Le Olimpiadi di Attaianese V., Tomasoni G

Report
Le Olimpiadi
Viviana Attaianese
Giulia Tomasoni
3^ C
Giochi Atene nel 1896
I Giochi della I Olimpiade (in greco, Αγῶνες τῆς Ι Ολυμπιάδος) si
svolsero ad Atene, in Grecia, dal 6 al 15 aprile 1896. Furono i primi
Giochi olimpici dell'era moderna, voluti dal barone Pierre de Coubertin
e ufficializzati durante il primo congresso olimpico, che si tenne a
Parigi il 23 giugno 1894, durante il quale nacque anche il Comitato
Olimpico Internazionale.
Lo stadio Panathinaiko, il primo grande impianto della storia
contemporanea, ospitò le cerimonie di apertura e di chiusura della
manifestazione. Alle 43 competizioni, riguardanti nove diverse
discipline sportive, parteciparono 241 atleti, provenienti da quattordici
nazioni.
Olimpiadi
antiche
Grecia
La Grecia (in greco: Ελλάδα, Ellada, oppure Ελλάς, Hellas), nome
ufficiale Repubblica Ellenica è uno Stato membro dell'Unione
Europea e situato nell'Europa meridionale, il cui territorio coincide in
gran parte con l'estremo lembo sud della penisola balcanica.
La Grecia moderna affonda le sue radici nella civiltà della Grecia
antica, generalmente considerata la culla della civiltà occidentale. È
infatti la patria della democrazia, della filosofia occidentale, dei Giochi
olimpici, della letteratura occidentale e della storiografia, nonché di
importanti principi matematici e geometrici, del teatro e della medicina
occidentale.
Olimpiadi
antiche
Giochi Atene 1896
Olimpiadi antiche
I primi giochi Olimpici si svolsero nel ‘776 a.C. ad Olimpia, in Grecia.
All’ inizio era essenzialmente una manifestazione locale e veniva
disputata unicamente una antica gara di corsa.
Le Olimpiadi avevano anche un importanza religiosa, in quanto si
svolgevano in onore di Zeus.
Per tutta la durata dei giochi (5 giorni) venivano sospese le guerre in
tutta la Grecia: questa tregua era chiamata Tregua Olimpica.
Nel 1896 Pierre de Coubertin ristabilì i Giochi Olimpici
modernizzando molte delle loro regole, tra cui la partecipazione delle
donne.
Giochi Atene
1896
Cerimonia di apertura
La cerimonia di apertura inizia con il conto alla rovescia, seguito dalle
peripezie preparate dal Paese ospitante.
Si continua con la sfilata dei Paesi partecipanti, con gli atleti che
marciano nello stadio divisi per nazione. I paesi sfilano nell’ ordine
alfabetico, ad eccezione della Grecia che entra per prima ( essendo la
patria dei Giochi Olimpici dell’ antichità e avendo ospitato la prima
edizione di quelli moderni) e del paese ospitante che sfila per ultimo.
In seguito viene suonato l’ Inno Olimpico e viene issata la bandiera
Olimpica.
Al termine della sfilata, seguono i discorsi del presidente del Comitato
Organizzatore dell’ edizione dei giochi e del Presidente del Comitato
Olimpico Internazionale.
Cerimonia di chiusura
La cerimonia di chiusura è più semplice e meno formale di quella di
apertura.
Gli atleti entrano nello stadio mescolati tra loro, senza distinzione per
nazione.
Vengono issate tre bandiere coi rispettivi inni: quella del paese
ospitante, quella della Grecia e quella del paese futuro ospitante dei
giochi nell’ edizione successiva.
Anche nella cerimonia di chiusura c’ è parte per la parte artistica, come
nella cerimonia di apertura, con richiami sia al paese che ha ospitato i
giochi olimpici, sia a quello che li ospiterà.
Infine, la fiamma olimpica viene portata all’ inizio dell’ Olimpiade
dalla torcia olimpica, tenuta da tedofori surante una staffetta.
Il CIO
Il CIO, o Comitato Olimpico Internazionale fu fondato nel 1894, da
Pierre de Couberin; il suo ruolo è quello di promuovere sport per tutti e
senza distinzioni.
Inoltre, garantisce la regolare organizzazione del Giochi Olimpici, e
incoraggia la promozione dello sport femminile.
