Il rendiconto finanziario

Report
Il rendiconto finanziario
Approfondimenti sul metodo di
costruzione indiretto
Perché la liquidità è diminuita?
Stato patrimoniale T-1
Impianti
Stato patrimoniale T
1200
Mezzi propri 800
Impianti
Scorte
800
Mutui (LT) 2200
Clienti
2300
Deb.fin.(BT)1500
Liquidità
TOT
200
4500
1100
Mezzi propri 900
Ric.
5000
Scorte
900
Mutui (LT) 1500
Consumo
340
Clienti
2700
Deb.fin (BT) 2320
Costo personale 1230
Liquidità
TOT
4500
Conto economico T
TOT
20
4720
TOT
4720
vendita
mat
MOL
3430
Ammortamenti
100
Ris.
3330
Operativo
Oneri fin.
Ris.
3100
-90%
Imposte (30%)
Ris netto
230
Lordo
930
2170
Il metodo per la costruzione del RF
prevede l’esposizione analitica dei
flussi finanziari distinguendo le
entrate dalle uscite
parte dal risultato economico
d’esercizio, a cui vengono
aggiunti o sottratti i flussi
“finanziari”
Il metodo diretto
ENTRATE
USCITE
Incasso fatture attive
Pagamento fatture passive
Incasso vendita immobilizzazioni
caratt.
Pagamento acquisto
immobilizzazioni caratt.
Pagamento salari e stipendi e TFR
Incasso crediti e proventi finanziari
Pagamento debiti ed oneri finanziari
Incasso proventi extracaratteristici
Pagamento oneri extracaratteristici
Incasso vendita immobilizzazioni
extracar.
Pagamento acquisto immob.
extracar.
Pagamento oneri tributari
• Prevede la registrazione di entrate ed uscite
• Funziona come un conto corrente bancario
• È necessario registrare giorno per giorno entrate ed uscite di denaro
Limiti del metodo diretto
• Richiede una contabilità apposita
• Non individua l’effetto delle determinanti che
condizionano la risorsa liquida, rappresentate da:
– La gestione reddituale, data dalla differenza tra ricavi e
costi
– La gestione del ciclo monetario, rappresentata dal CCNC
– La gestione degli investimenti di struttura
Il metodo indiretto
• È costruito utilizzando:
– Due stati patrimoniali, DI PERTINENZA GESTIONALE,
necessari per determinare le variazioni degli STOCK
PATRIMONIALI avvenute da un esercizio all’altro
– Un conto economico, generalmente a VALORE AGGIUNTO,
contenente le variabili di FLUSSO ECONOMICO
La relazione tra valori economici e
valori finanziari
Conto economico
Valori finanziari derivanti
Flusso di crediti
Valore della
produzione
Incremento magazzino PF
Decremento magazzino PF
Flusso di cassa
Flusso di debiti
Costi esterni
+
Costo del personale
Decremento magazzino MP
MOL
Flusso potenziale di liquidità
Incremento magazzino MP
Flusso di cassa
Il flusso potenziale di liquidità
Variazione
Crediti
Comm.
Variazione
Magazzino
Variazione
liquidità
Variazione
Debiti
Comm.
MOL
Il calcolo della liquidità
Variazione
liquidità
=
MOL
Incr/Decr
-/+
Crediti
Comm.
Incr/decr.
-/+ Magazzino
Incr.decr.
+/- Debiti
Comm.
Il flusso di liquidità della gestione
operativa corrente
1)Liquidità iniziale T
200
Margine operativo lordo
3430
-incremento (decr.) crediti commerciali
-400
- incremento (decr.) scorte
-100
+ incremento (decr) debiti commerciali
0
A)Flusso di liquidità della gestione operativa corrente
2930
Il MOL ed il flusso di liquidità
Il flusso di liquidità della gestione
operativa di struttura
1)Liquidità iniziale T
200
Margine operativo lordo
3430
-incremento (decr.) crediti commerciali
-400
- incremento (decr.) scorte
-100
+ incremento (decr) debiti commerciali
0
A)Flusso di liquidità della gestione operativa corrente
2930
- incremento (decr) immobilizzazioni
0
+ incremento (decr.)debiti per TFR
0
B)Flusso di liquidità della gestione operativa di struttura
0
La variazione degli investimenti e del
fondo TFR
Immobilizzazioni
Anno T-1
1200
Fondo TFR
Anno T
1100
-
Ammortamenti
T
100
-
Fondo TFR
Anno T-1
1200
-
Immobilizzazioni
Anno T
1100
Il flusso di liquidità della gestione
operativa di struttura
1)Liquidità iniziale T
200
Margine operativo lordo
3430
-incremento (decr.) crediti commerciali
-400
- incremento (decr.) scorte
-100
+ incremento (decr) debiti commerciali
0
A)Flusso di liquidità della gestione operativa corrente
2930
- incremento (decr) immobilizzazioni
0
+ incremento (decr.)debiti per TFR
0
B)Flusso di liquidità della gestione operativa di struttura
0
Criteri alternativi per la collocazione
del TFR nel RF
Mol 3430€,
Accantonamento a fondo TFR 100€
Fondo TFR (T)=Fondo TFR (T+1)
1)Liquidità iniziale T
200
1)Liquidità iniziale T
200
Margine operativo lordo
3430
Margine operativo lordo
3430
+ Accantonamento a Fondo TFR
+100
-incremento (decr.) crediti commerciali
-400
-incremento (decr.) crediti commerciali
