Brochure dei corsi - Dipartimento di Scienze Agrarie, Forestali

Report
Dipartimento di Scienze Agrarie, Forestali e Alimentari
BROCHURE
DEI CORSI
Corsi di Studio del Dipartimento di Scienze Agrarie,
Forestali e Alimentari
Printed by Campusnet - 21/02/2016 05:45
Indice
Indice
1
Abilità informatiche (Anno Accademico 2015/2016)
15
COMPUTER SKILLS
Abilità informatiche (Anno Accademico 2015/2016)
18
COMPUTER SKILLS
Acarologia della vite (Anno Accademico 2015/2016)
21
VINEYARD MITE CONTROL
Agro-environmental economics (Anno Accademico 2015/2016)
25
Agro-environmental economics
Agro-environmental economics and agronomy - C.I. (Anno Accademico 2015/2016)
29
AGRO-ENVIRONMENTAL ECONOMICS AND AGRONOMY
Agro-environmental economics (Anno Accademico 2015/2016)
29
Agro-environmental economics
Environmental agronomy (Anno Accademico 2015/2016)
33
Environmental agronomy
Agrochimica ambientale (Anno Accademico 2015/2016)
37
ENVIRONMENTAL AGROCHEMISTRY
Agronomia (Anno Accademico 2015/2016)
40
AGRONOMY
Alimentazione dei ruminanti (Anno Accademico 2015/2016)
45
RUMINANT FEEDING AND NUTRITION
Alimentazione e nutrizione umana (Anno Accademico 2015/2016)
48
FOOD AND HUMAN NUTRITION
Allevamento dei monogastrici I (Anno Accademico 2015/2016)
51
PIG AND POULTRY PRODUCTION
Allevamento dei monogastrici II (Anno Accademico 2015/2016)
56
FISH AND RABBIT PRODUCTION
Allevamento dei ruminanti (Anno Accademico 2015/2016)
61
RUMINANT PRODUCTION AND FARMING SYSTEM
Allevamento e alimentazione dei ruminanti - C.I. (Anno Accademico 2015/2016)
64
RUMINANT PRODUCTION AND FEEDING
Alimentazione dei ruminanti (Anno Accademico 2015/2016)
64
RUMINANT FEEDING AND NUTRITION
Allevamento dei ruminanti (Anno Accademico 2015/2016)
68
RUMINANT PRODUCTION AND FARMING SYSTEM
Alpicoltura 1 (Anno Accademico 2015/2016)
71
ALPINE GRASS AND RANGELAND MANAGEMENT
Alpicoltura 2 (Anno Accademico 2015/2016)
76
ALPINE LIVESTOCK FARMING
Ampelografia (Anno Accademico 2015/2016)
81
AMPELOGRAPHY
Analisi chimiche degli alimenti (Anno Accademico 2015/2016)
84
FOOD CHEMICAL ANALYSIS
Analisi chimiche enologiche e strumentali (Anno Accademico 2015/2016)
88
CHEMICAL AND INSTRUMENTAL OENOLOGICAL ANALYSIS
Analisi chimico-agrarie (Anno Accademico 2015/2016)
92
Agricultural chemical analysis
Analisi dei prodotti della ristorazione (Anno Accademico 2015/2016)
96
QUALITY CONTROL OF CATERING PRODUCTS
Analisi e gestione genetica della biodiversità animale (Anno Accademico 2015/2016)
100
GENETIC ANALYSIS AND MANAGEMENT OF ANIMAL BIODIVERSITY
Analisi ecologica del paesaggio (Anno Accademico 2015/2016)
STUDIO
-1-
104
Analisi enologiche avanzate (Anno Accademico 2015/2016)
107
Analisi enologiche avanzate
Analisi fisiche e sensoriali degli alimenti (Anno Accademico 2015/2016)
110
PHYSICAL AND CHEMICAL FOOD ANALYSES
Apicoltura (Anno Accademico 2015/2016)
114
BEEKEEPING
Application of agro-ecosystem models to field crops (Anno Accademico 2015/2016)
119
Application of agro-ecosystem models to field crops
Applicazioni di analisi sensoriale I (Anno Accademico 2015/2016)
122
APPLIED SENSORY ANALYSIS 1
Applicazioni di analisi sensoriale II (Anno Accademico 2015/2016)
125
APPLIED SENSORY ANALYSIS 2
Applicazioni di analisi sensoriali II (Anno Accademico 2015/2016)
128
APPLIED SENSORY ANALYSIS 2
Applicazioni/tirocinio di Enologia (Anno Accademico 2015/2016)
131
PRACTICES IN ENOLOGY
Applicazioni/tirocinio di Viticoltura (Anno Accademico 2015/2016)
134
PRACTICES IN VITICULTURE
Approfondimenti di controllo qualità degli alimenti (Anno Accademico 2015/2016)
136
INSIGHTS INTO QUALITY FOOD CONTROL
Approfondimenti di entomologia (Anno Accademico 2015/2016)
143
ADVANCED GRAPEVINE ENTOMOLOGY
Approfondimenti di patologia viticola (Anno Accademico 2015/2016)
147
INSIGHTS INTO GRAPEVINE PATHOLOGY
Approfondimenti di patologia viticola (Anno Accademico 2015/2016)
150
ADVANCED GRAPEVINE PATHOLOGY
Approvvigionamento dei prodotti di origine animale per la ristorazione (Anno Accademico 2015/2016)
153
SUPPLY AND SAFETY OF ANIMAL FOOD
Approvvigionamento, qualità e trasformazione dei prodotti di origine animale (Anno Accademico 2015/2016)
157
SUPPLY, QUALITY AND PROCESSING OF ANIMAL PRODUCTS
Arboricoltura (Anno Accademico 2015/2016)
161
ARBORICULTURE
Arboricoltura ornamentale (Anno Accademico 2015/2016)
166
ORNAMENTAL ARBORICULTURE
Aspetti applicativi delle biotecnologie vegetali (Anno Accademico 2015/2016)
169
Applied plant biotechnologies
Aspetti normativi ed etici delle applicazioni biotecnologiche
172
LEGAL AND ETHICAL ASPECTS OF BIOTECHNOLOGY APPLICATIONS
Assestamento forestale e pianificazione antincendi (Anno Accademico 2015/2016)
177
FORESTRY AND WILDFIRE MANAGEMENT
Biochimica degli Alimenti (Anno Accademico 2015/2016)
181
FOOD BIOCHEMISTRY
Biochimica e metodologie (Anno Accademico 2015/2016)
186
BIOCHEMISTRY AND METHODOLOGIES
Biodiversità genetica vegetale (Anno Accademico 2015/2016)
187
PLANT GENETIC BIODIVERSITY
Bioinformatica e statistica (Anno Accademico 2015/2016)
191
Statistics and bioinformatics
Biologia cellulare e del differenziamento (Anno Accademico 2015/2016)
197
PLANT CELLULAR AND DEVELOPMENTAL BIOLOGY
Biologia della vite (Anno Accademico 2015/2016)
201
Biologia della vite
Biologia e biodiversità nei vegetali (Anno Accademico 2015/2016)
204
PLANT BIODIVERSITY
Biologia e genetica della vite - C.I. (Anno Accademico 2015/2016)
BIOLOGY OF GRAPEVINE
-2-
210
Biologia della vite (Anno Accademico 2015/2016)
210
Biologia della vite
Genetica della vite (Anno Accademico 2015/2016)
214
Genetica della vite
Biologia generale e botanica (insegnamento per L- Scienze e tecnologie agrarie) (Anno Accademico 2015/2016)
217
GENERAL BIOLOGY AND BOTANY
Biologia generale e botanica (insegnamento per L- Scienze forestali e ambientali) (Anno Accademico 2015/2016)
221
GENERAL BIOLOGY AND BOTANY
Biologia generale e fisiologia vegetale (Anno Accademico 2015/2016)
226
GENERAL BIOLOGY AND PLANT PHYSIOLOGY
Biologia molecolare (Anno Accademico 2015/2016)
230
MOLECULAR BIOLOGY
Biologia molecolare vegetale (Anno Accademico 2015/2016)
231
Plant Molecular Biology
Biotecnologie genetiche - C.I. (Anno Accademico 2015/2016)
235
GENETIC BIOTECHNOLOGY
Aspetti applicativi delle biotecnologie vegetali (Anno Accademico 2015/2016)
235
Applied plant biotechnologies
Trasformazione genetica (Anno Accademico 2015/2016)
239
Genetic transformation of plants
Biotecnologie microbiche (Anno Accademico 2015/2016)
244
MICROBIAL BIOTECHNOLOGY
Biotecnologie microbiche in enologia (Anno Accademico 2015/2016)
247
MICROBIAL BIOTECHNOLOGY IN OENOLOGY
Botanica forestale (Anno Accademico 2015/2016)
251
FOREST BOTANY
Caratteristiche chimiche dei reflui zootecnici (Anno Accademico 2015/2016)
255
CHEMICAL CHARACTERISTICS OF LIVESTOCK MANURE
Chimica agraria (Anno Accademico 2015/2016)
258
AGRICULTURAL CHEMISTRY
Chimica delle vinificazioni (Anno Accademico 2015/2016)
262
Chimica delle vinificazioni
Chimica e biochimica agraria (Anno Accademico 2015/2016)
265
AGRICULTURAL CHEMISTRY AND BIOCHEMISTRY
Chimica forestale (Anno Accademico 2015/2016)
270
FOREST CHEMISTRY
Chimica forestale ed elementi di fisiologia vegetale - C.I. (Anno Accademico 2015/2016)
274
FOREST CHEMISTRY AND VEGETAL PHYSIOLOGY
Chimica forestale (Anno Accademico 2015/2016)
274
FOREST CHEMISTRY
Elementi di fisiologia vegetale (Anno Accademico 2015/2016)
278
PRINCIPLES OF PLANT PHYSIOLOGY
Elementi di fisiologia vegetale (Anno Accademico 2015/2016)
281
PRINCIPLES OF PLANT PHYSIOLOGY
Chimica generale (Anno Accademico 2015/2016)
285
GENERAL CHEMISTRY
Chimica generale e analisi chimico agrarie - C.I. (Anno Accademico 2015/2016)
289
GENERAL CHEMISTRY AND AGRICULTURAL CHEMICAL ANALYSIS
Analisi chimico-agrarie (Anno Accademico 2015/2016)
289
Agricultural chemical analysis
Principi di chimica (Anno Accademico 2015/2016)
294
General chemistry
Chimica organica (Anno Accademico 2015/2016)
299
ORGANIC CHEMISTRY
Chimica organica (Anno Accademico 2015/2016)
303
ORGANIC CHEMISTRY
-3-
Ciclo della sostanza organica (Anno Accademico 2015/2016)
306
CYCLE OF ORGANIC MATTER
Coltivazioni erbacee (Anno Accademico 2015/2016)
310
HERBACEOUS CROPS
Colture frutticole (Anno Accademico 2015/2016)
317
Fruit and nut crops
Colture orto-floricole (Anno Accademico 2015/2016)
321
Vegetable and ornamental crops
Costruzioni (Anno Accademico 2015/2016)
325
BUILDING
Costruzioni ed impianti per l'allevamento - C.I. (Anno Accademico 2015/2016)
330
LIVESTOCK HOUSING AND EQUIPMENTS
Costruzioni per l'allevamento (Anno Accademico 2015/2016)
330
LIVESTOCK HOUSING
Impianti per l'allevamento (Anno Accademico 2015/2016)
334
LIVESTOCK EQUIPMENTS
Costruzioni forestali (Anno Accademico 2015/2016)
339
FOREST BUILDING
Costruzioni per l'allevamento (Anno Accademico 2015/2016)
344
LIVESTOCK HOUSING
Dendrometria (Anno Accademico 2015/2016)
347
DENDROMETRY
Destino ambientale degli agrofarmaci (Anno Accademico 2015/2016)
351
ENVIRONMENTAL FATE OF PESTICIDES
Difesa biologica e integrata (Anno Accademico 2015/2016)
354
BIOLOGICAL AND INTEGRATED DISEASE MANAGEMENT
Difesa del suolo - C.I. (Anno Accademico 2015/2016)
360
SOIL CONSERVATION
Prevenzione dell'erosione del suolo, delle frane e delle valanghe (Anno Accademico 2015/2016)
360
PREVENTION OF SOIL EROSION, LANDSLIDES AND SNOW AVALANCHES
Telerilevamento e fotointerpretazione (Anno Accademico 2015/2016)
364
OPTICAL REMOTE SENSING AND IMAGE INTERPRETATION
Difesa della vite - C.I. (Anno Accademico 2015/2016)
369
VINE PROTECTION
Approfondimenti di entomologia (Anno Accademico 2015/2016)
369
ADVANCED GRAPEVINE ENTOMOLOGY
Approfondimenti di patologia viticola (Anno Accademico 2015/2016)
373
ADVANCED GRAPEVINE PATHOLOGY
Difesa delle piante ornamentali (Anno Accademico 2015/2016)
376
Disease management of ornamental trees
Difesa e gestione delle specie vegetali - C.I. (Anno Accademico 2015/2016)
380
DISEASE MANAGEMENT OF ORNAMENTAL TREES
Difesa delle piante ornamentali (Anno Accademico 2015/2016)
380
Disease management of ornamental trees
Lotta ai nemici animali delle piante ornamentali (Anno Accademico 2015/2016)
384
Control of the pests of the ornamental plants
Diritto amministrativo (Anno Accademico 2015/2016)
387
ADMINISTRATIVE LAW
Diritto amministrativo (Anno Accademico 2015/2016)
391
ADMINISTRATIVE LAW
Diritto amministrativo (Anno Accademico 2015/2016)
395
ADMINISTRATIVE LAW
Diritto dell'ambiente e del paesaggio (Anno Accademico 2015/2016)
399
LAW
Disegno dell'architettura (Anno Accademico 2015/2016)
403
ARCHITECTURAL DESIGN
-4-
Ecologia agraria (Anno Accademico 2015/2016)
408
AGRICULTURAL ECOLOGY
Ecologia del verde urbano (Anno Accademico 2015/2016)
413
STUDIO
Ecologia forestale e selvicoltura (Anno Accademico 2015/2016)
417
FOREST ECOLOGY AND SILVICULTURE
Ecologia, igiene e benessere degli animali in allevamento (Anno Accademico 2015/2016)
422
ECOLOGY, HYGIENE AND WELFARE IN LIVESTOCK FARMING
Economia agraria e forestale - STA (Anno Accademico 2015/2016)
426
AGRICULTURAL AND FOREST ECONOMICS
Economia e gestione aziendale - TAL (Anno Accademico 2015/2016)
430
ECONOMICS AND BUSINESS ADMINISTRATION
Economia e gestione aziendale - VE (Anno Accademico 2015/2016)
434
WINEMAKING FIRMS ECONOMICS AND MANAGEMENT
Economia e politica agraria, alimentare e ambientale (Anno Accademico 2015/2016)
438
AGRICULTURAL, FOOD AND ENVIRONMENTAL ECONOMICS AND POLICY
Economia e politica agroalimentare (Anno Accademico 2015/2016)
443
AGRI-FOOD ECONOMY AND POLICY
Economics of food safety and nutrition (Anno Accademico 2015/2016)
447
Economics of food safety and nutrition
Elementi di fisiologia vegetale (Anno Accademico 2015/2016)
449
PRINCIPLES OF PLANT PHYSIOLOGY
Elementi di fisiologia vegetale (Anno Accademico 2015/2016)
452
PRINCIPLES OF PLANT PHYSIOLOGY
Elementi di nutrizione umana (Anno Accademico 2015/2016)
456
ELEMENTS OF HUMAN NUTRITION
Enography (Anno Accademico 2015/2016)
460
ENOGRAPHY
Enologia (Anno Accademico 2015/2016)
463
ENOLOGY
Enologia in clima caldo-arido (Anno Accademico 2015/2016)
468
ENOLOGY IN WARM AND DRY CLIMATE
Entomologia alimentare ed animali infestanti (Anno Accademico 2015/2016)
471
PROTECTION OF FOODSTUFF BY PESTS
Entomologia della vite (Anno Accademico 2015/2016)
475
GRAPEVINE ENTOMOLOGY
Entomologia generale e applicata - SFA (Anno Accademico 2015/2016)
479
GENERAL AND APPLIED ENTOMOLOGY
Entomologia generale e applicata - STA (Anno Accademico 2015/2016)
483
GENERAL AND APPLIED ENTOMOLOGY
Environmental agronomy (Anno Accademico 2015/2016)
487
Environmental agronomy
Esercitazioni interdisciplinari (Anno Accademico 2015/2016)
491
INTERDISCIPLINARY TRAINING
Esercitazioni interdisciplinari (Anno Accademico 2015/2016)
496
INTERDISCIPLINARY TRAINING
Esercitazioni interdisciplinari (Anno Accademico 2015/2016)
499
INTERDISCIPLINARY TRAINING
Esercitazioni interdisciplinari (Anno Accademico 2015/2016)
503
INTERDISCIPLINARY FIELD ACTIVITY
Esercitazioni interdisciplinari - STA (Anno Accademico 2015/2016)
507
INTERDISCIPLINARY TRAINING
Estimo forestale (Anno Accademico 2015/2016)
512
FOREST VALUATION
Etichettatura dei prodotti alimentari (Anno Accademico 2015/2016)
FOOD LABELLING
-5-
517
Farming system for energy production and energy balance (Anno Accademico 2015/2016)
520
FARMING SYSTEM FOR ENERGY PRODUCTION AND ENERGY BALANCE
Fermentation microflora and territorial characterization (Anno Accademico 2015/2016)
523
FERMENTATION MICROFLORA AND TERRITORIAL CHARACTERIZATION
Filiera dei prodotti di origine animale (Anno Accademico 2015/2016)
527
ANIMAL PRODUCTS CHAINE
Filiera dei prodotti frutticoli (Anno Accademico 2015/2016)
531
FRUIT CHAINE
Filiera legno - C.I. (Anno Accademico 2015/2016)
535
WOOD INDUSTRY
Industria del legno e dei suoi derivati (Anno Accademico 2015/2016)
535
WOOD INDUSTRY AND BY-PRODUCTS
Mercato del legno e dei suoi derivati (Anno Accademico 2015/2016)
539
WOOD MARKET AND BY-PRODUCTS
Filiera post-raccolta in ortoflorofrutticoltura - C.I. (Anno Accademico 2015/2016)
543
STORAGE AND POST HARVESTING OF CROPS
Colture frutticole (Anno Accademico 2015/2016)
543
Fruit and nut crops
Colture orto-floricole (Anno Accademico 2015/2016)
547
Vegetable and ornamental crops
Filiere cerealicole e delle colture industriali erbacee (Anno Accademico 2015/2016)
551
CEREAL AND HERBACEOUS CROPS CHAIN
Filiere e qualità dei prodotti orticoli (Anno Accademico 2015/2016)
555
HORTICULTURAL QUALITY AND CHAIN
Fisica (Anno Accademico 2015/2016)
559
PHYSICS
Fisica (Anno Accademico 2015/2016)
566
PHYSICS
Fisiologia delle piante (Anno Accademico 2015/2016)
573
PLANT PHYSIOLOGY
Fisiologia e qualità della produzione viticola in clima caldo arido (Anno Accademico 2015/2016)
577
PHYSIOLOGY AND QUALITY OF GRAPEVINE PRODUCTION IN WARM AND DRY CLIMATE
Fisiologia molecolare delle piante (Anno Accademico 2015/2016)
581
PLANT MOLECULAR PHYSIOLOGY
Floricoltura (Anno Accademico 2015/2016)
585
FLORICULTURE AND ORNAMENTAL ARBORICULTURE
Foraggicoltura (Anno Accademico 2015/2016)
589
FODDER CULTIVATION
Fotointerpretazione e strumenti informatici per analisi e rappresentazione del paesaggio (Anno Accademico 2015/2016)
594
Image Interpretation and Digital Tools for Landscape Analysis and Representation
Fruit and grapevine cropping systems - C.I. (Anno Accademico 2015/2016)
598
FRUIT AND GRAPEVINE CROPPING SYSTEMS
Fruit and grapevine pest management (Anno Accademico 2015/2016)
598
Fruit and grapevine pest management
Orchard management for fruit quality (Anno Accademico 2015/2016)
602
Orchard management for fruit quality
Orchard management for fruit quality II (Anno Accademico 2015/2016)
606
Orchard management for fruit quality II
Fruit and grapevine pest management (Anno Accademico 2015/2016)
609
Fruit and grapevine pest management
Frutticoltura e qualità delle produzioni frutticole (Anno Accademico 2015/2016)
612
FRUIT PRODUCTION AND QUALITY
Genetica della vite (Anno Accademico 2015/2016)
616
Genetica della vite
Genetica e miglioramento genetico (Anno Accademico 2015/2016)
GENETICS AND GENETIC IMPROVEMENT
-6-
619
Genetica forestale (Anno Accademico 2015/2016)
623
FOREST GENETICS
Genomica vegetale (Anno Accademico 2015/2016)
628
PLANT GENOMICS
Germoplasma e risorse ambientali in viticoltura (Anno Accademico 2015/2016)
633
PLANT MATERIAL AND ENVIRONMENTAL RESOURCES IN VITICULTURE
Gestione dei fitofagi in ambiente urbano (Anno Accademico 2015/2016)
636
STUDIO
Gestione del vigneto (Anno Accademico 2015/2016)
639
VINEYARD MANAGEMENT
Gestione del vigneto in ambiente mediterraneo a clima caldo-arido (Anno Accademico 2015/2016)
645
VINEYARD MANAGEMENT IN MEDITERRANEAN WARM AND ARID AREA
Gestione della qualità nell'industria alimentare (Anno Accademico 2015/2016)
650
QUALITY MANAGEMENT IN FOOD INDUSTRY
Gestione e trattamento dei reflui zootecnoci (Anno Accademico 2015/2016)
655
MANAGEMENT AND TREATMENT OF LIVESTOCK MANURE
Gestione e tutela delle risorse idriche (Anno Accademico 2015/2016)
659
MANAGEMENT AND PROTECTION OF WATER RESOUCES
Gestione zootecnica e caratteristiche chimiche dei reflui zootecnici - C.I. (Anno Accademico 2015/2016)
663
LIVESTOCK MANAGEMENT AND CHEMICAL CHARACTERISTICS OF MANURE
Caratteristiche chimiche dei reflui zootecnici (Anno Accademico 2015/2016)
663
CHEMICAL CHARACTERISTICS OF LIVESTOCK MANURE
Strategie zootecniche per il miglioramento quanti-qualitativo dei reflui zootecnici (Anno Accademico 2015/2016)
667
ZOOTECHNICAL STATEGIES FOR IMPROVING QUANTITY AND QUALITY OF LIVESTOCK MANURE
Grapevine ecophysiology (Anno Accademico 2015/2016)
670
GRAPEVINE ECOPHYSIOLOGY
Impianti per l'allevamento (Anno Accademico 2015/2016)
676
LIVESTOCK EQUIPMENTS
Industria del legno e dei suoi derivati (Anno Accademico 2015/2016)
681
WOOD INDUSTRY AND BY-PRODUCTS
Informatica applicata all'elaborazione statistica dei dati (Anno Accademico 2015/2016)
685
COMPUTATIONAL STATISTICS AND DATA ANALYSIS
Ingegneria delle produzioni alimentari industriali (Anno Accademico 2015/2016)
688
FOOD PRODUCTION ENGINEERING
Innovazioni in enologia - C.I. (Anno Accademico 2015/2016)
692
ADVANCED TECHNOLOGIES IN WINE-MAKING PROCESS
Analisi enologiche avanzate (Anno Accademico 2015/2016)
692
Analisi enologiche avanzate
Innovazioni tecnologiche in enologia (Anno Accademico 2015/2016)
696
Innovazioni tecnologiche in enologia
Innovazioni nei sistemi viticoli (Anno Accademico 2015/2016)
700
INNOVATIONS IN THE VITICULTURAL SYSTEMS
Innovazioni tecnologiche in enologia (Anno Accademico 2015/2016)
704
Innovazioni tecnologiche in enologia
Insetti pronubi e tecniche di impollinazione (Anno Accademico 2015/2016)
708
POLLINATING INSECTS AND POLLINATION TECHNIQUES
Iscrizioni al Test di Accertamento dei Requisiti Minimi (TARM) - 25/10/2013
711
Laboratorio CAD-GIS (Anno Accademico 2015/2016)
712
CAD-GIS LABORATORY
Laboratorio di analisi chimico agrarie (Anno Accademico 2015/2016)
716
AGRICULTURAL CHEMICAL ANALYSES
Laboratorio di analisi e valutazione degli alimenti zootecnici (Anno Accademico 2015/2016)
720
ANALYSES AND EVALUATIONS OF ANIMAL FEED
Laboratorio di analisi genetiche degli alimenti (Anno Accademico 2015/2016)
723
GENETIC CHARACTERIZATION OF FOOD
Laboratorio di analisi, valutazione e rappresentazione del paesaggio - C.I. (Anno Accademico 2015/2016)
-7-
726
STUDIO
Analisi ecologica del paesaggio (Anno Accademico 2015/2016)
726
STUDIO
Fotointerpretazione e strumenti informatici per analisi e rappresentazione del paesaggio (Anno Accademico 2015/2016)
730
Image Interpretation and Digital Tools for Landscape Analysis and Representation
Valutazione della potenzialità dei suoli (Anno Accademico 2015/2016)
734
STUDIO
Laboratorio di arboricoltura da legno: aspetti colturali, tecnologici e di mercato (Anno Accademico 2015/2016)
737
LABORATORY OF TREE FARMING: GROWING TECHNIQUES, WOOD TECHNOLOGY AND MARKET
Laboratorio di colture asettiche e tecnologie di propagazione in ortofloricoltura (Anno Accademico 2015/2016)
740
LABORATORY OF ASEPTIC CULTURES AND PROPAGATION TECHNOLOGIES IN HORTICULTURE
Laboratorio di ecologia del paesaggio (Anno Accademico 2015/2016)
743
LABORATORY OF LANDSCAPE ECOLOGY
Laboratorio di Ecologia e gestione dei disturbi abiotici in foresta (Anno Accademico 2015/2016)
747
ABIOTIC DISTURBANCE ECOLOGY AND MANAGEMENT LAB
Laboratorio di geobotanica e fitosociologia (Anno Accademico 2015/2016)
752
LABORATORY OF GEOBOTANY AND PHITOSOCIOLOGY
Laboratorio di microbiologia delle fermentazioni alimentari (Anno Accademico 2015/2016)
755
LABORATORY OF FOOD FERMENTATION MICROBIOLOGY
Laboratorio di pratiche di allevamento (Anno Accademico 2015/2016)
758
BREEDING PRACTICES
Laboratorio di progettazione ambientale urbana - C.I. (Anno Accademico 2015/2016)
761
STUDIO
Ecologia del verde urbano (Anno Accademico 2015/2016)
761
STUDIO
Laboratorio di progettazione del paesaggio - C.I. (Anno Accademico 2015/2016)
765
LANDSCAPE DESIGN STUDIO
Scelta delle specie vegetali per il paesaggio
765
LANDSCAPE DESIGN STUDIO
Laboratorio di progettazione del verde in aree antropizzate (Anno Accademico 2015/2016)
769
LABORATORY OF DESIGN OF GREEN AREAS
Laboratorio di progettazione e gestione del verde urbano - C.I. (Anno Accademico 2015/2016)
772
STUDIO
Gestione dei fitofagi in ambiente urbano (Anno Accademico 2015/2016)
772
STUDIO
Laboratorio di qualità dei prodotti frutticoli (Anno Accademico 2015/2016)
776
EVALUATION OF FRUIT PRODUCE QUALITY
Laboratorio di restauro dei giardini e del paesaggio - C.I. (Anno Accademico 2015/2016)
779
STUDIO
Patologia e Risanamento Conservativo delle Piante Storiche (Anno Accademico 2015/2016)
779
STUDIO
Laboratorio di rilevamento pedologico (Anno Accademico 2015/2016)
783
SOIL SURVEY LABORATORY
Laboratorio di riqualificazione dei paesaggi culturali - C.I. (Anno Accademico 2015/2016)
786
STUDIO
Recupero della fertilità delle aree dismesse (Anno Accademico 2015/2016)
786
STUDIO
Laboratorio di tecniche di analisi genetica (Anno Accademico 2015/2016)
789
GENETIC ANALYSIS TECHNIQUES
Laboratorio di tecniche vivaistiche (Anno Accademico 2015/2016)
792
NURSERY TECHNIQUES
Laboratorio di valutazione dei prodotti di origine animale (Anno Accademico 2015/2016)
796
ANALYSES AND EVALUATIONS OF PRODUCTS OF ANIMAL ORIGIN
Laboratorio di valutazioni economiche (Anno Accademico 2015/2016)
800
LABORATORY
Legislazione alimentare (Anno Accademico 2015/2016)
803
-8-
Food legislation
Legislazione dei prodotti viticoli ed enologici (Anno Accademico 2015/2016)
806
Legislation in the wine sector
Legislazione vitivinicola (Anno Accademico 2015/2016)
811
VITICOLTURE AND ENOLOGY POLICY
Lingua Inglese 1 (Anno Accademico 2015/2016)
813
ENGLISH 1
Logistica della filiera agroalimentare (Anno Accademico 2015/2016)
815
DISTRIBUTION LOGISTICS
Lotta ai nemici animali delle piante ornamentali (Anno Accademico 2015/2016)
818
Control of the pests of the ornamental plants
Lotta biologica e integrata (Anno Accademico 2015/2016)
821
BIOLOGICAL AND INTEGRATED PEST MANAGEMENT
Macchine e impianti dell'industria alimentare (Anno Accademico 2015/2016)
825
MACHINES AND PLANTS FOR FOOD INDUSTRY
Macchine e layout per la ristorazione (Anno Accademico 2015/2016)
831
MACHINES AND LAYOUT FOR CATERING
Malerbologia (Anno Accademico 2015/2016)
835
WEED SCIENCE
Marketing dei prodotti agroalimentari (Anno Accademico 2015/2016)
840
Marketing of food products
Marketing dei prodotti agroalimentari (Anno Accademico 2015/2016)
844
MARKETING OF FOOD PRODUCTS
Marketing dei prodotti viticoli ed enologici (Anno Accademico 2015/2016)
848
Marketing of wine and oenological products
Marketing e legislazione dei prodotti viticoli ed enologici - C.I. (Anno Accademico 2015/2016)
852
MARKETING AND LEGISLATION OF VITICULTURE AND ENOLOGY PRODUCTS
Legislazione dei prodotti viticoli ed enologici (Anno Accademico 2015/2016)
852
Legislation in the wine sector
Marketing dei prodotti viticoli ed enologici (Anno Accademico 2015/2016)
858
Marketing of wine and oenological products
Marketing per la valorizzazione dei vini siciliani (Anno Accademico 2015/2016)
862
MARKETING STRATEGIES TO IMPROVE SICILIAN WINES
Matematica (Anno Accademico 2015/2016)
866
MATHEMATICS
Matematica (Anno Accademico 2015/2016)
870
MATHEMATICS
Meccanica agraria (Anno Accademico 2015/2016)
876
AGRICULTURAL MECHANICS
Meccanica e meccanizzazione (Anno Accademico 2015/2016)
880
MECHANICS AND FORESTRY MECHANIZATION
Meccanizzazione della viticoltura e macchine enologiche (Anno Accademico 2015/2016)
884
VINEYARD MECHANIZATION AND ENOLOGICAL MACHINES
Meccanizzazione e impiantistica avanzata per la viticoltura e l'enologia (Anno Accademico 2015/2016)
888
ADVANCED MACHINERY AND PLANT ENGIREERING IN VITICULTURE AND ENOLOGY
Mecchanic for precision viticulture (Anno Accademico 2015/2016)
890
MECCHANIC FOR PRECISION VITICULTURE
Mercato del legno e dei suoi derivati (Anno Accademico 2015/2016)
894
WOOD MARKET AND BY-PRODUCTS
Metabolismo secondario delle piante (Anno Accademico 2015/2016)
898
PLANT SECONDARY METABOLISM
Metaboliti bioattivi delle piante (Anno Accademico 2015/2016)
902
Plant Bioactive Metabolites
Meteorologia e nivologia (Anno Accademico 2015/2016)
906
METEOROLOGY AND SNOW SCIENCE
Metodi statistici per la ricerca (Anno Accademico 2015/2016)
909
-9-
STATISTICAL METHODS FOR RESEARCH
Microbiologia agraria (Anno Accademico 2015/2016)
913
AGRICULTURAL MICROBIOLOGY
Microbiologia alimentare applicata (Anno Accademico 2015/2016)
917
APPLIED FOOD MICROBIOLOGY
Microbiologia degli alimenti (Anno Accademico 2015/2016)
920
FOOD MICROBIOLOGY
Microbiologia degli starter enologici (Anno Accademico 2015/2016)
924
WINE STARTER MICROBIOLOGY
Microbiologia generale (Anno Accademico 2015/2016)
928
GENERAL MICROBIOLOGY
Microbiologia generale ed enologica (Anno Accademico 2015/2016)
932
GENERAL AND WINE MICROBIOLOGY
Miglioramento genetico degli animali di interesse zootecnico (Anno Accademico 2015/2016)
935
GENETIC IMPROVEMENT OF ANIMALS OF ZOOTECHNICAL INTEREST
Morfofisiologia e valutazione degli animali di interesse zootecnico (Anno Accademico 2015/2016)
939
MORPHOPHYSIOLOGY AND EVALUATION OF ANIMALS OF ZOOTECHNICAL INTEREST
Nutrient cycling in soil-plant systems (Anno Accademico 2015/2016)
944
Nutrient cycling in soil-plant systems
Nutrizione e alimentazione degli animali di interesse zootecnico (Anno Accademico 2015/2016)
947
NUTRITION AND FEEDING OF ANIMALS OF ZOOTECHNICAL INTEREST
Orchard management for fruit quality (Anno Accademico 2015/2016)
950
Orchard management for fruit quality
Orchard management for fruit quality II (Anno Accademico 2015/2016)
954
Orchard management for fruit quality II
Organizzazione dei cantieri e sicurezza del lavoro (Anno Accademico 2015/2016)
957
FORESTRY YARDS ORGANISATION AND OPERATOR SAFETY
Orticoltura (Anno Accademico 2015/2016)
963
HORTICULTURE
Parchi e giardini (Anno Accademico 2015/2016)
966
LABORATORY OF ARCHITECTURAL DESIGN
Patologia della vite (Anno Accademico 2015/2016)
970
GRAPEVINE PATHOLOGY
Patologia delle derrate alimentari (Anno Accademico 2015/2016)
976
POST-HARVEST PATHOLOGY
Patologia e Risanamento Conservativo delle Piante Storiche (Anno Accademico 2015/2016)
979
STUDIO
Patologia vegetale - SFA (Anno Accademico 2015/2016)
982
PLANT PATHOLOGY
Patologia vegetale - STA (Anno Accademico 2015/2016)
987
PLANT PATHOLOGY
Pedologia (Anno Accademico 2015/2016)
990
PEDOLOGY
Pedologia forestale (Anno Accademico 2015/2016)
994
FOREST PEDOLGY
Pedologia forestale - C.I. (Anno Accademico 2015/2016)
998
FOREST PEDOLOGY
Ciclo della sostanza organica (Anno Accademico 2015/2016)
998
CYCLE OF ORGANIC MATTER
Pedologia forestale (Anno Accademico 2015/2016)
1003
FOREST PEDOLGY
Pedologia generale e fisica del suolo (Anno Accademico 2015/2016)
1007
PEDOLOGY AND SOIL PHYSICS
Pianificazione faunistica (Anno Accademico 2015/2016)
1012
PLANNING OF WILDLIFE SYSTEMS
Pianificazione pastorale - C.I. (Anno Accademico 2015/2016)
- 10 -
1016
PASTURE MANAGEMENT AND PLANNING
Pianificazione pastorale I (Anno Accademico 2015/2016)
1016
RANGELAND MANAGEMENT PLANNING 1
Pianificazione pastorale II (Anno Accademico 2015/2016)
1021
PASTURE MANAGEMENT AND PLANNING II
Pianificazione pastorale I (Anno Accademico 2015/2016)
1025
RANGELAND MANAGEMENT PLANNING 1
Pianificazione pastorale II (Anno Accademico 2015/2016)
1029
PASTURE MANAGEMENT AND PLANNING II
Plant ecophysiology (Anno Accademico 2015/2016)
1033
Plant ecophysiology
Prevenzione dell'erosione del suolo, delle frane e delle valanghe (Anno Accademico 2015/2016)
1036
PREVENTION OF SOIL EROSION, LANDSLIDES AND SNOW AVALANCHES
Principi di chimica (Anno Accademico 2015/2016)
1039
General chemistry
Principi di dietetica e nutrizione umana (Anno Accademico 2015/2016)
1044
APPLIED DIETOLOGY
Principi di economia ed elementi di statistica (Anno Accademico 2015/2016)
1047
PRINCIPLES OF ECONOMY AND ELEMENTS OF STATISTICS
Principi di genetica - TAL (Anno Accademico 2015/2016)
1053
APPLIED GENETICS TO FOOD PRODUCTION
Principi di genetica - VE (Anno Accademico 2015/2016)
1058
GENETICS APPLIED TO VITICULTURE AND OENOLOGY
Principles of pedology (Anno Accademico 2015/2016)
1062
Principles of pedology
Produzioni animali (Anno Accademico 2015/2016)
1065
ANIMAL PRODUCTION
Produzioni sementiere (Anno Accademico 2015/2016)
1071
SEED PRODUCTION
Produzioni sementiere, insetti pronubi e tecniche di impollinazione - C.I. (Anno Accademico 2015/2016)
1076
SEED PRODUCTION, POLLINATING INSECTS AND POLLINATION TECHNIQUES
Insetti pronubi e tecniche di impollinazione (Anno Accademico 2015/2016)
1076
POLLINATING INSECTS AND POLLINATION TECHNIQUES
Produzioni sementiere (Anno Accademico 2015/2016)
1080
SEED PRODUCTION
Protezione dagli incendi boschivi (Anno Accademico 2015/2016)
1085
FOREST FIRE PROTECTION
Recupero della fertilità delle aree dismesse (Anno Accademico 2015/2016)
1088
STUDIO
Rilievo e rappresentazione del paesaggio (Anno Accademico 2015/2016)
1091
LANDSCAPE SURVEY AND REPRESENTATION
Scelta delle specie vegetali per il paesaggio
1095
LANDSCAPE DESIGN STUDIO
Secondary metabolites in grapevine (Anno Accademico 2015/2016)
1098
Secondary metabolites in grapevine
Selvicoltura di protezione e di montagna (Anno Accademico 2015/2016)
1103
MOUNTAIN AND PROTECTION SILVICULTURE
Selvicoltura speciale (Anno Accademico 2015/2016)
1107
SPECIAL SILVICULTURE
Sicurezza dei prodotti di origine animale per la ristorazione (Anno Accademico 2015/2016)
1112
SUPPLY AND SAFETY OF ANIMAL FOOD
Sicurezza e igiene dei prodotti alimentari (Anno Accademico 2015/2016)
1115
FOOD PRODUCTS SAFETY AND HYGIENE
Sistemazioni idraulico-forestali (Anno Accademico 2015/2016)
1118
HYDRAULIC ASSESSMENT
Sistemi energetici ed energie rinnovabili (Anno Accademico 2015/2016)
- 11 -
1123
ENERGY SYSTEMS AND RENEWABLE ENERGY
Sistemi informativi per l'industria alimentare (Anno Accademico 2015/2016)
1127
INFORMATION TECHNOLOGIES FOR FOOD INDUSTRY
Soil plant climate system modeling 1 - C.I. (Anno Accademico 2015/2016)
1131
SOIL PLANT CLIMATE SYSTEM MODELING 1
Nutrient cycling in soil-plant systems (Anno Accademico 2015/2016)
1131
Nutrient cycling in soil-plant systems
Principles of pedology (Anno Accademico 2015/2016)
1134
Principles of pedology
Soil plant climate system modeling 2 - C.I. (Anno Accademico 2015/2016)
1137
SOIL PLANT CLIMATE SYSTEM MODELING 2
Application of agro-ecosystem models to field crops (Anno Accademico 2015/2016)
1137
Application of agro-ecosystem models to field crops
Plant ecophysiology (Anno Accademico 2015/2016)
1141
Plant ecophysiology
Water cycling in soil-plant-climate system (Anno Accademico 2015/2016)
1144
Water cycling in soil-plant-climate system
Specie vegetali per il progetto (Anno Accademico 2015/2016)
1147
ORNAMENTAL PLANTS FOR PARKS AND GARDENS
Statistica applicata - SA (Anno Accademico 2015/2016)
1151
APPLIED STATISTICS
Statistica applicata - ZOO (Anno Accademico 2015/2016)
1155
APPLIED STATISTICS
Statistica e bioinformatica (Anno Accademico 2015/2016)
1159
STATISTICS AND BIOINFORMATICS
Storia della vite e del vino nell'alimentazione (Anno Accademico 2015/2016)
1165
FOOD HISTORY
Strategie zootecniche per il miglioramento quanti-qualitativo dei reflui zootecnici (Anno Accademico 2015/2016)
1169
ZOOTECHNICAL STATEGIES FOR IMPROVING QUANTITY AND QUALITY OF LIVESTOCK MANURE
Studio degli ambienti viticoli (Anno Accademico 2015/2016)
1172
STUDIES ON VINEYARD ENVIRONMENTS
Tablegrape processing (Anno Accademico 2015/2016)
1175
Tablegrape processing
Tablegrape protected cultivation (Anno Accademico 2015/2016)
1179
Tablegrape protected cultivation
Tecnica enologica e gestione della qualità (Anno Accademico 2015/2016)
1184
OENOLOGICAL TECHNIQUE AND QUALITY MANAGEMENT
Tecniche analitiche avanzate per l'enologia (Anno Accademico 2015/2016)
1189
ADVANCED ANALYTICS IN WINE CHEMISTRY
Tecniche avanzate per il controllo degli alimenti (Anno Accademico 2015/2016)
1192
ADVANCED OF FOOD CONTROL TECHNIQUES
Tecniche di diagnosi e analisi molecolari 1 (Anno Accademico 2015/2016)
1196
DIAGNOSTIC AND MOLECULAR ANALYSIS TECHNIQUES 1
Tecniche di diagnosi e analisi molecolari 2 (Anno Accademico 2015/2016)
1200
DIAGNOSTICS AND MOLECULAR ANALYSIS TECHNIQUES 2
Tecniche di gestione dei suoli in ambiente caldo-arido (Anno Accademico 2015/2016)
1204
SOIL MANAGEMENT IN WARM-ARID ENVIRONMENTS
Tecniche di laboratorio integrate - C.I. (Anno Accademico 2015/2016)
1207
INTEGRATED LABORATORY TECHNIQUES
Tecniche di diagnosi e analisi molecolari 1 (Anno Accademico 2015/2016)
1207
DIAGNOSTIC AND MOLECULAR ANALYSIS TECHNIQUES 1
Tecniche di diagnosi e analisi molecolari 2 (Anno Accademico 2015/2016)
1211
DIAGNOSTICS AND MOLECULAR ANALYSIS TECHNIQUES 2
Tecnologia del legno e utilizzazioni forestali (Anno Accademico 2015/2016)
1215
FORESTRY ACTIVITIES AND WOOD TECHNOLOGIES
Tecnologia della ristorazione e gestione della qualità (Anno Accademico 2015/2016)
- 12 -
1220
CATERING TECHNOLOGY AND QUALITY MANAGEMENT
Tecnologia per la gestione degli agrofarmaci (Anno Accademico 2015/2016)
1223
TECHNOLOGY FOR THE MANAGEMENT OF PESTICIDES
Tecnologie agroalimentari (Anno Accademico 2015/2016)
1226
AGRI-FOOD TECHNOLOGIES
Tecnologie alimentari 1 (Anno Accademico 2015/2016)
1231
FOOD TECHNOLOGIES 1
Tecnologie alimentari 2 (Anno Accademico 2015/2016)
1235
FOOD TECHNOLOGIES 2
Tecnologie dei prodotti alimentari territoriali (Anno Accademico 2015/2016)
1240
TERRITORIAL FOOD PRODUCT TECHNOLOGY
Tecnologie e chimica enologica (Anno Accademico 2015/2016)
1243
ENOLOGICAL CHEMISTRY AND TECHNOLOGY
Tecnologie enologiche per le zone calde e aride degli ambienti mediterranei (Anno Accademico 2015/2016)
1247
OENOLOGICAL TECHNOLOGIES FOR MEDITERRANEAN WARM AND ARID ZONES
Tecnologie informatiche per le filiere alimentari - C.I. (Anno Accademico 2015/2016)
1250
INFORMATION TECHNOLOGIES FOR FOOD SUPPLY CHAINS
Informatica applicata all'elaborazione statistica dei dati (Anno Accademico 2015/2016)
1250
COMPUTATIONAL STATISTICS AND DATA ANALYSIS
Sistemi informativi per l'industria alimentare (Anno Accademico 2015/2016)
1254
INFORMATION TECHNOLOGIES FOR FOOD INDUSTRY
Telerilevamento e fotointerpretazione (Anno Accademico 2015/2016)
1258
OPTICAL REMOTE SENSING AND IMAGE INTERPRETATION
Topografia (Anno Accademico 2015/2016)
1263
TOPOGRAPHY
Topografia e cartografia (Anno Accademico 2015/2016)
1267
LAND SURVEY AND CARTOGRAPHY
Trasformazione genetica (Anno Accademico 2015/2016)
1273
Genetic transformation of plants
Trattamento e uso agronomico dei reflui zootecnici - C.I. (Anno Accademico 2015/2016)
1278
TREATMENT AND AGRONOMIC USE OF MANURE
Gestione e trattamento dei reflui zootecnoci (Anno Accademico 2015/2016)
1278
MANAGEMENT AND TREATMENT OF LIVESTOCK MANURE
Uso agronomico dei reflui zootecnici (Anno Accademico 2015/2016)
1283
AGRONOMIC USE OF LIVESTOCK MANURE
Uso agronomico dei reflui zootecnici (Anno Accademico 2015/2016)
1287
AGRONOMIC USE OF LIVESTOCK MANURE
Uso sostenibile degli agrofarmaci - C.I. (Anno Accademico 2015/2016)
1291
SUSTAINABLE USE OF PESTICIDES
Destino ambientale degli agrofarmaci (Anno Accademico 2015/2016)
1291
ENVIRONMENTAL FATE OF PESTICIDES
Tecnologia per la gestione degli agrofarmaci (Anno Accademico 2015/2016)
1295
TECHNOLOGY FOR THE MANAGEMENT OF PESTICIDES
Valorizzazione dei prodotti agroalimentari del territorio (Anno Accademico 2015/2016)
1298
TERRITORIAL FOOD PRODUCT VALORISATION
Valorizzazione e legislazione dei prodotti alimentari - C.I. (Anno Accademico 2015/2016)
1301
VALORISATION AND LEGISLATION OF FOOD PRODUCTS
Legislazione alimentare (Anno Accademico 2015/2016)
1301
Food legislation
Marketing dei prodotti agroalimentari (Anno Accademico 2015/2016)
1304
Marketing of food products
Valutazione della potenzialità dei suoli (Anno Accademico 2015/2016)
1308
STUDIO
Vineyard management, vine development and secondary metabolites in grape (Anno Accademico 2015/2016)
1311
VINEYARD MANAGEMENT, VINE DEVELOPMENT AND SECONDARY METABOLITES IN GRAPE
Viticoltura (Anno Accademico 2015/2016)
1315
- 13 -
VITICULTURE
Viticoltura di territorio (Anno Accademico 2015/2016)
1319
TERRITORY VITICULTURE
Viticultural pedology (Anno Accademico 2015/2016)
1322
VITICULTURAL PEDOLOGY
Water cycling in soil-plant-climate system (Anno Accademico 2015/2016)
1326
Water cycling in soil-plant-climate system
Zoologia e parassitologia (Anno Accademico 2015/2016)
1329
ZOOLOGY AND PARASITOLOGY
Zootecnica generale (Anno Accademico 2015/2016)
1332
GENERAL ZOOTECHNICS
- 14 -
Abilità informatiche (Anno Accademico 2015/2016)
COMPUTER SKILLS
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0020
Docente:
Ing. Paolo GAY (Affidamento interno)
Contatti docente:
0116708620, [email protected]
Corso di studio:
[f001-c711] L - Scienze forestali e ambientali
Anno:
1° anno
Tipologia:
F - Altre attività
Crediti/Valenza:
4
SSD attvità didattica:
INF/01 - informatica
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Prova pratica
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Il corso si propone di fornire una introduzione generale all'informatica ed all'uso dei calcolatori, e le nozioni
fondamentali per utilizzare in modo autonomo i pacchetti applicativi per l'elaborazione di testi, la creazione di
presentazioni, fogli elettronici, basi di dati, navigazione nella rete Internet, posta elettronica.
English
The objective of the course is to provide a general introduction to computer science and personal computer usage,
such as basic notions to autonomously work on popular sofware packages: word processor, spreadsheets, slide
presentation, data bases, internet browsing and email.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Acquisizione delle abilità necessarie per poter lavorare in modo professionale con il personal computer.
English
Acquisition of basic skills to work with the personal computer in a professional and autonomous way.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
English
- 15 -
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
La verifica in itinere dell'apprendimento avviene rispondendo a domande analoghe a quelle incontrate all'esame e
con lo svolgimento di simulazioni di esame con pacchetti software appositi.
English
The runtime check of the learning process is accomplished by answering questions analogous to those found in the
exam, and by exam simulations using ad-hoc software packages.
PROGRAMMA
Italiano
Modulo 1 - Concetti di base dell'ICT
Modulo 2 - Uso del computer e gestione dei file
Modulo 3 - Elaborazione testi
Modulo 4 - Fogli elettronici
Modulo 5 - Uso delle basi di dati
Modulo 6 - Strumenti di presentazione
Modulo 7 - Navigazione e comunicazione in rete
Simulazioni di esame
English
Module 1 - Concepts of ICT
Module 2 - Using the Computer and Managing Files
Module 3 - Word Processing
Module 4 - Spreadsheets
Module 5 - Using Databases
Module 6 - Presentation
Module 7 - Web Browsing and Communication
Exam simulations
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
- 16 -
I testi base consigliati per il corso sono:
La guida McGraw- Hill alla Patente Europea del Computer – Syllabus 5.0, McGraw-Hill, disponibile in varie versioni a
seconda del sistema operativo/famiglia di programmi Office utilizzata.
Sono di seguito indicati siti internet di interesse:
http://www.ecdl.it/
http://www.ecdl.unito.it/
http://www.di.unito.it/~garetto/ecdl/
English
La guida McGraw- Hill alla Patente Europea del Computer – Syllabus 5.0, McGraw-Hill, available in various editions
depending on operating system and office version.
Web sites:
http://www.ecdl.it/
http://www.ecdl.unito.it/
http://www.di.unito.it/~garetto/ecdl/
NOTA
Italiano
Esame a quiz al calcolatore per ciascuno dei sette moduli del corso
English
One practical test for each of the seven modules of the course.
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=d00c
- 17 -
Abilità informatiche (Anno Accademico 2015/2016)
COMPUTER SKILLS
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0025
Docente:
Ing. Paolo GAY (Affidamento interno)
Contatti docente:
0116708620, [email protected]
Corso di studio:
[f001-c702] L - Viticoltura ed enologia
[f001-c703] L - Tecnologie alimentari
[f001-c717] L - Scienze e tecnologie agrarie
Anno:
1° anno
Tipologia:
F - Altre attività
Crediti/Valenza:
4
SSD attvità didattica:
INF/01 - informatica
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Prova pratica
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Il corso si propone di fornire una introduzione generale all'informatica ed all'uso dei calcolatori, e le nozioni
fondamentali per utilizzare in modo autonomo i pacchetti applicativi per l'elaborazione di testi, la creazione di
presentazioni, fogli elettronici, basi di dati, navigazione nella rete Internet, posta elettronica.
English
The objective of the course is to provide a general introduction to computer science and personal computer usage,
such as basic notions to autonomously work on popular sofware packages: word processor, spreadsheets, slide
presentation, data bases, internet browsing and email.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Acquisizione delle abilità necessarie per poter lavorare in modo professionale con il personal computer.
English
Acquisition of basic skills to work with the personal computer in a professional and autonomous way.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
- 18 -
English
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
La verifica in itinere dell'apprendimento avviene rispondendo a domande analoghe a quelle incontrate all'esame e
con lo svolgimento di simulazioni di esame con pacchetti software appositi.
English
The runtime check of the learning process is accomplished by answering questions analogous to those found in the
exam, and by exam simulations using ad-hoc software packages.
PROGRAMMA
Italiano
Modulo 1 - Concetti di base dell'ICT
Modulo 2 - Uso del computer e gestione dei file
Modulo 3 - Elaborazione testi
Modulo 4 - Fogli elettronici
Modulo 5 - Uso delle basi di dati
Modulo 6 - Strumenti di presentazione
Modulo 7 - Navigazione e comunicazione in rete
Simulazioni di esame
English
Module 1 - Concepts of ICT
Module 2 - Using the Computer and Managing Files
Module 3 - Word Processing
Module 4 - Spreadsheets
Module 5 - Using Databases
Module 6 - Presentation
Module 7 - Web Browsing and Communication
Exam simulations
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
- 19 -
Italiano
I testi base consigliati per il corso sono:
La guida McGraw- Hill alla Patente Europea del Computer – Syllabus 5.0, McGraw-Hill, disponibile in varie versioni a
seconda del sistema operativo/famiglia di programmi Office utilizzata.
Sono di seguito indicati siti internet di interesse:
http://www.ecdl.it/
http://www.ecdl.unito.it/
English
La guida McGraw- Hill alla Patente Europea del Computer – Syllabus 5.0, McGraw-Hill, available in various editions
depending on operating system and office version.
Web sites:
http://www.ecdl.it/
http://www.ecdl.unito.it/
NOTA
Italiano
Esame a quiz al calcolatore per ciascuno dei sette moduli del corso
English
One practical test for each of the seven modules of the course.
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=idnx
- 20 -
Acarologia della vite (Anno Accademico 2015/2016)
VINEYARD MITE CONTROL
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: INT0507
Docente:
Prof. Antonella Marta Di Palma (Affidamento esterno)
Contatti docente:
0881589323, [email protected]
Corso di studio:
[f290-c511] LM - Scienze viticole ed enologiche
Anno:
2° anno
Tipologia:
D - A scelta dello studente
Crediti/Valenza:
5
SSD attvità didattica:
AGR/11 - entomologia generale e applicata
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Con riferimento alle competenze scientifiche e tecniche che il laureato deve possedere per la gestione dei
processi della produzione in campo, questo corso intende fornire le conoscenze sulle problematiche legate alla
presenza di Acari su Vite in ambiente mediterraneo guardando alle possibili interazioni con la gestione del vigneto.
Inoltre verranno forniti gli strumenti tecnici necessari per un corretto riconoscimento di quei gruppi e specie che
vengono considerati dannosi per la Vite. Infine il corso intende fornire le conoscenze necessarie alla gestione delle
problematiche di monitoraggio e controllo di questi artropodi in osservanza dei disciplinari di produzione integrata.
English
Within the scientific and technical knowledge necessary to a sustainable production, the course provides
knowledge on the morphology, biology and ecology of mites living on grapevine in the Mediterranean area and the
problems connected with the vineyard management, possible damages, monitoring and integrated pest control
programs.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Lo studente dovrà conoscere le caratteristiche morfologiche, biologiche ed ecologiche peculiari delle specie di
Acari trattate. Inoltre dovrà comprendere le interazioni fitofago/pianta e saper riconosce in campo la sintomatologia
ed i danni provocati dalle diverse specie su Vite. Dovrà conoscere ed essere in grado di organizzare programmi di
monitoraggio ed operazioni di controllo integrato sulla base delle conoscenze di biologia ed ecologia apprese nel
- 21 -
corso. Avere la capacità di applicare i disciplinari di produzione integrata regionali
English
The student must be able to recognize in the field the presence of different mite species, symptoms and damage
and hence be able to organize an integrated pest management program.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
Il corso consiste di 36 ore di lezione frontale e 5 ore dedicate ad eservitazioni di laboratorio. Per le lezioni frontali il
docente si avvale di presentazioni e slide che sono a disposizione degli studenti.
English
The course consists of 36 hours of lectures and 6 hours devoted to laboratory work. For lectures the teacher will
use slide presentations athat will be available for the students
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
La verifica dell'apprendimento avviene mediante prova orale della durata di circa 20 minuti.
Saranno poste 4 domande su argomenti del programma d'insegnamento e sulle esercitazioni. Almeno due domande
riguarderanno argomenti della parte generale del programma ed almeno due argomenti della parte speciale.
Durante l'esame saranno discussi anche aspetti riguardanti il riconoscimento morfologico degli Acari.
La commissione, composta dal docente ufficiale e da un altro componente, accerterà con accuratezza il livello delle
conoscenze specifiche raggiunto dallo studente, valuterà la capacità di orientarsi nelle problematiche trattate
nonché le competenze acquisite in merito alla proposizione di soluzioni alle problematiche oggetto di studio. Verrà
valutata, altresì, la chiarezza espositiva e la proprietà di linguaggio.
English
The final exam is an oral exam of about 20 minutes with questions on at least four topics of the program.
PROGRAMMA
Italiano
Programma dettagliato dell'insegnamento:
Parte Generale (Per la parte generale studio sui testi: Zangheri L. Pellizzari Scaltriti G. – Parassitologia animale dei
vegetali. C.L.E.U.P. Padova; AA.VV. - Manuale di Zoologia Agraria. Antonio Delfino e su materiale didattico distribuito a
lezione)
1.Caratteristiche generali del Phylum Artropoda
- 22 -
2.Caratteristiche della Classe Arachnida, Ordine Acarina
3.Aspetti di morfologia esterna ed anatomia interna degli acari (esoscheletro, apparati boccali, organizzazione
generale, sistemi muscolare, nervoso, apparati digerente, circolatorio, respiratorio, riproduttore, secretore),
Riproduzione e sviluppo (embrionale e post-embrionale), Etologia (diffusione delle specie, fotoperiodismo,
diapausa e quiescenza).
4.Gli acari in rapporto alle piante ed alla Vite in particolare: interazioni pianta-fitofago, concetto di danno, cenni di
ecologia applicata al controllo dei fitofagi, dinamica di popolazione (stima della dimensione e sue fluttuazioni)
tecniche di campionamento e monitoraggio, fattori di contenimento biotici ed abiotici, soglie d'intervento, metodi e
mezzi di controllo demografico: naturale, biologico, bio-tecnico, chimico, integrato, altri metodi di controllo.
5. Acari predatori e biofabbriche
Parte speciale (Per la Parte speciale studio sui testi: Zangheri L. Pellizzari Scaltriti G. – Parassitologia animale dei
vegetali. C.L.E.U.P. Padova.; AA.VV. - Manuale di Zoologia Agraria. Antonio Delfino Editore; e su materiale didattico
distribuito a lezione).
Acari della vite: Tetranychidae: Panonychus ulmi, Tetranychus urticae, Eotetranychus carpini, Tenupalpidae:
Brevipalpus lewisis, Eriophyidae: Calepitrimerus vitis, Colomerus vitis, Eriophyes oculivitis. Predatori: Phytoseiidae.
Esercitazioni e visite guidate
1. Identificazione dei principali gruppi di Acari e specie trattate nel corso. Svolgimento in aula.
2. Esempi di tipi di danni da parte di Acari su Vite. Svolgimento in aula.
English
Teaching programme (summary):
General part
Phylum Artropoda: general morphology and biology. Phylogeny and Classification.
Arachnida and Acarina: general morphology, internal anatomy, biology, ethology, ecology, reproduction,
embryonic e post-embryonic development.
Vineyard Mites: damage, ecology, population dynamic, monitoring, IPM
Predatory mites and Suppliers of Natural Enemies
Systematic
Vineyard Mites: Tetranychidae: Panonychus ulmi, Tetranychus urticae, Eotetranychus carpini, Tenupalpidae:
Brevipalpus lewisis, Eriophyidae: Calepitrimerus vitis, Colomerus vitis, Eriophyes oculivitis. Predators: Phytoseiidae.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
- 23 -
Ragusa S. Tsolakis H. La difesa della vite dagli artropodi dannosi. Università degli studi di Palermo.
Zangheri L. Pellizzari Scaltriti G. – Parassitologia animale dei vegetali. C.L.E.U.P. Padova.
AA.VV. - Manuale di Zoologia Agraria. Antonio Delfino Editore.
Appunti presi autonomamente a lezione.
Materiale didattico fornito a lezione dal docente, su specifici argomenti
English
Ragusa S. Tsolakis H. La difesa della vite dagli artropodi dannosi. Università degli studi di Palermo.
Zangheri L. Pellizzari Scaltriti G. – Parassitologia animale dei vegetali. C.L.E.U.P. Padova.
AA.VV. - Manuale di Zoologia Agraria. Antonio Delfino Editore.
Lecture notes.
NOTA
Italiano
Il corso si svolge nella sede di Foggia
English
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=p8uu
- 24 -
Agro-environmental economics (Anno Accademico 2015/2016)
Agro-environmental economics
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0171
Docente:
Silvia NOVELLI (Affidamento interno)
Contatti docente:
+39 011 6708723, [email protected]
Anno:
Tipologia:
Crediti/Valenza:
4
SSD attvità didattica:
AGR/01 - economia ed estimo rurale
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Inglese
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Fornire agli studenti un approccio economico ai problemi ambientali in agricoltura
Il corso viene interamente svolto in lingua inglese
English
To provide students with an economic approach to environmental issues in agriculture
The course is fully delivered in English language only
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Gli studenti acquisiranno gli strumenti analitici necessari ad interpretare i problemi agro-ambientali in una
prospettiva economica; saranno in grado di esaminare in questo quadro le politiche agro-ambientali della UE.
English
Students will achieve the analytical tools needed to interpret agri-environmental issues in an economic
perspective; they will be able to discuss in this framework agricultural and agri-environmental policies of the EU.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
Il modulo consiste di 30 ore di lezione frontale e 10 ore dedicate ad esercitazioni in aula e visite presso aziende
- 25 -
agricole. Per le lezioni frontali la docente si avvale di presentazioni e slide che sono a disposizione degli studenti.
English
The module consists of 30 hours of lectures and 10 hours devoted to practical lessons and farm visits. Classes are
held using Power Point slides, available to students on the web.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Al termine di ciascuna parte del programma (Parte 1, 2 e 3) la docente procederà a una verifica dell'efficacia
didattica mediante discussioni in aula sugli argomenti trattati, senza valore per la valutazione finale, ma utile agli
studenti per stimare il proprio grado di apprendimento.
L'esame finale è un colloquio orale (in inglese) che prevede tre domande, una per ciascuna parte del corso (Parte
1, 2 e 3), che mira a verificare la capacità di ragionamento e di collegamento tra le conoscenze acquisite.
English
At the end of each part of the program (Part 1, 2 and 3) the lecturer will test the teaching effectiveness through
discussions in class. The intermediate verifications are not valid for the final evaluation, but helpful to the students to
estimate their degree of learning.
The final exam is an oral exam (taken in english). The students will be asked three questions that cover the three
parts of the syllabus (Part 1, 2 and 3), in order to assess their understanding of the connections among the different
areas of study.
PROGRAMMA
Italiano
Gli argomenti trattati, di seguito riportati, rientrano nell'area di apprendimento della produzione e gestione.
Il programma si articola in tre parti:
PARTE 1
Revisione dei concetti economici di base. Il mercato come meccanismo efficiente di allocazione delle risorse.
Ottimo di Pareto. Efficienza ed equità. Il principio di compensazione di Kaldor-Hicks. Fallimenti di mercato: beni
pubblici, esternalità, risorse ad accesso libero. Esternalità come ragione del non-raggiungimento dell'ottimo
sociale. Livello ottimale di esternalità. Interventi di politica economica rispetto alle esternalità: definizione dei diritti
di proprietà, standard, tasse, sussidi, permessi negoziabili.
PARTE 2
Agricultura ed ambiente. Esternalità positive e negative prodotte dall'agricoltura. Evoluzione strutturale e tecnica
dell'agricoltura e suoi impatti sull'ambiente. Agricoltura sostenibile e agricoltura multifunzionale. La Politica Agricola
Comune e l'ambiente. Le misure agro-ambientali e il "rinverdimento" della PAC.
PARTE 3
Beni pubblici. La misurazione economica dei benefici prodotti dai beni pubblici. Metodi di valutazione dei benefici
prodotti dai beni pubblici.
English
- 26 -
The subjects, hereafter reported, are included in the learning area of production and management.
The syllabus is divided into three units of study:
PART 1
Revision of basic economics. Market as an efficient resource allocation mechanism. Pareto optimum. Efficiency and
equity. Kaldor-Hicks compensation principle. Market failures: public goods, externalities, open access resources.
Externalities. Externalities as a reason for not reaching a social optimum. Optimal level of externalities. Policy
interventions on externalities: property right definition, standards, taxes, subsidies, marketable permits.
PART 2
Agriculture and environment. Positive and negative externalities associated to agricultural production. Structural and
technical evolution of agriculture and its impact on environment. Sustainable agriculture and multifunctional
agriculture. The Common Agricultural Policy and the environment. Agro-environmental measures and the greening
of the CAP.
PART 3
Public goods. The economic measurement of benefits from public goods. Valuation methods of the benefits of
public goods.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Presentazioni Power-Point del corso, caricate a inizio corso sulla piattaforma Campusnet Unito.
Testi consigliati:
Un testo generale di Economia Ambientale:
Pearce D.W, Turner K.R., Economia delle risorse naturali e dell'ambiente, Il Mulino, Bologna
Un testo più specifico sull'agricoltura:
Zilberman D., Marra M., Agricultural Externalities, in G.A. Carlson, D. Zilberman and J.A. Miranowski (eds) Agricultural
and Environmental Resource Economics, New York, Oxford University Press, 1993
English
PowerPoint presentations. The presentations will be uploaded to the platform Campusnet Unito at the beginning of
the course.
Recommended textbooks:
A general textbook on Environmental economics:
Pearce D.W, Turner K.R., Economics of Natural Resources and the Environment, Johns Hopkins University Press,
Baltimore, 1990
A more specific textbook on agriculture:
Zilberman D., Marra M., Agricultural Externalities, in G.A. Carlson, D. Zilberman and J.A. Miranowski (eds) Agricultural
and Environmental Resource Economics, New York, Oxford University Press, 1993
NOTA
Italiano
Il corso viene interamente svolto in lingua inglese
- 27 -
English
The course is fully delivered in English language only
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=cb6d
- 28 -
Agro-environmental economics and agronomy - C.I. (Anno Accademico 2015/2016)
AGRO-ENVIRONMENTAL ECONOMICS AND AGRONOMY
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0171
Docente:
Silvia NOVELLI (Affidamento interno)
Dott. Francesco VIDOTTO (Affidamento interno)
Contatti docente:
+39 011 6708723, [email protected]
Corso di studio:
[f001-c501] LM - Scienze agrarie
Anno:
2° anno
Tipologia:
D - A scelta dello studente
Crediti/Valenza:
8
SSD attvità didattica:
AGR/01 - economia ed estimo rurale
AGR/02 - agronomia e coltivazioni erbacee
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Inglese
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
Moduli didattici:
Agro-environmental economics (Anno Accademico 2015/2016)
Environmental agronomy (Anno Accademico 2015/2016)
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=k7bj
Agro-environmental economics (Anno Accademico 2015/2016)
Agro-environmental economics
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0171
Docente:
Silvia NOVELLI (Affidamento interno)
Contatti docente:
+39 011 6708723, [email protected]
Anno:
Tipologia:
Crediti/Valenza:
4
SSD attvità didattica:
AGR/01 - economia ed estimo rurale
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Inglese
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Orale
- 29 -
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Fornire agli studenti un approccio economico ai problemi ambientali in agricoltura
Il corso viene interamente svolto in lingua inglese
English
To provide students with an economic approach to environmental issues in agriculture
The course is fully delivered in English language only
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Gli studenti acquisiranno gli strumenti analitici necessari ad interpretare i problemi agro-ambientali in una
prospettiva economica; saranno in grado di esaminare in questo quadro le politiche agro-ambientali della UE.
English
Students will achieve the analytical tools needed to interpret agri-environmental issues in an economic
perspective; they will be able to discuss in this framework agricultural and agri-environmental policies of the EU.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
Il modulo consiste di 30 ore di lezione frontale e 10 ore dedicate ad esercitazioni in aula e visite presso aziende
agricole. Per le lezioni frontali la docente si avvale di presentazioni e slide che sono a disposizione degli studenti.
English
The module consists of 30 hours of lectures and 10 hours devoted to practical lessons and farm visits. Classes are
held using Power Point slides, available to students on the web.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Al termine di ciascuna parte del programma (Parte 1, 2 e 3) la docente procederà a una verifica dell'efficacia
didattica mediante discussioni in aula sugli argomenti trattati, senza valore per la valutazione finale, ma utile agli
studenti per stimare il proprio grado di apprendimento.
L'esame finale è un colloquio orale (in inglese) che prevede tre domande, una per ciascuna parte del corso (Parte
1, 2 e 3), che mira a verificare la capacità di ragionamento e di collegamento tra le conoscenze acquisite.
English
- 30 -
At the end of each part of the program (Part 1, 2 and 3) the lecturer will test the teaching effectiveness through
discussions in class. The intermediate verifications are not valid for the final evaluation, but helpful to the students to
estimate their degree of learning.
The final exam is an oral exam (taken in english). The students will be asked three questions that cover the three
parts of the syllabus (Part 1, 2 and 3), in order to assess their understanding of the connections among the different
areas of study.
PROGRAMMA
Italiano
Gli argomenti trattati, di seguito riportati, rientrano nell'area di apprendimento della produzione e gestione.
Il programma si articola in tre parti:
PARTE 1
Revisione dei concetti economici di base. Il mercato come meccanismo efficiente di allocazione delle risorse.
Ottimo di Pareto. Efficienza ed equità. Il principio di compensazione di Kaldor-Hicks. Fallimenti di mercato: beni
pubblici, esternalità, risorse ad accesso libero. Esternalità come ragione del non-raggiungimento dell'ottimo
sociale. Livello ottimale di esternalità. Interventi di politica economica rispetto alle esternalità: definizione dei diritti
di proprietà, standard, tasse, sussidi, permessi negoziabili.
PARTE 2
Agricultura ed ambiente. Esternalità positive e negative prodotte dall'agricoltura. Evoluzione strutturale e tecnica
dell'agricoltura e suoi impatti sull'ambiente. Agricoltura sostenibile e agricoltura multifunzionale. La Politica Agricola
Comune e l'ambiente. Le misure agro-ambientali e il "rinverdimento" della PAC.
PARTE 3
Beni pubblici. La misurazione economica dei benefici prodotti dai beni pubblici. Metodi di valutazione dei benefici
prodotti dai beni pubblici.
English
The subjects, hereafter reported, are included in the learning area of production and management.
The syllabus is divided into three units of study:
PART 1
Revision of basic economics. Market as an efficient resource allocation mechanism. Pareto optimum. Efficiency and
equity. Kaldor-Hicks compensation principle. Market failures: public goods, externalities, open access resources.
Externalities. Externalities as a reason for not reaching a social optimum. Optimal level of externalities. Policy
interventions on externalities: property right definition, standards, taxes, subsidies, marketable permits.
PART 2
Agriculture and environment. Positive and negative externalities associated to agricultural production. Structural and
technical evolution of agriculture and its impact on environment. Sustainable agriculture and multifunctional
agriculture. The Common Agricultural Policy and the environment. Agro-environmental measures and the greening
of the CAP.
PART 3
Public goods. The economic measurement of benefits from public goods. Valuation methods of the benefits of
public goods.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
- 31 -
Italiano
Presentazioni Power-Point del corso, caricate a inizio corso sulla piattaforma Campusnet Unito.
Testi consigliati:
Un testo generale di Economia Ambientale:
Pearce D.W, Turner K.R., Economia delle risorse naturali e dell'ambiente, Il Mulino, Bologna
Un testo più specifico sull'agricoltura:
Zilberman D., Marra M., Agricultural Externalities, in G.A. Carlson, D. Zilberman and J.A. Miranowski (eds) Agricultural
and Environmental Resource Economics, New York, Oxford University Press, 1993
English
PowerPoint presentations. The presentations will be uploaded to the platform Campusnet Unito at the beginning of
the course.
Recommended textbooks:
A general textbook on Environmental economics:
Pearce D.W, Turner K.R., Economics of Natural Resources and the Environment, Johns Hopkins University Press,
Baltimore, 1990
A more specific textbook on agriculture:
Zilberman D., Marra M., Agricultural Externalities, in G.A. Carlson, D. Zilberman and J.A. Miranowski (eds) Agricultural
and Environmental Resource Economics, New York, Oxford University Press, 1993
NOTA
Italiano
Il corso viene interamente svolto in lingua inglese
English
The course is fully delivered in English language only
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=cb6d
- 32 -
Environmental agronomy (Anno Accademico 2015/2016)
Environmental agronomy
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0171
Docente:
Dott. Francesco VIDOTTO (Affidamento interno)
Contatti docente:
+39 011 670 8781, [email protected]
Anno:
Tipologia:
Crediti/Valenza:
4
SSD attvità didattica:
AGR/02 - agronomia e coltivazioni erbacee
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Inglese
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Analizzare le principali relazioni fra sistemi produttivi agricoli e l'ambiente, con particolare riguardo agli effetti
dell'impiego dei prodotti fitosanitari in agricoltura.
Il corso viene interamente svolto in lingua inglese
English
To analyze the main interconnections between agricultural production systems and the environment, with a
special emphasis on the effects of the use of Plant Protection Products (PPPs) on water bodies.
The course is fully delivered in English language only
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Gli studenti disporranno delle conoscenze necessarie a comprendere e mettere in opera le principali misure
agronomiche per la mitigazione degli effetti negativi sull'ambiente legati all'impiego dei prodotti fitosanitari.
Gli studenti saranno in grado di svolgere una diagnosi a livello di bacino del rischio di trasferimento di prodotti
fitosanitari alle acque superficiali dovuto al ruscellamento e di proporre misure di mitigazione adeguate.
English
Students will obtain an understanding of the agronomic techniques that can be applied profitably to mitigate the
potential adverse effects of use of PPPs on the environment. Students will be able to perform a diagnosis of the risk
- 33 -
of transfer of pesiticides to water bodies due to runoff at water cactchment scale and to propose the correct
mitigation measures to be adopted.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
English
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Durante il corso il grado di apprendimento raggiunto dagli studenti sarà valutato di volta in volta nel corso delle
esercitazioni pratiche.
English
Levels of learning acquired by the students will be evaluated regularly during practical lessons.
ATTIVITÀ DI SUPPORTO
Italiano
Durante il corso sono previste una o più uscite in campo in un bacino dimostrativo (Valle del Tiglione) per
l'acquisizione di elementi indispensabili al completamento della diagnosi a scala di bacino del rischio di
ruscellamento.
English
One or more field excursions will be perfomed to collect data for the runoff risk diagnosis at catchment level
(Tiglione Valley).
PROGRAMMA
Italiano
Gli argomenti trattati, di seguito riportati, rientrano nell'area di apprendimento della produzione e gestione. In
particolare, il contenuti del corso consentono lo sviluppo di competenze nell'interpretazione di complessi problemi
riferiti ai rapporti agricoltura-ambiente e alle filiere produttive agricole.
Stato dell'ambiente nell'Unione Europea. Attività umane che determinano i maggiori impatti sull'ambiente.
Introduzione allo stato dell'ambiente e importanza delle acque superficiali nella regione pan-europea.
Impatti sulla biodiversità: specie vegetali esotiche invasive (Ambrosia artemisiifolia (common ragweed), Sicyos
angulatus (burcucumber), Solanum carolinense (carolina horsenettle), Pueraria montana (kudzu).
Lo schema DPSIR per l'interpretazione dell'impatto ambientale
Direttiva europea quadro sulle acque (European Water Framework Directive – WFD – 2000/60/EC); indici di
vulnerabilità ai nitrati e ai prodotti fitosanitari; legislazione nazionale e regionale correlata.
Definizione di prodotto fitosanitario secondo il Regolamento (EC) N° 1107/2009.
Descrizione e analisi della Direttiva 2009/128/EC sull'uso sostenibile dei pesticidi.
- 34 -
Impatto dell'uso di prodotti fitosanitari: sorgenti di inquinamento puntiformi e diffuse; destino ambientale; misure di
mitigazione di tipo agronomico del rischio di inquinamento delle acque superficiali. Diagnosi del rischio di
trasferimento da ruscellamento in un bacino dimostrativo (Valle del Tiglione). Analisi delle informazioni territoriali
disponibili attraverso l'impiego di strumenti GIS. Applicazione delle linee guida TOPPS-Prowadis per la
classificazione del rischio. Validazione di campo. Elaborazione e proposta di misure di mitigazione.
English
The subjects, hereafter reported, are included in the learning area of production and management. In particular, the
subjects will allow the students to acquire skills in the field of issues related to agriculture-environment interactions.
State of the enivronment in the EU. Factors of human activity that drive the major impacts on the environment.
Introduction to environmental status and importance of inland waters in pan-EU region.
A threat to biodiversity: invasive alien plant species (Ambrosia artemisiifolia (common ragweed), Sicyos
angulatus (burcucumber), Solanum carolinense (carolina horsenettle), Pueraria montana (kudzu).
Environmental effects of agriculture; the DPSIR scheme for the interpretation of the environmental impact.
The water compartment and legislative framework (European Water Framework Directive – WFD – 2000/60/EC;
vulnerability indices to nitrates and pesticides; national and local policies).
Definition of PPP according to Regulation (EC) N° 1107/2009 Concerning the placing of plant protection products on
the market and repealing Council Directives 79/117/EEC and 91/414/EEC.
Description and analysis of the Directive 2009/128/EC establishing a framework for Community action to achieve
the sustainable use of pesticides
Impact of use of pesticides; point and diffuse pollution-sources; environmental fate; agronomical practices for
mitigation of contamination of water and other compartments.