Le regole e le linee guida in base alle quali il CIO opera, sono
delineate nello Statuto Olimpico.
Inno Olimpico
L'Inno olimpico è un brano musicale composto da Spiro Samara, con
parole tratte da un poema dello scrittore e poeta greco Kostis Palamas.
Venne eseguito per la prima volta in occasione della cerimonia di
apertura della prima edizione dei Giochi olimpici di Atene 1896. Negli
anni successivi ogni nazione ospitante commissionò a vari musicisti la
composizione di un inno olimpico specifico per la propria edizione dei
giochi. Questo avvenne fino all'edizione di Roma 1960.
L'inno di Spiro Samara e Palamas verrà dichiarato inno olimpico
ufficiale dal CIO nel 1958 e reintrodotto a partire dall'edizione di
Tokyo 1964.
Grecia
Bandiera Olimpica
La bandiera olimpica raffigura cinque anelli intrecciati, in campo
bianco, che simboleggiano i cinque continenti: Europa, Asia, Africa,
America e Oceania.
Essa viene issata ad ogni edizione dei giochi a partire dal 1920.
I colori scelti per i cinque cerchi sono: blu, giallo, nero, verde e rosso.
Insieme al bianco dello sfondo, questi colori erano presenti nelle
bandiere di tutte le nazioni del mondo nel momento in cui furono
scelti.
La combinazione dei colori simboleggia quindi, tutti i Paesi, mentre l’
intreccio degli anelli rappresenta l’ universalità dello spirito Olimpico.
Europa
L'Europa (anche detta Vecchio Continente) è una regione geografica della Terra
costituita da un subcontinente che comprende la penisola situata nella parte occidentale
del continente Eurasia e le isole ad essa prossime. In seguito a fattori storico-culturali, è
comunque tradizionalmente considerata essa stessa un continente, benché fra i più
piccoli. E’ il terzo continente più popolato (dopo l'Asia e l'Africa).
Il suo confine naturale è costituito per un tratto dal mare: è delimitata a nord dal mare
Glaciale Artico, ad ovest dall'oceano Atlantico, a sud dal mar Mediterraneo, a sud-est
dal mar Nero e dal Caucaso, ad est dal mar Caspio, dalla catena montuosa degli Urali e
dal fiume Ural.
La storia europea e la sua cultura hanno influenzato notevolmente tutto il mondo
civilizzato. La penetrazione del mare ha sempre favorito le comunicazioni fra le
popolazioni delle diverse regioni e frequenti sono state le migrazioni verso le altre
regioni del mondo. Il clima mite di buona parte del continente, inoltre, ha fatto sì che
divenisse densamente abitata.
L’ Europa è rappresentata nella bandiera Olimpica dal cerchio blu.
Asia
L'Asia è il più vasto dei continenti della Terra, con una superficie più
di cinque volte maggiore di quella dell'Europa e pari a circa un terzo di
tutte le terre emerse.
Si presenta come una massa continentale compatta di grandi
dimensioni, ed è il solo continente ad essere bagnato da tre oceani:
l'Atlantico (con il Mar Glaciale Artico e il Mar Mediterraneo),
l'Indiano e il Pacifico La massa continentale si spinge a sud con le tre
grandi penisole dell'Arabia, del subcontinente indiano e dell'Indocina.
A quest'ultima seguono, come prolungamento naturale, le isole
dell'Indonesia, mentre più a est, nell'Oceano Pacifico, vi sono grandi
festoni di isole che, dalle Curili al Giappone e alle Filippine,
delimitano mari costieri.
L'Asia non è separata fisicamente e geologicamente dall'Europa, con
la quale forma un'unica massa continentale, l'Eurasia.
L’ Asia è rappresentata nella bandiera Olimpica dal cerchio giallo.
Olimpiadi Russia
2014
Africa
L'Africa è un continente della Terra, separato dall'Asia, a nord-est, dall'artificiale Canale
di Suez. È attraversata dall'equatore e caratterizzata da una grande varietà di climi. Per
estensione del territorio, è il terzo continente dopo Asia e America.
Il termine Africa deriva da "terra degli Afri", nome di alcune genti che abitavano nel
Nord Africa vicino a Cartagine.