-400
- incremento (decr.) scorte
-100
- incremento (decr.) scorte
-100
+ incremento (decr) debiti commerciali
0
+ incremento (decr) debiti commerciali
0
A)Flusso di liquidità della gestione operativa corrente
2930
A)Flusso di liquidità della gestione operativa corrente
3030
- incremento (decr) immobilizzazioni
0
- incremento (decr) immobilizzazioni
0
- Decremento debiti per TFR
0
- Decremento debiti per TFR
-100
0
B)Flusso di liquidità della gestione operativa di
struttura
0
B)Flusso di liquidità della gestione operativa di
struttura
Fondo TFR
Anno T
-
Fondo TFR
Anno T-1
-
Accantonamenti
T
100
Fondo TFR
Anno T
-
Fondo TFR
Anno T-1
Il flusso finanziario della gestione
accessoria
Immobilizzazioni
Anno T-1
-
Immobilizzazioni
Anno T
+
Proventi
finanziari
• Il calcolo è riferito a partecipazioni e titoli
finanziari
Il flusso di liquidità complessivo
1)Liquidità iniziale T
200
Margine operativo lordo
3430
-incremento (decr.) crediti commerciali
-400
- incremento (decr.) scorte
-100
+ incremento (decr) debiti commerciali
0
A)Flusso di liquidità della gestione operativa corrente
2930
- incremento (decr) immobilizzazioni
0
+ incremento (decr.)debiti per TFR
0
B)Flusso di liquidità della gestione operativa di struttura
0
-incremento (decr.) immobilizzazioni accessorie
0
+ proventi da investimenti accessori
0
C)Flusso di liquidità della gestione accessoria
0
+ incremento (decr.) debiti di finanziamento
120
- oneri finanziari
-230
+ incremento (decr.) mezzi propri
-2070
D) Flusso di liquidità della gestione finanziaria
-2180
E) Flusso di liquidità della gestione tributaria
-930
2)Flusso di liquidità (A+B+C+D+E)
-180
3)Liquidità finale (1+2)
20
Il flusso di liquidità della gestione
finanziaria
• Il capitale di terzi
Debiti finanziari
Anno T
3820
-
Debiti finanziari
Anno T-1
3700
Oneri finanziari
T
230
-
• Il capitale di rischio
Mezzi propri
Anno T
900
-
Utile netto
T
2170
-
Mezzi propri
Anno T-1
800
Il flusso della liquidità della gestione
tributaria
Debiti tributari
T
0
-
Debiti tributari
T-1
0
-
Imposte
T
930
Esercitazione
Utilizzando i dati degli schemi di bilancio alla slide successiva,
determinare il rendiconto finanziario di pertinenza gestionale.
1) Una volta determinato, utilizzare il flusso di cassa della
gestione operativa al netto delle imposte per stimare il valore
aziendale con un metodo finanziario unlevered.
- Orizzonte temporale illimitato.
- Tasso risk free: 3%
- Premio per il rischio 4%
- Stimare il costo del capitale di terzi utilizzando i dati di bilancio
2) Calcolare il valore con la configurazione levered, nell’ipotesi
che la struttura finanziaria rimanga costante rispetto a quella
storica.
CONTO ECONOMICO
RICAVI NETTI DI VENDITA
Costo servizi variabili commerciali
Svalutazione crediti
MARGINE CONTRIBUZIONE COMM.
Consumo materie del venduto
2008
STATO PATRIMONIALE
Crediti verso clienti
1.263
82,39%
1.300
84,14%
188
Magazzino prodotti
328
21,40%
372
24,08%
-
Magazzino materie
138
9,00%
168
10,87%
1.359
88,65%
1.420
91,91%
4.002
1.206
Debiti verso fornitori correnti
Crediti/Debiti verso Erario c/IVA
751
Debiti di lavoro correnti
Costo lavoro diretto ind. del venduto
582
CAPITALE CIRC. NETTO Operativo
MARGINE CONTRIBUZIONE TOTALE
1.463
Immobilizzazioni caratteristiche
Costo servizi generali del venduto
453
Fornitori di Immobilizzazioni
Costo lavoro indiretto del venduto
677
Fondi TFR e quiescenza
370
24,14%
420
27,18%
1.146
74,76%
1.112
71,97%
-
0,00%
-
0,00%
150
9,78%
173
11,20%
-
0,00%
-
0,00%
1.366
89,11%
1.359
87,96%
Immobilizzazioni extracaratteristiche
75
4,89%
75
4,85%
Attività finanziarie a breve
92
6,00%
111
7,18%
1.533
100%
1.545
100%
Debiti di finanziamento a lungo
150
9,78%
129
8,35%
Debiti di finanziamento a breve
724
47,23%
729
47,18%
-
0,00%
-
0,00%
Debiti verso Soci c/dividendi
100
6,52%
90
5,83%
CAPITALE NETTO
559
36,46%
597
38,64%
83
CAPITALE INVEST. NETTO
Operativo
4
RISULTATO OPERATIVO GLOBALE
254
Oneri finanziari
79
RISULTATO ORDINARIO
175
Saldo componenti straordinari
23
RISULTATO PRE-IMPOSTE
198
Imposte sul reddito
70
RISULTATO NETTO
128
0,00%
0,00%
Ammortamenti del venduto
Proventi extracaratteristici netti
0
-
Fondi rischi e oneri
250
0,00%
0,00%
333
-
0
-
MARGINE OPERATIVO LORDO
RISULTATO OPERATIVO CARATT.
2008
4.190
Costo servizi variabili ind. del venduto
Accantonamenti rischi ed oneri
2007
CAPITALE INVEST. NETTO GLOBALE
Debiti verso Erario c/II.DD.
Sbilancio Fonti-Impieghi
0
0

similar documents