Runoff diagnosis on a pilot catchment basin (Tiglione Valley). Territorial data analysis with GIS tools,
TOPPS_Prowadis diagnosis guidelines and risk classification. Field validation. Elaboration of proposed mitigation
measures.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Presentazioni PowerPoint, dispense del corso e articoli per le letture critiche distribuiti dopo ogni lezione.
Tutte le presentazioni sono rilasciate secondo una licenza reative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 Unported
License.
Altro materiale consigliato:
-TOPPS-Prowadis: Best Management Practices to reduce water pollution with plant protection products from runoff and erosion (fornito durante il corso)
- "Think soils" manual (disponibile all'indirizzo http://www.ahdb.org.uk/projects/documents/ThinkSoils.pdf)
- 35 -
English
The recommended basic texts for the course are:
PowerPoint presentations, lecture notes and articles for critical readings distributed during the course.
All PowerPoint presentations are licensed under a Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 Unported License.
Other suggested literature:
-TOPPS-Prowadis: Best Management Practices to reduce water pollution with plant protection products from runoff and erosion (provided during the course)
- "Think soils" manual (available at http://www.ahdb.org.uk/projects/documents/ThinkSoils.pdf)
NOTA
Italiano
Il corso viene interamente svolto in lingua inglese
English
The course is fully delivered in English language only
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=wu2d
- 36 -
Agrochimica ambientale (Anno Accademico 2015/2016)
ENVIRONMENTAL AGROCHEMISTRY
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0241
Docente:
Prof. Franco AJMONE MARSAN (Affidamento interno)
Contatti docente:
0116708519, [email protected]
Corso di studio:
[f001-c501] LM - Scienze agrarie
Anno:
2° anno
Tipologia:
C - Affine o integrativo
Crediti/Valenza:
8
SSD attvità didattica:
AGR/13 - chimica agraria
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Fornire agli studenti, che posseggono lauree di primo livello di diverso tipo, un inquadramento generale dei sistemi
ambientali con particolare riferimento al suolo; offrire una descrizione di dettaglio degli inquinanti più comuni, della
loro origine e del loro destino per mettere gli studenti in grado di identificare le tecniche e le strategie più adatte
alla loro gestione.
English
The aim is to provide the students, who usually have a diversity of backgrounds, with a general description of
environmental systems with particular reference to soil; to offer a detailed description of the most common
contaminants of their origin and fate so to allow the students to identify the most appropriate techniques for their
remediation.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Al termine del corso gli studenti dovranno essere in grado di identificare gli indicatori necessari a descrivere i
sistemi agricoli, individuare le fonti di inquinamento di origine agricola, misurarne gli effetti e definire le azioni di
bonifica.
English
The course guides the students to indentify the environmental indicators that describe agricultural systems,
recognize sources of contamination in agriculture, measure its effects and define remediation strategies.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
- 37 -
English
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Esame orale
English
Oral exam
esame orale
PROGRAMMA
Italiano
Gli argomenti trattati, di seguito riportati, rientrano nell'area di apprendimento della produzione e gestione.
-
L'ambiente: indicatori semplici e complessi
-
Il suolo come elemento dell'ambiente:
Ripresa di alcune definizioni e concetti.
Il suolo come corpo naturale, ruolo nell'ambiente
Fasi solida, liquida e gassosa e composizione elementare
-
I componenti minerali e organici del suolo e le loro proprietà:
Il significato ambientale dei componenti del suolo
Le proprietà chimico-fisiche del suolo di rilevanza ambientale
-
Il ciclo biogeochimico di alcuni elementi
Ciclo del carbonio, dell'azoto, del fosforo e loro implicazioni ambientali
-
La contaminazione
Contaminanti inorganici (metalli pesanti)
Contaminanti organici. Fitofarmaci, idrocarburi, diossine, PCB
La contaminazione puntuale e diffusa
Contaminazione del suolo, dell'aria e dell'acqua.
Aspetti tecnici e normativi
-
Il laboratorio ambientale.
English
-
The environment: simple and complex indicators
-
The soil as an element of the environment
Basic concepts and definitions
The soil as a natural body, its role in the environment
The solid, liquid and gaseous phases and elemental composition
-
Mineral and organic components
- 38 -
The environmental role of soil components
Physic-chemical properties of environmental importance
-
The biogeochemical cycle of some lements
The cycle of carbon, nitrogen and phosphorus in the environment
-
Contamination
Inorganic contaminants
Organic contaminants: pesticides, hydrocarbons, dioxins, PCBs
Point and diffuse contamination
Soil water and air contamination
Legislative and technical aspects
-
The laboratory for the environment
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Manahan S. Chimica dell'ambiente. Piccin Editore.
English
NOTA
Italiano
English
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=36fa
- 39 -
Agronomia (Anno Accademico 2015/2016)
AGRONOMY
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0084
Docente:
Prof. Carlo GRIGNANI (Affidamento interno)
Contatti docente:
0116708777, [email protected]
Corso di studio:
[f001-c717] L - Scienze e tecnologie agrarie
Anno:
2° anno
Tipologia:
B - Caratterizzante
Crediti/Valenza:
8
SSD attvità didattica:
AGR/02 - agronomia e coltivazioni erbacee
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Scritto ed orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Vengono fornite le conoscenze fondamentali per avere un'elevata capacità di comprensione delle relazioni
multifunzionali tra produzione vegetale in agricoltura e fattori antropici e non antropici che la condizionano. In
particolare sono presentati i principali meccanismi che determinano l'influenza di suolo e clima sulle colture.
Vengono descritte e studiate le azioni messe in atto in agricoltura per favorire la coltivazione: opere di sistemazione
del terreno, di modifica dell'impatto climatico, lavorazioni del suolo, irrigazione e drenaggio, fertilizzazione, gestione
residui colturali e sovescio, controllo della flora infestante, combinazione delle colture e cover crop nello spazio e
nel tempo. Il corso introduce inoltre allo studio dei rapporti tra agricoltura e ambiente, della gestione del territorio
agricolo e degli effetti di diverse forme di agricoltura, quale quella biologica, convenzionale ed ecocompatbile.
L'agronomia pone le basi propedeutiche perché tutti i successivi corsi riguardanti i vari campi delle scienze delle
coltivazioni (erbacee, arboree, orto-floricole), e gli studi della meccanizzazione agricola, l'idraulica e la
meteorologia agraria, la malerbologia possano concentrarsi sulla parte specialistica.
English
The Agronomy course is the introductory study of the relationships between the agricultural crop production and
the several human and natural factors that determine and control crop production. A detailed analyses is given to
the classification and comprehension of the mechanisms through which climate and soil influence crop growth.
production. The variety of possible actions applied in agriculture to favor crop cultivation is presented: systems to
control soil slope and infiltration/runoff, to modify crop micro-climate, to manage soil tillage, irrigation and drainage,
fertilization, crop residues managment, green manuring, weed management, rotation and cover crops
management. This course is also an introduction to the study of the relationships between agriculture and the
environment, of the agricultural land management, of the characterization of the different forms of agriculture
(conventional, sustainable, organic). The Agronomy course is a base for other more specialized disciplines on the
different aspect of plant cultivations (field crops, forage crops, vegetable and fruit plants), more specifically for the
agricultural mechanization, hydraulic and irrigation, agro-meteorology, weed science.
- 40 -
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Fornire agli studenti un appropriato ed aggiornato vocabolario e linguaggio tecnico relativamente ai problemi
agronomici. Presentare agli studenti i fattori ambientali e i concetti fondamentali dell'agronomia con riferimento al
complesso sistema clima-suolo-pianta, rendendoli capaci di spiegarne il significato e l'importanza. Addestrare gli
studenti all'analisi delle relazioni tra fattori ambientali e concetti fondamentali dell'agronomia, per interpretare le
cause delle scelte tecniche operate in agricoltura al fine di porre in essere il processo di coltivazione. Individuare le
strategie per massimizzare l'efficienza delle agrotecniche. Addestrare gli studenti alla soluzione di semplici problemi
di calcolo per sviluppare la loro capacità di trovare soluzioni numeriche nell'analisi delle relazioni citate. Stimolare
l'approccio agro-sistemico per lo studio delle complesse relazioni multifunzionali che determinano le scelte di
agrotecnica. Fornire una sufficiente gamma di esempi in cui il miglioramento della tecnica agronomica ha consentito
di risolvere problemi di coltivazione e ambientali.
English
Students must acquire a specific and updated technical vocabulary and must learn to present agronomic problems
with a correct and proper technical language. Students must be able to understand the meaning of the main
environmental and technological factors that influence the soil-plant systems and must be able to explain their
importance for agriculture and describe the expected relationships. Students must be able to explain the main
reasons that back the choices of different agronomic managements frequently adopted by farmers. They must be
able to solve simple calculations about soil, soil hydrology, irrigation, meteorology , fertilization. Students must be
able to give examples for possible alternatives to choose the most appropriate management strategies and they
must be able to discuss reasons for performing such choices depending on different soil-climate scenarios.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
Il corso consiste di circa 60 ore di lezione frontale e circa 20 ore dedicate a attività di esercitative in classe (calcoli
e problemi) e visite in campo.
English
The course consists of about 60 hours of lectures and about 20 hours devoted to numerical excersices, problem
solving and field visits.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Ogni giorno viene dedicato del tempo a stimolare domande da parte degli studenti. Vengono forniti esercizi risolti,
anche pubblicati sulla pagina web. Circa 20 ore sono dedicate ad esercizi in classe.
L'esame finale è uno scritto seguito subito da un colloquio orale. Nella prima parte ad ogni studente viene
sottoposto un test scritto con domande aperte, a risposta multipla ed esercizi numerici. La parte orale del colloquio
include la correzione del test scritto, la verifica della preparazione del candidato su altre domande e l'esame di un
elaborato numerico preparato dallo studente nel corso delle esercitazioni.
English
- 41 -
Every day some time is spent to collect questions from students. Examples of solved exercise is published on the
Web. About 20 hours of the overall contact time is used for practical work in class.
The final examination is written and oral. During the written intial part a number of open and multiple choices
questions, as well as numerical problems are given to the candidate. In the oral part of the examination the written
part is corrected and immidately evaluated, other more general questions are posed to the student who has also to
present and discuss the numerical excercise he has developed during the practical work in class.
Scritto e orale (normalmente nello stesso giorno)/ Oral and written (normally the two tests are in the same day)
ATTIVITÀ DI SUPPORTO
Italiano
Visita ad aziende agricole e centro sperimentale Dipartimento
English
Visits to farms and experimental center of the Department
PROGRAMMA
Italiano
Introduzione (2 ore): significati e obiettivi dell'Agronomia, Agronomia ed evoluzione dell'agricoltura, rapporti con le
altre discipline, struttura del corso (lezioni, esercitazioni, esami), libri di testo, siti web.
Suolo (8 ore e 5 esercitazione): definizioni, stratigrafia, strati di inibizione, composizione granulometrica, struttura,
densità.
Biologia del suolo (2 ore): cenni e importanza agronomica.
Acqua nel suolo (6 ore e 4 esercitazione): potenziale idrico, umidità del terreno, bilancio idrico, cenni di dinamica
dell'acqua nel suolo.
Clima (5 ore): Condizioni meteorologiche e climatiche, radiazione, fotoperiodismo, temperatura dell'aria e del
suolo, idrometeore, stazione meteorologica.
Evapotraspirazione (4 ore e 4 esercitazioni): funzioni dell'acqua; coefficiente di ET, tipi di ET;coefficiente colturale;
stima dell'ET.
Regimazione dell'acqua in campo (6 ore): ristagno idrico, ruscellamento ed erosione, frane. Difesa dal ristagno:
sistemazione dei terreni in piano; drenaggio sottosuperficiale. Difesa dai flussi superficiali veloci: sistemazioni di
pendio.
& nbsp;
&nb sp;
;
& nbsp;
Irrigazione (5 ore e 6 di esercitazione): scopi e tipologie. Idoneità dei terreni. Fabbisogno irriguo. Efficienza
dell'irrigazione. Cenni a: Consumo idrico, variabili irrigue, e metodi di irrigazione per sommersione, scorrimento,
infiltrazione laterale, irrigazione ipogea, per aspersione, microirrigazione; bilanci idrici; sistemi irrigui.
Lavorazioni (6 ore): scopi e tipi di lavorazioni, profondità della lavorazione principale, alternative all'aratura.
Fertilizzazione (6 ore): definizioni di legge e agronomiche; letame, liquame, pollina; sovescio totale e parziale;
concimi chimici semplici, composti, complessi, da miscelazione, organici, organo-minerali; correttivi. Concimi con
- 42 -
elementi minori. Distribuzione dei fertilizzanti. Cenni al piano di concimazione;
Lotta alle infestanti (6 ore): Danni arrecati alle colture. Classificazione delle infestanti. Diffusione. Mezzi di lotta
preventivi. Mezzi fisici. Mezzi biologici. Diserbo chimico: sostanze chimiche, applicazione, azione, selettività.
Sistemi colturali, avvicendamento e rotazione (6 ore): storia dei sistemi adottati, criteri classici, impostazioni
moderne.
English
Introduction (2 h): meaning and objectives of Agronomy; Agronomy and evolution of Agriculture; relations with other
disciplines; organization of the course (front lectures, practical works, examinations), text books, web-sites.
Soil (8 h and 5 practical work): definitions, soil profile, inhibitions horizons, texture, soil structure, soil density.
Soil biology (2 h): introductory elements.
Soil hydrology (6 h and 4 practical work): water potential, water in the soil, water balance, water movements in the
soil.
Climate (5 h): Meteorology and climate, radiation, photoperiodi, air and soil temperature, rain and other
precipitations, weather station.
Evapotranspiration (4 h and 4 practical work): water and his function in agriculture; ET and types of ET; crop
coefficients; estimation of evapotranspiration.
Regulations of water movements in the field (6 h): soil saturation and effects, runoff, erosion, soil flow. Ways to
prevent impacts : surface and deep drainage. Solutions for flat fields (plain) or the slope (hill and mountains).
Irrigation (5 h and 5 practical work): objectives of fertilization. Different soils and irrigation. Water requirements of
different crops. Irrigation efficiency. Water consumption. Submersion, surface irrigation, lateral flow, subirrigation,
rain irrigation, microirrigation. Calculation of water balance.
Soil tillage and soil cultivation (6 h): types, objectives, tillage depth, alternative options to ploughing.
Fertilization (6 h): type of fertilizers and public regulations; solid and liquid manure, chicken manure, green manuring,
mineral fertilizers, simple and complex fertilizers; new and slow release fertilizers, control of soil pH. Trace
elements. Fertilizer distribution. Fertilization plan
Weed control (6 h): Effects of weeds. Main weed types. Diffusion of weeds. Prevention. Control with physical
methods. Biological methods. Chemical weed control: types, timing, actions, selectivity.
Agricultural systems and rotation (6 h): short history of agricultural systems, criteria for managing rotations, recent
solutions and examples
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
I testi base consigliati per il corso sono: Giardini L., 2002 Agronomia generale, ambientale e aziendale. 5a edizione,
Patron Ed. Bologna o (meglio) edizioni successive. E' fortemente consigliato l'utilizzo del materiale didattico
scaricabile dal sito http://agrariacdl.campusnet.unito.it/cgi-bin/didattica.pl
English
- 43 -
Proposed text books are: Giardini L., 2002 Agronomia generale, ambientale e aziendale. 5a edizione, Patron Ed.
Bologna or following editions (if possible). It is highly recommended to use the didactic files available at:
http://agrariacdl.campusnet.unito.it/cgi-bin/didattica.pl
NOTA
Italiano
English
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=rq0f
- 44 -
Alimentazione dei ruminanti (Anno Accademico 2015/2016)
RUMINANT FEEDING AND NUTRITION
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0351
Docente:
Prof. Riccardo FORTINA (Affidamento interno)
Contatti docente:
0116708580, [email protected]
Anno:
Tipologia:
Crediti/Valenza:
6
SSD attvità didattica:
AGR/18 - nutrizione e alimentazione animale
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Il corso è finalizzato a fornire allo studente gli strumenti per individuare le problematiche e per formulare soluzioni
idonee relativamente al settore della nutrizione dei ruminanti, anche attraverso visite e colloqui con allevatori di
aziende a diverso indirizzo produttivo.
English
The course is aimed to give to the student the proper tools to evaluate the problems and to choose the adequate
solutions to the nutritional problems of ruminant feeding, also through the visit to different types of animal farms.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Lo studente dovrà essere in grado di formulare razioni bilanciate per ruminanti e di stimare le performance
zootecniche utilizzando programmi computerizzati
English
The student will be able to formulate balanced diets for ruminants and to predict animal performances using
computerized programs
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
English
- 45 -
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Test di razionamente e discussione finale orale
English
Diet formulation test and final oral discussion
orale
PROGRAMMA
Italiano
Il programma comprende:
a) analisi chimiche degli alimenti: carboidrati (NDF e peNDF; ADF e ADL; zuccheri e amidi), grassi e proteine
(degradabili e indegradabili); il frazionamento dei carboidrati e delle proteine: il modello Cornell (CNCPS).
b) studio del metabilismo ruminale; velocità di transito ed escape ruminale; la produzione di AGV e il loro destino; la
digeribilità intestinale e l'assorbimento dei nutrienti;
c) il calcolo dei fabbisogni e dell'energia netta degli alimenti secondo il modello NRC
d) il razionamento con modelli dinamici (Spartan e CNCPS)
e) visite aziendali per la raccolta dei dati produttivi e la simulazione delle performance degli animali con il modello
CNCPS
(indicare anche area di apprendimento della scheda SUA)
English
The program include:
a) chemical analysis of feeds: carbohydrates (NDF and peNDF; ADF and ADL; sugar and starch), fats and proteins
(degradable and undegradable); protein and carbohydrates fractiions according to the Cornell model (CNCPS)
b) the rumen metabolism; rumend degradation and escape; the production of VFAs and their destiny; the intestinal
digestibilty and the absorption of nutrients
c) the animal requirements and the energy value of feeds according to the NRC model
d) diet formulation with dynamic models (Spartan e CNCPS)
e) visits to animals breedings for data collection and simulation of animal performances with the CNCPS model
Italiano
Il corso comprende:
a) richiami di nutrizione e alimentazione degli animali con approfondimenti sul metabolismo ruminale e la digestione
intestinale nei ruminanti
- 46 -
b) approfondimenti sulle caratteristiche nutritive dei principali alimenti zootecnici
c) l'utilizzo di modelli dinamici di razionamento e di stima delle performance degli animali
d) visite ad allevamenti di bovini da latte e da carne, di ovini e di caprini
English
The course include:
a) notes on animal nutrition and feeding with deepening on rumen metabolism and intestinal digestion
b) deepening on characteristics of main feeds
c) use of dinamic models for diet formulation and animal performance prediction
d) visits to dairy cattle, beef cattle, sheep and goat breedings
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
National Research Council. Nutrient Requirements of Dairy Cattle: Seventh Revised Edition, 2001. Washington, DC:
The National Academies Press, 2001.
Dell'Orto V., Savoini G. - 2005 - Alimentazione della vacca da latte. Edagricole. ISBN 88-506-4570-8
English
National Research Council. Nutrient Requirements of Dairy Cattle: Seventh Revised Edition, 2001. Washington, DC:
The National Academies Press, 2001.
Dell'Orto V., Savoini G. - 2005 - Alimentazione della vacca da latte. Edagricole. ISBN 88-506-4570-8
NOTA
Italiano
English
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=joub
- 47 -
Alimentazione e nutrizione umana (Anno Accademico 2015/2016)
FOOD AND HUMAN NUTRITION
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0384
Docente:
Prof. Silvio Matteo BORSARELLI (Contratto)
Contatti docente:
[email protected]
Corso di studio:
[f001-c703] L - Tecnologie alimentari
[f001-c503] LM - Scienze e tecnologie alimentari
Anno:
2° anno 3° anno
Tipologia:
D - A scelta dello studente
Crediti/Valenza:
6
SSD attvità didattica:
BIO/09 - fisiologia
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Fornire conoscernze sui principi alimentari e nutritivi in rapporto ai bisogni dell'organismo umano, la loro digestione
e metabolismo, le proprietà nutrizionali ed energetiche dei principali alimenti di origine animale e vegetale, i
fondamenti di dietologia, le trasformazioni chimico-fisico degli alimenti in cottura.
English
To provide principles in relation to food and nutritional needs of the human organism, their digestion
and metabolism, the nutritional and energy content of the main foods of animal and vegetable origin,
the foundations of dietetics, chemical and physical transformations of foods in cooking.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Lo studente dovrà conoscere i principi alimentari e nutritivi in rapporto ai bisogni dell'organismo umano, la loro
digestione e metabolismo, le proprietà nutrizionali ed energetiche dei principali alimenti di origine animale e
vegetale, i fondamenti di dietologia, le trasformazioni chimico-fisico degli alimenti in cottura.
English
Student will learn principles in relation to food and nutritional needs of the human organism, their digestion and
metabolism, the nutritional and energy content of the main foods of animal and vegetable origin, the foundations of
dietetics, chemical and physical transformations of foods in cooking.
- 48 -
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
English
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Si procederà alla verifica dell'apprendimento attraverso una discussione tematica al termine di ogni argomento
English
Completed each topic it will be carried out the learning assessment by a thematic discussion
PROGRAMMA
Italiano
Gli argomenti trattati durante il corso appartengono all'area "QUALITA' E SICUREZZA"
I principi alimentari e nutritivi e loro funzioni. Linee guida per un'alimentazione corretta- R.D.A.
Metabolismo: generalità e metabolismo basale.
I glucidi: suddivisione, fonti dietetiche.
I glucidi: caratteristiche nutrizionali ed energetiche.
Metabolismo e digestione dei glucidi semplici e complessi. Glicemia.
Le razioni dietetiche.
Le fibre nell'alimentazione umana.
I principali dolcificanti non calorici naturali, artificiali e di sintesi: vantaggi e svantaggi.
Le proteine: suddivisione, caratteristiche nutrizionali, gli aspetti alimentari e le fonti dietetiche.
Metabolismo e digestione delle proteine.
Cenni sugli enzimi.
I lipidi: suddivisione e cenni sulle proprietà chimico-fisiche, caratteristiche nutrizionali e fonti dietetiche.
Metabolismo e digestione dei lipidi.
Colesterolemia e particolarità su HDL e LDL. Chetonemia. Gli A.G.E. e gli ω 3.
I principali macro e micro elementi e loro funzioni.
Le principali vitamine lipo e idrosolubili e loro caratteristiche alimentari.
L'acqua: cenni sulle proprietà chimico-fisiche e funzione nell'organismo umano.
L'acqua negli alimenti (aw) e potabilità
Fondamenti di Dietologia. Determinazione di calcolo. Razione alimentare. Gruppi di alimenti ed equivalenze.
La cottura dei principali alimenti e trasformazioni chimico-fisico-organolettiche.
Approfondimento delle proprietà nutrizionali dei principali alimenti di origine animale e vegetale.
English
Program topics concern the area "QUALITY AND SAFETY"
Food and nutrients principles and their functions. Guidelines for proper feeding-RDA
Metabolism: general and basal metabolism.
Carbohydrates: subdivision, dietary sources.
Carbohydrates: nutritional and energy.
Metabolism and digestion of simple and complex carbohydrates. Blood sugar.
The dietary rations.
The fibers in the human diet.
- 49 -
The main non-caloric sweeteners, natural and synthetic: advantages and disadvantages.
Proteins: subdivision, nutritional characteristics, aspects of food and dietary sources.
Metabolism and protein digestion.
Work on enzymes.
Lipids: subdivision and outline their physico-chemical properties, nutritional and dietary sources.
Metabolism and digestion of lipids.
Cholesterol and particularities of HDL and LDL. Ketone. The A.G.E. and ω 3.
The main macro and micro elements and their functions.
The main and lipo-soluble vitamins and their food characteristics.
Water: notes on the physico-chemical properties and function in the human body.
The water in food (aw) and potability.
Fundamentals of Nutrition. Determination of calculation. Food ration. Food groups and equivalences.
The firing of the main food and chemical, physical and organoleptic changes.
Deepening of the nutritional properties of the main foods of animal and vegetable origin.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
S.M. Borsarelli - G. Sicheri - Scienza dell'alimentazione - 2aedizione – Hoepli – Milano -1997
S.M. Borsarelli - G. Sicheri - Alimentazione, Ia edizione - Hoepli- Milano - 2004
P. Cappelli - V. Vannucchi - Chimica degli alimenti - 2aedizione – Zanichelli - Bologna-1998
English
S.M. Borsarelli - G. Sicheri - Scienza dell'alimentazione - 2aedizione – Hoepli – Milano -1997
S.M. Borsarelli - G. Sicheri - Alimentazione, Ia edizione - Hoepli- Milano - 2004
P. Cappelli - V. Vannucchi - Chimica degli alimenti - 2aedizione – Zanichelli - Bologna-1998
NOTA
Italiano
sede dell'insegnamento: Cuneo
English
sede dell'insegnamento: Cuneo
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=1ike
- 50 -
Allevamento dei monogastrici I (Anno Accademico 2015/2016)
PIG AND POULTRY PRODUCTION
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0352
Docente:
Prof. Ivo ZOCCARATO (Affidamento interno)
Contatti docente:
0116708568, [email protected]
Corso di studio:
[f001-c502] LM - Scienze zootecniche
Anno:
1° anno
Tipologia:
B - Caratterizzante
Crediti/Valenza:
8
SSD attvità didattica:
AGR/20 - zoocolture
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Fornire allo studente la preparazione tecnico-scientifica necessaria per affrontare e risolvere i più importanti
problemi dell'allevamento, dell'alimentazione e della gestione dell'allevamento dei suini e delle diverse produzioni
avicole (carne e uova) comprese quelle non convenzionali.
English
The aim of the course is providing a balanced technical scientific competence so that students will be competent in
dealing with the most important problems of pig production and of poultry industries (meat and egg) and
unconventional avian species.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Gli studenti acquisiranno le conoscenze teorico pratiche relative alla gestione della riproduzione, all'alimentazione
nelle diverse fasi produttive per quanto riguarda la produzione della carne suina con particolare riferimento alle
implicazioni per l'industria di trasformazione. Per quanto attiene le specie avicole gli studenti acquisiranno le
conoscenze teorico pratiche relative alla gestione della riproduzione; all'alimentazione nei diversi momenti
- 51 -
produttivi sia per quanto riguarda la produzione della carne sia delle uova destinate al consumo o alla riproduzione.
Saranno sviluppate le competenze relative alle tecniche di allevamento delle diverse specie ponendo particolare
attenzione ai problemi relativi al benessere animale e all'impatto ambientale derivante dall'allevamento.
English
The students will be competent in dealing with the requirements of pig production specifically on reproduction
management, feeding in different productive phases, pork production and meat transformation industry. As regard
poultry industries students are competent on reproduction management, feeding in different meat and eggs
production. Skills will be developed with particular attention to animal welfare and environmental pollution due to
intensive farming of different species.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
Il corso consiste di 60 ore di lezione frontale e 20 ore dedicate a attività esercitative e/o visite in azienze
zootecniche. Per le lezioni frontali il docente si avvale di presentazioni e slide che sono a disposizione degli
studenti.
English
The course is organized in 60 hours of lectures and 20 hours devoted to laboratory work and/or to visit pig and/or
poultry farming. Lectures' different topics will be supported by slides that will be available to students at the end of
course.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Al fine di verificare la capacità di apprendimento e applicazione delle competenze acquisite, in itinere, gli studenti
saranno invitati ad affontare, e proporre soluzioni, problemi di ordine pratico applicativo in tema di gestione
dell'allevamento e valutazione delle condizioni di benessere degli animali unitamente a formulazione di piani di
alimentazione e razionamento per le diverse specie oggetto del programma del corso.
Esame finale: orale, con l'obiettivo di verificare la capacità dello studente di collegare gli aspetti fiosiologici e
comportamentali dell'animale con gli obiettivi di produzione
English
In order to verify the ability of learning and the application of skills acquired during the course, students will be
invited to evaluate and propose solutions to problems of practical application in the field
of livestock management and evaluation of the welfare conditions of farming; moreover, students will be invited to
formulate diets and plans of feedstuffs distribution to different species covered by the program of the course.
Final examination: oral, the questions will verify the skill of the student in corelate the physiological and
behavioural parameter with the productive aims.
- 52 -
PROGRAMMA
Italiano
Gli argomenti, ascrivibili all'area zootecnica e delle produzioni animali, oggetto del programma sono:
La situazione della suinicoltura in Italia e in Europa; origine, descrizione e caratteristiche produttive delle
principali razze.
Alimentazione e utilizzazione dei principi nutritivi nel suino
Allevamento e gestione dei riproduttori.
Allevamento dei suinetti.
Produzione del suino leggero da macelleria.
Produzione del suino pesante da salumeria ed il regolamento per la produzione dei prosciutto di Parma.
Allevamento biologico e all'aperto
Rapporti tra tecniche di allevamento e impatto ambientale
Rapporti tra tecniche di allevamento e benessere animale.
Visite ed incontri con tecnici presso impianti produttivi del settore suinicolo
Richiami di anatomia e fisiologia degli uccelli
Razze e "ibridi commerciali" oggetto di allevamento
Riproduzione, incubazione e gestione dell'incubatoio
Principi di alimentazione del pollame
Allevamento dell'ovaiola e produzione delle uova
Allevamento del pollo e produzione della carne
Allevamento del tacchino
Allevamento della faraona
Allevamento degli anatidi
Allevamento dello struzzo
allevamento biologico
Visite ed incontri con tecnici presso impianti produttivi del settore avicolo
English
The topics, in the area of livestock production, covered by the program are:
Feeding of pig
Reproduction and management of boar and sow
Weaner farming
Bacon production
Heavy pig production and POD Parma ham rules
Pig farming and environmental pollution
Pig farming and welfare condition
Organic farming
Field trips to local production units
Anatomy and physiology of birds
Common breeds and "commercial hybrids"
Reproduction, hatching and hatchery management
Poultry feeding
Hen farming and eggs production
Chicken farming and meat production
Turkey farming
Guinea fowl farming
Ducks and geese farming
Ostrich farming
Organic farming
- 53 -
Field trips to local production units
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Bertacchini F., Campani I. Manuale di allevamento suino, Ed agricole, Bologna, 2001
Monetti P.G., Appunti di suinicoltura, Giraldi Ed., Bologna, 1997
Whittemore C. The Science and Practice of Pig Production, Longman, Harlow (UK), 1993
Lewis A.J., Southern L.L. Swine Nutrition 2nd edition, CRC Press, Boca Raton (USA), 2001
Perez J.M., Mornet P., Rerat, A., Le porc et son élevage : bases scientifiques et techniques, Maloine, Paris, 1986
Cerolini S., Marzoni Fecia di Cossato M., Romboli I. Schiavone A. Zaniboni L. Avicoltura e Coniglicoltura. Point
Veterinaire Italie, Milano, 2008
Bell D., Weawer W. Commercial Chicken meat and egg production, Kluwer Ac. Pub., Norwel USA, 2002
Abad J.C. at al., Reproducion e Incubation en avicoltura, Real Escuela de avicoltura, Barcelona 2003
Castello et al., Producion de carne de pollo, Real Escuela de avicoltura, Barcelona, 2002
Castello et al., Producion de Huevos, Real Escuela de avicoltura, Barcelona, 1989;
Anderloni G., Manuale sull'allevamento dello struzzo, Edagricole, Bologna, 2000.
Le Coz-Douin J. L'elevage de la pintade, Ed. Point Vétérinaire, Maisons Alfort, 1992
Nau F. et al. Science et technologie de l'œuf, vol 1. Production et qualité. Tec& Doc Lavoisier , Paris, 2010
English
Whittemore C. The Science and Practice of Pig Production, Longman, Harlow (UK), 1993
Lewis A.J., Southern L.L. Swine Nutrition 2nd edition, CRC Press, Boca Raton (USA), 2001
Perez J.M., Mornet P., Rerat, A., Le porc et son élevage : bases scientifiques et techniques, Maloine, Paris, 1986
Bell D., Weawer W. Commercial Chicken meat and egg production, Kluwer Ac. Pub., Norwel USA, 2002
Abad J.C. at al., Reproducion e Incubation en avicoltura, Real Escuela de avicoltura, Barcelona 2003
Castello et al., Producion de carne de pollo, Real Escuela de avicoltura, Barcelona, 2002
Castello et al., Producion de Huevos, Real Escuela de avicoltura, Barcelona, 1989;
Le Coz-Douin J. L'elevage de la pintade, Ed. Point Vétérinaire, Maisons Alfort, 1992
Nau F. et al. Science et technologie de l'œuf, vol 1. Production et qualité. Tec& Doc Lavoisier , Paris, 2010
NOTA
Italiano
- 54 -
English
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=foqj
- 55 -
Allevamento dei monogastrici II (Anno Accademico 2015/2016)
FISH AND RABBIT PRODUCTION
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0353
Docente:
Prof. Laura GASCO (Affidamento interno)
Contatti docente:
0116708574, [email protected]
Corso di studio:
[f001-c502] LM - Scienze zootecniche
Anno:
1° anno
Tipologia:
B - Caratterizzante
Crediti/Valenza:
8
SSD attvità didattica:
AGR/20 - zoocolture
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Il corso ha l'obiettivo di fornire le nozioni generali dell'acquacoltura (in acqua salata e dolce) e della coniglicoltura
con particolare riferimento alle diverse tecnologie di allevamento, all'alimentazione, alla riproduzione e alla qualità
delle produzioni.
Verranno forniti agli studenti le conoscenze e gli strumenti per affrontare e risolvere le problematiche relative alla
gestione degli allevamenti intensivi.
English
The course aims to provide knowledge on Aquaculture (salt and freshwater fish) and Rabbits production with
particular reference to breeding and farming, nutrition, reproduction and product quality
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Lo studente acquisisce le basi per la gestione degli allevamenti intensivi (pesci e conigli).
English
Student will acquire the basis for the management of aquaculture and rabbits companies
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
- 56 -
English
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Le modalità di verifica dell'apprendimento tengono conto dell'applicazione costante dello studente a tutte le fasi
del processo formativo. Attraverso l'attiva interazione durante le lezioni frontali vengono valutati l'apprendimento
delle nozioni teoriche erogate nel corso delle lezioni precedenti, le nozioni pratiche acquisite attraverso le attività
di esercitazione nonché lo sviluppo del senso critico.
English
The assessment methods take into account the consistent application of the student in all phases of the training
process. Through active interaction during lectures, students are evaluated on the acquisition of theoretical
concepts, on the practical knowledge acquired through practical activities as well as the development of a critical
mind
Orale
ATTIVITÀ DI SUPPORTO
Visita di alcune aziende di pesci e conigli.
Esercitazioni pratiche presso l'azienda sperimentale sita in Carmagnola
PROGRAMMA
Italiano
APPARTENENZA: Area zootecnica e delle produzioni animali
ACQUACOLTURA
Introduzione all'acquacoltura: situazione italiana ed internazionale.
Caratteristiche delle acque usate per l'acquacoltura.
Costruzione e manufatti
Alimentazione
Riproduzione delle specie ittiche. Manipolazioni genetiche
Gestione degli allevamenti (trota, carpa, spigola ed orata, …)
CONIGLICOLTURA
Introduzione alla coniglicoltura. Situazione italiana ed internazionale
Tassonomia, origine e razze allevate.
Anatomia e morfologia del coniglio.
- 57 -
Riproduzione: gestione dei maschi e delle femmine, inseminazione artificiale
Alimentazione. Fabbisogni nutrizionali e razionamento
Allevamento, ciclizzazione.
Produzione del coniglio da pelliccia e coniglio d'angora
Principali patologie del coniglio.
English
The topics, in the area of livestock production, covered by the program are:
AQUACULTURE
Introduction to aquaculture: Italian and international situation.
Water quality in aquaculture.
Fish farming design and construction
Reproduction, genetic manipulations
Fish nutrititon
Main farmed species in aquaclture (trout, carp, sea bass, sea bream, ...)
Fish diseases
RABBITS
Introduction to rabbits. Italian and international situation
Taxonomy, origin and breeds.
A natomy and morphology of the rabbit.
Reproduction: Management of males and females, artificial insemination
Rabbit nutrition and breeding
Production of rabbit fur and angora rabbit
Major diseases of the rabbit
Italiano
Il corso fornisce conoscenze scientifiche di base di carattere biologico e tecnologico applicativo inerenti ai settori
dell'acquacoltura e della coniglicoltura. Lo studente sarà in grado di operare su vari aspetti delle loro produzione in
aziende zootecniche o in imprese che operano nella trasformazione e nella commercializzazione di prodotti ottenuti
da queste tipologie di allevamento.
English
The course provides biological and technological knowledge related to aquaculture and rabbit production. The
student will be able to operate on different aspects of their production.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
G. Baruchelli, Tecniche di allevamento e trasformazione della trota, Istituto Agrario San Michele all'Adige, 2007
- 58 -
J. Guillaume et al. Nutrition et alimentation des poissons et crustacés, INRA, Paris, 1999
J. Shepherd & N. Bromage, Intensive Fish farming, BSP Professional Books, Oxford, 1988.
W. Steffens, Principles of Fish Nutrition, J. Wiley & Sons (eds.), New York, 1989.
L. Horováth et al., Carp and pond fish culture, Fishing New Books, Oxford, 1992
D. Swift, Aquaculture training manual, 2nd edition, Fishing New Books, Oxford, 1993.
N. Bromage & R. Roberts, Broodstock management and egg and larval quality, Blackwell Science,Oxford, 1995.
Cerolini S., Marzoni Fecia di Cossato, Romboli I., Schiavoni A, Zaniboni L. Avicoltura e Coniglicoltura. Le Point
Vétérinaire ItalieSrl, 2008.
ANCI-AIA, Razze cunicole: standard italiano, ANCI-AIA, Roma, 1990.
Balasini D. Zootecnica applicata: avicunicoli, Edagricole, Bologna, 2001.
Bittante G., Andrighetto I., Ramanzin M. Tecniche di produzione animale, Liviana Ed., Padova, 1993.
Duranti G., Mondini S., Duranti A., Le malattie del coniglio, Edagricole, Bologna, 1993.
Falaschini A., Zootecnica speciale, Edagricole, Bologna, 1996
English
G. Baruchelli, Tecniche di allevamento e trasformazione della trota, Istituto Agrario San Michele all'Adige, 2007
J. Guillaume et al. Nutrition et alimentation des poissons et crustacés, INRA, Paris, 1999
J. Shepherd & N. Bromage, Intensive Fish farming, BSP Professional Books, Oxford, 1988.
W. Steffens, Principles of Fish Nutrition, J. Wiley & Sons (eds.), New York, 1989.
L. Horováth et al., Carp and pond fish culture, Fishing New Books, Oxford, 1992
D. Swift, Aquaculture training manual, 2nd edition, Fishing New Books, Oxford, 1993.
N. Bromage & R. Roberts, Broodstock management and egg and larval quality, Blackwell Science,Oxford, 1995.
Cerolini S., Marzoni Fecia di Cossato, Romboli I., Schiavoni A, Zaniboni L. Avicoltura e Coniglicoltura. Le Point
Vétérinaire ItalieSrl, 2008.
ANCI-AIA, Razze cunicole: standard italiano, ANCI-AIA, Roma, 1990.
Balasini D. Zootecnica applicata: avicunicoli, Edagricole, Bologna, 2001.
Bittante G., Andrighetto I., Ramanzin M. Tecniche di produzione animale, Liviana Ed., Padova, 1993.
Duranti G., Mondini S., Duranti A., Le malattie del coniglio, Edagricole, Bologna, 1993.
Falaschini A., Zootecnica speciale, Edagricole, Bologna, 1996
NOTA
Italiano
Modalità di verifica/esame: l'esame al termine del corso riguarderà tutti gli aspetti trattati durante lezioni e si
- 59 -
svolgerà con delle domande orali
English
The final test will be an oral examination
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=8e53
- 60 -
Allevamento dei ruminanti (Anno Accademico 2015/2016)
RUMINANT PRODUCTION AND FARMING SYSTEM
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0351
Docente:
Prof. Antonio MIMOSI (Affidamento interno)
Contatti docente:
0116708581, [email protected]
Anno:
Tipologia:
Crediti/Valenza:
6
SSD attvità didattica:
AGR/19 - zootecnica speciale
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Lo scopo del corso è fornire agli studenti le conoscenze approfondite sulle tecniche gestionali (di allevamento e di
razionamento) dei ruminanti. Saranno illustrate le relazioni che intercorrono tra la composizione della dieta e la
produzione quanti-qualitativa del latte e della carne al fine di migliorare la redditività dell'allevamento. Verranno
inoltre analizzate le principali problematiche legate alla produzione dei bovini e degli ovi- caprini (ipofertilità,
mastite e laminite) ed i relativi criteri di prevenzione.
English
The aim of the course is to provide students with in-depth knowledge on management techniques (breeding and
ration balancing) of ruminants. Will be explored the relationship between chemical composition of diet and yield
and quality of milk and meat to improve the productivity and profitability of farm. Also will be analyzed the main
issues of producing of cattle, sheep and goats (reproductive failure, mastitis and laminitis) and the prevention
systems.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Gli studenti dovranno aver acquisito competenze tecnico-scientifiche per poter realizzare una corretta gestione
dell'allevamento dei ruminanti (bovini da latte e da carne, pecore e capre).
English
Students should have acquired technical and scientific skills to be able to achieve a correct management of
ruminant livestock (dairy and beef cattle, sheep and goats).
- 61 -
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
Il corso consiste di 40 ore di lezione frontale e 20 ore dedicate a attività di campo con visite in allevamento. Per le
lezioni frontali il docente si avvale di diapositive e lucidi che sono a disposizione degli studenti.
English
The course consists of 40 hours of lectures and 20 hours devoted to the pratical lessons in farming. For lectures the
teacher makes use of presentations and slides that are available to students.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Il livello di apprendimento raggiunto dagli sudenti e l'efficacia didattica saranno verificati nel corso delle
esercitazioni in allevamento con domande orali individuali.
L'esame finale è orale.
English
The level of learning achieved by students and the efficacy teaching will be verified through individual oral
questions during the practical lessons in farming.
The final examination is oral.
PROGRAMMA
Italiano
Gli argomenti del corso appartengono alle aree della conoscenza di Zootecnica e delle Produzioni Animali.
Nel corso verranno approfondite le conoscenze su:
Principali razze bovine e ovi-caprine allevate
Sistemi di allevamento e gestione dei ruminanti
Fattori che influenzano la produzione e la composizione del latte e della carne
Formulazione di razioni per bovine, pecore e capre
Malattie della produzione (ipofertilità, mastiti e zoppie)
Pratiche gestionali per migliorare l'efficienza riproduttiva (tassi di inseminazione, concepimento e di
gravidanza).
English
The course forms part of the filed of knowledgeof Zootechnical and Animal Production.
The course will in-depth knowledge of:
Main breeds of cattle, sheep and goats reared
Farming systems and management of ruminants
- 62 -
Factors affecting the yield and composition of milk and meat
Formulating rations for cattle, sheep and goats
Production diseases in farm animals (repeat breeding, mastitis and laminitis)
Management practices to improve breeding efficiency (heat detection rate, conception rate and
pregnancy rate)
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
- Tecniche di produzione animale di Bittante G., Andrighetto I., Ramanzin M. - Editore: Liviana, 2005.
- La bovina da latte (a cura di Claudia Molinari – Edagricole, de Il Sole 24 ORE Srl, Bologna 2006.
- Gli articoli scientifici e il materiale didattico utilizzato sarranno forniti dal docente a inizio corso.
English
- Tecniche di produzione animale di Bittante G., Andrighetto I., Ramanzin M. - Editore: Liviana, 2005.
- La bovina da latte (a cura di Claudia Molinari) – Edagricole, de Il Sole 24 ORE Srl, Bologna 2006.
- Scientific articles and teaching materials used will be provided by the teacher at the beginning of the course.
NOTA
Italiano
English
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=9hxo
- 63 -
Allevamento e alimentazione dei ruminanti - C.I. (Anno Accademico 2015/2016)
RUMINANT PRODUCTION AND FEEDING
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0351
Docente:
Prof. Antonio MIMOSI (Affidamento interno)
Prof. Riccardo FORTINA (Affidamento interno)
Contatti docente:
0116708581, [email protected]
Corso di studio:
[f001-c502] LM - Scienze zootecniche
Anno:
1° anno
Tipologia:
B - Caratterizzante
Crediti/Valenza:
12
SSD attvità didattica:
AGR/18 - nutrizione e alimentazione animale
AGR/19 - zootecnica speciale
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
Moduli didattici:
Alimentazione dei ruminanti (Anno Accademico 2015/2016)
Allevamento dei ruminanti (Anno Accademico 2015/2016)
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=mxi6
Alimentazione dei ruminanti (Anno Accademico 2015/2016)
RUMINANT FEEDING AND NUTRITION
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0351
Docente:
Prof. Riccardo FORTINA (Affidamento interno)
Contatti docente:
0116708580, [email protected]
Anno:
Tipologia:
Crediti/Valenza:
6
SSD attvità didattica:
AGR/18 - nutrizione e alimentazione animale
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Orale
- 64 -
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Il corso è finalizzato a fornire allo studente gli strumenti per individuare le problematiche e per formulare soluzioni
idonee relativamente al settore della nutrizione dei ruminanti, anche attraverso visite e colloqui con allevatori di
aziende a diverso indirizzo produttivo.
English
The course is aimed to give to the student the proper tools to evaluate the problems and to choose the adequate
solutions to the nutritional problems of ruminant feeding, also through the visit to different types of animal farms.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Lo studente dovrà essere in grado di formulare razioni bilanciate per ruminanti e di stimare le performance
zootecniche utilizzando programmi computerizzati
English
The student will be able to formulate balanced diets for ruminants and to predict animal performances using
computerized programs
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
English
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Test di razionamente e discussione finale orale
English
Diet formulation test and final oral discussion
orale
PROGRAMMA
Italiano
Il programma comprende:
a) analisi chimiche degli alimenti: carboidrati (NDF e peNDF; ADF e ADL; zuccheri e amidi), grassi e proteine
(degradabili e indegradabili); il frazionamento dei carboidrati e delle proteine: il modello Cornell (CNCPS).
- 65 -
b) studio del metabilismo ruminale; velocità di transito ed escape ruminale; la produzione di AGV e il loro destino; la
digeribilità intestinale e l'assorbimento dei nutrienti;
c) il calcolo dei fabbisogni e dell'energia netta degli alimenti secondo il modello NRC
d) il razionamento con modelli dinamici (Spartan e CNCPS)
e) visite aziendali per la raccolta dei dati produttivi e la simulazione delle performance degli animali con il modello
CNCPS
(indicare anche area di apprendimento della scheda SUA)
English
The program include:
a) chemical analysis of feeds: carbohydrates (NDF and peNDF; ADF and ADL; sugar and starch), fats and proteins
(degradable and undegradable); protein and carbohydrates fractiions according to the Cornell model (CNCPS)
b) the rumen metabolism; rumend degradation and escape; the production of VFAs and their destiny; the intestinal
digestibilty and the absorption of nutrients
c) the animal requirements and the energy value of feeds according to the NRC model
d) diet formulation with dynamic models (Spartan e CNCPS)
e) visits to animals breedings for data collection and simulation of animal performances with the CNCPS model
Italiano
Il corso comprende:
a) richiami di nutrizione e alimentazione degli animali con approfondimenti sul metabolismo ruminale e la digestione
intestinale nei ruminanti
b) approfondimenti sulle caratteristiche nutritive dei principali alimenti zootecnici
c) l'utilizzo di modelli dinamici di razionamento e di stima delle performance degli animali
d) visite ad allevamenti di bovini da latte e da carne, di ovini e di caprini
English
The course include:
a) notes on animal nutrition and feeding with deepening on rumen metabolism and intestinal digestion
b) deepening on characteristics of main feeds
c) use of dinamic models for diet formulation and animal performance prediction
d) visits to dairy cattle, beef cattle, sheep and goat breedings
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
- 66 -
National Research Council. Nutrient Requirements of Dairy Cattle: Seventh Revised Edition, 2001. Washington, DC:
The National Academies Press, 2001.
Dell'Orto V., Savoini G. - 2005 - Alimentazione della vacca da latte. Edagricole. ISBN 88-506-4570-8
English
National Research Council. Nutrient Requirements of Dairy Cattle: Seventh Revised Edition, 2001. Washington, DC:
The National Academies Press, 2001.
Dell'Orto V., Savoini G. - 2005 - Alimentazione della vacca da latte. Edagricole. ISBN 88-506-4570-8
NOTA
Italiano
English
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=joub
- 67 -
Allevamento dei ruminanti (Anno Accademico 2015/2016)
RUMINANT PRODUCTION AND FARMING SYSTEM
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0351
Docente:
Prof. Antonio MIMOSI (Affidamento interno)
Contatti docente:
0116708581, [email protected]
Anno:
Tipologia:
Crediti/Valenza:
6
SSD attvità didattica:
AGR/19 - zootecnica speciale
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Lo scopo del corso è fornire agli studenti le conoscenze approfondite sulle tecniche gestionali (di allevamento e di
razionamento) dei ruminanti. Saranno illustrate le relazioni che intercorrono tra la composizione della dieta e la
produzione quanti-qualitativa del latte e della carne al fine di migliorare la redditività dell'allevamento. Verranno
inoltre analizzate le principali problematiche legate alla produzione dei bovini e degli ovi- caprini (ipofertilità,
mastite e laminite) ed i relativi criteri di prevenzione.
English
The aim of the course is to provide students with in-depth knowledge on management techniques (breeding and
ration balancing) of ruminants. Will be explored the relationship between chemical composition of diet and yield
and quality of milk and meat to improve the productivity and profitability of farm. Also will be analyzed the main
issues of producing of cattle, sheep and goats (reproductive failure, mastitis and laminitis) and the prevention
systems.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Gli studenti dovranno aver acquisito competenze tecnico-scientifiche per poter realizzare una corretta gestione
dell'allevamento dei ruminanti (bovini da latte e da carne, pecore e capre).
English
Students should have acquired technical and scientific skills to be able to achieve a correct management of
ruminant livestock (dairy and beef cattle, sheep and goats).
- 68 -
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
Il corso consiste di 40 ore di lezione frontale e 20 ore dedicate a attività di campo con visite in allevamento. Per le
lezioni frontali il docente si avvale di diapositive e lucidi che sono a disposizione degli studenti.
English
The course consists of 40 hours of lectures and 20 hours devoted to the pratical lessons in farming. For lectures the
teacher makes use of presentations and slides that are available to students.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Il livello di apprendimento raggiunto dagli sudenti e l'efficacia didattica saranno verificati nel corso delle
esercitazioni in allevamento con domande orali individuali.
L'esame finale è orale.
English
The level of learning achieved by students and the efficacy teaching will be verified through individual oral
questions during the practical lessons in farming.
The final examination is oral.
PROGRAMMA
Italiano
Gli argomenti del corso appartengono alle aree della conoscenza di Zootecnica e delle Produzioni Animali.
Nel corso verranno approfondite le conoscenze su:
Principali razze bovine e ovi-caprine allevate
Sistemi di allevamento e gestione dei ruminanti
Fattori che influenzano la produzione e la composizione del latte e della carne
Formulazione di razioni per bovine, pecore e capre
Malattie della produzione (ipofertilità, mastiti e zoppie)
Pratiche gestionali per migliorare l'efficienza riproduttiva (tassi di inseminazione, concepimento e di
gravidanza).
English
The course forms part of the filed of knowledgeof Zootechnical and Animal Production.
The course will in-depth knowledge of:
Main breeds of cattle, sheep and goats reared
Farming systems and management of ruminants
- 69 -
Factors affecting the yield and composition of milk and meat
Formulating rations for cattle, sheep and goats
Production diseases in farm animals (repeat breeding, mastitis and laminitis)
Management practices to improve breeding efficiency (heat detection rate, conception rate and
pregnancy rate)
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
- Tecniche di produzione animale di Bittante G., Andrighetto I., Ramanzin M. - Editore: Liviana, 2005.
- La bovina da latte (a cura di Claudia Molinari – Edagricole, de Il Sole 24 ORE Srl, Bologna 2006.
- Gli articoli scientifici e il materiale didattico utilizzato sarranno forniti dal docente a inizio corso.
English
- Tecniche di produzione animale di Bittante G., Andrighetto I., Ramanzin M. - Editore: Liviana, 2005.
- La bovina da latte (a cura di Claudia Molinari) – Edagricole, de Il Sole 24 ORE Srl, Bologna 2006.
- Scientific articles and teaching materials used will be provided by the teacher at the beginning of the course.
NOTA
Italiano
English
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=9hxo
- 70 -
Alpicoltura 1 (Anno Accademico 2015/2016)
ALPINE GRASS AND RANGELAND MANAGEMENT
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0363
Docente:
Prof. Giampiero LOMBARDI (Affidamento interno)
Contatti docente:
0116708791, [email protected]
Corso di studio:
[f001-c504] LM - Scienze forestali e ambientali
Anno:
1° anno
Tipologia:
B - Caratterizzante
Crediti/Valenza:
8
SSD attvità didattica:
AGR/02 - agronomia e coltivazioni erbacee
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Scritto ed orale
PREREQUISITI
Pur non essendo previste propedeuticità, il conseguimento degli obiettivi richiede buone conoscenze di botanica
sistematica e di fisiologia vegetale. Per la redazione del piano di gestione pastorale richiesta per l'esame sono
consigliate conoscenze di base sull'uso del GIS.
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Conoscenza dello stato, del funzionamento e dei criteri per la gestione dei principali agro-ecosistemi alpini, con
particolare riferimento a quelli prato-pascolivi e pascolivi, al fine di pianificarne un'utilizzazione razionale con
obiettivi produttivi, ambientali, paesaggistici e fruitivi.
English
Knowledge of the state and operation, and ability to plan and manage alpine agro-ecosystems, with particular
reference to pasture-lands (meadows and pastures), in order to set their appropriate exploitation for different
purposes (production, environment, landscape and recreation).
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Gli studenti acquisiranno la preparazione necessaria per:
- analizzare i principali sistemi agroforaggeri nord-occidentali italiani con particolare riferimento alle risorse
pastorali montane;
- riconoscere le problematiche di gestione agronomica e pastorale di maggior rilievo per gli ambienti alpini e alto
collinari;
- organizzare la gestione multiuso dei sistemi agropastorali.
English
- 71 -
Students will get the qualification:
- to analyze forage and pastoral systems of north-west Italy with special reference to mountain environments;
- to recognize the most important agronomic and pastoral management issues concerning hills and high altitude
environments;
- to plan multifunctional agro-pastoral management.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
Lezioni frontali (60 ore) ed esercitazioni sul terreno (20 ore).
Le esercitazioni sul terreno sono parte integrante dell'insegnamento. Gli studenti che non potranno presenziare alle
attvità sul terreno sono pregati di contattare il docente all'inizio delle attività in aula al fine di concordare un
programma alternativo.
English
Hall lectures (60 hours) and in-field practice (20 hours).
In-field practice is essential to reach the goals of the course. Student not attending practice are kindly requested to
contact their professor at beginning of the semester to discuss possible alternatives.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Durante l'insegnamento, il numero relativamente limitato di partecipanti consente un'interazione continua tra gli
studenti e il docente che può in questo modo verificare "in tempo reale" il livello dell'apprendimento dell'intera
classe.
All'inizio di ciascuna lezione saranno eseguite veriìfiche puntuali sui contenuti delle lezioni precedenti.
Numerose lezioni in aula e tutte le esercitazioni dell'insegnamento coinvolgono direttamente gli studenti nelle
attività formative.
L'esame sarà costituito da uno scritto per la verifica delle conoscenze di base (4 domande a risposta aperta alle
quali gli studenti dovranno rispondere in 60'), seguito da un orale al quale avranno acceso gli studenti che
risponderanno in modo suffciente alle domande dello scritto. Durante l'orale, che verterà sui contenuti
dell'insegnamento e sulle esperienze maturate sul terreno, sarà anche discusso il piano di gestione di un sistema
pastorale redatto con i dati acquisiti nel corso delle esercitazioni.
English
During the course, because of the limited number of students generally attending the it, students will intereract
frequently with the teacher who will "real time" check their knowledge, especially at the beginning of each lecture.
Students will be directly involved in several lectures and will be key players during field practice.
The exam will consist of a written test to test the student basic knowledge (4 open questions in 60') followed by an
oral test for the students getting the passing grade. The oral test will deal with course topics and the discussion of
the pastoral plan draft ont the basis of the data gathered during on-field practice.
PROGRAMMA
Italiano
Gli argomenti affrontati nell'insegnamento sono tutti riferibili all'Area della pianificazione e gestione delle risorse
- 72 -
pastorali, zootecniche e faunistiche.
- Obiettivi dell'alpicoltura per la gestione, la conservazione territoriale e per la produzione agricola sulle Alpi e in
montagna.
- Importanza dell'agricoltura e della zootecnia in Italia e, in particolare nelle zone montane.
- Morfologia, sviluppo e crescita delle specie da foraggio con particolare riferimento alle famiglie delle graminee e
delle leguminose.
- Fattori ambientali della crescita delle foraggere e interventi antropici di condizionamento.
- Elementi di fisiologia delle specie foraggere
- Significato agronomico di longevità, precocità, alternatività e rifiorenza.
- Sistemi foraggeri prato-pascolivi montani.
- Popolamenti vegetali erbacei dell'ambiente montano: prato-pascoli permanenti.
- Criteri per la valutazione delle cotiche permanenti e la scelta degli interventi gestionali.
- Utilizzazione dei foraggi prativi: foraggiamento verde, fienagione, insilamento.
- Sistemi pastorali.
- Popolamenti vegetali erbacei dell'ambiente montano: pascoli.
- Vegetazione pastorale: principali tipi pastorali delle Alpi.
- Approcci di studio della vegetazione pastorale: approccio quantitativo fitopastorale.
- Concetti di tipo e facies pastorale.
- Criteri per l'interpretazione delle facies pastorali più significative delle Alpi occidentali.
- Utilizzazione dei pascoli.
- Pascolamento:
* ruolo agronomico e ambientale del pascolamento;
* relazioni erba-animale-suolo;
* azioni degli animali sul suolo, sulla fertilità, sulla vegetazione (specie indicatrici dell'azione pascoliva);
* interventi e tecniche di regolazione delle restituzioni animali;
* carico animale, definizione e significati;
* intensità di pascolo, efficienza del pascolamento;
* relazioni fra vegetazione pastorale e carico animale;
* tecniche di pascolamento;
* organizzazione del pascolamento; miglioramento dei pascoli.
- Popolamenti vegetali erbacei dell'ambiente montano e collinare: erbai e prati avvicendati.
- Specie graminee e leguminose foraggere.
- Principali colture agrarie alpine: cereali, leguminose da granella, patata.
Attività sul terreno (4 giorni in area alpina)
- Riconoscimento delle principali graminee.
- Esame di differenti vegetazioni prative e pastorali alpine: osservazione, rilievo e interpretazione della vegetazione
e valutazione della gestione pastorale in un comprensorio pastorale alpino e dei suoi effetti sulla vegetazione .
Esercitazione è integrata con l'insegnamento di Alpicoltura 2 durante i giorni 3 e 4.
English
All the lecture topics of the course are ascribable to the "Area della pianificazione e della gestione delle risorse
pastorali, zootecniche e faunistiche".
- Alpine pasture-land management purposes: agricultural productions and land conservation in mountain areas.
- Organization of agro-pastoral systems in Italy, with particular reference to mountain areas.
- Mountain rangelands: history and current perspectives.
- Morphology and growth of forage species, with particular reference to grasses and legumes.
- Environmental factors and management practices influencing forage species yield and development.
- Elements of physiology of forage species
- Longevity, precocity, alternativity, regrowth, and re-flowering of grasses
- 73 -
- Grassland growth models: growth rate and trend.
- Meadows and pastures in mountain areas.
- Permanent grassland management goals and techniques.
- Grassland type identification.
- Forage crop exploitation: green forage, hay, silage, grazing. Plant species growth in temporary and permanent
grasslands: management principles.
- Mountain and alpine pasture systems.
- Study approaches to pasture vegetation: phyto-pastoral point-intercept method
- Classification of pastoral vegetation: pastoral types and sub-types.
- Important vegetation types in the western Italian Alps : origin and characteristics.
- Grazing-land exploitation: agronomical and environmental purposes.
- Grazing management:
* grass-animal-soil relationships;
* livestock effects on soil, pasture fertility and vegetation (plant species marking grazing effects);
* manure management in pastures: control of animal dejections;
* animal stocking rate;
* grazing intensity and grazing efficiency;
* relationships between animal stocking rate and pastoral vegetation;
* grazing management techniques and grazing organization;
* pasture improvement and renovation;
* relationships between crops and pastoral systems;
* principles of pasture management planning: ordinary techniques and improvement.
- Mountain and hill temporary grasslands.
- Poaceae and Fabaceae forage species.
- Main alpine food and fodder crops: cereals, grain legumes, potato.
Field practice
- Identification of the main Poaceae species.
- Pasture management planning in mountain areas. Vegetation surveys and analysis of the grazing management of a
summer pasture (4 days of fieldwork to get technical data and information).
Field practices integrated with the course of Mountain agro-pastoral management II (on day 3 and 4).
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Le diapositive delle lezioni e diversi appunti sintetici sugli argomenti trattati sono disponibili attraverso le pagine
web dell'insegnamento su piattaforma Campusnet.
Si consigliano inoltre:
- Giardini L. et al., 2002. Coltivazioni erbacee - Foraggere e tappeti erbosi (Capitoli: Specie foraggere Gramineae e
Leguminosae; Consociazioni e associazioni prative; Pascoli). Ed. Patron, Bologna.
- Cavallero A., Aceto P., Gorlier A., Lombardi G., Lonati M., Martinasso B., Tagliatori C., 2007. I tipi pastorali delle Alpi
Piemontesi. Vegetazione e gestione dei pascoli delle Alpi occidentali. Alberto Perdisa Editore, Bologna, 486 pp.
E' fortemente consigliato l'utilizzo del seguente materiale per approfondimenti e integrazioni:
- Giardini L.,1992. Agronomia generale e ambientale. Ed. Patron, Bologna.
- Dorée A., 1995. Flore pastorale de montagne. Tome 1. Les graminées. Editions Boubées & Cemagref Editions.
- Dorée A., 2000. Flore pastorale de montagne. Tome 2. Légumineuses et autres plantes fourragères. Cemagref
Editions.
- 74 -
English
Course slides and several course notes are downloadable from the course web pages on Campusnet platform.
However the use of the following texts is suggested:
- Giardini L. et al., 2002. Coltivazioni erbacee - Foraggere e tappeti erbosi (Capitoli: Specie foraggere Gramineae e
Leguminosae; Consociazioni e associazioni prative; Pascoli). Ed. Patron, Bologna.
- Cavallero A., Aceto P., Gorlier A., Lombardi G., Lonati M., Martinasso B., Tagliatori C., 2007. I tipi pastorali delle Alpi
Piemontesi. Vegetazione e gestione dei pascoli delle Alpi occidentali. Alberto Perdisa Editore, Bologna, 486 pp.
- Giardini L.,1992. Agronomia generale e ambientale. Ed. Patron, Bologna.
- Dorée A., 1995. Flore pastorale de montagne. Tome 1. Les graminées. Editions Boubées & Cemagref Editions.
- Dorée A., 2000. Flore pastorale de montagne. Tome 2. Légumineuses et autres plantes fourragères. Cemagref
Editions.
NOTA
Italiano
English
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=4cp0
- 75 -
Alpicoltura 2 (Anno Accademico 2015/2016)
ALPINE LIVESTOCK FARMING
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0364
Docente:
Prof. Luca Maria BATTAGLINI (Affidamento interno)
Contatti docente:
0116708577, [email protected]
Corso di studio:
[f001-c504] LM - Scienze forestali e ambientali
Anno:
1° anno
Tipologia:
B - Caratterizzante
Crediti/Valenza:
8
SSD attvità didattica:
AGR/19 - zootecnica speciale
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Formazione di un laureato specialistico che abbia acquisito e sia in grado di applicare conoscenze sugli allevamenti
montani finalizzate alla conservazione delle risorse animali e all'ottenimento di produzioni locali e tipiche, per la
comprensione del ruolo produttivo, territoriale e ambientale anche in chiave multifunzionale dei diversi sistemi
zootecnici.
Conoscenza delle principali risorse dell'allevamento di alta-collina e montagna. Elementi sugli aspetti gestionali e
produttivi di maggior rilievo nell'ambito dei sistemi zootecnici per consentire scelte tecniche appropriate al fine di
risolvere gli inerenti aspetti critici. Aspetti conoscitivi per la conservazione della salute e del benessere degli animali
di interesse zootecnico in relazione alle caratteristiche dell'ambiente di allevamento alto-collinare e montano.
English
Realization of a specialized graduate who has acquired and is able to apply knowledge on mountain livestock
farming aimed at the conservation of animal resources and for the obtaining local products, the understanding of the
productive, territorial and environmental role of the different systems also through a multi-functional activity.
Knowledge of the main resources of livestock farming in high-hills and mountains. Management and production
systems information of the most relevant farming systems to allow proper techniques in order to solve the inherent
critical issues. Elements of knowledge for the preservation of the health and welfare of farm animals in relation to
the characteristics of less favoured areas breeding.
- 76 -
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Il laureato magistrale, con questo insegnamento, sarà in grado di applicare le conoscenze acquisite per:
- realizzare piani di gestione zootecnica attraverso le conoscenze dello stato, del funzionamento e dei criteri per la
gestione dei principali sistemi zootecnici montani per un'utilizzazione razionale e con obiettivi produttivi, ambientali,
paesaggistici, fruitivi-ricreativi;
- progettare e coordinare filiere per le produzioni lattiero-casearie e di carne e derivati a livello aziendale;
- progettare la costituzione di imprese zootecniche aventi finalità produttiva, turistica-ricreativa e multifunzionale in
genere;
- collaborare, in contesti multidisciplinari, alla redazione di strumenti di gestione a diversa scale territoriale (dal
livello comunale a quello regionale e nazionale);
- progettare interventi e svolgere consulenza per aziende o amministrazioni che intendono intraprendere un
processo valorizzazione delle produzioni ottenibile anche a fronte di una riduzione dell'impronta ecologica.
English
Realization of a specialized graduate who has acquired and is able to:
- Apply knowledge related to main resources of livestock farming in high-hills and mountain environments;
- Implement plans through the knowledge of criteria for the management of mountain livestock systems for an
efficient use and with production, environmental, landscape, and recreational fruition objectives;
- Planning and coordinating systems for dairy and meat production in these environments;
- Collaborating in multidisciplinary contexts and create management tools at different spatial scales (from the
municipal level to the regional and national);
- Designing consultancy work for farms or administrations with the objective to upgrade obtainable products values
with a reduction of the ecological footprint.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
60 ore di lezione frontale in aula e 20 ore di esercitazioni in campo
English
60 hours of hall lectures and 20 hours of on-field activity
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Ad intervalli regolari e comunque opportuni in funzione della posizione nel programma svolto, nel corso delle lezioni
e delle esercitazioni, verranno sviluppati momenti di richiamo alle nozioni somministrate al fine di collegare i diversi
argomenti e far cogliere l'armonizzazione delle tematiche nello sviluppo del programma medesimo.
L'esame finale sarà orale con almeno tre domande sui contenuti del corso e sulle esperienze maturate sul terreno
anche con dati acquisiti durante le esercitazioni.
- 77 -
English
At regular intervals and in appropriate positions of the program development, during lessons and the in field
didactical activities, moments of recall of the given notions will be spent, in order to connect the different topics
and to understand the harmonization of the issues in the development of the program itself.
Oral final test on hall lecture topics and in field training activity even through analysis of the data gathered during onfield practice.
PROGRAMMA
Italiano
Le funzioni economiche dell'allevamento zootecnico.
I fattori che influenzano la produttività animale.
Le categorie degli animali. Bovini. Ovini e Caprini. Altre specie.
Fattori genetici. Specie. Razza. Individualità. Ascendenti. Prospettive di miglioramento. Organizzazione dei
Controlli (AIA - APA). Libri genealogici. Registri anagrafici.
Fattori zootecnici. Sistemi zootecnici. Modalità di allevamento. Strutture.
La lattazione: ordine, stadio, stagione. La mungitura.
L'alimentazione.
Valutazione chimico-nutrizionale degli alimenti.
Il valore nutritivo (metodi di stima) per ruminanti.
Il razionamento degli animali di interesse zootecnico.
Il pascolamento: aspetti zootecnici.
L'allevamento bovino. Principali tecnologie e razze allevate : Piemontese, Valdostana, Barà-Pustertaler, P.R.
d'Oropa, Rendena, Grigia Alpina, Bruna Italiana, Pezzata Rossa Italiana, Bruna Alpina, Frisona, altre razze
L'allevamento del vitello. L'allevamento secondo la linea vacca - vitello.
L'allevamento ovino. Generalità. I sistemi di allevamento.
L'allevamento caprino. Generalità. I sistemi di allevamento.
Fattori igienico-sanitari. Principali norme di igiene.
Patologie e profilassi: le malattie infettive ed il risanamento.
Le malattie parassitarie e la disinfestazione.
Malattie dismetaboliche, carenziali, tossicologiche.
Stress e benessere animale. Comportamento degli animali al pascolo.
Ruolo multifunzionale dell'allevamento.
Visite tecniche ad allevamenti ed ambienti pastorali rappresentativi.
Esercitazioni sul campo integrate con il corso di Alpicoltura 1.
English
Economic functions of livestock farming.
Factors influencing animal productivity (cattle, sheep and goats)
Genetic factors
Livestock systems.
Milk production. Lactation: order, stadium, season. Milking.
Breeds: Piemontese, Aosta RP, BP,C, Bara-Pustertaler, Oropa RP, Italian Brown, Italian Simmental, other breeds
- 78 -
Chemical and nutritional evaluation of feedstuffs
Livestock requirements and diet formulation.
Pasture systems.
The cow – calf system
Sheep and goat farming.
Animal hygiene. Diseases and prophylaxis of infectious diseases and sanitation. Parasitic diseases and pest control.
Metabolic diseases. Toxicology.
Stress and animal welfare.
Multifunctional role of farming.
Technical visits to representative farms and pastoral environments.
Field practices will be integrated with the course of Alpine grass and rangeland management.
Italiano
Gli argomenti del corso appartengono all'area di apprendimento della pianificazione e gestione delle risorse
pastorali, zootecniche e faunistiche.
English
The topics of the course belong to the learning of the planning and management of pastoral resources, livestock
and wildlife
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Bittante G., Andrighetto I., Ramanzin M., 2005. Tecniche di produzione animale, Liviana Scolastica.
Bittante G., Andrighetto I., Ramanzin M., Fondamenti di Zootecnica, Liviana Editrice, 1990.
Siti internet di interesse:
www.sozooalp.it Società per lo studio e la valorizzazione dei sistemi zootecnici alpini ("Quaderni")
www.amamont.eu Associazione amici degli alpeggi e della montagna
www.ruralpini.it
Materiale didattico utilizzato durante lo svolgimento del corso sarà reso disponibile sulla piattaforma Campusnet.
English
Bittante G., Andrighetto I., Ramanzin M., 2005. Tecniche di produzione animale, Liviana Scolastica.
Bittante G., Andrighetto I., Ramanzin M., Fondamenti di Zootecnica, Liviana Editrice, 1990.
- 79 -
WEB:
www.sozooalp.it Società per lo studio e la valorizzazione dei sistemi zootecnici alpini ("Quaderni")
www.amamont.eu Associazione amici degli alpeggi e della montagna
www.ruralpini.it
Reference documents will be targeted more directly and delivered, in a printed or electronic form, relevantly to
specific themes developed during the course, and available on the Campusnet platform
NOTA
Italiano
English
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=kktv
- 80 -
Ampelografia (Anno Accademico 2015/2016)
AMPELOGRAPHY
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0300
Docente:
Anna SCHNEIDER (Contratto)
Contatti docente:
0116708745, [email protected]
Corso di studio:
[f001-c702] L - Viticoltura ed enologia
Anno:
3° anno
Tipologia:
D - A scelta dello studente
Crediti/Valenza:
4
SSD attvità didattica:
AGR/03 - arboricoltura generale e coltivazioni arboree
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Avere acquisito le conoscenze inerenti le materie della filiera biologico-colturale (Biologia, Genetica e Viticoltura)
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Approfondire conoscenze generali e specifiche (storiche, genetiche, normative, colturali, ecc.) sulle diverse forme
di vite con particolare riferimento alle cultivar.
Fornire gli strumenti metodologici teorici e pratici per la descrizione, la caratterizzazione e l'identificazione delle
varietà di vite.
English
Increase the general and specific knowledge (history, genetics, use regulations, cultural traits, etc.) on grapevines
with special reference to grape cultivars.
Provide theoretical and practical methodological tools for the description, characterization and identification of
grape varieties.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Acquisire informazioni generali sui vitigni
Conoscere le diverse metodologie in uso nel settore ampelografico
Applicare metodi di riconoscimento varietale pratico in campo
Acquisire abilità nel distinguere e nel riconoscere le cultivar in base ai caratteri morfologici delle piante
English
Aquire general information on grape cultivars.
- 81 -
Knowing the different methodologies used in ampelography
Apply practical variety recognition in the field
Acquire the ability to distinguish and recognize grape cultivars in the field from vine's morphological traits
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
English
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Durante le lezioni frontali si dedica tempo a momenti di confronto (risposte a domande dirette e dibattito)
Durante le esercitazioni espressamente previste vengono ripetutamente verificate le abilità acquisite nel
riconoscimento pratico dei vitigni
English
During lectures, time is devoted to confrontations (answers to direct questions and discussion)
During practical training in the field the aquired abilities on grape variety recognition are repeatedly verified
Prova pratica (riconoscimento campioni vegetali) e prova teorica (solitamente test scritto)
ATTIVITÀ DI SUPPORTO
Esercitazioni in vigneti e in campi collezione
PROGRAMMA
Italiano
Questo corso appartiene all'area di apprendimento 2 (produzione e qualità delle uve e gestione dei vigneti).
Aspetti generali: Principali scopi dell'ampelografia. Cenni di sistematica della vite. Origine delle cultivar di vite.
Aspetti normativi. Principali vitigni nel mondo, in Italia, in Piemonte.
Metodi morfo-descrittivi e biometrici: Schede ampelografiche. Iconografia, erbari. Terminologia ampelografica.
Metodi ampelometrici. Elaborazione statistica ed interpretazione dei dati (tecniche di statistica multivariata applicate
all'ampelografia).
Metodi chemio-tassonomici e molecolari: Significato ampelografico dei composti fenolici. Marcatori genetici e
molecolari per fingerprinting e studi di parentele (isoenzimi, RFLP, RAPD, SSR, AFLP, SNP).
Tecniche di identificazione: Comparazioni e riferimenti, chiavi di determinazione, banche dati. Riconoscimento
pratico in campo di vitigni portinnesti e ad uva da vino.
English
General aspects: major aims of ampelography. Grapevine systematic in short. Origins of the grape
cultivars. Legislations on the use of grape cultivars. The major grape varieties in the world, in Italy, in the region of
Piedmont.
Morphological and biometrical methodologies: Ampelographic descriptor lists. Images and herbarium.
Ampelographic vocabulary. Biometrical methods. Statistical processing of the data (examples of multivariate
analyses applied to ampelography).
- 82 -
Chemio-taxonomy and molecular ampelography: ampelography and grape phenolics. Genetic and molecular
markers for fingerprinting and grape kinship studies (isoenzymes, RFLP, RAPD, SSR, AFLP, SNP).
Identification techniques: Data comparison and true to type references, databases. Practical recognition in the field
of rootstocks and wine grape scions.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
materiale fornito dal docente
English
Material provided by the teacher
NOTA
Italiano
English
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=atut
- 83 -
Analisi chimiche degli alimenti (Anno Accademico 2015/2016)
FOOD CHEMICAL ANALYSIS
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0074
Docente:
Dott. Manuela GIORDANO
Contatti docente:
0116708817, [email protected]
Corso di studio:
[f001-c703] L - Tecnologie alimentari
Anno:
2° anno
Tipologia:
B - Caratterizzante
Crediti/Valenza:
8
SSD attvità didattica:
AGR/15 - scienze e tecnologie alimentari
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Scritto
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Una parte del corso fornisce conoscenze sui principali macro- e micro-nutrienti presenti nelle matrici alimentari, le
caratteristiche chimico-fisiche e la reattività di tali componenti chimici. In parallelo il corso consiste nell'apprendere
capacità teoriche e pratiche nell'analisi chimica merceologica (parametri chimici) per il controllo della qualità degli
alimenti, delle caratteristiche chimico-fisiche e nutrizionali, anche in relazione alle possibili modificazioni che
possono avvenire durante il processo produttivo.
English
First part of the course provides knowledge on the main macro- and micronutrients present in different food
matrices, their physical-chemical characteristics and chemical reactivity. In parallel, theoretical and practical skills
of the chemical analyses ( chemical parameters) on food matrices will be learned in order to a food quality control,
even in relation to possible modifications that could occur during the productive process.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Acquisizione di conoscenze riguardanti le analisi chimiche merceologiche applicate agli alimenti. Lo studente alla
fine del corso acquisirà conoscenze del ruolo delle molecole presenti negli alimenti ai fini composizionali,
nutrizionali, tecnologici ed i metodi di analisi di base, ufficiali e non, per controllo qualità alimenti.
English
Acquisition of the basic notion of food compositional analysis. The course enables students to achieve knowledge
- 84 -
on the role of the molecules present in different foods (compositional, nutritional and technological importance) and
the related methods of analyses to detect them in order to a food quality control.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
Il corso consiste di lezioni frontali ed ore dedicate ad attività di laboratorio. Per le lezioni frontali il docente si
avvale di presentazioni e slide che sono a disposizione degli studenti.
English
The course consists of hours of lectures and hours devoted to chemical laboratory. For lectures the teacher
makes use of presentations and slides that are available to students.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Al termine del programma dedicato allo studio delle principali metodiche di analisi merceologiche per differenti
categorie alimentari, il docente procederà ad una verifica dell'efficacia didattica mediante un test a risposte
multiple, senza valore per la valutazione finale.
L'esame finale è una prova scritta (sia domande a risposta multipla che a risposta aperta) riguardante la
determinazione di parametri chimici per il controllo analitico degli alimenti, che sono stati trattati nel corso ed in
parte applicati durante esercitazioni.