Il continente ha una forma triangolare, allargata nella parte settentrionale, che si
assottiglia in corrispondenza della zona a sud dell'Equatore. Il continente è
completamente circondato dal mare ad eccezione di una piccola zona in corrispondenza
dell'istmo di Suez, a nord è bagnato dal mar Mediterraneo, a est dal mar Rosso e
dall'oceano Indiano, a ovest dall'oceano Atlantico.
Gli unici collegamenti con gli altri continenti sono rappresentati dalla penisola del Sinai
che lo lega all'Eurasia. Lo stretto di Gibilterra lo separa dall'Europa.
L'impenetrabilità del Sahara la divide naturalmente e culturalmente in due entità assai
diverse: Africa bianca e Africa nera. Più recentemente l'invasione araba europea ha
mutato molte cose: si tratta però prevalentemente di mutazioni culturali. Tra i gruppi
etnici indigeni del Nord Africa non mancano elementi europoidi come i Berberi, cui si
sono aggiunti di recente un certo numero di Arabi.
L’ Africa è rappresentata nella bandiera Olimpica dal cerchio nero.
America
L'America, detta anche "le Americhe" o "Nuovo Mondo", è un continente
della Terra formato da due subcontinenti (l'America del Nord e l'America del
Sud), nonché uno dei tre supercontinenti della Terra.
L'America è una terra posta nell'emisfero occidentale, nota anche come il
Nuovo Mondo. La topografia è dominata dalle catene montuose delle
Montagne Rocciose e della Cordigliera delle Ande, entrambe poste lungo le
coste occidentali del continente.
Il piatto lato orientale dell'America è dominato da grandi bacini fluviali, come
il Rio delle Amazzoni, il Mississippi, e La Plata. Quando i due, allora separati,
continenti dell'America del nord e dell'America del sud si unirono, 3 milioni di
anni fa, si verificò uno scambio intercontinentale che portò alla diffusione di
molte specie viventi esistenti nelle due parti dell'America, come il puma,
l'istrice, e colibrì
I paesi più popolosi sono Stati Uniti d'America, Brasile e Messico mentre le
città più popolose sono Città del Messico, San Paolo del Brasile e New York.
Il termine "America" è molto diffuso anche come sineddoche per riferirsi agli
Stati Uniti d'America.
Le due Americhe sono rappresentate nella bandiera Olimpica dal cerchio
rosso.
•
Oceania
Oceania è un termine utilizzato per indicare l'insieme della Polinesia,
Melanesia e Micronesia, una suddivisione poco scientifica adottata da
Jules Dumont d'Urville nel 1831. Deve il suo nome dalla parola
oceano.
In senso più ampio, con Oceania si intende il continente che
comprende anche l'Australia e la Nuova Zelanda. Un sinonimo di
Oceania è Continente Nuovo, o Nuovissimo Continente, nome che
deriva dal fatto che, eccetto l'Antartide, fu l'ultimo ad essere scoperto
dagli europei.
Le maggiori catene montuose dell'Oceania si trovano nelle tre
maggiori isole, di arcipelaghi, del continente.
La catena che raggiunge le maggiori altitudini è quella della Nuova
Guinea.
L’ Oceania è rappresentata nella bandiera Olimpica dal cerchio verde.
Sport Olimpici estivi
I Giochi olimpici estivi, o Olimpiadi estive, sono una
manifestazione sportiva multidisciplinare, internazionale, a
cadenza quadriennale, organizzata dal Comitato Olimpico
Internazionale.
I vincitori vengono premiati con una medaglia d'oro, ai
secondi ne va una d'argento e ai terzi una di bronzo. Questa
tradizione ebbe inizio nel 1904.
Alcuni sport olimpici estivi sono: tennis, ginnastica
artistica, baseball, lotta, ciclismo, atletica leggera, nuoto,
pallavolo, scherma, arrampicata…
Valentina Vezzali
Olimpiadi
Rio 2016
Olimpiadi
London 2012
Valentina Vezzali
Valentina Vezzali è una schermitrice e politica Italiana.
E’ la prima schermitrice al mondo ad essersi aggiudicata
tre medaglie d’ oro Olimpiche in tre consecutive edizioni.
In carriera ha vinto 11 volte la Coppa del Mondo e 14
volte il titolo Nazionale assoluto individuale.
Iniziò a praticare lo sport nel 1980, all’ età di 14 anni.
