Marco Giovagnoli - Le Giornate dell`Energia

Report
COME LEGGERE LA
BOLLETTA ELETTRICA
Dr. Marco Giovagnoli
Tel. 0721 383383
E-mail: [email protected]
Ancona 16/10/2014
1
Componenti della bolletta elettrica
Componente energia (e perdite di rete)
Dispacciamento
Servizi di rete (o trasporto)
Imposte (o accise)
Ancona 16/10/2014
2
Composizione % bolletta elettrica
utenza tipo MT media tensione
Ancona 16/10/2014
3
Composizione % bolletta elettrica
utenza tipo BT bassa tensione
Ancona 16/10/2014
4
Componente energia e perdite di rete
• Tariffa energia
• Prezzo variabile
• Prezzo fisso
• Prezzo misto
• Perdite di rete
• MT  4,0% dell’energia attiva (kWh) prelevata
• BT  10,4% dell’energia attiva (kWh) prelevata
Ancona 16/10/2014
5
Dispacciamento
Servizio che garantisce in ogni istante l’equilibrio fra la domanda e l’offerta di
energia elettrica:
» equilibrio fra energia immessa e prelevata
Oneri concernenti al servizio di dispacciamento e/o altri servizi
VOCE FATTURA
Onere approvvigionamento
risorse MSD
RIFERIMENTO NORMATIVO
VALORE CORRISPETTIVO
art 44.3 - Delibera 111/06 pubblicato da Terna entro il giorno 25
AEEG
di ogni trimestre
Onere per modulazione
produzione eolica
art 44 bis - Delibera 111/06
AEEG
pubblicato da Terna entro 15 giorni
del mese N+2 per il mese N
Onere per copertura unità
essenziali sicurezza sistema
art 45.2 - Delibera 111/06
AEEG
pubblicato da Terna entro 15 giorni
del mese N+2 per il mese N
Onere per copertura
funzionamento TERNA
art 46 - Delibera 111/06
AEEG
Corrispettivo di cui alla tabella 9 della
delibera 111/06 AEEG
Onere per remunerazione
capacità produttiva
art 48 - Delibera 111/06
AEEG
Corrispettivo di cui alla tabella 2 della
delibera 111/06 AEEG
Onere per remunerazione
interrompibilità
art 73 - Delibera 111/06
AEEG
Corrispettivo di cui alla tabella 3 della
delibera 111/06 AEEG
Onere per aggregazione
misure orarie
art 15.2 - Delibera 107/09
AEEG
Corrispettivo di cui alla tabella 1 della
delibera 107/09 AEEG
Onere sistema informativo
integrato
art. 24 bis - Delibera 107/09
AEEG
Corrispettivo di cui alla tabella 12
della delibera 107/09 AEEG
Onere per reintegrazione
salvaguardia *
art 25 bis - Delibera 107/09
AEEG
Corrispettivo di cui alla tabella 11
della delibera 107/09 AEEG
DISPbt**
art. 25 - Delibera 107/09
AEEG
Corrispettivo di cui alla tabella 3 della
delibera 349/07 AEEG
Ancona 16/10/2014
6
Servizi di rete o trasporto 1/3
• Comprende tutti gli importi da pagare in riferimento
all’energia elettrica trasportata sulla rete per
soddisfare il fabbisogno dell’utente.