English
At the end of the program devoted to the study of the main classic chemical methods for food quality control on
different food categories, the teacher will proceed to a verification of the effectiveness teaching by a multiple
choice test, not value for the final evaluation.
The final exam is a written test (both a multiple choice test than open questions) regarding the determination of
chemical parameters for the analytical food control.
PROGRAMMA
Italiano
Gli argomenti trattati afferiscono all'Area Qualità e Sicurezza.
Composizione (macro- e microcomponenti) degli alimenti. Qualità, sicurezza e tipicità dei prodotti alimentari.
Etichettatura nutrizionale degli alimenti. Step principali di una analisi chimica merceologica di una matrice
alimentare ed il controllo qualità merceologico. Gestione del dato analitico di base. Modificazioni chimiche, chimicofisiche e sensoriali dei componenti chimici in relazione ai processi di trasformazione e conservazione. Adulterazione.
Sofisticazione. Falsificazione. Contraffazione. Denaturazione.
Acqua. La sua interazione con altri componenti degli alimenti, acqua legata, attività dell'acqua (aw), umidità
relativa %, analisi chimiche.
Lipidi di origine vegetale ed animale: trigliceridi, acidi grassi saturi e insaturi, acidi grassi trans, sistemi coniugati,
indici chimici merceologici. Ossidazione ed idrolisi delle sostanze grasse. Rancidità, formazione di off-flavour.
Metodi strumentali cromatografici e spettrofotometrici.
Il latte: composizione chimica quali-quantitativa, determinazioni ed effetto di trattamenti termici su tali
componenti, parametri fisici di genuinità e freschezza.. Metodi rapidi mediante tecniche strumentali
spettroscopiche. Il formaggio: modificazioni chimiche a carico dei lipidi (lipolisi), delle proteine (proteolisi), a carico
- 85 -
degli zuccheri e formazione di metaboliti volatili (flavour) durante stagionatura. Analisi chimiche per la
determinazione della frazione grassa, azotata e proteica, contenuto zuccheri. Burro: composizione quali-quantitativa
e analisi chimiche sul burro.
Cenni sui cereali e derivati: composizione chimica degli sfarinati; analisi chimiche degli sfarinati: umidità, acidità,
azoto totale, glutine, idrati di carbonio.
Bevande alcoliche fermentate: composizione chimica del mosto, vino, aceti e analisi chimiche relazionate a tali
matrici (acidi organici fissi, titolo alcolometrico volumico, componenti chimici minori: composti volatili prodotti
durante fermentazione; aceto: bioossidazione acetica, marker chimici di invecchiamento).
Applicazione di analisi merceologiche su differenti matrici alimentari (analisi potenziometriche, analisi chimiche
gravimetriche, volumetriche, metodi analitico-strumentali spettrofotometrici).
English
All topics covered in this course belong to Area Quality and Safety.
1.Food chemical composition: macro- and micronutrients. Quality, safety and typicality of food products. Principal
steps of the chemical analysis for a food quality control . Food nutritional labelling. Sanitary protection of food.
Evaluation of analytical data. Physico-chemical modification in relation to food processing and storage. Food
adulteration. 2. Water: structure and its interaction with other food components, water activity (aw), relative
humidity %, determination of food humidity and dry matter. 3.Lipids of vegetal and animal origin. Vegetable oils:
principal chemical analysis for labeling and lipid chemical indices. Oxidation of lipids: production of off-flavours.
Instrumental chromatographic and spectrophotometric methods. 4. Milk: quali-quantitative components of these
matrices. Effects of thermal treatment on lipids and physical parameters. Rapid spectroscopic methods. Cheese:
chemical composition and modification of lipids (lipolysis), proteins (proteolysis), sugars and formation of volatile
metabolites (flavour) during maturation. Chemical analyses on acidity, lipid fraction, protein content, total and dry
weight, ashes. 5. Cereals and derivatives: chemical composition of principal cereals, classification, property; flour:
chemical analysis. 6. Fermented alcoholic beverages: chemical composition of the must, wine, vinegar and related
chemical analyses (volatile and total acidity, alcoholic content, fixed acids, reducing sugars, total dry matter, ashes,
total and free sulfur dioxide bioxidation, biochemical markers of ageing).
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
S. Nielsen, Food Analysis (Fourth Edition), 2010, Springer.
P. Cabras, C. I. G. Tuberoso, Analisi dei prodotti alimentari, Ed. Piccin, 2014.
F. Tateo, M. Bonomi, Guida all'analisi Chimica degli Alimenti, vol 1, 3, 4, 5. ARS Ed. informatiche srl, 2004.
English
F. Tateo, M. Bonomi, Guida all'analisi Chimica degli Alimenti, vol 1, 3, 4, 5. ARS Ed. informatiche srl, 2004.
S. Nielsen, Food Analysis (Fourth Edition), 2010, Springer.
P. Cabras, C. I. G. Tuberoso, Analisi dei prodotti alimentari, Ed. Piccin, 2014.
NOTA
Italiano
- 86 -
Il corso si svolge nella sede di Grugliasco.
English
The location of the course is Grugliasco.
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=hbti
- 87 -
Analisi chimiche enologiche e strumentali (Anno Accademico 2015/2016)
CHEMICAL AND INSTRUMENTAL OENOLOGICAL ANALYSIS
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0338
Docente:
Prof. Luca ROLLE (Affidamento interno)
Contatti docente:
0116708558, [email protected]
Corso di studio:
[f001-c702] L - Viticoltura ed enologia
Anno:
3° anno
Tipologia:
B - Caratterizzante
Crediti/Valenza:
8
SSD attvità didattica:
AGR/15 - scienze e tecnologie alimentari
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Scritto
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Fornire le conoscenze fondamentali per il controllo analitico della maturità delle uve e la gestione del processo di
vinificazione.
English
Furnushing fondamental knowledge for analytical control of grape ripening and the wine-making process
management.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Capacità nella esecuzione delle principali analisi chimiche enologiche e strumentali. Capacità nella interpretazione
dei dati analitici per la valutazione della maturità delle uve e la gestione del processo di vinificazione.
English
Capability of carrying out the principal chemical oenological and instrumental analysis. Capability of interpreting the
analytical data for the evaluation of grape ripening and the management of wine- making process.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
Il corso consiste di 64 ore di lezione frontale e 16 ore dedicate a attività di laboratorio. Per le lezioni frontali il
- 88 -
docente si avvale di presentazioni e slide che sono a disposizione degli studenti.
English
The course consists of 64 hours of lectures and 16 hours devoted to laboratory work. For lectures the teacher
makes use of presentations and slides that are available to the students.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Verifica scritta in itinere. Verifica scritta finale con domande aperte e esercizi (6-8 domande).
English
Written test ongoing. Final written test with 6-8 open questions and exercise.
ATTIVITÀ DI SUPPORTO
Italiano
Esercitazioni in laboratorio.
English
Laboratory exercises.
PROGRAMMA
Italiano
Corso inserito nell'area SUA Enologia e gestione della qualità.
La sicurezza in laboratorio.
Le unità di misura delle analisi chimiche.
Valutazione della qualità delle uve: metodi analitici e strumentali per la determinazione della maturità tecnologica,
fenolica, aromatica e strutturale.
Determinazione analitica di zuccheri, acidi, composizione fenolica di bucce, polpa e vinaccioli, composizione
sostanze volatili libere e legate, proprietà meccaniche delle bucce e dei vinaccioli, valutazione del colore
(coordinate CIELab, con colorimetro di superficie) delle uve.
Utilizzo del FT-NIR per la valutazione della qualità dell'uva.
Controllo analitico del processo di vinificazione: determinazione dell'acidità totale e della composizione acida per
cromatografia su carta e HPLC; determinazione degli zuccheri per via chimica e per HPLC; determinazione
dell'acidità volatile e del titolo alcolometrico volumico per distillazione e per ebulliometria; determinazione
dell'estratto totale e ridotto, delle ceneri e dell' alcalinità delle ceneri.
Utilizzo del pHmetro per l'esecuzione della disacidificazione.
Determinazione delle solforosa libera e totale dei vini.
Determinazione del glicerolo per HPLC.
- 89 -
Determinazione dell'acido gluconico con kit enzimatici.
Metodi spettofotometrici per la valutazione della composizione fenolica del vino: antociani totali, flavonoidi totali,
proantocianidine, flavani reattivi alla vanillina.
Valutazione del colore con gli indici di Glories e con le coordinate CIELab.
Determinazione delle antocianidine per HPLC.
Valutazione della stabilità tartarica dei vini.
English
SUA area course: Enology and quality management.
Safety in the laboratory.
Standards of measurements used in the chemical analysis.
Grape quality evaluation: analytical and instrumental methods for the technological, phenolic, aromatic and texture
maturity.
Instrumental and analytical methods for the assessment of sugars, acid, phenolic composition (skins and seeds),
color evaluations (CIELab coordinates, by colorimeter) of the grapes.
Use of FT-NIR for the grape quality evaluation.
Analytical control of winemaking processes: titratable acidity and acid profile by chromatography (HPLC), sugars
content by chemical analysis and HPLC, volatile acidity, alcohol content by distillation and ebullioscopy, total and
dry matter, ash and alkalinity of ash.
Use pHmeter for the wine deacidification.
Determination of total and free SO2.
Glycerol determination by HPLC.
Gluconic acid determination by enzymatic kit.
Spectrophotometric methods for the wine phenolic composition: total anthocyanins and flavonoids, flavanols
vanillin assay, proanthocyanidins.
Wine color by Glories indices and CIELab parameters.
Anthocyanidins profile by HPLC.
Tartaric stability evaluation.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Recueil des methodes internationales d'analyse des vins et des mouts (scaricabile dal sito internet dell'OIV).
PAVANELLO F. – Guida alle analisi enologiche. Metodi di prova definiti in conformità alla norma UNI CEI ISO/IEC
17025:2000.
Durante il corso il docente fornirà fotocopie/files PDF di articoli scientifici riportanti i metodi analitici spiegati a
- 90 -
lezione.
English
Recueil des methodes internationales d'analyse des vins et des mouts (scaricabile dal sito internet dell'OIV).
PAVANELLO F. – Guida alle analisi enologiche. Metodi di prova definiti in conformità alla norma UNI CEI ISO/IEC
17025:2000.
During the course the teacher will supply photocopies/files PDF of scientific articles reporting the analytical
methods explained during lesson.
NOTA
Italiano
sede dell'insegnamento: Alba (CN).
English
location of teaching: Alba (CN).
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=ir9u
- 91 -
Analisi chimico-agrarie (Anno Accademico 2015/2016)
Agricultural chemical analysis
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0395
Docente:
Prof. Valter BOERO (Affidamento interno)
Contatti docente:
0116708510, [email protected]
Anno:
Tipologia:
Crediti/Valenza:
4
SSD attvità didattica:
AGR/13 - chimica agraria
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Prova pratica
PREREQUISITI
Aver frequentato la prima parte del corso di Chimica generale
PROPEDEUTICO A
Tutti i laboratori di Chimica e biologia.
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Consolidare le conoscenze del corso di Chimica generale e fornire familiarità con il laboratorio di chimica.
Acquisire le capacità di utilizzare in modo corretto la vetreria e la strumentazione di base del laboratorio di chimica.
English
Consolidate the knowledge of the general chemistry course and provide familiarity with the chemistry lab.
Acquire the ability to make correct use of the glassware and instrumentation basic chemistry lab
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Familiarità con il laboratorio chimico, con la vetreria essenziale e la strumentazione di base.
Capacità di eseguire alcune analisi di base del laboratorio chimico agrario, valutare e presentare i risultati delle
analisi.
English
Familiar with the chemical laboratory glassware with essential and basic instrumentation.
- 92 -
Ability to perform some basic analysis of the agricultural chemical laboratory, evaluate, and present the results of
the analysis.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
Sono fornite 7 lezioni frontali in aula di 2h che includono anche la presentazione dell'attività che sarà svolta in
laboratorio; a seguire 7 esercitazioni in laboratorio di 2 ore nette. Ogni studente accede ad una postazione del
laboratorio di chimica da solo o in coppia. Al termine del laboratorio si reca in una aula per 1h per ordinare il
quaderno di laboratorio, effettuare i calcoli e le elaborazioni necessarie e per preparare la relazione relativa alla
esercitazione.
English
The course is organized in 7 lectures 2h each that include the presentation of the activities that will be carried out in
the laboratory; each lecture is followed by 2 hours in the laboratory. Every student has his place in the chemistry
laboratory alone or in pairs. At the end of the laboratory the students have 1h in classroom for calculations, data
processing and to prepare a report.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Per ogni esercitazione è richiesta la preparazione di una relazione che permette di comprendere e valutare
l'apprendimento dello studente.
Al termine del corso è realizzata una prova individuale in laboratorio con analisi di un composto e preparazione di
una breve relazione.
L'esito di questa analisi, la valutazione delle relazioni presentate al temine di ogni esercitazione, la valutazione sul
quaderrno di laboratorio permettono di valutare il grado di apprendimento dell'allievo e di esprimere un voto.
Su richiesta dell'allievo o del docente viene svolto anche un colloquio orale inerente il programma svolto per
definire la valutazione finale
English
For lab is required the preparation of a report that allows you to understand and evaluate student learning.
At the end of the course it is made of an individual test in the laboratory with analysis of a compound and
preparation of a short report.
The outcome of this analysis, the evaluation of the reports submitted to the end of each lab, the evaluation of the
laboratory notebook are the factors used to assess the degree of learning of the students.
On specific request (student or professor) an oral colloquium could be undertaken to complete the final
evaluation.
PROGRAMMA
Italiano
Introduzione al laboratorio: nozioni di sicurezza, vetreria e strumentazione di base.
- 93 -
• Trattamento dei dati e presentazione dei risultati: quaderno di laboratorio, nozione di errore, valutazione
dell'accuratezza, della ripetibilità e delle sensibilità di un metodo analitico.
• Calibrazione degli strumenti.
• Titolazioni: acido-base, ossido-riduzione, complessometria.
• Preparazione di soluzioni a titolo noto.
• Preparazione di soluzioni di acidi e basi (concentrazione in peso, normalità, molarità).
• Titolazioni acido-base: applicazione alla determinazione dell'acidità dell'aceto e del limone.
• Titolazione di ossido riduzione: applicazione alla determinazione della concentrazione di una soluzione di Fe (II).
• Titolazione complessometrica: applicazione alla determinazione della durezza dell'acqua
• Preparazione di standard analitici, calibrazione di alcuni strumenti.
Questo corso appartiene all'area di apprendimento SUA 8 Area tecnica speciale.
English
Activity in classroom
Introduction to laboratory principles of safety, glassware and basic instruments
Data processing and presentation of results of laboratory notebook, the concept of error, evaluation of the
accuracy, repeatability and sensitivity of an analytical method.
Symbols, formulas and nomenclature.
Molecules, moles, chemical reactions, valence, number of oxidation
Balancing chemical equations, yield of reaction, stoichiometric calculations.
Solutions: preparation, concentration, dilution.
Calibration of instruments
Lab activity
• Preparation of solutions of primary standards
• Preparation of solutions of acids and bases (concentration by weight, normality, molarity, molality)
• Acid-base titrations: application to the determination of the acidity of vinegar and lemon
• pH meter: principle and application to the determination of pH of some alimentary liquids
• redox titration: application to the determination of the concentration of a solution of Fe (II).
• complexometric titration: application to the determination of water hardness
• Preparation of analytical standards, calibration of instruments: application to the determination of the
concentration of phosphorus in aqueous solution with a colorimetric method.
Italiano
Consolidamento delle conoscenze del corso di Chimica generale e familiarità con il laboratorio di chimica.
English
Consolidation of the knowledge of the general chemistry course and familiarity with the chemistry lab.
- 94 -
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Carmine Rubino, Italo Venzaghi, Renato Cozzi Stechio & Lab Le basi dell'analisi chimica 1-Stechiometria 2-Principi e
Metodologia Ed. Zanichelli
English
Carmine Rubino, Italo Venzaghi, Renato Cozzi Stechio & Lab Le basi dell'analisi chimica 1-Stechiometria 2-Principi e
Metodologia Ed. Zanichelli
NOTA
Italiano
English
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=s3m2
- 95 -
Analisi dei prodotti della ristorazione (Anno Accademico 2015/2016)
QUALITY CONTROL OF CATERING PRODUCTS
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0387
Docente:
Prof. Alberto CAUDANA (Contratto)
Contatti docente:
011 6706892, [email protected]
Corso di studio:
[f001-c703] L - Tecnologie alimentari
Anno:
3° anno
Tipologia:
D - A scelta dello studente
Crediti/Valenza:
6
SSD attvità didattica:
AGR/15 - scienze e tecnologie alimentari
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Scritto ed orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Fornire le principali conoscenze per l'applicazione delle analisi chimiche per il controllo dei prodotti alimentari e
per il monitoraggio dei processi di trasformazione e preparazione degli alimenti.Nel corso è previsto di dare ampio
spazio allo sviluppo di casi studio e alle esercitazioni di laboratorio.
English
To provide main knowledges to apply the chemical analysis to the foodstuffs control and to monitor the
transformation process and the food preparation,The course aims to provide a wide space to the development of
study cases and laboratory exercises.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Acquisizione di nozioni di base riguardanti l'applicazione delle analisi chimiche per il controllo degli alimenti ed i
processi di trasformazione.
English
Attainment of basic concepts of chemical analysis for the food control and transformation industry.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
- 96 -
English
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Scritto e orale
English
Written and oral
PROGRAMMA
Italiano
- I principali grassi animali e vegetali impiegati negli alimenti. Il controllo delle caratteristiche qualitative e di
eventuali alterazioni attraverso le analisi chimico-fisiche.
- Valutazione del contenuto di antiossidanti naturalmente presenti negli alimenti e aggiunti. Il caso della vitamina C nei
succhi di frutta (ACE) e negli agrumi.
- Le micotossine negli alimenti. Principali alimenti effetti da micotossine e modalità di determinazione.
Il caso dell'OTA nel caffè e il controllo qualità nelle filiera produttiva. Determinazione dell'OTA mediante test ELISA.
- La presenza di allergeni negli alimenti per effetto dell'impiego di coadiuvanti tecnologici.
Modalità di controllo mediante saggio immunologico per gli allergeni dell'uovo e delle caseine.
- Esempi di alcuni contaminanti negli alimenti: il caso degli inibenti del latte e dei residui di detergenti e sanificanti.
Principali analisi chimiche e test rapidi per la determinazione.
- Il controllo del processo produttivo delle conserve vegetali nelle aziende agricole.
Richiami teorici per la produzione di conserve e per il controllo di processo.
Modalità per il monitoraggio ed il controllo dei punti critici del processo.
- Applicazione di differenti metodiche analitiche per la determinazione degli zuccheri degli alimenti e contenuto in
alcol.
- determinazione della fibra dietetica (metodo enzimatico) totale, solubile, insolubile
English
Main animal fats and vegetable oils in foods.
Qualitative characteristics control and possible alterations by means of chemical and physical analysis.
Main gaschromatographic methods of the fat substances industry
- 97 -
Evaluation of antioxidant contents naturally present into foods and added.
The vitamin C case into fruit juices (ACE) and citrus fruits.
Mycotoxins into foods.
Main foods affected with mycotoxins and determination methods
The case of OTA into wine and the quality control at the weaving factoryOTA determination through ELISA test.
The allergen presence into foods as a result of technological coadjuvants employment.
Control methods by means of immunological sample for egg and casein allergens.
Examples of some contaminants into foods: the inhibiting elements case of milk and of detergent and sanifying
residual wastes.
Main chemical analysis and rapid tests for the determination.
The productive process control of vegetal preserves in farm business.
Theorical revisions for the preserve production and for the process control.
Monitoring and control methods of the critical points of the process: on-line control and recording of the thermal
processing, the concentration into dry substance and the pH.
Application of different analytical methods for the determination of sugars and alcohol in foods.
Determination of dietary fiber (enzymatic method), total, soluble, insoluble
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
R. Giuliano, M.L. Stein, Quaderni di Chimica degli Alimenti, volume I, II, III, IV, V, Ed. Bulzoni, Roma.
Balestrieri Marini, Metodi di analisi chimica dei prodotti alimentari, vol I, II, III, Ed Monolite.
H.D. Blitz, W. Grosch, P. Schieberle, Food Chemistry, Springer-Verlag Ed., (Berlin, Germany, 3rd revised edition).
Tateo: Analisi dei prodotti alimentari volume 1 volume 2 Chiriotti editore
Cozzi, Protti Ruaro, Analisi Chimica Strumentale Vol A,B,C Ed Zanichelli Bologna.
- 98 -
Caudana A. Acquati A. (2007). Aspetti microbiologici, tecnologici e produttivi delle conserve alimentari. Manuale
edito dalla Coldiretti, Asti.
English
R. Giuliano, M.L. Stein, Quaderni di Chimica degli Alimenti, volume I, II, III, IV, V, Ed. Bulzoni, Roma.
Balestrieri Marini, Metodi di analisi chimica dei prodotti alimentari, vol I, II, III, Ed Monolite.
H.D. Blitz, W. Grosch, P. Schieberle, Food Chemistry, Springer-Verlag Ed., (Berlin, Germany, 3rd revised edition).
Tateo: Analisi dei prodotti alimentari volume 1 volume 2 Chiriotti editore
Cozzi, Protti Ruaro, Analisi Chimica Strumentale Vol A,B,C Ed Zanichelli Bologna.
Caudana A. Acquati A. (2007). Aspetti microbiologici, tecnologici e produttivi delle conserve alimentari. Manuale
edito dalla Coldiretti, Asti.
NOTA
Italiano
English
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=s6ge
- 99 -
Analisi e gestione genetica della biodiversità animale (Anno Accademico 2015/2016)
GENETIC ANALYSIS AND MANAGEMENT OF ANIMAL BIODIVERSITY
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0354
Docente:
Prof. Alfredo PAUCIULLO (Affidamento interno)
Contatti docente:
0116708598, [email protected]
Corso di studio:
[f001-c502] LM - Scienze zootecniche
Anno:
1° anno
Tipologia:
B - Caratterizzante
Crediti/Valenza:
8
SSD attvità didattica:
AGR/17 - zootecnica generale e miglioramento genetico
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Scritto ed orale
PREREQUISITI
Conoscenze di genetica generale e di miglioramento genetico
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Gli studenti dovranno essere in grado di applicare i principi e gli strumenti della genetica al fine di analizzare e
salvaguardare la biodiversità animale, con speciale riferimento alle specie in allevamento.
English
Students should be able to apply the genetic principles and tools for the analysis and conservation of animal
biodiversity, with a special focus on farmed animals.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Acquisire le conoscenze necessarie per salvaguardare specie e razze animali come entità dinamiche, applicando gli
strumenti più idonei alle diverse situazioni.
English
To acquire the knowledge useful to preserve animal species and breeds as dynamic entities, exploiting the genetic
tools appropriate for any specific situation.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
Lezioni frontali ed esercitazioni
- 100 -
English
Lectures and exercises
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
La verifica dell'apprendimento sarà effettuata attraverso la continua interazione durante lezioni, simulazioni al
computer e analisi critica di casi pratici.
Relazione scritta + esame orale
English
The knowldge acquired by the students will be assessed through the continous interaction during lectures,
computer simulations and critical analysis of study cases.
PROGRAMMA
Italiano
I contenuti del corso, di seguito esplicitati, si inseriscono nell'area di apprendimento zootecnica e delle produzioni
animali e hanno collegamenti con altre discipline dell'area, quali quelle relative alle modalità di allevamento e alla
qualità dei prodotti.
Programma
Origine della biodiversità. Definizione di popolazione e di razza. Genetica di popolazione e fattori che influiscono
sulla variabilità genetica. Mutazione, migrazione, selezione. Simulazioni con il software Allele A1. Grandezza della
popolazione. Deriva genetica. Simulazioni con il software PopG. Bottleneck. Founder effect. Misura della variabilità.
Calcolo delle frequenze alleliche. Verifica dell'equilibrio di Hardy-Weinberg. Variabilità entro razza: grado di
eterozigosi, diversità allelica, n. effettivo di alleli, alleli privati. Variabilità fra razze: distanze genetiche, alberi
filogenetici, statistiche F. Software per analisi di genetica di popolazione: Popgen32. Consanguineità. Alberi
genealogici. Coeff. di parentela e coeff. di consanguineità: significato e modalità di calcolo. Effetti della
consanguineità sui caratteri qualitativi e quantitativi. Gestione della biodiversità. Cause di riduzione e motivazioni per
la salvaguardia. Categorie di rischio. Criteri per scegliere le razze da salvaguardare. Ne e fattori che la condizionano:
rapporto sessi, varianza delle famiglie, fluttuazioni, intervallo fra generazioni. Come aumentare Ne. Strategie di
conservazione. In situ. Prodotti tradizionali, rintracciabilità. Ex situ. Tipi di germoplasma da conservare e relativi
vantaggi e svantaggi: seme, ovocellule, embrioni, tessuti, DNA. Ex situ live. Scelta della strategia da utlizzare.
Regolamenti CE sulla salvaguardia della biodiversità.
Esercitazioni: utilizzo di software dedidati. Analisi per evidenziare il polimorfismo del DNA.
English
The contents of the course, listed below, are part of the animal science area and are linked to other subjects of the
area, including breeding systems and quality of the productions.
Program
Biodiversity. Origin of biobiversity. Population and breed definition. Population genetics and factors affectingt
variability. Mutation, migration, selection. Computer simulations using Allele A1 software. Population size, genetic
drift. Computer simulations using PopG software. Bottleneck, founder effect. Describing diversity. Ccensus: data
collection, aims. Phenotypic description: data collection. Qualitative traits: frequency distribution. Quantitative traits:
descriptive statistics, correlation, regression. Partioning of phenotypic variance. Heritability: meaning and estimating
- 101 -
procedures. Genetic description. Polymorphism. Types of markers: visible, protein, molecular. Mitochondrial DNA.
PCR-RFLP technique. Procedure to analyse a specific mutation. Genome. basic of sequencing. Genetic maps,
physical maps. Measuring variability. allele frequencies. hardy-Weinberg equilibrium. Within-breed variability:
heterozygosity, allele diversity, effective number of alleles, private alleles. Between-breed variability: genetic
distances, phylogenetic trees, F statistics. Inbreeding. pedigrees. Inbreeding and kinship coefficients: meaning and
calculation. Inbreeding effects on qualitative and quantitative traits. Managing biodiversity. causes of reduction and
reasons for conservation. Risk categories. Criteria for selecting breeds for conservation. Ne and affecting factors:
sex ratio, family variance, size change over generations, generation interval. How to increase Ne. Conservation
strategies: In situ. Links between products and breeds, traceability. Ex situ. Types of germplasm, advantages and
disadvantages: semen,oocytes, embryos, somatic cells, DNA. Ex situ live. Choosing the conservation strategy. CE
regulations on biodiversity conservation.
Practical activity: computer simulations. Laboratory work for DNA analysis.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Frankham R., Ballou J.D., Briscoe D.A. Fondamenti di genetica della conservazione. Zanichelli.
J.C. Avise. Molecular markers, natural history and evolution.Sinauer.
Articoli di AA vari (forniti dal docente).
Siti internet di interesse:
http://dad.fao.org/
http://efabis.tzv.fal.de/
http://www.aia.it
http://www.assonapa.it
http://www.associazionerare.it/
English
Frankham R., Ballou J.D., Briscoe D.A. Fondamenti di genetica della conservazione. Zanichelli.
J.C. Avise. Molecular markers, natural history and evolution.Sinauer.
Articoli di AA vari (forniti dal docente).
Siti internet di interesse:
http://dad.fao.org/
http://efabis.tzv.fal.de/
http://www.aia.it
http://www.assonapa.it
http://www.associazionerare.it/
NOTA
- 102 -
Italiano
English
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=8vli
- 103 -
Analisi ecologica del paesaggio (Anno Accademico 2015/2016)
STUDIO
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: 65725
Docente:
Prof. Amedeo REYNERI (Affidamento interno)
Contatti docente:
0116708778, [email protected]
Anno:
Tipologia:
Crediti/Valenza:
6
SSD attvità didattica:
AGR/02 - agronomia e coltivazioni erbacee
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
PROPEDEUTICO A
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Acquisizione delle competenze necessarie per Valutare e Analizzare il Paesaggio da un punto di vista ecologico,
attraverso l'esame dei processi dinamici che governano gli ecosistemi e le loro interazioni.
Miglioramento delle capacità di lettura ecologica del paesaggio, anche attraverso strumenti informatici e numerici,
per inserire più correttamente gli interventi progettuali a diverse scale spaziali, temporali e di contesto.
English
The aim of the course is the knowledge on the analysis and the evaluation of the landscape, considering the
ecological aspects, through the ecosystem relationships between the dynamics processes and gradients.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Miglioramento delle capacità di lettura ecologica del paesaggio, anche attraverso strumenti informatici e numerici,
per inserire più correttamente gli interventi progettuali a diverse scale spaziali, temporali e di contesto.
English
The student will improve the capacity to read and understand the landscape ecology, also through GIS and other
information and qualitative technologies. The capacity will be focused on the analysis of the impact of the project in
the landscape ecology considering different scales of approach.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
- 104 -
Italiano
Il corso consiste in 16 ore di lezioni frontali, di 8 ore di studio coordinato con esame collegiale di casi di studio, di 8
ore di visite tecniche in campo e di 16 ore di assistenza alla preparazione dell'elaborato progettuale. Per le lezioni
frontali il docente si avvale di presentazioni e slide a disposizione degli studenti.
English
The course concerns 16 hours of classroom lectures, 16 hours of case study analysis, 8 hours of fields visits and 16
hours of assisted activity related with the preparation of the book project. For the classroom lecture slides will be
employed and dispensed to the students.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
La verifica sarà effettuata in itinere mediante test sulle nozioni sulla parte del programma svolta. La verifica finale
avverrà mediante la presentazione di un elaborato su un caso di studio relativo ad un tema originale a scelta dello
studente e quindi mediante un esame orale.
English
The learning test will be carry on during the course on the part of program already presented. The final test will be
organized through the presentation of a case study originally selected by the student and then an oral examination.
ATTIVITÀ DI SUPPORTO
Nessuna / None
PROGRAMMA
Italiano
Il corso affronterà i seguenti argomenti:
La struttura e il funzionamento degli ecosistemi
Un richiamo sulle relazioni tra le comunità biotiche e i fattori abiotici
La struttura dell'ecomosaico (macchie, matrici e corridoi)
Il dinamismo dell'ecomosaico e i gradienti
Strumenti e metodi di analisi dell'ecomosaico
Metodi di valutazione dell'ecomosaico
Approccio critico alla progettazione in sistemi ecologici complessi
English
The Course will consider the following topics:
The structure and the functioning of the ecosystems
A summary of the relationship among the biotic communities and the abiotic factors
The structure of the landscape ecomosaic
The dynamism and the gradient of the landscape ecomosaic
The instruments and the methods of the analysis
- 105 -
The evaluation method of the landscape ecomosaic
The critical approach to the project in complex landscape ecomosaic
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Turner G., Gardner R, O'Neill R. Landscape Ecology In theory and practice. Springer, 401 pp.
Ingegnoli V., Giglio E. Ecologia del Paesaggio. Sistemi editoriali – Esselibri. 685 pp.
Ferrari C., Pezzi G. L'ecologia del paesaggio. Il Mulino. 152 pp.
English
Turner G., Gardner R, O'Neill R. Landscape Ecology In theory and practice. Springer, 401 pp.
Ingegnoli V., Giglio E. Ecologia del Paesaggio. Sistemi editoriali – Esselibri. 685 pp.
Ferrari C., Pezzi G. L'ecologia del paesaggio. Il Mulino. 152 pp.
NOTA
Italiano
English
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=94h1
- 106 -
Analisi enologiche avanzate (Anno Accademico 2015/2016)
Analisi enologiche avanzate
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: SAF0041
Docente:
Prof. Luca ROLLE (Affidamento interno)
Contatti docente:
0116708558, [email protected]
Anno:
Tipologia:
Crediti/Valenza:
5
SSD attvità didattica:
AGR/15 - scienze e tecnologie alimentari
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Fornire conoscenze per valutare report analitici al fine di saper gestire le diverse fasi del processo produttivo.
Fornire conoscenze per eseguire una analisi strumentale partendo dalle informazioni contenute in un articolo
scientifico.
English
Providing knowledge to evaluate analytical reports in order to be able to manage the different phases of the
productive process. Providing knowledge to perform an instrumental analysis on the basis of the information
contained in a scientific article.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Capacità di valutare report analitici al fine di saper gestire le diverse fasi del processo produttivo. Capacità di
eseguire una analisi strumentale partendo dalle informazioni contenute in un articolo scientifico.
English
Ability to assess analytical reports in order to be able to manage the different phases of the production process.
Ability to perform an instrumental analysis on the basis of the information contained in a scientific article.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
Il corso consiste di 20 ore di lezione frontale con seminari specialistici e 20 ore dedicate a attività di laboratorio.
Per le lezioni frontali il docente si avvale di articoli scientifici e slides che sono a disposizione degli studenti.
English
- 107 -
The course consists of 20 hours of lectures with seminars and 20 hours devoted to laboratory work. For lectures
the teacher makes use of scientific papers and slides that are available to the students.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Verifica scritta e/o test di laboratorio in itinere. Verifica scritta finale con domande aperte (3-5 domande) e/o test di
laboratorio.
English
Written test and/or laboratory test ongoing. Final written test with 3-5 open questions and/or laboratory test.
ATTIVITÀ DI SUPPORTO
Italiano
Uso delle banche dati Scopus, Web of Knowdlege.
English
Use of scientific data banks: Scopus, Web of Knowdlege.
PROGRAMMA
Italiano
Metodi strumentali per la determinazione delle proprietà meccaniche e acustiche delle uve da vini e da tavola
(Texture Analysis).
Metodiche FT-NIR per la valutazione della qualità delle uve.
Preparazione del campione e metodiche HPLC per la determinazione degli zuccheri, della composizione acidica e
del profilo antocianico di uve e vini.
Preparazione del campione (fluoroglucinolisi) e metodiche HPLC per la determinazione delle sostanze tanniche in
mosti e vini.
Preparazione del campione e metodiche HPLC per la determinazione delle ammine biogene nei vini.
Metodiche analitiche per la determinazione dei metalli pesanti nei vini.
Preparazione del campione e metodiche GC per la determinazione delle sostanze volatili nei vini.
Metodiche analitiche per la determinazione di indici colorimetrici nei vini.
English
Instrumental methods for mechanical and acoustic determination in table and winegrapes (Texture Analysis).
FT-NIR methods for evaluation of grapes quality.
Sample preparation and HPLC methods for sugars, acids and anthocyanin profiles determinations in grapes and
wines.
Sample preparation (fluoroglucinolisis) and HPLC methods for tannin determinations in grapes and wines.
Sample preparation and HPLC methods for biogenic ammine determinations in wines.
- 108 -
Instrumental methods for heavy metal determination in wines.
Sample preparation and GC methods for volatile compound determinations in wines.
Analytical methods for wine chromatic characteristics determination.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Files acquisiti dalla letteratura scientifica.
English
Files acquirered by data banks
NOTA
Italiano
Sedi dell'insegnamento: Asti e Alba.
English
Locations course: Asti and Alba.
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=pcrj
- 109 -
Analisi fisiche e sensoriali degli alimenti (Anno Accademico 2015/2016)
PHYSICAL AND CHEMICAL FOOD ANALYSES
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: INT0619
Docente:
Dott. Alessandra DEL CARO (Affidamento interno)
Contatti docente:
[email protected]
Corso di studio:
[f290-c511] LM - Scienze viticole ed enologiche
Anno:
2° anno
Tipologia:
B - Caratterizzante
Crediti/Valenza:
5
SSD attvità didattica:
AGR/15 - scienze e tecnologie alimentari
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Fornire allo studente le conoscenze teoriche e pratiche e gli strumenti più idonei atti a caratterizzare i prodotti
alimentari. La conoscenza delle principali analisi fisiche e delle diverse metodologie sensoriali fornirà allo studente
gli strumenti necessari alla caratterizzazione degli alimenti sia nell'ambito del controllo di qualità sia per l'identità dei
prodotti stessi.
English
Provide students with theoretical and practical knowledge and the most appropriate instruments designed to
characterize a foodstuff. Knowledge of the main physical analyses and the different sensory techniques provide the
students with the tools necessary for food characterization both in quality control and for the product identity.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Conoscenza e capacità di comprensione
Lo studente, alla fine del corso, acquisirà delle conoscenze di base e avanzate riguardo il ruolo delle analisi fisiche e
sensoriali sulle caratteristiche di qualità dei prodotti alimentari.
Capacità di applicare conoscenza e comprensione
Lo studente sarà in grado di fornire alla aziende delle soluzioni relativamente all'applicazione di tecniche di
valutazione sensoriale dei prodotti.
Autonomia di giudizio
- 110 -
Acquisirà autonomia di giudizio partecipando personalemente alle problematiche incontrate dalle aziende
relativamente alla trasformazione e conservazione del prodotto.
Abilità comunicative
L'abilità di comunicazione verrà acquisita dallo studente attraverso la sollecitazione del docente, in particolare
durante le esercitazioni, a partecipare al lavoro di gruppo in aula.
Capacità di apprendimento
Lo studente, alla fine del corso, avrà acquisito piena autonomia nell'apprendimento della materia oggetto di studio.
English
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
English
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Valutazione orale
English
Oral assessment
PROGRAMMA
Italiano
1. Aspetti introduttivi (1h).
1a Importanza del ruolo delle analisi fisiche e sensoriali nel controllo di qualità e di processo degli alimenti.
Applicazione delle analisi fisiche e sensoriali alla qualità degli alimenti.
2. Analisi sensoriale (18h).
2a. Introduzione all'analisi sensoriale.
2b. Fisiologia degli organi di senso. Psicofisiologia della percezione: soglie di percezione, risposte agli stimoli,
diverse sensibilità, errori di origine fisiologica e psicologica.
2c. Attributi sensoriali degli alimenti. Il laboratorio di analisi sensoriale. I giudici di analisi sensoriale: selezione e
addestramento. Uso delle scale di misura.
2d. Metodi di analisi sensoriale: test discriminanti, descrittivi e affettivi. Test di preferenza ed accettabilità. Tecniche
statistiche di base e avanzate applicate all'analisi sensoriale degli alimenti. Applicazione e problemi di analisi
sensoriale nelle aziende.
3. Analisi del colore dei prodotti alimentari (5h).
- 111 -
3a. La percezione del colore. Luce ed interazione con gli alimenti. Spazi colorimetrici: sistema C.I.E., Munsell, Yxy.
3b. Misurazione strumentale del colore e delle differenze cromatiche, cause di variabilità cromatica.
3c. Strumentazione colorimetrica: colorimetria tristimolo e spettrofotometria. 3d. Colore degli alimenti e
cambiamenti durante i processi di trasformazione e conservazione.
4. Correlazioni fra misurazioni fisiche e valutazioni sensoriali (2h).
5. Analisi dell'immagine (Image analysis) (2h): obiettivi, strumentazione e applicazione su matrici alimentari.
6. Naso elettronico e lingua elettronica (2h): funzionamento e applicazione su matrici alimentari.
English
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Appunti e materiale didattico distribuito dal docente
M.Bourne. Food texture and viscosity. Concept and measurement. 2nd Edition. 2002. Academic Press.
Meilgaard, Civille and Carr. Sensory Evaluation Techniques. 3th Edition. 1999. CRC.
Kemp, Hollowood, Hort. Sensory Evaluation. A practical handbook. Wiley. Blackwell. 2009.
J. Houtchings. Food color and appearance. 2nd Edition. 1999. Aspen.
Schanda Janos. Colorimetry. Undestanding the CIE System. 2007. Wiley.
R.S. Jackson. Wine tasting: A Professional Handbook. 2002. Elsevier. Academic Press.
English
M. Bourne. Food texture and viscosity. Concept and measurement. 2nd edition, 2002. Academic Press.
Meilgaard, Civille & Carr. Sensory Evaluation Techniques. 3rd Edition, 1999. CRC
Kemp, Hollowood, Hort. Sensory evaluation. A practical handbook. Wiley-Blackwell, 2009.
John Hutchings. Food color and appearance. 2nd Edition. 1999. Aspen.
Schanda Janos. Colorimetry. Understanding the CIE System. Wiley, 2007.
R.S. Jackson. Wine testing. A professional handbook. Wiley- Blackwell. 2009.
NOTA
Italiano
English
- 112 -
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=fjuc
- 113 -
Apicoltura (Anno Accademico 2015/2016)
BEEKEEPING
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0383
Docente:
Dott. Marco PORPORATO (Affidamento interno)
Contatti docente:
(+39) 011 670 8584, [email protected]
Corso di studio:
[f001-c502] LM - Scienze zootecniche
Anno:
2° anno
Tipologia:
D - A scelta dello studente
Crediti/Valenza:
8
SSD attvità didattica:
AGR/11 - entomologia generale e applicata
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Scritto
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Il corso intende fornire le basi teorico-pratiche necessarie per la conduzione dell'apiario, per la lavorazione e la
commercializzazione dei prodotti dell'alveare, e per contrastare le avversità che minacciano il patrimonio apistico.
Esso si rivolge principalmente agli studenti che abbiano interesse sia per attività imprenditoriali o di assistenza
tecnica sia in campo apistico.
English
Learning objectives
The course intends to provide the theoretical-practical bases necessary for the conduct of the apiary, processing
and marketing of the products of the hive and to counter the adversities that threaten ther apicultural heritage. It is
aimed primarily at students who have an interest in business or technical assistance in beekeeping field.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Fornire agli studenti una preparazione idonea per operare nel settore dell'apicoltura sia in proprio, sia come
tecnico/funzionario/consulente di associazioni, cooperative o aziende.
English
Aims
To provide students with fit preparation for working in the field of beekeeping both independently and as a
- 114 -
technical officer / consultant associations, cooperatives or companies.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
Il corso consiste di 50 ore di lezione frontale e 30 ore dedicate a esercitazioni in laboratorio e apiario, e visite di
aziende apistiche. Per le lezioni frontali il docente si avvale di presentazioni e slide che sono a disposizione degli
studenti.
English
The course consists of 50 hours of lectures and 30 hours dedicated to laboratory exercises and visits in apiary, and
technical visits to beekeeping concerns. For lectures the teacher makes use of presentations and slides that are
available to students.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
La verifica dell'apprendimento sarà eseguita durante l'esecuzione di esercitazioni pratiche nel corso delle quali gli
studenti avranno occasione di mettere in pratica le informazioni fornite in aula e con l'esame finale in una data di
appello.
English
The learning process will be checked on the occasion of practical training during which students have the chance to
put the theoretical information into practice.
Scritto
PROGRAMMA
Italiano
Il corso fa parte delle aree della conoscenza della zootecnica e delle produzioni animali.
Origini, sviluppo e importanza dell'apicoltura.
Sistematica della superfamiglia Apoidea. Specie e sottospecie del genere Apis.
Organizzazione della società della api. Poliformismo e polietismo.
Morfologia, anatomia e fisiologia dell'ape.
Esame morfologico e dissezione di operaie, fuchi, regine.
Sviluppo preimmaginale. Determinismo del sesso e delle caste.
Feromoni. Orientamento e linguaggio.
Arnia, alveare, apiario. Evoluzione delle arnie, modelli maggiormente utilizzati. Attrezzatura apistica. Montaggio dei
fogli cerei.
Ciclo stagionale delle colonie di api. Tecniche di conduzione degli alveari per la produzione di miele, polline,
gelatina reale e il servizio di impollinazione delle colture. La cera: tecniche di estrazione. Apicoltura stanziale e
nomade.
- 115 -
Scelta delle postazioni e sistemazione degli apiari. Deriva e saccheggio.
Visite in apiario: tecniche di conduzione degli alveari e valutazione dello sviluppo delle famiglie.
Allevamento di api regine. Stazioni di fecondazione. Inseminazione strumentale. Marcatura. Sostituzione delle regine.
Preparazione di nuclei e pacchi d'api.
Genetica dell'ape. Selezione e ibridazione. Conservazione della biodiversità.
Avversità e nemici dell'ape. Patologia apistica. Osservazione di materiale patologico.
Avvelenamenti.
L'ape come indicatore dell'inquinamento ambientale.
Nettare e melata. Principali specie botaniche di interesse apistico. Ruolo dell'ape per l'impollinazione.
Produzione, composizione, utilizzazione e commercializzazione di miele, polline, propoli, cera, gelatina reale e
veleno.
Caratterizzazione fisico-chimica, botanica e organolettica dei mieli. Esame melissopalinologico e organolettico di
mieli.
Normative concernenti l'apicoltura. Disciplinare relativo all'apicoltura biologica. Organizzazione dell'apicoltura in
Italia e all'estero.
Visite tecniche in aziende apistiche.
English
The course forms part of the filed of knowledge of livestock and livestock products.
Origins, development and importance of beekeeping.
Systematics of the superfamily Apoidea. Species and races of the genus Apis
Organization of bee society. Polymorphism and work division.
Bee morphology, anatomy and physiology
Morphological examination and dissection of worker bees, drones and queens.
Duration of the juvenile stages. Sex and caste determinism.
Pheromones. Orientation and language.
Hive, bee colony, apiary. Main models of rational hives. Drift and pillage.
Beekeeping equipment. Assembly of comb foundations.Seasonal cycle of honey bee colonies. Management for
honey, pollen, royal jelly production and crop pollination service. Wax: extraction techniques. Sedentary and
migratory beekeeping
Choice of locations and arrangement of the apiaries.
Visits in apiary: management of colonies and their evaluation.
Queen rearing. Mating stations. Instrumental insemination. Marking the queen. Preparation of bee nuclei and
packages.
- 116 -
Bee genetics. Selection and hybridization. Biodiversity conservation.
Adversities and enemies of honey bees. Bee diseases. Observation of the pathological specimens.
Poisoning.
Bees as environmental pollution indicators.
Nectar and honeydew. Main botanical species for bee forage. Role of the bee in pollination.Foraging behavior of
bees and pollination.
Production, composition, use and marketing of honey, pollen, propolis, wax, royal jelly and venom. Physical,
chemical, botanical, and organoleptic characterization of honeys.
Pollen and organoleptic analysis of honeys.
Beekeeping laws and regulations. Disciplinary rules concerning biological beekeeping. Beekeeping organisation in
Italy and in foreign countries.
Technical visits to beekeeping concerns.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
J. Tautz – Il ronzio delle api - Springer, Milano, 2009 - ISBN 978-88-470-0860-1; Formato17x21; Illustrazioni 213; pp.
306
A. Contessi – Le api. Biologia, allevamento, prodotti dell'alveare. - Edagricole, Bologna, 2004 (ristampa 2012) - ISBN
88-506-4957-6; Formato17x24; Illustrazioni 260; pp. 528
A. Pistoia – Apicoltura tecnica e pratica – Edizioni l'Informatore Agrario, Verona, 2a edizione - ISBN88-7220-069-5;
Formato17x24; Illustrazioni 350; pp. 304.
F. Casucci - Dizionario europeo dell'apicoltura – Edizioni Scientifiche Italiane, Napoli, 2003 - ISBN 88-495-0723-2;
Formato15x22; pp. 288.
F. Frilli, R. Barbattini, N. Milani - L'ape. Forme e funzioni - Edagricole, Bologna, 2001 - ISBN 88-206-4755-9;
Formato18x23; Illustrazioni 130; pp. X+112.
I.N.A. - Attività apistica. Legislazione e normative dei prodotti dell'alveare – Edizioni Avenue Media, Bologna, 2001.
AA.VV. – L'apiculture, une fascination. Edition VDRB, Winikon (CH), 2003 - ISBN 3-9522157-7-5; Formato17x26;
Illustrazioni 569; pp. 561.
E. Carpana, M. Lodesani - Patologie e avversità dell'alveare - Springer, 2014, Ca. 450 pagg. 125 figg., 100 figg. a
colori.
J. Tauz - The Buzz about Beese - Springer, 1st ed. 2008. Corr. 2nd printing 2009, XIV, 284 p., 230 illus. in color.
E. Crane - Bees and Beekeeping. Science, practice and world resources – Heinemann Newnes, Oxford, 1990 – Size
21x28; Illustrations; pp. XVI+614.
L. Goodman – Form and Function in the Honey Bee - IBRA, Cardiff, 2003 – Size 24x34, 340 illustrations, pp. 220.
J. M. Graham Ed. – The hive and the honey bee – Dadant & Sons, Hamilton, Illinois, 1992 - ISBN 0-915698-09-9; Size
16x23,5; Illustrations; pp. 1324.
- 117 -
English
J. Tauz - The Buzz about Beese - Springer, 1st ed. 2008. Corr. 2nd printing 2009, XIV, 284 p., 230 illus. in color.
E. Crane - Bees and Beekeeping. Science, practice and world resources – Heinemann Newnes, Oxford, 1990 – Size
21x28; Illustrations; pp. XVI+614.
L. Goodman – Form and Function in the Honey Bee - IBRA, Cardiff, 2003 – Size 24x34, 340 illustrations, pp. 220.
J. M. Graham Ed. – The hive and the honey bee – Dadant & Sons, Hamilton, Illinois, 1992 - ISBN 0-915698-09-9; Size
16x23,5; Illustrations; pp. 1324.
A. Contessi – Le api. Biologia, allevamento, prodotti dell'alveare. - Edagricole, Bologna, 2004 (ristampa 2012) - ISBN
88-506-4957-6; Formato17x24; Illustrazioni 260; pp. 528
A. Pistoia – Apicoltura tecnica e pratica – Edizioni l'Informatore Agrario, Verona, 2a edizione - ISBN88-7220-069-5;
Formato17x24; Illustrazioni 350; pp. 304.
F. Casucci - Dizionario europeo dell'apicoltura – Edizioni Scientifiche Italiane, Napoli, 2003 - ISBN 88-495-0723-2;
Formato15x22; pp. 288.
F. Frilli, R. Barbattini, N. Milani - L'ape. Forme e funzioni - Edagricole, Bologna, 2001 - ISBN 88-206-4755-9;
Formato18x23; Illustrazioni 130; pp. X+112.
I.N.A. - Attività apistica. Legislazione e normative dei prodotti dell'alveare – Edizioni Avenue Media, Bologna, 2001.
AA.VV. – L'apiculture, une fascination. Edition VDRB, Winikon (CH), 2003 - ISBN 3-9522157-7-5; Formato17x26;
Illustrazioni 569; pp. 561.
E. Carpana, M. Lodesani - Patologie e avversità dell'alveare - Springer, 2014, Ca. 450 pagg. 125 figg., 100 figg. a
colori.
NOTA
Italiano
Insegnamento A LIBERA SCELTA (Crediti liberi) degli Studenti
Le date di appello Sono Visibili al link "Appelli" della Pagina WEB dell'Università
Si segnala che nel primo fine settimana di marzo, a Piacenza, si svolge APIMELL, Mostra Mercato Nazionale di
Apicoltura (www.apimell.it)
English
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=7e87
- 118 -
Application of agro-ecosystem models to field crops (Anno Accademico 2015/2016)
Application of agro-ecosystem models to field crops
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0415
Docente:
Prof. Dario SACCO (Affidamento interno)
Contatti docente:
0116708787, [email protected]
Anno:
Tipologia:
Crediti/Valenza:
2
SSD attvità didattica:
AGR/02 - agronomia e coltivazioni erbacee
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Inglese
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Scritto ed orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
The aim of this module will be to show to the students the main structure of some cropping system simulation
models and to apply them to case studies on intensive cropping systems.
English
The aim of this module will be to show to the students the main structure of some cropping system simulation
models and to apply them to case studies on intensive cropping systems.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Within this module the students will integrate the knowledge acquired in the other modules through the application
of cropping system simulation models dealing with plant growth and crop production.
English
Within this module the students will integrate the knowledge acquired in the other modules through the application
of cropping system simulation models dealing with plant growth and crop production.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
The module consists of 20 hours of lectures. PowerPoint presentation and already solved exercises, used during
lessons, are available to students.
- 119 -
English
The module consists of 20 hours of lectures. PowerPoint presentation and already solved exercises, used during
lessons, are available to students.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Levels of learning acquired by the students will be evaluated:
-
through questions related to topics already taught during the course
-
during numerical applications.
Final exam will consists of a model application to be solved on a PC and of a oral part to assess theoretical
knowledge of the student.
English
Levels of learning acquired by the students will be evaluated:
-
through questions related to topics already taught during the course
-
during numerical applications.
Final exam will consists of a model application to be solved on a PC and of a oral part to assess theoretical
knowledge of the student.
PROGRAMMA
Italiano
Soil hydrology: theoretical aspects of water dynamics into the soil.
Practical calculation of water flows into the soil.
Modeling: Presentation of a cropping system simulation model
Description of the different components in cropping system simulation models
Application of a cropping system simulation model to a case study
English
Soil hydrology: theoretical aspects of water dynamics into the soil.
Practical calculation of water flows into the soil.
Modeling: Presentation of a cropping system simulation model
Description of the different components in cropping system simulation models
Application of a cropping system simulation model to a case study
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
- 120 -
Italiano
D. Hillel, 1998. Environmental Soil Physics. Academic Press, 771 pp.(available at the Library of ULF Agronomy).
Selected literature from scientific international journals.
English
D. Hillel, 1998. Environmental Soil Physics. Academic Press, 771 pp.(available at the Library of ULF Agronomy).
Selected literature from scientific international journals.
NOTA
Italiano
English
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=1fmw
- 121 -
Applicazioni di analisi sensoriale I (Anno Accademico 2015/2016)
APPLIED SENSORY ANALYSIS 1
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0295
Docente:
Prof. Giuseppe ZEPPA (Affidamento interno)
Contatti docente:
0116708705, [email protected]
Corso di studio:
[f001-c702] L - Viticoltura ed enologia
[f001-c703] L - Tecnologie alimentari
Anno:
1° anno
Tipologia:
F - Altre attività
Crediti/Valenza:
2
SSD attvità didattica:
AGR/15 - scienze e tecnologie alimentari
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Scritto
PREREQUISITI
Nessuno / None
PROPEDEUTICO A
Analisi Sensoriale II
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Il corso ha lo scopo di far conoscere agli studenti le basi teoriche dell'analisi sensoriale e tutti gli elementi che
concorrono alla sua effettuazione. Si tratta di un corso di tipo teorico che si svolge completamente in aula e che
trova nel Laboratorio di Analisi sensoriali II il suo naturale completamento.
English
The course aims to introduce students with the theoretical bases of sensory and all items that contribute to its
execution. It is a theoretic course which takes place entirely in the classroom and that is in the Laboratory of
Sensory Analysis Lab II its natural complement.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Lo studente dovrà conoscere la fisiologia dei sensi nonchè tutti gli elementi che concorrono alla esecuzione di un
test sensoriale e di un test sul consumatore
English
The student will learn the physiology of the senses as well as all the elements that contribute to the execution of a
sensory test and a consumer test
- 122 -
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
Il corso consiste di 20 ore di lezione frontale. Per le lezioni il docente si avvale di slides che sono a disposizione
degli studenti
English
The course consists of 20 hours of lectures. For lectures the teacher makes use of slides that are available to
students.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Verranno effettuate delle verifiche orali in classe durante le lezioni. L'esame finale è un elaborato scritto formato da
4 domande aperte
English
They will be made an oral tests in class during lessons. The final examen is a writen paper consits of 4 open
questions
PROGRAMMA
Italiano
Sulla base di quanto previsto nella scheda SUA-TAL (Quadro A4.b) il programma del corso si sviluppa nell'ambito
della qualità e sicurezza. Gli argomenti trattati sono:
L'analisi sensoriale e l'assaggio: differenze e similitudini. La struttura per l'assaggio: la sala, le cabine, i contenitori. Il
trattamento del campione. Cenni di fisiologia dei sensi. L'udito. La vista. L'olfatto. Il gusto. Il tatto. La sensazione e la
percezione. L'immagine sensoriale. La selezione e la formazione degli assaggiatori. I test del consumatore: la scelta
dei consumatori, la definizione dei luoghi di assaggio. I test di assaggio: i test discriminanti qualitativi, i test
discriminanti quali-quantitativi, i test descrittivi. La preparazione dei test, l'esecuzione dei test, l'elaborazione dei
risultati.
English
According to SUA-TAL (Quadro A4.b) the course work in the "Quality and safety" field. Particularly the capters are:
Sensory analysis and sampling: differences and similarities. The structure for the tasting: the room, cabins,
containers. The treatment of the sample. The physiology of the senses. Hearing. Sight. Smell. Taste. Touch. The
sensation and perception. The sensory image. The selection and training of assessors. The tests of the consumer:
consumer choice, the definition of places of taste. The taste test: tests discriminating quality, the discriminatory tests
and quantitative, descriptive tests. Test preparation, test execution, processing of the results.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
J.R. Piggott. "Statistical procedures in food research". Ed. Elsevier Applied Science, Londra, 1986;
- 123 -
S. Porretta. "L'analisi sensoriale". ED. Tecniche Nuove, Milano, 1992; S. Porretta. "Analisi sensoriale & Consumer
Science". Ed Chiriotti, Pinerolo (TO), 2000;
SSHA - ISHA. "Evaluation sensorielle. Manuel méthodologique". ED. Tec & Doc Lavoisier, Parigi, 1990;
M. Ubigli. "I profili del vino. Introduzione all'analisi sensoriale". ED. Edagricole, Bologna, 1998.
E. Pagliarini. "Valutazione sensoriale". Ed. Hoepli, Milano, 2002
E' fortemente cosigliato l'utilizzo delle slides fornite dal docente all'inizio del corso sulla pagina
www.giuseppezeppa.it.
English
J.R. Piggott. "Statistical procedures in food research". Ed. Elsevier Applied Science, Londra, 1986;
S. Porretta. "L'analisi sensoriale". ED. Tecniche Nuove, Milano, 1992; S. Porretta. "Analisi sensoriale & Consumer
Science". Ed Chiriotti, Pinerolo (TO), 2000;
SSHA - ISHA. "Evaluation sensorielle. Manuel méthodologique". ED. Tec & Doc Lavoisier, Parigi, 1990;
M. Ubigli. "I profili del vino. Introduzione all'analisi sensoriale". ED. Edagricole, Bologna, 1998.
E. Pagliarini. "Valutazione sensoriale". Ed. Hoepli, Milano, 2002
It is also necessary to use slides furnished by professor in site www.giuseppezeppa.it.
NOTA
Italiano
Il corso si svolge nella sede di Grugliasco
English
The location of the course is Grugliasco
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=j99s
- 124 -
Applicazioni di analisi sensoriale II (Anno Accademico 2015/2016)
APPLIED SENSORY ANALYSIS 2
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0296
Docente:
Prof. Giuseppe ZEPPA (Affidamento interno)
Contatti docente:
0116708705, [email protected]
Corso di studio:
[f001-c703] L - Tecnologie alimentari
Anno:
2° anno
Tipologia:
F - Altre attività
Crediti/Valenza:
2
SSD attvità didattica:
AGR/15 - scienze e tecnologie alimentari
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Prova pratica
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Conoscere la consumer science e le dinamiche che orientano le scelte dei consumatori
English
To know the consumer science and the reason of consumer choise
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Rendere capace lo studente di gestire un test di consumer science
English
Make the student capable of organizing a consumer test
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
Il corso consiste di 20 ore di lezione frontale. Per le lezioni il docente si avvale di slides che sono a disposizione
degli studenti
English
The course consists of 20 hours of lectures. For lectures the teacher makes use of slides that are available to
- 125 -
students.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Verranno effettuati dei test orali durante le lezioni. L'esame finale consiste in un elaborato formato da 3 domande
aperte
English
They will be made an oral tests in class during lessons. The final examen is a writen paper consits of 3 open
questions
PROGRAMMA
Italiano
Il corso si sviluppa nell'ambito di quanto previsto dalla scheda SUA_TAL (Quadro A4.b) ossia della qualità e della
sicurezza.
Gli argomenti trattati sono:
I principi della consumer science. Le relazioni fra gusto e preferenza. Il disgusto. Le preferenze dei consumatori. I
test di consumer science.
English
The course is according to the card SUA_TAL (Part A4.b) or of quality and safety.
The topics covered are:
The consumer science: principle. Correlation between taste and preference. The repugnance. The consumer
preferences. The consumer tests
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
J.R. Piggott. "Statistical procedures in food research". Ed. Elsevier Applied Science, Londra, 1986
S. Porretta. "L'analisi sensoriale". ED. Tecniche Nuove, Milano, 1992.
S. Porretta. "Analisi sensoriale & Consumer Science". Ed Chiriotti, Pinerolo (TO), 2000
SSHA - ISHA. "Evaluation sensorielle. Manuel méthodologique". ED. Tec & Doc Lavoisier, Parigi, 1990
M. Ubigli. "I profili del vino. Introduzione all'analisi sensoriale". ED. Edagricole, Bologna, 1998.
E. Pagliarini. "Valutazione sensoriale". Ed. Hoepli, Milano, 2002
Materiale didattico fornito dal docente e disponibile ad inizio corso alla pagina www.giuseppezeppa.it
- 126 -
English
J.R. Piggott. "Statistical procedures in food research". Ed. Elsevier Applied Science, Londra, 1986
S. Porretta. "L'analisi sensoriale". ED. Tecniche Nuove, Milano, 1992.
S. Porretta. "Analisi sensoriale & Consumer Science". Ed Chiriotti, Pinerolo (TO), 2000
SSHA - ISHA. "Evaluation sensorielle. Manuel méthodologique". ED. Tec & Doc Lavoisier, Parigi, 1990
M. Ubigli. "I profili del vino. Introduzione all'analisi sensoriale". ED. Edagricole, Bologna, 1998.
E. Pagliarini. "Valutazione sensoriale". Ed. Hoepli, Milano, 2002
Material provided by the teacher and available at the start of the course on www.giuseppezeppa.it
NOTA
Italiano
Il corso si svolge presso la sede di Grugliasco
English
The location of the course is Grugliasco
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=9pbw
- 127 -
Applicazioni di analisi sensoriali II (Anno Accademico 2015/2016)
APPLIED SENSORY ANALYSIS 2
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0296
Docente:
Prof. Vincenzo GERBI (Affidamento interno)
Contatti docente:
0116708552, [email protected]
Corso di studio:
[f001-c702] L - Viticoltura ed enologia
Anno:
3° anno
Tipologia:
F - Altre attività
Crediti/Valenza:
2
SSD attvità didattica:
AGR/15 - scienze e tecnologie alimentari
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Scritto ed orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Fornire allo studente le nozioni di analisi sensoriale applicata necessarie a individuare pregi e difetti dei vini,
valutarne le carateristiche e descrivere i prodotti.
English
Provide to the students the pratical knowledge of sensory analysis necessary to identify defect and quality of the
wines and verify, evalute and describe the characters of some italian and international wines
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Lo studente acquisisce la capacità di descrivere un vino e cercare su di esso, sulle banche dati, le informazione
scientifiche necessarie alla sua caratterizzazione
English
The student acquires the capacity to describe the wines and to search, on the scientific databases, the information
necessary to their characterizazion.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
Il corso consiste in una serie di esercitazioni nel corso delle quali una prima parte è dedicata all'inquadramnento
(vitigno, modalità di produzione, importanza commerciale) dei vino che verranno assaggiati. Nella seconda parte gli
studenti sono guidati nell'assaggio dei vini e nell individuazione dei caratteri sensoriali più importanti.
- 128 -
English
The course consists of a series of tutorials in which a first part is dedicated to classification (grape variety,
production methods, commercial importance) of wine that will be tasted. In the second part the students are guided
in tasting of wines and in the identification of the most important sensory characteristics
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
A ciascuno studente al termine del corso è assegnata una parola chiave, attinente la conoscenza dei caratteri
sensoriali dei vini. Lo studente deve trovare, sulle banche dati a lui accessibili, un elenco di pubblicazioni
scientifiche inerenti la paorola chiave. Al momento dell'esame, che si svolge oralmente, per l'approvazione il
docente valuta l'attinenza e la consistenza dell'elenco bibliografico proposto, nonché la comprensione
dell'importanza della parola chiave assegnata nella caratterizzazione dei vini.
English
At the end of the course to each student is assigned a keyword, relevant for the knowledge of the sensory
characteristics of the wines. The student must find, in the databases accessible to him, a list of scientific publications
related to the keyword. At the moment of the exam, which takes place orally, for the approval the teacher
evaluates the relevance and consistency of the proposed bibliography list, as well as the understanding of the
importance of keyword assigned in the characterization of wines
PROGRAMMA
Italiano
Questo corso appartiene all'area di apprendimento delle conoscenze applicate.
Gli argomenti affrontati nella parte teorica sono i seguenti:
Gli strumenti dell'assaggio
richiami di fisiologia
approccio metodologico all'assaggio dei vini
I caratteri di pregio e i difetti dei vini
Nella parte pratica del corso per ciascun vino:
Riconoscimento di pregi e difetti
.Assaggio, commento e valutazione
Lavoro individuale sulla caratterizzazione di vini.
English
This course belongs to the area: application of learned knowledges.
Topics covered in the theoretical part are as follows:
Tools for tasting
recalls of physiology
methodological approach to tasting wines
The characters of merit and defects of wines
- 129 -
In the practical part of the course for each wine:
Description of charecters of wines
Taste, comment and evaluation
Individual work on the characterization of wines.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Ubigli M. - I profili del Vino - 2009 - Edagricole Il sole 24 ore, Bologna
English
E Peynaud, J Blouin, M Schuster, M Broadbent - 1996 - The taste of wine: the science and art of wine appreciation.
Wiley, New York
NOTA
Italiano
Il corso si svolge nella sede di Alba
English
The course takes place in Alba
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=mz6g
- 130 -
Applicazioni/tirocinio di Enologia (Anno Accademico 2015/2016)
PRACTICES IN ENOLOGY
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0412
Docente:
Prof. Vincenzo GERBI
Contatti docente:
0116708552, [email protected]
Corso di studio:
[f001-c702] L - Viticoltura ed enologia
Anno:
2° anno
Tipologia:
D - A scelta dello studente
Crediti/Valenza:
4
SSD attvità didattica:
AGR/15 - scienze e tecnologie alimentari
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Scritto ed orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Consentire allo studente di sviluppare, attraverso una esperienza aziendale, una conoscenza diretta delle
operazioni di vinificazione.
English
Allow the student to develop, through a corporate experience, direct knowledge of the operations of winemaking.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Lo studente deve saper descrivere con proprietà di linguaggio un processo di vinificazione valutando con spirito
critico le operazioni osservate in cantina.
English
The student must be able to describe, with properties of language, a process of winemaking considering critically
the operations observed in the cellar.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
Si tratta di una attività di tutoraggio: è prevista la condivisione del programma di stage tra il docente e il tutor
aziendale
- 131 -
English
It is an activity of tutoring is expected to share the internship program between the teacher and the company tutor.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
I crediti previsti per questa attività a scelta dello studente si considerano acquisiti, i sede di esame, se il docente
considera accettabile la relazione di stage prodotto dallo studente e si riceve un giudizio positivo da parte del tutor
aziendale,
English
The university credits required for this activity, chosen by the student, are considered acquired when, at the
examination, the teacher considers acceptable the report produced by the student internship and receive a
positive assessment by the company tutor.
PROGRAMMA
Italiano
Questo corso appartiene all'area di apprendimento della applicazione delle conoscenze
Lo studente frequenta un'azienda enologica convenzionata, partecipando all'attività dell'azienda medesima,
normalmente nel corso del periodo vendemmiale. Al termine compila una breve relazione dell'attività svolta e la
discute con il docente al fine dell'approvazione.
English
This course belongs to the area of application of the learned knowledge.
The student in a conventioned cellar (a producer that have signed an agreement with the University of Turin),
participate in the activity of the company, normally during the harvest period. After compile a brief report of
activities, discussed with the teacher.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Ribéreau Gayon P., Dubourdieu D., Donèche B., Lonvaud A.. Trattato di Enologia I e II. Ed. 2007, Edagricole,
Bologna.
English
P. Ribéreau-Gayon, D. Dubourdieu, A. Lonvaud - 2006- Handbook of enology. Wiley & Sons, Chichester, UK
NOTA
Italiano
- 132 -
English
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=42ru
- 133 -
Applicazioni/tirocinio di Viticoltura (Anno Accademico 2015/2016)
PRACTICES IN VITICULTURE
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0411
Docente:
Prof. Silvia GUIDONI (Affidamento interno)
Contatti docente:
0116708659, [email protected]
Corso di studio:
[f001-c702] L - Viticoltura ed enologia
Anno:
2° anno
Tipologia:
D - A scelta dello studente
Crediti/Valenza:
4
SSD attvità didattica:
AGR/03 - arboricoltura generale e coltivazioni arboree
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Scritto ed orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Dare allo studente la possibilità di familiarizzare con i problemi concreti della gestione del vigneto.
English
To give to students the opportunity to familiarize with the concrete problems of vineyard management.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Acquisizione di conoscenze pratiche inerenti le operazioni di conduzione del vigneto.
English
To acquire practical knowledges on vineyard management tecniques .
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
Le attività vengono svolte presso aziende convenzionate seguendo un progetto formativo indicato dal docente
English
The activities take place in viticultural farms following a simple educational project proposed by the teacher
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
- 134 -
Italiano
Al termine delle attività in azienda lo studente compila una breve relazione (max 12000 caratteri spazi inclusi, font 11
o 12, interlinea 1, margini 2 ) sull'attività svolta, la invia al docente una settimana prima dell'appello, e la discute
oralmente il giorno dell'appello.
English
At the end of the activities the student writes a short report (max 12000 character, font 11o 12, space 1, margin 2
cm) concerning the practical activities he made, he sent it to the teacher some days before the exam and discusses
it orarly with the theacher for the evaluation.
PROGRAMMA
Italiano
6. Applicazioni delle conoscenze.
Lo studente si reca in un'azienda viticola convenzionata per partecipare alle attività della medesima in vari periodi
dell'annata.
English
The students goes in a farm where he partecipates to the practical activities in vineyard in different periods of the
year.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Eynard I., Dalmasso G. (1990) Viticoltura moderna. IX Ed. HOEPLI Milano, 778 pp.
M. Fregoni (2005) Viticoltura di qualità. II Ed., Phytoline Verona, 819 pp.
English
Winkler A.J. et al. (1975). General Viticulture. University of California Press.710 pp.
NOTA
Italiano
English
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=7vog
- 135 -
Approfondimenti di controllo qualità degli alimenti (Anno Accademico 2015/2016)
INSIGHTS INTO QUALITY FOOD CONTROL
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0386
Docente:
Dott. Alessandro OCCELLI (Contratto)
Contatti docente:
0175476907, [email protected]
Corso di studio:
[f001-c703] L - Tecnologie alimentari
[f001-c503] LM - Scienze e tecnologie alimentari
Anno:
2° anno 3° anno
Tipologia:
D - A scelta dello studente
Crediti/Valenza:
6
SSD attvità didattica:
AGR/15 - scienze e tecnologie alimentari
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Vengono forniti gli elementi per la comprensione dei processi e tecnologie alla base della produzione
agroalimentare e i controlli necessari per garantire, durante tutta la filiera produttiva, la sicurezza e la qualità degli
alimenti
English
We provide the elements for the understanding of the processes and technologies that are at the base of food
production and the checks and controls necessary to ensure security and quality of food products during the entire
production chain.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Conoscenza dei concetti di base relativi alla valutazione qualitativa dei prodotti alimentari, sia durante i processi
produttivi (controllo qualità in produzione) sia sul prodotto finito.
- 136 -
English
Knowledge of basic concepts related to qualitative evaluation of the food, both during the production processes
(quality control during production) and on the finished product itself.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
English
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Al completamento di ogni argomento del programma (circa ogni 6-9 ore di lezione) viene consegnato agli studenti
copia dello specifico materiale formativo preparato dal docente e viene effettuata una verifica dell'apprendimento
con domande agli studenti ed eventuali approfondimenti
English
At completion of each topic of the program (about every 6-9 hours of teaching), the students are given a copy of
the specific training materials prepared by the teacher and a check is made to assess the students' learning, with
questions and further study where necessary.
orale
PROGRAMMA
Italiano
Gli argomenti del programma appartengono all'area "Qualità e Sicurezza".
60 ore complessivamente
modulo tematico1
La sicurezza nella produzione agroalimentare: tracciabilità e controlli.:
l'assicurazione della qualità; la sicurezza sanitaria. La
salubrità di un alimento. La garanzia della sicurezza nella
produzione agroalimentare: controllo della filiera;
tracciabilità e controlli. La necessità di conoscenze
multidisciplinari. prodotti per la prima infanzia.
Normativa. Esempi di gestione della filiera di
omogeneizzati di frutta: trattamenti antiparassitari
controllati, problemi connessi alla persistenza dei pesticidi,
metaboliti. Controlli sui frutteti. Problemi connessi
all'analisi di tracce di fitofarmaci. L'analisi dei prodotti
biologici. Fitormoni.
modulo tematico 2
Problematiche connesse agli allergeni, ogm
e contaminazioni:
- 137 -
Problemi connessi agli allergeni e agli organismi
geneticamente modificati: prodotti "free" e i controlli
necessari. Aspetti relativi alla qualità dei prodotti alimentari; qualità organolettica, legale, nutrizionale,
microbiologica. Le frodi alimentari. Alcuni approfondimenti relativi alle contaminazioni degli alimenti. Contaminazione
primaria di un alimento. Problemi connessi alle micotossine. Valutazione del rischio di tossinfezioni alimentari e piani
di autocontrollo.
Modulo tematico 3
Aspetti normativi:
Normative generali: additivi, aromi, allergeni, ogm, contaminanti, etichetattura, etichettatura nutrizionale, claims
nutrizionali. Normative specifiche: confetture e marmellate, nettari e succhi di frutta.
Modulo tematico 4
Organizzazione dei controlli nell'industria alimentare:
I controlli di produzione. La necessità di controlli rapidi.
Ottimizzazione dei processi produttivi. I controlli nel
laboratorio CQ. Controllo di qualità in produzione e in
laboratorio .Come si scrive una specifica tecnica di una
materia prima agroalimentare. La valutazione delle materie
prime.. I controlli nello sviluppo di nuovi prodotti e
tecnologie.
Modulo tematico 5
Principali tecnologie di trasformazione, prodotti,
organizzazione dei controlli di qualità e di produzione:
i principali processi di trasformazione e conservazione e le
analisi necessarie al controllo del processo produttivo.
Produzioni asettiche: controllo dell'asetticità del prodotto e
della sterilità degli impianti. Problemi connessi al re
inquinamento degli impianti. Esempi: processo produzioni
puree di frutta, succhi frutta, confetture; processo produzione
vegetali disidratati; processo produzione yoghurt.
Modulo tematico 6
Ricerca e sviluppo nell'industria alimentare:
innovazione di prodotto e di processo.
Nuove tecnologie: processi di
sterilizzazione a bassa temperatura. L'alta
pressione idrostatica. Le fasi dello sviluppo
di un nuovo alimento. Controlli Shelf life.
Modulo tematico 7
L'acqua nell'industria alimentare:
caratteristiche dell'acqua per necessità
tecnologiche; acqua a contatto
dell'alimento. Influenza dell'acqua sulle
caratteristiche degli alimenti. Processi di
conservazione legati alla riduzione del
- 138 -
contenuto di acqua. Aw. Isoterme di
assorbimento e desorbimento di umidità.
Intermediate moisture foods.
Modulo tematico 8
Il colore dei prodotti alimentari:
l'analisi del colore. I metodi e le
strumentazioni utilizzate nelle industrie
alimentari. Esempi: analisi del colore di
succhi di frutta, vegetali disidratati, prodotti
carnei, farine, prodotti da forno, confetture e
caramelle … Nuove tecniche di Image
analysis.
Approfondimenti di laboratorio 1
Nettari e succhi di frutta, loro ingredienti,
puree di frutta, zuccheri:
Valutazione degli ingredienti di base: puree di frutta,
zucchero e sciroppi di glucosio, additivi. Valutazione di prodotti di mercato. Formulazione teorica di un succo di
frutta. Suddivisione in gruppi di lavoro e realizzazione di alcuni campioni di prodotti, analisi, valutazioni qualitative
Approfondimenti di laboratorio 2
Frutta disidratata, liofilizzati di frutta:
Valutazione di prodotti di mercato
Frutta in povere disidratata e liofilizzata, ingredienti,
additivi
Frutta disidratata in pezzi, ingredienti, additivi
Suddivisione in gruppi di lavoro e esecuzione di test
applicativi e di valutazione della qualità dei prodotti
Approfondimenti di laboratorio 3
Derivati del pomodoro, verdure disidratate:
Valutazione di prodotti di mercato
Concentrati di pomodoro
Altri derivati
Ingredienti, additivi
Suddivisione in gruppi di lavoro e esecuzione di test
applicativi e di valutazione della qualità dei prodotti
Approfondimenti di laboratorio 4
Nuove tecniche di analisi del colore:
Esempi con strumentazione di image analysis
Preparazione di campioni
Acquisizione delle immagini
Elaborazione dei dati
Calcolo di differenze di colore nella spazio colore Lab
Esempi applicativi
- 139 -
English
The topics of the program belong to the "Quality and Security" area.
60 hours total
Theme Module 1
Security in agro-industrial production: traceability and controls:
quality assurance; health security. Healthiness of a food. Ensuring security in agro-industrial production: control of
the supply chain; traceability and controls. Need for multidisciplinary knowledge. Products for early childhood.
Regulations. Examples of supply chain management. Homogenized fruit: controlled pesticide treatments, problems
connected with the persistence of pesticides and metabolites. Controls on orchards. Problems connected with the
analysis of traces of pesticides. Analysis of organic products. Phytohormones.
Theme Module 2
Issues related to allergens, GMOs and contamination:
Problems related to allergens and genetically modified organisms: products "free" and necessary controls. Aspects
connected with the quality of food; organoleptic, legal, nutritional and microbiological quality. Food fraud. Some
insights pertaining to contamination of foods. Primary contamination of food. Problems related to mycotoxins.
Assessing the risk of food poisoning and self-control plans.