Alle Olimpiadi di Londra nel 2012 è stata la portabandiera
azzurra, in cui rappresentò l’ Italia.
Sport Olimpici estivi
Sport Olimpici invernali
Gli sport invernali comprendono tutte le discipline sportive che si svolgono su ghiaccio
o su neve, tradizionalmente praticate durante il periodo invernale nei paesi alpini,
nell'Europa settentrionale e orientale, in Nord America e in Giappone.
La massima competizione internazionale degli sport invernali sono i Giochi olimpici
invernali, nel cui programma sono inseriti i principali sport che si praticano su neve e
ghiaccio.
Gli sport sul ghiaccio vengono praticati su superfici piane, spesso da atleti muniti di
pattini, oppure su percorsi in discesa con mezzi adatti allo scivolamento.
I principali sport sul ghiaccio sono: bandy (antenato dell'hockey su ghiaccio), bob, corsa
su slittino, curling, hockey su ghiaccio (hockey giocato su pattini), hockey su slittino
(hockey giocato su slitte, praticabile da chi ha disabilità motorie), pattinaggio di figura,
pattinaggio di velocità, keleton, slittino…
Gli sport sulla neve richiedono generalmente l'uso di sci o altri attrezzi di scivolamento.
I principali sport sulla neve sono: biathlon, sci di fondo, carving, combinata nordica, sci
di fondo, salto con gli sci, corsa con i cani da slitta, bob, snowboard…
Olimpiadi
Russia 2014
Sport Olimpici
estivi
Albero Tomba
Alberto Tomba
Alberto Tomba è un ex sciatore Alpino Italiano dal 1986 al
1998.
Ha avuto 50 vittorie complessive in Coppa del Mondo.
E’ il terzo sciatore di sempre per il gran numero di
successi ed è considerato uno dei più grandi specialisti
delle discipline tecniche di tutti i tempi.
Ha ottenuto due ori Olimpici nello slalom gigante, l’ oro
Olimpico in slalom e i due ori in gigante e slalom ai
Mondiali del 1996.
Sport Olimpici invernali
Le paralimpiadi
I Giochi Paralimpici, o Paralimpiadi, sono l'equivalente
dei Giochi olimpici per atleti con disabilità.
In Italia sono tuttora chiamati anche Giochi Paraolimpici
o Paraolimpiadi, che fu il termine usato ufficialmente fino
al 2004. La legge n. 189 del 15 luglio 2003 "Norme per la
promozione della pratica dello sport da parte delle persone
disabili" designa la Federazione Italiana Sport Disabili
come Comitato italiano paraolimpico (CIP) e usa termini
quali attività paraolimpica e Paraolimpiadi.
Questi sport assicurano il rispetto dei diritti.
I diritti
I diritti
•
•
•
•
Il termine diritto è usato con accezioni differenti:
l'insieme ed il complesso (in genere sistematico) delle norme che
regolano la vita dei membri della comunità di riferimento;
la scienza del giurista, che studia i suscritti sistemi;
il giudizio sulla legalità e legittimità delle azioni proprie dello Stato e
delle personalità fisiche e giuridiche con cui si rapporta;
(spesso al plurale) un valore economico legato ad un tipo di tributo od
onere fiscale, oppure una controprestazione.
Paralimpiadi
Jesse Owens
Olimpiadi di Berlino
1936
I Giochi della XI Olimpiade si sono svolti a Berlino (Germania) dal
1º al 16 agosto 1936.
La decisione dello svolgimento dei Giochi olimpici a Berlino venne
presa il 13 maggio 1931, quando la Germania era ancora una
repubblica democratica. Quando nel 1933 Adolf Hitler salì al potere
molte nazioni avanzarono la proposta di cambiare sede, ma il CIO
rifiutò. Anche il Führer all'inizio si mostrò molto riluttante all'idea di
dovere organizzare i Giochi olimpici, poi però quando Joseph
Goebbels, il ministro della propaganda, gli fece capire che tale
occasione poteva rivelarsi un'efficace opera di propaganda, egli
cambiò idea.
Olimpiadi tra le due
Guerre Mondiali
Nazismo
Elementi centrali dell’ideologia nazista erano la dottrina razziale e
la teoria dello "spazio vitale". Il problema razziale, basato sul mito
della razza ariana, era considerato il problema sociale
fondamentale e la chiave per interpretare la storia. I postulati
fondamentali della dottrina della razza furono enunciati da Hitler
del 1924 e resi sistematici da Alfred Rosemberg il filosofo ufficiale
del razzismo.