• Servizi che garantiscono:
• Trasporto
» Quota energia, quota potenza e oneri A/UC/MCT
• Misura
» Installazione e manutenzione dispositivo misura, nonché
rilevazione e registrazione misure
Ancona 16/10/2014
7
Servizi di rete o trasporto 2/3
Oneri concernenti al servizio di trasporto
VOCE FATTURA
RIFERIMENTO NORMATIVO
VALORE CORRISPETTIVO
Onere per servizi di
distribuzione quota fissa
art. 7 - Delibera 348/07 AEEG (differenziato
Corrispettivo di cui alla tabella 3
per livello di tensione, tipologia d'uso e
dell'Allegato A della delibera 348/07
potenza impegnata)
AEEG (TIT) -
Onere per servizi di
distribuzione quota potenza
art. 7 - Delibera 348/07 AEEG (differenziato
Corrispettivo di cui alla tabella 3
per livello di tensione, tipologia d'uso e
dell'Allegato A della delibera 348/07
potenza impegnata)
AEEG (TIT) -
Onere per servizi di
distribuzione quota variabile
art. 7 - Delibera 348/07 AEEG (differenziato
Corrispettivo di cui alla tabella 3
per livello di tensione, tipologia d'uso e
dell'Allegato A della delibera 348/07
potenza impegnata)
AEEG (TIT) -
Onere per servizi di
distribuzione penali energia reattiva
art. 8 - Delibera 348/07 AEEG (differenziato
Corrispettivo di cui alla tabella 4
per livello di tensione, fattore di potenza e dell'Allegato A della delibera 348/07
tipologia d'uso)
AEEG (TIT) -
Corrispettivo di cui alla tabella 1
art. 5 - Delibera 348/07 AEEG (differenziato
Onere servizi di trasmissione
dell'Allegato A della delibera 348/07
per livello di tensione e tipologia d'uso)
AEEG (TIT) Onere per servizi di misura
Corrispettivo di cui alla tabella 8.1
art.25 - Delibera 348/07 AEEG (differenziato
dell'Allegato A della delibera 348/07
per livello di tensione e tipologia d'uso)
AEEG (TIT)
Ancona 16/10/2014
8
Servizi di rete o trasporto 3/3
Oneri concernenti al servizio di trasporto
VOCE FATTURA
RIFERIMENTO NORMATIVO
A2
Oneri connessi a attività nucleari residue
A3
Incentivazione della produzione di energia da
fonti rinnovabili e assimilate
A4
Finanziamenti dei regimi tariffari speciali
A5
Attività di ricerca e svilluppo finalizzata alla
innovazione tecnologica
AS
Conto per la compensazione delle agevolazioni
tariffarie ai clienti del settore elettrico in stato di
disaggio
A6
Reintegrazione costi per la produzione di
energia elettrica nella transizione, cosidetti
"Stranded Cost"
Ae
Oneri per il riconoscimento delle agevolazioni
per le imprese a forte consumo di energia
elettrica
UC3
Perequazione dei costi di trasmissione,
distribuzione e misura
UC4
Integrazione tariffarie alle imprese elettriche
minori
UC6
Oneri per il miglioramento della qualità del
servizio
UC7
Oneri derivanti da misure ed interventi per la
promozione dell'efficienza energetica negli usi
finali di energia elettrica
MCT
Finanziamenti delle misure di compensazione
tariffaria (art. 4 - Legge 368/03)
Ancona 16/10/2014
VALORE CORRISPETTIVO
Delibera AEEG destinata a copertura
degli oneri generali e di ulteriori
componenti. Pubblicati dall'AEEG con
cadenza trimestrale entro l'ultimo
giorno del trimestre t, con riferimento
da utillizzare per il trimestre t+1.
9
Imposte (o accise)
Vengono applicate
prelevata:
alla
ACCISE ENERGIA
ELETTRICA "ALTRI USI"
CONSUMI ≤ 1.200.000
kWh/MESE
CONSUMI > 1.200.000
kWh/MESE
quantità
di
CONSUMI ≤
200.000 kWh
CONSUMI >
200.000 kWh
0,0125 €/kWh
0,0075 €/kWh
€ 2.500
€ 4.820
Ancona 16/10/2014
energia
10
Evoluzione incidenza % componenti bolletta
(utenza industriale tipo)
periodo
componente
energia
dispacciam.