Theme Module 3
Regulatory aspects:
General requirements: additives, flavors, allergens, GMOs, contaminants, labeling, nutrition labeling, nutritional
claims. Specific regulations: jams and marmalades, fruit juices and nectars.
Theme Module 4
Organization of checks and controls in the food industry:
Production controls. Need for quick checks. Optimization of production processes. Controls in QC laboratory.
Quality control during production and in laboratory. How to write a technical specification for an agro-industrial raw
material. Evaluation of raw materials. Controls in the development of new products and technologies.
Theme Module 5
Main processing technologies, products, organization of quality and production controls:
main processes of transformation and preservation and analyses necessary to control the production process.
Aseptic production: check of product asepticity and sterility of the plants. Problems related to repollution of the
plants. Examples: productions process: fruit purees, fruit juices, jams; production process: dehydrated vegetables;
yoghurt production process.
Theme Module 6
- 140 -
Research and development in the food industry:
product and process innovation. New technologies: sterilization processes at low temperature. High hydrostatic
pressure. Development phases of a new food. Shelf life controls.
Theme Module 7
Water in the food industry:
characteristics of the water for technological needs; water in contact with food. Influence of water on
characteristics of foods. Preservation processes related to the reduction of water content. Aw. Moisture adsorption
and desorption isotherms. Intermediate moisture foods.
Theme module 8
The color of food products:
color analysis. Methods and equipment used in the food industry. Examples: color analysis of fruit juices, dehydrated
vegetables, meat products, flours, baked goods, jams and candies ... New techniques of Image analysis.
Laboratory in-depth analysis 1
Fruit nectars and fruit juices, their ingredients, fruit puree, sugars:
Evaluation of basic ingredients: fruit puree, sugar and glucose syrups, additives. Assessment of market products.
Theoretical formulation of a fruit juice. Division of the students into working groups and creation of some product
samples, analysis, qualitative assessments.
Laboratory in-depth analysis 2
Dehydrated fruit, freeze-dried fruit:
Assessment of market products. Dehydrated and freeze-dried powder fruit, ingredients, additives. Dehydrated fruit
pieces, ingredients, additives. Division of the students into working groups and execution of application tests and
evaluation of the quality of the products.
Laboratory in-depth analysis 3
Tomato derivatives, dehydrated vegetables:
Assessment of market products. Tomato pastes. Other derivatives. Ingredients, additives. Division of the students
into working groups and execution of application tests and evaluation of the quality of the products.
Laboratory in-depth analysis 4
New techniques for color analysis:
Examples with image analysis instrumentation. Preparation of samples. Image acquisition. Data processing.
Calculation of color differences in the Lab color space. Application of examples.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Materiale preparato dal docente
- 141 -
English
Training documentation prepared by the teacher
NOTA
Italiano
sede dell'insegnamento: Cuneo
English
based study: Cuneo
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=9q2r
- 142 -
Approfondimenti di entomologia (Anno Accademico 2015/2016)
ADVANCED GRAPEVINE ENTOMOLOGY
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: INT0608
Docente:
Prof. Alberto ALMA (Affidamento interno)
Contatti docente:
0116708534, [email protected]
Anno:
Tipologia:
Crediti/Valenza:
5
SSD attvità didattica:
AGR/11 - entomologia generale e applicata
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Fornire conoscenze di morfologia e di bio-etologia concernenti gli insetti (indigeni ed esotici) dannosi alla vite.
Competenze sulle strategie di difesa e sui metodi alternativi all'uso dei prodotti chimici, quali lotta preventiva basata
su principi ecologici, lotta naturale con ruolo di siepi e incolti, lotta biologica e lotta integrata, controllo simbiotico.
English
The aim is to provide knowledge of morphology and bio-ethology concerning insects (indigenous and exotic)
damaging grapevine. Expertise on defense strategies and alternative methods to the use of chemicals, such as
preventive control based on ecological principles, natural control with the role of hedges and uncultivated lands,
biological control and integrated pest management, symbiotic control.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Gli studenti dovranno essere in grado, attraverso le competenze fornite dal corso, di riconoscere le più importanti
specie d'insetti, indigeni ed esotici di temuta introduzione, che causano danno diretto e trasmetto agenti eziologici
di malattie d'interesse economico alla vite. Essere in grado di valutare l'influenza dell'ambiente sull'epidemiologia e
impostare adeguate strategie di difesa, con particolare riguardo alle tecniche a basso impatto ambientale.
English
The students should be able, through the skills provided by the course, to recognize the most important species of
insects, indigenous and exotic, with a high risk of introduction, which cause direct damage and transmit etiologic
agents of diseases of economic interest to grapevine. They should be able to evaluate the influence of the
environment on the epidemiology, and set up appropriate defense strategies, with particular emphasis on
- 143 -
techniques with a low environmental impact.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
Il corso consiste di 24ore di lezione frontale e 16 ore dedicate ad attività di laboratorio e in vigneto. A fine corso
sarà effettuata una uscita didattica in aziende viticole piemontesi. Per le lezioni frontali il docente si avvale di
presentazioni PowerPoint che sono a disposizione degli studenti.
English
The course consists of 24 hours of lectures and 16 hours devoted to laboratory and vineyard activities. At the end of
the course, there will be an educational trip to wine-producing farms of Piedmont. For the lectures, the teacher
makes use of PowerPoint presentations that are available to the students and articles for critical readings.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Al termine dellelezioni frontali il docente procederà a una verifica dell'efficacia didattica attraverso domande orali
sui principali argomenti svolti, al fine di evidenziare gli eventuali problemi di apprendimento. Il colloquio non ha
valore per la valutazione finale, ma è utile allo studente per stimare il proprio grado di apprendimento.
L'esame finale è un colloquio orale con domande sugli argomenti trattati e sulle attività di campo e di laboratorio
svolte durante le esercitazioni. Il colloquio ha il fine di verificare la capacità di ragionamento e di collegamento tra le
conoscenze acquisite.
English
At the end of the lectures the teacher will conduct a test of the teaching efficacy through oral questions on the main
arguments in order to highlight any learning problem. The interview has no value for the final evaluation, but it is
helpful to the student to estimate the learning level.
The final exam is an oral exam with questions on the topics discussed and on the field and laboratory activities
carried out during the training. The interview aims to verify the capacity of reasoning and connecting the knowledge
acquired.
PROGRAMMA
Italiano
Gli argomenti trattati, di seguito riportati, rientrano nell'area di apprendimento della produzione e qualità dell'uva.
Presentazione del corso e modalità d'esame.
Parte generale
L'agroecosistema vigneto e gli insetti. Ecologia, etologia e cicli biologici.
Rapporti tra fitofagi, piante ospiti spontanee e vite. Processi di nutrizione. Sintomatologia.
Cause che favoriscono le pullulazioni dei fitofagi. Campionamento delle popolazioni.
Trasmissioni di agenti fitopatogeni quali, virus, fitoplasmi e batteri. Rapporti tra agenti patogeni e vettori.
Insetti di temuta introduzione.
- 144 -
Lotta integrata. Biotecnologie. Biocontrollo attraverso l'impiego dei simbionti.
Parte speciale
Sistematica degli Hemiptera. Insetti fitomizi e fitofagi.
Esercitazioni
Le attività saranno svolte in laboratorio e in campo.
English
The subjects, hereafter reported, are included in the learning area of grape cultivation and quality.
Presentation of the course and the examination
General Section
The vineyard agro-ecosystem and insects. Ecology, ethology and biological cycles.
Relations between pests, wild host plants and grapevine. Nutrition processes. Symptomatology.
Causes that may favour pest outbreaks. Sampling of populations.
Transmission of plant pathogens, such as viruses, phytoplasmas and bacteria. Relationships between pathogens and
vectors.
Insects with a high risk of introduction.
Integrated pest management. Biotechnology. Biocontrol by using symbionts.
Special Section
Systematic of Hemiptera. Plant-sucking and plant-chewing insects.
Training
The activities will be carried out in the laboratory and in the field.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
I testi base consigliati per il corso sono:
Articoli scientifici e materiale didattico (presentazioni PowerPoint) fornito dal docente verranno caricati sulla
piattaforma CampusNet.
English
The recommended basic texts for the course are:
Scientific papers and materials (PowerPoint presentations) provided by the teacher will be loaded on the platform
CampusNet.
NOTA
- 145 -
Italiano
Il corso si svolge nella sede di Asti.
English
The location of the course is Asti.
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=1nre
- 146 -
Approfondimenti di patologia viticola (Anno Accademico 2015/2016)
INSIGHTS INTO GRAPEVINE PATHOLOGY
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: INT0627
Docente:
Dott. Vanda Assunta PROTA (Affidamento esterno)
Contatti docente:
+39.079 229315, [email protected]
Corso di studio:
[f290-c511] LM - Scienze viticole ed enologiche
Anno:
2° anno
Tipologia:
C - Affine o integrativo
Crediti/Valenza:
5
SSD attvità didattica:
AGR/12 - patologia vegetale
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
PROPEDEUTICO A
Patologia della vite
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Fornire agli studenti conoscenze sulle più diffuse ampelopatie sistemiche in vivaio e pieno campo; dare loror
insegnamenti sulle metodiche di miglioramento sanitario, sulla selezione sanitaria ed il risanamento, è far acquisire
agli studenti pratiche di campo e di laboratorio per lavorare in autonomia; in tal senso si lavorerà col docente
migliortando le loro conoscenze in tal senso curando aspetti paritcolario di questi patogeni quali: sintomatologia,
diagnosi, epidemiologia, lotta preventiva e risanamento. Gli studenti acquisiranno in laboratorio tecniche
diagnostiche per migliorare lo sato sanitario applicando i metodi di selezione sanitariae di risanamento tramite
espianto meristematico valido ica per l'eradicazione dei virus della vite.
English
Give to the students knowledges aboute the most widespread grapevine sistemic diseases in nursery and in field
and give them the knowledge to improve the sanitary status, with the sanitary selection methods, and to recover
the grapevine by meristem culture. Students improve their practical knowledge regarding the most widespread
grapevine systemic disease and the course provides them concepts about major pathogen agents, as phytovirus,
phytoplasmas and their disease patterns. Further, field aspects will consist in: symptomathology, diagnosis,
epidemiology, preliminary control and sanitation. In the laboratory students will exercise diagnostic techniques in
order to improve crop sanitary status applying the sanitary selection method and to recover grapevines by
meristem culture.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
- 147 -
Lo studente dovrà raggiungere delle solide conoscenze scientifiche, con buona padronanza dei metodi scientifici,
e capacità di comprensione di problematiche legate alle ampelopatie (malattie dela vite) ed alla protezione
integrata.
English
The student will have to gain a solid scientific knowledge and be able to use scientific methods, to be able to
understand the problems connected to the grapevine diseases and the integrated plant protection .
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
English
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
In accordo con gli studenti a fine corso ci sarà una verifica con prova orale sui principali dei concetti trattati
English
In students agreement a final oral exam will evaluate the comprehension of the main concepts of the course
ESAME ORALE
ATTIVITÀ DI SUPPORTO
Italiano
Sarà approfondito lo studio dei sintomi, che verranno poi osservati direttamente in campo dagli stessi studenti,
dell'epidemiologia (trasmissione per materiale di propagazione, per vettori etc.), dell'eziologia. Si lavorerà, in
laboratorio, seguendo i protocolli operativi per una corretta diagnosi eziologica, indispensabile, negli iter di
certificazione sanitaria. Verranno anche eseguiti espianti meristematici per il risanamento da entità virali. Si eseguirà
un monitoraggio dei vettori. Si imposterà un piano di difesa anticrittogamica in base all'andamento climatico e
fenologico.
English
Deepening in symptomatology, etiology, epidemiology and crop protection. Monitoring in the field will provide a
practical idea of field diagnosy, latency and recovery phenomenons. Futher, students will exercise in laboratory
diagnostic techniques in order to detect the most dangerous grapevine pathogens (phytovirus and phytoplasmas)
and their vectors. Meristem tip culture aimed to recover grapevine and eradicate virus agents will be acquired.
Development of a disease control plan depending on weather and fenology.
PROGRAMMA
Italiano
Verranno ripresi argomento generali sulle principali affezioni descritte nel corso di Patologia viticola, in particolare
su agenti responsabili di virosi e fitoplasmosi; sarà approfondito lo studio dei sintomi, che verranno poi osservati
direttamente in campo dagli stessi studenti, dell'epidemiologia (trasmissione per materiale di propagazione, per
- 148 -
vettori etc.), dell'eziologia. Si parlerà di selezione sanitaria e clonale. Si lavorerà, in laboratorio, seguendo i
protocolli operativi per una corretta diagnosi eziologica, indispensabile, negli iter di certificazione sanitaria.
Verranno descritte ed applicate le tecniche più in uso per l'identificazione dei patogeni sistemici, alle quali gli
studenti, parteciperanno attivamente. Si riprenderanno nozioni di contenimento delle affezioni in esame:
prevenzione e miglioramento sanitario; verranno anche eseguiti espianti meristematici per il risanamento da entità
virali. Si eseguirà un monitoraggio dei vettori. Si imposterà un piano di difesa anticrittogamica in base all'andamento
climatico e fenologico.
English
General information about the grapevine sanitary status, specific information on systemic diseases (viruses and
phytoplasmas diseases) and deepening in symptomatology, etiology, epidemiology and crop protection.
Monitoring in the field will provide a practical idea of field diagnosy, latency and recovery phenomenons. Futher,
students will exercise in laboratory diagnostic techniques in order to detect the most dangerous grapevine
pathogens (phytovirus and phytoplasmas) and their vectors. Meristem tip culture aimed to recover grapevine and
eradicate virus agents will be acquired. Development of a disease control plan depending on weather and
fenology.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
- Presentazioni in PowerPoint degli argomenti trattati durante le lezione e delle immagini più significative delle più
importanti affezioni descritte.
- G. Belli. Elementi di Patologia vegetale, Piccin Ed., Padova, 2007.
English
- PowerPoint presentations of the main topics will be provide to students, focusing on images of the general notions
of the course and of the most important disease simptoms.
- G. Belli. Elementi di Patologia vegetale, Piccin Ed., Padova, 2007.
NOTA
Italiano
English
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=q2l1
- 149 -
Approfondimenti di patologia viticola (Anno Accademico 2015/2016)
ADVANCED GRAPEVINE PATHOLOGY
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: INT0608
Docente:
Prof. Piero Attilio BIANCO (Affidamento interno)
Contatti docente:
02 250316794, [email protected]
Anno:
Tipologia:
Crediti/Valenza:
5
SSD attvità didattica:
AGR/12 - patologia vegetale
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Orale
PROPEDEUTICO A
nessun esame
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Apprendere le modalità con le quali le ampelopatie causano danni alla produzione e utilizzare gli strumenti più
idonei a prevenirne l'insorgenza e a contenerne la diffusione, attraverso programmi di gestione integrata.
English
To learn how the disease causes crop loss and how to prevent its early event and spread applying suitable
integrated pest management programs.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Conoscenza delle malattie della vite, dei patogeni che le causano e delle modalità di diffusione in vigneto.
Riconoscimento dei sintomi e applicazione delle principali tecniche diagnostiche per l'identificazione dei patogeni
della vite
English
Knowledge of grapevine diseases, of their causal agents and their pattern of spread in vineyards. To recognise the
- 150 -
disease symptoms and to apply the diagnostic techniques for identification of the pathogens of grapevine
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
English
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Esame orale
English
Oral examination
Orale
ATTIVITÀ DI SUPPORTO
riconoscimento visivo delle sintomatologia della principali malattie della vite
PROGRAMMA
Italiano
Le malattie della vite: ripresa delle principali ampelopatie con particolare riferimento a quelle di carattere
epidemico.
La selezione sanitaria della vite e sua importanza per il settore vivaistico.
La diagnostica fitopatologica e le principali innovazioni tecnologiche (sierologiche e molecolari) nella individuazione
e caratterizzazione dei patogeni della vite.
Nuove acquisizioni sul controllo e la gestione delle malattie fungine: i modelli matematici e le loro applicazioni nella
gestione delle malattie della vite.
Nuove acquisizioni sul controllo e la gestione delle malattie: le nuove tecnologie in materia di prevenzione delle
malattie e utilizzo di principi attivi a contenuto impatto ambientale.
English
The diseases of grapevine: a review of the main maladies of grapevine and in particular for those with epidemic
pattern.
The sanitary selection of grapevine and its importance for the nursery industry.
The plant pathogen detection e the main innovations in serology and molecular biology for identification and
characterization of grapevine pathogens.
Novel achievements for the containment and the management of the fungal diseases: the expert systems and their
use for the disease management.
Novel achievements for the containment and the management of the diseases: new technologies and regulation
- 151 -
protocols for the disease prevention and use of chemicals of lower impact for the environment.
Italiano
elementi di gestione delle malattie della vite
English
elements of grapevine disease management
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
- Belli G. 2011. Elementi di Patologia Vegetale, Piccin editore
-Articoli e rassegne su diversi argomenti concernenti il Corso fornite dal docente
English
- Belli G. 2011. Elementi di Patologia Vegetale, Piccin editor
- Supplied review and articles concerning the topics of the course.
NOTA
Italiano
English
Mutuato da: nessun esame
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=mf6d
- 152 -
Approvvigionamento dei prodotti di origine animale per la ristorazione (Anno Accademico
2015/2016)
SUPPLY AND SAFETY OF ANIMAL FOOD
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0336
Docente:
Prof. Alberto Brugiapaglia (Affidamento interno)
Contatti docente:
+39 011 6708573, [email protected]
Corso di studio:
[f001-c703] L - Tecnologie alimentari
Anno:
3° anno
Tipologia:
B - Caratterizzante
Crediti/Valenza:
8
SSD attvità didattica:
AGR/19 - zootecnica speciale
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Fornire allo studente le conoscenze relative alla tipologia di produzione degli animali di interesse zootecnico,
all'approvvigionamento degli alimenti di origine animale, alle loro caratteristiche merceologiche e qualitative,
all'industria di trasformazione e conservazione, alla relazione tra fattori produttivi e qualità dei prodotti. Il corso ha
anche lo scopo di fornire allo studente le conoscenze necessarie per valutare la qualità degli alimenti di origine
animale mediante analisi strumentali e sensoriali.
English
The course will provide students the basic knowledge in livestock productions, supply of foods of animal origin,
quality characteristics of foods of animal origin, marketing and industry of foods of animal origin. The course will
also provide students the analytical methods useful to assess the quality of foods of animal origin.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Lo studente al termine del corso avrà acquisito le conoscenze di base relative all'allevamento ed alle caratteristiche
produttive degli animali di interesse zootecnico, all'approvvigionamento, alla conservazione e trasformazione dei
prodotti e alla qualità degli alimenti di origine animale. Lo studente dovrà inoltre conoscere i metodi di valutazione
della qualità dei prodotti di origine animale.
English
- 153 -
After finishing the course, students are expected to know the basic knowledge in livestock productions, supply and
processing of foods of animal origin and quality characteristics of foods of animal origin. The student must also know
the methods useful to assess the quality of foods of animal origin.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
Il corso consiste di 60 ore di lezione frontale e 20 ore dedicate ad esercitazioni e visite presso le industrie
alimentari. Per le lezioni frontali il docente si avvarrà di presentazioni PowerPoint. Il materiale didattico proiettato
sarà reso disponibile su carta.
English
The course consists of 60 hours of lectures and 20 hours of laboratory works and in study visits to food of animal
origin industries. For lectures the teacher will use PowerPoint presentations. Students will be provided with a hard
copy of all slides.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
La verifica dell'apprendimento sarà effettuata mediante un'interazione continua con gli studenti durante le lezioni ed
attraverso un riesame critico dei temi trattati. L'esame è orale e consiste nel somministrare al candidato tre
domande dirette a verificarne, oltre alla preparazione, la capacità di gestione/risoluzione di problemi connessi alla
qualità degli alimenti di origine animale.
English
The knowledge acquired by the students will be assessed through the continuous interaction between students and
Lecturer during lectures and by critical re-examination of the considered topics. In the oral examination students are
expected to answer three questions related to quality problems of foods of animal origin and how to prevent/solve
them.
ATTIVITÀ DI SUPPORTO
Italiano
Presentazioni in PowerPoint, Filmati, Articoli di riviste scientifiche, Libri di testo.
English
Power Point Slides, Films, Scientific Publications, Recommended Books.
PROGRAMMA
Italiano
Gli argomenti del corso si inseriscono nell'area di apprendimento qualità e sicurezza dei prodotti di origine animale
e hanno collegamenti con altre discipline dell'area.
L'approvvigionamento dei prodotti di origine animale. Il consumo degli alimenti di origine animale. La produzione e
la commercializzazione degli alimenti di origine animale. Le fonti dell'approvvigionamento: allevamenti (bovini, ovicaprini, suini, avicoli e cunicoli). Le filiere produttive degli alimenti di origine animale. La carne bovina, ovina,
- 154 -
caprina, suina e avicunicola. Qualità nutrizionale, tecnologica e organolettica della carne. Industria delle carni.
Classificazione delle carcasse e delle carni. Conservazione della carne. Industria salumiera. Il latte bovino e
ovicaprino. Qualità nutrizionale, tecnologica e organolettica del latte. Risanamento e trattamenti tecnologici del
latte. Industria lattiero casearia. I prodotti del caseificio. Il pesce e i prodotti ittici. Qualità nutrizionale, tecnologica e
organolettica dei prodotti della pesca. Conservazione e trasformazione dei prodotti ittici. Le uova e gli ovoprodotti.
Qualità nutrizionale, tecnologica e organolettica delle uova. Conservazione e trasformazione delle uova. Il miele e i
prodotti dell'alveare. Qualità nutrizionale, tecnologica e organolettica del miele e dei prodotti dell'alveare.
Legislazione degli alimenti di origine animale. Valutazione della qualità degli alimenti di origine alimentare. Analisi
strumentali e sensoriali dei prodotti di origine animale.
English
The topics of the course are part of quality and safety of foods of animal origin and are linked to other subjects of
the area. Supply of foods of animal origin. Consumption of foods of animal origin. Production and marketing of foods
of animal origin. Foods of animal origin supply chains. Livestock supply: cattle, sheep, goat, pigs, poultry and rabbits.
Nutritional, organoleptic and technological qualities of meat (beef, lamb, goat, pork, poultry and rabbit). Meat and
meat products industry. Beef, lamb and pork carcass grading and meat cuts. Meat storage. Cow, sheep and goat
milk. Nutritional, technological and organoleptic qualities of milk. Milk treatments. Milk and dairy products industry.
Fish and fish products. Nutritional, technological and organoleptic qualities of fish and fish products. Fish and fish
products storage and processing. Eggs and egg products. Nutritional, technological and organoleptic qualities of
eggs. Eggs storage and processing. Honey and hive products quality. Nutritional, technological and organoleptic
qualities of honey and hive products. Foods of animal origin laws and marketing regulations. Quality evaluation of
foods of animal origin. Instrumental and sensory analysis of foods of animal origin.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Warriss P.D. Meat Science, CABI Publishing, Wallingford, UK, 2000. Lawrie R.A. Scienza della carne, Edagricole,
Bologna, 1983.
Corradini C. Chimica e tecnologia del latte, Tecniche Nuove, Milano, 1995. Alais C. Scienza del latte. Tecniche
Nuove, Milano 1988.
Sauver B. Reproduction des volailles et production doeufs. INRA, 1988.Hus H. Quality and quality changes in fresh
fish. FAO, Rome, 1995.
Persano Oddo L., Piana L., Sabatini A.G. Conoscere il miele. Guida all'analisi sensoriale. Avenue Media Bologna,
1995.
Cabras P., Tuberoso C.I.G. Analisi dei prodotti alimentari. Piccin, Padova, 2014.
Società Italiana di Scienze Sensoriali. Atlante sensoriale dei prodotti alimentari. Tecniche Nuove, Milano, 2012.
Il materiale didattico proiettato sarà reso disponibile su carta.
English
Warriss P.D., Meat Science, CABI Publishing, Wallingford, UK, 2000.
Lawrie R.A., Scienza della carne, Edagricole, Bologna, 1983.
Corradini C., Chimica e tecnologia del latte, Tecniche Nuove, Milano, 1995.
- 155 -
Alais C. Scienza del latte. Tecniche Nuove, Milano 1988.
Sauver B. Reproduction des volailles et production doeufs. INRA, 1988.
Hus H. Quality and quality changes in fresh fish. FAO, Rome, 1995.
Persano Oddo L., Piana L., Sabatini A.G. Conoscere il miele. Guida all'analisi sensoriale. Avenue Media, Bologna,
1995.
Cabras P., Tuberoso C.I.G. Analisi dei prodotti alimentari. Piccin, Padova, 2014.
Società Italiana di Scienze Sensoriali. Atlante sensoriale dei prodotti alimentari. Tecniche Nuove, Milano, 2012.
PowerPoint lessons will be provided as a hard copy.
NOTA
Italiano
Il corso si svolge a Grugliasco.
English
The location of the course is Grugliasco.
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=g2bo
- 156 -
Approvvigionamento, qualità e trasformazione dei prodotti di origine animale (Anno
Accademico 2015/2016)
SUPPLY, QUALITY AND PROCESSING OF ANIMAL PRODUCTS
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0313
Docente:
Prof. Alberto Brugiapaglia (Affidamento interno)
Contatti docente:
+39 011 6708573, [email protected]
Corso di studio:
[f001-c502] LM - Scienze zootecniche
Anno:
1° anno
Tipologia:
B - Caratterizzante
Crediti/Valenza:
8
SSD attvità didattica:
AGR/19 - zootecnica speciale
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Fornire allo studente gli elementi necessari per la conoscenza degli aspetti connessi con l'approvvigionamento,
l'industria di trasformazione, la qualità e la valutazione della qualità degli alimenti di origine animale, nonché dei
fattori di filiera che influenzano la qualità dei prodotti.
English
Students are required to study in depth the supply chain of foods of animal origin, the quality and quality evaluation
of the foods of animal origin, as well as the factors influencing the products quality.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Lo studente al termine del corso avrà acquisito le conoscenze necessarie per affrontare criticamente i problemi
riguardanti l'approvvigionamento, l'industria di trasformazione e di conservazione, la qualità e la valutazione della
qualità degli alimenti di origine animale.
English
After finishing the course, students are expected to critically analyse the problems concerning the supply chain of
foods of animal origin, the foods conservation and processing industry, the quality and quality evaluation of the
foods of animal origin.
- 157 -
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
Il corso consiste di 60 ore di lezione frontale e 20 ore dedicate ad esercitazioni e visite presso le industrie
alimentari. Per le lezioni frontali il docente si avvarrà di presentazioni PowerPoint. Il materiale didattico proiettato
sarà reso disponibile su carta.
English
The course consists of 60 hours of lectures and 20 hours of laboratory works and in study visits to food of animal
origin industries. For lectures the teacher will use of PowerPoint presentations. Students will be provided with a
hard copy of all slides.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
La verifica dell'apprendimento sarà effettuata mediante un'interazione continua con gli studenti durante le lezioni ed
attraverso un riesame critico dei temi trattati. L'esame è orale e consiste nel somministrare al candidato tre
domande dirette a verificarne, oltre alla preparazione, la capacità di gestione/risoluzione di problemi connessi alla
qualità degli alimenti di origine animale.
English
The knowledge acquired by the students will be assessed through the continuous interaction between students and
Lecturer during lectures and by a critical re-examination of the considered topics. In the oral examination students
are expected to answer three questions related to quality problems of foods of animal origin and how to
prevent/solve them.
ATTIVITÀ DI SUPPORTO
Italiano
Presentazioni in PowerPoint, Filmati, Articoli di riviste scientifiche, Libri di testo.
English
Power Point Slides, Films, Scientific Publications, Recommended Books.
PROGRAMMA
Italiano
I contenuti del corso rientrano nell'area di apprendimento delle produzioni animali ed hanno collegamenti con altre
discipline dell'area. Richiedono conoscenze nelle discipline di base. L'approvvigionamento dei prodotti di origine
animale. La produzione, la commercializzazione ed il consumo degli alimenti di origine animale. Le filiere produttive
degli alimenti di origine animale. La carne bovina, ovina, caprina, suina e avicunicola. Qualità nutrizionale,
tecnologica e organolettica della carne. Fattori ante e post-mortem che influenzano la qualità della carne. Industria
delle carni. Tecniche di macellazione. Classificazione delle carcasse e delle carni. Conservazione e trasformazione
della carne. Tecniche di confezionamento. Industria salumiera. Tracciabilità ed etichettatura dei prodotti carnei. Il
latte bovino e ovicaprino. Qualità nutrizionale, tecnologica e organolettica del latte. Fattori endogeni ed esogeni che
influenzano la qualità del latte. Industria lattiero casearia. Risanamento e trattamenti tecnologici del latte. I prodotti
del caseificio. Tracciabilità ed etichettatura dei prodotti lattiero caseari. Il pesce e i prodotti ittici. Qualità
- 158 -
nutrizionale, tecnologica e organolettica dei prodotti della pesca. Fattori che influenzano la composizione e la
qualità dei prodotti ittici provenienti da attività di pesca o di allevamento. Conservazione e trasformazione dei
prodotti ittici. Tracciabilità ed etichettatura dei prodotti ittici. Le uova e gli ovoprodotti. Qualità nutrizionale,
tecnologica e organolettica delle uova. Fattori che influenzano la qualità delle uova. Conservazione e trasformazione
delle uova. Tracciabilità ed etichettatura delle uova. Il miele e i prodotti dell'alveare. Qualità nutrizionale,
tecnologica e organolettica del miele e dei prodotti dell'alveare. Fattori che influenzano la composizione e la qualità
del miele. Etichettatura e commercializzazione del miele. Disposizioni legislative che regolano la produzione.
Valutazione della qualità degli alimenti di origine alimentare. Analisi strumentali e sensoriali dei prodotti di origine
animale.
English
The topics of the course are part of the area of animal production and are linked to the other topics of the area.
They require knowledge of the preparatory courses. Foods of animal origin supply chains. Production, market and
consumption of food of animal origin. Meat and meat products. Nutritional, organoleptic and technological qualities
of meat (beef, lamb, goat, pork, poultry and rabbit). Ante-mortem and post-mortem factors that affect meat quality.
Meat and meat products industry. Slaughter techniques. Beef, lamb and pork carcass grading and meat cuts. Meat
storage and preservation. Traceability and labeling system of meat. Cow, sheep and goat milk. Nutritional,
technological and organoleptic qualities of milk. Endogenous and exogenous factors that affect milk quality. Milk and
dairy products industry. Milk preservation. Traceability and labeling system of milk. Fish and fish products.
Nutritional, technological and organoleptic qualities of fish and fish products. Factors affecting fish composition and
fish quality from fishing or farming. Fish and fish products storage and processing. Seafood industry. Traceability and
labeling system of fish. Eggs and egg products. Nutritional, technological and organoleptic qualities of eggs. Factors
affecting egg quality. Eggs storage and processing. Traceability and labeling system of eggs. Honey and hive
products. Nutritional, technological and organoleptic qualities of honey and hive products. Factors influencing
honey composition and quality. Foods of animal origin laws and marketing regulations. Quality evaluation of foods of
animal origin. Instrumental and sensory analysis of foods of animal origin.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Warriss P.D. Meat Science, CABI Publishing, Wallingford, UK, 2000.
Lawrie R.A. Scienza della carne, Edagricole, Bologna, 1983.
Kerry J., Kerry J., Ledward D. Meat processing, CRC Press, 2005.
Corradini C. Chimica e tecnologia del latte, Tecniche Nuove, Milano, 1995.
Alais C. Scienza del latte. Tecniche Nuove, Milano 1988.
Sauver B. Reproduction des volailles et production doeufs. INRA, 1988.
Hus H. Quality and quality changes in fresh fish. FAO, Rome, 1995.
Persano Oddo L., Piana L., Sabatini A.G. Conoscere il miele. Guida all'analisi sensoriale. Avenue Media Bologna,
1995.
Cabras P., Tuberoso C.I.G. Analisi dei prodotti alimentari. Piccin, Padova, 2014.
Società Italiana di Scienze Sensoriali. Atlante sensoriale dei prodotti alimentari. Tecniche Nuove, Milano, 2012.
Il materiale didattico proiettato sarà reso disponibile su carta.
- 159 -
English
Warriss P.D., Meat Science, CABI Publishing, Wallingford, UK, 2000.
Lawrie R.A., Scienza della carne, Edagricole, Bologna, 1983.
Kerry J., Kerry J., Ledward D. Meat processing, CRC Press, 2005.
Corradini C., Chimica e tecnologia del latte, Tecniche Nuove, Milano, 1995.
Alais C. Scienza del latte. Tecniche Nuove, Milano 1988.
Sauver B. Reproduction des volailles et production doeufs. INRA, 1988.
Hus H. Quality and quality changes in fresh fish. FAO, Rome, 1995.
Persano Oddo L., Piana L., Sabatini A.G. Conoscere il miele. Guida all'analisi sensoriale. Avenue Media, Bologna,
1995.
Cabras P., Tuberoso C.I.G. Analisi dei prodotti alimentari. Piccin, Padova, 2014.
Società Italiana di Scienze Sensoriali. Atlante sensoriale dei prodotti alimentari. Tecniche Nuove, Milano, 2012.
PowerPoint lessons will be provided as a hard copy.
NOTA
Italiano
Il corso si svolge presso la sede di Grugliasco.
English
The location of the course is Grugliasco.
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=fcml
- 160 -
Arboricoltura (Anno Accademico 2015/2016)
ARBORICULTURE
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0113
Docente:
Prof. Cristiana PEANO (Affidamento interno)
Contatti docente:
0116708660, [email protected]
Corso di studio:
[f001-c717] L - Scienze e tecnologie agrarie
Anno:
3° anno
Tipologia:
B - Caratterizzante
Crediti/Valenza:
8
SSD attvità didattica:
AGR/03 - arboricoltura generale e coltivazioni arboree
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Illustrare i principali scenari, le problematiche e il ruolo dell'arboricoltura a livello internazionale e locale. Fare
conoscere le influenze reciproche e le relazioni tra colture arboree e ambiente. Fornire le basi scientifiche e
tecniche sulla gestione dei sistemi frutticoli, con riferimento agli aspetti morfologici, fisiologici ed agronomici.
Descrivere le tecniche frutticole per l'ottenimento di produzioni di qualità delle principali specie coltivate dei climi
temperati.
English
To describe the main scenarios, problems andimportance of arboriculture at international and local level. To clear
the influences and relations between arboriculture and environment. To give scientific and technical information on
orchard management .To describe the main agro techniques. to obtain quality productions of fruit and nut species of
the temperate zone.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Conoscere gli scenari e le problematiche dell'arboricoltura e dei principali sistemi frutticoli. Acquisire gli elementi
fondamentali di tecnica frutticola.
- 161 -
English
To know scenarios and problems concerning arboriculture and the main orchard systems. To acquire the
fundamental agrotechniques regarding fruit growing.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
Il corso consiste di 60 ore di lezione frontale e 20 ore dedicate a attività di laboratorio e visite sul territorio. Per le
lezioni frontali il docente si avvale di presentazioni e slide che sono a disposizione degli studenti.
English
The course consists of 60 hours of lectures and 20 hours devoted to laboratory work and visits. For lectures the
teacher makes use of presentations and slides that are available to students.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
saranno effettuate verifiche orali. Il colloquio orale finale (esame) prevede la verifica della capacità di
ragionamento e di collegamento tra le conoscenze acquisite.
English
oral tests will verify the learning process. The final evaluation will take a penalty for each question wrong.
PROGRAMMA
Italiano
Introduzione al corso, aree geografiche di coltura delle piante arboree, statistiche nazionali e mondiali.
Inquadramento agronomico, pomologico e sistematico delle specie arboree ed arbustive coltivate.
Organografia. Apparato ipogeo: funzioni e sviluppo, estensione. Apparato epigeo: fusto, chioma, branche,
rami, gemme, foglie, fiori e frutti.
Ciclo annuale della pianta. Accrescimento dei germogli e dominanza apicale. Accrescimento e sviluppo delle
piante. Stadio giovanile, adulto e di senescenza. Dormienza e fabbisogno in freddo
Ciclo di fruttificazione. Induzione e differenziazione a fiore. Fecondazione. Colatura. Partenocarpia. Sterilità.
Allegagione. Cascola. Accrescimento dei frutti. Climaterio e maturazione.
Clima e piante arboree. Effetti di temperatura e umidità. Avversità climatiche e difesa.
Suolo e piante arboree. Ruolo degli elementi minerali. Esigenze nutrizionali e idriche.
Riproduzione: dormienza e germinazione dei semi; trattamenti per favorire la germinazione.
Propagazione vegetativa: talea. Interventi per favorire la radicazione (mist, fog, riscaldamento basale,
fitoregolatori). Propaggine e margotta. Micropropagazione.
Innesto: istogenesi. Affinità e disaffinità. Influenza tra i bionti. Tipi di innesto. Cura alle piante innestate.
Reinnesto. Generalità sui portinnesti.
&n bsp;
Tecnica colturale: impianto e gestione dell'arboreto. Vocazione ambientale. Progettazione e impianto, sesti,
architettura della pianta e dell'arboreto.
Fabbisogni nutritivi. Diagnostica fogliare. Fabbisogni idrici delle piante arboree. Effetti dell'acqua sulla
produttività delle piante e sulla qualità dei frutti. Stress idrici.
& nbsp;
Principi di potatura. Tipi di potatura. Potatura di formazione e di produzione. Forme di allevamento.
- 162 -
Gestione del suolo. Inerbimento. Pacciamatura.
Raccolta. Determinazione dell'epoca con l'uso di indici di maturazione.
Tecniche di raccolta manuale, meccanica, agevolata. Conservazione del prodotto.
Rosacee da frutto maggiori: melo, pero, pesco, susino, ciliegio, albicocco. Frutta secca: mandorlo, nocciolo,
noce, castagno, pistacchio.
Piccoli frutti: lampone, rovo, ribes, mirtillo. Fruttiferi minori
Visite tecniche ad impianti specializzati.
English
Introduction to the course, species distribution, production areas and statistics
Species and varieties: systematic
Botany: physiology, flowering, pollination and fruit set, fruit growth and thinning
General environment and climate
Establishing the planting: spacing and layout
Cultural practices: soil plant complex, nutrient availability, fertilizer practice, irrigation, mulching
Plant efficiency: growth and yield
Crop maturity, harvest, post harvest storage, nutritional value
Species description: major pome and stone fruits
Nuts: almond, hazelnut, walnut, chestnut, pistachio
Berryfruit and minor fruit species
Technical visits
Italiano
Introduzione al corso, aree geografiche di coltura delle piante arboree, statistiche nazionali e mondiali.
Inquadramento agronomico, pomologico e sistematico delle specie arboree ed arbustive coltivate.
Organografia. Apparato ipogeo: funzioni e sviluppo, estensione. Apparato epigeo: fusto, chioma, branche,
rami, gemme, foglie, fiori e frutti.
Ciclo annuale della pianta. Accrescimento dei germogli e dominanza apicale. Accrescimento e sviluppo delle
piante. Stadio giovanile, adulto e di senescenza. Dormienza e fabbisogno in freddo
Ciclo di fruttificazione. Induzione e differenziazione a fiore. Fecondazione. Colatura. Partenocarpia. Sterilità.
Allegagione. Cascola. Accrescimento dei frutti. Climaterio e maturazione.
Clima e piante arboree. Effetti di temperatura e umidità. Avversità climatiche e difesa.
Suolo e piante arboree. Ruolo degli elementi minerali. Esigenze nutrizionali e idriche.
Riproduzione: dormienza e germinazione dei semi; trattamenti per favorire la germinazione.
Propagazione vegetativa: talea. Interventi per favorire la radicazione (mist, fog, riscaldamento basale,
fitoregolatori). Propaggine e margotta. Micropropagazione.
Innesto: istogenesi. Affinità e disaffinità. Influenza tra i bionti. Tipi di innesto. Cura alle piante innestate.
Reinnesto. Generalità sui portinnesti.
&n bsp;
Tecnica colturale: impianto e gestione dell'arboreto. Vocazione ambientale. Progettazione e impianto, sesti,
architettura della pianta e dell'arboreto.
Fabbisogni nutritivi. Diagnostica fogliare. Fabbisogni idrici delle piante arboree. Effetti dell'acqua sulla
produttività delle piante e sulla qualità dei frutti. Stress idrici.
& nbsp;
Principi di potatura. Tipi di potatura. Potatura di formazione e di produzione. Forme di allevamento.
Gestione del suolo. Inerbimento. Pacciamatura.
Raccolta. Determinazione dell'epoca con l'uso di indici di maturazione.
Tecniche di raccolta manuale, meccanica, agevolata. Conservazione del prodotto.
Rosacee da frutto maggiori: melo, pero, pesco, susino, ciliegio, albicocco. Frutta secca: mandorlo, nocciolo,
noce, castagno, pistacchio.
- 163 -
Piccoli frutti: lampone, rovo, ribes, mirtillo. Fruttiferi minori
Visite tecniche ad impianti specializzati.
English
Introduction to the course, species distribution, production areas and statistics
Species and varieties: systematic
Botany: physiology, flowering, pollination and fruit set, fruit growth and thinning
General environment and climate
Establishing the planting: spacing and layout
Cultural practices: soil plant complex, nutrient availability, fertilizer practice, irrigation, mulching
Plant efficiency: growth and yield
Crop maturity, harvest, post harvest storage, nutritional value
Species description: major pome and stone fruits
Nuts: almond, hazelnut, walnut, chestnut, pistachio
Berryfruit and minor fruit species
Technical visits
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Baldini E. - Arboricoltura generale. Ed. Clueb,Bologna.
AA., VV.- Frutticoltura generale e speciale. REDA, Roma.
Rieger M. - Introduction to fruit crops. Haworth Food & Agricultural Products Press.New York,London, Oxford., 2006.
Sansavini S - Nuove frontiere dell'arboricoltura italiana, 2007.
Sansavini S., Costa G., Gucci R., Inglese P., Ramina A., Xiloyannis C. – Arboricoltura generale. Pàtron Editore,
Bologna, 2012.
Sansavini S., Ranalli P. – Manuale di ortofrutticoltura. Innovazioni tecnologiche e prospettive di mercato. Edagricole,
2012.
English
Baldini E. - Arboricoltura generale. Ed. Clueb,Bologna.
AA., VV.- Frutticoltura generale e speciale. REDA, Roma.
Rieger M. - Introduction to fruit crops. Haworth Food & Agricultural Products Press.New York,London, Oxford., 2006.
Sansavini S - Nuove frontiere dell'arboricoltura italiana, 2007.
Sansavini S., Costa G., Gucci R., Inglese P., Ramina A., Xiloyannis C. – Arboricoltura generale. Pàtron Editore,
Bologna, 2012.
Sansavini S., Ranalli P. – Manuale di ortofrutticoltura. Innovazioni tecnologiche e prospettive di mercato. Edagricole,
2012.
- 164 -
NOTA
Italiano
English
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=c0cb
- 165 -
Arboricoltura ornamentale (Anno Accademico 2015/2016)
ORNAMENTAL ARBORICULTURE
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0325
Docente:
Prof. Gabriele Loris BECCARO (Affidamento interno)
Contatti docente:
011 6708802, [email protected]
Corso di studio:
[f001-c717] L - Scienze e tecnologie agrarie
Anno:
3° anno
Tipologia:
B - Caratterizzante
Crediti/Valenza:
8
SSD attvità didattica:
AGR/03 - arboricoltura generale e coltivazioni arboree
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Fornire le nozioni fondamentali per la scelta e la gestione delle specie arboree ornamentali, comunemente
impiegate in parchi, giardini ed alberate.
English
To give the basic information on the choice and the agrotechniques of ornamentale tree species, commonly used in
parks and gardens.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Lo studente dovrà essere in grado di riconoscere le principali specie arboree di interesse ornamentale e
paesaggistico nonché il loro impiego e le loro esigenze ai fini della progettazione di parchi e giardini.
English
The student will learn to recognize the main ornamental tree species and their use in the planning of parks and
gardens.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
- 166 -
Italiano
Didattica frontale e di campo
English
In-room and in-field lessons
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Saranno effettuate periodiche verifiche orali e scritte
English
different evaluation moments will test the efficacy of the learning
PROGRAMMA
Italiano
Introduzione al corso
Inquadramento morfologico e fisiologico delle specie arboree ed arbustive
Organografia. Apparato ipogeo: funzioni e sviluppo, estensione. Apparato epigeo: fusto, chioma, branche,
rami, gemme, foglie, fiori e frutti.
Ciclo annuale della pianta. Dal germogliamento alla caduta delle foglie. Dormienza e fabbisogno in freddo.
Accrescimento dei germogli e dominanza apicale. Accrescimento e sviluppo delle piante. Stadio giovanile,
adulto e di senescenza.
Piante arboree e paesaggio.
Botanica sistematica delle specie arboree di interesse ornamentale
Tecnica colturale
Terreno e specie arboree: interpretazione delle analisi del terreno, preparazione del terreno,
concimazione di fondo e di mantenimento.
Esigenze idriche ed irrigazione delle piante arboree. Elementi di progettazione degli impianti irrigui.
La potatura: definizioni generali e fisiologia. Modalità di esecuzione dei tagli. La potatura in ambiente
urbano: latifoglie arboree decidue e sempreverdi, conifere e arbusti. Strumenti e tecniche di potatura;
cestelli e tree climbing.
Impiego delle specie arboree nella progettazione del verde urbano.
Gli alberi in ambiente urbano: sesti d'impianto, distanze di sicurezza e gestione del suolo, interventi
ordinari e straordinari di gestione, controllo della stabilità delle alberate. Gli arbusti e le siepi in ambiente
urbano.
Scelta e corretto utilizzo delle specie in funzione della tipologia di verde: parametri per la scelta.
Cenni sulla progettazione di viali e piazzali alberati, aree verdi autostradali, arboreti.
Organizzazione vivaistica e propagazione. Il materiale vivaistico.
Visita a parchi e giardini.
English
Introduction
- 167 -
Morphology and physiology of trees and shrubs
Organography. Roots development and functions, tree morphology.
Tree life cycle. Dormancy and winter chilling requirement. Development of the plant.
Trees and landscape.
Botany and classification of ornamental trees.
Agrotechnique.
Soil/plant complex: soil analysis, field preparation, nutrient availability.
Water requirement and irrigation.
Pruning: definition and physiology. Tree training in the urban environment. Pruning techniques and tree
climbing.
The tree in the urban environment.
Plantation distances, soil management, tree care. Shrubs in the urban environment.
Choice of the species: parameters.
Planning the tree areas into urban and periurban environment.
Nursery and propagation.
Visit to nurseries and growers.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
AAVV Arboricoltura generale, 532 pp. Patron Editore, Bologna, 2012
D. Giorgi. Il giardino: manuale di progettazione. Dario Flacovio Editore, Palermo, 2009
A. Toccolini. Piano e progetto di area verde. Maggioli editore, 2007.
C. Vezzosi, Vivaistica ornamentale, Edagricole, Bologna, 1998.
English
AAVV Arboricoltura generale, 532 pp. Patron Editore, Bologna, 2012
D. Giorgi. Il giardino: manuale di progettazione. Dario Flacovio Editore, Palermo, 2009
A. Toccolini. Piano e progetto di area verde. Maggioli editore, 2007.
C. Vezzosi, Vivaistica ornamentale, Edagricole, Bologna, 1998.
NOTA
Italiano
English
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=ymo1
- 168 -
Aspetti applicativi delle biotecnologie vegetali (Anno Accademico 2015/2016)
Applied plant biotechnologies
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: INT0520
Docente:
Prof. Roberto BOTTA (Affidamento interno)
Contatti docente:
0116708800, [email protected]
Anno:
Tipologia:
Crediti/Valenza:
6
SSD attvità didattica:
AGR/03 - arboricoltura generale e coltivazioni arboree
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Scritto ed orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Fornire allo studente conoscenze sui principali aspetti applicativi delle biotecnologie con particolare riferimento al
miglioramento genetico e allo studio delle specie arboree da frutto.
Fornire allo studente conoscenze sulle basi genetiche di caratteri di interesse e delle principali strategie
biotecnologiche per ottenere piante con caratteri migliorati.
English
To provide knowledge on the main practical aspects of biotechnologies with particular attention to breeding and
studying fruit and nut crops.
To provide knowledge on the genetic bases of traits of interest and of the main strategies to obtain plants with
improved characters.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Conoscenze sulle applicazioni delle biotecnologie al miglioramento genetico e allo studio delle specie vegetali con
particolare riferimento a quelle arboree da frutto
English
Knowledge on the application of biotechnologies to breeding and study of plant species with particular attention to
fruit and nut tree species
- 169 -
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
Tradizionale
English
Traditional
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
L'esame sarà orale e prevede in linea di massima 3 domande su argomenti diversi; il docente potrà fare ulteriori
domande qualora questo fosse necessario per la miglior valutazione della preparazione dello studente. Ogni
domanda avrà uguale peso ai fini della formazione del voto finale.
English
Oral test. As general rule the exam is based on 3 questions on different arguments; the teacher may ask further
questions in case this is considered necessary for the most appropriate evaluation of the student. Each question will
have the same weight for the attribution of the final mark.
PROGRAMMA
Italiano
Il corso fa interamente riferimento all'Area Formativa Biotecnologica
Introduzione alla materia: principali applicazioni, sviluppi e prospettive delle biotecnologie per le specie arboree da
frutto.
Le tecniche di coltura in vitro: principi generali, micropropagazione, morfogenesi in vitro, coltura di protoplasti,
fusione somatica, ottenimento di aploidi. Interesse applicativo di queste tecniche. La trasformazione genetica nelle
piante arboree da frutto, sintesi delle tecniche.
Applicazioni biotecnologiche dei marcatori molecolari: caratterizzazione genetica di cultivar, specie e cloni;
riconoscimento varietale e delle produzioni; realizzazione di mappe; selezione assistita con marcatori (MAS).
Basi genetiche e modificazioni dell'habitus vegeto-produttivo della pianta; interventi per modificare le dimensioni
della pianta e la rizogenesi. Conoscenze genetiche sui meccanismi che portano alla fioritura e alla fruttificazione ed
interventi che permettono il superamento della giovanilità e delle barriere di autoincompatibilità fiorale. Interventi
per modificare il contenuto in lignina per le applicazioni industriali del legno. Strategie per favorire l'assorbimento e
la traslocazione degli elementi minerali per la migliore utilizzazione delle risorse minerali e la biofortificazione.
Modificazioni genetiche del sistema fotosintetico C3 e dei meccanismi di traslocazione ed accumulo dei fotosintetati
per aumentare la produttività delle colture.
Basi genetiche della qualità e modificazioni per migliorare le caratteristiche del frutto per quanto riguarda: profilo
aromatico, contenuto in vitamina C, colore e sostanze di interesse nutraceutico, tessitura, contenuto in acidi
organici e zuccheri, apirenia, imbrunimento ossidativo. Interventi per variare l'andamento della maturazione del
frutto: riduzione e soppressione della sintesi di etilene. Allergeni vegetali e prospettive per la loro eliminazione
tramite l'ingegneria genetica.
English
Main applications, developments and perspectives of fruit crops biotechnologies.
- 170 -
In vitro techniques and gene transfer in fruit tree species. Micropropagation, ovule and protoplast culture, somatic
hybridization, obtaining aploids, morphogenesis (organogenesis, somatic embryogenesis).
Applications and uses of molecular markers: genetic characterization of cultivars, species, clones; cultivar and crop
identification; linkage map construction; marker assisted selection (MAS).
Genetic bases and modifications of the vegetative and productive tree habit; interventions and studies for
overcoming self-incompatibility and juvenility and for changing tree habit and rooting ability. Modifications of the
lignin content for industrial applications. Strategies for improving the uptake and translocation of mineral elements
for an optimal use of mineral resources in soil and for biofortification. Genetic engineering of the photosintetic
system C3 and of mechanisms of translocation and storage of photosynthates to increase crop yield.
Genetic bases of quality and modifications for improving fruit and nut quality traits: aroma, vitamin C content, pulp
texture and softening, organic acids and sugars content, colour and antioxidant properties, browning aptitude,
seedlessness. Genetic bases and modifications for controlling the ethylene methabolism and the ripening process.
Allergenes in plants and perspectives of their elimination in food by genetic engineering.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Articoli e slides forniti del docente
Altman A., Hasegawa P.M. 2012. Plant biotechnology and Agriculture. Academic Press
Slater A., Scott W.N., Fowler M.R. 2008 Plant Biotechnology: the genetic manipulation of plants. Oxford University
Press.
AAVV 2012. Arboricoltura generale, Patron ed. Bologna
English
NOTA
Italiano
English
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=kpf3
- 171 -
Aspetti normativi ed etici delle applicazioni biotecnologiche
LEGAL AND ETHICAL ASPECTS OF BIOTECHNOLOGY APPLICATIONS
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: INT0529
Docente:
Prof. Armando GIUFFRIDA (Contratto)
Contatti docente:
[email protected]
Corso di studio:
[f056-c502] LM - Biotecnologie vegetali
Anno:
1° anno 2° anno
Tipologia:
B - Caratterizzante
Crediti/Valenza:
6
SSD attvità didattica:
IUS/14 - diritto dell'unione europea
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Il corso si propone di offrire le basi conoscitive del diritto pubblico interno, internazionale ed europeo, con
particolare riferimento ai profili giuridici ed etici connessi alla brevettabilità delle applicazioni biotecnologiche.
English
The course provide the basic knowledge of the Italian administrative law, European and international level, with
special reference to the legal and ethical issues related to the patentability of biotechnological applications.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
L'obiettivo formativo è quello di offrire allo studente, non giurista, la conoscenza dei principi fondamentali del diritto
pubblico interno, internazionale e comunitario, con particolare riferimento ai profili giuridici ed etici connessi alla
brevettabilità delle applicazioni biotecnologiche.
English
The educational aim is to provide the student, not jurist, knowledge of the basic knowledge of the Italian
administrative law, European and international level, with special reference to the legal and ethical issues related to
the patentability of biotechnological applications
- 172 -
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
English
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Modalità di verifica/esame: orale. Per i frequentanti sono altresì previste esercitazioni scritte di verifica degli
apprendimenti maturati in itinere da svolgere durante le lezioni.
English
Assessment methods/examination: oral
PROGRAMMA
Italiano
A)
Prima unità didattica:
Elementi di teoria generale del diritto e di etica giuridica:
-
Il concetto di "diritto" e le sue partizioni: diritto privato e diritto pubblico; diritto oggettivo e diritto soggettivo.
Norme giuridiche e norme metagiuridiche: a) norme morali, religiose, di galateo, deontologiche e tecniche; b)
gli elementi costitutivi delle norme (precetto e sanzione); le caratteristiche delle norme giuridiche: generalità,
astrattezza, le c.d. norme ad personam.
-
L'illecito: illeciti penali, civili, amministrativi e i relativi profili di responsabilità.
Gli "illeciti" metagiuridici, di ordine morale e religioso. Giusnaturalismo e positivismo giuridico. Il rapporto
spesso complesso tra diritto e morale: la disobbedienza civile e l'obiezione di coscienza.
Libertà, diritti e doveri delle coscienze: a) obiezione di coscienza e diritti della democrazia (art. 9 Cedu;
esemplificazione: il servizio militare obbligatorio; l'interruzione della gravidanza; il giuramento in giudizio; l'obiezione
fiscale; le prescrizioni alimentari religiose, ecc.); b) Diritti e doveri della coscienza (il "modo di essere" della
persona; il diritto all'identità personale; giuridicizzazione dell'etica ed eticizzazione del diritto); c) la coscienza e il
corpo (rifiuto di trattamenti sanitari, sciopero della fame e della sete, eutanasia e accanimento terapeutico e altre
frontiere della bioetica e della manipolazione genetica); d) Coscienza e biodiritto: il tema dell'autodeterminazione
sanitaria e dell'alleanza terapeutica tra medico e paziente)
B)
Seconda unità didattica:
La libertà di ricerca in Italia secondo i dettami della Costituzione italiana:
Profili evolutivi nei rapporti tra scienza e società, con riferimento alle prime garanzie costituzionali in favore
della liberà di scienza.
- 173 -
La libertà di ricerca scientifica nella Costituzione italiana e nell'ordinamento comunitario: ermeneutica degli
artt. 9 e 33 della Costituzione italiana.
I limiti alla libertà di scienza: limiti generali e limiti speciali: a) il rispetto della dignità umana; b) il rispetto della
libertà personale e le ragioni di tutela della sicurezza pubblica; c) la tutela della salute ex art. 32 Cost.; d) i diritti di
proprietà intellettuale.
C)
Terza unità didattica:
La proprietà industriale:
Introduzione al diritto industriale: le fonti (individuazione delle fonti interne, europee e internazionali); i
concetti di azienda, impresa e imprenditore; le tipologie di imprenditori, in particolare l'imprenditore agricolo; i
segni distintivi dell'azienda, con particolare riguardo al marchio.
La proprietà industriale: le fonti normative di riferimento; il concetto di invenzione industriale e differenza dalla
scoperta; requisiti di brevettabilità delle invenzioni industriali; iter procedimentale di brevettazione dell'invenzione.
La disciplina speciale per la brevettazione delle invenzioni biotecnologiche: a) i concetti giuridici di "materiale
biologico", di "procedimento microbiologico" e di "nuova varietà vegetale"; b) iter amministrativo di brevettabilità,
con particolare riferimento alla brevettazione delle nuove varietà vegetali secondo le disposizioni del Codice della
proprietà industriale; c) la vexata quaestio sulla brevettabilità di parti del corpo umano e il regime giuridico di
riferimento.
Richiami ai prodotti alimentari ottenuti con metodo biologico: agricoltura biologica e diritto (quadro normativo
di riferimento in materia di produzione biologica vegetale e animale, di trasformazione dei prodotti biologici e di
etichettatura dei prodotti biologici).
Richiami ai prodotti alimentari ottenuti con tecniche di ingegneria genetica: le tecniche di ingegneria genetica,
l'impiego degli ogm, la sicurezza alimentare di questi prodotti.
D)
Quarta unità didattica:
Il quadro normativo di riferimento in materia di organismi geneticamente modificati (ogm):
I rapporti tra ingegneria genetica e biotecnologie: cosa sono e come nascono le biotecnologie; campi di
applicazione e rischi delle manipolazioni genetiche; l'attuale quadro normativo in argomento; biotecnologie e
alimenti transgenici.
Ogm, biosicurezza e biodiversità: a) benefici e rischi connessi agli ogm; b) riflessioni in tema di sicurezza
alimentare, di impatto ambientale e biodiversità; c) implicazioni etiche dell'uso degli Ogm.
Aspetti filosofici ed orientamenti bioetici sull'impego di biotecnologie e Ogm: libertà di ricerca e coscienza del
limite; orientamenti filosofici e principi di bioetica a confronto; modelli biogiuridici; il ruolo del diritto in bioetica; il
principio di precauzione e il principio di responsabilità di Jonas
English
A) Unit 1:
Elements of the general theory of law and of legal ethics:
- The concept of "law" and its partitions.
- Legal regulations and meta-legal regulations: a) moral and religious norms, etiquette, ethics and techniques norms;
b) the constituent parts of the rules (precept and penalty); the characteristics of legal rules: generality,
- 174 -
abstractiveness, etc..
- The profiles of responsibility (criminal offenses, civil, administrative).
- The moral and religious offense. Natural law and legal positivism. The often complex relationship between law and
morality: civil disobedience and conscientious objection.
- Freedom, rights and duties of conscience: a) conscientious objection rights and democracy (Art. 9 ECHR;
examples: compulsory military service; the termination of pregnancy; the oath before the court; the tax objection;
dietary prescriptions religious, etc.); b) Rights and duties of consciousness (the "way of being" of the person, the
right to personal identity; ethicisation of the law and legalization of the ethics); c) the consciousness and the body
(refusal of medical treatment, hunger strike and thirst strike, euthanasia and aggressive therapy and other frontiers
of bioethics and genetic engineering); d) conscience and bio-law: the issue of self-care and the therapeutic alliance
between doctor and patient).
B) Unit 2:
The freedom of research in Italy according to the dictates of the Italian Constitution:
- Profiles of evolution in the relationship between science and society, with reference to the first constitutional
guarantees in favor of freedom of science.
- The freedom of scientific research in the Italian Constitution and in the European law: hermeneutics of Articles 9
and 33 of the Italian Constitution.
- The limits of freedom of science: general limits and special limits: a) the respect of human dignity; b) respect for
personal freedom and for protection of public safety; c) Health Protection ex Art. 32 Cost .; d) intellectual property
rights.
C) Unit 3:
Industrial property:
- Introduction to industrial law: sources (identification of internal sources, European and international); concepts of
company, enterprise and entrepreneur; the types of entrepreneurs, especially the farmer; the hallmarks of the
company, with particular attention to the brand.
- Industrial property: the legal sources of reference; the concept of industrial invention and comparison with the
discovery; patentability requirements of industrial inventions; procedural process of patenting the invention.
- The special rules for patenting biotechnological inventions: a) the legal concepts of "biological material" and
"microbiological process" and "new plant variety"; b) administrative process of patentability, with particular
reference to the patenting of new plant varieties in accordance with the Code of Industrial Property; c) the vexed
question of the patentability of human body parts and the legal regime of reference.
- Retrieve the food of organic: organic farming and law (regulatory framework regarding organic plant and animal
products processing biological and labeling of organic products).
- Recalls to foodstuffs produced by genetic engineering: techniques of genetic engineering, the use of GMOs, food
safety of these products.
D) Unit 4:
- 175 -
The regulatory framework in the field of genetically modified organisms (GMOs):
- The relationship between genetic engineering and biotechnology: What are they and how do biotechnology; fields
of application and risks of genetic engineering; the current regulatory framework in question; biotechnology and
transgenic foods.
- GMOs, biosafety and biodiversity: a) the benefits and risks associated with GMOs; b) reflections on the subject of
food safety, environmental impact and biodiversity; c) the ethical implications of the use of GMOs.
- Philosophical and bioethical aspects of the use of biotechnology and of GMOs: freedom of research and
awareness of the limit; philosophical orientations and principles of bioethics in comparison; biogiuridici models; the
role of law in bioethics; the precautionary principle and the principle of responsibility of Jonas.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Le indicazioni bibliografiche su cui studiare per la preparazione dell'esame verranno indicate a lezione.
English
The bibliography for the exam will be given in class.
NOTA
Italiano
La frequenza al corso, pur facoltativa, è fortemente consigliata.
English
The attendance, taught optional, is strongly recommended.
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=m4gi
- 176 -
Assestamento forestale e pianificazione antincendi (Anno Accademico 2015/2016)
FORESTRY AND WILDFIRE MANAGEMENT
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0366
Docente:
Prof. Giovanni BOVIO (Affidamento interno)
Contatti docente:
0116705543, [email protected]
Corso di studio:
[f001-c504] LM - Scienze forestali e ambientali
Anno:
1° anno
Tipologia:
B - Caratterizzante
Crediti/Valenza:
8
SSD attvità didattica:
AGR/05 - assestamento forestale e selvicoltura
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Raggiungere la competenza per realizzare la pianificazione forestale a scale diverse e la pianificazione antincendi
boschivi.
English
Reaching the expetise to carry out forest management plans of and forest fire management plans.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Comprendere le finalità dell'assestamento forestale.Applicare e collegare i criteri pianificatori assestamentali e
antincendio in un contesto di area vasta regionale, territoriale e aziendale. Acquisire le conoscenze teoriche e
pratiche per l'elaborazione e l'applicazione dei diversi strumenti di gestione forestale. Acquisire le conoscenze per
l'elaborazione e l'applicazione di un piano antincendi boschivi.
Applicare e collegare i criteri pianificatori assestamentali e di protezione antincendi a diverse scale territoriali
English
Apply the criteria and connect forest management plans
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
- 177 -
L'insegnamento comprende 64 ore di lezione frontale e 16 ore di esercitazioni che si svolgeranno in due giorni in
campo
English
The course includes 64 hours of lectures and 16 hours of exercises to be held in two days in the field
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Verifiche scritte durante il corso. L'esame è orale. Le domande sono almeno tre sui principali argomenti del
programma. Lo studente deve dimostrare di avere acquisito le conoscenze fondamentali dell'assestamento
forestale e della pianificazione antincendi. Lo studente deve quindi collegare tra loro queste due diverse attività
pianificatorie.
English
Written test during the course. The exam is oral. The student must demonstrate that they have acquired the basic
knowledge.
PROGRAMMA
Italiano
Tutti gli argomenti del corso rientrano nelle aree di apprendimento della Gestione multifunzionale sostenibile delle
risorse forestali e della Pianificazione forestale
Aspetti istituzionali e caratteri dell'assestamento forestale, sue funzioni e utilità. Stato reale del bosco.
Compartimentazione assestamentale. La compresa, la particella, la presa. Provvigione e incremento. Nuovi obiettivi
assestamentali. Stato ideale dei boschi coetanei. Tavole alsometriche: finalità e applicazione. Incremento medio di
maturità. Stato ideale dei boschi disetanei. Normalità del ceduo composto. Normalizzazione cronologica della
conversione dei cedui. Ripresa e sua determinazione. Metodi planimetrici. Metodi provvigionali. Metodi colturali.
Metodi combinati. Piano dei tagli e piano delle migliorie.
Impostazione concettuale ed evoluzioni della pianificazione assestamentale. Influenza sulla pianificazione forestale
delle politiche esterne ai tradizionali confini del settore. Gestione forestale sostenibile. Livelli di pianificazione
forestale e loro rapporti reciproci. Pianificazione assestamentale aziendale. Struttura del piano di assestamento
aziendale. Pianificazione forestale di area vasta. Piani forestali territoriali. Funzione multipla e approfondimenti
relativi a esigenze produttive, paesaggistiche, ricreative.
Impostazione concettuale della pianificazione antincendi boschivi. Caratteri ed esigenze della pianificazione in
applicazione della L. 353/2000. Pianificazione antincendi boschivi di area vasta. Analisi del rischio. Struttura del
piano antincendi. Piani antincendi delle aree protette. Rapporti tra pianificazione assestamentale e pianificazione
antincendi.
Si prevedono apposite esercitazioni in aree forestali.
English
All course topics cover the areas of sustainable multifunctional management of forest resources and forest planning.
Valuing forest conditions. Forest management goals. Normal forest. Normal forest in coppice with standard.
Sustained annual yield. Forest plan organisation. Cutting plan.
- 178 -
Progress of forest management science. Forest planning and policy. Sustainable forest management. Different
levels of forests plan. Forets plan of wide area. Multifunctional forest. Basic of fire management planning. Fire
management planning. Forets fire danger assestment. Fire management plans in protected areas.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
le slides presentate a lezione saranno a disposizione sulla piattaforma campusNet
Testi consigliati
BAGNARESI U., BERNETTI G., CANTIANI M., HELLRIGL B., 1986 - Nuove metodologie nell'elaborazione dei piani
di assestamento dei boschi. ISEA. Bologna.
CIANCIO O. (a cura di), 1996 - Il bosco e l'uomo. Accademia Italiana di Scienze Forestali. Firenze.
CIANCIO O., NOCENTINI S., 2004 - Il bosco ceduo. Selvicoltura, Assestamento, Gestione. Accademia Italiana
di Scienze Forestali. Firenze.
CIANCIO O., 2014 - L'evoluzione del pensiero forestale. Selvicoltura Filosofia, Etica. Ed Rubbettino.
CHANDLER G., CHENEY P., THOMAS P., TRABAUD L., WILLIAMS D. - 1983 - Fire in forestry. Vol 1, Vol. 2. John
Wiley & Sons. NewYork.
VELEZ R., 2000 – La defensa contra incendios forestales. Fundamentos y experiencias. Mc Graw Hill.
Per approfondimenti:
ONF,1996 - Manuale di assestamento. Traduzione di G. Bovio e O. la Marca.Editore Bosco e Ambiente.
Frontone (Ps).
JONSON E., MIYANISCHI K., 2001 – Forest fires behavior and ecological effects. Academic Press.
MADRIGAL COLLAZO A., 1995 – Ordenacion de montes arbolados. ICONA. Madrid.
PYNE J., ANDREWS P., 1996 -Introduction to Wildland Fire, 2nd EditionEditor: Jonh Wiley & Sons.
English
the slides presented during the lectures will be available on the platform campusNet
Recommended texts :
BAGNARESI U., BERNETTI G., CANTIANI M., HELLRIGL B., 1986 - Nuove metodologie nell'elaborazione dei piani
di assestamento dei boschi. ISEA. Bologna.
CIANCIO O. (a cura di), 1996 - Il bosco e l'uomo. Accademia Italiana di Scienze Forestali. Firenze.
CIANCIO O., NOCENTINI S., 2004 - Il bosco ceduo. Selvicoltura, Assestamento, Gestione. Accademia Italiana
di Scienze Forestali. Firenze.
CIANCIO O., 2014 - L'evoluzione del pensiero forestale. Selvicoltura Filosofia, Etica. Ed Rubbettino.
CHANDLER G., CHENEY P., THOMAS P., TRABAUD L., WILLIAMS D. - 1983 - Fire in forestry. Vol 1, Vol. 2. John
Wiley & Sons. NewYork.
VELEZ R., 2000 – La defensa contra incendios forestales. Fundamentos y experiencias. Mc Graw Hill.
Further recommended texts
ONF,1996 - Manuale di assestamento. Traduzione di G. Bovio e O. la Marca.Editore Bosco e Ambiente.
Frontone (Ps).
JONSON E., MIYANISCHI K., 2001 – Forest fires behavior and ecological effects. Academic Press.
MADRIGAL COLLAZO A., 1995 – Ordenacion de montes arbolados. ICONA. Madrid.
PYNE J., ANDREWS P., 1996 -Introduction to Wildland Fire, 2nd EditionEditor: Jonh Wiley & Sons.
NOTA
- 179 -
Italiano
English
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=l4rg
- 180 -
Biochimica degli Alimenti (Anno Accademico 2015/2016)
FOOD BIOCHEMISTRY
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0075
Docente:
Prof. Luisella Roberta CELI
Contatti docente:
0116708515, [email protected]
Corso di studio:
[f001-c703] L - Tecnologie alimentari
Anno:
2° anno
Tipologia:
C - Affine o integrativo
Crediti/Valenza:
8
SSD attvità didattica:
AGR/13 - chimica agraria
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Scritto ed orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
L'obiettivo principale è quello di fornire allo studente gli strumenti per approfondire le conoscenze sui composti
biochimici di interesse alimentare, sulle principali reazioni cui sono sottoposti durante i processi di trasformazione e
conservazione degli alimenti, e sui principali catabolismi e anabolismi biochimici.
English
This course is aimed to furnish to the students the tools for understanding the main characteristics of the
biochemical compounds in food science, the main reactions that these compounds undergo during food
transformation and conservation, and the main biochemical catabolisms and anabolisms
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Il risultato atteso più importante è l'acquisizione di una conoscenza dei principali composti biochimici, delle loro
proprietà chimico-fisiche, del loro metabolismo e della loro reattività. Lo studente acquisirà così le conoscenze
necessarie per comprendere le proprietà biochimiche e nutrizionali degli alimenti. Avrà altresì la possibilità di
comprendere le reazioni di degradazione e/o trasformazione dei diversi composti biochimici durante i processi di
conservazione e trasformazione degli alimenti.
- 181 -
English
The main objective is to reach a good knowledge on the main characteristics, chemical and physical properties,
metabolic paths and reactivity of the biochemical compounds. The student will acquire the necessary knowledge
for understanding food biochemical and nutritional properties. Moreover the student will have the possibility to
learn the degradation and /or transformation reactions occurring during food processing and conservation.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
Il corso si svolgerà con lezioni frontali, lezioni interattive e esercitazioni
English
The course will include theoretical lectures, interactive lectures and exercises
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Esercizi e test anonimo con domande a risposta multipla sugli argomenti trattati nell'ultimo periodo.
Valutazione finale individuale
English
Exercises and anomymous test with questions and multiple choice answers on the topics presented in the last
period.
Final evaluation.
prova scritta prova orale
ATTIVITÀ DI SUPPORTO
PROGRAMMA
Italiano
I contenuti del corso rientrano nell'area di apprendimento della qualità e sicurezza.
Acqua: struttura chimica, comportamento liquido-solido, solvente, dissociazione, pH, attività e disponibilità per i
- 182 -
microrganismi (Qualità e Sicurezza)
Chimica colloidale: sistemi colloidali, fattori che inducono alla dispersione o alla coagulazione del colloide, impiego
dei colloidi nell'industria alimentare. Principali sistemi bifase (Qualità e Sicurezza)
Zuccheri: Monosaccaridi, derivati ridotti e ossidati. Disaccaridi. Maltosio, lattosio, cellobiosio, trealosio.
Polisaccaridi: amido, glicogeno, Pectine: loro proprietà, degradazione enzimatica, impiego delle pectine
nell'industria degli alimenti. Potere dolcificante degli zuccheri. Impiego degli zuccheri nell'industria alimentare:
saccarosio, zucchero invertito, amido (Qualità e Sicurezza)
Amminoacidi: struttura molecolare e proprietà chimico-fisiche, comportamento in acqua, metodiche analitiche per
il riconoscimento degli amminoacidi, legame peptidico (Formazione di base)
Proteine. Principali caratteristiche delle proteine, struttura I, II, III e IV. (Formazione di base) Proprietà funzionali delle
proteine degli alimenti, enzimi proteolitici, Qualità biologica delle proteine e valore proteico degli alimenti.
Principali trasformazioni delle proteine in campo alimentare: Idrolisi, Denaturazione, formazione di ammine biogene,
reazione di Maillard (Qualità e Sicurezza)
Lipidi: Lipidi saponificabili: trigliceridi, fosfolipidi, cere. Struttura e nomenclatura, grassi saturi e insaturi,
irrancidimento dei lipidi, antiossidanti, idrogenazione catalitica. Lipidi non saponificabili: terpeni, eicosanoidi,
steroidi (Formazione di base)
Acidi nucleici: basi azotate, nucleosidi e nucleotidi. DNA e RNA (Formazione di base)
Tannini: tannini idrolizzabili - tannini condensati - funzioni biologiche (Qualità e Sicurezza)
Pigmenti: flavonoidi - pigmenti polifenolici e polipirrolici (Formazione di base)
Vitamine: Principali vitamine, loro importanza come coenzimi, effetto del calore sulla struttura delle vitamine (Qualità
e Sicurezza)
Enzimi: reazioni enzimatiche, cinetica chimica e equazione di Michaelis-Menten, fattori che influenzano la velocità di
reazione enzimatica, Inibitori enzimatici (Formazione di base)
Imbrunimento non enzimatico: Substrati, Tipi di ossidazione, la reazione di Maillard, il riassestamento di Amadori, la
degradazione di Strecker, la degradazione dell'acido ascorbico. Metodi per prevenire l'imbrunimento non
enzimatico. (Qualità e Sicurezza)
Imbrunimento enzimatico: substrati, principali reazioni e metodi per prevenirle (Qualità e Sicurezza)
Metabolismi
Glicolisi, Ciclo di Krebs, Catena respiratoria con Trasporto degli elettroni e fosforilazione ossidativa. Ciclo dell'acido
fosfogluconico. Gluconeogenesi (Qualità e Sicurezza)
Fermentazione alcolica. Fermentazione propionica. (Qualità e Sicurezza)
Degradazione degli acidi grassi. Biosintesi degli acidi grassi (Qualità e Sicurezza)
Metabolismo delle proteine e degli amminoacidi (Qualità e Sicurezza)
Sintesi delle basi puriniche e pirimidiniche (Formazione di base)
Biosintesi dei terpeni, dello squalene e del colesterolo (Qualità e Sicurezza)
- 183 -
Biosintesi dell'etilene (Qualità e Sicurezza)
English
The class focuses on subject that are configured in the learning context of quality and safety.
Water chemistry: chemical structure, liqui/solid chemistry, solvent effect, dissociation, pH, activity and microbial
availability
Colloidal chemistry: colloidal systems, factors that cause particle dispersion/aggregation, use of colloids in food
technology. Main bi-phase systems
Saccharides: Monosaccharides, Reduced and oxidised derived compounds, Disaccharades: Maltose, lattose,
cellobiose, trealose, saccharose. Polysaccharides: starch, glycogen, Pectins (properties, enzymatic degradation,
use of pectins in food technology. Sweetening power and gel properties of starch
Aminoacids: molecular structure and physical and chemical properties, behaviour in water, analytical procedure
for the identification of aminoaicds, peptidic bonding
Proteins. Main characteristics of proteins, I, II, III and IV structure. Functional properties of food proteins, proteolytic
enzymes, Protein biological quality and food protein quality. Main reactions of proteins during food processing:
hydrolysis, Denaturation, formation of biogenic amins, Maillard reaction
Lipids: triacylglycerols, phospholipids, waxes. Structure and nomenclature, saturated and unsaturated fats, lipid
degradation, antioxidants, catalytic hydrogenation. terpens, eicosanoids, steroids
Nucleic acids: nitrogen bases, nucleosides and nucleotides. DNA and RNA
Tannins: hydrolysable tannins – condensed tannins – biological functions
Pigments: flavonoids – polyphenolic and polypyrolic pigments
Vitamins: Main vitamins, their role as coenzymes, effect of food processing on the vitamin structure
Enzymes: enzymatic reactions, kinetics and Michaelis-Menten equation, factors that affect the rate of enzymatic
reaction, enzymatic inhibitors
Non enzymatic Browning: Substrates, Types of oxidation, Maillard reaction, Amadori rearrangement, Strecker
degradation, ascorbic acid degradation. Methods for preventing non-enzymatic browning.
Enzymatic browning: substrates, main reactions and methods for limiting the process
Metabolisms
Glycolysis, Krebs cycle, Respiratory chain with electron transport and oxidative phosphorilation phosphogluconic
acid cycle. Gluconeogenesis
Alcoholic fermentation. Propionic fermentation. Omolactic and heterolactic fermentation
Glicero-pyruvic fermentation
- 184 -
Fatty acid oxidation and biosynthesis
Metabolism of proteins and aminoacids
Biosynthesis of purinic and pirimidinic bases
Biosynthesis of terpens and cholesterol
Biosynthesis of etilene
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
La chimica degli alimenti, T.P. Coultate, Zanichelli
Biochimica, A.L. Lehninger, Zanichelli
English
La chimica degli alimenti, T.P. Coultate, Zanichelli
Biochimica, A.L. Lehninger, Zanichelli
NOTA
Italiano
Le slides saranno disponibili sul sito campusnet del DISAFA a partire dall'inizio del corso
Piccole variazioni del materiale caricato saranno possibili durante il corso
English
Slides will be available since the beginning of the course on the DISAFA website.