L’ideologia nazionalsocialista era basata sull’idea della nazione
razziale e la dottrina enunciata era la seguente:
Il mescolamento di due razze comporta la degenerazione di quella
superiore e il suo declino culturale, sociale e politico;
Tutte le razze o le culture di rilievo sono state create dalla sola
razza ariana; vi sono poi razze portatrici di cultura che però non
sono in grado di crearla autonomamente e poi razze distruttrici
ossia: la razza ebraica.
Le Olimpiadi tra le due
Guerre Mondiali
La seconda guerra mondiale interruppe il ciclo Olimpico, che riprese
con le Olimpiadi di Londra del 1948.
I Giochi del 1916, che si sarebbero dovuti tenere a Berlino, vennero
cancellati a causa dello scoppio della prima guerra mondiale.
Le Olimpiadi del 1936 a Berlino vennero viste dal governo tedesco
come un’ occasione d’ oro per promuovere l’ ideologia nazista.
La cerimonia di apertura delle Olimpiadi avvenne il 1° agosto, in un
pubblico entusiasta di persone che gridava a gran voce “Heil Hitler ”.
Olimpiadi
Berlino 1936
Jesse Owens e Hitler
Alle Olimpiadi di Berlino, svoltesi nella prima metà di agosto del
1936, sono nell’immaginario collettivo quelle di Jesse Owens, l’atleta
statunitense di colore a cui Hitler si rifiutò di stringere la mano. Nulla
di più falso.
Adolf Hitler, inizialmente, non era entusiasta di ospitare a Berlino le
Olimpiadi, “quell’indegno festival organizzato dagli ebrei”, ma poi
cambiò idea quando i suoi collaboratori gli fecero notare che
l’occasione poteva essere propizia per propagandare la grandezza
della Germania e la modernità e superiorità del nazionalsocialismo,
soprattutto se Leni Riefenstahl, una delle migliori registe
cinematografiche del Reich, avesse immortalato i Giochi sulla
pellicola di celluloide. Per ottenere questi risultati era necessaria
un’organizzazione capillare, scenari grandiosi e cerimoniali
suggestivi, cose che vennero realizzate con grande maestria.
L’ Olocausto (Shoah)
Con il termine Olocausto si indica, per antonomasia, il genocidio perpetrato
dalla Germania nazista e dai suoi alleati nei confronti degli ebrei d'Europa.
Esso consistette nello sterminio di un numero compreso tra i 5 e i 6 milioni di
ebrei, di ogni sesso ed età. L'Olocausto in quanto genocidio degli ebrei è
chiamato anche con il nome di Shoah.
La distruzione di circa i due terzi degli ebrei d'Europa venne organizzata e
portata a termine dalla Germania nazista mediante un complesso apparato
amministrativo, economico e militare che coinvolse gran parte delle strutture
di potere burocratiche del regime, con uno sviluppo progressivo che ebbe
inizio nel 1933 con la segregazione degli ebrei tedeschi, proseguì,
estendendosi a tutta l'Europa occupata dal Terzo Reich durante la seconda
guerra mondiale, con il concentramento e la deportazione e quindi culminò dal
1941 con lo sterminio fisico per mezzo di eccidi di massa sul territorio da parte
di reparti speciali e soprattutto in strutture di annientamento appositamente
predisposte (campi di sterminio).
Nazismo
Le Olimpiadi in Italia
L'Italia è una delle quattro nazioni al mondo (insieme con Svizzera,
Gran Bretagna e Francia) ad aver preso parte a tutte le edizioni dei
Giochi Olimpici dell'Era Moderna.
L'Italia ha anche ospitato i Giochi in tre occasioni:
• i VII Giochi olimpici invernali del 1956 a Cortina d'Ampezzo;
• i Giochi della XVII Olimpiade del 1960 a Roma;
• i XX Giochi olimpici invernali del 2006 a Torino.
Gli atleti italiani hanno vinto 550 medaglie ai Giochi olimpici estivi e
altre 106 medaglie ai Giochi olimpici invernali.