trasporto
imposte
gen-12
feb-12
mar-12
apr-12
mag-12
giu-12
lug-12
ago-12
set-12
ott-12
nov-12
dic-12
gen-13
feb-13
mar-13
apr-13
mag-13
giu-13
lug-13
ago-13
set-13
ott-13
nov-13
dic-13
gen-14
feb-14
mar-14
apr-14
mag-14
giu-14
lug-14
ago-14
set-14
56,93%
59,88%
56,60%
54,40%
51,48%
52,50%
52,99%
53,62%
52,61%
51,55%
51,13%
50,15%
48,14%
48,12%
48,59%
46,05%
46,14%
46,14%
46,54%
45,97%
46,24%
47,33%
46,89%
46,33%
41,98%
42,10%
42,20%
40,66%
40,89%
40,67%
37,64%
36,75%
37,61%
5,45%
5,05%
5,54%
7,78%
7,25%
7,10%
7,08%
6,79%
6,95%
6,11%
6,00%
6,19%
6,23%
6,22%
5,70%
8,85%
8,85%
8,86%
8,47%
8,37%
8,45%
6,69%
6,64%
6,62%
7,51%
7,49%
7,45%
9,57%
9,61%
9,60%
9,47%
9,49%
9,47%
29,84%
27,86%
29,95%
29,96%
33,96%
32,99%
32,70%
32,50%
33,11%
34,65%
35,31%
36,19%
38,07%
38,09%
38,05%
37,83%
37,73%
37,73%
37,68%
38,44%
38,01%
38,56%
39,08%
39,71%
42,87%
42,78%
42,73%
42,42%
42,10%
42,34%
45,03%
46,00%
45,05%
7,78%
7,21%
7,91%
7,86%
7,32%
7,41%
7,24%
7,09%
7,33%
7,69%
7,56%
7,48%
7,57%
7,57%
7,65%
7,27%
7,27%
7,27%
7,31%
7,22%
7,30%
7,43%
7,38%
7,35%
7,64%
7,63%
7,62%
7,36%
7,40%
7,39%
7,86%
7,76%
7,87%
Incidenza % media annua
periodo
componente
energia
dispacciam.
trasporto
imposte
2012
53,65%
6,44%
32,42%
7,49%
2013
46,87%
7,50%
38,25%
7,38%
2014
40,06%
8,85%
43,48%
7,61%
Variazione incidenza % media annua
ANNO
componente
energia
dispacciam.
trasporto
imposte
2012 vs 2013
-12,63%
16,39%
17,98%
-1,42%
2013 vs 2014
-14,55%
18,07%
13,68%
3,15%
Ancona 16/10/2014
11
L’importanza dell’efficienza energetica
Come si compra è importante, ma come si consuma lo è ancora di più, tenuto
conto che oltre il 50% della bolletta è determinata da fattori che non si
possono negoziare.
Per questo oggi un fornitore di energia deve essere in grado di assistere le
imprese nel percorso di risparmio ed efficienza energetica:
- check up e diagnosi energetica;
- valutazione costi/benefici interventi.
Ancona 16/10/2014
12
Altre componenti di bolletta – sbilanciamento
Lo sbilanciamento rappresenta la differenza fra la programmazione dei profili di prelievo
(eseguita dal Fornitore eventualmente su indicazione del Cliente) ed il reale consumo del
punto di prelievo energia elettrica.
Lo sbilanciamento può assumere valore positivo o negativo in base al «segno zonale»,
ma statisticamente rappresenta un costo, anche se in alcuni casi già forfetizzato in
tariffa.
Ancona 16/10/2014
13
Altre componenti di bolletta – energia reattiva
L’energia reattiva si misura in kvarh e rappresenta la parte di energia che non viene
trasformata in lavoro utile ma impegna ugualmente le linee elettriche.
L'energia reattiva è misurata dal Distributore ed è previsto l’addebito di penali da parte dello
stesso Distributore tramite il Fornitore, nel caso in cui:
- 0,8 < cos phi < 0,9 (kvarh compresi tra 50% e 75% dei kWh) --> penali inferiori;
- cos phi < 0,8 (kvarh superiori al 75% dei kWh) --> penali più alte.