Possible variations during the course may be done.
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=ny3o
- 185 -
Biochimica e metodologie (Anno Accademico 2015/2016)
BIOCHEMISTRY AND METHODOLOGIES
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0133
Docente:
Contatti docente:
Corso di studio:
[f001-c717] L - Scienze e tecnologie agrarie
Anno:
3° anno
Tipologia:
D - A scelta dello studente
Crediti/Valenza:
9
SSD attvità didattica:
BIO/10 - biochimica
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Nessuno / None Mutuato da: http://biologia.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=b0fb
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=mcsq
- 186 -
Biodiversità genetica vegetale (Anno Accademico 2015/2016)
PLANT GENETIC BIODIVERSITY
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0094
Docente:
Prof. Alberto ACQUADRO (Affidamento interno)
Contatti docente:
0116708813, [email protected]
Corso di studio:
[f001-c717] L - Scienze e tecnologie agrarie
Anno:
3° anno
Tipologia:
D - A scelta dello studente
Crediti/Valenza:
8
SSD attvità didattica:
AGR/07 - genetica agraria
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Scritto
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
- Fornire le competenze per l'utilizzo e l'applicazione di software per la costruzione di dendrogrammi di similarità,
l'analisi della variabilità genetica e la valutazione della struttura genetica delle popolazioni
- Fornire gli strumenti conoscitivi per operare nel settore della collezione, valutazione e salvaguardia delle risorse
genetiche vegetali.
English
Aim of the course is to illustrate the main aspects of the evaluation and conservation of genetic variability and the
main aspect of the utilization of the plant biodiversity. Moreover, softwares for similarity dendrogram construction of
for evaluation of the genetic structure of the populations will be described and applied.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Sensibilizzare gli studenti nei confronti dei problemi della conservazione della biodiversità vegetale, con particolare
riferimento alle specie di interesse agrario. Stimolare l'approccio critico alla materia, in particolare per quanto
riguarda gli aspetti legati alla valutazione, alla gestione ed allo sfruttamento della variabilità genetica.
English
At the end of the course the student will know topics related to plant biodiversity conservation, with particular
emphasis on cultivate crops, evaluation, characterization, methods of conservation and utilization of the genetic
variability.
- 187 -
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
Il corso consiste di 50 ore di lezione frontale, 20 ore dedicate a attività di laboratorio e 10 ore dedicate a attività in
aula informatica. Per le lezioni frontali il docente si avvale di presentazioni e slide che sono a disposizione degli
studenti.
English
The course consists of 50 hours of lectures 10 hours devoted to bioinformatics activities nd 20 hours devoted to
laboratory work. For lectures the teacher makes use of presentations and slides that are available to students.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
All'inizio di ogni lezione il docente stimolerà la discussione con gli studenti sugli argomenti trattati nelle lezioni
precedenti con il fine di chiarire eventuali dubbi e verificare lo stato di apprendimento della classe.
L'esame sarà scritto con quatro-cinque domande teoriche e due esercizi pratici su tematiche che sono state trattate
nel corso ed applicate durante esercitazioni.
English
At the beginning of each lesson the teacher will stimulate discussion with students on the topics covered in previous
lessons with the aim to clarify any doubts and verify the state of learning in the class.
The exam will be written with 4-5 theoretical question and 2 practical exercises which were covered in the course
and applied during exercises.
PROGRAMMA
Italiano
1) Marcatori molecolari e loro applicazione per la caratterizzazione di germoplasma e fingerprinting varietale (Area
delle produzioni vegetali).
Richiamo sulle principali tecniche di biologia molecolare per l'applicazione dei marcatori molecolari: restrizione ed
ibridazione; amplificazione PCR; elettroforesi su gel di agarosio e di acrilamide, elettroforesi capillare;
sequenziamento (metodo Sanger). Definizione e classificazione dei marcatori molecolari. Marcatori basati su
tecniche di restrizione ed ibridazione: RFLP e VNTR. Marcatori basti su tecniche di amplificazione PCR: RAPD,
microsatelliti, Inter-SSR, AFLP e tecniche derivate, SNP, STS (marcatori CAPS e SCAR). Applicazione della tecnica
'PCR inversa' per estendere la sequenza di uno specifico marcatore molecolare. Strategie per il clonaggio di SSR:
costruzione e screening di una libreria genomica; amplificazione di frammenti di restrizione con primer Inter-SSR in
combinazione con primer AFLP. Confronto tra le tecniche di analisi molecolare: frequenza dei marcatori nel
genoma; livello di polimorfismo (tasso di mutazione); specificità, multi-allelia, dominanza e co-dominanza;
riproducibilità; quantità di DNA richiesta; laboriosità, competenze richieste e costi di applicazione; costi di sviluppo.
Cenni ai principali utilizzi dei marcatori molecolari: identificazione varietale (fingerprinting); Studi di filogenesi;
Realizzazione di mappe genetico-molecolari; Individuazione di regioni codificanti per caratteri di interesse
agronomico e applicazione della selezione assistita da marcatori molecolari (MAS: Marker Assisted Selection)
2) Caratterizzazione di germoplasma, analisi filogenetiche e fingerprinting varietale (Area delle produzioni vegetali).
- 188 -
Richiamo sui principali coefficienti di similarita' (Nei e Li, Jaccard, Simple matching) e loro utilizzo in relazione ai
marcatori molecolari impiegati. Costruzione di un dendrogramma di distanze con l'utilizzo del metodo UPGMA
(Unweighted Pair Group Method with Arithmetic Mean): terminologia impiegata nell'analisi filogenetica, alberi
filogenetici (cladogrammi, alberi addittivi e dendrogrammi), rappresentazione grafica degli alberi filogenetici, teoria
della condizione 'tre punti'; valutazione dell'affidabilità degli alberi filogenetici, bootstrap analysis ed ottenimento di
alberi consenso; applicazioni pratiche mediante i softwares Excell, RAPDplot, Neighbour, NTSYSpc, Consense.
3) Origine ed evoluzione delle specie coltivate (Area delle produzioni vegetali).
Origine delle specie coltivate, piante coltivate primarie e secondarie; La distribuzione della biodiversita' vegetale,
centri di origine delle specie; Domesticazione e filogenesi delle principali specie coltivate: frumento, riso, mais,
patata, erba medica; Meccanismi di domesticazione ed evoluzione delle specie coltivate: disseminazione
spontanea, dormienza dei semi, habitus di crescita ed indice di raccolto, adattamento al fotoperiodo, dimensione e
variabilità dei prodotti utilizzati, resistenze; Sindrome di domesticazione; Ruolo delle mutazioni dell'ibridazione e
della poliploidizzazione nell'evoluzione delle piante coltivate, meccanismi fiorali che determinano l'auto e
l'allofecondazione, concetto di pool genico (gene pool – gp).
4) Biodiversita' genetica vegetale (Area delle produzioni vegetali).
Fonti di risorse genetiche naturali, ecotipi (local races), varietá locali (landraces), progenitori selvatici delle forme
coltivate (wild relatives); Erosione genetica nelle specie coltivate; Collezione e valutazione del germoplasma,
collezioni ex-situ, in-situ ed on-farm, articolazione delle collezioni ex situ, registrazione dati relativi alla località e
all'ambiente di raccolta, dimensione del campione da collezionare, procedura di campionamento, collezioni di
base e collezioni di lavoro, numero di semi da conservare, ringiovanimento dell'accessione; Rete internazionale di
centri per la salvaguardia delle risorse genetiche vegetali, la Banca del Germoplasma del DIVAPRA Genetica
Agraria; Utilizzazione e valorizzazione delle varieta' locali
5) Caratterizzazione della variabilità e della struttura genetica delle popolazioni (Area delle produzioni vegetali).
Indici di variabilità genetica: numero osservato ed effettivo di alleli per locus, eterozigosi osservata ed attesa,
indice di Shannon, indici di fissazione; marcatori co-dominanti e statistiche di Wright, effetti della deriva genetica e
della frammentazione degli habitat; marcatori dominanti e statistiche di Nei; valutazione del flusso genico e delle
distanze genetiche tra popolazioni; applicazioni pratiche mediante i softwares Popgene, AFLPsurv Neighbour,
Consense.
English
Molecular markers and their application for germplasm characterization and varietal fingerprinting.
Molecular biology techniques for molecular markers development and application: restriction and ligation, PCR
amplification; electrophoresis on agaros and acrylamide gels, capillary electrophoresis, sequencing (Sanger
method). Definition and classification of the molecular markers: makers based on restriction/ligation: RFLP and
VNTR. Markers based on PCR amplification: RAPD, microsatellite, Inter-SSR, AFLP and derived techniques, SNP, STS
(CAPS and SCAR markers). Inverse PCR technique application for marker extensions. Cloning strategies for SSR
isolation: enriched genomic libraries and use of Inter-SSR primers in combination with AFLP primers. Molecular
markers utilizations: molecular fingerprint; phylogenetic studies, molecular-map construction, and marker assisted
selection (MAS) breeding method.
Germplasm characterization, phylogenetic analyses and varietal fingerprinting.
Use of the similarity coefficients (Nei and Li, Jaccard, Simple matching) in relation to the molecular markers applied.
Dendrogram construction by means of the UPGMA (Unweighted Pair Group Method with Arithmetic Mean) method:
principles of the phylogenetic analyses, phylogenetic trees (cladograms, additive trees and dendrograms), graphic
representation of the tree, three point condition, evaluation of the goodness of the phylogenetic trees, bootstrap
analysis and consensus trees construction; utilization of the softwares Excell, RAPDplot, Neighbour, NTSYSpc,
Consense.
- 189 -
Origin and evolution of the cultivated species.
Origins of the cultivated species, primary and secondary crops; plant biodiversity distribution, centre of origin of
the species . Phylogenesis and domestication of the main crops: wheat, maize, rice, potato and lucerne; mechanism
of domestication and evolution; Role of mutation, ibridization and polyploidization in crop evolution. Gene pool – gp.
Plant Biodiversity.
Local races, Landraces and wild relatives as sources of plant biodiversity; genetic erosion of the crop; Germplasm
collection and evaluation; ex-situ, in-situ and on-farm, collection, Evaluation criteria of the collection; Germplasm
Bank at DIVAPRA Plant Genetics and Breeding section, Utilization and valorisation of local varieties
Estimation of genetic variation and population structure.
Genetic variability indexes: observed and effective number of alleles per locus, observed and expected
heterozygosity, Shannon index, fixation indexes; co-dominant markers and Wright's statistics, genetic drift and
habitat fragmentations effects on population structure; dominant markers and Nei's statistics; gene flow and
evaluation of the genetic distances between populations; utilization of the software Popgene, GenPop, AFLPsurv
Neighbour, Consense.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Barcaccia G., Falcinelli M. Genetica e genomica. Vol. II, III (cap. 10, 11, 12, 17, 20). Liguori Editore, Napoli. Verrà
fornito dal docente il materiale didattico presentato a lezione, inerente gli argomenti trattati a lezione e durante le
esercitazioni pratiche in laboratorio ed in Aula Informatica
English
BARCACCIA G., FALCINELLI M. Genetica e genomica, Volumi II e III, Liguori Editore.
Articles from journals related to the topics covered in class and the software used during the practical exercises,
will be provided by the teacher.
The educational material presented in class will be worth made ​available to students.
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=3k8e
- 190 -
Bioinformatica e statistica (Anno Accademico 2015/2016)
Statistics and bioinformatics
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: SAF0037
Docente:
Prof. Alberto ACQUADRO (Affidamento interno)
Contatti docente:
0116708813, [email protected]
Corso di studio:
[f056-c502] LM - Biotecnologie vegetali
Anno:
1° anno
Tipologia:
B - Caratterizzante
Crediti/Valenza:
6
SSD attvità didattica:
SECS-S/02 - statistica per la ricerca sperimentale e tecnologica
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
-conoscere i principali database bioinformatici sede di informazione biologica
-padroneggiare gli strumenti di "Sequence Retrieval" e gli strumenti di base per ricercare informazioni biologiche
nei principali database.
-acquisire autonomia nell'utilizzo di algoritmi di ricerca e analisi (genomica, trascrittomica e proteomica)
dell'informazione biologica sia utilizzando strumenti on-line che programmi in locale.
English
Aim of the course is:
-to know the principals sequence databases
-to use sequence retrieval tools
-to became autonomous in handling search algorithm (for genomics, transcriptomics and proteomics analyses)
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Al termine del corso lo studente sarà in grado di utilizzare il sistema operativo Linux, analizzare una sequenza genica
("single gene") e insiemi di sequenze ("whole genome"). Di seguito sono descritti i risultati nello specifico:
Risultati inerenti l'uso del sistema operativo Linux
- 191 -
-Utilizzare il sistema operativo Linux e i comandi base di Linux da shell (cd, ls, cp, rm, rmd cat, grep, pipe, wc, etc)
-Eseguire il download file, leggere e modificare i permessi di un file
-Installare i piu comuni programmi di bioinformatica (file binari, .sh, .deb)
-Eseguire delle analisi con i software MIRA, BWA, SamTools, Cufflinks
-Lanciare script Perl (.pl)
Risultati inerenti l'analisi "Single gene"
-Analizzare database primari e secondarie (archival, curated)
-Utilizzare gli operatori Booleiani (AND, OR, NOT) per il sistema genBank
-effettuare una ricerca bibliografica utilizzando le piattaforme: "Web of Science" (WoS), e NCBI (Entrez)
-Analizzare sequenze di DNA e proteiche dal punto di vista strutturale (primario e secondario);
-utilizzare algoritmi di pattern recognition per il riconoscimento di introni/esoni, promotori/terminatori
-isolare "in silico" sequenze ripetute (SSR); riconoscere e mascherare elementi ripetuti (CENSOR)
-analizzare/predire le modificazioni post-traduzionali presenti in una proteina
-allineare (LOCALE E GLOBALE) sequenze proteiche e nucleotidiche
-Disegnare primer per analisi PCR (specifici e degenerati)
Risultati inerenti l'analisi "Whole genome"
-Eseguire una analisi semplificata di assembly di sequenze (genoma/trascrittoma)
-Eseguire una analisi semplificata di SNP mining
-Eseguire una analisi semplificata di dati RNAseq
-Eseguire una analisi semplificata di dati microarray
English
At the end of the course the student will be able to use the OS Linux, analyse single gene and whole genome
features. The specific learning results are reported in details below:
Results on the use of the Linux operating system
-Use the Linux operating system and basic Linux shell commands (cd, ls, cp, rm, rmd cat, grep, pipes, toilets, etc.)
-Run the download file, read and modify the permissions of a file
-Install the most common bioinformatics programs (binaries. Sh,. Deb)
-Perform the analysis with the software MIRA, BWA, SamTools, Cufflinks
-Launch Perl scripts (. Pl)
Results on the use of single gene analyses
- 192 -
- Analyse primary and secondary sequence databases (archival and curated) using Boolean operator (AND, OR,
NOT) - Analyse DNA and protein sequence and predict protein post-translational modifications
-predict intron, exon and regulatory elements using pattern recognition algorithm
-mine SNPs from sequence alignments
-search repetitive elements from genomic database
-design PCR primers (normal and degenerate)
Results on the use of whole genome analyses
-Perform a simplified assembly analysis of DNA/RNA sequences (genome / transcriptome)
-Perform a simplified SNP mining analysis.
-Perform a simplified RNAseq data analysis.
-Perform a simplified microarray data analysis.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
Il corso sarà tenuto completamente in aula informatica utilizzando PC con sistema operativo linux. Per le lezioni il
docente si avvale di presentazioni e slide che sono a disposizione degli studenti.
English
The course will be taught entirely in computer room using PCs with Linux operating system. For lectures the teacher
makes use of presentations and slides that are available to students.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
All'inizio di ogni lezione il docente stimolerà la discussione con gli studenti sugli argomenti trattati nelle lezioni
precedenti con il fine di chiarire eventuali dubbi e verificare lo stato di apprendimento della classe.
L'esame sarà scritto con due domanda teoriche e quattro esercizi pratici su tematiche che sono state trattate nel
corso ed applicate durante esercitazioni.
English
At the beginning of each lesson the teacher will stimulate discussion with students on the topics covered in previous
lessons with the aim to clarify any doubts and verify the state of learning in the class.
The exam will be written with two theoretical question and four practical exercises which were covered in the
course and applied during exercises.
ATTIVITÀ DI SUPPORTO
-Il corso sarà svolto interamente in Aula informatica
-Ogni studente avrà a disposizione un PC (sistemi operativi: Window e Linux)
- 193 -
-Ogni studente avrà a disposizione per il periodo di studio una USB pendrive con il una versione bootable di Ubuntu
12.04
PROGRAMMA
Italiano
Area di formazione generale
-
Introduzione alla bioinformatica.
-
Introduzione al sistema operativo Linux (Ubuntu GUI e shell di comando)
-
Comandi di base (cd, ls, cp, rm, rmd cat, grep, pipe, wc, etc), gestione permessi di un file
-
Installazione pacchetti e programmi di bioinformatica
-
Database primari, secondarie, archival, curated. Confrontro tra Refseq e Genbank, database proteici.
- Uso degli operatori Booleiani (AND, OR, NOT); Sistemi di RETRIEVAL (Entrez, SRS). Rudimenti di ricerca
bibliografica in Web of Science e "Trova unito"
- Formati sequenze (descrizione e costruzione di file fasta e GBFF); Costruzione manuale di un file multi fasta;
Visualizzazione e manipolazione cromatogrammi (sequence scanner e Bioedit); Sottomissione di sequenze (BANKIT);
Formati sequenze NGS (illumina, 454 e Solid)
- Analisi delle sequenze di DNA; Traduzione concettuale e caratterizzazione degli elementi di una sequenza di DNA
genomico e di cDNA; Utilizzo del pattern recognition per il riconoscimento di introni, esoni, di promotori e
terminatori; Riconoscimento e mascheramento di elementi ripetuti (CENSOR); SSR mining (Sputnik, misa)
- Analisi delle sequenze proteiche; Identificazione di una proteina da elementi di sequenza; Analisi della sequenza;
Modificazioni post-traduzionali; Predizione della struttura secondaria; strutture proteiche (PDB)
-
Disegno di oligo per mezzo del software Primer3 (single gene, in batch)
- Ricerche per similarità. Allineamento locale (BLAST e le sue varianti). Allineamento globale (ClustalW di acidi
nucleici e proteine).
-
Manipolazione di SRA (Sequence Reads Archival) – SRA tools
-
Assembly genomico e trascrittomico mediante MIRA3
-
SNP mining con dati Sanger e formati NGS (454 e Illumina)
-
Allineamenti di sequenza mediante BWA (Burrel wheeler aligner); Transcodifica di formati (Samtools)
-
Analisi dati RNAseq mediante la suite Cufflinks; Analisi microarray (Genesis): clustering gerarchico e K-means;
-
Gene Ontology e arricchimenti nelle funzioni geniche
-
Brevi richiami di statistica descrittiva. Brevi richiami sull'introduzione del calcolo delle probabilità.
- Popolazioni gaussiane (normali) e loro proprietà. Quantili. Problemi ed esempi di tipo biologico per popolazioni
normali, uso dei relativi comandi Excel. Cenni su altre v.a. continue (t-Student, χ2)
- I test statistici: ipotesi nulla, significatività, potenza; il p-value. I test t-Student. Esempi e uso dei relativi comandi
Excel.
- 194 -
English
- Introduction to bioinformatics
- Introduction to Linux (Ubuntu GUI and command shell)
- Basic commands (cd, ls, cp, rm, rmd cat, grep, pipes, toilets, etc.)
- Managing permissions of a file
- Installing packages and programs in bioinformatics
- Primary, secondary, archival and curated databases.
- Refseq vs GenBank, protein database.
- Use of booleian operators (AND, OR, NOT); retrieval systems (Entrez, SRS); literature searching (Web of Science
and "TROVA UNITO")
- Sequence format (description and construction of fasta and GBF files)
- Multi fasta file editing, viewing and manipulating chromatograms (Scan sequence and Bioedit); submission of
sequences (via BANKIT)
- Analysis of DNA sequences, conceptual translation; characterization of genomic DNA and cDNA sequence
elements; pattern recognition for intron, exon, promoter and terminator mining. Recognition and masking of
repetitive elements (Censor); SSR mining (Sputnik, Misa)
- Analysis of protein sequences, post-translational modifications, secondary structure prediction and protein
structures (PDB)
- Oligo design Primer3 (single gene and in batch)
- Searches for similarities. Local Alignment (BLAST and its variants) global alignment (ClustalW, for nucleic acids and
proteins analyses)
- SRA manipulation tools
- Genomic/transcriptomic denovo assembly (MIRA3)
- SNP mining (using Sanger and NGS data)
- BWA alignment of sequences (Burrel Wheeler aligner)
- Microarray analysis (Genesis): hierarchical clustering and K-means;
- Gene Ontology and gene enrichment functions
- Basics on descriptive statistics.
- Quick reminders on the calculation of probability.
- Confidence intervals
- Gaussian populations (normal distribution) and their properties. Quantiles.
- Problems and examples of biological populations (use of Excel commands).
- The statistical tests: null hypothesis, significance and p-value. The Student t-test. Examples and use of Excel
commands.
Italiano
Il corso intende illustrare i principali database bioinformatici sede di informazione biologica e gli strumenti di
"Sequence Retrieval" collegatii e gli strumenti di base per ricercare informazioni biologiche.
Il corso intende illustrare l'utilizzo dei principali algoritmi di ricerca e analisi genomica, trascrittomica e proteomica
sia utilizzando strumenti on-line che programmi in locale.
English
The course aims to illustrate the major bioinformatics databases based on biological information and tools for
"Sequence Retrieval" as well as the basic tools to investigate biological information.
The course aims to illustrate the use of the main searching/analysing algorithms for genomics, transcriptomics and
proteomics (using both remote web-based tools and local programs).
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
- 195 -
Italiano
:: INTRODUZIONE alla BIOINFORMATICA di Giorgio Valle, Manuela Helmer Citterich Marcella Attimonelli, Graziano
Pesole (Zanichelli).
:: Per approfondimenti e integrazioni è fortemente consigliato l'utilizzo del materiale messo a disposizione dal
docente durante il corso.
English
:: INTRODUZIONE alla BIOINFORMATICA di Giorgio Valle, Manuela Helmer Citterich Marcella Attimonelli, Graziano
Pesole (Zanichelli).
:: For further details is strongly suggested to use of the material provided by the teacher during the course.
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=9eqt
- 196 -
Biologia cellulare e del differenziamento (Anno Accademico 2015/2016)
PLANT CELLULAR AND DEVELOPMENTAL BIOLOGY
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: INT0798
Docente:
Prof. Andrea Genre
Contatti docente:
0116705083, [email protected]
Corso di studio:
[f056-c502] LM - Biotecnologie vegetali
Anno:
1° anno 2° anno
Tipologia:
B - Caratterizzante
Crediti/Valenza:
6
SSD attvità didattica:
BIO/01 - botanica generale
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Conoscenza approfondita di struttura e funzione dei principali comparti e meccanismi che caratterizzano la cellula
vegetale e delle loro potenzialità biotecnologiche. Conoscenza dei meccanismi cellulari e molecolari alla base del
differenziamento di tipi cellulari, tessuti e organi. Basi teoriche e pratica diretta di alcune tra le più moderne
tecniche analitiche di biologia cellulare vegetale.
English
Knowledge of the structure and function of plant cell major components and mechanisms in a biotechnological
perspective. Knowledge of cellular and molecular mechanisms controlling the development of plant cell types,
tissues and organs. Theoretical bases and direct practice in some of the most advanced techniques in plant cell
biology.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Biologia degli organismi vegetali
Aspetti morfologici/funzionali
Aspetti cellulari/molecolari
Meccanismi di sviluppo dei vegetali
Procedure metodologiche e strumentali per la ricerca biologica
- 197 -
Valutazione e interpretazione di dati sperimentali di laboratorio
Consultazione di materiale bibliografico
English
Plant Biology
Morphological and functional aspects
Cellular and molecular aspects
Mechanisms of plant development
Methodological procedures for biological research
Evaluation and interpretation of experimental data
Access to bibliographic material
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
Il corso consiste di 60 ore di lezione che comprendono anche attività di laboratorio presso il laboratorio di
microscopie avanzae del DBIOS. Le slide e gli articoli scientifici utilizzati a lezione sono messi a disposizione degli
studenti nel materiale didattico online. Gli studenti sono anche coinvolti nella lettura (a casa) e nel commento (in
aula) di articoli scientifici di approfondimento.
English
The course covers 60 hours including lectures and practical activities in the Laboratory of Advanced Microscopy at
DBIOS. Slides and scientific papers used for the lectures are available to the students as online materials. Students
are also involved in reading (at home) and commenting (in the classroom) a selection of insight articles.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Il livello di apprendimento degli studenti viene monitorato costantemente sia durante le esercitazioni, che si
riferiscono sempre ad argomenti trattati nelle lezioni precedenti, sia in classe, attraverso domande dirette e
discussioni aperte, nonché con il commento agli articoli che vengono via via proposti.
L'esame finale è orale: dopo un commento ad un articolo di approfondimento scelto tra una selezione disponibile
nei materiali didattici online, l'esame prosegue con alcune domande che coprono i principali ambiti ttrattati nel
corso. Ad ogni risposta viene assegnata una valutazione e il voto finale viene calcolato come media delle singole
valutazioni.
English
The student learning path is constantly monitored through questions and discussions during both classes and
practical sessions, as well as through the comment to papers that are proposed throughout the course.
The final exam is oral: starting from the comment to a scientific article selected from a list available online, the
- 198 -
student is asked a few questions that cover the major topics presented in the course. Each reply is evaluated and
the final grade is calculated as the average of such evaluations.
PROGRAMMA
Italiano
Gli argomenti trattati nel corso rientrano in larga misura nell'area biologico-molcolare.
Le dinamiche della cellula alla base della plasticità dei vegetali. Caratteritiche strutturali e funzionali delle cellule
vegetali.
Lo studio della biologia cellulare in vivo: basi teoriche, tecnologie e applicazioni.
Caratteri distintivi della cellula vegetale. I plastidi, il citoscheletro, la parete cellulare.
Le membrane cellulari e il flusso di membrane
Il nucleo
Vie di segnalazione e messaggeri secondari nella cellula vegetale
Elementi di biologia dello sviluppo dei vegetali. La crescita indeterminata. Divisione mitotica e regolazione del ciclo
cellulare. Endoreduplicazione e morte cellulare programmata.
Embriogenesi e organizzazione dei meristemi. Controllo del destino cellulare.
Lo sviluppo della radice e quello del fusto.
La biologia cellulare vegetale negli articoli scientifici: ruolo, presentazione dei dati, avanzamenti tecnologici. Lettura
critica di un articolo scientifico.
Laboratorio - Microscopia elettronica (fissazione, contrasto, inclusione, microtomia, osservazione in microscopia
elettronica a trasmissione)
Laboratorio - Microscopia confocale in vivo (esperimenti su campioni che esprimono marcatori fluorescenti - GFP)
English
Cell dynamics at the basis of plant plasticity. Structural and functional characteristics of plant cells.
In vivo cell biology: theoretical bases, technologies and applications.
Distinctive traits of the plant cell. Plastids, cytoskeleton, cell wall.
Endocellular membranes and their fluxes.
The nucleus.
Signaling pathways and secondary messengers in plant cells.
Elements of plant developmental biology. Indeterminate growth. Cell division and cell cycle control.
Endoreduplication.
Embryogenesis and meristem organization. Cell fate control.
- 199 -
Root and shoot development.
Plant cell biology in scientific publications: role, data presentation, technical advances. Critical reading of a scientific
paper.
Laboratory - Electron microscopy (Fixation, contrast, embedding, microtomy, observation under transmitted
electron microscope)
Laboratory - In vivo confocal microscopy (experiments on samples expressing fluorescent protein markers)
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
- Pasqua, Biologia cellulare e biotecnologie vegetali. Piccin, Padova
- Altamura, Biondi, Colombo, Guzzo. Elementi di biologia dello sviluppo delle piante. EdiSES, Napoli
English
- Pasqua, Biologia cellulare e biotecnologie vegetali. Piccin, Padova
- Altamura, Biondi, Colombo, Guzzo. Elementi di biologia dello sviluppo delle piante. EdiSES, Napoli
NOTA
Italiano
L'esame finale comprende:
- Commento critico di un articolo scientifico di argomento inerente al corso, precedentemente concordato con il
docente
- Domande sugli argomenti affrontati a lezione
- Domande sull'attività svolta in laboratorio .
English
The final exam includes the discussion of a research paper previously agreed with the teacher; questions on the
topics presented during the course; questions on the practical activities in the laboratory.
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=lm5s
- 200 -
Biologia della vite (Anno Accademico 2015/2016)
Biologia della vite
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: SAF0040
Docente:
Prof. Osvaldo Umberto FAILLA (Affidamento interno)
Contatti docente:
02 50316565, [email protected]
Anno:
Tipologia:
Crediti/Valenza:
5
SSD attvità didattica:
AGR/03 - arboricoltura generale e coltivazioni arboree
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Approfondire le conoscenze di fisiologia della vite relativamente alla fenologia, allo sviluppo e maturazione del
frutto, al bilancio del carbonio e alla nutrizione idrica e minerale in relazione alle risorse ambientali e alle differenze
varietali.
English
To increase the knowledge of the grapevines physiology in relation to phenology, development and maturation of
the fruit, the carbon, nutritional and water balance, in relation to environmental resources and varietal differences.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Conoscenza della fisiologia dello sviluppo e della fruttificazione della vite, della nutrizione idrica e minerale e del
bilancio del carbonio in relazione al variare delle risorse ambientali e genetiche.
English
Knowledge of the physiology of grapevine development and fruiting, of the water and mineral nutrition and carbon
balance in relation to changing environmental and genetic resources.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
Lezioni frontali.
- 201 -
English
Lectures.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Esame orale.
English
Oral examination.
PROGRAMMA
Italiano
CFU I – Introduzione e richiami di morfologia della vite
CFU II – Ecologia, ecofisiologia e fenologia della vite
CFU III - Sviluppo e maturazione della bacca
CFU IV – Bilancio del carbonio e nutrizione minerale
CFU V – Bilancio idrico e stress ambientali
English
ETCS I - Introduction and recall of the grapevine morphology
ETCS II - Ecology, ecophysiology and phenology of the grapevine
ETCS III – Grapes development and ripening
ETCS IV - Carbon balance and mineral nutrition
ETCS V - Water balance and environmental stresses
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Keller M. 2010 The Science of Grapevine. Elsievier.
Ribéreau-Gayon P., Dubourdieu D., Donèche B., Lonvaud A., 2004 Trattato di Enologia I (capitolo 10), Edagricole,
Bologna,.
Altro materiale bibliografico sarà indicato dal docente in relazione ai diversi punti del programma.
Testi propedeutici
Alpi, Pupillo, Rigano. Fisiologia delle piante. EdiSES
- 202 -
Salisbury, Ross. Fisiologia vegetale. Zanichelli
Taiz, Zeiger. Fisiologia vegetale. Piccin
English
Keller M. 2010 The Science of Grapevine. Elsievier.
Ribéreau-Gayon P., Dubourdieu D., Donèche B., Lonvaud A., 2004 Trattato di Enologia I (capitolo 10), Edagricole,
Bologna,.
Other bibliographic material will be indicated by the teacher in relation to the various points of the program.
Introductory texts
Alpi, Pupillo, Rigano:. Fisiologia delle piante. EdiSES
Salisbury, Ross: Fisiologia vegetale. Zanichelli
Taiz, Zeiger: Fisiologia vegetale. Piccin
NOTA
Italiano
English
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=fkoa
- 203 -
Biologia e biodiversità nei vegetali (Anno Accademico 2015/2016)
PLANT BIODIVERSITY
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: SAF0025
Docente:
Prof. Paola Bonfante (Affidamento interno)
Dott. Elena Martino (Affidamento interno)
Contatti docente:
0116705965, [email protected]
Corso di studio:
[f056-c502] LM - Biotecnologie vegetali
Anno:
1° anno
Tipologia:
B - Caratterizzante
Crediti/Valenza:
6
SSD attvità didattica:
BIO/01 - botanica generale
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Scritto ed orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Il corso si articola in due moduli. Il primo si propone di illustrare i grandi gruppi degli organismi vegetali, seguendo le
attuali linee sistematiche. Vengono evidenziate le loro unicità, considerando gli aspetti evolutivi a partire
dall'emersione dall'acqua, i cicli vitali, e il piano organizzativo cellulare. Il secondo modulo si propone di fornire,
grazie all'integrazione di lezioni teoriche ed esercitazioni, le basi dell'istologia e dell'anatomia vegetale.
English
The course is divided into two modules. The first one is aimed to illustrate the main groups of photosynthetic
organisms, according to the current systematic and highlighting their unique features. Special focus will be given to
life cycles, discussed under an evolutionary perspective, and the cellular organization level. Aim of the second
module is to provide, through the integration of theory and practice, the basis of plant histology and anatomy.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Ci si aspetta che gli studenti raggiungano una buona conoscenza della biodiversità e della biologia vegetale,
acquisendo nozioni e strumenti che complementino i saperi tradizionali della botanica con alcune delle informazioni
più recenti e ricevendo pertanto le basi per affrontare gli insegnamenti più avanzati previsti dal corso di studi.
English
It is expected that students will reach a good knowledge of plant biodiversity and biology, acquiring notions and
- 204 -
tools which could complement the traditional knowledge of botany with some of the most recent information
therefore acquiring the basis for tackling the more advanced teachings provided by the course of study.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
Il corso consiste di due moduli. Il modulo 1 (Biodiversità vegetale) prevede 24 ore di lezione frontale e 6 ore di
esercitazioni (costruzione di alberi filogenetici, visita erbario). Il modulo 2 (Anatomia vegetale) prevede 22 ore di
lezione frontale e 8 ore di esercitazioni (preparazione di vetrini a partire da materiale vegetale fornito dal docente
ed osservazioni al microscopio ottico). Per le lezioni frontali i docenti si avvalgono di presentazioni power point che
vengono messe a disposizione degli studenti sulla pagina web del corso.
English
The course is divided into two modules. The first one (Plant biodiversity) includes 24 hours of lectures and 6 hours of
practical works (phylogenetic trees construction, herbarium visit) The second one (Plant anatomy) includes 22
hours of lessons and 8 hours of practical works (slides preparation starting from plant materials given by the teacher
and observations at the light microscope). During the lectures teachers make use of power point presentations that
are available for the students on the course web page.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Al termine di ciascun argomento presentato a lezione il docente proporrà una discussione in aula sui temi trattati per
verificare la comprensione da parte degli studenti di quanto esposto anche avvalendosi di domande riconducibili a
quelle che saranno proposte all'esame finale. L'esame finale consiste di una prova scritta comprendente 10
domande aperte, 5 per ciascuno dei due moduli. Ad ogni domanda viene attribuito un punteggio massimo di 6 punti
ed il voto finale deriva dalla media dei voti in trentesimi delle prove relative a ciascuno dei due moduli. Segue una
prova orale che prevede una discussione/integrazione di quella scritta.
English
At the end of each topic presented in class the teacher will propose to the students a discussion on the main
covered subjects to verify the comprehension level also asking questions related to those that will be proposed at
the final exam. The final exam is a written test consisting of 10 opened questions, 5 for each one of the two modules.
To each question is attributed a maximum of 6 points and the final mark comes from the average of the marks
coming from the two modules. An oral discussion/integration of the written test follows.
PROGRAMMA
Italiano
Area di formazione generale
Modulo 1: Biodiversità
1) Parte generale. Organismi vegetali: peculiarità, strategie, biodiversità. Fotosintesi. Multicellularità,
differenziamento. Comunicazioni a breve/lunga distanza. Adattamenti.
2) Biodiversità: evoluzione, approcci genetici, ecofisiologia. Concetti di tassonomia, sistematica, evoluzione,
filogenesi. Linneo: classificazione, nomenclatura binomia. Darwin: evoluzione/filogenesi. Concetto di specie,
convergenze evolutive, cladistica. Da anatomia a sequenziamento di genomi. Geni ribosomali. Da regni a domini. K.
Woese.
- 205 -
3) Sistematica e Tassonomia:
la proposta del 2005 (6 regni per eucarioti) non ha retto alle analisi filogenetiche. Parametri per identificare
le alghe. Origine dei plastidi. Endosimbiosi primaria e secondaria. Euglena e Dinoflagellati. Alghe gialle e
brune. Alghe verdi.
Dalle alghe alle briofita. Da Chlamydomonas alle carofita: formazione delle pareti cellulari. Conquista delle
terre emerse: embrione, sistema vascolare, semi, fiori.
Streptofita: Carofita e Briofita. Epatiche (marker di cambiamenti climatici, tallo, gametangi, ciclo cellulare);
Muschi e Antocerotali: gametofito/sporofito. Physcomitrella: pianta modello. Sfagni/torba: aspetti ecologicoapplicativi.
Tracheophyta: elementi xilematici; lignina, cutina, cere. Piante fossili: Rhyniophyta. Fossili e funghi AM. Da
Rhyniophyta a Licofita; microfille; Selaginella, Isoetes. Eterosporia.
Pteridofita e macrofille: ritorno alle isospore, Psilotum, sporangi e isosporia; ciclo della felce maschio.
Protogimonosperme. Da spore a semi. Contributo dei fossili. Felci a semi. Ciclo. Caratteri arcaici e moderni.
Sviluppo di gametofito maschile e femminile. Le gimnosperme: Cycadales, Gingkoales, Coniferales, Gnetales.
Il mistero delle Angiosperme: Archeofructus in Cina: prima presenza di fiori. Filogenesi attuale: Amborella alla
base di tutte le piante; ninfee e anice stellato : gruppi basali; cluster delle monocotiledoni, magnolie alla base
delle eucotiledoni. Caratteri distintivi delle Angiosperme. Il fiore.
4) Il plant microbiota: dalla biomedicina al plant microbiota. Un esempio: il riso.
Esercitazioni : 1) Ricerche basate su campioni d'erbario, campioni "typus". Collezioni aperte/chiuse. 2)
Identificazione di una pianta tramite sistemi on line. 3) Costruzione di alberi filogenetici: UPGMA, Neighbor Joining,
massima parsimonia, massima somiglianza, metodi Bayesiani.
Modulo 2: Anatomia
1) Tessuti: meristematici, parenchimatici, tegumentali, conduttori, meccanici, secernenti (caratteristiche
citologiche/funzionali).
2) Organi:
Fusto. Meristema apicale: tunica/corpus; zona centrale/periferica. Geni regolatori. Bozze fogliari e primordi
dei rami (pomodoro, Arabidopsis). Dominanza apicale. Mais e teosinte. Internodi: mutanti nani, gene Le di
pisello, mutante gai (Arabidopsis). Portamento monopodiale e simpodiale. Zone di crescita: apice, zona di
determinazione, differenziamento, struttura primaria. Eustele, atactostele. Fusti modificati. Accrescimento
secondario. Cambio subero-fellodermico e cribro-vascolare. Attività dipleurica. Sistemi assiale/radiale.
Xilema secondario (legno omoxilo ed eteroxilo). Floema secondario. Dendrocronologia.
Foglia. Morfologia ed anatomia (foglie bifacciali, isofacciali, unifacciali, centriche). Controllo
formazione/disposizione di stomi/tricomi. Foglie modificate. Senescenza ed abscissione fogliare (ruoli
etilene, citochinina, auxina).
Radice. Arabidopsis: sistema modello per lo sviluppo della radice. Segnali di posizione/identità cellulare,
geni coinvolti. Organizzazione esterna/interna. Meristema primario, centro quiescente, cuffia (gravitropismo),
zona di meristemi determinati, differenziamento, struttura primaria. Actinostele. Radici laterali.
Accrescimento secondario. Specializzazioni/adattamenti. Noduli. Micorrize.
Esercitazioni: preparazione di vetrini, colorazione, osservazioni al microscopio. 1) Parenchimi, epidermide. 2)
Tessuti meccanici, conduttori. 3) Foglia 4) Fusto in struttura primaria/secondaria.
English
General formation area
Module 1: Plant biodiversity
- 206 -
1) General part. Plant organisms: features, strategies, biodiversity. Photosynthesis. Multicellularity, differentiation.
Short/long distance communications. Adaptations.
2) Biodiversity: evolution, genetic approaches, eco-physiology. Concepts of taxonomy, systematics, evolution,
phylogeny. Linnaeus: classification, binomial nomenclature. Darwin: evolution/phylogeny. Concept of species,
evolutionary convergence, cladistics. From the anatomy to the genome sequencing. Ribosomal genes. From
kingdoms to domains. K. Woese.
3) Systematics and Taxonomy:
The 2005 proposal (6 kingdoms for eukaryotes) has not held up to the phylogenetic analysis. Parameters for
algae identification. Origin of plastids. Primary and secondary endosymbiosis. Euglena and Dinoflagellates.
Yellow and brown algae. Green algae.
From algae to bryophyta. From Chlamydomonas to carophyta: cell walls formation. Emerged lands
colonization: embryo, vascular system, seeds, flowers.
Streptophyta: Carophyta and bryophyta. Liverworts (climate change markers, thallus, gametangia, cell cycle);
Mosses and Antocerotales: gametophyte/sporophyte. Physcomitrella: a model plant. Sphagnum/peat:
ecological and practical aspects.
Tracheophyta: xylem elements; lignin, cutin, waxes. Fossil plants: Rhyniophyta. Fossils and AM fungi. From
Rhyniophyta to Licophyta; microleaves; Selaginella, Isoetes. Heterospory.
Pteridophyta and macroleaves: return to isospores, Psilotum, sporangia and isosporia; the male fern cycle.
Protogymnosperms. From spores to seeds. Contribution of fossils. Seed Ferns. Cycle. Archaic and modern
characters. Development of male and female gametophyte. Gymnosperms: Cycad, Gingkoales, Coniferales,
Gnetales.
The mystery of angiosperms: Archeofructus in China: first presence of flowers. Current phylogeny: Amborella
at the basis of all plants; lilies and star anise: basal groups; cluster of monocots, magnolias at the basis of
eudicots. Distinctive features of Angiosperms. The flower.
4) The plant microbiota: from biomedicine to plant microbiota. An example: the rice.
Practical part: 1) Research based on herbarium specimens, "typus" samples. Open/closed collections. 2) Plant
identification through online systems. 3) Construction of phylogenetic trees: UPGMA, Neighbor Joining, maximum
parsimony, maximum likelihood, Bayesian methods.
Module 2: Plant anatomy
1) Plant tissues: parenchyma, epidermal, support, vascular, secretory tissues (cytological and functional features).
2) Plant organs:
Stem. Apical meristem: tunica/corpus; central/peripheral zones. Regulatory genes. Branches and leaf
primordia (tomato, Arabidopsis). Apical dominance. Maize and teosinte. Internodes: dwarf mutants, pea Le
gene, gai mutant (Arabidopsis). Monopodiale and sympodial habit. Growth zones: apical meristems,
determination zone, differentiation zone, primary structure zone. Eustele, atactostele. Modified stems.
Secondary growth. Cork and cribro-vascular cambium activity. Bifacial activity. Longitudinal/radial systems.
Secondary xylem (homogeneous and heterogeneous wood). Secondary phloem. Dendrochronology.
Leaf. Morphology and anatomy (bifacial, isofacial, unifacial, centric leaves). Control of the stomata/trichomes
formation and arrangement. Modified leaves. Leaf senescence and abscission (ethylene, cytokinin, auxin
roles).
Root. Arabidopsis: a model system for the study of root development. Position/cell identity signals, genes
involved. Internal/external structure. Primary meristem, quiescent center, root cap (gravitropism),
determined meristems zone, differentiation zone, primary structure zone. Actinostele. Lateral roots.
Secondary growth. Modified roots. Nodules and mycorrhiza.
Practical parts: slides preparation, staining, microscope observations. 1) parenchyma, epidermis. 2) Support and
transport tissues. 3) Leaves. 4) Primary/secondary shoots.
- 207 -
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Il materiale didattico presentato a lezione sarà disponibile sul sito internet: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/.
I testi base consigliati per il corso sono:
Smith et al. 2011, Biologia delle piante, Ed. Zanichelli, edizione italiana a cura di D. Chiatante.
Pasqua, Abbate, Forni. Botanica generale e Biodiversità, Ed. Piccin.
Mauseth. Botanica, Fondamenti di Biologia delle Piante, Edizione Italiana, Nuova Editoriale Grasso.
E' fortemente consigliato l'utilizzo del seguente materiale per approfondimenti e integrazioni:
Appunti presi a lezione
Sono di seguito indicati altri siti internet di interesse:
http://www.bioveg.unito.it/atlanteme/
http://www.atlantebotanica.unito.it/
English
The slides will be available at: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/.
The suggested books for the exam preparation are:
Smith et al. 2011, Biologia delle piante, Ed. Zanichelli, edizione italiana a cura di D. Chiatante.
Pasqua, Abbate, Forni. Botanica generale e Biodiversità, Ed. Piccin.
Mauseth. Botanica, Fondamenti di Biologia delle Piante, Edizione Italiana, Nuova Editoriale Grasso.
It is strongly suggested to use the lesson notes for the exam preparation
Other internet useful sites:
http://www.bioveg.unito.it/atlanteme/
http://www.atlantebotanica.unito.it/
NOTA
Italiano
Il corso si svolge il martedi' presso i locali della sede di Grugliasco ed il mercoledi' presso i locali del Dipartimento
di Scienze della Vita e Biologia dei Sistemi, sede di Viale Mattioli 25
English
The course will take place on Tuesday at the Grugliasco seat and on Wednesday at the Life Sciences and Systems
Biology Department, seat of Viale Mattioli 25
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=uqzy
- 208 -
- 209 -
Biologia e genetica della vite - C.I. (Anno Accademico 2015/2016)
BIOLOGY OF GRAPEVINE
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: SAF0040
Docente:
Prof. Osvaldo Umberto FAILLA (Affidamento interno)
Carlo Massimo Pozzi (Affidamento interno)
Contatti docente:
02 50316565, [email protected]
Corso di studio:
[f290-c511] LM - Scienze viticole ed enologiche
Anno:
1° anno
Tipologia:
B - Caratterizzante
Crediti/Valenza:
10
SSD attvità didattica:
AGR/03 - arboricoltura generale e coltivazioni arboree
AGR/07 - genetica agraria
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
Moduli didattici:
Biologia della vite (Anno Accademico 2015/2016)
Genetica della vite (Anno Accademico 2015/2016)
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=9qwe
Biologia della vite (Anno Accademico 2015/2016)
Biologia della vite
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: SAF0040
Docente:
Prof. Osvaldo Umberto FAILLA (Affidamento interno)
Contatti docente:
02 50316565, [email protected]
Anno:
Tipologia:
Crediti/Valenza:
5
SSD attvità didattica:
AGR/03 - arboricoltura generale e coltivazioni arboree
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Orale
- 210 -
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Approfondire le conoscenze di fisiologia della vite relativamente alla fenologia, allo sviluppo e maturazione del
frutto, al bilancio del carbonio e alla nutrizione idrica e minerale in relazione alle risorse ambientali e alle differenze
varietali.
English
To increase the knowledge of the grapevines physiology in relation to phenology, development and maturation of
the fruit, the carbon, nutritional and water balance, in relation to environmental resources and varietal differences.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Conoscenza della fisiologia dello sviluppo e della fruttificazione della vite, della nutrizione idrica e minerale e del
bilancio del carbonio in relazione al variare delle risorse ambientali e genetiche.
English
Knowledge of the physiology of grapevine development and fruiting, of the water and mineral nutrition and carbon
balance in relation to changing environmental and genetic resources.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
Lezioni frontali.
English
Lectures.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Esame orale.
English
Oral examination.
PROGRAMMA
Italiano
CFU I – Introduzione e richiami di morfologia della vite
- 211 -
CFU II – Ecologia, ecofisiologia e fenologia della vite
CFU III - Sviluppo e maturazione della bacca
CFU IV – Bilancio del carbonio e nutrizione minerale
CFU V – Bilancio idrico e stress ambientali
English
ETCS I - Introduction and recall of the grapevine morphology
ETCS II - Ecology, ecophysiology and phenology of the grapevine
ETCS III – Grapes development and ripening
ETCS IV - Carbon balance and mineral nutrition
ETCS V - Water balance and environmental stresses
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Keller M. 2010 The Science of Grapevine. Elsievier.
Ribéreau-Gayon P., Dubourdieu D., Donèche B., Lonvaud A., 2004 Trattato di Enologia I (capitolo 10), Edagricole,
Bologna,.
Altro materiale bibliografico sarà indicato dal docente in relazione ai diversi punti del programma.
Testi propedeutici
Alpi, Pupillo, Rigano. Fisiologia delle piante. EdiSES
Salisbury, Ross. Fisiologia vegetale. Zanichelli
Taiz, Zeiger. Fisiologia vegetale. Piccin
English
Keller M. 2010 The Science of Grapevine. Elsievier.
Ribéreau-Gayon P., Dubourdieu D., Donèche B., Lonvaud A., 2004 Trattato di Enologia I (capitolo 10), Edagricole,
Bologna,.
Other bibliographic material will be indicated by the teacher in relation to the various points of the program.
Introductory texts
Alpi, Pupillo, Rigano:. Fisiologia delle piante. EdiSES
- 212 -
Salisbury, Ross: Fisiologia vegetale. Zanichelli
Taiz, Zeiger: Fisiologia vegetale. Piccin
NOTA
Italiano
English
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=fkoa
- 213 -
Genetica della vite (Anno Accademico 2015/2016)
Genetica della vite
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: SAF0040
Docente:
Carlo Massimo Pozzi (Affidamento interno)
Contatti docente:
[email protected]
Anno:
Tipologia:
Crediti/Valenza:
5
SSD attvità didattica:
AGR/07 - genetica agraria
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Lo studente è messo in grado di comprendere i metodi di miglioramento genetico della vite, soprattutto nella loro
declinazione più moderna e genomica. Lo studente acquisisce informazioni circa l'applicazione di tecniche
molecolari alla caratterizzazione varietale ed al breeding. Le più moderne indicazioni circa le modalità di
domesticazione della vite sono interpretate mediante strumenti molecolari. Inoltre vengono fornite le basi per
comprendere il miglioramento della vite tramite transgenesi e cisgenesi.
English
The student will be able to understand the modern methods used in grape breeding, especially those involving the
usage of molecular and genomics breeding. The student will acquire competencies and techniques to be used in
grape cultivars molecular characterization and breeding. The student will be exposed to the most recent theories
about grape domestication supported by molecular evidences. The student will be able to understand the basis of
grape breeding through transgenesis and cisgenesis.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Lo studente dovrà essere in possesso della capacità di comprendere il disegno sperimentale di piani di
miglioramento genetico della vite, e per questo dovrà essere in grado di avvalersi di nozioni di genetica di base, di
genetica molecolare, biochimica e genetica delle popolazioni. Lo studente inoltre dovrà essere in grado di
interpretare criticamente esperimenti di miglioramento della vite mediante applicazione di tecnologie transgeniche.
English
The student will have to be able to understand the design of experiments in grape breeding programs. To this end,
the student will have to master basic genetics, molecular genetics, biochemistry and population genetics. The
student will have to be able to critically interpret the experiments in grape breeding using transgenetic
technologies.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
- 214 -
Il corso consiste di 40 ore di lezione frontale. Il docente di avvale di presentazioni/slide che sono a disposizione
degli studenti.
English
The course is composed of 40 hours of lectures. The teacher uses power point presentations, which will be made
available to the students.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
A metà semestre verrà proposto un test scritto per verificare il grado di apprendimento e di chiarezza della
didattica. L'esame finale è un colloquio orale.
English
Half way during the course a written test will be proposed to verify both the learning-curve progress and the clarity
of the lectures. The final exam is oral.
PROGRAMMA
Italiano
Introduzione al corso
Richiami di genetica di base e di genetica quantitativa
Genetica mendeliana e sue leggi
Genetica quantitativa e introduzione alle sue basi statistiche
Richiami di genetica di popolazioni
Speciazione e formazione di popolazioni spontanee isolate geneticamente
Varietà, cloni, piante spontanee e coltivate in viticoltura
Caratterizzazione molecolare della biodiversità varietale e clonale
Marcatori molecolari: tipologie, tecniche
Marcatori molecolari per la caratterizzazione varietale e clonale
Investigazione con strumenti molecolari della domesticazione della vite
Genomica della vite
Strategie e strumenti di sequenziamento dei genomi vegetali
Sequenziamento del genoma della vite
Uso delle tecniche di sequenziamento nel breeding: esempi in vite
Genetical genomics, chemical genetics ed eQTLs
Miglioramento genetico moderno della vite
Cenni sulla storia del miglioramento genetico della vite
Ibridazione e autofecondazione
Ideotipi per la vite
Marcatori molecolari e miglioramento genetico
Genetica molecolare e genomica per
Il mappaggio e la clonazione di QTL
Il mappaggio mediante linkage disequilibrium
La selezione assistita da marcatori
Programmi di miglioramento genetico della vite
Miglioramento genetico basato su variabilità interspecifica
Trasformazione e rigenerazione di vite
Programmi di miglioramento genetico interspecifico
English
Introduction to the course
Elements of genetics and quantitative genetics
- 215 -
Mendelian genetics
Quantitative genetics and introduction to genetical statistics
Elements of population genetics
Speciation and formation of spontaneous populations genetically isolated
Cultivars, clones, and spontaneous plants cultivated in viticulture
Molecular characterization of grape biodiversity
Molecular markers: types, techniques
Molecular markers for the characterization of biodiversity
Molecular tools for the investigation of grape domestication
Grape genomics
Strategies and techniques for plant genomes sequencing
Grape genome sequencing
Sequencing techniques and plant breeding: applications in grape
New frontiers: genetical genomics, chemical genetics and eQTLs
Grape modern breeding
Elements of grape breeding history
Grape ideotypes
Molecular markers and breeding
Molecular genetics and genomics
Molecular genetics and genomics for:
QTL mapping and cloning
Linkage disequilibrium mapping
Marker assisted selection
Examples of breeding plan in grape
Molecular breeding based on interspecific variability:
Grape transformation and regeneration
Breeding programs based on transgenesis and cisgenesis.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Genetica e genomica (3 vol). G. Barcaccia, M. Falcinelli (Liguori Editore)
Presentazioni e articoli forniti durante il corso.
English
Genetica e genomica (3 vol). G. Barcaccia, M. Falcinelli (Liguori Editore); slides, texts, and papers which will be
provided during the lectures.
NOTA
Italiano
Il corso si volge nella sede di Asti
English
The course is held at the facility in Asti.
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=g1vy
- 216 -
Biologia generale e botanica (insegnamento per L- Scienze e tecnologie agrarie) (Anno
Accademico 2015/2016)
GENERAL BIOLOGY AND BOTANY
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0007
Docente:
Dott. Deborah ISOCRONO (Affidamento interno)
Contatti docente:
+39 0116708948, [email protected]
Corso di studio:
[f001-c717] L - Scienze e tecnologie agrarie
Anno:
1° anno
Tipologia:
A - Di base
Crediti/Valenza:
8
SSD attvità didattica:
BIO/03 - botanica ambientale e applicata
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Questo corso ha come scopi quelli di:
-acquisire conoscenze teoriche di base sulla biologia e sull'anatomia vegetale con particolare riferimento alle
relazioni fra struttura e funzione.
-introdurre gli studenti alla diversità degli organismi vegetali, fornire le conoscenze necessarie all'identificazione
delle specie vegetali integrandole con note sull'ecologia delle specie spontanee e sugli usi principali di quelle
coltivate.
English
This course aims to:
- Improve botanical literacy by learning the basic facts, principles and concepts in plant biology
- Improve technical literacy by learning and how to use taxonomy and nomenclature rules to understand ecology
and uses of spontaneous and cultivated species.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Acquisizione della capacità di comprensione della biologia di base, di descrizione e riconoscimento delle strutture
anatomico/istologiche delle piante superiori e della identificazione delle principali specie vegetali.
- 217 -
English
Students will learn basic facts about biology and plant taxonomy. They should be able to critically describe plant
structures (e.g. anatomical, histological and cytological structures), identify spontaneous and cultivated species,
describe plant families.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
Il corso consiste di 80 ore tra lezione frontale, attività di laboratorio ed attività di riconoscimento specie. Il materiale
didattico (slide) utilizzato è a disposizione degli studenti.
English
The course consists of 80 hours (both lectures and laboratory -plant identification sessions). Didactic materials will
be available for students.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Il grado di apprendimento raggiunto dagli studenti sarà valutato di volta in volta con discussioni critiche al termine di
ogni argomento in classe e durante le esercitazioni pratiche.
L'esame finale consta di un pre-test con domande a risposta multipla che se superato da accesso al colloquio
orale. Quest'ultimo prevede la verifica della capacità di ragionamento e di collegamento tra le conoscenze
acquisite. È inoltre obbligatoria la presentazione di un erbario di 30 esemplari, corredato dai propri recapiti, da
consegnare presso lo studio del docente almeno 15 giorni prima della data d'appello.
English
Levels of learning acquired by the students will be evaluated regularly through periodic discussions at the end of
each topic during class and lab lessons.
The final exam consists of:
- a written multiple choice test which has to be passed before the oral exam
- an oral exam devoted to verify the candidate's ability to reason and connect between different topics
- the evaluation of an herbarium (30 specimens) prepared at home. The herbarium has to be delivered to the
teacher 15 days before the exam.
PROGRAMMA
Italiano
Gli argomenti trattati, di seguito riportati, rientrano nell'area delle conoscenze propedeutiche.
Introduzione alla Botanica e cenni di Sistematica. Organizzazione e caratteristiche dei vegetali. Etero ed autotrofia.
Domini e Regni, principali rapporti filogenetici tra gli organismi. Tallo e cormo: adattamenti per la vita in ambiente
- 218 -
terrestre.
Citologia: la cellula vegetale. Morfologia, accrescimento e differenziamento cellulare. Struttura dei principali
organuli citoplasmatici. Approfondimenti su parete cellulare (citodieresi, crescita, funzioni e composizione della
parete, lamella mediana, parete primaria e parete secondaria, modificazioni), vacuoli e sistema plastidiale.
Riproduzione cellulare.
Istologia vegetale. Caratteristiche, funzioni e localizzazione dei tessuti. Meristemi primari e secondari. Tessuti
definitivi (tessuti tegumentali, parenchimatici, segregatori, meccanici, conduttori). Fasci cribro-vascolari. La stele e
la sua evoluzione.
Organografia: struttura primaria e secondaria degli apparati caulinare e radicale. Tipi di ramificazione; tipi di
apparato radicale. La foglia: origine ed evoluzione; anatomia del microfillo; anatomia dei principali tipi di macrofillo.
Adattamenti di radice, fusto, foglie e habitus dei vegetali in relazione a differenti condizioni ambientali.Cenni sui
sistemi di classificazione e categorie tassonomiche. Nomenclatura botanica attuale (codici internazionali per le
specie spontanee e coltivate). I processi di identificazione degli organismi: chiavi dicotomiche e erbari.
Gimnosperme caratteri generali e descrizione di Cycadophyta, Ginkgophyta, Gnetophyta, Pinophyta (Taxaceae,
Cupressaceae, Pinaceae)
Magnoliopsida e Liliopsida Descrizione (morfologia, caratteri generali, sistematica e distribuzione) delle principali
famiglie di interesse agrario e dei generi più rappresentativi, caratteri per il riconoscimento, importanza ecologica
ed economica.
English
Plant cellular biology: basic knowledge and organelle structure. Advanced examination of the morphology and
function of cell wall, plastids, vacuoles. Cell division.
Plant tissues: position, morphology and location. Primary and secondary meristems: growth and function. Epidermis,
parenchyma, wood, phloem, collenchyma, sclerenchyma, secretion tissues. Vascular boundless and relation with
organs.
Anatomy. Stem and root differentiation and growth. Primary and secondary structure. Leaf anatomy description of
basic leaf types. Root, stem and leaf modification.
Reproduction. Life cycles. Individual reproductive unit in Gymnoperms and Angiosperms. Seed structure and
functions and germination. Fruit anatomy and development.
Systematic and phylogenetics: classification systems, taxonomic ranks, APG system. Plant scientific nomenclature.
Identification tools for plants. Herbaria.
Evolution and diversity of angiosperms and relationships with acquatic and terrestrial habitat. Gymnosperm: general
morphology and ecology. Descriptions of Cycadophyta, Ginkgophyta, Gnetophyta, Pinophyta (Taxaceae,
Cupressaceae, Pinaceae)
Angiosperm families. Magnoliopsida general morphology and ecology. Families: Magnoliaceae, Lauraceae,
Ranunculaceae, Papaveraceae, Fagaceae, Moraceae, Juglandaceae, Caryophyllaceae, Chenopodiaceae,
Malvaceae, Cucurbitaceae, Violaceae, Brassicaceae, Rosaceae, Fabaceae, Myrtaceae, Euphorbiaceae, Vitaceae,
- 219 -
Apiaceae, Convolvulaceae, Solanaceae, Boraginaceae, Lamiaceae, Scrophulariaceae, Oleaceae, Asteraceae.
Other families (minor remarks).
Liliopsida: general morphology and ecology. Families: Poaceae, Arecaceae, Zingiberaceae, Musaceae, Liliaceae,
Iridaceae. Other families (minor remarks).
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Stern Kingsley R., Bidlack James E., Jansky Shelley H. 2009 Introduzione alla biologia vegetale McGraw-Hill
Companies
Pasqua G., Abbate G., Forni C., 2007 Botanica generale e diversità vegetale. Ed. PICCIN
Gerlach, Lieder, Atlante di Anatomia vegetale, Ed. Muzio, 1986.
English
Stern Kingsley R., Bidlack James E., Jansky Shelley H. 2009 Introduzione alla biologia vegetale McGraw-Hill
Companies
Pasqua G., Abbate G., Forni C., 2007 Botanica generale e diversità vegetale. Ed. PICCIN
Gerlach, Lieder, Atlante di Anatomia vegetale, Ed. Muzio, 1986
NOTA
Italiano
English
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=fl9a
- 220 -
Biologia generale e botanica (insegnamento per L- Scienze forestali e ambientali) (Anno
Accademico 2015/2016)
GENERAL BIOLOGY AND BOTANY
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0007
Docente:
Phd. Enrica Matteucci (Contratto)
Contatti docente:
0116705972, [email protected]
Corso di studio:
[f001-c711] L - Scienze forestali e ambientali
Anno:
1° anno
Tipologia:
A - Di base
Crediti/Valenza:
8
SSD attvità didattica:
BIO/03 - botanica ambientale e applicata
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Le informazioni fornite mirano a far raggiungere le conoscenze di base sull'anatomia vegetale con correlazioni fra
strutture e funzioni indispensabili per la comprensione dei metabolismi fondamentali. Si sottolineano le modalità di
adattamento delle strutture per la sopravvivenza in diverse situazioni ambientali.
Per le Briofite e Pteridofite vengono presentati anche i caratteri sistematici, mentre per le Spermatofite sono forniti
i caratteri generali e le regole nomenclaturali propedeutiche per il programma da svolgere nel successivo corso di
sistematica al secondo anno.
English
The course aims to make students reach standard knowledge on plant anatomy and understand correlations among
structures, functions and fundamental metabolisms. Systematic of moss and fern are developed while only basic
concepts and nomenclature rules are given for Spermatophytes intending to deepen in the following courses.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Acquisizione della capacità di riconoscimento e descrizione delle strutture secondo il criterio anatomico/istologico/
citologico; acquisizione dei concetti generali sui principali metabolismi (fotosintesi, respirazione, regolazione della
crescita).
- 221 -
English
Students may be able to recognize and describe plant structures at anatomical, histological and cytological levels.
They will be asked also to describe major physiological metabolisms and plant needs (photosynthesis, cellular
respiration and growth controls).
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
Il corso consiste di 80 ore di lezioni frontali ed attività in laboratorio di microscopia. Il materiale didattico (slide)
utilizzato è a disposizione degli studenti.
English
The course consists of 80 hours (both lectures and laboratory sessions). Didactic materials will be available for
students.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Il grado di apprendimento raggiunto dagli studenti sarà valutato durante le esercitazioni pratiche e con discussioni
critiche al termine di ogni argomento.
L'esame finale consta di un pre-test scritto con domande a risposta multipla che, se superato, dà accesso al
colloquio orale. Quest'ultimo prevede la verifica della capacità di ragionamento e di collegamento tra le
conoscenze acquisite (riconoscimento di un preparato anatomico/istologico/citologico presentato in immagine,
discussione di argomenti trattati nelle lezioni frontali; verifica sull'acquisizione delle nozioni base di nomenclatura
botanica).
English
Levels of learning acquired by the students will be evaluated regularly during lab lessons and through periodic
discussions at the endo of each topic.
The final exam consists of a written multiple preliminary choice test which has to be passed before the oral exam
plus an oral exam devoted to verify the candidate's ability to reason and connect between different topics
(identification of a microscopic slide or image, discussion on plant structures and function and on botanical
nomenclature rules).
PROGRAMMA
Italiano
Gli argomenti trattati, di seguito riportati, rientrano nell'area delle conoscenze propedeutiche.
I vegetali: loro caratteristiche e livelli di organizzazione: dai procarioti alle cormofite. Cenni di evoluzione.
Citologia: la cellula vegetale e le sue peculiarità morfologiche e fisiologiche. Siti per la fotosintesi (C3, C4,
CAM) e la respirazione cellulare. Descrizione generale dei due processi metabolici.
Istologia: meristemi primari e secondari, loro collocazione, morfologia e caratteristiche fisiologiche,
regolazione della funzionalità. Meccanismi di risposta a ferite accidentali e non (potature, innesti). Tessuti
definitive: morfologia e principali funzioni. Invecchiamento e morte dei diversi tessuti e ricadute sulla pianta in
toto.
- 222 -
Organografia: struttura primaria e secondaria degli apparati caulinare e radicale. Assorbimento e
traslocazione dei fluidi. La foglia: origine ed evoluzione; anatomia del microfillo; anatomia dei principali tipi di
macrofillo. Modificazioni ed adattamenti di foglie, radici, fusti. Habitus dei vegetali in relazione alle situazioni
ambientali. Caratteristiche per il superamento della stagione sfavorevole: forme biologiche.
Strutture per la moltiplicazione vegetativa e sessuale. Passaggio dalla vita vegetativa alla fase riproduttiva:
fattori endogeni ed esogeni (fotoperioidismo e termoperioidismo, ormoni vegetali). Cicli riproduttivi.
Formazione del seme in Gimnosperme ed Angiosperme: significato ecologico. Formazione del frutto in
Angiosperme. Specie monocarpiche e policarpiche.
Tallofite, Briofite, Pteridofite (caratteri sistematici ed ecologici).
I sistemi di classificazione botanica, regole di nomenclatura.
English
The main topics are:
The main morphological organization levels in plants: prokaryotes, eukaryotes; thallophyte, cormophyte.
Notes on Evolution.
Plant cell and its organization (morphology and function). Basic concepts on photosinthesis (C3, C4, CAM) and
cell respiration.
From cells to tissues in different structures and functions. Morphological aspects and functions of meristems
and tissues, their development, aging and death.
The root, stem and leaf anatomy and functions in Spermatophytes. Root, Stem and leaf modification and
habitus related to ecological conditions. Biological types with reference to the adaption of plants to survive
the unfavourable season.
Reproduction and reproductive structures in Spermatophytes. Plant life cycles. Seed and fruit stuctures,
ecology meaning and classification.
Systematic and ecological characters of Algae, Bryophyta and Pterydophyta.
Classification and Systematics. Types of classification systems: Levels of taxonomic categories. International
code of nomenclature.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Evert, Eichhorn, 2013 - La biologia delle piante di Raven. Zanichelli Editore
Purves W., Sadava D. et al. – Biologia. La Biologia delle piante. Zanichelli, 2009
Stern Kingsley R., Bidlack James E., Jansky Shelley H. 2009 Introduzione alla biologia vegetale McGraw-Hill
Companies
Mauseth J. D. Botanica (parte generale). II edizione italiana, Idelson Gnocchi, Napoli, 2006
Atlanti di anatomia:
- 223 -
Gerlach D., Lieder J. – Atlante di Anatomia vegetale. Ed. Muzio, 2002
Speranza A., Calzoni G.L. - Struttura delle piante in immagini. Zanichelli, 1996
http://www.atlantebotanica.unito.it/page.asp
http://www.dipbot.unict.it/tavole/index.html
http://botweb.uwsp.edu/anatomy/
English
Evert, Eichhorn, 2013 - La biologia delle piante di Raven. Zanichelli Editore
Purves W., Sadava D. et al. – Biologia. La Biologia delle piante. Zanichelli, 2009
Stern Kingsley R., Bidlack James E., Jansky Shelley H. 2009 Introduzione alla biologia vegetale McGraw-Hill
Companies
Mauseth J. D. Botanica (parte generale). II edizione italiana, Idelson Gnocchi, Napoli, 2006
Atlanti di anatomia:
Gerlach D., Lieder J. – Atlante di Anatomia vegetale. Ed. Muzio, 2002
Speranza A., Calzoni G.L. - Struttura delle piante in immagini. Zanichelli, 1996
http://www.atlantebotanica.unito.it/page.asp
http://www.dipbot.unict.it/tavole/index.html
http://botweb.uwsp.edu/anatomy/
NOTA
Italiano
English
- 224 -
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=w53k
- 225 -
Biologia generale e fisiologia vegetale (Anno Accademico 2015/2016)
GENERAL BIOLOGY AND PLANT PHYSIOLOGY
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0027
Docente:
Prof. Francesca CARDINALE (Affidamento interno)
Contatti docente:
0116708875, [email protected]
Corso di studio:
[f001-c702] L - Viticoltura ed enologia
[f001-c703] L - Tecnologie alimentari
Anno:
1° anno
Tipologia:
A - Di base
Crediti/Valenza:
8
SSD attvità didattica:
BIO/04 - fisiologia vegetale
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Scritto ed orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Partendo da nozioni di base in chimica generale, fisica e biologia, si vuole portare lo studente a sviluppare la
capacità di interpretare le strategie che gli organismi hanno adottato nel corso dell'evoluzione per lo svolgimento
delle proprie funzioni vitali. Il corso quindi mira a fornire gli strumenti indispensabili per comprendere il
funzionamento della biosfera, con enfasi sugli organismi vegetali (soprattutto di interesse alimentare).
English
Starting from basic chemistry, physics and biology concepts, the student will develop the ability to interpret and
understand the strategies living beings adopted throughout evolution to fulfil their vital needs. The course therefore
aims to give the students the tools indispensable to understand how the biosphere works, focusing on edible plants.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Comprensione del funzionamento di base delle "macchine" biologiche, con enfasi sugli organismi vegetali
English
Understanding of the workings of cells and organisms, focusing on plants
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
Il corso consiste di 60 ore di lezione frontale e 20 ore dedicate a esercitazioni e attività di laboratorio. Per le lezioni
- 226 -
frontali il docente si avvale di presentazioni che non saranno a disposizione degli studenti con l'eccezione del
materiale didattico caricato su campusnet.
English
The course consists of 60 hours of lectures and 20 hours devoted to laboratory work and visits the wine
establishments. The teacher makes use of presentations that are not made available to the students but for the
"materiale didattico" available on campusnet.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Interazione continua con gli studenti in classe, nel corso delle lezioni frontali e specialmente delle esercitazioni
pratiche. Test scritto non verbalizzante + esame orale verbalizzante a fine corso. Il test scritto consiste di 15
domande a risposta chiusa sull'intero programma. L'idoneità al test scritto è un prerequisito per l'ammissione
all'esame orale, che copre l'intero programma e comprende l'osservazione microscopica di preparati anatomici
vegetali.
English
Continuous student-teacher interaction during class, and especially practical work in the lab. Written test + oral exam
at the end of the course. The written text consists of 15 multiple-choice questions, covering the whole programme.
Passing the test (yes/no outcome) is a prerequisite for admission to the oral examination, which will cover the whole
programme and include microscope observation of botanical slides.
PROGRAMMA
Italiano
Questo corso appartiene all'area di apprendimento 1 (formazione di base).
Principali caratteristiche degli esseri viventi, livelli di organizzazione biologica e principi di tassonomia. Principi
fondamentali di evoluzione biologica: il Darwinismo. Principali tipi di legame chimico e gruppi funzionali rilevanti in
biologia. Caratteristiche dell'acqua e loro influenza sulla biosfera. Equilibrio osmotico.
Componenti organiche e inorganiche della cellula. Macromolecole biologiche: carboidrati, lipidi, proteine, acidi
nucleici. ATP ed enzimi. Metabolismo: flussi di energia, significato biologico di anabolismo e catabolismo. Glicolisi,
respirazione, fermentazione, fotosintesi (C3, C4, CAM).
Cellule procariotiche ed eucariotiche, animali, fungine e vegetali. Struttura, morfologia e componenti cellulari.
Organizzazione delle cellule in tessuti ed organi.
Duplicazione del DNA. Il codice genetico, la sintesi proteica e il controllo dell'espressione genica negli eucarioti.
Struttura ed organizzazione dei cromosomi. Cariotipo. Crescita e divisioni cellulari: mitosi e meiosi. Livelli di ploidia.
Cicli vitali di diversi organismi. Riproduzione sessuale e propagazione vegetativa. Cenni di genetica Mendeliana.
Elementi di tassonomia vegetale ed organizzazione anatomica delle angiosperme
Meccanismi di trasporto e nutrizione nelle piante. Regolazione ormonale dello sviluppo vegetale e interazioni con
l'ambiente.
Sviluppo del fiore e dell'embrione, anatomia di seme e frutto. Germinazione del seme.
Microscopia: la struttura e il funzionamento di M.O., SEM e TEM.
Preparazione, osservazione al M.O. ed analisi di funghi microscopici e cellule, tessuti ed organi vegetali.
- 227 -
English
This course belongs to the education sector 1 (basic training). The class focuses on subjects that are configured in
the learning context of training and basic concepts.
Main characteristics of living beings, biological organization levels and taxonomical principles. Fundamentals in
evolution: Darwin's theory. Main kinds of chemical bonds and functional groups relevant in biology. Water
characteristics and their influence on our environment. Osmotic balance.
Organic and inorganic components in the cell. Biological macromolecules: carbohydrates, lipids, proteins, and
nucleic acids. ATP and enzymes. Metabolism: energy flows, biological meaning of anabolism and catabolism.
Glycolysis, respiration, fermentation, photosynthesis (C3, C4 and CAM).
Prokaryotic and eukaryotic, plant, fungal and animal cells. Cell structure, morphology and components, organization
in tissues and organs.
DNA duplication. The genetic code, protein synthesis and the control of gene expression in eukaryotes. Structure
and organization of chromosomes. Karyotype. Cell growth and division processes: mitosis and meiosis. Ploidy
levels. Life cycles of different organisms. Sexual and asexual reproduction. Basics in Mendelian genetics.
Fundamentals in plant taxonomy and anatomical organization in angiosperms.
Transport mechanisms and nutrition in plants.
Hormonal regulation of plant development and interactions with the environment.
Flower and embryo development. Fruits and seed anatomy. Seed germination.
Microscopes: the structure and functioning of M.O., SEM and TEM.
Preparation, M.O. observation and analysis of microscopic fungi, plant organs, tissues and cells.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Testi base consigliati per il corso:
HILLIS DM, SADAVA D, HELLER HC, PRICE MV. FONDAMENTI DI BIOLOGIA. Zanichelli. ISBN: 9788808195340
GERLACH D, LIEDER J. ANATOMIA VEGETALE AL MICROSCOPIO. Muzzio Scuola ed., Padova
Per approfondimenti e integrazioni è fortemente consigliato l'utilizzo del materiale didattico disponibile su
campusnet dall'inizio del corso
English
Recommended textbooks:
HILLIS DM, SADAVA D, HELLER HC, PRICE MV. PRINCIPLES OF LIFE. Feeman WH & Co, NY.
GERLACH D, LIEDER J. ANATOMIA VEGETALE AL MICROSCOPIO. Muzzio Scuola Ed., Padova. ISBN 88-7021-590-3
For further research material, please refer to the "materiale didattico" made available on campusnet at the
beginning of the course
- 228 -
NOTA
Italiano
English
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=57wb
- 229 -
Biologia molecolare (Anno Accademico 2015/2016)
MOLECULAR BIOLOGY
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0132
Docente:
Contatti docente:
Corso di studio:
[f001-c717] L - Scienze e tecnologie agrarie
Anno:
3° anno
Tipologia:
D - A scelta dello studente
Crediti/Valenza:
6
SSD attvità didattica:
BIO/11 - biologia molecolare
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Nessuno / None Mutuato da: http://biologia.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=d965;
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=0rt6
- 230 -
Biologia molecolare vegetale (Anno Accademico 2015/2016)
Plant Molecular Biology
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: INT0797
Docente:
Prof. Luisa Lanfranco
Contatti docente:
+39 011 6705969, [email protected]
Corso di studio:
[f056-c502] LM - Biotecnologie vegetali
Anno:
1° anno
Tipologia:
B - Caratterizzante
Crediti/Valenza:
6
SSD attvità didattica:
BIO/01 - botanica generale
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Il corso si propone di fornire le conoscenze sui meccanismi molecolari alla base di alcune attività cellulari nei sistemi
vegetali. In particolare, verranno fornite conoscenze sulle caratteristiche dei genomi nucleari, mitocondriali e
plastidiali e sulle attività di regolazione dell'espressione genica.
English
Deep knowledge on the features of plant genomes (nuclear, mitochondrial and plastid DNAs) and on the regulation
of gene expression.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
- Competenze culturali nel settore biomolecolare (organizzazione del genoma e regolazione dell'espressione
genica) e preparazione scientifica avanzata a livello morfologico/funzionale e cellulare/molecolare dei sistemi
vegetali
- Competenze applicative in riferimento al metodo scientifico di indagine, alla capacità di eseguire un protocollo
sperimentale per un'analisi molecolare su acidi nucleici (in particolare un'analisi di espressione genica)
- Competenze nella valutazione, interpretazione e rielaborazione di dati di letteratura
- Capacità di illustrare i risultati della ricerca e di lavorare in gruppo
English
- 231 -
Advanced knowledge on molecular mechanisms at the bases of some cellular actvities in plant systems (genome
organization and regulation of nuclear and organellar gene expression).