Olimpiadi London 2012
I Giochi della XXX Olimpiade si sono svolti a Londra, Regno Unito, dal 27
luglio al 12 agosto 2012. La capitale britannica è divenuta così la prima città
ad aver ospitato per tre volte un'Olimpiade estiva, dopo l'edizione del 1908 e
quella del 1948.
Londra è stata scelta come città ospitante il 6 luglio 2005 durante il 117º
meeting del CIO a Singapore, sconfiggendo Mosca, New York, Madrid e
Parigi dopo quattro turni di votazione.
Le Olimpiadi sono state il primo evento trasmesso, in anteprima mondiale, con
la nuova tecnologia televisiva Ultra Alta Definizione, dall'Olympic
Broadcasting Services (OBS) invece su Sky Italia per la prima volta al mondo
l'evento è stato trasmesso in 3D su Sky 3D.
Sport Olimpici estivi
Olimpiadi invernali
Russia 2014
I XXII Giochi olimpici invernali si svolgeranno a Soči (Russia) dal 7 al 23
febbraio 2014. Alcune gare verranno disputate nella stazione sciistica di
Krasnaja Poljana a circa 45 km dalla città olimpica, mentre il villaggio
olimpico verrà ospitato nella cittadina di Adler, a circa 28 km da Soči.
Le mascotte delle Olimpiadi sono tre animali: l'Orso bianco, la Lepre e il
Leopardo delle nevi.
Sarà la seconda manifestazione olimpica ospitata dalla Russia dopo i Giochi
Olimpici estivi del 1980 di Mosca.
L'elezione della città organizzatrice dei giochi si è tenuta il 4 luglio 2007 a Città del
Guatemala, durante la 119ª sessione del Comitato Olimpico Internazionale.
Il programma olimpico prevede competizioni in 15 discipline:
Biathlon, Bob, Combinata nordica, Curling, Freestyle, Hockey su ghiaccio, Pattinaggio
di figura, Pattinaggio di velocità, Salto con gli sci, Sci alpino, Sci di fondo, Short track,
Skeleton, Slittino e Snowboard.
Sport Olimpici invernali
Olimpiadi Rio 2016
I Giochi della XXXI Olimpiade si terranno a Rio de Janeiro, Brasile, dal 5 agosto al 21 agosto
2016. La città brasiliana diventa la prima sudamericana ad ospitare un'edizione dei Giochi Olimpici
estivi.
Rio è stata scelta come città ospitante il 2 ottobre 2009 durante il 121º meeting del CIO a
Copenhagen, battendo Madrid, Tokyo, e Chicago dopo tre turni di votazione.
La cerimonia iniziale si svolgerà il 5 agosto 2016 presso lo Stadio Mário Filho, meglio noto come
Maracanã. A dirigere il tutto sarà Marco Balich.
In questa edizione gli sport passano da 26 a 28 con l'arrivo di due discipline.
Il Golf torna ad essere fra le discipline riconosciute a livello olimpico dopo esservi stato escluso per
oltre un secolo.
Torna anche il Rugby, presente in alcune delle prime edizioni, ma nella sua forma a 7.
Il programma delle olimpiadi estive 2016 dispone di 28 sport e un totale di 42 discipline.
Tiro con l'arco, Atletica leggera, Badminton, Basketball, Boxe, Canoa/kayak, Ciclismo, Tuffi,
Equitazione, Scherma, Hockey su prato, Calcio, Golf, Ginnastica artistica, Pallamano, Judo,
Pentathlon moderno, Rugby, Canottaggio, Vela, Tiro a segno, Nuoto, Nuoto sincronizzato, Tennis
Tavolo, Taekwondo, Tennis, Triathlon, Pallavolo, Pallanuoto, Beach Volley, Sollevamento Pesi e
Lotta
Sport Olimpici
estivi
Il doping
Il doping è l’ uso (o abuso) si sostanze o medicinali vietati
dal CIO (Comitato Olimpico Internazionale), dal 1968 alle
Olimpiadi di Città del Messico, con lo scopo di aumentare
in modo artificiale il rendimento fisico e le prestazioni
dell’ atleta.
Le categorie sono: gli stimolanti, i narcotici e analgesici,
gli steroidi anabolizzanti, i diuretici, gli ormoni peptidici e
le sostanze ad azione mimetica e analoghi.
Però, sono presenti anche sostanze non proibite, come gli
integratori alimentari e il bicarbonato di sodio.

similar documents