RECUPERO IN… COMPRENSIONE DEL TESTO

Report
Ivrea (To)
[email protected]
“RECUPERO IN… COMPRENSIONE DEL TESTO”
elaborazione di un programma multimediale per la
comprensione del testo
a cura di Renza Rosiglioni, Patrizia Dal Santo,
“I Disturbi dell’Apprendimento a Scuola, tra Ricerca e Didattica”
Locarno, Dipartimento formazione e apprendimento (DFA)
9 e 10 Settembre 2011
Ogni tentativo di recupero risulta riduttivo
se centrato esclusivamente sulle
abilità e competenze carenti
con modalità di insegnamento-apprendimento
individuali e separate dalla classe.
Lo svantaggio derivante da una difficoltà di
apprendimento va affrontato anche all’interno
di un quadro didattico e interpersonale di
inclusione e partecipazione sociale.
In questo senso, nel nostro lavoro, è inteso
l’approccio al recupero:
azione socializzata e dinamica che
persegue obiettivi che interessano
tutta la classe.
È chiaro che un risultato del genere può essere
raggiunto solo attraverso modalità operative e l’uso di
strumenti che chiamino a raccolta le abilità di tutti e
che stimolino un approccio condiviso alle attività che
valorizza le capacità di ciascuno, mettendole a
disposizione del gruppo-classe.
Il Kit multimediale
Non è rivolto esclusivamente ad alunni considerati
«in ritardo» e che per questo devono recuperare.
E’ rivolto, invece, all’intera classe che impara a
lavorare insieme, in maniera inclusiva, per lo
sviluppo e il progresso di ciascun alunno. Le schede
didattiche e le attività del CD-ROM sono pensate
specificamente per realizzare proposte di recupero
coordinate su 4 livelli.
…proposte di recupero coordinate su 4 livelli:
1. attività curricolari per il gruppo classe, adattate e
semplificate anche per LIM
2. attività in piccoli gruppi cooperativi
3. attività in coppie di tutoring tra alunni
4. attività individuali alunno-insegnante.
ATTIVITA’
Risultati del prototipo del programma
“Recupero in… comprensione del testo”
Dai dati finali di questa sperimentazione
(Rosiglioni, Dal Santo 2010) si evidenzia che i
risultati migliori si sono ottenuti a partire
dalla classe III, dove l’impostazione
metacognitiva dello strumento era più
consona allo sviluppo cognitivo degli allievi.
Il Kit multimediale…
… si propone come materiale di intervento per il
potenziamento delle abilità cognitive e metacognitive
sottostanti la comprensione del testo scritto.
Può essere utilizzato come strumento di potenziamento:
• sia in ambito didattico, con tutta la classe,
• sia in ambito clinico-riabilitativo, con bambini che
presentano difficoltà specifiche nella comprensione del
testo.
Il Kit multimediale…
…
ha
come
modello
di
riferimento
l’approccio
multicomponenziale alla comprensione proposto da De
Beni, Cornoldi, Carretti e Meneghetti (2003), modello
che
individua
10
comprensione del testo.
sottoabilità
implicate
nella
Avendo come obiettivo il recupero nella scuola
primaria, il programma è stato costruito intorno alle
due abilità di base relative al contenuto del testo:
1. la capacità di individuare personaggi, luoghi, tempi
e fatti
2. la capacità di individuare diverse tipologie e
sequenze di fatti.
“Recupero in comprensione del testo”
dal prototipo al programma multimediale
Linee guida:
1. La conferma della validità dell’impostazione
metacognitiva ci ha portato ad implementare le
sezioni dedicate a sviluppare questa abilità e a
sollecitare una riflessione metacognitiva in tutte
le sezioni del programma
“Recupero in comprensione del testo”
dal prototipo al programma multimediale
2. Viene ampliata e diversificata la scelta di
esercizi dedicati al potenziamento delle
abilità cognitive relative all’individuazione
dei personaggi, dei tempi, dei luoghi e dei
fatti, articolandola su tre livelli di difficoltà
“Recupero in comprensione del testo”
dal prototipo al programma multimediale
3. Vengono aggiunte due nuove sezioni
dedicate a
• previsione dal titolo
• gerarchia delle informazioni
LIBRO E SOFTWARE
Il programma
“Recupero in comprensione del testo”
si caratterizza per la complementarietà del materiale
informatico e cartaceo e prevede:
– Il software, che serve a stimolare in modo attivo
l’apprendimento di ogni specifica abilità
– Il materiale cartaceo, che è stato pensato per la
generalizzazione delle abilità apprese in classe attraverso
attività di apprendimento cooperativo, in coppia e in
gruppo, e di consolidamento individuale
TORRE DI AVVISTAMENTO E METACOGNIZIONE
Questa sezione è articolata in quattro porte:
•
•
•
•
Leggere per comprendere
Perché si legge
Leggere testi diversi
Leggere in modi diversi
TORRE DI AVVISTAMENTO E METACOGNIZIONE
OBIETTIVI:
• Fare evolvere la riflessione sugli scopi della lettura