Skills on experimental methods for the analysis of nucleic acids (in particular gene expression).
Autonomy in the evaluation and elaboration of literature data
Skills to present data, ability to work in a team
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
Il corso consiste di 48 ore di lezione frontale e 12 ore dedicate a attività di laboratorio. Per le lezioni frontali il
docente si avvale di presentazioni e slide che sono a disposizione degli studenti. Sono previste presentazioni da
parte degli studenti di pubblicazioni scientifiche inerenti gli argomenti trattati.
English
The course consists of 48 hours of lectures and 12 hours devoted to laboratory work. For lectures the teacher
makes use of presentations and slides that are available to students. Students will be asked to give oral
presentations on selected scientific publications.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
L'esame finale è un colloquio orale che prevede di affrontare almeno 2 temi tra quelli trattati nelle lezioni teoriche in
cui il docente si avvarrà di domande specifiche volte a verificare la capacità di ragionamento e di collegamento tra
le conoscenze acquisite. Un'ulteriore domanda verterà sugli approcci sperimentali di analisi dell'espressione genica
presentati a lezione e durante le esercitazioni in laboratorio.
English
The final exam is an oral exam on at least two topics among those presented during the theoretical lessons. The
interview includes the verification of the ability to make connections between the knowledge acquired. A further
question will concern the experimental approaches for the analysis of gene expression presented during lectures
and practical training.
PROGRAMMA
Italiano
Area di formazione generale
L'informazione genetica nella cellula vegetale.
Il genoma nucleare; la struttura del gene nelle piante - confronto con organismi animali e fungini-. Il fenomeno della
poliploidia. Le sequenze ripetute; l'organizzazione di centromeri e telomeri. Gli elementi trasponibili. I progetti
genoma nel Regno Piante: sintenia e colinearità, considerazioni di carattere evolutivo. Il trasferimento genico
orizzontale.
I genomi degli organelli
DNA mitocondriale (evoluzione, struttura, organizzazione; il fenomeno della CMS)
- 232 -
DNA plastidiale (evoluzione, struttura, organizzazione, ruolo nelle biotecnologie -plastid genetic engineering-).
Il trasferimento genico tra organelli. L'espressione genica negli organelli, l'RNA editing.
Area biologico-molecolare
Il controllo dell'espressione genica: elementi cis e trans (le famiglie di fattori trascrizionali); cenni sui piccoli RNA.
Meccanismi epigenetici di controllo dell'espressione genica: metilazione del DNA, modificazioni a carico delle
proteine istoniche; chromatin modelling proteins.
Tecniche di analisi dell'espressione genica (Northern blot, RT-PCR semi-quantitativa e quantitativa); studio
dell'espressione genica in tipi cellulari specifici: ibridazione in situ; piante transgeniche che esprimono costrutti di
fusione promotore/gene reporter; la microdissezione laser. Approcci sperimentali per la caratterizzazione di fattori
trascrizionali: gel shift, Chromatin immunoprecipitation (ChIP).
Presentazione da parte degli studenti e discussione di pubblicazioni scientifiche inerenti gli argomenti trattati.
Esercitazioni
Estrazione di RNA, analisi quali- e quantitativa, reazione di RT-qPCR. Microdissezione laser.
English
General formation area
The genetic information in the plant cell.
The nuclear genome; gene structure in plants (comparison with fungi and animals). Polyploidy. Repeated sequences
(organization of centromeres and telomeres). Transposable elements.
Genome projects in the Plant kingdom: sinteny and colinearity, evolutionary aspects. Horizontal gene transfer.
The genomes of organelles
Mitochondrial DNA (evolution, structure, organization, the cytoplasmic male sterility -CMS-)
Plastid DNA (evolution, structure, organization, role in biotechnology -plastid genetic engineering-).
Gene transfer between organelles. Gene expression in plant organelle genomes; RNA editing.
Biological and molecular area
Regulation of gene expression: cis elements, trans elements (family of transcription factors); small RNAs. Epigenetic
mechanisms (DNA methylation, modification of histones; chromatin remodelling proteins)
Techniques for targeted gene expression analysis (Northern blot, RT-PCR semi-quantitative and quantitative); celltype specific gene expression analyses: in situ hybridization; transgenic plants (promoter/gene reporter fusion
construct); laser microdissection. Experimental approaches to characterize transcription factors: gel shift, Chromatin
immunoprecipitation (ChIP).
Signal transduction: overview of main components;receptors, membrane microdomain; second messangers
(cyclic nucleotides, reactive species of oxygen and nitrogen).
- 233 -
Oral presentation and discussion of scientific publications by students.
Practical training
RNA extraction, quali- and quantitative analysis, RT-qPCR reaction. Laser microdissection.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
G. PASQUA. BIOLOGIA CELLULARE E BIOTECNOLOGIE VEGETALI. 2011 Casa editrice PICCIN ISBN: 978-88-299-2124-9
COD: 1600280
BUCHANAN BB , GRUISSEM W , JONES RL.. BIOCHIMICA E BIOLOGIA MOLECOLARE DELLE PIANTE 2003, Ed. Zanichelli.
Verranno fornite dal docente pubblicazioni scientifiche tratte da riviste internazionali
English
G. PASQUA. BIOLOGIA CELLULARE E BIOTECNOLOGIE VEGETALI. 2011 Casa editrice PICCIN ISBN: 978-88-299-21249 COD: 1600280
BUCHANAN BB , GRUISSEM W , JONES RL.. BIOCHIMICA E BIOLOGIA MOLECOLARE DELLE PIANTE 2003, Ed. Zanichelli.
Recent scientific publications from international journals will also be provided.
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=snwk
- 234 -
Biotecnologie genetiche - C.I. (Anno Accademico 2015/2016)
GENETIC BIOTECHNOLOGY
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: INT0520
Docente:
Prof. Roberto BOTTA (Affidamento interno)
Dott. Andrea MOGLIA (Affidamento interno)
Contatti docente:
0116708800, [email protected]
Corso di studio:
[f056-c502] LM - Biotecnologie vegetali
Anno:
1° anno
Tipologia:
B - Caratterizzante
Crediti/Valenza:
12
SSD attvità didattica:
AGR/03 - arboricoltura generale e coltivazioni arboree
AGR/07 - genetica agraria
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Scritto ed orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
Moduli didattici:
Aspetti applicativi delle biotecnologie vegetali (Anno Accademico 2015/2016)
Trasformazione genetica (Anno Accademico 2015/2016)
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=0s59
Aspetti applicativi delle biotecnologie vegetali (Anno Accademico 2015/2016)
Applied plant biotechnologies
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: INT0520
Docente:
Prof. Roberto BOTTA (Affidamento interno)
Contatti docente:
0116708800, [email protected]
Anno:
Tipologia:
Crediti/Valenza:
6
SSD attvità didattica:
AGR/03 - arboricoltura generale e coltivazioni arboree
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Scritto ed orale
- 235 -
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Fornire allo studente conoscenze sui principali aspetti applicativi delle biotecnologie con particolare riferimento al
miglioramento genetico e allo studio delle specie arboree da frutto.
Fornire allo studente conoscenze sulle basi genetiche di caratteri di interesse e delle principali strategie
biotecnologiche per ottenere piante con caratteri migliorati.
English
To provide knowledge on the main practical aspects of biotechnologies with particular attention to breeding and
studying fruit and nut crops.
To provide knowledge on the genetic bases of traits of interest and of the main strategies to obtain plants with
improved characters.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Conoscenze sulle applicazioni delle biotecnologie al miglioramento genetico e allo studio delle specie vegetali con
particolare riferimento a quelle arboree da frutto
English
Knowledge on the application of biotechnologies to breeding and study of plant species with particular attention to
fruit and nut tree species
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
Tradizionale
English
Traditional
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
L'esame sarà orale e prevede in linea di massima 3 domande su argomenti diversi; il docente potrà fare ulteriori
domande qualora questo fosse necessario per la miglior valutazione della preparazione dello studente. Ogni
domanda avrà uguale peso ai fini della formazione del voto finale.
English
Oral test. As general rule the exam is based on 3 questions on different arguments; the teacher may ask further
questions in case this is considered necessary for the most appropriate evaluation of the student. Each question will
have the same weight for the attribution of the final mark.
- 236 -
PROGRAMMA
Italiano
Il corso fa interamente riferimento all'Area Formativa Biotecnologica
Introduzione alla materia: principali applicazioni, sviluppi e prospettive delle biotecnologie per le specie arboree da
frutto.
Le tecniche di coltura in vitro: principi generali, micropropagazione, morfogenesi in vitro, coltura di protoplasti,
fusione somatica, ottenimento di aploidi. Interesse applicativo di queste tecniche. La trasformazione genetica nelle
piante arboree da frutto, sintesi delle tecniche.
Applicazioni biotecnologiche dei marcatori molecolari: caratterizzazione genetica di cultivar, specie e cloni;
riconoscimento varietale e delle produzioni; realizzazione di mappe; selezione assistita con marcatori (MAS).
Basi genetiche e modificazioni dell'habitus vegeto-produttivo della pianta; interventi per modificare le dimensioni
della pianta e la rizogenesi. Conoscenze genetiche sui meccanismi che portano alla fioritura e alla fruttificazione ed
interventi che permettono il superamento della giovanilità e delle barriere di autoincompatibilità fiorale. Interventi
per modificare il contenuto in lignina per le applicazioni industriali del legno. Strategie per favorire l'assorbimento e
la traslocazione degli elementi minerali per la migliore utilizzazione delle risorse minerali e la biofortificazione.
Modificazioni genetiche del sistema fotosintetico C3 e dei meccanismi di traslocazione ed accumulo dei fotosintetati
per aumentare la produttività delle colture.
Basi genetiche della qualità e modificazioni per migliorare le caratteristiche del frutto per quanto riguarda: profilo
aromatico, contenuto in vitamina C, colore e sostanze di interesse nutraceutico, tessitura, contenuto in acidi
organici e zuccheri, apirenia, imbrunimento ossidativo. Interventi per variare l'andamento della maturazione del
frutto: riduzione e soppressione della sintesi di etilene. Allergeni vegetali e prospettive per la loro eliminazione
tramite l'ingegneria genetica.
English
Main applications, developments and perspectives of fruit crops biotechnologies.
In vitro techniques and gene transfer in fruit tree species. Micropropagation, ovule and protoplast culture, somatic
hybridization, obtaining aploids, morphogenesis (organogenesis, somatic embryogenesis).
Applications and uses of molecular markers: genetic characterization of cultivars, species, clones; cultivar and crop
identification; linkage map construction; marker assisted selection (MAS).
Genetic bases and modifications of the vegetative and productive tree habit; interventions and studies for
overcoming self-incompatibility and juvenility and for changing tree habit and rooting ability. Modifications of the
lignin content for industrial applications. Strategies for improving the uptake and translocation of mineral elements
for an optimal use of mineral resources in soil and for biofortification. Genetic engineering of the photosintetic
system C3 and of mechanisms of translocation and storage of photosynthates to increase crop yield.
Genetic bases of quality and modifications for improving fruit and nut quality traits: aroma, vitamin C content, pulp
texture and softening, organic acids and sugars content, colour and antioxidant properties, browning aptitude,
seedlessness. Genetic bases and modifications for controlling the ethylene methabolism and the ripening process.
Allergenes in plants and perspectives of their elimination in food by genetic engineering.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
- 237 -
Articoli e slides forniti del docente
Altman A., Hasegawa P.M. 2012. Plant biotechnology and Agriculture. Academic Press
Slater A., Scott W.N., Fowler M.R. 2008 Plant Biotechnology: the genetic manipulation of plants. Oxford University
Press.
AAVV 2012. Arboricoltura generale, Patron ed. Bologna
English
NOTA
Italiano
English
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=kpf3
- 238 -
Trasformazione genetica (Anno Accademico 2015/2016)
Genetic transformation of plants
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: INT0520
Docente:
Dott. Andrea MOGLIA (Affidamento interno)
Contatti docente:
0116708810, [email protected]
Anno:
Tipologia:
Crediti/Valenza:
6
SSD attvità didattica:
AGR/07 - genetica agraria
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Scritto
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Il modulo ha come scopo quello di fornire conoscenze sulle metodiche di trasformazione genetica, principali
obiettivi e applicazioni della trasformazione genetica vegetale, diffusione OGM a livello globale, metodiche di analisi
sperimentale per la tracciabilità di OGM nelle filiere produttive e aspetti normativi legati all'immissione di OGM.
English
This course will provide knowledge about experimental methods and objectives of plant genetic transformation, on
the current status of transgenic crops, on the regulation of GM plants and methods of experimental analysis for the
traceability of GMOs in the food chains.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Attraverso le attività formative gli studenti acquisiranno competenze teoriche e operative relative agli aspetti
applicativi delle biotecnologie che interessano le piante di interesse agroalimentare ed industriale con particolare
riferimento alla trasformazione genetica vegetale.
English
Through the educational activities the students will acquire theoretical and practical skills related to applied aspects
of biotechnology involving plants of agri-food and industrial interest and mainly related to plant genetic
transformation.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
- 239 -
Italiano
Il corso consiste di 48 ore di lezioni frontali e 12 ore dedicate ad attività di laboratorio/esercitazioni. Per le lezioni
frontali il docente si avvale di presentazioni e slide che sono a disposizione degli studenti.
English
The course consists of 48 hours of lectures and 12 hours devoted to laboratory work. For lectures the teacher
makes use of presentations and slides that are available to students.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
L'apprendimento sarà verificato in classe attraverso domande volte a valutare il grado di comprensione degli
argomenti trattati. Inoltre, attraverso la presentazione di lavori di gruppo saranno verificate non solo le capacità di
analisi e di comprensione di un lavoro tecnico scientifico ma anche le abilità comunicative. L'esame finale è scritto e
consiste in 10 domande aperte sull'intero programma svolto.
English
Learning is verified during the lesson through questions aimed to verify student's comprehension. The applying
knowledge and the communication skills will be developed and evaluated by the presentation of group works. The
final exam is a written exam composed of 10 open-ended questions that covers the whole program carried out.
PROGRAMMA
Italiano
Il corso fa interamente riferimento all'Area Formativa Biotecnologica.
Lezioni teoriche:
-Trasformazione genetica mediata da Agrobacterium tumefaciens: descrizione del batterio, caratteristiche del
plasmide Ti e dei geni VIR, meccanismo di trasferimento del T-DNA da Agrobacterium.
-Tecniche di trasformazione vegetale mediante metodi diretti: biolistica, mediata da Polyethilene-glicole,
elettroporazione, Silicon carbide fibres, Bioactive beads, microiniezione.
-Costruzione di vettori per la trasformazione genetica: caratteristiche generali, tipologie (vettore
cointegrativo/binario), preparazione, sviluppo ed ottimizzazione.
-Protocolli di trasformazione genetica: co-coltura, agroinfiltrazione, floral dip.
-Trasformazione cloroplastica.
-Definizione e ottenimento di piante cisgeniche e intrageniche.
-Silenziamento genico mediato da virus (VIGS): caratteristiche dei vettori per il VIGS ed esempi di applicazioni.
-Ottenimento di piante marker free: utilizzo di geni marcatori alternativi ad antibiotici/erbicidi, Co-trasformazione,
Multi autotransformation, sistema di ricombinazione cre/lox, sistema di ricombinazione FLP/FRT, AC/DS transposon
system.
-New Plant Breeding technologies: Reverse Breeding, Grafting on GM rootstock, Oligonucleotide directed
mutagenesis, Target genome editing (Zinc Finger Nucleases, Talen, Homing Endonucleases, Engineered CRISPR-Cas
system).
- 240 -
-Situazione attuale delle coltivazioni di varietà GM nel mondo.
-Obiettivi e applicazioni della trasformazione genetica:
Tolleranza ad erbicidi: modificazione genetica per tolleranza al glifosate, glufosinate, inibitori acetolattato
sintasi. Principali eventi GM per tolleranza ad erbicidi. Rischio di formazione delle super weeds e strategie di
prevenzione.
Resistenza ad insetti: struttura, funzione e meccanismo di azione delle cry proteins. Piante geneticamente
modificate per la resistenza a insetti basati sull'utilizzo dei geni Cry e altri geni insetticidi.
Tolleranza a stress abiotici: strategie di ingegneria genetica basato sull'uso di sostanze osmoprotettive,
modificazione genetica per la tolleranza allo stress salino, da freddo e da calore. Esempi di piante GM per la
tolleranza allo stress idrico.
Miglioramento di caratteri agronomici: intervento sulla maturazione del frutto e sulla riduzione di composti
tossici (es. acrilamide).
Plant biofortification: modificazione del contenuto di provitamina A, arricchimento nel contenuto di
amminoacidi, folati, ferro e zinco, metaboliti secondari mediante strategie di ingegeneria genetica.
Plant molecular farming: produzione di composti ad uso medico /farmaceutico/ industriale. Modificazione
della via biosintetica dell'amido e degli acidi grassi. Utilizzo di piante GM per la produzione di bioplastiche e di
biofuels. Piante GM per la produzione di proteine farmaceutiche, enzimi ad uso industriale, anticorpi e vaccini
in pianta.
-Analisi di laboratorio per il rilevamento di OGM. Norme per l'etichettatura. Tracciabilità nelle filiere produttive di
OGM. Tecniche per l'identificazione, rilevamento e quantificazione di OGM.
-Normativa sulla sperimentazione, coltivazione e commercializzazione di varietà vegetali GM.
-Valutazione dei rischi per la salute delle varietà GM rispetto alle colture tradizionali.
Esercitazioni di laboratorio:
messa a punto di vettori per la trasformazione genetica mediante clonaggio Gateway, trasformazione genetica
transiente in N. benthamiana e in carciofo (tramite VIGS).
English
The course topics fall entirely within the Biotechnologic Educational Area.
Lectures:
-Plant genetic transformation mediated by Agrobacterium tumefaciens: description of bacterium, features of Ti
plasmid and vir genes, transfer mechanism of T-DNA from Agrobacterium.
-Direct-gene transfer: biolistic method, Polyethilene-glicole mediated, electroporation, Silicon carbide fibres, Bioactive beads, microinjection.
-Vectors for plant transformation: features, types (co-integrative vs binary), setting up, development and
optimization.
-Protocols for plant genetic transformation: co-colture, agroinfiltration, floral dip.
-Chloroplast transformation
-Cisgenic and Intragenic plants
-Virus Induced gene silencing (VIGS)
- 241 -
-Marker free plants: marker genes alternatives to antibiotics/herbicides, Co-transformation, Multi
autotransformation, recombination system cre/lox, recombination system FLP/FRT, AC/DS transposon system.
-New Plant Breeding technologies: Reverse Breeding, Grafting on GM rootstock, Oligonucleotide directed
mutagenesis, Target genome editing (Zinc Finger Nucleases, Talen, Homing Endonucleases, Engineered CRISPR-Cas
system).
-The current status of transgenic crops.
-Goal and application of plant transformation:
Herbicides tolerance: glyphosate, glufosinate, inhibitor of acetolactate synthase. Main examples of GM plants
tolerant to herbicides. Risk of super weeds formation and prevention mechanism.
Pest resistance: structure, function and mechanism of action of cry proteins. Genetically modified plants
based on the use of cry protein and other genes.
Abiotic stress tolerance: engineering strategies based on the use of osmoprotectant, and to give tolerance to
salt, cold and heath shock stresses. Examples of GM plants for drought tolerance.
Agronomic trait improvement: ripening modification and reduction of toxic compounds (e.g. acrylamide).
Plant biofortification: modification of provitamin A content, enrichment in the content of aminoacids, iron and
zinc, folic acid and secondary metabolites.
Plant molecular farming: production of pharmaceutically relevant and industrial relevant compounds.
Modification of starch and fatty acids pathway. GM plants for biofuels and bioplastic production. Production
of pharmaceuticals proteins, industrial enzymes, antibody and vaccines in GM plant.
-GMO detection and traceability in the food chain.
-The regulation of GM crops and products.
-Evaluation of the risk for human of GM crops as compared to conventional crops.
Practical training:
-preparation of plant genetic transformation vector through Gateway technology and setting up of transient
transformation of N. benthamiana and VIGS in artichoke.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Slater A., Scott N., Fowler M.-Plant Biotechnology: The genetic manipulation of plants. 2008. Oxf. Univ.Press.
Altman A., Hasegawa P.M. Plant Biotechnology and Agriculture 2012 Academic Press
Articoli e materiale fornito dai docenti
English
Altman A., Hasegawa P.M. Plant Biotechnology and Agriculture 2012 Academic Press
Slater A., Scott N., Fowler M.-Plant Biotechnology: The genetic manipulation of plants. 2008. Oxf. Univ.Press.
Papers and material provided by the teachers
NOTA
Italiano
- 242 -
English
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=tl8f
- 243 -
Biotecnologie microbiche (Anno Accademico 2015/2016)
MICROBIAL BIOTECHNOLOGY
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: INT0618
Docente:
Prof. Ilaria Maria MANNAZZU (Affidamento esterno)
Contatti docente:
079 229385, [email protected]
Corso di studio:
[f290-c511] LM - Scienze viticole ed enologiche
Anno:
2° anno
Tipologia:
B - Caratterizzante
Crediti/Valenza:
5
SSD attvità didattica:
AGR/16 - microbiologia agraria
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Il corso ha lo scopo di fornire agli studenti gli strumenti necessari per la gestione di processi fermentativi innovativi
(fermentazioni in continuo con cellule libere o immobilizzate, fermentazioni batch con riciclo di biomassa, utilizzo di
starter misti di fermentazione). Verrà inoltre trattato il funzionamento di processi biotecnologici destinati alla
produzione di starter, enzimi e antimicrobici naturali di utilizzo nell'industria enologica.
English
The main objective of the course is to provide students with the theoretical and practical notions necessary for the
management of innovative fermentative processes (continuous fermentation with free or immobilized starters, cell
recycle batch fermentation, utilization of mixed starters). In addition, the biotechnological processes aimed at the
production of starters, enzymes and natural antimicrobials of use in wine industry will be treated in depth.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Lo studio e la comprensione dei più recenti sviluppi riguardanti la vinificazione in continuo o in batch e l'utilizzo degli
starter o di metaboliti microbici in campo enologico forniranno agli studenti le conoscenze necessarie per
sperimentare, e trasferire alle realtà locali, procedure innovative finalizzate al miglioramento della gestione del
processo fermentativo e della qualità del vino.
- 244 -
English
The study and elucidation of recent developments in continuous and batch fermentations and the use of starters or
microbial metabolites in winemaking biotechnology will provide students with specific knowledge necessary to
experiment and transfer innovative procedures aimed at improving the management of the fermentative process
and wine quality to local productive realities.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
English
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Esame orale
English
Oral exam
Esame Orale
PROGRAMMA
Italiano
Introduzione al corso. Sviluppo di nuove biotecnologie fermentative. Processi batch e continui. Starter liberi e
immobilizzati. Colture multistarter in vinificazione. Impiego simultaneo di lieviti e batteri lattici. Metaboliti microbici in
vinificazione. Enzimi. Tossine killer. Esercitazioni. Produzione di starter microbici in pasta. Produzione e parziale
purificazione di tossine killer. Vinificazione in batch e in continuo. Analisi dei vini prodotti
English
Introduction.Development of innovative biotechnologies. Batch and continuous processes. Starters: utilization of
free or immobilized cells. Multistarter cultures in winemaking. Simultaneous inoculation of yeast and lactic bacteria.
Microbial metabolites in winemaking. Enzymes. Killer toxins. Lab classes: Production of microbial starters.
Production and partial purification of killer toxins. Batch and continuous winemaking. Analyses of wines.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Biodiversity and Biotechnology of wine yeasts (2002) M. Ciani (Ed) , Research Signpost, Trivandrum, India
Microbiologia del vino (2005) M.Vincenzini, P Romano, GA Farris (Eds) Casa editrice ambrosiana, Milano.
Sarà cura del docente fornire pubblicazioni inerenti gli argomenti trattati e altro materiale ritenuto utile.
English
Biodiversity and Biotechnology of wine yeasts (2002) M. Ciani (Ed) , Research Signpost, Trivandrum, India
- 245 -
Microbiologia del vino (2005) M.Vincenzini, P Romano, GA Farris (Eds) Casa editrice ambrosiana, Milano.
NOTA
Italiano
English
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=y3of
- 246 -
Biotecnologie microbiche in enologia (Anno Accademico 2015/2016)
MICROBIAL BIOTECHNOLOGY IN OENOLOGY
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: INT0616
Docente:
Dott. Ileana Vigentini (Contratto)
Contatti docente:
0250319165, [email protected]
Corso di studio:
[f290-c511] LM - Scienze viticole ed enologiche
Anno:
2° anno
Tipologia:
B - Caratterizzante
Crediti/Valenza:
5
SSD attvità didattica:
AGR/16 - microbiologia agraria
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Scritto ed orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
La finalità del corso è fare acquisire conoscenze sull'identità, sugli aspetti genetici e sul ruolo dei microrganismi che
possono intervenire nella filiera vinicola. Oggetto di studio sono i lieviti e i batteri di principale interesse per il
processo di vinificazione. Saranno forniti allo studente strumenti conoscitivi per isolare, identificare e caratterizzare
i microrganismi per il monitoraggio del processo di vinificazione e per il riconoscimento e la prevenzione delle
alterazioni microbiche del vino. Inoltre, verranno trattate le nozioni di base sulle biotecnologie microbiche e l'uso di
microrganismi geneticamente modificati in enologia.
English
Aim of the course is to give basic knowledge for understanding the identity, the genetic traits and the role of wine
microorganisms with particular attention to lactic acid bacteria and yeasts, as well as the microorganisms that can
modify the final product. In addition, the course will release information on microbial biotechnology and the use of
genetically modified microorganisms in winemaking.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Lo studente, alla fine del corso, acquisirà delle conoscenze di base e avanzate
nell'ambito della genetica dei microrganismi enologici e della biologia
molecolare. In generale, i risultati dell'apprendimento attesi riguarderanno:
i) identificazione e tipizzazione delle specie microbiche associate
all'ambiente enologico; ii) tecnologia del DNA ricombinante. Lo studente sarà
in grado di elaborare consulenze/soluzioni relativamente all'applicazione di
tecniche di identificazione e caratterizzazione molecolare dei microrganismi.
Acquisirà autonomia di giudizio partecipando personalmente ad esercitazioni
- 247 -
pratiche incentrate su punti chiave della trasformazione enologica
(inoculo/ceppi starters, monitoraggio della fermentazione/identificazione e
caratterizzazione dei ceppi dominanti, deterioramento del
prodotto/identificazione di microrganismi contaminanti).
English
At the end of the course, the student will acquire basic and advanced knowledge regarding genetics and molecular
biology of wine microorganisms. In general,
the expected learning outcomes will include: i) identification and typing of microbial species associated with wine
environment; ii) recombinant DNA technology; iii) GMM in oenology. The student will be able to provide
advice/solutions for the implementation of molecular techniques useful for the identification and typing of
microorganisms. The student will improve her/his judgment thanks to the participation to practical lessons focusing
on key points in wine transformation (inoculum/starter strains, monitoring of fermentation/identification and
characterization of the dominant
strains, wine spoilage/identification of spoilage microorganisms).
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
English
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Journal Club: preparazione di una presentazione orale e scritta sulla base di una pubblicazione scientifica avanzata e
internazionale. Domande orali sui temi della pubblicazione e su quelli trattati durante il corso.
English
Journal Club: oral presentation on the available international scientific literature.
Esame scritto e orale
PROGRAMMA
Italiano
Lezioni teoriche
Sistematica di lieviti e batteri lattici basata su criteri molecolari
Filogenesi dei microrganismi di interesse enologico
Il genoma di S. cerevisiae
Il genoma di O. oeni
Dinamica dei genomi di lieviti e batteri
Lieviti non-Saccharomyces in enologia
Analisi genetica di microrganismi di interesse enologico
- 248 -
Tecniche di estrazione di acidi nucleici da matrici enologiche
Sequenziamento del DNA
Strumenti molecolari d'identificazione della specie
Strumenti molecolari di tipizzazione
Le biotecnologie microbiche
La tecnologia del DNA ricombinante
Applicazioni biotecnologiche in enologia
Esercitazioni
Isolamento di lieviti da mosto
Estrazione e purificazione del DNA degli isolati
Amplificazione PCR delle regioni ITS e separazione elettroforetica dei prodotti di PCR
Tipizzazione attraverso amplificazione PCR delle regioni Interdelta di S. cerevisiae e digestione enzimatica
del DNA mitocondriale di lievito
Separazione su gel di agarosio dei prodotti di amplificazione e digestione
Clonaggio genico in S. cerevisiae: disegno di primers con adeguati siti di restrizione, ligazione del gene di
interesse in un vettore shuttle E. coli/S. cerevisiae, trasformazione di E. coli, Miniprep da E. coli trasformati,
trasformazione di lievito e verifica per PCR.
English
Lessons
Yeast and Lactic Acid Bacteria (LABs) Systematics
Phylogenesis of the microorganisms with oenological interest
Genetics of S. cerevisiae
Genetics of O. oeni
Dynamic of Yeast and LABs Populations during must/wine fermentation
Non-Saccharomyces wine yeasts
Bimolecular Analysis of the microorganisms with oenological interest:
Nucleic acids extraction from oenological substrates
DNA sequencing: Sanger and Pyrosequencing approaches
Molecular tools for the yeasts and LABs identification
Molecular tools for the typing of yeasts and LABs
Microbial Biotechnology
Recombinant DNA technology
Wine Biotechnology
Laboratory classes
Yeast isolation from musts
Extraction and purification of DNA
- 249 -
PCR of the ribosomal regions ITS and
Typing of the S. cerevisiae species
electrophoretic separation of the PCR products on agarose gel
Gene cloning in S. cerevisiae: design of the primers, gene ligation in a shuttle vector E. coli/S. cerevisiae, E. coli
transformation, Mini-preps from recombinant colonies of E. coli, S. cerevisiae transformation, cloning confirmation
by PCR.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Materiale del docente distribuito durante le lezioni
Vincenzini M., Romano P., Farris G.A. Microbiologia del Vino. Casa editrice Ambrosiana.
Helmut K., Gottfried U., Jürgen F. Biology of Microorganisms on Grape, in Must and in Wine. Springer
English
SOSTITUIRE QUESTO TESTO CON LA DESCRIZIONE IN INGLESE
NOTA
Italiano
English
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=z4pj
- 250 -
Botanica forestale (Anno Accademico 2015/2016)
FOREST BOTANY
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0059
Docente:
Dott. Michele LONATI (Affidamento interno)
Contatti docente:
0039 011 6708765, [email protected]
Corso di studio:
[f001-c711] L - Scienze forestali e ambientali
Anno:
1° anno
Tipologia:
A - Di base
Crediti/Valenza:
8
SSD attvità didattica:
BIO/03 - botanica ambientale e applicata
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Scritto ed orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Acquisizione della capacità di determinazione e di riconoscimento delle principali piante superiori (Gimnosperme e
Angiosperme), con approfondimenti sulle loro caratteristiche sistematiche ed ecologiche.
English
Determination and identification of the main gymnosperms and angiosperms, with emphasis on their systematic and
ecological characteristics.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Le informazioni fornite mirano a far raggiungere le conoscenze di base sul riconoscimento delle principali famiglie e
specie (legnose ed erbacee) di interesse agro-silvopastorale. Sono trattati con maggiore dettaglio le piante
superiori (Gimnosperme e Angiosperme), fornendo i caratteri generali utili per un loro riconoscimento e
informazioni relative alla loro corologia, autoecologia e sinecologia. Sono inoltre descritti i principali metodi di
studio della vegetazione e delle comunità vegetali, in particolare il metodo di rilevamento fitosociologico.
English
The course aims to identify the main families and species (both woody and herbaceous) of interest in natural and
semi-natural habitats. The gymnosperms and angiosperms are described in detail, providing the general
characteristics useful for their identification with particular regard to their chorology, autoecology and synecology.
The key study methods of vegetation and plant communities are also described, in particular the phytosociological
- 251 -
method.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
Il corso consiste di 60 ore di lezione frontale e 20 ore dedicate a attività di esercitazione. Le esercitazioni sono volte
alla determinazione di specie vegetali portate in aula dal docente. Per le lezioni frontali il docente si avvale di una
presentazione, a disposizione degli studenti.
English
The course consists of 60 hours of lectures and 20 hours devoted to laboratory work. For lectures the teacher
makes use of a presentations that is available to students.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Durante lo svolgimento del corso il docente procede periodicamente a una verifica dell'apprendimento degli
studenti mediante:
(a) Lettura individuale delle chiave di determinazioni durante le esercitazioni, con scelta da parte dello studente
della dicotomia a suo parere corretta, (b) Determinazioni individuali durante lo svolgimento del corso. La verifica
mira a capire il rado di apprendimento degli studenti sotto il punto di vista della terminologia, della capacità critica
di descrizione di una specie e di interpretazione dei caratteri sistematici salienti utili al riconoscimento.
Modalità di esame. Prova orale, accesso subordinato alla consegna preventiva (almeno 10 giorni dalla data
dell'orale) dell'erbario al docente.
Erbario. E' necessario allestire un erbario di 100 piante (di cui 10 montate con su appositi fogli con striscioline di
carta, 90 in fogli di giornale), tutte complete di cartellino. Ciascun erbario deve essere accompagnato da un elenco,
redatto in ordine sistematico, degli esemplari presentati in cui sarà riportato il nome della famiglia di appartenenza
e il nome della specie (comprensivo di autore). L'elenco dovrà riportare i riferimenti del testo utilizzato per la
determinazione, il nome dello studente e il suo indirizzo e-mail. Famiglie obbligatorie: Caryophyllaceae (almeno 5
specie), Ranunculaceae (almeno 5 specie), Cruciferae (almeno 5 specie), Rosaceae (almeno 5 specie), Leguminose
(almeno 5 specie), Umbelliferae (almeno 5 specie), Labiatae (almeno 5 specie), Compositae (almeno 5 specie),
Liliaceae (almeno 5 specie), Gramineae (almeno 10 specie). Tutti i dettagli per la realizzazione dell'erbario sono
riportati nel materiale didattico fornito agli studenti. Consegna dell'erbario al docente almeno 10 giorni prima
(tassativi) della data dell'appello orale. L'erbario sarà riconsegnato il giorno dell'orale con le eventuali correzioni.
Criteri generali per la valutazione degli erbari: ogni errore comporta una penalizzazione espressa in centesimi. Il
voto finale è espresso in trentesimi:
-1/100: genere giusto, specie sbagliata
-3/100: genere sbagliato, famiglia giusta
-5/100: famiglia sbagliata (-7/100 se si tratta di una famiglia obbligatoria)
-0.5/100: campione senza radice, senza bulbi o senza caratteri sistematici (con i limiti legati alle dimensioni della
pianta)
-0.25/100: errori ortografici, maiuscole/minuscole, corsivi, grassetti, ecc.
English
During the course, the teacher will proceed to a verification of the teaching efficacy by:
(a) Individual reading of dichotomic key, (b) individual determinations during the course.
Procedures for the exam. At least 10 days before the oral exam, the student must deliver a herbarium to the
- 252 -
teacher.
Herbarium. It is necessary to deliver a herbarium of 100 plants. Each herbarium must be associated with a list,
compiled in systematic order. The list must indicate the references of the text used for the determination, the name
and the e-mail address of the student. Mandatory families: Caryophyllaceae (at least 5 species), Ranunculaceae (at
least 5 species), Cruciferae (at least 5 species), Rosaceae (at least 5 species), Leguminosae (at least 5 species),
Umbelliferae (at least 5 species), Labiatae (at least 5 species ), Compositae (at least 5 species), Liliaceae (at least 5
species), Gramineae (at least 10 species). All the details for the implementation of the herbarium are shown in the
materials provided to the students. The herbarium must be delivered to the teacher at least 10 days before the oral
exam. The day of the exam, the herbarium will be given back to the student with all the corrections.
PROGRAMMA
Italiano
Parte I: 'Botanica Forestale' (Area di apprendimento Selvicolturale e Ambientale)
Divisione Pinophyta. Sottodivisione Cycadiceae: Cycadaceae, Zamiaceae. Sottodivisione Pinicae: Podocarpaceae,
Araucariaceae, Cupressaceae, Pinaceae: descrizione dei generi e delle specie più significative di Abies, Cedrus,
Larix, Picea, Pseudotsuga, Pinus. Taxodiaceae, Taxaceae, Ginkgoaceae. Sottodivisione Gneticae: Ephedraceae,
Gnetaceae, Welwitschiaceae.
Divisione Magnoliophyta. Classe Magnoliopsida: Magnoliaceae, Lauraceae, Nympheaceae, Ranunculaceae,
Berberidaceae, Papaveraceae, Platanaceae, Ulmaceae, Moraceae, Cannabaceae, Juglandaceae, Betulaceae,
Corylaceae, Fagaceae (descrizione in dettaglio di Fagus, Quercus, Castanea), Cactaceae, Chenopodiaceae,
Caryophyllaceae, Tiliaceae, Sterculariaceae, Malvaceae, Droseraceae, Cucurbitaceae, Salicaceae, Brassicaceae,
Ericaceae, Ebenaceae, Primulaceae, Crassulaceae, Saxifragaceae, Rosaceae, Fabaceae, Myrtaceae, Cornaceae,
Loranthaceae, Aquifoliaceae, Buxaceae, Euphorbiaceae, Hippocastanaceae, Aceraceae, Simaroubaceae,
Rutaceae, Apiaceae, Apocynaceae, Solanaceae, Labiatae, Oleaceae, Campanulaceae, Rubiaceae, Caprifoliaceae,
Asteraceae. Classe Liliopsida: Arecaceae, Lemnaceae, Juncaceae, Cyperaceae, poaceae, Bromeliaceae,
Musaceae, Cannaceae, Liliaceae, Agavaceae, Amaryllidaceae, Iridaceae, Orchidaceae.
Parte II: 'Cenni di Geobotanica e Fitosociologia' (Area di apprendimento Selvicolturale e Ambientale) Concetto di
vegetazione e di comunità vegetale. Metodi di studio della vegetazione. Zone floristiche e fasce di vegetazione.
Metodo di rilevamento fitosociologico: specie caratteristiche, specie differenziali, specie compagne. Concetto di
associazione vegetale. Aspetti sintassonomici e nomenclaturali.
English
Part I. Systematic Botany
Pinophyta. Cycadiceae: Cycadaceae, Zamiaceae. Pinicae: Podocarpaceae, Araucariaceae, Cupressaceae,
Pinaceae (Abies, Cedrus, Larix, Picea, Pseudotsuga, Pinus), Taxodiaceae, Taxaceae, Ginkgoaceae. Gneticae:
Ephedraceae, Gnetaceae, Welwitschiaceae.
Magnoliophyta. Magnoliopsida: Magnoliaceae, Lauraceae, Nympheaceae, Ranunculaceae, Berberidaceae,
Papaveraceae, Platanaceae, Ulmaceae, Moraceae, Cannabaceae, Juglandaceae, Betulaceae, Corylaceae,
Fagaceae (Fagus, Quercus, Castanea), Cactaceae, Chenopodiaceae, Caryophyllaceae, Tiliaceae, Sterculariaceae,
Malvaceae, Droseraceae, Cucurbitaceae, Salicaceae, Brassicaceae, Ericaceae, Ebenaceae, Primulaceae,
Crassulaceae, Saxifragaceae, Rosaceae, Fabaceae, Myrtaceae, Cornaceae, Loranthaceae, Aquifoliaceae,
Buxaceae, Euphorbiaceae, Hippocastanaceae, Aceraceae, Simaroubaceae, Rutaceae, Apiaceae, Apocynaceae,
Solanaceae, Labiatae, Oleaceae, Campanulaceae, Rubiaceae, Caprifoliaceae, Asteraceae. Classe Liliopsida:
Arecaceae, Lemnaceae, Juncaceae, Cyperaceae, Poaceae, Bromeliaceae, Musaceae, Cannaceae, Liliaceae,
Agavaceae, Amaryllidaceae, Iridaceae, Orchidaceae.
- 253 -
Part II: Vegetation and community. Vegetation study methods. Vegetation zone and vegetation belt. Phytosociology:
character species, differential species, companion species. Phytosociological association. Syntaxonomy e
nomenclature.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Pignatti S., 1982. Flora d'Italia. Edagricole, Bologna.
Gellini R., Grassoni P., 1996. Botanica Forestale. Volume I. Gimnosperme. CEDAM, Padova.
Gellini R., Grassoni P., 2000. Botanica Forestale. Volume II. Angiosperme. CEDAM, Padova.
Ubaldi D., 1997. Geobotanica e Fitosociologia. CLUEB, Bologna.
Per facilitare la preparazione dell'esame è stata redatta una dispensa. La dispensa è disponibile in formato cartaceo
e informatico presso la sede AUSF della Facoltà. Accertarsi di avere a disposizione il materiale didattico dell'anno
accademico in corso (controllare la data dell'anno accademico). La dispensa (suddivisa in 4 blocchi, file in formato
.pdf) è scaricabile nel materiale didattico del corso (piattaforma CampusNet).
English
Pignatti S., 1982. Flora d'Italia. Edagricole, Bologna.
Gellini R., Grassoni P., 1996. Botanica Forestale. Volume I. Gimnosperme. CEDAM, Padova.
Gellini R., Grassoni P., 2000. Botanica Forestale. Volume II. Angiosperme. CEDAM, Padova.
Ubaldi D., 1997. Geobotanica e Fitosociologia. CLUEB, Bologna.
To facilitate the preparation of the exam a lecture note was prepared. After the registration, the lecture note is
available for download at the beginning of the course on the course web pages (platform CampusNet).
NOTA
Italiano
English
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=oma6
- 254 -
Caratteristiche chimiche dei reflui zootecnici (Anno Accademico 2015/2016)
CHEMICAL CHARACTERISTICS OF LIVESTOCK MANURE
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0259
Docente:
Prof. Michéle NEGRE (Affidamento interno)
Contatti docente:
0116708508, [email protected]
Anno:
Tipologia:
Crediti/Valenza:
4
SSD attvità didattica:
AGR/13 - chimica agraria
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Fornire allo studente le competenze necessarie per una corretta gestione dei reflui zootecnici e per la loro
valorizzazione in ambiente agricolo nel rispetto dell'ambiente.
English
To provide the basic knowledge for the evaluation of the quality of animal wastes and for their valorisation in
agriculture taking into account the preservation of environmental integri
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Acquisizione delle conoscenze necessarie per fare delle scelte riguardante il trattamento e l'applicazione in campo
dei reflui zootecnici.
English
Required knowledge for making decisions concerning the treatment and field application of animal wastes
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
Il corso consiste di 30 ore di lezione frontale e 10 ore dedicate a attività di laboratorio ed esercitazione in aula. Il
docente si avvale di presentazioni di power point messe a disposizione degli studenti.
English
- 255 -
The course includes 30 hours of lectures and 10 hours of laboratory and data elaboration practice . The course will
be illustrated by power point presentations made available to the students.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Interrogazione periodica sui principali argomenti.
prova d'esame orale
English
Periodic oral examination on the main topics.
oral examination
ATTIVITÀ DI SUPPORTO
esecitazione di laboratorio:caratterizzazione di campioni di reflui zootecnici possibilemnet forniti dagli studenti
visita in azienda
PROGRAMMA
Italiano
Tipologia di reflui zootecnici
Parametri di caratterizzazione dei reflui zootecnici.
Metodi di determinazione dei macro e micronutrienti
Effetto dell'applicazione dei reflui zootecnici sulle caratteristiche del suolo
Tecniche di trattamento dei liquami e dei letami (stoccaggio, essicazione, ossigenazione, depurazione aerobica,
digestione anaerobica, produzione di biogas e di compost).
Effetto delle tecniche di trattamento sulle caratteristiche dei reflui zootecnici
Aspetti ambientali: zone vulnerabili da nitrati, processo di eutrofizzazione, contaminazione da metalli.
English
Classification of the animal wastes
Parameters of characterization of the animal wastes
Analytical determination of macro- and micronutrients
Effect of the application of animal wastes on the soil properties
- 256 -
Animal wastes treatment plants: long term storage, drying, oxygenation, aerobic depuration , anaerobic digestion,
biogas production, composting.
Properties of the treated animal wastes
Environmental aspects: vulnerable area, eutrophication, metal contamination.
Visit of a composting and biogas production plant
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
C.R.P.A., Manuale per l'utilizzazione dei reflui zootecnici, Edizioni L'Informatore Agrario, 2001.
Crovetto G.M., Sandrucci A. (a cura di), Allevamento animale e riflessi ambientali, Fondazione Iniziative
Zooprofilattiche e Zootecniche, Brescia, 2010 (disponibile on-line)
English
C.R.P.A., Manuale per l'utilizzazione dei reflui zootecnici, Edizioni L'Informatore Agrario, 2001.
Crovetto G.M., Sandrucci A. (a cura di), Allevamento animale e riflessi ambientali, Fondazione Iniziative
Zooprofilattiche e Zootecniche, Brescia, 2010
NOTA
Italiano
English
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=xhh3
- 257 -
Chimica agraria (Anno Accademico 2015/2016)
AGRICULTURAL CHEMISTRY
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0083
Docente:
Prof. Elisabetta BARBERIS
Contatti docente:
0116708504, [email protected]
Corso di studio:
[f001-c717] L - Scienze e tecnologie agrarie
Anno:
2° anno
Tipologia:
B - Caratterizzante
Crediti/Valenza:
8
SSD attvità didattica:
AGR/13 - chimica agraria
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Scritto ed orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
L'obiettivo è fornire agli studenti una conoscenza di base dei costituenti del suolo e degli organismi viventi nonchè
dei processi che regolano i cicli biogeochimici degli elementi nutritivi. Lo studente acquisirà così le conoscenze utili
per comprendere le relazioni che esistono tra il suolo e la pianta e che sono indispensabili per il controllo della
risorsa suolo in campo agronomico e ambientale.
English
The purpose is to give to the students a basic knowledge of soil and biota constituents and of main chemical and
biochemical processes ruling the biogeochemistry behaviour of nutrient elements. That will permit to the students
to understand the relathionships exisisting in the soil-plant system and to use this knowledge for selecting the best
management practices.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Gli studenti acquisiscono gli strumenti chimici e biochimici necessari per la comprensione del funzionamento del
sistema suolo-pianta nonchè per la conoscenza dei processi metabolici che regolano la vita
English
The course provides an overview on chemical and biochemical processes that occur in the soil-plant system and a
basic knowledge of plant metabolism.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
- 258 -
Il corso consiste di 64 ore di lezione frontale e 16 ore dedicate a esercitazioni in aula. Per le lezioni frontali il docente si
avvale di slides che sono a disposizione degli studenti. Italiano
The course consists of 64 hours of lectures and 16 hours of practical work. For lectures the teacher makes use of
slides that are available to students.English
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Prova scritta seguita da orale. E' necessario superare la prova scritta per accedere all'orale
English
Written and oral test. To be admitted to the oral test it is necessary to pass written test
PROGRAMMA
Italiano
Gli argomenti n. 1, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10, 11, 12, 13 fanno riferimento all'area di apprendimento Produzioni vegetali
mentre gli argomenti 2 e 3 fanno riferimento all'area: conoscenze di base
1.Introduzione: il sistema suolo-pianta: gli elementi costituenti il suolo ed il biota.
2.I costituenti: le biomolecole.
3. Reazioni metaboliche. Enzimi e reazioni enzimatiche. Cofattori; vitamine
4. I costituenti: i minerali e la sostanza organica del suolo.
5. Proprietà fisiche del suolo.
6. L'interfaccia suolo-soluzione.
7. Proprietà chimiche del suolo.
8. La rizofera.
9. Catabolismo dei glucidi: Glicolisi- metabolismi fermentativi - ciclo di Krebs - via dei pentoso-fosfati - processi
bio-ossidativi.
10. L'organicazione del carbonio. Fotosintesi: fotofosforilazione non ciclica e ciclica. Ciclo di Calvin.
Fotorespirazione. Piante C4 e CAM. Dai monosaccaridi ai polisaccaridi.
11. Metabolismo delle sostanze azotate. Sintesi degli aminoacidi.
12. I cicli degli elementi nutritivi. Azoto, Fosforo, Zolfo. Potassio, Calcio, Magnesio. I micronutrienti.
13. La fertilità del suolo e la nutrizione vegetale.
- 259 -
English
Topics n. 1, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10, 1, 12, 13 belong to the learning area: crop production awhile topics n. 2, 3 to the
learning area: basic knowledge
1. Introduction: the soil-plant system.
2. Soil and biota components: the biomolecules.
3. Metabolic reactions. Enzymes and enzymatic reactions. Cofactors and vitamins
4. Soil and biota components: soil minerals and soil organic matter.
5. Soil physical properties.
6. The soil-solution interface
7. Soil chemical properties.
8. The rhizosphere.
9. Catabolism of the carbohydrates. Glycolysis - Fermentative metabolisms- the Krebs cycle - Pentose phosphate
pathway. Bio-oxidative processes.
10. Carbon fixation. Photosynthesis. Cyclic and noncyclic photophosphorylation. The Calvin cycle. Photorespiration.
C4 andCAMplants. From monosaccharides to polysaccharides.
11. Metabolism of nitrogen-containing substances. Synthesis of the amino acids.
12. Nutrient cycling. Nitrogen, Phosphorus,Sulphur. Potassium, Calcium, Magnesium. and micronutrients.
13. Soil fertility and plant nutrition
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
P. Violante - Chimica del Suolo e della nutrizione delle Piante. Edagricole .
P. Sequi - Fondamenti di chimica del suolo, Pàtron .
Nelson D.L., Cox M.M. Introduzione alla biochimica di Lehninger, Zanichelli.
M. Bosetto, I. Lozzi. Elementi di biochimica agraria. Aracne Editrice
English
P. Violante - Chimica del Suolo e della nutrizione delle Piante. Edagricole .
P. Sequi - Fondamenti di chimica del suolo, Pàtron .
Nelson D.L., Cox M.M. Introduzione alla biochimica di Lehninger, Zanichelli.
M. Bosetto, I. Lozzi. Elementi di biochimica agraria. Aracne Editrice
- 260 -
NOTA
Italiano
English
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=wjyl
- 261 -
Chimica delle vinificazioni (Anno Accademico 2015/2016)
Chimica delle vinificazioni
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: SAF0039
Docente:
Antonio Giovanni TIRELLI (Affidamento interno)
Contatti docente:
[email protected]
Corso di studio:
[f290-c511] LM - Scienze viticole ed enologiche
Anno:
1° anno
Tipologia:
B - Caratterizzante
Crediti/Valenza:
9
SSD attvità didattica:
AGR/15 - scienze e tecnologie alimentari
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Il corso è finalizzato a fornire approfondite conoscenze relativa alla composizione dell'uva e del vino, ai fenomeni di
trasformazione nel corso della vinificazione, della maturazione del vino e della sua conservazione, agli interventi
chimici dell'enologo.
English
The course is aimed to give knowledges concerning the composition of grape and wine, the transformations
occuring during the wine making, wine ripening and storage, the chemical practices during the wine making
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Lo studente sarà in grado di valutare gli effetti delle condizioni di vinificazione e delle pratiche enologiche sul
prodotto finale. Sarà in grado di individuare le partiche di vinificazione più idonee per conseguire il risultato di
produzione ricercato
English
Students will be able to evaluate the effects of the wine making conditions and practices on the final product. He will
be able to define the most suitable wine making practices to gain the final researched result.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
- 262 -
Italiano
Lezioni frontali con presentazioni power point
English
Lessons consist of oral communications supported by power point presentations
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Le conoscenze apprese dallo studente verranno valutate mediante verifica scritta con domande a risposta aperta
English
Written examination with open questions
PROGRAMMA
Italiano
I costituenti dell'uva di interesse enologico: forme aromatiche, acidi, polifenoli, polisaccaridi. Evoluzione dei
costituenti dell'uva in vinificazione. Gli enzimi di interesse enologico. Le forme aromatiche da lievito e la loro origine.
Evoluzione delle forme polifenoliche in vinificazione ed affinamento dei vini rossi. Il ruolo dell'ossigeno nella
vinificazione con o senza macerazione. Le modificazioni dell'acidità in vinificazione e stabilizzazione. La stabilizzazione
dei vini. Le forme aromatiche di evoluzione. Il ruolo del legno in vinificazione. I difetti del vino. Interventi enologici di
prevenzione e cura delle alterazioni da Dekkera. La SO2 e la sua gestione. Gli equilibri acidi in mosto e vino ed i
fattori che li condizionano.
English
Grape constituents involved in wine making: acids, phenolics, mono and poly-saccharides, volatile compounds.
Evolution of grape constituents in wine making. Enzymes involved in wine making. Flavor compounds from yeast and
their origin. Evolution of phenolics in wine making and aging. The role of oxygen in wine making of red or white wine.
Chemical equilibria of acids and salts in must and wine and the factors affecting them. Wine stabilizations. Flavor
compounds from wine aging. The role of wood in wine making. Wine defects. Enological practices for preventing
and limiting wine spoilage from Dekkera. SO2 and its use.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Ribereau-Gayon, Dubourdieu, Doneche, Lanvaud, Trattato di Enologia voll. 1 e 2. Il Sole 24 ore Edagricole (2007).
Presentazioni proiettate nel corso. Materiale bibliografico fornito dal docente.
English
Ribereau-Gayon, Dubourdieu, Doneche, Lanvaud, Handbook of Enology vol. 1 and 2. (2006). Power point slides.
Scientific literature proposed by the lecturer
- 263 -
NOTA
Italiano
English
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=g396
- 264 -
Chimica e biochimica agraria (Anno Accademico 2015/2016)
AGRICULTURAL CHEMISTRY AND BIOCHEMISTRY
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0068
Docente:
Prof. Michéle NEGRE (Affidamento interno)
Contatti docente:
0116708508, [email protected]
Corso di studio:
[f001-c702] L - Viticoltura ed enologia
Anno:
2° anno
Tipologia:
C - Affine o integrativo
Crediti/Valenza:
6
SSD attvità didattica:
AGR/13 - chimica agraria
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Scritto ed orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Acquisizione di una conoscenza di base del sistema pianta- suolo e dei cicli biogeochimici dei principali elementi
nutritivi allo scopo di capire i processi biochimici che regolano la vita e la produttività della pianta (vite) da un punto
di vista quali-quantitativo.
English
To acquire the basic knowledge concerning the soil and plant system and the nutrients cycles in order to
understand the biochemical processes regulating the plant productivity from a qualitative and quantitative point of
view.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Il corso fornisce gli strumenti per capire i processi che regolano la nutrizione vegetale e la fertilità del suolo
attraverso la conoscenza del metabolismo vegetale e dei meccanismi d'interazioni suolo-pianta, in particolare per
quanto riguarda la viticoltura
English
The course provides the capacity to understand the plant nutrition and soil fertility processes through the
- 265 -
knowledge of both the plant metabolism and the soil plant interaction mechanisms, in particular as far as viticulture
is concerned.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
Il corso consiste di 40 ore di lezione frontale e 20 ore dedicate a attività di laboratorio ed esercitazione in aula. Il
docente si avvale di presentazioni di power point messe a disposizione degli studenti.
English
The course includes 40 hours of lectures and 20 hours of laboratory and data elaboration practice . The course will
be illustarted by power point presentations made available to the students..
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
simulazione prova d'esame scritto
prova scritta: 10 domande aperte
ammissione all'orale solo al superamento della prova scritta con 18/30.
prova orale : discussione dello scritto + una domanda su un argomento non trattato nella prova scritta
English
simulated written test.
The final examination includes a written test (10 questions).
Students who reach score 18/30 are admitted to oral examination consisting of a discussion of the written test and a
question not treated in the written test.
ATTIVITÀ DI SUPPORTO
esercitazione in laboratorio e elaborazione in aula di dati analitici .
PROGRAMMA
Italiano
- 266 -
Questo corso appartiene all'area di apprendimento 2 (produzione e qualità delle uve e gestione dei vigneti).
Gli argomenti sviluppati riguardano
-la biochimica vegetale: struttura, funzione, biosintesi e catabolismo delle biomolecole.
-il suolo agrario e la nutrizione delle piante: caratteristiche fisico-chimiche, macro- e micronutrienti, interfaccia
suolo-soluzione e suolo-radice.
in particolare:
Introduzione alla biochimica, bioenergetica e metabolismo
Aminoacidi, peptidi e proteine (struttura e funzione)
Struttura degli enzimi, catalisi enzimatica
Carboidrati (monosaccaridi, disaccaridi e polisaccaridi).
Lipidi (terpeni, fosfolipidi, triacilgliceroli)
Nucleotidi e acidi nucleici
Glicolisi e via del pentosio fosfato
Ciclo TCA , catena di trasporto degli elettroni
Gluconeogenesi
Fotosintesi
Metabolismo dei lipidi
Metabolismo delle proteine
Prodotti del metabolismo secondario
I processi di formazione dei suoli
Caratteristiche fisiche dei suoli
Componenti minerali e organica dei suoli
Il complesso di scambio
Processi che regolano il pH del suolo
Cicli dei principali elementi nutritivi
Nutrizione vegetale
English
- 267 -
Main processes regulating plant growth and the soil-plant system
The topics are dealing with:
-plant biochemistry: structure, function, biosynthesis and catabolism of biomolecules
-agricultural soil and plant nutrition: soil physico-chemical characteristics, nutrients and micronutrients, soil-solution
and soil-root interfaces,
Introduction to biochemistry, bioenergetics and metabolism
Aminoacids, peptides, and proteins (structure and role)
Structure of enzymes, enzymatic catalysis
Carbohydrates (monosaccharides, disaccharides, polysaccharides)
Lipids (terpenes, phospholipids, triacylglycerols)
Nucleotides and nucleic acids
Glycolysis and pentose phosphate path
TCA cycle, electron transport chain
Gluconeogenesis
Photosynthesis
Lipids metabolism
Proteins metabolism
Product of secondary metabolism
Processes of soil formation
Physical characteristics of soil
Inorganic and organic soil fractions
Exchange complex
Processes regulating soil pH
Nutrients cycles
Plant nutrition
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
D. L. Nelson, M.M.Cox. Introduzione alla biochimica di lehninger, Zanichelli (2011)
P. Violante - Chimica del Suolo e della nutrizione delle Piante, Edagricole (2002)
- 268 -
M. Bosetto, I. Lozzi. Elementi di iochimica Agraria, Aracne (2006)
P. Sequi. Fondamenti di Chimica del suolo .Pàtron(2005)
English
NOTA
Italiano
Il corso si svolge nella sede di Alba
English
The location of the course is alba
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=6216
- 269 -
Chimica forestale (Anno Accademico 2015/2016)
FOREST CHEMISTRY
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0061
Docente:
Dott. Maria MARTIN (Affidamento interno)
Contatti docente:
0116708512, [email protected]
Anno:
Tipologia:
Crediti/Valenza:
6
SSD attvità didattica:
AGR/13 - chimica agraria
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Il modulo ha l'obiettivo di trasmettere le conoscenze di base sulle proprietà chimico-fisiche del suolo, sui cicli
biogeochimici degli elementi nutritivi (e contaminanti), le loro interrelazioni e implicazioni per lo sviluppo delle
piante e la qualità dell'ambiente.
English
The objective of the module is to supply the basic knowledge on soil physicochemical properties, on the
biogeochemical cycling of nutrient and contaminant elements, their interconnections and the implications for plant
growth and environmental quality.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Al termine del modulo gli studenti devono essere in grado di valutare le caratteristiche chimiche di un suolo,
interpretarle e comprenderne le implicazioni in ambito forestale e ambientale.
English
At the end of the lessons the students will be able to evaluate soil chemical characteristics, and understand their
implication for forestry production and management and for environmental quality
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
- 270 -
Il modulo consiste di 50 ore di lezione frontale e 10 dedicate ad esercitazioni in laboratorio e in aula. Per le lezioni
frontali il docente si avvale di presentazioni e slides che sono a disposizione degli studenti sul sito Campusnet.
English
The module consists in 50 hours of lectures and 10 hours of laboratory and classroom exercises. The slides used for
the lectures are available to the students on the Campusnet website
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Verifica in itinere: Il grado di apprendimento sarà verificato durante lo svolgimento del corso con domande e brevi
esercizi relativi agli argomenti precedentemente trattati, affinché gli studenti imparino a utilizzare e collegare le
conoscenze che vanno acquisendo e possano valutare il loro grado di preparazione.
Esame finale: costituito da una prova scritta il cui superamento dà accesso al colloquio orale.
English
The degree of understanding and learning will be continuously verified during each lesson with questions and simple
exercise on the already explained topics, with the aim to stimulate the interconnection among the knowledge that
the students are acquiring and to make them aware of their learning degree.
Final examination: written test; if th written test is passed, it is followed by oral examination
Scritto e orale
PROGRAMMA
Italiano
Tutti gli argomenti del programma appartengono all'area di apprendimento ambientale.
Introduzione. Il suolo come comparto naturale, ruolo nell'ambiente. Descrizione del suolo. Fasi solida, liquida e
gassosa e composizione elementare. Fattori di formazione del suolo.
I componenti minerali del suolo. Le rocce. I minerali silicatici. I fillosilicati argillosi. Minerali non silicatici: ossidi,
carbonati, fosfati, solfuri, solfati. Degradazione fisica e alterazione chimica dei minerali.
La sostanza organica. Origini e costituzione della sostanza organica. Gli organismi del suolo e la biomassa microbica.
Le sostanze umiche. Il ciclo del carbonio.
Le proprietà fisiche del suolo. La tessitura, la struttura, la densità, la porosità, il colore, il calore.
Le proprietà chimico-fisiche. I colloidi del suolo. Lo scambio cationico. Reazioni di adsorbimento e desorbimento. Il
potere tampone. Il pH e la sua regolazione. L'Eh e la sua regolazione.
La soluzione del suolo. Composizione chimica e mobilità dei nutrienti.
Il ciclo biogeochimico di alcuni elementi. La disponibilità degli elementi nutritivi. Ciclo dell'azoto, del fosforo e del
potassio. I microelementi.
I suoli anomali: suoli acidi, suoli salini e sodici, suoli sommersi, suoli contaminati
- 271 -
English
The arguments of the program belong to the Environment learning area
Introduction. Soil as a natural compartment and its environmental role. Soil description. Solid, liquid and gas phases;
elemental composition. Factors of soil formation.
Soil mineral components. Rocks. Silicate minerals. Phyllosilicates in the clay fraction. Non-silicate minerals: oxides,
carbonates, phosphates, sulphides, sulphates. Physical degradation and chemical alteration of minerals.
Soil organic matter. Sources and composition of soil organic matter. Soil organisms and microbial biomass. Humic
substances. Carbon cycling
Soil physical properties. Texture, structure, density, porosity, color, thermal capacity.
Soil physico-chemical properties. Soil colloids. Cation exchange. Adsorption-desorption reactions. Buffer capacity.
Soil pH and its regulation. Soil Eh and its regulation
Soil solution. Chemical composition of soil solution and nutrient mobility in soil.
Biogeochemical cycling of selected elements. Nutrient availability. Nitrogen, phosphorus and potassium cycling.
Micronutrients.
Anomalies in soils. Acidic soils, saline and sodic soils, submerged soils, contaminated soils
Italiano
Il corso illustra le caratteristiche chimico-fisiche del suolo in relazione alle implicazioni ambientali e allo sviluppo
delle piante
English
The course is focused on soil chemical (and physical) characteristics, their environmental consequences and
implications for plant growth
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
P. Violante - Chimica del Suolo e della nutrizione delle Piante. Edagricole (2002);
oppure: P. Sequi – Fondamenti di Chimica del suolo. Pàtron (2005).
Oppure: Kim H. Tan – Principles of soil chemistry- CRC Press (2010)
Oppure: G. Sposito – The chemistry of soils. Oxford University Press (2008)
English
P. Violante - Chimica del Suolo e della nutrizione delle Piante. Edagricole (2002);
or: P. Sequi – Fondamenti di Chimica del suolo. Pàtron (2005).
or: Kim H. Tan – Principles of soil chemistry- CRC Press (2010)
or: G. Sposito – The chemistry of soils. Oxford University Press (2008)
- 272 -
NOTA
Italiano
Il materiale didattico sarà reso disponibile sul sito Campusnet del DISAFA all'inizio delle lezioni. Sono possibili
piccole modifiche in itinere del materiale precedentemente caricato, anche su richiesta degli studenti
English
The slides will be available on the website Campusnet, DISAFA at the beginning of the lessons. Some modification
during the course of the previously uploaded material, also after students' requests
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=kq36
- 273 -
Chimica forestale ed elementi di fisiologia vegetale - C.I. (Anno Accademico 2015/2016)
FOREST CHEMISTRY AND VEGETAL PHYSIOLOGY
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0061
Docente:
Dott. Maria MARTIN (Affidamento interno)
Prof. Claudio LOVISOLO (Affidamento interno)
Phd. Francesca SECCHI (Affidamento interno)
Contatti docente:
0116708512, [email protected]
Corso di studio:
[f001-c711] L - Scienze forestali e ambientali
Anno:
2° anno
Tipologia:
A - Di base
Crediti/Valenza:
12
SSD attvità didattica:
AGR/13 - chimica agraria
BIO/04 - fisiologia vegetale
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Scritto ed orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
Moduli didattici:
Chimica forestale (Anno Accademico 2015/2016)
Elementi di fisiologia vegetale (Anno Accademico 2015/2016)
Elementi di fisiologia vegetale (Anno Accademico 2015/2016)
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=50ul
Chimica forestale (Anno Accademico 2015/2016)
FOREST CHEMISTRY
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0061
Docente:
Dott. Maria MARTIN (Affidamento interno)
Contatti docente:
0116708512, [email protected]
Anno:
Tipologia:
Crediti/Valenza:
6
SSD attvità didattica:
AGR/13 - chimica agraria
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
- 274 -
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Il modulo ha l'obiettivo di trasmettere le conoscenze di base sulle proprietà chimico-fisiche del suolo, sui cicli
biogeochimici degli elementi nutritivi (e contaminanti), le loro interrelazioni e implicazioni per lo sviluppo delle
piante e la qualità dell'ambiente.
English
The objective of the module is to supply the basic knowledge on soil physicochemical properties, on the
biogeochemical cycling of nutrient and contaminant elements, their interconnections and the implications for plant
growth and environmental quality.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Al termine del modulo gli studenti devono essere in grado di valutare le caratteristiche chimiche di un suolo,
interpretarle e comprenderne le implicazioni in ambito forestale e ambientale.
English
At the end of the lessons the students will be able to evaluate soil chemical characteristics, and understand their
implication for forestry production and management and for environmental quality
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
Il modulo consiste di 50 ore di lezione frontale e 10 dedicate ad esercitazioni in laboratorio e in aula. Per le lezioni
frontali il docente si avvale di presentazioni e slides che sono a disposizione degli studenti sul sito Campusnet.
English
The module consists in 50 hours of lectures and 10 hours of laboratory and classroom exercises. The slides used for
the lectures are available to the students on the Campusnet website
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Verifica in itinere: Il grado di apprendimento sarà verificato durante lo svolgimento del corso con domande e brevi
esercizi relativi agli argomenti precedentemente trattati, affinché gli studenti imparino a utilizzare e collegare le
conoscenze che vanno acquisendo e possano valutare il loro grado di preparazione.
Esame finale: costituito da una prova scritta il cui superamento dà accesso al colloquio orale.
- 275 -
English
The degree of understanding and learning will be continuously verified during each lesson with questions and simple
exercise on the already explained topics, with the aim to stimulate the interconnection among the knowledge that
the students are acquiring and to make them aware of their learning degree.
Final examination: written test; if th written test is passed, it is followed by oral examination
Scritto e orale
PROGRAMMA
Italiano
Tutti gli argomenti del programma appartengono all'area di apprendimento ambientale.
Introduzione. Il suolo come comparto naturale, ruolo nell'ambiente. Descrizione del suolo. Fasi solida, liquida e
gassosa e composizione elementare. Fattori di formazione del suolo.
I componenti minerali del suolo. Le rocce. I minerali silicatici. I fillosilicati argillosi. Minerali non silicatici: ossidi,
carbonati, fosfati, solfuri, solfati. Degradazione fisica e alterazione chimica dei minerali.
La sostanza organica. Origini e costituzione della sostanza organica. Gli organismi del suolo e la biomassa microbica.
Le sostanze umiche. Il ciclo del carbonio.
Le proprietà fisiche del suolo. La tessitura, la struttura, la densità, la porosità, il colore, il calore.
Le proprietà chimico-fisiche. I colloidi del suolo. Lo scambio cationico. Reazioni di adsorbimento e desorbimento. Il
potere tampone. Il pH e la sua regolazione. L'Eh e la sua regolazione.
La soluzione del suolo. Composizione chimica e mobilità dei nutrienti.
Il ciclo biogeochimico di alcuni elementi. La disponibilità degli elementi nutritivi. Ciclo dell'azoto, del fosforo e del
potassio. I microelementi.
I suoli anomali: suoli acidi, suoli salini e sodici, suoli sommersi, suoli contaminati
English
The arguments of the program belong to the Environment learning area
Introduction. Soil as a natural compartment and its environmental role. Soil description. Solid, liquid and gas phases;
elemental composition. Factors of soil formation.
Soil mineral components. Rocks. Silicate minerals. Phyllosilicates in the clay fraction. Non-silicate minerals: oxides,
carbonates, phosphates, sulphides, sulphates. Physical degradation and chemical alteration of minerals.
Soil organic matter. Sources and composition of soil organic matter. Soil organisms and microbial biomass. Humic
substances. Carbon cycling
Soil physical properties. Texture, structure, density, porosity, color, thermal capacity.
Soil physico-chemical properties. Soil colloids. Cation exchange. Adsorption-desorption reactions. Buffer capacity.
Soil pH and its regulation. Soil Eh and its regulation
Soil solution. Chemical composition of soil solution and nutrient mobility in soil.
- 276 -
Biogeochemical cycling of selected elements. Nutrient availability. Nitrogen, phosphorus and potassium cycling.
Micronutrients.
Anomalies in soils. Acidic soils, saline and sodic soils, submerged soils, contaminated soils
Italiano
Il corso illustra le caratteristiche chimico-fisiche del suolo in relazione alle implicazioni ambientali e allo sviluppo
delle piante
English
The course is focused on soil chemical (and physical) characteristics, their environmental consequences and
implications for plant growth
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
P. Violante - Chimica del Suolo e della nutrizione delle Piante. Edagricole (2002);
oppure: P. Sequi – Fondamenti di Chimica del suolo. Pàtron (2005).
Oppure: Kim H. Tan – Principles of soil chemistry- CRC Press (2010)
Oppure: G. Sposito – The chemistry of soils. Oxford University Press (2008)
English
P. Violante - Chimica del Suolo e della nutrizione delle Piante. Edagricole (2002);
or: P. Sequi – Fondamenti di Chimica del suolo. Pàtron (2005).
or: Kim H. Tan – Principles of soil chemistry- CRC Press (2010)
or: G. Sposito – The chemistry of soils. Oxford University Press (2008)
NOTA
Italiano
Il materiale didattico sarà reso disponibile sul sito Campusnet del DISAFA all'inizio delle lezioni. Sono possibili
piccole modifiche in itinere del materiale precedentemente caricato, anche su richiesta degli studenti
English
The slides will be available on the website Campusnet, DISAFA at the beginning of the lessons. Some modification
during the course of the previously uploaded material, also after students' requests
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=kq36
- 277 -
Elementi di fisiologia vegetale (Anno Accademico 2015/2016)
PRINCIPLES OF PLANT PHYSIOLOGY
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0061
Docente:
Prof. Claudio LOVISOLO (Affidamento interno)
Contatti docente:
0116708926, [email protected]
Anno:
Tipologia:
--- Nuovo Ordinamento ---
Crediti/Valenza:
4
SSD attvità didattica:
BIO/04 - fisiologia vegetale
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Scritto
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Fornire agli studenti le cognizioni fondamentali sui processi che controllano la vita e la produzione delle piante
dell'ambiente forestale.
English
To learn about the relationships between plant physiology and forest environment, upon both climate standards and
abiotic limiting conditions.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Gli studenti arrivano a fine corso a saper analizzare i meccanismi che permettono lo svolgersi dei principali processi
fisiologici ed ecofisiologici delle piante in risposta agli stimoli ambientali dell'ambiente forestale.
English
The students will integrate the knowledge acquired both by following the course programme and by examining
scientific literature.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
lezioni frontali ed autovalutazioni periodiche
English
- 278 -
teaching classes and evaluation tests
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Autovalutazioni anonime in itinere.
English
In-itinere anonymous self-assessments.
PROGRAMMA
Italiano
Gli argomenti del programma appartengono all'area delle conoscenze propedeutiche e all'area della difesa delle
foreste.
Funzioni dell'acqua nella cellula e nella pianta; variazioni di potenziale idrico nel continuum suolo-pianta-atmosfera;
psicrometro; camera a pressione trasporto xilematico; forze di tensione/coesione ed embolismi (danni e
recupero); ruolo delle acquaporine; traspirazione fogliare: biofisica del fenomeno (umidità relativa, temperatura);
conduttanza stomatica; movimenti degli stomi; biochimica della cellula di guardia; fattori ambientali che
condizionano la regolazione stomatica: luce, CO2; regolazione stomatica idropassiva e idroattiva; azione dell'ABA
mediata dal Ca++; sintesi e redistribuzione dell'ABA; la tecnica del PRD (partial root drying).
Cenni sulla sintesi proteica; cinetica enzimatica; potenziale elettro-chimico di un soluto - equazione di Nernst;
permeabilità delle membrane; potenziale di membrana; trasporto passivo: diffusione semplice e facilatata;
trasporto attivo primario; H+-ATPasi; trasporto attivo secondario (simporto, antiporto).
Fotosintesi: fase luminosa e fase oscura, fotosistemi, regolazione dell'organicazione del carbonio
bsp;
&n
Lo spettro dell'energia solare; eccitazione dei pigmenti, riemissione di energia: dissipazione e trasferimento;
assorbimento energetico della clorofilla; i fotosistemi del cloroplasto; schema Z della fotosintesi, trasporto di
elettroni; trasporto transmembrana di H+ e sintesi dell'ATP nel cloroplasto; fotoinibizione, formazione de radicali
liberi dell'H2O; confronto fotosintesi/respirazione per la sintesi di ATP; la RUBISCO; sintesi di amido primario nel
cloroplasto; sintesi di saccarosio nel citosol; ripartizione del trioso-P tra cloroplasto e citosol; sintesi dell'amido
secondario (amiloplasti).
Elementi strutturali del floema: funzioni; floema: modello di flusso di massa da organi sorgenti a organi sink;
caricamento floematico (simportatore di zuccheri); scaricamento floematico; ripartizione dei prodotti della
fotosintesi, forza di un sink; effetti delle variazioni del rapporto sorgente/sink; transizione sorgente/sink.
Regolazione della fotosintesi. Controllo ambientale dell'assorbimento della CO2: 1) regolazione stomatica; 2)
competizione CO2/O2 per la Rubisco; 3) competizione tra la biosintesi di amido e quella del saccarosio; 4)
allocazione dei fotosintati a differenti organi sink.
English
Water metabolism, xylem transport, transpiration
Proteins, cell membrane metabolism
- 279 -
Photosynthesis and regulation of carbon assimilation
Phloem transport
Ecophysiology of water and nutrients in the whole plant
Ecophysiology of light and CO2 in the whole plant
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
I testi base consigliati per il corso sono:
Taiz, Zeiger. Elementi di Fisiologia vegetale. Piccin 2013
Rascio N., Elementi di fisiologia vegetale, EdiSES, Napoli, 2012.
Taiz L., Zeiger E., Fisiologia vegetale, PICCIN, Padova, 2008.
Siti internet di interesse: http://5e.plantphys.net
English
Taiz, Zeiger. Elementi di Fisiologia vegetale. Piccin 2013
Rascio N., Elementi di fisiologia vegetale, EdiSES, Napoli, 2012.
Taiz L., Zeiger E., Fisiologia vegetale, PICCIN, Padova, 2008.
Siti internet di interesse: http://5e.plantphys.net
NOTA
Italiano
English
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=zi3j
- 280 -
Elementi di fisiologia vegetale (Anno Accademico 2015/2016)
PRINCIPLES OF PLANT PHYSIOLOGY
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0061
Docente:
Phd. Francesca SECCHI (Affidamento interno)
Contatti docente:
[email protected]
Anno:
Tipologia:
Crediti/Valenza:
2
SSD attvità didattica:
BIO/04 - fisiologia vegetale
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Scritto
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Fornire agli studenti le conoscenze necessarie sui processi che controllano la fisiologia e la produzione delle piante
dell'ambiente forestale e in particolare sui meccanismi di adattamento delle piante in risposta a diversi stimoli
ambientali.
English
The course will provide students with the knowledge necessary to understand the relationships between plant
physiology and forest environment and the mechanisms of plant acclimation and adaptation to environmental
conditions.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Gli studenti arrivano a fine corso a saper analizzare i meccanismi che permettono lo svolgersi dei principali processi
fisiologici ed ecofisiologici delle piante in risposta agli stimoli ambientali dell'ambiente forestale.
English
The students will integrate the knowledge acquired both by following the course programme and by examining
scientific literature.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
- 281 -
Italiano
Il corso consiste di 20 ore di lezione frontale per le quali il docente si avvale di presentazioni e slides che saranno a
disposizione degli studenti.
English
The course consists of 20 hours of lectures. The teacher makes use of presentations and slides that will be
available to students.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Autovalutazioni anonime in itinere.
English
In-itinere anonymous self-assessments.
scritto
PROGRAMMA
Italiano
Gli argomenti del programma appartengono all'area delle conoscenze propedeutiche e all'area della difesa delle
foreste.
