Ansalone SAN LORENZO FUORI LE MURA def

Report
SAN LORENZO FUORI LE MURA
Lavinia Ansalone
Classe 1i
2 maggio 2014
Dove si trova: pianta di Roma
Piantina della basilica
Entrata
tomba
Chiesa
Pelagiana
Altare e
ciborio
Altare e cripta
confessione
Chiesa di
Onofrio III
transetto
I – chiesa
II – chiesa
1 – faccia
2 – sarco
3 – leoni
4 – Tomb
5 – ambo
6 – arco t
7 – altare
8 – altare
9 – catte
10 – entr
11 – chio
La storia
Lorenzo, di origine spagnola, era diacono di Papa Sisto II.
Con un editto del 257, Valeriano condannava all’esilio ed
alla confisca di tutti i beni coloro che non avessero
venerato le divinità romane.
Il 10 agosto subì il martirio disteso sopra una graticola di
ferro e fatto bruciare.
Lorenzo alla richiesta di consegnare tutto alle casse
dell’erario imperiale e di venerare gli dei romani, si
affrettò a distribuire tutti gli averi ai suoi assistiti
riconfermando la sua fede il Cristo.
L’imperatore Costantino rese splendida e sontuosa la
tomba di Lorenzo e ne chiuse l’ingresso con una grata
d’argento. Intorno al 330 fu l’imperatore stesso fece
erigere una prima basilica., chiamata “Basilica maior”.
Alla fine del VI secolo papa Pelagio II ne face costruire
un'altra affianco che inglobava completamente il
sepolcro di San Lorenzo detta 'Basilica Minor'.
I restauri
La basilica nel corso dei secoli
subì numerosi restauri. Di
questi quello più radicale fu
operato da Virgilio Vespignani,
tra il 1855 ed il 1864.
Seriamente danneggiata,
durante la Seconda Guerra
Mondiale, dai bombardamenti
del 1943 venne, tra il 1943 ed il
1948, restaurata da Alberto
Terenzio ritrovando il suo
aspetto medievale.
Immagini della Basilica
OGGI
IERI
INTERNI
Altre immagini
Il chiostro
Il campanile
Perché “fuori le mura” ?
Il concetto di Mura a Roma nacque con il
leggendario solco tracciato dall'aratro di Romolo,
anche se questo probabilmente non fu un muro a
carattere difensivo ma più un confine a carattere
religioso.
Era uno spazio di terreno sacro, situato lungo le
mura della città all'interno ed all'esterno, dove non
era lecito costruire, né abitare, né arare, né
tantomeno seppellire i morti e limitato da pietre
terminali: non una difesa militare quindi ma una
difesa sacrale, un limite magico difeso da tabù e
divieti.
Quali sono le “mura” a Roma?
MURA SERVIANE - La prima cinta di
mura urbana vera e propria, risale alla
metà del VI secolo a.C., costruita dal sesto
re di Roma Servio Tullio.
MURA AURELIANE - La necessità di una
nuova cinta muraria apparve evidente ad
Aureliano, nel corso del III secolo d.C.,
quando la gravissima crisi economica e
politica rese chiara la debolezza
dell'Impero con la possibilità che i barbari
potessero spingersi fino alla capitale.
MURA GIANICOLENSI - Queste mura
furono realizzate per volere di papa
Urbano VIII Barberini in occasione della
cosiddetta guerra di Castro, scoppiata tra
le due potenti famiglie dei Barberini e dei
Farnese (1600).
“ ..fare il giro delle 7 chiese..”
I pellegrini che venivano a Roma, per
molto tempo, erano obbligati a fare a
piedi il Giro delle 7 Chiese in un giorno
solo.
Da ciò il detto nato a Roma “… fare il
giro delle sette chiese..”.
Nel XVI secolo la tradizione venne
rivitalizzata da San Filippo Neri:
le 4 basiliche patriarcali
San Lorenzo fuori le mura
Santa Croce in Gerusalemme
San Sebastiano fuori le mura
Fonti
 pellegriniaroma.org
 www.romaspqr.it
 www.romasegreta.it
 www.basilicasanlorenzo.it
 www.antika.it

similar documents