INPS Il nuovo processo dell*invalidità civile

Report
Legge 2 dicembre 2005, n. 248 : misure di contrasto
all'evasione fiscale e disposizioni urgenti in materia
tributaria e finanziaria
Art. 10.
Trasferimento all'I.N.P.S. di competenze in materia di invalidità civile
e certificazione di regolarità contributiva ai fini dei finanziamenti
comunitari.
1) L'Istituto nazionale della previdenza sociale (I.N.P.S.)
subentra nell'esercizio delle funzioni residuate allo Stato
in materia di invalidità civile, cecità civile, sordomutismo,
handicap e disabilità, già di competenza del Ministero
dell'economia e delle finanze.
Resta ferma la partecipazione nelle commissioni mediche
di verifica dei medici nominati in rappresentanza
dell'Associazione nazionale mutilati e invalidi civili,
dell'Unione italiana dei ciechi e dell'Ente nazionale per la
protezione e l'assistenza dei sordomuti.
Art. 80.
Piano straordinario di verifica delle invalidità
civili.
1. L'Istituto nazionale della previdenza sociale (INPS)
attua, dal 1°gennaio 2009 al 31 dicembre 2009, un
piano straordinario di 200.000 accertamenti di verifica
nei confronti dei titolari di benefici economici di
invalidità civile.

Art. 20 ,comma 1: a decorrere dal 1° gennaio 2010 ai fini degli
accertamenti sanitari di invalidità, cecità civile, sordità civile,
handicap e disabilità le Commissioni mediche delle Aziende
Sanitarie Locali sono integrate da un medico dell’INPS quale
componente effettivo.

In ogni caso l’accertamento definitivo è effettuato
dall’INPS.
35000
30000
25000
20000
15000
10000
5000
0
ASL
ASSOCIAZIONE DI
CATEGORIA
MEDICO
PATRONATO
SEDE
TOTALE
30000
25000
20000
15000
10000
5000
0
ASL
ASSOCIAZIONE DI
CATEGORIA
CENTRO PER
L'IMPIEGO
CITTADINO
PATRONATI
TOTALE
149390
160000
140000
120000
100000
80000
60000
40000
6527
20000
0
1
2
3
007%
006%
005%
004%
003%
002%
001%
000%
MODENA
RIMINI
PARMA
RAVENNA
FERRARA
PIACENZA
REGGIO
EMILIA
BOLOGNA
FORLI'
60000
55733
50000
40000
28338
25675
30000
20000
10000
555
308
857
0
TOTALE
INV.CIV.
HANDICAP
CECITA'
SORDITA'
COLLOCAMENTO
LEGGE 68/99
14000
12000
10000
8000
6000
4000
2000
0
TOTALE
INV.CIV.
HANDICAP
CECITA'
SORDITA'
COLLOCAMENTO
LEGGE 68/99
16000
14000
12000
10000
8000
6000
4000
2000
0
TOTALE
INV.CIV.
HANDICAP
CECITA'
SORDITA'
COLLOCAMENTO
LEGGE 68/99
16000
14000
12000
10000
8000
6000
4000
2000
0
TOTALE
INV.CIV.
HANDICAP
CECITA'
SORDITA'
COLLOCAMENTO
LEGGE 68/99
2%
002%
0.02
002%
0.015
001%
0.01
0.005
0
% L. 68/99 SU
TOTALE
DOMANDE
% L. 68/99
DOMANDE
1/01/20101/01/2011
% L. 68/99
DOMANDE
1/01/20111/01/2012
% L. 68/99
DOMANDE
1/01/20121/01/2013
400
350
300
250
200
150
100
50
0
TOTALE RICHIESTE
RICHIESTE
DALL'INTERESSATO
CENTRO PER L'IMPIEGO
RICHIESTE DAI DATORI DI
LAVORO
“NORME PER IL DIRITTO AL LAVORO DEI DISABILI”
Capo I : DIRITTO AL LAVORO DEI DISABILI
Art. 1. Collocamento dei disabili.
1. La presente legge ha come finalità la promozione dell'inserimento e della
integrazione lavorativa delle persone disabili nel mondo del lavoro attraverso
servizi di sostegno e di collocamento mirato. Essa si applica:
a) alle persone in età lavorativa affette da minorazioni fisiche, psichiche o
sensoriali e ai portatori di handicap intellettivo, che comportino una riduzione
della capacità lavorativa superiore al 45 per cento, accertata dalle competenti
commissioni per il riconoscimento dell'invalidità civile in conformità alla tabella
indicativa delle percentuali di invalidità per minorazioni e malattie invalidanti
approvata, ai sensi dell'articolo 2 del decreto legislativo 23 novembre 1988, n.
509, dal Ministero della sanità sulla base della classificazione internazionale
delle menomazioni elaborata dalla Organizzazione mondiale della sanità;
b) alle persone invalide del lavoro con un grado di invalidità superiore al 33 per
cento, accertata dall'Istituto nazionale per l'assicurazione contro gli infortuni sul
lavoro e le malattie professionali (INAIL) in base alle disposizioni vigenti;
c) alle persone non vedenti o sordomute, di cui alle leggi 27 maggio 1970, n.
382, e successive modificazioni, e 26 maggio 1970, n. 381, e successive
modificazioni;
d) alle persone invalide di guerra, invalide civili di guerra e invalide per servizio con
minorazioni ascritte dalla prima all'ottava categoria di cui alle tabelle annesse al
testo unico delle norme in materia di pensioni di guerra, approvato con decreto del
Presidente della Repubblica 23 dicembre 1978, n. 915, e successive modificazioni.
2. Agli effetti della presente legge si intendono per
non vedenti coloro che sono colpiti da cecità assoluta
o hanno un residuo visivo non superiore ad un decimo
ad entrambi gli occhi, con eventuale correzione.
Si intendono per sordomuti coloro che sono colpiti da
sordità dalla nascita o prima dell'apprendimento
della lingua parlata.
LEGGE REGIONALE EMILIA ROMAGNA N. 4/2008
Art. 20.
2. L'INPS accerta altresì la permanenza dei requisiti
sanitari nei confronti dei titolari di invalidità civile,
cecità civile, sordità civile, handicap e disabilità. In caso
di comprovata insussistenza dei prescritti requisiti
sanitari, si applica l'art. 5, comma 5 del Regolamento di
cui al decreto del Presidente della Repubblica 21
settembre 1994, n. 698.

similar documents