- Assorbimento, trasporto e assimilazione di sostanze minerali
- Modificazioni di soluzioni nutritive per valutare gli effetti di elementi minerali; movimento dei soluti nel terreno;
trasporto apoplastico e cellulare degli elementi minerali; funzioni del trasporto di membrana nell'assorbimento
ionico di sost. minerali
- Auxina: esperimenti di inizio '900 e risvolti funzionali; saggio biologico e radio-immunologico delle auxine; forma
libera e forma coniugata (implicazioni su trasporto ed utilizzo); trasporto apolare (floematico) e polare
(parenchimatico) ; effetti dell'auxina: allungamento di fusti e radici; auxine e fototropismo; auxine e gravitropismo in
fusti e radici; effetti fisiologici dell'auxina: regolazione dominanza apicale, formazione radici secondarie,
differenziamento vascolare; meccanismo d'azione dell'auxina a livello cellulare; effetti fisiologici delle gibberelline;
effetti fisiologici delle citochinine; etilene; acido abscisico.
- Aspetti ecofisiologici: risposta allo stress:
Stress idrico. Meccanismi di difesa delle piante allo stress idrico. Ad alto potenziale idrico. A basso potenziale idrico.
Risposta isodrica ed anisoidrica allo stress idrico.
Ruolo del messaggio ormonale e chimico. Limitazioni alla crescita della piante ascrivibili a squilibri del potenziale
idrico. Osmoregolazione.
Stress e shock da calore.
Stress da freddo.
Stress da congelamento.
Stress salino.
- 282 -
English
- Assimilation and uptake of mineral nutrients
- Plant hormones:
Identification, biosynthesis and metabolism of auxin, transport, cell elongation, phototropism and gravitropism.
Developmental effects of auxin.
Physiological effects of Gibberellins, Cytokinins and Ethylene.
Abscisic acid
- Stress Physiology:
Water stress and Drought tolerance
Heat stress and Heat Shock
Chilling and Freezing
Salinity Stress
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
I testi base consigliati per il corso sono:
Taiz, Zeiger. Elementi di Fisiologia vegetale. Piccin 2013
Rascio N., Elementi di fisiologia vegetale, EdiSES, Napoli, 2012.
Taiz L., Zeiger E., Fisiologia vegetale, PICCIN, Padova, 2008.
Siti internet di interesse: http://5e.plantphys.net
English
Taiz, Zeiger. Elementi di Fisiologia vegetale. Piccin 2013
Rascio N., Elementi di fisiologia vegetale, EdiSES, Napoli, 2012.
Taiz L., Zeiger E., Fisiologia vegetale, PICCIN, Padova, 2008.
Siti internet di interesse: http://5e.plantphys.net
- 283 -
NOTA
Italiano
English
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=ofkp
- 284 -
Chimica generale (Anno Accademico 2015/2016)
GENERAL CHEMISTRY
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0048
Docente:
Prof. Valter BOERO (Affidamento interno)
Contatti docente:
0116708510, [email protected]
Corso di studio:
[f001-c711] L - Scienze forestali e ambientali
[f001-c717] L - Scienze e tecnologie agrarie
Anno:
1° anno
Tipologia:
A - Di base
Crediti/Valenza:
6
SSD attvità didattica:
CHIM/03 - chimica generale e inorganica
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
PROPEDEUTICO A
Chimica organica, biochimica, biologia, fisiologia.
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Conoscenza delle principali leggi della chimica generale e loro applicazione alla soluzione di problemi di interesse
per i corsi successivi. Fornire agli studenti gli strumenti chimici minimi richiesti nei corsi successivi, rispettando una
sequenza logica e dando la possibilità di apprendere mediante ragionamento.
English
Knowledge of the main laws of general chemistry and their application to solving problems of interest to the
following courses. Provide students with the minimum chemical tools required in the following courses, in a logical
sequence and giving the opportunity to learn by reasoning.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Conoscenza delle principali leggi della chimica generale e loro applicazione alla soluzione di problemi di interesse
per i corsi successivi.
English
Knowledge of the main laws of general chemistry and their application to solving problems of interest to the
following courses.
- 285 -
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
Il corso consiste in 60 ore di lezione. In ogni lezione vi è una parte di esercitazioni e possibilmente applicazioni
pratiche inerenti l'agricoltura e l'ambiente. Vengono proiettate slide che schematizzano la tematica trattata o che
svolgono alcuni esercizi. Sulla base di alcuni appunti presi a lezione si chiede allo studente lo sforzo di rivedere
l'argomento su un testo consigliato e ripetere esercizi analoghi.
English
The course consists of 60 hours of lessons. In each lesson there is a part of exercises and possibly practical
applications concerning agriculture and the environment. In each lesson are projected slides that depict the theme
treated or who perform certain exercises. Based on the notes taken in class asking students the effort to review the
topic on a text and repeating similar exercises.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
A metà programma è verificata l'apprendimento degli allievi mediante un test di 60 minuti con 15 domande di
nomenclatura ed esercizi sulla base dei temi trattati a lezione. La correzione del test è fatta in aula.
Al termine del corso test scritto su nomenclatura chimica (10 composti) e risoluzione di 6 problemi in 60 min.
Possibilità di colloquio orale a richiesta.
English
Halfway through the program Assessment of students is carried out by a 60-minute test with 15 questions of
nomenclature and exercises based on the topics covered in class. The correction of the test is done in the
classroom.
At the end of the course there is a written test on chemical nomenclature (10 compounds) and resolution of 6
problems in 60 min. Possibility of an oral examination if requested by the student or by the professor.
PROGRAMMA
Italiano
Struttura dell'atomo: descrizione generale, struttura elettronica dell'idrogeno, struttura elettronica di atomi a molti
elettroni, i numeri quantici
Sistema periodico degli elementi: proprietà periodiche, raggio atomico, potenziale di ionizzazione, affinità
elettronica, elettronegatività
Legame chimico: legame ionico, legame covalente omopolare ed eteropolare, legame dativo regola dell'ottetto,
strutture di Lewis, risonanza, geometria molecolare, orbitali atomici ibridi.
Aspetti quali-quantitativi delle reazioni chimiche: masse atomiche e molecolari, distribuzione isotopica, definizione
di mole e numero di Avogadro, formula minime e molecolari, bilanciamento delle reazioni, numero di ossidazione,
reazioni redox, resa della reazione, calcoli stechiometrici. Nomenclatura.
Stati di aggregazione della materia: stato gassoso (equazione di stato, legge di Dalton), stato liquido (tensione di
vapore e temperatura di ebollizione), stato solido (relazioni tra struttura e proprietà), diagrammi di stato (acqua,
biossido di carbonio).
Soluzioni: generalità, concentrazioni delle soluzioni, proprietà colligative.
- 286 -
Cinetica chimica: velocità di reazione e fattori che la influenzano. Termodinamica chimica: reazioni spontanee.
Equilibrio chimico: equilibri omogenei, costanti di equilibrio, legge di azione di massa, principio di Le Chatelier,
equilibri eterogenei.
Equilibri in soluzione acquosa: definizione di acidi e basi, prodotto ionico dell'acqua, pH, acidi e basi forti e deboli,
titolazioni, indicatori, soluzioni tampone, idrolisi, solubilità, effetto ione comune.
Elettrochimica: celle galvaniche, elettrolisi, potenziali di elettrodo, equazione di Nernst.
Area di apprendimento scheda SUA: 1 Area delle conoscenze propedeutiche
English
Atomic structure: general description, electronic structure of hydrogen, electronic structure of multielectron
atoms, quantum numbers, orbitals.
Periodic table of elements periodic properties, atomic radius, ionization potential, electron affinity,
electronegativity.
Chemical bonding: ionic, covalent bond, dative bond, octet rule, Lewis structures, molecular geometry,
intermolecular bonds.
Symbols, formulas and nomenclature.
Molecules, moles, chemical reactions, concepts of thermodynamics
Balancing chemical equations, yield of reaction, stoichiometric calculations.
States of matter: gaseous state (state equation, Dalton's law, vapor pressure and boiling temperature), solid state
(relations between structure and properties), liquid (surface tension), the state diagram of water .
Solutions: preparation, concentration, colligative properties.
Chemical equilibrium: homogeneous and heterogeneous equilibrium, equilibrium constants, law of mass action, Le
Chatelier principle
Equilibrium in aqueous solution: acids and bases, ionic product of water, pH, buffer solutions, salts hydrolysis.
Titrations: acid-base, redox, complexometric
Equilibrium solubility, common ion effect.
Electrochemistry: galvanic cells, electrolysis, electrode potentials, Nernst equation.
Chemical kinetics: basic concepts
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Palmisano e Schiavello, Elementi di Chimica, EdiSES, Napoli, 2007.
Petrucci, Harwood, Chimica Generale, PICCIN, Torino, 1995.
Michelin Lausarot, Vaglio, Fondamenti di stechiometria, PICCIN, Torino, 1988.
English
Palmisano e Schiavello, Elementi di Chimica, EdiSES, Napoli, 2007.
- 287 -
Petrucci, Harwood, Chimica Generale, PICCIN, Torino, 1995.
Michelin Lausarot, Vaglio, Fondamenti di stechiometria, PICCIN, Torino, 1988.
NOTA
Italiano
English
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=dd2j
- 288 -
Chimica generale e analisi chimico agrarie - C.I. (Anno Accademico 2015/2016)
GENERAL CHEMISTRY AND AGRICULTURAL CHEMICAL ANALYSIS
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0395
Docente:
Prof. Valter BOERO (Affidamento interno)
Dott. Raffaele BORRELLI (Affidamento interno)
Contatti docente:
0116708510, [email protected]
Corso di studio:
[f001-c702] L - Viticoltura ed enologia
[f001-c703] L - Tecnologie alimentari
Anno:
1° anno
Tipologia:
A - Di base
Crediti/Valenza:
10
SSD attvità didattica:
AGR/13 - chimica agraria
CHIM/02 - chimica fisica
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Scritto ed orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
Moduli didattici:
Analisi chimico-agrarie (Anno Accademico 2015/2016)
Principi di chimica (Anno Accademico 2015/2016)
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=7qij
Analisi chimico-agrarie (Anno Accademico 2015/2016)
Agricultural chemical analysis
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0395
Docente:
Prof. Valter BOERO (Affidamento interno)
Contatti docente:
0116708510, [email protected]
Anno:
Tipologia:
Crediti/Valenza:
4
SSD attvità didattica:
AGR/13 - chimica agraria
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Prova pratica
- 289 -
PREREQUISITI
Aver frequentato la prima parte del corso di Chimica generale
PROPEDEUTICO A
Tutti i laboratori di Chimica e biologia.
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Consolidare le conoscenze del corso di Chimica generale e fornire familiarità con il laboratorio di chimica.
Acquisire le capacità di utilizzare in modo corretto la vetreria e la strumentazione di base del laboratorio di chimica.
English
Consolidate the knowledge of the general chemistry course and provide familiarity with the chemistry lab.
Acquire the ability to make correct use of the glassware and instrumentation basic chemistry lab
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Familiarità con il laboratorio chimico, con la vetreria essenziale e la strumentazione di base.
Capacità di eseguire alcune analisi di base del laboratorio chimico agrario, valutare e presentare i risultati delle
analisi.
English
Familiar with the chemical laboratory glassware with essential and basic instrumentation.
Ability to perform some basic analysis of the agricultural chemical laboratory, evaluate, and present the results of
the analysis.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
Sono fornite 7 lezioni frontali in aula di 2h che includono anche la presentazione dell'attività che sarà svolta in
laboratorio; a seguire 7 esercitazioni in laboratorio di 2 ore nette. Ogni studente accede ad una postazione del
laboratorio di chimica da solo o in coppia. Al termine del laboratorio si reca in una aula per 1h per ordinare il
quaderno di laboratorio, effettuare i calcoli e le elaborazioni necessarie e per preparare la relazione relativa alla
esercitazione.
English
The course is organized in 7 lectures 2h each that include the presentation of the activities that will be carried out in
the laboratory; each lecture is followed by 2 hours in the laboratory. Every student has his place in the chemistry
laboratory alone or in pairs. At the end of the laboratory the students have 1h in classroom for calculations, data
processing and to prepare a report.
- 290 -
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Per ogni esercitazione è richiesta la preparazione di una relazione che permette di comprendere e valutare
l'apprendimento dello studente.
Al termine del corso è realizzata una prova individuale in laboratorio con analisi di un composto e preparazione di
una breve relazione.
L'esito di questa analisi, la valutazione delle relazioni presentate al temine di ogni esercitazione, la valutazione sul
quaderrno di laboratorio permettono di valutare il grado di apprendimento dell'allievo e di esprimere un voto.
Su richiesta dell'allievo o del docente viene svolto anche un colloquio orale inerente il programma svolto per
definire la valutazione finale
English
For lab is required the preparation of a report that allows you to understand and evaluate student learning.
At the end of the course it is made of an individual test in the laboratory with analysis of a compound and
preparation of a short report.
The outcome of this analysis, the evaluation of the reports submitted to the end of each lab, the evaluation of the
laboratory notebook are the factors used to assess the degree of learning of the students.
On specific request (student or professor) an oral colloquium could be undertaken to complete the final
evaluation.
PROGRAMMA
Italiano
Introduzione al laboratorio: nozioni di sicurezza, vetreria e strumentazione di base.
• Trattamento dei dati e presentazione dei risultati: quaderno di laboratorio, nozione di errore, valutazione
dell'accuratezza, della ripetibilità e delle sensibilità di un metodo analitico.
• Calibrazione degli strumenti.
• Titolazioni: acido-base, ossido-riduzione, complessometria.
• Preparazione di soluzioni a titolo noto.
• Preparazione di soluzioni di acidi e basi (concentrazione in peso, normalità, molarità).
• Titolazioni acido-base: applicazione alla determinazione dell'acidità dell'aceto e del limone.
• Titolazione di ossido riduzione: applicazione alla determinazione della concentrazione di una soluzione di Fe (II).
• Titolazione complessometrica: applicazione alla determinazione della durezza dell'acqua
• Preparazione di standard analitici, calibrazione di alcuni strumenti.
Questo corso appartiene all'area di apprendimento SUA 8 Area tecnica speciale.
- 291 -
English
Activity in classroom
Introduction to laboratory principles of safety, glassware and basic instruments
Data processing and presentation of results of laboratory notebook, the concept of error, evaluation of the
accuracy, repeatability and sensitivity of an analytical method.
Symbols, formulas and nomenclature.
Molecules, moles, chemical reactions, valence, number of oxidation
Balancing chemical equations, yield of reaction, stoichiometric calculations.
Solutions: preparation, concentration, dilution.
Calibration of instruments
Lab activity
• Preparation of solutions of primary standards
• Preparation of solutions of acids and bases (concentration by weight, normality, molarity, molality)
• Acid-base titrations: application to the determination of the acidity of vinegar and lemon
• pH meter: principle and application to the determination of pH of some alimentary liquids
• redox titration: application to the determination of the concentration of a solution of Fe (II).
• complexometric titration: application to the determination of water hardness
• Preparation of analytical standards, calibration of instruments: application to the determination of the
concentration of phosphorus in aqueous solution with a colorimetric method.
Italiano
Consolidamento delle conoscenze del corso di Chimica generale e familiarità con il laboratorio di chimica.
English
Consolidation of the knowledge of the general chemistry course and familiarity with the chemistry lab.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Carmine Rubino, Italo Venzaghi, Renato Cozzi Stechio & Lab Le basi dell'analisi chimica 1-Stechiometria 2-Principi e
Metodologia Ed. Zanichelli
English
Carmine Rubino, Italo Venzaghi, Renato Cozzi Stechio & Lab Le basi dell'analisi chimica 1-Stechiometria 2-Principi e
Metodologia Ed. Zanichelli
NOTA
Italiano
- 292 -
English
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=s3m2
- 293 -
Principi di chimica (Anno Accademico 2015/2016)
General chemistry
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0395
Docente:
Dott. Raffaele BORRELLI (Affidamento interno)
Contatti docente:
0116708621, [email protected]
Anno:
Tipologia:
Crediti/Valenza:
6
SSD attvità didattica:
CHIM/02 - chimica fisica
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Scritto ed orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Il corso ha l'obiettivo di fornire allo studente gli strumenti per la comprensione di base della struttura della materia e
dei fenomeni chimici, sia da un punto di vista qualitativo che quantitativo, consentendo di affrontare con
conoscenze adeguante i corsi succesivi.
English
The course will provide basic understanding, at both qualitative and quantitative levels, of the structure of matter
and of chemical phenomena.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
• Conoscenza del linguaggio, delle definizioni, dei concetti e dei modelli della chimica come sviluppati nel corso;
• Capacità di risolvere problemi stechiometrici complessi
English
• Proper knowledge of chemical language, definitions and models as developed in the class
• Ability to solve complex stoichiometric problems
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
- 294 -
Italiano
Il corso consiste di 80 ore di lezione frontale. Per le lezioni frontali il docente si avvale di Visual Presenter,
rendendo disponibili in formato elettronico (pdf) i documenti prodotti durante lo svolgimento della lezione.
English
80 hours of lectures . A Visual Presenter will be used allowing to produce pdf documents for each lesson, which will
be available to the students.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
L'apprendimento degli studenti verrà verificato mediane esercitazioni teoriche sia singole che di gruppo. Verrà
inoltre utilizzata una piattaforma di e-learning mediante la quale gli studenti verranno stimolati e seguiti nella
risoluzione di problemi inerenti il programma sviluppato durante il corso.
L'esame finale consiste in un test scritto diviso in tre sezioni: i) domande a risposta multipla, ii) domande a risposta
numerica e iii) domande a risposta aperta.
English
Students learning will be verified by individual as well as group exercises.
An e-learning platform will also be used to encourage students to follow the class by continously testing their
capability to solve problems concerning the program developed during the course.
The final exam is a written test comprising three sections: i) multiple choice questions, ii) numeric questions, iii) open
questions.
ATTIVITÀ DI SUPPORTO
Italiano
Il corso si avvale dell'utilizzo della piattaforma di e-learning Moodle per fornire sia i documenti prodotti durante la
lezione (appunti del docente) sia le videoregistrazioni delle lezioni del corso. La piattaforma moodle verrà inoltre
utilizzata per la creazione di forum e chat on-line per la discussione degli argomenti del corso. Usando tali strumenti
gli studenti potranno interagire tra loro e con il docente per migliorare la comprensione di argomenti specifici.
English
An extensive use of the e-learning Moodle platform will be made. Moodle will be used to provide the documents
produced in each lesson (teacher's notes) and the video recordings of the lessons. The e-learning system will also
be used to create dedicated on-line forums and chat sessions where students can discuss specific chemistry topics,
and interact with the teacher.
PROGRAMMA
Italiano
Questo corso appartiene all'area di apprendimento 1 (formazione di base).
• Le basi della chimica moderna: struttura dell'atomo e teoria atomica della materia. Numero atomico, numero di
massa, isotopi. Massa atomica.
- 295 -
• Calcolo stechiometrico: massa formula, massa molecolare, massa equivalente, numero di Avogadro; concetto di
mole e sue applicazioni.
• Configurazione elettronica dell'idrogeno e di atomi a molti elettroni; numeri quantici, nozione di orbitale.
• Sistema periodico degli elementi: proprietà periodiche di atomi e ioni, raggi atomici, potenziale di ionizzazione,
affinità elettronica, elettronegatività.
• Molecole e composti, formule chimiche, simboli, definizioni e modelli molecolari.
• Legame chimico: legame ionico, legame covalente, legame dativo, regola dell'ottetto, strutture con ottetto
espanso; strutture di Lewis, forma e struttura molecolare, interazoni intermolecolari.
• Nomenclatura delle molecole.
• Reazioni chimiche; descrizone simbolica delle reazioni; reazioni di ossidoriduzione, reazione di combustione;
bilanciamento delle reazioni, resa di reazione;
• Cenni di termodinamica; primo e secondo primcipio, entalpia ed entropia; energia libera e spontaneità dei
processi; legge di Hess; entalpie di legame; applicazioni di termochimica.
• Cinetica chimica: velocità di reazione e fattori che la influenzano; cinetiche del primo ordine.
• Stati di aggregazione della materia: stato gassoso (equazione di stato, legge di Dalton, tensione di vapore e
temperatura di ebollizione); interazioni intermolecolari, stato solido, concetto di reticolo cristallino, stato liquido,
diagramma di stato dell'acqua e di altri liquidi comuni.
• Sistemi a più componenti; espressione della concentrazione; proprietà colligative: legge di Raoult, innalzamento
ebullioscopico, abbassamento crioscopico, pressione osmotica e fenomeni di osmosi; miscele azeotropiche.
• Equilibrio chimico: legge di azione di massa, principio di Le Châtelier. equilibri omogenei ed eterogenei, costanti di
equilibrio.
• Equilibri in soluzione acquosa: definizione di acidi e basi, prodotto ionico dell'acqua, pH, acidi e basi forti e deboli,
soluzioni tampone, idrolisi dei sali.
• Equilibri di solubilità, effetto dello ione comune.
• Elettrochimica: celle galvaniche, elettrolisi, potenziali di elettrodo, equazione di Nernst.
English
The class focuses on subject that are configured in the learning context of training and basic concepts.
• Atomic structure, atomic theory of matter. Atomic number, mass number, isotopes; Atomic mass.
• Stoichiometry: molar and equivalente mass, mole and Avogadro's number.
• Electronic configuration of hydrogen atom, and of many-electron atoms; quantum numbers and the concenpt of
atomic orbital.
• Periodic system of the elements: periodicity in atomic and ionic properties: atomic radii, ionization potential,
electron affinity, electronegativity.
• Molecules and chemical compounds; chemical formulae, symbols, definitions and molecular models.
- 296 -
• Chemical bond: ionic bond, covalent bond, dative bond, octet rule, octet expansion; Lewis structure, shape and
geometry of molecules.
• Chemical nomenclature.
• Chemical reactions; symbolic descriptios of reactions; balancing chemical reactions; common type of reactions:
exchange, redox, combustion; reaction yield.
• Basic concepts of thermodynamics: first and second principle, enthalpy, entropy, and free energy. Spontaneous
processes. Hess' law; bond enthalpy; thermochemistry applications.
• Chemical kinetics: reaction rate; first order reactions.
• State of matter: gas state (equation of state, Dalton's law);liquid state (vaoupr tension, boiling point, freezing poing);
solid state crystals and crystal lattice. Intermolecular interactions.
• Many components systems; concentrations; colligative properties; Raoult's law, ebullioscopy, crioscopy, osmotic
pressure; azeotrope.
• Chemical equilibrium, mass action law, Le Chatelier principle. Homogeneous and heterogeneous equilibria,
equibrium constants.
• Equilibria in acqueous solution: acids and base, ionic product, pH, strong and weak acids and bases, buffer
solutions, hydrolisys reactions.
• Solubility equilibrium.
• Basic principles and applications of electrochemistry, galvanic and electrolytic cells, electrode potentials, Nernst
equation.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
• L. Palmisano, M. Schiavello Elementi di chimica, Ed. EdiSES
• Elementi di Stechiometria, P. Giannoccaro e S. Doronzo, EdiSES
• Stechiometria per la Chimica Generale, Paola Michelin Lausaro - Gian Angelo Vaglio, Piccin
English
• L. Palmisano, M. Schiavello Elementi di chimica, Ed. EdiSES
• Elementi di Stechiometria, P. Giannoccaro e S. Doronzo, EdiSES
• Stechiometria per la Chimica Generale, Paola Michelin Lausaro - Gian Angelo Vaglio, Piccin
NOTA
Italiano
- 297 -
English
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=usjq
- 298 -
Chimica organica (Anno Accademico 2015/2016)
ORGANIC CHEMISTRY
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0012
Docente:
Dott. Stefano Dughera (Contratto)
Contatti docente:
0116707645, [email protected]
Corso di studio:
[f001-c702] L - Viticoltura ed enologia
[f001-c703] L - Tecnologie alimentari
Anno:
1° anno
Tipologia:
A - Di base
Crediti/Valenza:
6
SSD attvità didattica:
CHIM/06 - chimica organica
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Scritto
PREREQUISITI
Avere sostenuto l'esame di Chimica generale e analisi chimico-agrarie
PROPEDEUTICO A
Biochimica degli alimenti e Chimica e Biologia agraria
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Il corso si propone di fornire le conoscenze di base riguardanti la struttura, la stereochimica e la reattività in Chimica
Organica con particolare attenzione per i gruppi funzionali presenti nelle biomolecole e con l 'obiettivo di fornire gli
strumenti per la comprensione dei processi biochimici
English
The aim of this course is to give basic knowledge about structure, stereoisomerism and reactivity in organic
chemistry, with a particular attention with respect biomolecules
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Gli studenti, al termine del corso, dovranno conoscere la struttura geometrica di una molecola organica, inclusa
l'assegnazione delle configurazioni degli stereosiomeri. Dovranno inoltre sapere attribuire a tale molecola il nome
IUPAC . Dovranno poi conoscere le principali caratteristiche strutturali e di reattività dei diversi composti organici in
base ai gruppi funzionali presenti ed i principali meccanismi di reazione ed infine dovranno conoscere le principali
classi delle biomolecole.
English
Students will be able to give IUPAC name to common organic structures; know structure and reactivity of main
- 299 -
functional groups in organic chemistry; know biomolecule structure.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
L'insegnamento verrà impartito con lezioni frontali in aula.
English
Classroom lectures
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Esame scritto sugli argomenti svolti a lezione. Inoltre si terranno delle esercitazioni mirate durante l'espletamento
del programma di studio. Il voto sarà espresso in trentesimi.
English
Written examination and practice exercises during the course. The valutation will be in thirties.
PROGRAMMA
Italiano
La struttura elettronica, il legame ionico e il legame covalente. Orbitali atomici.Ibridazione sp3 dell'atomo di
carbonio. Angoli di legame e lunghezza di legame.Idrocarburi: gli alcani. Nomenclatura. Stereoisomeria
conformazionale. Gli isomeri dell'etano e del butano.I cicloalcani. Stereoisomeria conformazionale del ciclobutano,
ciclopentano e cicloesano.Ibridazione sp2 dell'atomo di carbonio. Gli alcheni. Stereoisomeria
geometrica.Ibridazione sp dell'atomo di carbonio. Gli alchini.Chiralità e stereoisomeria ottica.Il fenomeno della
coniugazione e risonanza . Il benzene e le molecole aromatiche.Gruppi funzionali: struttura e nomenclatura.
Le reazioni organiche: tipologia di reazioni organiche e specie reattivi. I reattivi nucleofili ed elettrofili.Acidi e basi.
Reazioni di sostituzione nucleofila alifatica (SN1 e SN2) negli alogenuri alchilici. I carbocationi.Gli alcoli. Reazioni con
acidi alogenidrici; reazioni di ossidazione; il numero di ossidazione dell'atomo di carbonio. Gli epossidi. Reazioni di
apertura dell'anello. Gli eteri. La sintesi di Williamson.Le ammine. Basicità delle ammine e loro sintesi.I tioli. Reazioni
di eliminazione (E1 ed E2) negli alogenuri arilici. Disidratazione degli alcoli.Reazioni di addizione elettrofila al doppio
legame. Idroalogenazione; la regola di Markovnikov. Addizione di acqua e di alogeni. L'idrogenazione e l'ossidazione
di alcheni.Le reazioni e l'acidità degli alchini. Le reazioni di sostituzione elettrofila aromatica. Alogenazione, nitrazione
del benzene. L'acilazione di Friedel-Crafts. Le reazioni di sostituzione elettrofila aromatica nei benzeni sostituiti:
l'effetto elettronico del sostituente.I fenoli: acidità e reazioni di ossidazione. Le ammine aromatiche: basicità. Le
aldeidi e i chetoni. Reazioni di addizione nucleofila. I reattivi organometallici e i carbanioni. Addizione di ammine;
addizione di acqua; addizione di alcoli: emiacetali ed acetali. Riduzione ed ossidazione delle aldeidi. Acidi
carbossilici e derivati. Le reazioni di sostituzione nucleofila acilica. Acidità degli acidi carbossilici. Reazioni dei cloruri
degli acidi. Esterificazione di Fisher e transesterificazione. Idrolisi degli esteri e delle ammidi.I nitrili: formazione e
reazioni.Reazioni degli alcani: reazioni radicaliche e reazioni di ossidazione.Anioni enolato e loro reattività.
- 300 -
Condensazione aldolica; condensazione di claisen; sintesi acetoacetica e sintesi malonica.
Biomolecole essenziali: glicidi, protidi e lipidi (struttura e reattività)
English
The electronic structure, ionic bonding and covalent bonding. Atomic orbitals.
sp3 hybridization of the carbon. Bond angles and bond length. Hydrocarbons: alkanes. Nomenclature.
Stereoisomerism conformational. Isomers of ethane and butane.Cycloalkanes. Stereoisomerism conformational
cyclobutane, cyclopentane and cyclohexane.sp2 Hybridization of the carbon. Alkenes. Stereoisomery geometric.
sp Hybridization of the carbon. Alkynes.Chirality and optical stereoisomerism.Conjugation and resonance. Benzene
and aromatic organic molecules.Functional groups: structure and nomenclatur
Organic reactions: type of organic reactions and reactive species. The reactive nucleophiles and electrophiles.
Acids and bases. Aliphatic nucleophilic substitution reactions (SN1 and SN2) in alkyl halides. Carbocations.
Alcohols. Reactions with hydrogen halides; oxidation reactions; the number of oxidation of the carbon. Epoxides.
Ring opening reactions. Ethers. Synthesis of Williamson.Amines. Basicity of amines and their synthesis. Thiols
Elimination reactions (E1 and E2) in aryl halides. Dehydration of alcohols.
Electrophilic addition reactions to the double bond. Markovnikov rule. Addition of water and halogen. The
hydrogenation and oxidation of alkenes.
Reactions and the acidity of the alkyne.
Electrophilic aromatic substitution. Halogenation, nitration of benzene. Friedel-Crafts acylation. Reactions of
electrophilic aromatic substitution in substituted benzenes: electronic effect of the substituent.
Phenols: acidity and oxidation reactions. Aromatic amines: basicity.
Aldehydes and ketones. Nucleophilic addition reactions. Organometallic reagents and the carbanions. Addition of
amines; addition of water; addition of alcohol: hemiacetals and acetals. Reduction and oxidation of aldehydes.
Carboxylic acids and derivatives. Nucleophilic acyl substitution. Acidity of carboxylic acids. Reactions of acid
chlorides. Fisher esterification and transesterification. Hydrolysis of esters and amides.
Nitriles: formation and reactions.
Alkanes: radical and oxidation reactions.
Enolate anions and their reactivity. Aldol condensation; Claisen condensation; acetoacetic and malonic synthesis.
Biomolecules : glucides, proteins and lipids (structure and reactivity)
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Paula Yurkanis Bruice, Elementi di Chimica Organica, EdiSES, Napoli
J. Gorzynski Smith, Fondamenti di chimica organica, Mc Graw-Hill, 2014, II ed
Bruno Botta, Chimica Organica Essenziale, Edi.Ermes, Milano
W.H.Brown, T. Poon- Introduzione alla chimica Organica- Edises Per esercizi si consiglia il seguente testo: M. Valeria
D'Auria, Orazio Taglialatela Scafati, Angela Zampella- Guida ragionata allo svolgimento di esercizi di chimica
organica-
English
Paula Yurkanis Bruice, Elementi di Chimica Organica, EdiSES, Napoli
J. Gorzynski Smith, Fondamenti di chimica organica, Mc Graw-Hill, 2014, II ed
- 301 -
Bruno Botta, Chimica Organica Essenziale, Edi.Ermes, Milano
W.H.Brown, T. Poon- Introduzione alla chimica Organica-EdiSES M. Valeria D'Auria, Orazio Taglialatela Scafati,
Angela Zampella- Guida ragionata allo svolgimento di esercizi di chimica organicaNOTA
Italiano
Potrebbe essere previsto lo svolgimento di un accertamento in itinere facoltativo sulla prima parte del programma
(struttura e nomenclatura)
English
An ongoing examination could be carried out
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=fip0
- 302 -
Chimica organica (Anno Accademico 2015/2016)
ORGANIC CHEMISTRY
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0008
Docente:
Dott. Margherita Barbero (Affidamento interno)
Contatti docente:
0116707645, [email protected]
Corso di studio:
[f001-c711] L - Scienze forestali e ambientali
[f001-c717] L - Scienze e tecnologie agrarie
Anno:
1° anno
Tipologia:
A - Di base
Crediti/Valenza:
6
SSD attvità didattica:
CHIM/06 - chimica organica
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Scritto ed orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Il corso si propone di fornire le conoscenze di base riguardanti struttura, stereochimica e reattività in chimica
organica, con particolare attenzione per i gruppi funzionali presenti nelle biomolecole, con l'obiettivo di fornire gli
strumenti per la comprensione dei processi biochimici.
English
The aim of this course is to give basic knowledge about structure, stereoisomerism and reactivity in organic
chemistry, with a particular attention with respect to biomolecules
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Gli studenti, al termine del Corso, dovranno essere in grado di attribuire il nome IUPAC ad un composto organico e
dal nome risalire alla formula, inclusa l'assegnazione delle configurazioni di stereoisomeri; conoscere le principali
caratteristiche strutturali e di reattività dei diversi composti organici in funzione dei gruppi funzionali
presenti; conoscere le classi principali delle biomolecole.
English
Students will be able to give IUPAC name to common organic structures; know structure and reactivity of main
functional groups in organic chemistry; know biomolecule structure and reactivity.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
- 303 -
Italiano
L'insegnamento consiste di 60 ore di lezioni frontali, per le quali il docente si avvale di slides a disposizione degli
studenti.
English
Teaching methods: Lectures 60 hours, based on slides available for students.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
A metà del programma, il docente procederà ad un accertamento in itinere, mediante la somministrazione di un test
utile allo studente per valutare il proprio grado di apprendimento.
Sono inoltre previste esercitazioni mirate durante l'espletamento del programma di studio.
L'esame finale consiste in una prova scritta articolata in domande riguardanti struttura, nomenclatura e reattività
delle principali classi funzionali e struttura e funzioni delle biomolecole studiate. Ogni domanda viene valutata in
30esimi, il voto finale corrisponde alla media matematica.
English
During the course, a written test will be done in order to allow students to verify their comprehension level. Practice
exercises during the entire course will be done.
The final exam consists of a written test structured in questions relating to structure, nomenclature and reactivity of
organic functional groups, and structure and biological functions of the basic biomolecules. Each question is
evaluated in 30th, the final grade corresponds to the average of the single marks.
PROGRAMMA
Italiano
Tutti gli argomenti del programma appartengono all'area delle conoscenze propedeutiche.
La struttura elettronica, il legame ionico e il legame covalente. Orbitali atomici, ibridi sp, sp2 e sp3, ioni
isoelettronici, angoli di legame e lunghezza di legame. Acidi e basi. Gruppi funzionali in chimica organica: struttura e
nomenclatura. Alcani, reattività. Isomeria conformazionale. Alcheni e alchini. Stereoisomeria. Reazioni di alcheni e
alchini. Idrocarburi aromatici. Delocalizzazione elettronica. Reazioni dei composti aromatici. Chiralità. Isomeria ottica.
Reazioni radicaliche negli alcani. Reazioni di sostituzione (SN1 e SN2) e reazioni di eliminazione negli alogenuri
alchilici. Reazioni di alcoli, ammine, eteri ed epossidi. Composti carbonilici: nomenclatura, struttura. Reattività di
acidi carbossilici e derivati. Reattività di aldeidi e chetoni. Composti carbonilici: reazioni del carbonio in α.
Biomolecole essenziali: glicidi, protidi e lipidi (struttura, reattività, funzioni biologiche). Acidi nucleici.
English
Electronic structure, ionic and covalent bond, atomic orbitals, ibridization, isolectronic ions, bond and length angles.
Acids and bases. Functional groups in organic chemistry: structure and nomenclature. Alkanes: structure and
reactivity. Conformational isomers. Alkenes, alkynes: structure and reactivity. Stereoisomers. Aromatic
hydrocarbons, aromaticity, reactivity. Chirality and optical isomerism. SN1 and SN2 substitution reactions, E1 and
E2 elimination reactions. Alcohols, amines, ethers and epoxides. Carbonyl compounds: structure, nomenclature,
- 304 -
reactivity of carboxylic acids and derivatives, aldehydes and ketones. Biomolecules: glucides, proteins and lipids
(structure, reactivity, biological activity); nucleic acids.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
J. GORZYNSKI SMITH, Fondamenti di chimica organica, Mc Graw-Hill, 2014, II ed.
B. BOTTA, Chimica organica essenziale, Edi.ermes, 2012.
W. H. BROWN, T. POON, Introduzione alla chimica organica, EdiSES, 2014, V ed.
P. YURKANIS BRUICE, Elementi di chimica organica.
V. D'AURIA, O. TAGLIALATELA, A. ZAMPELLA: Guida ragionata allo svolgimento di
Esercizi di Chimica Organica, 2013, Loghia, III ed
English
J. GORZYNSKI SMITH, Fondamenti di chimica organica, Mc Graw-Hill, 2014, II ed.
B. BOTTA, Chimica organica essenziale, Edi.ermes, 2012.
W. H. BROWN, T. POON, Introduzione alla chimica organica, EdiSES, 2014, V ed.
P. YURKANIS BRUICE, Elementi di chimica organica.
V. D'AURIA, O. TAGLIALATELA, A. ZAMPELLA: Guida ragionata allo svolgimento di
Esercizi di Chimica Organica, 2013, Loghia, III ed
NOTA
Italiano
Il corso è equipollente con Chimica organica (3CFU) + Approfondimenti di chimica organica (3 CFU)
English
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=unsr
- 305 -
Ciclo della sostanza organica (Anno Accademico 2015/2016)
CYCLE OF ORGANIC MATTER
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0362
Docente:
Per Hakan Wallander (Contratto)
Contatti docente:
n/d, [email protected]
Anno:
Tipologia:
--- Nuovo Ordinamento ---
Crediti/Valenza:
6
SSD attvità didattica:
AGR/13 - chimica agraria
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Il modulo si propone di fornire una conoscenza approfondita sulle dinamiche della sostanza organica e dei nutrienti,
ai fini di permettere di comprendere i fattori che regolano la formazione e lo sviluppo dei suoli trattati nel modulo di
pedologia forestale e la crescita vegetale in ecosistemi forestali , anche in funzione dei nuovi scenari in seguito al
cambiamento climatico.
English
The course integrated with forest pedology will furnish a deep knowledge on soil organic matter and nutrient
dynamics in order to undestrand the factors which drive soil formation and development and plant nutrition in
different forest ecosystems, while considering also the new scenarios due to climate change
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Al termine del modulo lo studente avrà competenze approfondite sulle dinamiche della sostanza organica e dei
nutrienti in suoli forestali, sui tipi di Humus che ne possono derivare, sulle relazioni tra proprietà nutrizionali del suolo
e vegetazione ne diversi biomi forestali, anche in relazione alle pratiche selvicolturali
English
- 306 -
With this course the student will acquire a large competence on soil organic matter and nutrient dynamics in forest
ecosystems, humus types, and interconnections between soil nutritional properties and forest management.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
Il modulo si svolgerà in 60 ore suddivise tra lezioni teoriche (42), lezioni interattive (10), esercitazioni in campo (8),
con una forte interazione con l'altro modulo
English
The course of 60 hours will include theoretical lectures (42), interactive lectures (10), field excursions (8). It
provides a strong interaction with he other course.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Alla fine di ogni argomento si svolgeranno esercitazioni con correzione e discussione in aula. Alla fine del modulo
sarà effettuata una simulazione d'esame insieme al docente dell'altro modulo. Tutte le verifiche svolte durante il
corso hanno puramente valore di autovalutazione. L'esame finale sarà integrato con l'altro modulo e consta di uno
scritto comune in cui si devono svolgere test numerici, interpretazioni di dati e domande di conoscenza teorica. A
questo seguirà un orale. Il superamento dell'esame scritto di entrambi i moduli è vincolante per l'orale.
English
At the end of each topic I will do exercises with correction and discussion. At the end of the module I will do an
exam simulation with the teacher of the other module . All audits carried out during the course have value of purely
self-assessment . The final exam will be integrated with the other module and consists of a joint written text where
students have to perform numerical tests , interpretations of data and answer to questions of theoretical
knowledge . This will be followed by an oral examination . Passing the written is mandatory for the oral.
ATTIVITÀ DI SUPPORTO
PROGRAMMA
Italiano
Funzionalità dell'ecosistema forestale e cicli biogeochimici
Lettiera e humus forestale: Classificazione degli humus forestali
Ciclo dell'acqua e principali reazioni e processi guidati dall'acqua
Ciclo del Carbonio e dinamiche della sostanza organica nei suoli forestali. Processi che regolano la decomposizione
della sostanza organica nel suolo. Effetti della sostanza organica sulle proprietà chimiche, fisiche e biologiche del
suolo
- 307 -
Ciclo dell'azoto
Ciclo del fosforo
Ciclo dello zolfo
Ciclo dei micronutrienti
Le dinamiche dei nutrienti nell'ambiente rizosferico
Influenza della gestione forestale sulle proprietà del suolo e dei nutrienti
Esercitazione: uscita in campo integrata con l'altro modulo in cui verrà illustrato un particolare ecosistema forestale
e la stretta connnessione tra vegetazione, suolo e ciclo dei nutrienti
Tutti gli argomenti sono relativi alle seguenti aree di apprendimento: Area della gestione multifunzionale sostenibile
delle risorse forestali e Area della difesa del suolo e della prevenzione dei rischi naturali
English
Functionality of the forest ecosystem and biogeochemical cycles. Forest floor and humus classification
Water cycle and main soil reactions and processes driven by water
Carbon cycle and soil organic matter dynamics. Processes that control soil organic matter decomposition. Effects of
organic matter on chemical, physical and biological soil properties
Nitrogen cycle
Phosphorus cycle
Sulfur cycle
Micronutrient cycle
Nutrient dynamics in the ryzosphere
Influence of forest management on soil and nutrient properties
Field excursion integrated with the other module in which students will see a particular forest ecosystem and
the tight connnection between vegetation, soil and nutrient cycling
All topics are related to the following learning areas: Area of multifunctional sustainable forest management and
area of soil protection and prevention of natural disturbances
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Giordano A. 2002. Pedologia forestale e conservazione del suolo. UTET Torino
Nannipieri P. 1993. Ciclo della sostanza organica nel suolo. Patron Editore
- 308 -
English
Giordano A. 2002. Pedologia forestale e conservazione del suolo. UTET Torino
Nannipieri P. 1993. Ciclo della sostanza organica nel suolo. Patron Editore
NOTA
Italiano
Le slides verranno fornite prima dell'inizio delle lezioni. Alcune modifiche potrebbero essere possibili durante il
corso.
English
Slides will be available since the beginning of the course. Possible variations could be done during the course.
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=iz22
- 309 -
Coltivazioni erbacee (Anno Accademico 2015/2016)
HERBACEOUS CROPS
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0090
Docente:
Prof. Aldo FERRERO (Affidamento interno)
Contatti docente:
0116708780, [email protected]
Corso di studio:
[f001-c717] L - Scienze e tecnologie agrarie
Anno:
2° anno
Tipologia:
B - Caratterizzante
Crediti/Valenza:
8
SSD attvità didattica:
AGR/02 - agronomia e coltivazioni erbacee
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Il corso ha la finalità di esaminare le colture erbacee alimentari e non alimentari di maggior interesse per
l'agricoltura italiana, riservando alla trattazione di ciascuna uno spazio correlato all'importanza che essa assume
nello scenario produttivo agricolo attuale o del prossimo futuro.
Ogni coltura viene trattata considerando il ruolo che essa assume nell'economia agricola mondiale e nazionale, le
esigenze ecologiche, il quadro delle pratiche agronomiche, le caratteristiche qualitative e l'utilizzazione delle
produzioni e dei sottoprodotti. Ognuno di questi aspetti viene esaminato in relazione alle più aggiornate
conoscenze scientifiche e delle esperienze pratiche, ponendo particolare attenzione alle relazioni esistenti tra
gestione colturale e protezione dell'ambiente.
English
This course is aimed at examining food and no-food major field crops for Italian agriculture, giving each one a
development correlated to the importance that it has at present or in the near future in the global productive
scenario.
Each crop is examined considering its role in the global and domestic agricultural economy, its ecological needs,
the agricultural practices, the qualitative features and the use of the harvested products and by-products. All these
aspects will be considered in relation to the most updated aquisitions and the practical experiences, paying
particular attention to the relationships between cultural management and environment protection.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
A termine del corso lo studente disporrà delle conoscenze scientifiche e tecniche per l'organizzazione e la gestione
- 310 -
delle colture erbacee di pieno campo e dei sistemi colturali più significativi ,secondo i principi della produzione
sostenibile e nella logica della produttività aziendale.
Attraverso gli argomenti trattati lo studente avrà gli elementi per sviluppare, in modo integrato, le conoscenze
acquisite nel corso di Agronomia per i diversi sistemi colturali, applicandole alla coltivazione delle principali specie
erbacee.
English
At the end o f the course the student will be provided with the scientific and technical knowledge for the
management of the major field crops and cultural systems according to the principles of the sustainable production
and within the logic of the farm productivity.
Through the topics examined in the lectures the student will be able to develop, in integrated way, the knowledge
acquired in the course of Agronomy for different cultural systems, applying it to the major field crops.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
English
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Durante il corso è previsto un test per accertare il livello di apprendimento delle tematiche trattate. L'esame al
termine del corso riguarderà tutti gli aspetti trattati durante lezioni e si svolgerà con delle domande orali
English
A test to verify the level of learning of the students will be carried out during the course. The exam at the end of the
course will be related to all aspects examined during the course and will be done with oral questions
ATTIVITÀ DI SUPPORTO
Italiano
Per favorire la conoscenza diretta delle tecniche colturali , durante il corso sono previste una o più uscite in campo
presso aziende agricole e presso l'azienda sperimentale del DISAFA .
English
During the course, one or more field excursions will be made in different farms and in the DISAFA experimental
station to improve direct knowledge of crop practices.
PROGRAMMA
Italiano
Gli argomenti trattati, di seguito riportati, rientrano nell'area di apprendimento delle produzioni vegetali, individuata
dagli insegnamenti necessari per acquisire conoscenze nel settore dell'agronomia e della chimica del suolo, delle
coltivazioni erbacee, arboree e floricole, della microbiologia, delle relazioni tra fisiologia e pratiche colturali,
- 311 -
nonché del miglioramento genetico.
Concetti generali
Importanza territoriale delle coltivazioni erbacee
Sistemi colturali
Avvicendamento e rotazione: storia, principi, modelli di rotazione, evoluzione moderna. Influenza della politica
agricola comunitaria. Caratteristiche dei principali sistemi produttivi: mercantili (maidicolo, risicolo, bieticolo),
foraggeri (intensivi, semi-intensivi, estensivi)
Cereali vernini
Importanza e caratteristiche
Frumento tenero e frumento duro
Importanza. Caratteristiche generali. Origine e classificazione. Aspetti morfologici, ecologici e fenologici. Esigenze.
Miglioramento genetico. Criteri per la scelta varietale. Tecniche colturali. Caratteristiche qualitative. Utilizzazione.
Gestione dei sottoprodotti
Orzo
Importanza. Caratteristiche generali. Origine e classificazione. Aspetti morfologici, ecologici. Esigenze. Tecniche
colturali. Utilizzazione.
Cereali vernini minori (segale, avena)
Importanza. Caratteristiche generali. Esigenze. Tecniche colturali. Utilizzazione
Cereali estivi
Importanza e caratteristiche
Mais
Caratteristiche generali. Origine e classificazione. Aspetti morfologici, ecologici e fenologici. Esigenze.
Miglioramento genetico. Criteri per la scelta varietale. Tecniche colturali. Utilizzazione della granella. Aspetti
qualitativi e sanitari. Produzione e utilizzazione come foraggio. Conservazione della granella e del foraggio
Riso
Caratteristiche generali. Origine e classificazione. Aspetti morfologici, ecologici e fenologici. Esigenze.
Miglioramento genetico e scelta varietale. Tecniche colturali. Caratteristiche qualitative, processi tecnologici,
gestione dei sottoprodotti
Cereali estivi minori (sorgo, miglio e panico)
Importanza. Caratteristiche generali. Esigenze. Tecniche colturali. Utilizzazione
Proteaginose e oleaginose e Soia
Importanza. Origine e classificazione. Aspetti morfologici, ecologici e fenologici. Esigenze. Criteri per la scelta
varietale. Metabolismo dell'azoto. Tecniche colturali. Utilizzazione.
Girasole
- 312 -
Caratteristiche generali. Origine e classificazione. Aspetti morfologici, ecologici e fenologici. Esigenze. Scelta
varietale. Tecniche colturali. Utilizzazione
Industriali
Barbabietola da zucchero
Importanza. Origine e classificazione. Aspetti morfologici, ecologici e fenologici. Esigenze. Criteri per la scelta
varietale. Tecniche colturali. Tecniche industriali. Utilizzazione. Gestione dei sottoprodotti.
Colture energetiche e da fibra
Importanza, caratteristiche, aspetti energetici
Colza
Importanza. Aspetti morfologici. Esigenze. Tecniche colturali. Utilizzazione
Canapa, Kenaf
Importanza. Esigenze. Tecniche colturali. Utilizzazione
Foraggere
Importanza. Classificazione e inquadramento. Caratteristiche botaniche ed eco-fisiologiche delle graminacee e
delle leguminose. Caratteristiche qualitative.
Utilizzazione e conservazione: fienagione; disidratazione; insilamento
Erbai
Caratteristiche. Tipologie. Loietto italico: esigenze; tecniche colturali; utilizzazione
Prati
Caratteristiche. Tipologie. Erba medica, trifoglio violetto, trifoglio bianco, dattile, festuche: esigenze; tecniche
colturali; utilizzazione
Pascoli
Caratteristiche. Tipologie. Tecniche colturali e utilizzazione
Tappeti erbosi
English
The subjects, hereafter reported, are part of the learning area "plant production", which is included in the following
discliplines agronomy, soil science, crop science, microbiology, plant physiology, plant breeding.
Introduction
Importance of herbaceous field crops
Cropping systems
- 313 -
Rotations:origin, principles, types, modern evolution. Influence of the European agricultural policy
Features of the main cultural systems: for the market (based on maize, rice, sugarbeet) for the forage production
(intensive, semi-intensive, extensive)
Winter cereals
Importance and features
Soft wheat and durum wheat
Importance. General features: Origin and classification. Mophological, ecological and phenological aspects.
Requirements. Breeding. Variety choice. Cultural practices. Qualitative features. Uses. Byproducts
Barley
Importance. General features: Origin and classification. Mophological, ecological and phenological aspects.
Requirements. Cultural practices. Uses.
Minor winter cereals (rye, oat)
Importance. General features. Requirements. Cultural practices. Uses.
Summer cereals
Importance and features
Maize
Importance. Origin and classification. Mophological, ecological and phenological aspects. Requirements. Breeding.
Variety choice. Cultural practices. Uses of the maize grain. Production and use as forage. Conservation of grain and
forage
Rice
Importance. General features: Origin and classification. Mophological, ecological and phenological aspects.
Requirements. Breeding. Variety choice. Cultural practices. Qualitative features. Technological processes. Uses.
Byproducts
Minor summer cereals (sorghum, millets )
Importance. General features: Requirements. Cultural practices. Uses.
Protein and oil plants
Soyabean
Importance. Origin and classification. Mophological, ecological and phenological aspects. Requirements. Variety
choice. N metabolsim. Cultural practices. Uses.
Sunflower
General features: Origin and classification. Mophological, ecological and phenological aspects. Requirements and
variety choice. Cultural practices. Uses.
Industrial crops
Sugar beet
Importance. Origin and classification. Mophological, ecological and phenological aspects. Requirements. Variety
- 314 -
choice. Cultural practices. Technological processes. Uses. Byproducts
Energy and fiber crops
Importance, features, energey aspects
Oilseed rape
Importance. Morphological aspects. Requirements. Cultural practices. Uses.
Hemp, Kenaf
Importance. Requirements. Cultural practices. Uses.
Forage crops
Importance. Classification. Botanical and eco-physiological features of grasses and pulses. Qualitative features. Uses
and conservation: haymaking, dehydratation, ensiling
Annual forage crops
Features. Typologies. Lolium multiflorum : Requirements. Cultural practices. Uses.
Pluriennial forage crops
Features. Typologies. Medicagago sativa, Trifolium pratense, Trifolium repens, Dactylis glomerata, Festuca spp. :
Requirements. Cultural practices. Uses.
Pastures
Features. Typologies. Requirements. Cultural practices. Uses.
Lawns
Features. Typologies. Requirements. Cultural practices.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Presentazioni PowerPoint, dispense del corso e articoli per le letture critiche distribuiti dopo ogni lezione.
Remigio Baldoni, Luigi Giardini. Coltivazioni erbacee. Cereali e proteaginose. Patron Editore, Bologna, 2000.
F. Bonciarelli, U. Bonciarelli. Coltivazioni erbacee da pieno campo. Edagricole, Bologna, 2001
AA, VV, 2008. Il riso. Coordinamento scientifico di Aldo Ferrero. Collana Coltura & Cultura, Ed. Script, Bologna,
pagine 696.
AA, VV, 2008. Il mais. Coordinamento scientifico di Tommaso Maggiore. Collana Coltura & Cultura, Ed. Script,
Bologna, pagine 696.
AA, VV, 2008. Il grano. Coordinamento scientifico di Natale di Fonzo. Collana Coltura & Cultura, Ed. Script, Bologna,
pagine 307. N. Lampkin. Organic farming. Farming Press, Cambridge UK, 1992. http:/www.corn.org
http:/faostat.fao.org
English
- 315 -
The recommended basic texts for the course are:
PowerPoint presentations, lecture notes and articles for critical readings distributed during the course.
Other suggested literature:
Remigio Baldoni, Luigi Giardini. Coltivazioni erbacee. Cereali e proteaginose. Patron Editore, Bologna, 2000.
F. Bonciarelli, U. Bonciarelli. Coltivazioni erbacee da pieno campo. Edagricole, Bologna, 2001
AA, VV, 2008. Il riso. Coordinamento scientifico di Aldo Ferrero. Collana Coltura & Cultura, Ed. Script, Bologna,
pagine 696.
AA, VV, 2008. Il mais. Coordinamento scientifico di Tommaso Maggiore. Collana Coltura & Cultura, Ed. Script,
Bologna, pagine 696.
AA, VV, 2008. Il grano. Coordinamento scientifico di Natale di Fonzo. Collana Coltura & Cultura, Ed. Script, Bologna,
pagine 307. N. Lampkin. Organic farming. Farming Press, Cambridge UK, 1992. http:/www.corn.org http:/faostat.fao.
NOTA
Italiano
English
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=ngbp
- 316 -
Colture frutticole (Anno Accademico 2015/2016)
Fruit and nut crops
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0378
Docente:
Prof. Roberto BOTTA (Affidamento interno)
Contatti docente:
0116708800, [email protected]
Anno:
Tipologia:
Crediti/Valenza:
4
SSD attvità didattica:
AGR/03 - arboricoltura generale e coltivazioni arboree
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Fornire le conoscenze sulle tecniche di gestione del post-raccolta dei prodotti frutticoli in funzione delle
caratteristiche chimico-fisiche dei frutti, della loro fisiologia di maturazione e della destinazione d'uso.
English
To provide knowledge on the techniques used in the post-harvest management of horticultural crops based on their
chemical and physical characteristics, the ripening physiology and decay, and the commercial use.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Lo studente acquisirà le conoscenze e le competenze necessarie per gestire il post-raccolta delle principali specie
arboree da frutto con particolare riferimento a quelle dei climi temperati.
English
The student will acquire the knowledge and skills to manage the post -harvest of the main fruit species with
particular reference to those of temperate climates.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
Tradizionale
English
- 317 -
Traditional
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
L'esame sarà orale e prevede in linea di massima 3 domande su argomenti diversi; il docente potrà fare ulteriori
domande qualora questo fosse necessario per la miglior valutazione della preparazione dello studente. Ogni
domanda avrà uguale peso ai fini della formazione del voto finale.
English
Oral test. As general rule the exam is based on 3 questions on different arguments; the teacher may ask further
questions in case this is considered necessary for the most appropriate evaluation of the student. Each question will
have the same weight for the attribution of the final mark.
PROGRAMMA
Italiano
La frutta nel mercato globale. Importanza economica del settore. Principale normativa che riguarda la frutta:
impiego del gas etilene; norme di qualità per i prodotti destinati al consumo fresco.
Concetto di qualità nella filiera frutticola. Composizione chimica dei frutti e cambiamenti che si verificano durante la
maturazione (respirazione, struttura, colore, composizione chimica, caratteristiche organolettiche). Ruolo
dell'etilene e controllo genetico della maturazione. Possibilità di controllo della sintesi dell'etilene e dei processi di
maturazione.
Fattori di pre- e post-raccolta che influenzano la qualità dei frutti. Scelta dell'epoca e delle modalità di raccolta in
base agli indici di maturazione.
Filiera frutta fresca: campionatura e controlli di qualità (indici di qualità; metodi strumentali, sistemi semi automatici,
valutazione sensoriale); condizionamento; metodi di selezione (calibratura, selezionatrici ottiche, prospettive di
impiego di NIRS, NMR); pre-refrigerazione; trattamenti particolari (estetici, per la prevenzione di patogeni e
fisiopatie); conservazione; imballaggio; trasporto. Prodotti di IV gamma
Filiera frutta secca: preparazione per il mercato dei frutti in guscio o lavorazione per l'industria (pre-calibratura,
sgusciatura, selezione, calibratura, conservazione, trasporto); produzione di semilavorati.
Mantenimento della qualità mediante le tecniche di conservazione e la gestione della catena del freddo: controllo
della temperatura; modificazione dell'atmosfera (AC, ULO); mantenimento dell'UR; rimozione dell'etilene.
Caratteristiche delle celle di conservazione ed accorgimenti tecnici idonei a garantirne la funzionalità.
Apparecchiature per la messa a regime delle celle. Principali alterazioni fisiologiche durante il post-raccolta.
English
Fruits in the global market. Economic importance of the sector. Main legislation concerning fruit handling and trading
including allowed treatments with ethylene and the EU and National regulations on fruit marketing standards.
Definition of fruit quality. Fruit chemical and physical traits and their changes during ripening. Role of ethylene and
genetic control of ripening. Means for controlling fruit ripening and ethylene synthesis.
Pre- and post-harvest factors that influence fruit quality. Choosing time and harvesting technique.
The fresh fruit chain: sampling fruits and evaluating quality (quality indexes; instrumental methods, semi-automated
- 318 -
methods, sensory evaluation); fruit conditioning; fruit selection (sizing and sorting methods); pre-refrigeration;
treatments on fruit (washing, waxing, treating to prevent disorders and pathogens); storage; packaging;
transportation.
The maintaining of fruit quality during storage. Management of refrigeration. Setting and management of modified
atmosphere; management of relative humidity; ethylene removal.
Technical characteristics of storage chambers.
The nut crops chain: preparing nuts for the fresh market; preparing nuts for the processing industry (pre-calibration,
shelling, selection, sizing, storage, transportation); production of paste and chopped nuts. Emphasis on the hazelnut
chain.
Main disorders of fruit and nuts occurring in post-harvest
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Kader A.(editor). 2002. Postharvest Technology of Horticultural Crops. University of California ANR . Pub. n. 3311.
Terza edizione.
Knee M. –2002 – Fruit quality and its biological basis. CRC Press. USA
Kays J.K., Paull R.E. – 2004 – Postharvest biology. Exon Press. USA
Beni C. Iannicelli V., Di Dio C. – 2001 – Il condizionamento dei prodotti ortofrutticoli. Calderini Edagricole.
English
Kader A.(editor). 2002. Postharvest Technology of Horticultural Crops. University of California ANR . Pub. n. 3311.
Terza edizione.
Knee M. –2002 – Fruit quality and its biological basis. CRC Press. USA
Kays J.K., Paull R.E. – 2004 – Postharvest biology. Exon Press. USA
Beni C. Iannicelli V., Di Dio C. – 2001 – Il condizionamento dei prodotti ortofrutticoli. Calderini Edagricole.
NOTA
Italiano
English
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=6upk
- 319 -
Colture orto-floricole (Anno Accademico 2015/2016)
Vegetable and ornamental crops
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0378
Docente:
Prof. Silvana NICOLA (Affidamento interno)
Contatti docente:
0116708773, [email protected]
Anno:
Tipologia:
Crediti/Valenza:
4
SSD attvità didattica:
AGR/04 - orticoltura e floricoltura
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Apprendere le informazioni necessarie per una gestione del post-raccolta dell'ortofrutta, sia relativamente ai
prodotti freschi sia ai prodotti lavorati, al fine della più corretta gestione della filiera, dalla produzione alla tavola.
English
Capacity building for an independent and knowledgeable evaluation of postharvest fresh and ready-to-eat produce
in terms of quality to enhance the food chain efficiency, from farm to the table.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Apprendere le basi tecniche e biologiche per la gestione post-raccolta. Sviluppare le conoscenze di base sui fattori
relativi alla perdita di qualità degli ortaggi in post-raccolta e durante le lavorazioni. Lo studente riceverà le
informazioni e gli strumenti per comprendere i criteri di base sia biologici sia tecnico-colturali e tecnologici con cui i
prodotti orticoli vengono ottenuti in campo, gestiti in post-raccolta e disponibili per il consumatore finale. Lo
studente potrà essere in grado di sviluppare la sua comprensione delle filiere orticole attraverso l'apprendimento
e gli approfondimento di casi specifici di suo interesse e di casi affidati dal docente.
English
Learning the technical and biological bases for high quality vegetable post-harvest handling. Enhancing the basic
knowledge related to the factors that affect quality decay during post-harvest handling and processing. The
students shall receive the information and the tools to understand the fundamentals behind cultural, technical and
technological practices that make up the raw material and its post-harvest handling up to the consumer. The
students shall be able to better understand the fresh produce chain even through practical laboratory exercises and
- 320 -
case studies.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
Il modulo consiste di 30 ore di lezione frontale e 10 ore dedicate a attività di laboratorio. Per le lezioni frontali il
docente si avvale di presentazioni e slide che sono a disposizione degli studenti.
English
The class includes 30 hours of lectures plus 10 hours of laboratory. Visul aids are used in power point format and
available to students
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Il grado di apprendimento raggiunto dagli studenti viene valutato periodicamente durante il corso attraverso
esercitazioni e discussioni in aula su argomenti trattati con assegnazione di quesiti verbali sulle tematiche.
Reports in itinere Test finale Lavori di laboratorio/casi studio
English
Progress of students' learning is assessed in class periodically by interacting discussion and problem solving verbal
assignment on the topics taught in the previous classes.
Mid-term reports Final test Lab and case studies.
PROGRAMMA
Italiano
Aree di apprendimento: Produzioni vegetali.
Introduzione al corso, obiettivi, finalità, materiale, risultati attesi.
Introduzione: importanza delle tecniche post-raccolta nel settore.
Definizione degli standard qualitativi delle produzioni.
Importanza delle produzioni sui mercati internazionali.
Le tipologie e le categorie di ortaggi da un punto di vista botanico, organografico e commerciale.
La gestione post-raccolta degli ortaggi in base all'organografia: problematiche fisiologiche, gestionali e commerciali
Aspetti fisiologici della senescenza delle produzioni. Influenza delle tecniche gestionali in pre e post raccolta sulla
qualità delle produzioni. Scelta dei tempi e modalità di raccolta. Mantenimento della qualità delle produzioni in postraccolta.
Le problematiche post-raccolta degli ortaggi freschi (I gamma). Fisiologia, raccolta e gestione post-raccolta.
Pratiche commerciali
Le problematiche degli ortaggi freschi (IV gamma). Fisiologia, raccolta e gestione post-raccolta.
- 321 -
English
Scope: Production of products of plant origin.
Course introduction, objectives, means, course materials and methods, results expected.
Introduction: role of postharvest in produce.
Quality parameters.
Market National and International facts and figures.
Categories and typologies of vegetables. Organography. Botanical and commercial classifications.
Postharvest physiology, handling and marketing based on edible organs involved.
Senescence aspects.
Pre-harvest factors affecting postharvest quality and handling.
Harvesting optimal requirements. Quality maintenance and decay after harvest.
Fresh produce: harvest and postharvest handling and physiology. Commercial practices
Fresh-cut produce: harvest and postharvest handling and physiology.
Italiano
I contenuti del corso rientrano nell'area di apprendimento della produzione dei vegetali.
English
Contents of the course are related to production fresh produce
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Diapositive presentate a lezione come supporto.
I testi consigliati di approfondimento per il corso sono:
W. J. Florkowski, S. E. Prussia, R. Shewfelt and B. Breuckner (Eds). 2009. Postharvest Handling. A systems Approach..
Academic Press / Elsevier, San Diego, CA, USA.
W. J. Florkowski, R. Shewfelt, B. Breuckner and S. E. Prussia (Eds). 2014.
Postharvest handling: a systems approach (Third ed.). Academic Press / Elsevier, San Diego, CA, USA. ISBN: 978-012-408137-6. pp. 564+xxii (624 pp).
Beni C. Iannicelli V., Di Dio C. – 2001 – Il condizionamento dei prodotti ortofrutticoli. Calderini Edagricole.
E' fortemente consigliato l'utilizzo del seguente materiale per approfondimenti e integrazioni:
Articoli e pubblicazioni forniti durante il corso.
Infine sono di seguito indicati siti internet di interesse:
- 322 -
Siti istituzionali statistici italiani, europei ed internazionali. Portali delle filiere ortofrutticole nazionali di diversi Paesi.
English
Reading material:
Slides presented in class.
W. J. Florkowski, S. E. Prussia, R. Shewfelt and B. Breuckner (Eds). 2009. Postharvest Handling. A systems Approach..
Academic Press / Elsevier, San Diego, CA, USA.
W. J. Florkowski, R. Shewfelt, B. Breuckner and S. E. Prussia (Eds). 2014.
Postharvest handling: a systems approach (Third ed.). Academic Press / Elsevier, San Diego, CA, USA. ISBN: 978-012-408137-6. pp. 564+xxii (624 pp).
Beni C. Iannicelli V., Di Dio C. – 2001 – Il condizionamento dei prodotti ortofrutticoli. Calderini Edagricole.
Material suggested in class
Official websites to be consulted:
Institutional statistical websites of Italy, EU, international, FAO. Portals related to produce at national and
international level.
NOTA
Italiano
Pre-requisiti: Chimica generale ed analitica; Chimica organica; Biologia.
English
Basic knowledge of chemistry and biology is required.
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=zbs4
- 323 -
Costruzioni (Anno Accademico 2015/2016)
BUILDING
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0340
Docente:
Prof. Barbara DRUSI (Affidamento interno)
Contatti docente:
0116705521, [email protected]
Corso di studio:
[f001-c501] LM - Scienze agrarie
Anno:
1° anno
Tipologia:
B - Caratterizzante
Crediti/Valenza:
8
SSD attvità didattica:
AGR/10 - costruzioni rurali e territorio agroforestale
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Scritto ed orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Nozioni sulle tecnologie costruttive, tradizionali e recenti, impiegate nel recupero edilizio; sugli aspetti procedurali
della progettazione edilizia in attuazione al piano regolatore generale comunale e nel quadro della pianificazione
settoriale e del paesaggio;
acquisizione di conoscenze in merito al recupero energetico delle costruzioni;
sviluppo di capacità critiche ed abilità progettuali finalizzate alla valorizzazione sostenibile delle risorse endogene
del territorio agro-forestale attraverso l'analisi di esempi di "buona prassi" e l'esercitazione in aula;
acquisizione di conoscenze in ordine alla valutazione ambientale di progetti, piani e programmi.
Al termine del corso lo studente deve dimostrare di avere una buona conoscenza dei criteri di base per la
progettazione delle varie categorie di edifici rurali, con particolare riferimento alle rispettive esigenze funzionali. Lo
studente dovrà essere in grado di ipotizzare un percorso dell'iter progettuale considerando tutti gli elementi in esso
coinvolti, sino alla realizzazione di un progetto di massima.
English
Basic knowledge about traditional or recent constructive techniques for building recovery; building planning
procedural aspects in accomplishment to the municipal town-planning instrument and within both sector and
landscape town-planning;
acquisition of technical knowledge concerning building energetic reprofit;
increase of both critical skills and planning abilities aiming at the sustainable enhancement of territory heritage;
acquisition of knowledge as regards environmental evaluation procedures of projects, plans and programmes.
- 324 -
At the end of the course the student is expected to have a good knowledge of basic design criteria for the various
classes of rural buildings, paying particular attention to their respective functional requirements. The student will
have to be able to outline the phases of the project, taking account of every engaged element, in order to draw up
a general project.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Acquisizione di competenze in ordine ai caratteri tipologici, costruttivi e tecnologici degli edifici, al recupero
edilizio ed alla pianificazione del paesaggio agro-forestale, alla valutazione ambientale di progetti, piani e
programmi;
conseguimento di capacità critiche e di abilità tecniche progettuali in sede di esercitazione per affrontare la
progettazione del recupero edilizio ed energetico di un edificio esistente.
Vengono fornite le conoscenze di base utili ai fini della progettazione e della realizzazione delle principali categorie
di edifici agricoli. Le problematiche progettuali vengono affrontate sotto il profilo del dimensionamento spaziale,
della stabilità strutturale e del controllo ambientale. Inoltre vengono passate in rassegna le tecniche costruttive più
idonee ai diversi scopi.
English
Acquisition of competences concerning building typological, constructive and technologic aspects, building
recovery and landscape town-planning, environmental evaluation procedures of projects, plans and
programmes;
achievement of both critical and technical abilities through a planning drill in the aim of coping with any
project of energetic recovery of an existing building.
The basic knowledge elements required for the design and the construction of the main categories of farm buildings
are described. The design aspects involved are the spatial dimensioning, the structural stability and the
environmental control. The constructive techniques suitable for each building category are generally outlined.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
Il modulo consiste di lezioni per le quali il docente usa presentazioni che verranno messe a disposizione degli
studenti a principio del corso.
English
The module consists of lectures for which the teacher will use presentations that will be available for students at the
beginning of the course.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Al termine della trattazione di ciascun argomento, si procederà alla verifica dell'apprendimento attraverso una
discussione tematica in aula.
L'esame verterà sulla discussione di una relazione progettuale di un ricovero per animali - oggetto del programma –
e dei relativi fabbricati di esercizio. Il colloquio orale, oltre alla discussione della relazione progettuale, prevede la
verifica della capacità di collegare le conoscenze acquisite.
- 325 -
English
Once completed each topic, the effective learning assessment will be verified throughout a thematic debate
developped within the class.
The exam will have as a topic the discussion of the project report of a livestock house – topic of the program – and
of the related operating buildings. The exame, in addition to the discussion of the project report, will contemplate
the assesment of the ability to connect knowledge acquired.
PROGRAMMA
Italiano
Le costruzioni nel paesaggio agro-forestale: elementi di ruralistica, tipi edilizi, materiali e tecniche costruttive.
Degrado dei materiali, problematiche di recupero edilizio e funzioni di riuso.
Tecnologia delle costruzioni ed elementi di impiantistica.
Controllo ambientale e del benessere animale nella progettazione degli edifici produttivi per l'allevamento.
Il progetto edilizio: impostazione metodologica e fondamenti.
Dal piano al progetto: i titoli abilitativi a costruire in attuazione della pianificazione operativa comunale.
Casi studio ed esempi di "buona prassi" nel recupero edilizio e nella riqualificazione energetica degli edifici.
Politiche di tutela integrata in Italia ed Europa. La pianificazione territoriale paesistica di livello regionale.
La pianificazione di settore e delle aree protette: strumenti e contenuti.
La pianificazione operativa di livello locale. Il piano regolatore generale comunale riformato ed il regolamento
edilizio
La valutazione di impatto ambientale dei progetti.
La valutazione ambientale strategica di piani e programmi.
Tutti gli argomenti trattati all'interno del corso attengono all'area di apprendimento dell'ingegneria agraria.
English
Vernacular buildings within agricultural and forestry landscape: fundamentals of ruralistica, typologies, materials and
building technologies.
Material degradation, building recovery techniques and reuse functions.
Building technologies and technical services.
Environmental and animal welfare for the design of livestock housing.
The building project: methodological approach and fundamentals.
From town-planning to executive project: compulsory habilitating procedures in accomplishment to municipal townplanning.
- 326 -
Integrated safeguard policies inItalyandEurope. Regional landscape town-planning.
Sector and protected area town-planning: instruments and contents.
Operative municipal town-planning. Local general plan and building regulations.
Environmental impact evaluation of projects.
Environmental strategic evaluation of plans and programmes.
Each topic being developped within the present teaching program dials with the learninbg area of agricultural
engineering.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
I testi base consigliati per il corso sono:
Peano A., Francalacci P. (a cura di), Parchi, piani, progetti. Ricchezza di risorse, integrazione di conoscenze, pluralità
di politiche, Torino, Giappichelli, 2002
Mamoli M. (a cura di), Progettare nello spazio alpino. Manuale per la tutela, la conservazione ed il recupero del
paesaggio, degli insediamenti e delle architetture tradizionali, Unione Europea e Regione Veneto, Belluno, s. e.,
2002 (su CD-rom)
Fabbri P. (a cura di), Paesaggio, pianificazione, sostenibilità, Firenze, Alinea, 2003
Mazzino F., Ghersi A. (a cura di), Per un atlante dei paesaggi italiani, Firenze, Alinea, 2003
Regione Piemonte, Criteri ed Indirizzi per la Tutela del Paesaggio, Torino, ed. a cura dell'Assessorato ai Beni
Ambientali, 2003
Drusi B., La dimora alpina. Costruzioni rurali nel paesaggio agro-forestale, Roma, Aracne editrice, 2009
Amerio C., Canavesio G., Tecniche ed elementi costruttivi, SEI, Torino, 2006.
Butera F., Dalla caverna alla casa ecologica, Milano, Edizioni Ambiente, 2007.
Fabrizio E., Filippi M., Le fonti non rinnovabili, Le fonti rinnovabili, L'uso razionale dell'energia, La costruzione
energeticamente sostenibile, in Stefanutti L. (a cura di), Manuale degli impianti di climatizzazione", capp. 6-7-8-10,
Milano, Tecniche Nuove, 2008.
E' fortemente consigliato l'utilizzo del seguente materiale per approfondimenti ed integrazioni:
appunti delle lezioni e dispense in formato .pdf fornite su CD-rom dal docente durante lo svolgimento del corso,
comprensive anche di numerosi esempi di pianificazione commentati in aula.
English
The specialistic bibliography suggested as a support to the learning activity:
Peano A., Francalacci P. (a cura di), Parchi, piani, progetti. Ricchezza di risorse, integrazione di conoscenze, pluralità
di politiche, Torino, Giappichelli, 2002
Mamoli M. (a cura di), Progettare nello spazio alpino. Manuale per la tutela, la conservazione ed il recupero del
paesaggio, degli insediamenti e delle architetture tradizionali, Unione Europea e Regione Veneto, Belluno, s. e.,
2002 (su CD-rom)
- 327 -
Fabbri P. (a cura di), Paesaggio, pianificazione, sostenibilità, Firenze, Alinea, 2003
Mazzino F., Ghersi A. (a cura di), Per un atlante dei paesaggi italiani, Firenze, Alinea, 2003
Regione Piemonte, Criteri ed Indirizzi per la Tutela del Paesaggio, Torino, ed. a cura dell'Assessorato ai Beni
Ambientali, 2003
Drusi B., La dimora alpina. Costruzioni rurali nel paesaggio agro-forestale, Roma, Aracne editrice, 2009
Amerio C., Canavesio G., Tecniche ed elementi costruttivi, SEI, Torino, 2006.
Butera F., Dalla caverna alla casa ecologica, Milano, Edizioni Ambiente, 2007.
Fabrizio E., Filippi M., Le fonti non rinnovabili, Le fonti rinnovabili, L'uso razionale dell'energia, La costruzione
energeticamente sostenibile, in Stefanutti L. (a cura di), Manuale degli impianti di climatizzazione", capp. 6-7-8-10,
Milano, Tecniche Nuove, 2008.
Strongly suggested to deepen some topics are lesson notes and pdf format slides provided upon CD-rom by the
teacher while developping the course topics.
NOTA
Italiano
English
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=zfub
- 328 -
Costruzioni ed impianti per l'allevamento - C.I. (Anno Accademico 2015/2016)
LIVESTOCK HOUSING AND EQUIPMENTS
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0355
Docente:
Dott. Gianfranco AIROLDI (Affidamento interno)
Prof. Angela CALVO (Affidamento interno)
Contatti docente:
0116705524, [email protected]
Corso di studio:
[f001-c502] LM - Scienze zootecniche
Anno:
1° anno
Tipologia:
C - Affine o integrativo
Crediti/Valenza:
8
SSD attvità didattica:
AGR/09 - meccanica agraria
AGR/10 - costruzioni rurali e territorio agroforestale
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
Moduli didattici:
Costruzioni per l'allevamento (Anno Accademico 2015/2016)
Impianti per l'allevamento (Anno Accademico 2015/2016)
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=b3ai
Costruzioni per l'allevamento (Anno Accademico 2015/2016)
LIVESTOCK HOUSING
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0355
Docente:
Dott. Gianfranco AIROLDI (Affidamento interno)
Contatti docente:
0116705524, [email protected]
Anno:
Tipologia:
Crediti/Valenza:
4
SSD attvità didattica:
AGR/10 - costruzioni rurali e territorio agroforestale
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Orale
- 329 -
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Al termine del corso lo studente deve dimostrare di avere una buona conoscenza dei criteri di base per la
progettazione delle varie categorie di edifici ad uso zootecnico, con particolare riferimento alle rispettive esigenze
funzionali. Lo studente dovrà essere in grado di ipotizzare un percorso progettuale considerando tutti gli elementi in
esso coinvolti.
English
At the end of the course the student is expected to have a good knowledge of basic design criteria for the various
classes of livestock buildings, paying particular attention to their respective functional requirements. The student
will have to be able to outline the phases of the project, taking account of every engaged element, in order to draw
up a general project.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Vengono fornite le conoscenze di base utili ai fini della progettazione di edifici per la zootecnica. Le problematiche
progetuali vengono affrontate sotto il profilo del demensionamento spaziale e del controllo ambientale e sotto
l'aspetto normativo della pianificazione urbanistica di livello locale.
