Presentazione standard di PowerPoint

Report
I PILASTRI DELL’EUSAIR E
FEAMP
Fermo - 17 Ottobre 2014
Uriano Meconi
Dirigente P.F. Economia Ittica, Fiere e Mercati
Regione Marche
STRATEGIA EUSAIR
PILASTRO 1
CRESCITA BLU: OPPORTUNITÀ PER UNA CRESCITA SOSTENIBILE NEI
SETTORI MARINO E MARITTIMO
PILASTRO 2
SALVAGUARDARE LA BIODIVERSITÀ
RIDURRE I RIFIUTI MARINI
COOPERAZIONE INTERREGIONALE / MONITORARE L’AMBIENTE MARINO
GOVERNANCE:
LA SITUAZIONE IN ITALIA E NEL MEDITERRANEO: ALCUNI DATI E
OSSERVAZIONI
I PRINCIPALI OBIETTIVI DELLA PCP
LA STRATEGIA DEL NUOVO FONDO EUROPEO PER LA PESCA
LE OPINIONI DELLE REGIONI ADRIATICHE RIGUARDO LA RIFORMA E ALCUNE
OSSERVAZIONI SULLA GOVERNANCE DELL’ADRIATICO
MAR ADRIATICO:
ASPETTI BIOLOGICI E AMBIENTALI
E CARATTERISTICHE DELLA PESCA
UNA GRANDE BIODIVERSITÀ (RICCHEZZA DI SPECIE ITTICHE)
FONDALE MARINO GENERALMENTE POCO PROFONDO
GRANDE VARIETÀ DI CATTURE
SVILUPPO DI UNA GRANDE VARIETÀ DI ATTREZZI PER LA CATTURA DI UNA
VASTA GAMMA DI SPECIE
TRADIZIONALE “KNOW-HOW” DEI PESCATORI
UNA FLOTTA PICCOLA E MEDIA MULTIUSO
PESCA A BREVE DISTANZA DALLA COSTA
PESCA PROFESSIONALE IN ITALIA E NELLA REGIONE MARCHE:
I NUMERI DEL 2011
ITALIA
MARCHE
%
PESCHERECCI
13.223
890
6,3
STAZZA LORDA (GT)
192.397
19.775
10
PORTI
130
8
6,2
PESCA PROFESSIONALE IN ITALIA E NELLA REGIONE MARCHE:
I NUMERI DEL 2011
ITALIA
MARCHE
%
PESCATORI
28.982
2.100
7,2
CATTURE
224.758
24.705
10,9
RICAVI
1.115
109,33
9,8
(TONNELLATE)
(MILIONI DI €)
PESCA PROFESSIONALE IN ITALIA :
2000-2010
-31%
RICAVI (IN MILIONI DI €)
DA 1.611 A 1.115
-38.3%
LAVORATORI (NUMERO)
DA 46.939 A 28.982
-28.1%
PESCHERECCI (NUMERO)
DA 18.390 A 13.223
-48.8%
CATTURE (IN TONNELLATE)
DA 439.284 A 224.758
60% imbarcazioni con meno di 12 GRT che catturano il 40% del prodotto
OCCUPAZIONE NEL SETTORE PESCA
NEL MEDITERRANEO
NAZIONE
NUMERO DI PESCATORI
ANNO
Albania
2300
2010
Algeria
40615
2009
Croatia
3886 Autorizzati alla pesca professionale
2010
Egypt
24530
2010
ITALIA
28982
2010
Lebanon
4500-9500
2010
Marocco
18921 (Coste mediterranee)
2009
Montenegro
638
2009
Syria
21000
2005
Tunisia
52000
2009
Turkey
110230
2006
LA NUOVA POLITICA COMUNE DELLA PESCA:
I PRINCIPALI OBIETTIVI
CHIARA DEFINIZIONE DELLE RESPONSABILITÀ A LIVELLO UE, NAZIONALE,
REGIONALE E LOCALE
DECISIONI BASATE SUI MIGLIORI PARERI SCIENTIFICI DISPONIBILI
PROTEGGERE L’AMBIENTE MARINO
RESPONSABILITÀ PRIMARIA DELLO STATO DI BANDIERA
CONTRIBUIRE ALLA REALIZZAZIONE E MANUTENZIONE DI UN BUONO
STATO AMBIENTALE (DIRETTIVA MARINE STRATEGY FRAMEWORK)
COERENZA CON LA POLITICA MARITTIMA INTEGRATA E CON ALTRE
POLITICHE DELLA UE
LA NUOVA POLITICA COMUNE DELLA PESCA:
I PRINCIPALI OBIETTIVI
AGIRE CONTRO LA PESCA ECCESSIVA E A FAVORE DELLA GESTIONE
SOSTENIBILE DEL PESCATO
PIANI PLURIENNALI DISCIPLINATI DALL’APPROCCIO SUGLI ECOSISTEMI
REGOLE SEMPLIFICATE E GESTIONE DECENTRATA
SISTEMA DI CONCESSIONI DI PESCA TRASFERIBILI
DIVIETO DEI RIGETTI
IL NUOVO FONDO EUROPEO PER GLI AFFARI
MARITTIMI E LA PESCA (FEAMP)
I PILASTRI PRINCIPALI DEL NUOVO FONDO FEAMP SONO:
TRANSIZIONE VERSO UN’ATTIVITÀ DI PESCA SOSTENIBILE
