide si salvare Noè.
Alcuni approvano
apertamente l’idea dello
sterminio, altri si limitano a
cenni di assenso.
Cosa simboleggia l’acqua?
Morte per purificare il
mondo
Morte, purificazione e
rigenerazione.
Morte e peccato
Chi sono i superstiti?
La famiglia e i parenti di
Gilgamesh; il seme di tutti gli
animali; gli artefici della
nave.
La famiglia di Noè, una
coppia per ogni specie
animale e altre sei per ogni
animale puro.
Deucalione e la moglie Pirra.
Quanto dura il diluvio?
Sette giorni e sette notti
Quaranta giorni e notti
Nove giorni
Come fanno i protagonisti a
salvarsi?
Ea avverte Utnapistim in
sogno e gli ordina di
costruire una nave.
Dio vuole salvare Noè e gli
comanda di costruire
un’arca.
Si salvano su una barchetta
per volere di Zeus.
Dove arrivano e cosa fanno?
Si incagliano sul monte Nisir
(Ararat), liberano una
colomba, una rondine e un
corvo ma solo l’ultimo trova
terra e cibo.
L’arca si posa sull’Ararat;
Noè libera un corvo e una
colomba e quest’ultima
trova terra.
Si incagliano sul monte
Parnaso e piangono
quando vedono lo stato in cui
è ridotto il mondo.
Qual è l’atteggiamento degli
dei e dei superstiti dopo il
diluvio?
Dei: piangono
Uomini: fanno sacrifici agli
dei
Dio: fa abbassare le acque e
benedice Noè
Uomini: fanno sacrifici
Dei: soddisfatti
Uomini: piangono, pregano
Come si genera la nuova
umanità?
Dai sopravvissuti eccetto
Utnapistim e moglie
Dai figli di Noè: da Cam gli
africani, da Sem i medioorientali e da Iafet gli
indoeuropei
Dalle pietre che la coppia
lancia alle proprie spalle
Come termina il mito?
Si riunisce il concilio divino;
Utnapistim e la moglie
diventano immortali
Si crea un’alleanza tra Dio e
l’uomo; Noè muore all’età di
950 anni secondo la Bibbia
Con la nascita della nuova
umanità
FONTI
1-L’arca di Noè
Testo analizzato
Dal libro “Scrittori e scritture- narrazione e mito”. Tratto da: Genesi 6, 5-22; 7, 1-24; 8,
1-9, 19; 9, 28-29.
Immagini
Siti: sipanet.it
wikipedia.org
Capannino.blogspot.org
2-Deucalione e Pirra
Testo analizzato
Dal libro “Scrittori e scritture-narrazione e mito”. Tratto da: Metamorfosi, Ovidio, a cura
di P. Bernardini Marzolla.
Immagini
Siti: wikipedia.org
www.tanogabo.it
www.elicriso.it
Per gli approfondimenti
Prologo del testo analizzato
Lospecchiomagico.altervista.org
Wikipedia.org
3-Confronti tra i vari miti
Testo analizzato
Dal libro “Scrittori e scritture- narrazione e mito”. Esercizi (anche sommativi a fine
capitolo)

similar documents