per insegnare ad adattare le strategie di lettura ai
diversi tipi di compito
• Stimolare la sensibilità al testo per aiutare a
differenziare i generi letterari e prevederne la
difficoltà
• Potenziare la flessibilità metacognitiva per abituare
ad utilizzare modalità di lettura adatte ai diversi tipi
di testo e di scopo
Centralità dell’impostazione metacognitiva
1. Precedenza alle unità dedicate agli aspetti
metacognitivi raccolte nella “Torre di avvistamento”
2. Accompagnamento del personaggio “Guida” che
funziona come controllo metacognitivo
–
–
attivando la riflessione sui processi prima di ogni attività
sollecitando la riflessione sull’esercizio svolto per favorire
la generalizzazione dell’apprendimento
“Torre di avvistamento”
leggere per comprendere
Obiettivo
Aiutare il bambino a differenziare la lettura
come decodifica dalla lettura finalizzata alla
comprensione
“Torre di avvistamento”
perché si legge
Obiettivo
Sensibilizzare il bambino ai diversi scopi della
lettura
“Torre di avvistamento”
leggere testi diversi
Obiettivo
Sviluppare nel bambino la sensibilità al testo,
insegnandogli a riconoscere testi diversi
–
–
–
–
–
Testo narrativo
Testo informativo
Testo normativo
Lettera
Articolo
“Torre di avvistamento”
leggere in modi diversi
Obiettivo
Avviare nel bambino la flessibilità
metacognitiva, sollecitando l’uso di strategie
di lettura adatte al tipo di testo e al tipo di
compito
– La lettura a salti
– La scorsa rapida
– La lettura analitica
I SENTIERI
e il potenziamento delle abilità di comprensione
Ciascuno dei tre sentieri prevede 6 sezioni:
•
•
•
•
•
•
Cosa posso capire dal titolo
Riconosco i personaggi
Riconosco i luoghi
Riconosco i tempi
Riconosco i fatti
Scelgo le informazioni più importanti
I SENTIERI
e il potenziamento delle abilità di comprensione
OBIETTIVI:
• Attivare le conoscenze precedenti dei bambini e
stimolare la capacità di fare previsioni coerenti
• Accedere al significato essenziale dei testi narrativi
• Stimolare la capacità di selezionare le informazioni
rilevanti ed inibire quelle irrilevanti
I tre sentieri
Tre percorsi a difficoltà crescente
– Facile
– Medio
– Difficile
per sviluppare l’abilità di comprensione.
Sei aree
Ciascun sentiero è suddiviso in 6 aree
– La prima mira a attivare le conoscenze
precedenti del bambino e promuovere ipotesi
coerenti dal titolo
– Quattro sollecitano la comprensione degli
aspetti di contenuto
– L’ultima stimola i processi di elaborazione
educando il bambino a gerarchizzare le
informazioni del testo
Sei aree
Cosa posso capire dal titolo
Obiettivi
1. Attivare le conoscenze precedenti del
bambino, aiutandolo a riflettere sulle parole
e le situazioni richiamate dal titolo
2. Sulla base di tali conoscenze insegnare a
fare previsioni coerenti sul contenuto del
testo
Riconosco i personaggi
Obiettivi
1. Individuare i personaggi
2. Differenziare i protagonisti
3. Rilevare le caratteristiche dei personaggi
4. Riconoscere chi parla
5. Comprendere le relazioni tra i personaggi
Riconosco i luoghi
Obiettivi
1. Individuare i luoghi in cui si svolgono i fatti
descritti nel testo
2. Organizzare logicamente i luoghi descritti
Riconosco i tempi
Obiettivi
1. Individuare l’epoca o il momento in cui si
svolgono i fatti narrati
2. Riconoscerne la durata
3. Organizzarli cronologicamente
Riconosco i fatti
Obiettivi
1. Individuare gli eventi principali di un testo
2. Separare i singoli fatti
3. Differenziare fatti realistici/fantastici/verosimili
4. Differenziare azioni/fatti interni/fatti esterni
5. Ordinare cronologicamente i fatti
6. Ordinare logicamente i fatti, come catene di
causa/effetto
Scelgo le informazioni più importanti
Obiettivi
1. Individuare il messaggio essenziale di un testo e riassumerlo
con un titolo
2. Scegliere l’informazione più importante di ogni sequenza di
testo
3. Sintetizzare ogni sequenza di testo con una frase
4. Ordinare gerarchicamente le informazioni rilevanti di un
testo
5. Costruire uno schema del testo in funzione di una specifica
richiesta
Verifiche
Sono articolate su tre livelli corrispondenti ai tre sentieri
Obiettivi
1. Monitorare le acquisizioni del bambino
2. Definire obiettivi di rinforzo e consolidamento
3. Stimolare le capacità di autovalutazione del bambino
Il libro:
attività complementari
Obiettivi
1. Consolidare gli apprendimenti attraverso schede
individuali
2. Sollecitare la riflessione e il confronto attraverso
attività di apprendimento cooperativo in coppia o
in gruppo
3. Favorire la generalizzazione degli apprendimenti ai
diversi contesti del lavoro in classe
Corso Re Umberto I, n° 5 - Ivrea
Via Sant’Antonio da Padova n° 4 – Torino
[email protected]
Grazie per l’attenzione

similar documents