DIVERSIFICARE PRODUZIONE ECONOMICA DELLE ZONE DIPENDENTI DALLA PESCA
SEMPLIFICAZIONE DELLE REGOLE E COORDINAMENTO CON GLI ALTRI FONDI
DELL’UNIONE EUROPA
SOSTEGNO AI PROGETTI INNOVATIVI E MAGGIORE COOPERAZIONE TRA
RICERCATORI MARITTIMI E PESCATORI
MAGGIORE SOSTEGNO ALLA PICCOLA PESCA
MAGGIORE SOSTEGNO ALL’ACQUACOLTURA
TOTALE RISORSE A DISPOSIZIONE DI TUTTI I PAESI UE PARI A 6,7 MILIARDI DI EURO
IL NUOVO FONDO EUROPEO PER GLI AFFARI
MARITTIMI E LA PESCA (FEAMP)
ASPETTO PROBLEMATICO DELLA RIFORMA (FEAMP) PER QUANTO RIGUARDA LE
FLOTTE:
NO DEMOLIZIONI
NO AMMODERNAMENTI, SALVO CASI LIMITATI
NO CESSAZIONE TEMPORANEA DELLE ATTIVITÀ DI PESCA
ALTRI PUNTI NEGATIVI:
MANCANZA DI AIUTI PER LE NUOVE COSTRUZIONI DI PESCHERECCI
DIFFICILE GESTIONE DELLE CATTURE INDESIDERATE E DIVIETO DI RIGETTO IN MARE
DIFFICILE GESTIONE DEL SISTEMA DI CONCESSIONI DI PESCA TRASFERIBILI
IL NUOVO FONDO EUROPEO PER GLI AFFARI
MARITTIMI E LA PESCA (FEAMP)
ALTRE MISURE:
MISURE PER AGEVOLARE LA DIVERSIFICAZIONE E RICONVERSIONE
MISURE DI CONSERVAZIONE E PROGETTI INNOVATIVI
PIANIFICAZIONE DI ATTIVITÀ SUSSIDIARIE ALL’ACQUACOLTURA PER INTEGRARE I
REDDITI
MISURE DI SOSTEGNO PER LO SVILUPPO DI STRATEGIE PER IL PRODOTTO LOCALE
MIGLIORE ORGANIZZAZIONE DEL MERCATO DEI PRODOTTI ITTICI
IL PUNTO DI VISTA DELLE MARCHE SULLA
RIFORMA DELLA PCP E NUOVO IL FEAMP
COSE DA MIGLIORARE:
TROPPO RIDOTTO IL SOSTEGNO FINANZIARIO PER LE FLOTTE
TROPPA ATTENZIONE SULLE MISURE DI RICONVERSIONE E
DIVERSIFICAZIONE
TROPPA POCA ATTENZIONE SUI PIANI DI GESTIONE
LE CONCESSIONI DI PESCA TRASFERIBILI POTREBBERO CREARE
PROBLEMATICHE IN ADRIATICO
TROPPO SOSTEGNO ECONOMICO ALL’ACQUACOLTURA
PRINCIPIO DI CONDIZIONALITÀ
IL PUNTO DI VISTA DELLE MARCHE SULLA
RIFORMA DELLA PCP E NUOVO IL FEAMP
ASPETTI NEGATIVI:
POCHE STRATEGIE PER IL FUTURO DELLA PESCA
TROPPA ATTENZIONE ALL’ASSE 4 SENZA UN’EFFICACE VALUTAZIONE DEL
RISULTATO IN PARTICOLARE NEL MEDITERRANEO
NO SUPPORTO ALL’AMMODERNAMENTO DELLA FLOTTA
IL NUOVO FONDO NON GARANTISCE I GIOVANI NON FAVORENDO UN RICAMBIO
GENERAZIONALE
SEMPLIFICAZIONE, LA GESTIONE DEL FEP È STATA MOLTO COMPLESSA E QUESTO
HA CREATO RITARDI E DIFFICOLTÀ PER GLI OPERATORI AD ACCEDERE AI FONDI.
IL FEAMP PREVEDE UN’ARMONIZZAZIONE CON ALTRI FONDI E QUESTO POTREBBE
NON ESSERE GARANZIA DI SEMPLIFICAZIONE
PESCHIAMO IL FUTURO
NEL MAR ADRIATICO
LA COMUNITÀ EUROPEA DEVE AVERE UNA POLITICA SPECIALE PER IL
MEDITERRANEO E QUINDI PER L’ADRIATICO CON IL RAFFORZAMENTO DELLE
CONVENZIONI INTERNAZIONALI
PIANI PER LA GESTIONE E LA CONDIVISIONE DELLE RISORSE E COINVOLGIMENTO
ATTIVO DEI PESCATORI
 PROMUOVERE FORME DI GESTIONE BOTTOM-UP ATTRAVERSO PIANI DI GESTIONE LOCALE
INCLUDERE SPECIFICHE MISURE PER LA GESTIONE DEL MEDITERRANEO (COME
1967/2006 REG. EU)
PROMUOVERE UNA VERA GOVERNANCE A LIVELLO REGIONALE
PROMUOVERE UNA GOVERNANCE TERRITORIALE IN ADRIATICO (PESCATORI,
AUTORITÀ E AMMINISTRATORI LOCALI, RICERCATORI)
GRAZIE PER L’ATTENZIONE
Uriano Meconi
Dirigente P.F. Economia Ittica, Fiere e
Mercati - Regione Marche
www.pesca.marche.it

similar documents