Il cos phi viene calcolato con la seguente formula:
  =
Ea = energia attiva
Er = energia reattiva

 + 
Nel calcolo dell'eventuale penale, la fascia F3 non viene conteggiata.
Ancona 16/10/2014
14
Altre componenti di bolletta – CTS
Il CTS (Corrispettivo Tariffario Specifico) è una penale, per gli utenti finali connessi in
media tensione MT, applicata a chi non ha adeguato il proprio impianto di alimentazione
secondo quanto stabilito dalla norma CEI-016.
La penale CTS viene addebitata dal Distributore Locale attraverso il proprio Fornitore di
energia elettrica. A decorrere dal 1° gennaio 2012, il CTS è calcolato in base al valore di
potenza disponibile PD del punto di prelievo:



PD ≤ 400 kW  500 €;
400 kW < PD ≤ 3.000 kW  500+750·((PD-400)/400)0.7 €;
PD > 3.000 kW  3.280,36 €.
In determinati casi gli utenti sono invece tenuti a corrispondere il CTSM (Corrispettivo
Tariffario Specifico Maggiorato) che si applica a decorrere dall’anno 2009.
Ancona 16/10/2014
15
Altre componenti di bolletta – CMV
Il corrispettivo CMV a copertura dei costi commercializzazione e
vendita pari a 6,15 €/mese, definito dall’Autorità per utenze BT gestite in
regime di Maggior Tutela, viene applicato da alcuni venditori anche su
libero mercato.
In particolare, ci sono venditori che, oltre ad applicare il valore fisso citato,
addebitano anche un corrispettivo variabile aggiornato in base ai kWh
consumati.
Ancona 16/10/2014
16
Altre componenti di bolletta – costi
amministrativi pratiche
In bolletta vengono addebitati dal Distributore Locale, attraverso il Fornitore,
anche eventuali costi amministrativi a copertura di pratiche: adeguamento
potenza, subentro, voltura, variazione destinazione d’uso, ecc.
I corrispettivi a copertura dei costi amministrativi sono regolati nel TIC (Testo
Integrato Connessione), definito dall’AEEGSI.
Ancona 16/10/2014
17
Potenza (kW) vs Energia (kWh)
In bolletta viene addebitato:
– il consumo di energia attiva  kWh consumati nel periodo;
– la quota potenza  kW di massimo prelievo nel periodo.
I dati fatturati possono essere:
– le rilevazioni del Distributore Locale, qualora disponibili;
– eventuale autolettura del Cliente;
– stimati.
Ancona 16/10/2014
18
Codice di condotta commerciale
Il codice di condotta commerciale, approvato con la Deliberazione n° 104/10 dell’Autorità
per l’Energia Elettrica e il Gas, stabilisce i requisiti che devono contenere i contratti relativi
a clienti finali alimentati in bassa tensione BT, nonché le informazioni ed il
comportamento che i venditori devono adottare.
Il contratto (ed eventuale regolamento interno) deve contenere almeno le seguenti
informazioni:
– modalità definizione prezzo servizio;
– eventuali garanzie richieste;
– durata del contratto;
– modalità e tempistiche relative al diritto di recesso;
– modalità e tempistiche di pagamento;
– conseguenze del mancato pagamento;
– modalità per richieste informazioni e reclami.
Ancona 16/10/2014
19
Regolazione qualità servizio di vendita
LIVELLI SPECIFICI DI QUALITA' – ANNO 2013
Con la Deliberazione AEEGSI
164/08 è stato approvato il TIQV
(Testo integrato della regolazione
della qualità dei servizi di vendita
di energia elettrica e di gas
naturale) e stabiliti i livelli di
qualità commerciale per i servizi
di vendita dell’energia elettrica.
TIPO DI
PRESTAZIONE
TEMPO
MASSIMO
PREVISTO PER
L'ESECUZIONE
DELLA
PRESTAZIONE AEEG
Risposta
motivata a
reclami scritti
40 giorni solari
Rettifica di
fatturazione
90 giorni solari
Rettifica di
doppia
fatturazione
20 giorni solari
CLIENTI BASSA TENSIONE
DOMESTICO
% DI
PRESTAZIONI
ESEGUITE
ENTRO IL
TEMPO
MASSIMO
TEMPO
EFFETTIVO
MEDIO DI
RISPOSTA
CLIENTI BASSA TENSIONE NON
DOMESTICO
% DI
PRESTAZIONI
ESEGUITE
ENTRO IL
TEMPO
MASSIMO
TEMPO
EFFETTIVO
MEDIO DI
RISPOSTA
CLIENTI MEDIA TENSIONE
% DI
PRESTAZIONI
ESEGUITE
ENTRO IL
TEMPO
MASSIMO
TEMPO
EFFETTIVO
MEDIO DI
RISPOSTA
CLIENTI MULTISITO
% DI
PRESTAZIONI
ESEGUITE
ENTRO IL
TEMPO
MASSIMO
TEMPO
EFFETTIVO
MEDIO DI
RISPOSTA
LIVELLI GENERALI DI QUALITA' – ANNO 2013
Fra l’altro, le Società di vendita
sono tenute a comunicare ai
propri clienti i livelli specifici e
generali di qualità, nonché gli
indennizzi previsti in caso di
mancato rispetto di tali standard.
TIPO DI
PRESTAZIONE
Risposta a
richieste
scritte di
informazione
Risposta a
richieste
scritte di
rettifica
fatturazione
TEMPO
MASSIMO
PREVISTO PER
L'ESECUZIONE
DELLA
PRESTAZIONE AEEG
CLIENTI BASSA TENSIONE
DOMESTICO
% DI
PRESTAZIONI
ESEGUITE
ENTRO IL
TEMPO
MASSIMO
TEMPO
EFFETTIVO
MEDIO DI
RISPOSTA
CLIENTI BASSA TENSIONE NON
DOMESTICO
% DI
PRESTAZIONI
ESEGUITE
ENTRO IL
TEMPO
MASSIMO
TEMPO
EFFETTIVO
MEDIO DI
RISPOSTA
CLIENTI MEDIA TENSIONE
% DI
PRESTAZIONI
ESEGUITE
ENTRO IL
TEMPO
MASSIMO
TEMPO
EFFETTIVO
MEDIO DI
RISPOSTA
CLIENTI MULTISITO
% DI
PRESTAZIONI
ESEGUITE
ENTRO IL
TEMPO
MASSIMO
TEMPO
EFFETTIVO
MEDIO DI
RISPOSTA
30 giorni solari
per il 95% delle
richieste
40 giorni solari
per il 95% delle
richieste
Indennizzo per esecuzione oltre lo standard ma entro
un doppio tempo rispetto allo standard
Indennizzo per esecuzione oltre il doppio dello standard
ma entro un tempo triplo rispetto allo standard
Indennizzo per esecuzione oltre il triplo dello
standard
20€
40€
60€
Ancona 16/10/2014
20
Elementi discriminanti nella scelta del Fornitore
1. In base alle specifiche esigenze/strategie aziendali e al rischio(/opportunità) che ci si
vuole assumere, è opportuno scegliere la tipologia tariffaria, quindi il venditore
che può garantire condizioni in linea agli obiettivi prefissati.
2. La formale proposta formulata dal venditore deve essere chiara in ogni punto;
infatti, è necessario valutare ogni clausola e componente prevista da contratto (CMV,
sbilanciamento, oneri CO2, ecc.);
3. I servizi e la disponibilità offerta dal venditore sono fondamentali, per evitare
problematiche ed ottenere risposte certe ad ogni tipo di esigenza;
4. La flessibilità del venditore ad eventuali variazioni tariffarie (anche in corso d’anno);
5. La fatturazione deve avvenire con periodicità costante (meglio se mensile).
Ancona 16/10/2014
21
FINE
Grazie per l’attenzione
Ancona 16/10/2014
22

similar documents