English
The basic knowledge elements required for the design and the construction of the main categories of livestock
housing systems are described. The design aspects involved are the spatial dimensioning, the structural stability and
the environmental control. The constructive techniques suitable for each building category are generally outlined.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
Il modulo consiste di lezioni per le quali il docente usa presentazioni che saranno a disposizione degli studenti
all'inizio del corso.
English
The module consists of lectures for which the teacher use presentations that will be available for students at the
beginning of the course.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Alla fine di ogni argomento si procederà alla verifica dell'apprendimento attraverso una discussione tematica.
L'esame verterà sulla discussione di una relazione progettuale di un ricovero per animali - oggetto del programma –
e dei relativi fabbricati di esercizio. Il colloquio orale, oltre alla discussione della relazione progettuale, prevede la
verifica della capacità di collegare le conoscenze acquisite.
- 330 -
English
Completed each topic it will be carried out the learning assessment by a thematic debate.
The exam will have as a topic the discussion of the project report of a livestock house – topic of the program – and
of the related operating buildings. The exame, in addition to the discussion of the project report, will contemplate
the assesment of the ability to connect knowledge acquired.
PROGRAMMA
Italiano
La progettazione di un centro aziendale zootecnico.
Requisiti che influenzano la progettazione: normativa e strumenti urbanistici - PRG (obiettivi e contenuti,
zonizzazione, NTA, standard e indici urbanistici).
Criteri di progettazione di un edificio zootecnico: aspetti funzionali ed economici, l'iter progettuale, la sicurezza.
Le stalle delle più diffuse specie e categorie allevate: stalle per bovini da latte e da carne, stalle per i suini, stalle
per avicoli e cunicoli.
Aspetti ambientali dell'allevamento e l'importanza del benessere degli animali nella progettazione dei ricoveri
zootecnici.
Le dispersioni termiche di un edificio. Calcolo del fabbisogno di riscaldamento e di raffrescamento di un edificio.
Tecniche di ventilazione e di controllo ambientale; calcolo delle portate di ventilazione e criteri di scelta degli
impianti per il controllo ambientale in una stalla.
Edifici e strutture per la conservazione fieni, paglie, insilati e granelle.
Strutture per lo stoccaggio dei reflui zootecnici.
Gli argomenti del programma appartengono all'area dell'ingegneria agraria.
English
Planning of a livestock farmstead.
Requirements conditioning planning: urban requirements, regulations and territorial planning; municipal plans
(objectives and contents, zoning, technical rules, urban standards and parameters, types of construction licence
and their request procedures).
Planning criteria of a rural building. Functional and economic consideration, the project, safety aspects.
Livestock structures: housing of cattle, dairy and beef, housing of pigs, housing of poultry and rabbit.
Environmental and animal welfare aspects in building planning.
Fundamentals of heat transfer, animal heat environment, heat and moisture control in buildings.
Heating and cooling, ventilation systems in animal buildings.
- 331 -
Buildings and structures for storage of hay, straw, silage and grains.
Livestock wastes storages.
Program topics concern agricultural engineering area.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Roberto Chiumenti – Costruzioni Rurali – Edagricole – Edizioni Agricole della Calderini – Bologna.
English
Roberto Chiumenti – Costruzioni Rurali – Edagricole – Edizioni Agricole della Calderini – Bologna.
NOTA
Italiano
English
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=rk6r
- 332 -
Impianti per l'allevamento (Anno Accademico 2015/2016)
LIVESTOCK EQUIPMENTS
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0355
Docente:
Prof. Angela CALVO (Affidamento interno)
Contatti docente:
0116708592, [email protected]
Anno:
Tipologia:
Crediti/Valenza:
4
SSD attvità didattica:
AGR/09 - meccanica agraria
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Scritto ed orale
PREREQUISITI
Il corso non richiede propedeuticità specifiche, ma la conoscenza degli elementi di Fisica I semplifica la
comprensione di alcuni concetti / Any prerequisites are required, but the basic knowledge of the first course of
Physic advantages the understanding of some arguments.
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Fornire le conoscenze di base su macchine ed impianti usate negli allevamenti zootecnici, con la descrizione del
loro funzionamento e considerando l'evoluzione tecnologica. Verrà anche dedicato tempo al loro utilizzo in
sicurezza, conformemente alle norme ed ai decreti legislativi vigenti.
English
Furnish the fundamental knowledge of breeding machineries and plants, with their operational features and the
technical evolution. Time will be also dedicated to their utilization in safety conditions, considering the standards and
the current laws.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Lo studente al termine del corso dovrà essere in grado di apprezzare le diverse caratteristiche delle macchine e
degli impianti usati in un'azienda zootecnica. Inoltre dovrà essere in grado di poter maneggiare le unità di misura e le
equazioni che entrano in gioco nella meccanica e di individuare le relazioni per scegliere le attrezzature più consone
all'azienda considerata. Lo studente dovrà inoltre effettuare la scelta migliore dal punto di vista tecnico operativo e
di sicurezza.
English
At the end of the course the student will be able to appreciate the different technical characteristics of the machines
and plants used in a breeding farm. He will be moreover able to use the measurement units and equations used in
- 333 -
the agricultural mechanization and to manage the relations among them to choice the more suitable tools for the
farm. He will also be able to make the best choice considering both the technical operating characteristics as well as
the safety requirements.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
Il corso consta di 32 ore di lezione frontale e di esercitazione in aula suddivise per macro argomenti (trattrice
agricola, macchine per la fienagione, macchine per il sollevamento, macchine per l'alimentazione animale, impianti
di mungitura) e di 2 ore per la verifica delle conoscenze acquisite. 6 ore saranno dedicate alla visita di un'azienda
zootecnica, di cui verranno calcolati gli indici di meccanizzazione e della quale verranno valutati gli aspetti di
sicurezza relativi alle macchine presenti in azienda.
English
The course consists of 32 hours of lectures and exercises divided by macro arguments (agricultural tractor, hay
making machines, loaders, breeding machines, milking plants), 2 hours devoted to the check of the acquired
knowledge and 6 hours used to visit machineries and plants of a breeding farm. During the visit, the mechanization
indices will be calculated and the safety requirements of the machines will be checked.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Al termine di ciascun macro argomento (trattrice agricola, macchine per la fienagione, macchine per il
sollevamento, macchine per l'alimentazione animale, impianti di mungitura) verrà effettuata la verifica
dell'apprendimento con una serie di domande a risposta chiusa e con esercizi. Nel caso in cui si verificassero delle
lacune, il programma verrà ripreso nelle parti considerate critiche.
L'esame finale consta di una prova orale, preliminarmente introdotta con test ed esercizi (del tipo di quelli usati per
la verifica dell'apprendimento durante il corso). Lo studente potrà sostenere l'orale qualunque sia l'esito del test
iniziale. Il colloquio orale, oltre alla discussione del test iniziale, prevede la verifica della capacità di ragionamento e
di collegamento tra le conoscenze acquisite.
English
At the end of each macro argument (agricultural tractor, hay making machines, loaders, breeding machines, milking
plants), the learning control will be performed, using tests and exercises. In the case of noticeable gaps, the lessons
will be again resumed in their more critical parts.
The final exam is an oral proof, preliminary carried out with a test and exercises (as during the course verifications).
The oral discussion will follow and will be possible whatever is the test result, with a discussion of the test and with
the check of the reasoning skills of the student and of his ability to discuss and join the arguments.
ATTIVITÀ DI SUPPORTO
Italiano
Si farà in modo di dedicare una lezione agli aspetti normativi e legislativi per l'uso di macchine e attrezzature delle
aziende zootecniche in sicurezza, in collaborazione con un esperto esterno (da individuarsi all'occorrenza).
- 334 -
English
A lesson will be practised to the standards and the current laws for a safety use of machines and plants of a
breeding farm, in collaboration with an external expert (to be identified each time).
PROGRAMMA
Italiano
Area dell'ingegneria agraria
LA TRATTRICE AGRICOLA
Classificazione delle trattrici
Componenti e funzionamento
Stabilità trasversale e longitudinale
Aderenza
Elementi di ergonomia e sicurezza delle trattrici
Indici di meccanizzazione
MACCHINE E IMPIANTI PER LA FIENAGIONE
Falcia-trincia-caricatrici
Falciatrici
Volta-spandi foraggio
Ranghinatori
Raccoglimballatrici
Elementi di sicurezza delle macchine per la fienagione
Essiccatoi per foraggio
MACCHINE PER IL SOLLEVAMENTO
I caricatori frontali
I sollevatori telescopici
Aspetti di sicurezza
MACCHINE PER L'ALIMENTAZIONE ANIMALE
Carri desilatori e carri miscelatori
Carri trinciamiscelatori
Elementi di sicurezza
MACCHINE E IMPIANTI PER LA MUNGITURA
Principio di funzionamento della mungitura meccanica
- 335 -
Macchine e impianti per la mungitura
Elementi di sicurezza di macchine e impianti per la mungitura
English
Agricultural engineering area
The agricultural tractor
Tractor types and characteristics
Elements and functionality
Transversal and longitudinal stability
Grip
Tractor safety implements
Mechanization indices
Hay-making machines and plants
Mowers
Hay turners
Hay rakings
Balers
Harvesting machines
Self-propelled forage harvester
Safety elements of hay making machines
Hay driers
Loading machines
Front loaders
Telehandlers
Safety aspects
Machines for animal feeding
Mixing and/or chopping and distributing machines
- 336 -
Safety principles
Milking machines and plants
Mechanical milking operational principles
Milking plants
Milking machines safety devices
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Calvo A., Deboli R. 2007. Meccanica e meccanizzazione agricola. De Agostini - Liviana. Novara.
Dispense del corso disponibili sul sito di Campusnet
English
Calvo A., Deboli R. 2007. Meccanica e meccanizzazione agricola. De Agostini - Liviana. Novara.
Course notes available at Campuset site
NOTA
Italiano
English
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=eymv
- 337 -
Costruzioni forestali (Anno Accademico 2015/2016)
FOREST BUILDING
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0360
Docente:
Prof. Barbara DRUSI (Affidamento interno)
Contatti docente:
0116705521, [email protected]
Corso di studio:
[f001-c504] LM - Scienze forestali e ambientali
Anno:
1° anno
Tipologia:
B - Caratterizzante
Crediti/Valenza:
8
SSD attvità didattica:
AGR/10 - costruzioni rurali e territorio agroforestale
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Apprendimento degli aspetti tecnici e tecnologici dell'ingegneria come supporto per la progettazione di strutture
per la difesa dai dissesti, per la gestione sostenibile del patrimonio boschivo e le utilizzazioni forestali, per la viabilità
forestale, per il riuso e la riqualificazione energetica dei fabbricati rurali.
Acquisizione di conoscenze specifiche nell'ambito della progettazione e realizzazione di manufatti con caratteri
tipologici, costruttivi e tecnologici specifici per l'inserimento nell'ambiente forestale.
English
Learning both the technical and technological aspects of engineering as a support for the project of buildings aiming
at the defence against slope landslides, the sustainable management of forestry heritage and forest exploitation,
forest roads, the reuse and the energy improvement of rural buildings.
Acquisition of specific knowledge as regards both the project and the realization of buildings being characterized by
specific typology, frame and technologies in the aim of inserting them within forest environment.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Le conoscenze acquisite sviluppano competenze per:
a) la costruzione di opere edilizie e la progettazione di opere di protezione o consolidamento dei versanti e dei
tratti spondali
b) la progettazione di opere ingegneristiche per la salvaguardia dei versanti, il tracciamento, il drenaggio e la
manutenzione della viabilità forestale
- 338 -
c) l'attuazione delle norme procedurali relative alla progettazione edilizia sia in attuazione dei Piani Regolatori
Comunali, sia nel quadro della pianificazione delle aree protette, settoriale e paesistica, sia nell'ambito delle
procedure di VIA
d)
la progettazione e la riqualificazione energetica delle costruzioni rurali.
English
Acquired knowledge develop skills for:
a)
the construction of buildings and the project of both protection and slope stabilization works
b) the project of engineering works designed to slope safeguard and to the tracking, the drainage and the
maintenance of forestry roads
c) the implementation of procedural rules concerning building project in compliance with both municipal
regulation planning and with protected area, sector and landscape planning and within VIA procedures
d)
the energy project and improvement of vernacular architecture.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
Il corso consiste di 60 ore di lezione frontale e 20 ore di esercitazione progettuale su temi da concordarsi con gli
studenti dopo l'acquisizione delle nozioni tecniche indispensabili.
A supporto delle lezioni il docente utilizzerà presentazioni in formato .pdf che verranno messe a disposizione degli
studenti su piattaforma moodle al principio del corso.
English
The teaching consists of 60 hours of lectures and 20 hours of project tutorials concerning thematic proposal to be
agreed with the students after their acquiring necessary, technical notions.
As a support to the lectures the teacher is going to use pdf presentations being available for the students on a
moodle platform since the beginning of the course.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Al termine della trattazione di ciascun argomento si procederà alla verifica dell'apprendimento attraverso un
dibattito tematico in aula.
Il colloquio orale prevederà la discussione dell'elaborato progettuale sviluppato nel corso dell'esercitazione,
nonché due domande intese a verificare le conoscenze tecniche acquisite nei campi della statica delle costruzioni,
delle tecnologie e dei materiali costruttivi, della progettazione edilizia e della riqualificazione energetica.
English
After treating each topic learning level will be verified through a thematic, classroom debate.
The oral exam will consist of the discussion of the project being developed during tutorials, as well as two questions
aiming at verifying acquired technical knowledge within the topics of structure science, building technologies and
- 339 -
materials, building project and energy improvement.
PROGRAMMA
Italiano
Le costruzioni nel paesaggio agro-forestale: elementi di ruralistica, tipi edilizi, materiali e tecniche costruttive
tradizionali.
Sistemi costruttivi tradizionali, evoluti ed industrializzati.
Strutture verticali e strutture orizzontali. Criteri progettuali ed esempi di opere-tipo
Elementi di statica delle costruzioni.
Opere di fondazione e murature contro terra. Criteri progettuali ed esempi di opere-tipo.
I materiali da costruzione: caratteristiche tecniche, proprietà e comportamento in opera.
I materiali lapidei – i laterizi e i materiali ceramici – il legno – le malte e i leganti – il calcestruzzo – i metalli – il
calcestruzzo armato – le materie plastiche – i materiali isolanti.
Tecnologia delle costruzioni ed elementi di impiantistica. Principi di termofisica e di efficientamento energetico.
Il progetto edilizio: impostazione metodologica, studio di fattibilità e computo metrico-estimativo.
Elementi per il tracciamento della viabilità forestale. Problemi progettuali e manutentivi.
La pianificazione territoriale e paesistica, settoriale e comunale.
Cenni alla valutazione di impatto ambientale dei progetti ed alla valutazione di incidenza in zone soggette a speciale
salvaguardia.
Esercitazione progettuale.
Tutti gli argomenti sviluppati nel corso attengono all'area di apprendimento dell'ingegneria forestale.
English
Vernacular buildings within agricultural and forestry landscape: fundamentals of ruralistica, typologies, materials and
building technologies.
Material degrade, building recovery techniques and reuse functions.
Building technologies and technical services. Thermal building physic fundamentals.
The building project: methodological approach, feasibility study and metrical estimate.
From town-planning to executive project: compulsory habilitating procedures in accomplishment to municipal townplanning.
The regulatory requirements on the matter of public works: fundamentals.
Integrated safeguard policies in Italy and Europe. Regional landscape town-planning.
Sector and protected area town-planning: instruments and contents.
Environmental incidence evaluation within special safeguard zones.
- 340 -
Environmental impact evaluation of projects.
Environmental strategic evaluation of plans and programmes.
Every topic being deepened within the course dials with the learning area of forestry engineering.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
I testi base consigliati per il corso sono:
Peano A., Francalacci P. (a cura di), Parchi, piani, progetti. Ricchezza di risorse, integrazione di conoscenze, pluralità
di politiche, Torino, Giappichelli, 2002
Fabbri P. (a cura di), Paesaggio, pianificazione, sostenibilità, Firenze, Alinea, 2003
Regione Piemonte, Criteri ed Indirizzi per la Tutela del Paesaggio, Torino, ed. a cura dell'Assessorato ai Beni
Ambientali, 2003
Drusi B., La dimora alpina. Costruzioni rurali nel paesaggio agro-forestale, Roma, Aracne editrice, 2010
Amerio C., Canavesio G., Tecniche ed elementi costruttivi, SEI, Torino, 2006.
Butera F., Dalla caverna alla casa ecologica, Milano, Edizioni Ambiente, 2007.
Fabrizio E., Filippi M., Le fonti non rinnovabili, Le fonti rinnovabili, L'uso razionale dell'energia, La costruzione
energeticamente sostenibile, in Stefanutti L. (a cura di), Manuale degli impianti di climatizzazione", capp. 6-7-8-10,
Milano, Tecniche Nuove, 2008.
È fortemente raccomandato l'utilizzo del seguente materiale per approfondimenti ed integrazioni: appunti delle
lezioni e dispense in formato .pdf messe a disposizione su piattaforma moodle al del principio del corso.
English
Peano A., Francalacci P. (a cura di), Parchi, piani, progetti. Ricchezza di risorse, integrazione di conoscenze, pluralità
di politiche, Torino, Giappichelli, 2002
Fabbri P. (a cura di), Paesaggio, pianificazione, sostenibilità, Firenze, Alinea, 2003
Regione Piemonte, Criteri ed Indirizzi per la Tutela del Paesaggio, Torino, ed. a cura dell'Assessorato ai Beni
Ambientali, 2003
Drusi B., La dimora alpina. Costruzioni rurali nel paesaggio agro-forestale, Roma, Aracne editrice, 2010
Amerio C., Canavesio G., Tecniche ed elementi costruttivi, SEI, Torino, 2006.
Butera F., Dalla caverna alla casa ecologica, Milano, Edizioni Ambiente, 2007.
Fabrizio E., Filippi M., Le fonti non rinnovabili, Le fonti rinnovabili, L'uso razionale dell'energia, La costruzione
energeticamente sostenibile, in Stefanutti L. (a cura di), Manuale degli impianti di climatizzazione", capp. 6-7-8-10,
Milano, Tecniche Nuove, 2008.
The use of the following sources is strongly recommended both for integrating and deepening diverse topics:
lecture notes and course handouts being available for the students on a moodle platform since the beginning of the
course.
NOTA
- 341 -
Italiano
English
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=gpdo
- 342 -
Costruzioni per l'allevamento (Anno Accademico 2015/2016)
LIVESTOCK HOUSING
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0355
Docente:
Dott. Gianfranco AIROLDI (Affidamento interno)
Contatti docente:
0116705524, [email protected]
Anno:
Tipologia:
Crediti/Valenza:
4
SSD attvità didattica:
AGR/10 - costruzioni rurali e territorio agroforestale
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Al termine del corso lo studente deve dimostrare di avere una buona conoscenza dei criteri di base per la
progettazione delle varie categorie di edifici ad uso zootecnico, con particolare riferimento alle rispettive esigenze
funzionali. Lo studente dovrà essere in grado di ipotizzare un percorso progettuale considerando tutti gli elementi in
esso coinvolti.
English
At the end of the course the student is expected to have a good knowledge of basic design criteria for the various
classes of livestock buildings, paying particular attention to their respective functional requirements. The student
will have to be able to outline the phases of the project, taking account of every engaged element, in order to draw
up a general project.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Vengono fornite le conoscenze di base utili ai fini della progettazione di edifici per la zootecnica. Le problematiche
progetuali vengono affrontate sotto il profilo del demensionamento spaziale e del controllo ambientale e sotto
l'aspetto normativo della pianificazione urbanistica di livello locale.
English
The basic knowledge elements required for the design and the construction of the main categories of livestock
housing systems are described. The design aspects involved are the spatial dimensioning, the structural stability and
the environmental control. The constructive techniques suitable for each building category are generally outlined.
- 343 -
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
Il modulo consiste di lezioni per le quali il docente usa presentazioni che saranno a disposizione degli studenti
all'inizio del corso.
English
The module consists of lectures for which the teacher use presentations that will be available for students at the
beginning of the course.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Alla fine di ogni argomento si procederà alla verifica dell'apprendimento attraverso una discussione tematica.
L'esame verterà sulla discussione di una relazione progettuale di un ricovero per animali - oggetto del programma –
e dei relativi fabbricati di esercizio. Il colloquio orale, oltre alla discussione della relazione progettuale, prevede la
verifica della capacità di collegare le conoscenze acquisite.
English
Completed each topic it will be carried out the learning assessment by a thematic debate.
The exam will have as a topic the discussion of the project report of a livestock house – topic of the program – and
of the related operating buildings. The exame, in addition to the discussion of the project report, will contemplate
the assesment of the ability to connect knowledge acquired.
PROGRAMMA
Italiano
La progettazione di un centro aziendale zootecnico.
Requisiti che influenzano la progettazione: normativa e strumenti urbanistici - PRG (obiettivi e contenuti,
zonizzazione, NTA, standard e indici urbanistici).
Criteri di progettazione di un edificio zootecnico: aspetti funzionali ed economici, l'iter progettuale, la sicurezza.
Le stalle delle più diffuse specie e categorie allevate: stalle per bovini da latte e da carne, stalle per i suini, stalle
per avicoli e cunicoli.
Aspetti ambientali dell'allevamento e l'importanza del benessere degli animali nella progettazione dei ricoveri
zootecnici.
Le dispersioni termiche di un edificio. Calcolo del fabbisogno di riscaldamento e di raffrescamento di un edificio.
Tecniche di ventilazione e di controllo ambientale; calcolo delle portate di ventilazione e criteri di scelta degli
impianti per il controllo ambientale in una stalla.
Edifici e strutture per la conservazione fieni, paglie, insilati e granelle.
Strutture per lo stoccaggio dei reflui zootecnici.
- 344 -
Gli argomenti del programma appartengono all'area dell'ingegneria agraria.
English
Planning of a livestock farmstead.
Requirements conditioning planning: urban requirements, regulations and territorial planning; municipal plans
(objectives and contents, zoning, technical rules, urban standards and parameters, types of construction licence
and their request procedures).
Planning criteria of a rural building. Functional and economic consideration, the project, safety aspects.
Livestock structures: housing of cattle, dairy and beef, housing of pigs, housing of poultry and rabbit.
Environmental and animal welfare aspects in building planning.
Fundamentals of heat transfer, animal heat environment, heat and moisture control in buildings.
Heating and cooling, ventilation systems in animal buildings.
Buildings and structures for storage of hay, straw, silage and grains.
Livestock wastes storages.
Program topics concern agricultural engineering area.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Roberto Chiumenti – Costruzioni Rurali – Edagricole – Edizioni Agricole della Calderini – Bologna.
English
Roberto Chiumenti – Costruzioni Rurali – Edagricole – Edizioni Agricole della Calderini – Bologna.
NOTA
Italiano
English
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=rk6r
- 345 -
Dendrometria (Anno Accademico 2015/2016)
DENDROMETRY
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0328
Docente:
Antonio NOSENZO (Affidamento interno)
Contatti docente:
0116705539, [email protected]
Corso di studio:
[f001-c711] L - Scienze forestali e ambientali
Anno:
2° anno
Tipologia:
B - Caratterizzante
Crediti/Valenza:
6
SSD attvità didattica:
AGR/05 - assestamento forestale e selvicoltura
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Scritto ed orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Finalità:
Fornire le conoscenze per la determinazione del volume dei principali assortimenti legnosi e dei principali
parametri dendrometrici caratterizzanti i popolamenti forestali.
Applicare le metodologie e gli strumenti di base dell'indagine dendrometrica per la descrizione dei soprassuoli
forestali.
English
Knowledge base for determining the volume of the main timber assortments and the main parameters
characterizing the forest stands.
Acquisition of implementation capacity and technical expertise to properly apply and use the main methods and
tools of forest inventory.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Conoscenze di base per la determinazione del volume dei principali assortimenti legnosi e dei principali parametri
dendrometrici caratterizzanti i popolamenti forestali.
Acquisizione della capacità di esecuzione e della competenza tecnica per applicare ed utilizzare correttamente i
principali metodi e gli strumenti di indagine dendrometrica.
- 346 -
English
Provide the knowledge to determine the volume of the main timber assortments and the main parameters
characterizing the forest stands.
Apply the methodologies and tools based survey for description of forest stands.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
Il corso consiste di 48 ore di lezioni frontali e di 12 ore dedicate a esercitazioni in bosco. Per le lezioni frontali il
docente si avvale di presentazioni e slides che sono a disposizione degli studenti
English
The course consists of 48 hours of lectures and 12 hours devoted to forest exercises. For lectures the teacher
makes use of presentations and slides that are avaliable to students.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Esecuzione di esercizi da parte degli studenti sotto la supervisione del docente, sulla parte di programma svolta fino
ad allora. Riproposizione di argomenti risultati di difficile comprensione alla maggior parte degli studenti.
Modalità di esame: l'esame prevede una prova scritta con esercizi relativi ai principali argomenti trattati nel corso e
finalizzati pricipalmente alla determinazione della provvigione legnosa di un popolamneto forestale, e un colloquio
orale (a cui si accede solo se la prova scritta è stata valutata positivamente).
English
Execution of exercises on parts of program already carried out by students, under the control of the lecturer.
Repetition of topics non properly understood by the majority of students.
Mode of examination: the exam includes a written test with exercises related to the main topics covered in the
course and primarily aimed at determining the forest stand, and a interview (which can be accessed only if the
written test was assessed positively).
PROGRAMMA
Italiano
Aree della conoscenza:
Area Selvicolturale: analisi quantitativa di un popolamento forestale e modalità per misurare i principali parametri
utilizzati per descrivere i popolamenti forestali.
Area del legno: le nozioni dendrometriche specifiche utili per la valorizzazione tecnologica della materia prima
legno; le caratteristiche degli assortimenti legnosi.
PROGRAMMA:
I fondamenti della dendrometria, Precisione, accuratezza, errori di misura. Misura del fusto e funzioni di
rastremazione, Volume degli assortimenti legnosi, La stima della qualità degli assortimenti su piante in piedi.
Misurazione del diametro e delle superfici circolari, casi particolari. La misura dell'altezza: metodi diretti,
trigonometrici, geometrici. Altezza dominante, Statura, feracità stazionale. I rilievi dendrometrici su interi
soprassuoli. L'area basimetrica. La curva ipsometrica e le curve di frequenza. Caratteri generali degli Inventari
forestali. Il campionamento statistico. Strategie di ottimizzazione del campionamento. Le unità campionarie. La teoria
- 347 -
relascopica. Il campionamento relascopico. Le tavole di cubatura. La stima della provvigione mediante le tavole di
cubatura. Le funzioni stereometriche. I caratteri generali per la costruzione delle tavole di cubatura. Le leggi
dell'auxonomia. Gli incrementi di volume. Il rilievo auxometrico.
English
Knowledge areas:
Silvicultural area: quantitative analysis of a forest stand and how to measure the main parameters used to describe
the forest stands.
Wood area: dendrometric specific notions useful for the enhancement of technological raw material wood; the
characterists of wood assortments.
PROGRAM
Why measure forest, Accuracy, bias and precision: Stem wood measurement, Sectional. Volume formulae, Timber
assortments volume, Merchantable volume. Estimated timber assortments of standing trees. Stem diameter
measurement. Tree height measurement: by direct methods, by trigonometric methods, geometric methods.
Dominant height, site productive capacity. Stand measurements. Stand basal area. Hipsometric and distribution
functions. Forest inventory characters. Sampling theory and techniques. Sampling with varying probabilità of
selection, stratified random sampling. Sample plots. Angle-count sampling theory. Application of angle-count
sampling. Volume tables. Total volume estimated from diameter and height. Volume functions. Volume tables
costruction. Forest growth modelling. Current and mean annual increments. Growth sampling.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
LA MARCA O. - 1999 - Elementi di Dendrometria. Patron Editore, Bologna, pp. 512.
Il materiale didattico fornito dal docente sarà caricato nella pagina del corso sul sito del dipartimento.
English
HUSH B., MILLER C.I., BEERS T.W. - 1982 – Forest Mensuration. John Wiley & sons,New York, pp. 401.
Teaching materials provided by the teacher will be loaded on the couse page on the website of the department
NOTA
Italiano
Esercitazioni in bosco con soggiorno nella sede estiva di Ormea (CN)
English
Exercises in forest with living in the summer seat of Ormea (CN)
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=1rou
- 348 -
Destino ambientale degli agrofarmaci (Anno Accademico 2015/2016)
ENVIRONMENTAL FATE OF PESTICIDES
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0376
Docente:
Prof. Michéle NEGRE (Affidamento interno)
Contatti docente:
0116708508, [email protected]
Anno:
Tipologia:
Crediti/Valenza:
4
SSD attvità didattica:
AGR/13 - chimica agraria
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Il corso si propone l'obiettivo di fornire allo studente conoscenze sul comportamento ed il destino degli
agrofarmaci nell'ambiente in funzione delle caratteristiche chimico-fisiche delle molecole e delle condizioni pedoclimatiche in cui si opera.
English
The objectives of the course is to provide basic knowledge concerning the behaviour and fate of pesticides in the
environment related to the physical chemical properties of the molecule and to the pedoclimatic conditions.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Le conoscenze acquisite consentiranno di effettuare scelte operative adeguate per la salvaguardia dell'integrità
ambientale
English
The acquired knowledge will help to make operational decisions suitable for the preservation of environmental
integrity.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
- 349 -
Italiano
Il corso consiste di 30 ore di lezione frontale e 10 ore dedicate a attività di laboratorio ed esercitazione in aula. Il
docente si avvale di presentazioni di power point messe a disposizione degli studenti
English
The course includes 30 hours of lectures and 10 hours of laboratory and data elaboration practice . The course will
be illustarted by power point presentations made available to the student
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Interrogazione periodica sui principali argomenti
Prova d'esame orale
English
periodic oral examination on the main topics
Final oral examination
ATTIVITÀ DI SUPPORTO
esercitazione di laboratorio:tecniche di determinazione di agrofarmaci in suolo, acqua e vegetali.
Seminari
PROGRAMMA
Italiano
Classificazione degli agrofarmaci
Diffusione degli agrofarmaci nell'ambiente
Il processo di revisione (Direttiva Europea 91/414 CE)
Interazione degli agrofarmaci con le superfici del suolo
Degradazione chimica e biologica degli agrofarmaci
Trasporto degli agrofarmaci in fase liquida e gassosa
Interazione degli agrofarmaci con le piante
Valutazione della tossicità egli agrofarmaci per l'uomo e per l'ambiente
Aspetti analitici del controllo dei residui degli agrofarmaci
English
Classification of pesticides
- 350 -
Pesticides environmental pollution
The revision process (European directive 91/414 CE)…
Interaction of pesticides with soil surfaces
Chemical and biological degradation of pesticides
Transport of pesticides in liquid and gaseous phase
Plant pesticides interactions
Evaluation of the human and environmental toxicity of pesticides
Analytical aspects of control of the pesticides residues
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
M. Gennari e M. Trevisan. Agrofarmaci, conoscenze per un uso sostenibile
Perdisa Ed.
English
M. Gennari e M. Trevisan. Agrofarmaci, conoscenze per un uso sostenibile
Perdisa Ed.
NOTA
Italiano
English
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=4q3o
- 351 -
Difesa biologica e integrata (Anno Accademico 2015/2016)
BIOLOGICAL AND INTEGRATED DISEASE MANAGEMENT
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0247
Docente:
Dott. Massimo PUGLIESE (Affidamento interno)
Contatti docente:
0116708545, [email protected]
Corso di studio:
[f001-c501/102] LM - Scienze agrarie curr. Gestione sostenibile
Anno:
2° anno
Tipologia:
C - Affine o integrativo
Crediti/Valenza:
8
SSD attvità didattica:
AGR/12 - patologia vegetale
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Scritto ed orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Obiettivo principale è quello di valutare i problemi fitosanitari delle diverse colture in pieno campo o in ambiente
protetto e proporre tecniche di lotta per la loro gestione.
Il corso affronta aspetti relativi alla difesa delle colture ed è costituito da due parti: la prima ha come obiettivo
quello di illustrare le più comuni malattie delle piante, fornendo allo studente indicazioni sulla epidemiologia e sulle
tecniche di lotta impiegabili; la seconda ha lo scopo di illustrare praticamente alcune strategie di difesa e i mezzi di
lotta disponibili con ampi riferimenti ai diversi sistemi colturali.
English
Primary objective is to evaluate the phytosanitary aspects of different crops, both in open field and under
protection, and to select crop protection strategies for disease control.
The course addresses issues related to crop protection and consists of two parts. The first aims to illustrate the most
common plant diseases, providing students with information on epidemiology and control strategies. The second
aims to practically illustrate some control strategies and means available, with references to the different cropping
systems.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Lo studente acquisirà competenze e conoscenze riguardanti i problemi fitopatologici delle piante, le strategie di
contenimento delle malattie e sulla conduzione di attività di ricerca e sperimentazione in fitopatologia.
Area di apprendimento: Area della difesa.
- 352 -
English
Students will acquire skills and knowledge relating to plant diseases, control of plant pathogens and on research in
phytopathology.
Teaching area: Area of crop protection.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
Il corso consiste di 60 ore di lezione frontale e 20 ore dedicate ad attività di laboratorio ed esercitazioni. Per le
lezioni frontali il docente si avvale di presentazioni e slide che sono a disposizione degli studenti.
English
The course consists of 60 hours of lectures and 20 hours devoted to laboratory work and experimental training
activities. For lectures the teacher makes use of presentations and slides that are available to students.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Durante il programma il docente procederà a verificare l'efficacia didattica, mediante test orali, senza valore per la
valutazione finale ma utili allo studente per stimare il proprio grado di apprendimento.
L'esame finale viene fatto attraverso domande orali agli studenti su quanto spiegato a lezione e durante le
esercitazioni. Inoltre viene richiesto un elaborato scritto su un piano di difesa a scelta dello studente e che ha
valore per la valutazione finale.
English
During the program, the teacher will proceed to a verification of the efficacy teaching by administration of oral tests,
not valid for the final evaluation, but helpful to the student to estimate its degree learning.
The final exam is done through oral questions to the students on what has been explained in class and through the
trainings. A written report about a plant disease management plan is also required and valid for the final evaluation.
PROGRAMMA
Italiano
Il corso fa parte dell'area della conoscenza della DIFESA e prevede di acquisire preliminarmente informazioni sugli
agenti patogeni per poi meglio soffermarsi sulle strategie di difesa biologica e integrata.
Parte generale.
Vengono approfondite le conoscenze su:
- Importanza delle coltivazioni ortofrutticole e ornamentali. Caratteristiche delle colture ortofrutticole e ornamentali
e loro incidenza nella gravità delle malattie. Sintomatologia.
- Malattie batteriche: sintomatologia, diagnosi, epidemiologia e metodi di lotta (cenni). Le principali malattie
batteriche di colture ortofrutticole e ornamentali.
- Malattie fungine causate da oomiceti: sintomatologia, diagnosi, epidemiologia e metodi di lotta (cenni). Le
- 353 -
alterazioni fogliari (Peronospora spp.) e radicali (Pythium sp., Phytophthora sp,) di colture ortofrutticole,
ornamentali, da fiore reciso e vaso fiorito.
- Malattie fungine causate da funghi appartenenti al gruppo degli ascomiceti: sintomatologia, diagnosi,
epidemiologia e metodi di lotta (cenni). Le alterazioni fogliari (I mal bianchi, gli agenti di antracnosi, …) e radicali (le
tracheomicosi, gli agenti di marciumi basali, …) di colture ortofrutticole, ornamentali, da fiore reciso e vaso fiorito.
- Malattie fungine causate da funghi appartenenti al gruppo degli basidiomiceti: diagnosi, epidemiologia e metodi di
lotta.
- Malattie da virus: Generalità su virus, viroidi e fitoplasmi e descrizione delle alterazioni da essi causate su colture
ortofrutticole e ornamentali.
- Alterazioni non parassitarie
Parte speciale
Vengono approfondite le conoscenze su:
- Difesa delle colture nei paesi industrializzati (prospettive, aspetti critici, ruolo delle politiche agrarie, … ) e in quelli
in via di sviluppo (disponibilità di mezzi tecnici).
- Modelli previsionali. Simulazione di epidemie e sistemi di avvertimento.
- Lotta: misure agronomiche, preventive, mezzi fisici. Evoluzione del concetto di difesa delle colture. Importanza e
ruolo della difesa delle colture con particolare riferimento ai sistemi colturali intensivi (pieno campo, serra, …).
Strategie di difesa: esclusione, profilassi, eradicazione.
- Pratiche colturali, esempi in coltura protetta e in pieno campo.
- Difesa fisica. Termoterapia, disinfezione con vapore e mediante radiazioni. Solarizzazione. Atmosfera controllata.
Esempi di applicazione in orticoltura.
- Difesa genetica. Impiego di cultivar resistenti, ibridi resistenti di prima generazione, varietà composte, portainnesti
resistenti. Possibilità e limiti. Sistemi per la valutazione della resistenza, sensibilità, specializzazione biologica. Esempi
di applicazione in orticoltura e frutticoltura.
- Lotta chimica e integrata. Mezzi chimici. Criteri seguiti nella sintesi e ricerca di nuove molecole. Fungicidi e
fumiganti. Formulazione dei fungicidi. Spettro di azione dei principali gruppi di fungicidi. Modalità di azione. Fungicidi
sistemici: caratteristiche e criteri di impiego. Struttura chimica dei principali gruppi di fungicidi. Effetti collaterali
negativi: fitotossicità, e resistenza. Strategie anti-resistenza. Esempi di gestione del fenomeno della resistenza ai
fungicidi. Manipolazione e classificazione delle formulazioni. Impostazione di una prova di lotta chimica. Resistenza ai
fungicidi. Tecniche di monitoraggio della resistenza. Cenni di legislazione relativi alla registrazione ed estensione di
etichetta.
- Lotta biologica. Mezzi biologici e naturali. Microrganismi attivi contro funghi fitopatogeni: sviluppo e possibilità di
impiego. Produzione, formulazione e impiego di mezzi biologici. Prodotti naturali. Agricoltura biologica. Criteri di
difesa, prodotti disponibili, normative di riferimento. Mezzi biologici e concia delle sementi. Manipolazione e
classificazione delle formulazioni.
- Impostazione ed esecuzione di una prova di lotta biologica.
- Terreni e substrati repressivi.
- Malattie delle colture orticole e ornamentali in contenitore e delle colture fuori suolo (indicazioni di difesa).
- Casi di studio. Fuori suolo (filtrazione su sabbia come sistema integrato biologico, fisico e agronomico); colture in
ambiente protetto (gestione climatica, difesa chimica e difesa biologica); colture orticole (uso dell'innesto e
- 354 -
necessità di combinazione a strategie di difesa chimica); colture minori.
- Evoluzione della difesa delle piante nel contesto dei cambiamenti climatici.
- Cenni di legislazione e quarantena. Introduzione inaspettata di nuovi patogeni: esempi pratici e strategie di
soluzione. Specie aliene invasive.
- Difesa di piante ornamentali e dei tappeti erbosi (parte generale: spiegazione delle principali specie da tappeto
erboso. Parte speciale: descrizione delle principali malattie fungine, con indicazioni riguardanti la difesa soprattutto
agronomica, e poi chimica).
English
The course forms part of the field of knowledge of CROP PROTECTION and provides information on plant pathogens
and more details on biological and integrated control of plant diseases.
General Part
Importance of vegetable and ornamental crops. Characteristics of vegetable and ornamental crops in relation to
their effect on disease incidence. Symptomatology.
Bacterial diseases: symptoms, diagnosis, epidemiology and control. The major bacterial diseases of vegetable and
ornamental crops.
Fungal diseases caused by oomycetes: symptoms, diagnosis, epidemiology and control. Leaf (Peronospora spp.)
and root (Pythium sp. Phytophthora sp) diseases of vegetable crops, ornamentals, cut and potted flowers.
Fungal diseases caused by fungi belonging to the group of Ascomycota: symptoms, diagnosis, epidemiology and
control. Leaf (powdery mildew...) and root (wilt, basal and stem rot...) diseases of vegetable crops, ornamentals, cut
and potted flowers.
Fungal diseases caused by fungi belonging to the group of Basidiomycota: diagnosis, epidemiology and control.
Virus diseases: general characteristics about viruses, viroids and phytoplasmas and description of alterations
caused by them on vegetable and ornamental crops.
Non-parasitic diseases.
Special part
Crop protection in industrialized countries (perspective, critical issues, the role of agricultural policies, ...) and in
developing countries (availability of technical means…).
Forecasting models. Simulation of epidemics and warning systems.
Control: agronomic practices, preventive, physical means. Evolution of the concept of crop protection. Importance
and role of crop protection with particular reference to intensive cropping systems (full field, greenhouse, ...).
Control strategies: exclusion, prevention, eradication.
Cultural practices, examples for protected crops and in open field.
Physical control methods. Thermotherapy, steam and radiations. Solarisation. Controlled atmosphere. Examples of
application in vegetable crops.
- 355 -
Genetic control. Use of resistant cultivars, first-generation hybrids, resistant rootstocks. Possibilities and limitations.
Systems for assessing resistance, sensitivity and biological specialization. Examples of application in horticulture.
Chemical and integrated control. Chemical products. Criteria used in the synthesis and research of new molecules.
Fungicides and fumigants. Formulation of fungicides. Mode of action of the main groups of fungicides. Systemic
fungicides: characteristics and criteria for use. Chemical structure of the main groups of fungicides. Negative effects:
phytotoxicity and resistance. Anti-resistance strategies. Examples of management of resistance to fungicides.
Handling and classification of formulations. Set up of a chemical control trial. Resistance to fungicides. Monitoring
techniques of resistance. Legislation about registration and extension of the label.
Biological control. Natural and biological products. Antagonists against fungal pathogens: development and
opportunities. Production, formulation and use of biological means. Natural products. Organic farming. Criteria for
control, products available, legislation. Biological products and seed coating. Handling and classification of
formulations.
Diseases of vegetable and ornamental crops, under protected environment and soil-less cultivation.
Set up and management of a biological control trial.
Suppressive soils and substrates.
Case Studies. Soil-less crops (slow sand filtration as a biological, physical and agronomical integrated system);
protected crops (environmental management, chemical and biological control); vegetable crops (use of grafting
and integration with chemical strategies); minor crops.
Evolution of the crop protection in the context of climate changes.
Legislation and quarantine. Introduction of new pathogens: examples and control strategies. Invasive alien species.
Diseases of ornamentals and turfgrass (general part: explanation of the main turf species. Special part: description
of the major fungal diseases, including information related to their control, especially agronomical and chemical).
Teaching area: Area of crop protection.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Agrios G.N., (1997), Plant Pathology, 4th Edition, Academic Press, 635 pagine.
Albajes R., Gullino M.L., Van Lenteren J., Elad Y. (1999) Integrated Pest and Disease Management in Greenhouse
Crops. Kluwer Academic Publishers, 568 pagine.
Garibaldi A., Gullino M.L., Lisa V. (1999) Malattie delle piante ornamentali. Edagricole, Bologna, 574 pagine.
Gullino M. L. (2010) Plant Pathology in the 21st Century: Contributions to the 9th International Congress. Springer
Verlag, 1150 pagine.
Gullino M.L., Mocioni M., Zanin G., Alma A. (2000) La difesa dei tappeti erbosi. Edizioni L'Informatore agrario, Verona,
192 pagine.
Matta A. (1996) Fondamenti di patologia vegetale. Patròn Editore, XVI-496 pagine. ISBN: 8855523848
English
Agrios G.N., (1997), Plant Pathology, 4th Edition, Academic Press, 635 pagine.
- 356 -
Albajes R., Gullino M.L., Van Lenteren J., Elad Y. (1999) Integrated Pest and Disease Management in Greenhouse
Crops. Kluwer Academic Publishers, 568 pagine.
Garibaldi A., Gullino M.L., Lisa V. (1999) Malattie delle piante ornamentali. Edagricole, Bologna, 574 pagine.
Gullino M. L. (2010) Plant Pathology in the 21st Century: Contributions to the 9th International Congress. Springer
Verlag, 1150 pagine.
Gullino M.L., Mocioni M., Zanin G., Alma A. (2000) La difesa dei tappeti erbosi. Edizioni L'Informatore agrario, Verona,
192 pagine.
Matta A. (1996) Fondamenti di patologia vegetale. Patròn Editore, XVI-496 pagine. ISBN: 8855523848
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=804j
- 357 -
Difesa del suolo - C.I. (Anno Accademico 2015/2016)
SOIL CONSERVATION
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0368
Docente:
Prof. Michele FREPPAZ (Affidamento interno)
Ing. Enrico Corrado BORGOGNO MONDINO (Affidamento interno)
Contatti docente:
011 6708514, [email protected]
Corso di studio:
[f001-c504] LM - Scienze forestali e ambientali
Anno:
2° anno
Tipologia:
C - Affine o integrativo
Crediti/Valenza:
8
SSD attvità didattica:
AGR/14 - pedologia
ICAR/06 - topografia e cartografia
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
Moduli didattici:
Prevenzione dell'erosione del suolo, delle frane e delle valanghe (Anno Accademico 2015/2016)
Telerilevamento e fotointerpretazione (Anno Accademico 2015/2016)
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=xxlp
Prevenzione dell'erosione del suolo, delle frane e delle valanghe (Anno Accademico
2015/2016)
PREVENTION OF SOIL EROSION, LANDSLIDES AND SNOW AVALANCHES
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0368
Docente:
Prof. Michele FREPPAZ (Affidamento interno)
Contatti docente:
011 6708514, [email protected]
Anno:
Tipologia:
Crediti/Valenza:
4
SSD attvità didattica:
AGR/14 - pedologia
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Orale
- 358 -
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Conoscenza delle caratteristiche e delle modalità d'innesco dei fenomeni erosivi e delle frane superficiali.
Presentazione delle corrette strategie di gestione del suolo per ridurne la vulnerabilità ai fenomeni erosivi.
Comprensione dei fattori predisponenti il distacco delle valanghe e delle tecniche utilizzabili per ridurre
l'esposizione a tale pericolo naturale (es. Carta di localizzazione probabile delle valanghe, tecniche di distacco
artificiale).
English
Knowledge of the triggering mechanisms of shallow landslides and soil erosion processes. Introduction to the best
soil management practices for the reduction of the erosion risk. Analysis of the triggering mechanisms of snow
avalanches and introduction to the techniques to mitigate snow avalanche hazard (e.g. snow avalanche hazard
mapping, artificial triggering of avalanches).
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Alla fine del modulo gli studenti avranno acquisito piena comprensione dei meccanismi alla base dell'innesco dei
fenomeni erosivi, dei movimenti superficiali del suolo e delle valanghe. Inoltre avranno appreso le principali
tecniche di prevenzione e mitigazione di tali fenomeni.
English
This module provides an introduction to the triggering mechanisms of soil erosion, shallow landslides and snow
avalanches. Moreover the course will introduce the students to the techniques for prevention and mitigation of such
natural hazards.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
Il modulo consiste di 32 ore di lezione frontale in aula ed 8 ore di esercitazioni in campo. Per le lezioni frontali il
docente si avvale di presentazioni multimediali che sono a disposizione degli studenti
English
The module consists of 32 houres of lectures and 8 hours devoted to field work. For lectures the teacher makes use
of presentations which are available to students.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Quiz anonimo a risposta multipla dopo 20 ore di lezione, senza valore per la valutazione finale, ma utile allo studente
per stimare il proprio grado di apprendimento.
L'esame finale consiste in un colloquio orale, volto alla verifica della capacità di ragionamento e di collegamento tra
le conoscenze acquisite in questo modulo e nel modulo di Telerilevamento e Fotointerpretazione. Sono rivolte
almeno tre domande per ciascun modulo. Il superamento dell'esame avviene soltanto se si raggiunge la sufficienza
- 359 -
in entrambi i moduli.
English
Anonymous multiple choice quiz after 20 hours of lectures, not valid for the final evaluation, but helpful to the
student in order to estimate the degree of learning.
The final exam is an oral exam. It involves the verification of the ability to acquire, elaborate and express knowledge
both in this module and in the integrated module Optical remote sensing and Image interpretation. In order to pass
the examination the students have to get the pass mark in both modules.
PROGRAMMA
Italiano
Il modulo fa parte delle aree della conoscenza della Difesa del suolo e della prevenzione dei rischi naturali e
dell'Ingegneria forestale
Classificazione delle frane
Valutazione dei fattori predisponenti il distacco di frane superficiali
Metodi per la valutazione della vulnerabilità del suolo all'erosione
Classificazione delle valanghe
Il Bollettino Valanghe
Tecniche di riduzione dell'esposizione al pericolo valanghe
English
The module is part of the learning areas Soil conservation and natural hazards prevention and Forest engineering
Landslides classification
Triggering mechanisms of shallow landslides
Soil properties influencing erodibility
Snow avalanche classification
Snow and avalanche bullettin
Techniques for the snow avalanche hazard mitigation
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
McClung D., Schaerer P. Manuale delle Valanghe, Ed. Zanichelli
Morgan R.P.C. Soil Erosion and Conservation, Ed. Wiley-Blackwell
English
McClung D., Schaerer P. Manuale delle Valanghe, Ed. Zanichelli
Morgan R.P.C. Soil Erosion and Conservation, Ed. Wiley-Blackwell
- 360 -
NOTA
Italiano
Il materiale didattico sarà caricato sulla piattaforma CampusNet nel corso dello svolgimento del modulo.
English
The didactic material will be uploaded in CampusNet during the development of the module.
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=roeh
- 361 -
Telerilevamento e fotointerpretazione (Anno Accademico 2015/2016)
OPTICAL REMOTE SENSING AND IMAGE INTERPRETATION
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0368
Docente:
Ing. Enrico Corrado BORGOGNO MONDINO (Affidamento interno)
Contatti docente:
0116705523, [email protected]
Anno:
Tipologia:
Crediti/Valenza:
4
SSD attvità didattica:
ICAR/06 - topografia e cartografia
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Scritto
PREREQUISITI
Italiano
Benchè nessuna propedeuticità sia prevista in modo formale, è auspicabile che lo studente affronti il modulo
avendo conoscenza dei fondamenti di Analisi Matematica (studio di funzione, derivate totali e parziali, integrali), di
Fisica elettromagnetismo e ottica), di Statistica (trattamento delle osservazioni), di Topografia/Cartografia e GIS.
English
No requirement is strictly due for this module but, it is warmly suggested to face it having basics of Mathematics,
Physics, Statistics, GIS and Survey
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Formazione di base nell'ambito del telerilevamento ottico multispettrale finalizzato alla produzione di carte
tematiche di copertura e uso del suolo e all'utilizzo di indici spettrali da utilizzarsi come indicatori ambientali. In
particolare l'attenzione verrà posta sui dati satellitari gratuiti a media risoluzione spaziale utili per indagini alla scala
territoriale e di paesaggio.
English
Fundamentals of mulstispectral optical remote sensing aimed at the generation of land use/land cover maps and at
the exploitation of spectral indices related to environmental indicators. The focus is on the free available image
datasets having a middle geometric resolution, useful for investigations at the territorial and landscape scale.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Alla fine del modulo lo studente sarà in grado di interpretare un'immagine satellitare multi-spettrale e di
comprenderne le fasi si processamento che la trasformano da dato grezzo in prodotto cartografico tematico. Le
competenze consegnate allo studente riguardano: a) capacità di selezionare la tipologia di dato satellitare utile ai fini
di una specifica applicazione sula base delle sue caratteristiche geometriche, spettrali, radiometriche e temporali;
b) capacità di leggere con competenza tutti i dati di accuratezza (metrica e semantica) che riguardano una carta
- 362 -
tematica derivata da satellite; c) capacità di interpretare i principali indici spettrali derivabili da dati telerilevati; d)
capacità di generare carte tematiche e valutarne la qualità attraverso l'adozione di classificatori assistiti e
automatici.
English
At the end of the module students will be skilled in multispectral satellite image interpretation and processing aimed
at thematic map generation. Acquired skills will be the able to: a) select the most suitable satellite data to face a
specific application on the basis of its spectral, radiometric, geometric and temporal features; b) evaluate and
define the accuracy (position and content) of generated results; c) generate and interpret spectral indices useful to
map landscape properties; d) generate thematic maps by supervised and unsupervised approaches.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
Il modulo si sviluppa per l'intera durata attraverso l'erogazione di lezioni frontali (36 ore), nel corso delle quali il
docente procede anche all'esemplificazione pratica (esercitaioni, 4 ore) dei concetti espressi ed in particolare al
processamento dei dati. In questa fase gli studenti vengono addestrati all'utilizzo di software freeware (SAGA GIS e
QGIS) per l'esecuzione dell'intero flusso di lavoro che permette di estrarre informazioni territoriali dai dati satellitari
utilizzati come esempio. Sulla base delle competenze acquisite gli studenti, organizzati in gruppi di lavoro,
procedono, al di fuori dell'orario di lezione, al processamento di dati campione e redigono un report tecnico che
illustra una applicazione territoriale attinente la difesa del suolo e concordata con il docente del modulo di
"Prevenzione dell'erosione del suolo, delle frane e delle valanghe ", in cui il telerilevamento costituisca la
metodologia di indagine. Per le lezioni frontali il docente si avvale di presentazioni multimediali che sono a
disposizione degli studenti tramite piattaforma CAMPUSNET.
English
The module is made of frontal lessons (36 hours) where theoretical aspects are coupled with practical examples
(exercises, 4 hours) concerning operational processing of satellite data. Students are trained on the basic use of
free processing software (SAGA GIS and QGIS) useful for the extraction of territorial information from satellite data.
Once trained, students operate in working groups to face a practical application dealing with soil
preservationdecided together with the teacher of the module of "PREVENTION OF SOIL EROSION, LANDSLIDES
AND SNOW AVALANCHES". They will be required to producie a technical report describing the operational workflow
and professional considerations about obtained results. Students will be provided with slides and data that the
teacher uses during lessons through the CAMPUSNET system.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
L'efficacia delle lezioni viene verificata procedendo, all'inizio di ciascuna lezione (10 minuti) , ad un limitato dibattito
riguardante i contenuti della lezione precedente, nel corso del quale gli studenti sono invitati a rispondere a
domande e sollecitati a proporne. Tale azione non contribuisce alla valutazione finale, ma costituisce un utile
strumento per lo studente di autovalutare il proprio grado di apprendimento.
L'appello d'esame è subordinato alla redazione di un report tecnico scritto, realizzato per gruppi, relativo ad un
caso studio attinente i contenuti del corso e sviluppato con l'utilizzo di dati telerilevati forniti dal docente e con
software di settore ottenibili gratuitamente dagli studenti. IL docente, a cui il documento verrà consegnato almeno 3
giorni prima dell'appello, procede alla sua valutazione che contribuirà per un terzo a quella finale del modulo. Il
report costituisce anche il punto di partenza del colloquio orale che intende verificare le competenze scientifiche e
- 363 -
le basi teoriche acquisite. L'esame sarà condotto congiuntamente con il docente del modulo di "Prevenzione
dell'erosione del suolo, delle frane e delle valanghe" per verificare come le nozioni trasmesse siano state recepite
e trasefrite nell'ambito specifico di intervento territoriale (erosione suolo, frane e valanghe). Il superamento
dell'esame avviene soltanto se si raggiunge la sufficienza in entrambi i moduli. Vengono poste almeno tre domande
per ciascun modulo. Il punteggio finale risulta dalla media aritmetica dei punteggi ottenuti sui due moduli.
English
Effectiveness of lessons is verified by discussing with the students at the beginning of a new lesson (10 minutes), the
content of the last preceding one. In this context students are invited to answer some technical questions and
proposing their own ones.
Final exam can be given only if a technical report, composed by a group of students, concerning a case study
based on the use of remotely sensed data.
The report has to be sent to professor at least 3 days before exam date. Professor evaluate it; its wieght on final
score is one third of the total. During exam the report is the starting point from which theoretical and sccientific
questions will start. Oral exam will be done together with the teacher of the module of "PREVENTION OF SOIL
EROSION, LANDSLIDES AND SNOW AVALANCHES", to check how information concerning remote sensing is applied
to the practical application of soil erosion, landslides and snow avalanches. Exam is passed only if the score is
positive for both evaluated modules. Final score is the mathematical mean.
PROGRAMMA
Italiano
Il corso fa parte delle aree della conoscenza dell'INGEGNERIA FORESTALE, della GESTIONE MULTIFUNZIONALE
SOSTENIBILE DELLE RISORSE FORESTALI e della DIFESA DEL SUOLO E PREVENZIONE DAI RISCHI NATURALI
Introduzione al Telerilevamento: definizioni e leggi fisiche fondamentali ,(Ingegneria forestale).
Interazione tra energia elettromagnetica e superfici: riflettanza, trasmittanza, assorbanza, emittanza. Rugosità
delle superfici e geometria dell'illuminazione, (Ingegneria forestale).
Firme spettrali; interazione tra atmosfera e radiazione elettromagnetica: finestre atmosferiche e diffusione
(Ingegneria forestale)
Tipologie di satelliti per l'Osservazione della Terra: geostazionari ed elio-sincroni; Principali missioni. Schema
di sensore; L'immagine digitale: definizione numerica e caratteristiche operative (risoluzioni), (Ingegneria
forestale).
Processamento dell'immagine: istogramma di frequenza, contrasto, scatterogrammi, filtri digitali e operatori
matriciali: indici spettrali (Ingegneria forestale).
&nb sp;
Le immagini a colori: cenni di colorimetria e foto interpretazione; il flusso di lavoro di un telerilevatore,
(Ingegneria forestale).
&nb sp;
;
& nbsp;
&nb sp;
;
& nbsp;
Pre-processamento radiometrico delle immagini: calibrazione in radianza e riflettanza, correzione
atmosferica, correzione topografica, (Ingegneria forestale)
La georeferenziazione delle immagini, (Ingegneria forestale).
La classificazione delle immagini: assistita e automatica; principali algoritmi (Gestione multifunzionale
sostenibile delle risorse forestali)
Verifica dell'accuratezza della classificazione: matrice d'errore e parametri di prestazione (Gestione
multifunzionale sostenibile delle risorse forestali)
English
Introduction to Remote Sensing: definitions and main physical laws
Interaction between surfaces and electromagnetic radiation: reflectance, transmittance, absorbance,
- 364 -
emittance. Surface roughness and geometry of lighting.
;
& nbsp;
&nb sp;
;
&
nbsp;
&nb sp;
Surface Spectra; interaction between atmosphere and electromagnetic radiation: atmospheric windows and
scattering
Satellites for Earth Observation: geostationary and sun-synchronous. Main missions, Sensor scheme, digital
image: numerical definition and operational features (resolutions).
&n bsp;
&nbs p;
Image processing: histogram, contrast enhancement, scatter plots, digital filters, matrix operators: spectral
indices from satellite imagery.
&n bsp;
&nbs p;
&n bsp;
&nbs p;
&n bsp;
Color images: basics of colorimetry and image interpretation; the remote sensing workflow
Radiometric pre-processing: radiance/reflectance calibration, atmospheric correction, topographic
correction.
Image georeferencing
&n bsp;
&nbs p;
&n bsp;
&nbs p;
&n
bsp;
Image classification: supervised and unsupervised classifiers
Classification Accuracy: confusion matrix and statistical parameters
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
[1] Principi e Metodi di Telerilevamento (Brivio, Lechi, Zilioli, 2006), Città Studi Edizioni
[2] Telerilevamento: Informazione Territoriale mediante immagini da satellite, A. Dermanis, L.Biagi, Casa Editrice
Ambrosiana
[3] Elementi di Geomatica, M.A. Gomarasca, Ed. AIT, 2004.
English
[1] Principi e Metodi di Telerilevamento (Brivio, Lechi, Zilioli, 2006), Città Studi Edizioni
[2] Telerilevamento: Informazione Territoriale mediante immagini da satellite, A. Dermanis, L.Biagi, Casa Editrice
Ambrosiana
[3] Elementi di Geomatica, M.A. Gomarasca, Ed. AIT, 2004.
NOTA
Italiano
Il materiale didattico sarà caricato sulla piattaforma CampusNet nel corso dello
svolgimento del modulo.
English
Didactic material will be available for students through the CampusNet distribution system
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=zrnx
- 365 -
Difesa della vite - C.I. (Anno Accademico 2015/2016)
VINE PROTECTION
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: INT0608
Docente:
Prof. Alberto ALMA (Affidamento interno)
Prof. Piero Attilio BIANCO (Affidamento interno)
Contatti docente:
0116708534, [email protected]
Corso di studio:
[f290-c511] LM - Scienze viticole ed enologiche
Anno:
1° anno
Tipologia:
B - Caratterizzante
Crediti/Valenza:
10
SSD attvità didattica:
AGR/11 - entomologia generale e applicata
AGR/12 - patologia vegetale
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
Moduli didattici:
Approfondimenti di entomologia (Anno Accademico 2015/2016)
Approfondimenti di patologia viticola (Anno Accademico 2015/2016)
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=ue51
Approfondimenti di entomologia (Anno Accademico 2015/2016)
ADVANCED GRAPEVINE ENTOMOLOGY
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: INT0608
Docente:
Prof. Alberto ALMA (Affidamento interno)
Contatti docente:
0116708534, [email protected]
Anno:
Tipologia:
Crediti/Valenza:
5
SSD attvità didattica:
AGR/11 - entomologia generale e applicata
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Orale
- 366 -
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Fornire conoscenze di morfologia e di bio-etologia concernenti gli insetti (indigeni ed esotici) dannosi alla vite.
Competenze sulle strategie di difesa e sui metodi alternativi all'uso dei prodotti chimici, quali lotta preventiva basata
su principi ecologici, lotta naturale con ruolo di siepi e incolti, lotta biologica e lotta integrata, controllo simbiotico.
English
The aim is to provide knowledge of morphology and bio-ethology concerning insects (indigenous and exotic)
damaging grapevine. Expertise on defense strategies and alternative methods to the use of chemicals, such as
preventive control based on ecological principles, natural control with the role of hedges and uncultivated lands,
biological control and integrated pest management, symbiotic control.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Gli studenti dovranno essere in grado, attraverso le competenze fornite dal corso, di riconoscere le più importanti
specie d'insetti, indigeni ed esotici di temuta introduzione, che causano danno diretto e trasmetto agenti eziologici
di malattie d'interesse economico alla vite. Essere in grado di valutare l'influenza dell'ambiente sull'epidemiologia e
impostare adeguate strategie di difesa, con particolare riguardo alle tecniche a basso impatto ambientale.
English
The students should be able, through the skills provided by the course, to recognize the most important species of
insects, indigenous and exotic, with a high risk of introduction, which cause direct damage and transmit etiologic
agents of diseases of economic interest to grapevine. They should be able to evaluate the influence of the
environment on the epidemiology, and set up appropriate defense strategies, with particular emphasis on
techniques with a low environmental impact.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
Il corso consiste di 24ore di lezione frontale e 16 ore dedicate ad attività di laboratorio e in vigneto. A fine corso
sarà effettuata una uscita didattica in aziende viticole piemontesi. Per le lezioni frontali il docente si avvale di
presentazioni PowerPoint che sono a disposizione degli studenti.
English
The course consists of 24 hours of lectures and 16 hours devoted to laboratory and vineyard activities. At the end of
the course, there will be an educational trip to wine-producing farms of Piedmont. For the lectures, the teacher
makes use of PowerPoint presentations that are available to the students and articles for critical readings.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Al termine dellelezioni frontali il docente procederà a una verifica dell'efficacia didattica attraverso domande orali
sui principali argomenti svolti, al fine di evidenziare gli eventuali problemi di apprendimento. Il colloquio non ha
- 367 -
valore per la valutazione finale, ma è utile allo studente per stimare il proprio grado di apprendimento.
L'esame finale è un colloquio orale con domande sugli argomenti trattati e sulle attività di campo e di laboratorio
svolte durante le esercitazioni. Il colloquio ha il fine di verificare la capacità di ragionamento e di collegamento tra le
conoscenze acquisite.
English
At the end of the lectures the teacher will conduct a test of the teaching efficacy through oral questions on the main
arguments in order to highlight any learning problem. The interview has no value for the final evaluation, but it is
helpful to the student to estimate the learning level.
The final exam is an oral exam with questions on the topics discussed and on the field and laboratory activities
carried out during the training. The interview aims to verify the capacity of reasoning and connecting the knowledge
acquired.
PROGRAMMA
Italiano
Gli argomenti trattati, di seguito riportati, rientrano nell'area di apprendimento della produzione e qualità dell'uva.
Presentazione del corso e modalità d'esame.
Parte generale
L'agroecosistema vigneto e gli insetti. Ecologia, etologia e cicli biologici.
Rapporti tra fitofagi, piante ospiti spontanee e vite. Processi di nutrizione. Sintomatologia.
Cause che favoriscono le pullulazioni dei fitofagi. Campionamento delle popolazioni.
Trasmissioni di agenti fitopatogeni quali, virus, fitoplasmi e batteri. Rapporti tra agenti patogeni e vettori.
Insetti di temuta introduzione.
Lotta integrata. Biotecnologie. Biocontrollo attraverso l'impiego dei simbionti.
Parte speciale
Sistematica degli Hemiptera. Insetti fitomizi e fitofagi.
Esercitazioni
Le attività saranno svolte in laboratorio e in campo.
English
The subjects, hereafter reported, are included in the learning area of grape cultivation and quality.
Presentation of the course and the examination
General Section
The vineyard agro-ecosystem and insects. Ecology, ethology and biological cycles.
- 368 -
Relations between pests, wild host plants and grapevine. Nutrition processes. Symptomatology.
Causes that may favour pest outbreaks. Sampling of populations.
Transmission of plant pathogens, such as viruses, phytoplasmas and bacteria. Relationships between pathogens and
vectors.
Insects with a high risk of introduction.
Integrated pest management. Biotechnology. Biocontrol by using symbionts.
Special Section
Systematic of Hemiptera. Plant-sucking and plant-chewing insects.
Training
The activities will be carried out in the laboratory and in the field.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
I testi base consigliati per il corso sono:
Articoli scientifici e materiale didattico (presentazioni PowerPoint) fornito dal docente verranno caricati sulla
piattaforma CampusNet.
English
The recommended basic texts for the course are:
Scientific papers and materials (PowerPoint presentations) provided by the teacher will be loaded on the platform
CampusNet.
NOTA
Italiano
Il corso si svolge nella sede di Asti.
English
The location of the course is Asti.
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=1nre
- 369 -
Approfondimenti di patologia viticola (Anno Accademico 2015/2016)
ADVANCED GRAPEVINE PATHOLOGY
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: INT0608
Docente:
Prof. Piero Attilio BIANCO (Affidamento interno)
Contatti docente:
02 250316794, [email protected]
Anno:
Tipologia:
Crediti/Valenza:
5
SSD attvità didattica:
AGR/12 - patologia vegetale
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Orale
PROPEDEUTICO A
nessun esame
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Apprendere le modalità con le quali le ampelopatie causano danni alla produzione e utilizzare gli strumenti più
idonei a prevenirne l'insorgenza e a contenerne la diffusione, attraverso programmi di gestione integrata.
English
To learn how the disease causes crop loss and how to prevent its early event and spread applying suitable
integrated pest management programs.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Conoscenza delle malattie della vite, dei patogeni che le causano e delle modalità di diffusione in vigneto.
Riconoscimento dei sintomi e applicazione delle principali tecniche diagnostiche per l'identificazione dei patogeni
della vite
English
Knowledge of grapevine diseases, of their causal agents and their pattern of spread in vineyards. To recognise the
- 370 -
disease symptoms and to apply the diagnostic techniques for identification of the pathogens of grapevine
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
English
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Esame orale
English
Oral examination
Orale
ATTIVITÀ DI SUPPORTO
riconoscimento visivo delle sintomatologia della principali malattie della vite
PROGRAMMA
Italiano
Le malattie della vite: ripresa delle principali ampelopatie con particolare riferimento a quelle di carattere
epidemico.
La selezione sanitaria della vite e sua importanza per il settore vivaistico.
La diagnostica fitopatologica e le principali innovazioni tecnologiche (sierologiche e molecolari) nella individuazione
e caratterizzazione dei patogeni della vite.
Nuove acquisizioni sul controllo e la gestione delle malattie fungine: i modelli matematici e le loro applicazioni nella
gestione delle malattie della vite.
Nuove acquisizioni sul controllo e la gestione delle malattie: le nuove tecnologie in materia di prevenzione delle
malattie e utilizzo di principi attivi a contenuto impatto ambientale.
English
The diseases of grapevine: a review of the main maladies of grapevine and in particular for those with epidemic
pattern.
The sanitary selection of grapevine and its importance for the nursery industry.
The plant pathogen detection e the main innovations in serology and molecular biology for identification and
characterization of grapevine pathogens.
Novel achievements for the containment and the management of the fungal diseases: the expert systems and their
use for the disease management.
Novel achievements for the containment and the management of the diseases: new technologies and regulation
- 371 -
protocols for the disease prevention and use of chemicals of lower impact for the environment.
Italiano
elementi di gestione delle malattie della vite
English
elements of grapevine disease management
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
- Belli G. 2011. Elementi di Patologia Vegetale, Piccin editore
-Articoli e rassegne su diversi argomenti concernenti il Corso fornite dal docente
English
- Belli G. 2011. Elementi di Patologia Vegetale, Piccin editor
- Supplied review and articles concerning the topics of the course.
NOTA
Italiano
English
Mutuato da: nessun esame
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=mf6d
- 372 -
Difesa delle piante ornamentali (Anno Accademico 2015/2016)
Disease management of ornamental trees
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: 61253
Docente:
Prof. Paolo GONTHIER (Affidamento interno)
Contatti docente:
0116708697, [email protected]
Anno:
Tipologia:
Crediti/Valenza:
3
SSD attvità didattica:
AGR/12 - patologia vegetale
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Acquisizione dei fondamenti per il riconoscimento delle principali malattie delle piante ornamentali, sulla base del
quadro sintomatologico. Fornire le conoscenze di base sulle strategie di lotta con particolare riguardo alle tecniche
a basso impatto ambientale.
English
Learn the ropes for the diagnosis of the main diseases of ornamental plants, based on symptoms. Provide insights
on control strategies against diseases, with special enphasis on low impact strategies.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Competenze necessarie per saper impostare e applicare criteri di gestione fitosanitaria del verde ornamentale e di
recupero del verde storico.
English
Knowledge on how to desing and adopt management strategies to control diseases of ornamental plants.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
Lezioni frontali; esercitazioni in laboratorio
English
- 373 -
Lectures; laboratory trainings
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
L'apprendimento dei principali concetti del corso e delle relazioni tra i diversi argomenti sarà verificata in itinere
mediante domande poste dal docente all'intera classe o a studenti scelti a caso, seguendo un modello didattico il
più possibile interattivo.
English
Learning of the main concepts of the course and the connections among topics will be verified continuously through
questions asked by the teacher to the entire class or to randomly selected students, according to an interactive
learning model.
PROGRAMMA
Italiano
Malattie abiotiche di origine climatica, edafica e da inquinamenti
Malattie infettive da virus, fitoplasmi, batteri e funghi. Patogenesi ed epidemiologia.
Sintomatologia: alterazioni del colore, della forma, sintomi fogliari, rameali e del tronco.
Patogenesi delle malattie infettive: contaminazione, infezione, incubazione, disseminazione, latenza.
Orientamenti di lotta contro gli agenti patogeni del verde ornamentale
- Lotta chimica: prodotti fitosanitari, modalità di distribuzione ed impiego.
- Lotta agronomica, biologica ed integrata. Miglioramento genetico.
Malattie aspecifiche: Rosellinia spp., Armillaria complex e altri agenti di marciume radicale
Le carie su piante in piedi
- Caratteristiche dei funghi agenti di carie.
- Le fasi di degradazione del legno. Carie bianca o fibrosa e carie bruna o cubica.
- I meccanismi di reazione della pianta: la teoria della compartimentazione (C.O.D.I.T.).
Malattie specifiche trattate per matrice
Conifere: cancri, malattie dei getti e dei rami e malattie degli aghi.
Latifoglie: cancri, necrosi corticali, antracnosi, malattie rameali, malattie fogliari e malattie vascolari.
Cenni sulla valutazione della stabilità degli alberi: il Visual Tree Assessment.
Tecniche diagnostiche strumentali per la valutazione della stabilità degli alberi
English
- 374 -
Biotic causes of diseases: viruses, phytoplasmas, bacteria, fungi. Parasitism and pathogenicity.
Principles of disease management: avoidance, exclusion, eradication, protection and resistance.
Biology and management of ornamental plant diseases.
Root rot agents and wood decay fungi. The C.O.D.I.T. theory.
Diseases of conifers: cankers, needle blights.
Diseases of broadleaves: cankers, bark necrosis, foliar and vascular diseases.
The Visual Tree Assessment and the diagnostic tools for tree inspection.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
CAPRETTI P., RAGAZZI A. 2009. Elementi di patologia forestale. Pàtron Editore, Bologna, pp. 432.
GONTHIER P., NICOLOTTI G. 2013. Infectious forest diseases. CAB International, Wallingford, UK, pp. 704.
GULLINO M.L., MOCIONI M., ZANIN G., ALMA A. 2000. La difesa dei tappeti erbosi. Malattie fungine, nemici animali e
infestanti. Ed. L'Informatore Agrario.
HOWARD LYON H., WARREN T. J. 1987. Diseases of trees and shrubs. Cornell University Press.
MATTHECK C., BRELOER H. 1998 La stabilità degli alberi. Fenomeni meccanici e implicazioni legali dei cedimenti
degli alberi. Il Verde Editoriale.
NICOLOTTI G., DELLA BEFFA, MONDINO G.P., PALENZONA M. 2002. Alberi monumentali in Piemonte. Presenze e
Avversità. Priuli & Verlucca Editore.
STROUTS R.G., WINTER T.G. 1994. Diagnosis of ill-health in trees. Forestry Commission, Department of the
Environment.
English
CAPRETTI P., RAGAZZI A. 2009. Elementi di patologia forestale. Pàtron Editore, Bologna, pp. 432.
GONTHIER P., NICOLOTTI G. 2013. Infectious forest diseases. CAB International, Wallingford, UK, pp. 704.
GULLINO M.L., MOCIONI M., ZANIN G., ALMA A. 2000. La difesa dei tappeti erbosi. Malattie fungine, nemici animali e
infestanti. Ed. L'Informatore Agrario.
HOWARD LYON H., WARREN T. J. 1987. Diseases of trees and shrubs. Cornell University Press.
MATTHECK C., BRELOER H. 1998 La stabilità degli alberi. Fenomeni meccanici e implicazioni legali dei cedimenti
degli alberi. Il Verde Editoriale.
NICOLOTTI G., DELLA BEFFA, MONDINO G.P., PALENZONA M. 2002. Alberi monumentali in Piemonte. Presenze e
Avversità. Priuli & Verlucca Editore.
STROUTS R.G., WINTER T.G. 1994. Diagnosis of ill-health in trees. Forestry Commission, Department of the
Environment.
NOTA
- 375 -
Italiano
English
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=97pf
- 376 -
Difesa e gestione delle specie vegetali - C.I. (Anno Accademico 2015/2016)
DISEASE MANAGEMENT OF ORNAMENTAL TREES
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: 60993
Docente:
Prof. Paolo GONTHIER (Affidamento interno)
Dott. Chiara FERRACINI (Affidamento interno)
Contatti docente:
0116708697, [email protected]
Corso di studio:
[f001-c001] LM - Progettazione delle aree verdi e del paesaggio
Anno:
1° anno
Tipologia:
C - Affine o integrativo
Crediti/Valenza:
6
SSD attvità didattica:
AGR/11 - entomologia generale e applicata
AGR/12 - patologia vegetale
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
Moduli didattici:
Difesa delle piante ornamentali (Anno Accademico 2015/2016)
Lotta ai nemici animali delle piante ornamentali (Anno Accademico 2015/2016)
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=l4uv
Difesa delle piante ornamentali (Anno Accademico 2015/2016)
Disease management of ornamental trees
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: 61253
Docente:
Prof. Paolo GONTHIER (Affidamento interno)
Contatti docente:
0116708697, [email protected]
Anno:
Tipologia:
Crediti/Valenza:
3
SSD attvità didattica:
AGR/12 - patologia vegetale
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Orale
- 377 -
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Acquisizione dei fondamenti per il riconoscimento delle principali malattie delle piante ornamentali, sulla base del
quadro sintomatologico. Fornire le conoscenze di base sulle strategie di lotta con particolare riguardo alle tecniche
a basso impatto ambientale.
English
Learn the ropes for the diagnosis of the main diseases of ornamental plants, based on symptoms. Provide insights
on control strategies against diseases, with special enphasis on low impact strategies.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Competenze necessarie per saper impostare e applicare criteri di gestione fitosanitaria del verde ornamentale e di
recupero del verde storico.
English
Knowledge on how to desing and adopt management strategies to control diseases of ornamental plants.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
Lezioni frontali; esercitazioni in laboratorio
English
Lectures; laboratory trainings
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
L'apprendimento dei principali concetti del corso e delle relazioni tra i diversi argomenti sarà verificata in itinere
mediante domande poste dal docente all'intera classe o a studenti scelti a caso, seguendo un modello didattico il
più possibile interattivo.
English
Learning of the main concepts of the course and the connections among topics will be verified continuously through
questions asked by the teacher to the entire class or to randomly selected students, according to an interactive
learning model.
PROGRAMMA
Italiano
- 378 -
Malattie abiotiche di origine climatica, edafica e da inquinamenti
Malattie infettive da virus, fitoplasmi, batteri e funghi. Patogenesi ed epidemiologia.
Sintomatologia: alterazioni del colore, della forma, sintomi fogliari, rameali e del tronco.
Patogenesi delle malattie infettive: contaminazione, infezione, incubazione, disseminazione, latenza.
Orientamenti di lotta contro gli agenti patogeni del verde ornamentale
- Lotta chimica: prodotti fitosanitari, modalità di distribuzione ed impiego.
- Lotta agronomica, biologica ed integrata. Miglioramento genetico.
Malattie aspecifiche: Rosellinia spp., Armillaria complex e altri agenti di marciume radicale
Le carie su piante in piedi
- Caratteristiche dei funghi agenti di carie.
- Le fasi di degradazione del legno. Carie bianca o fibrosa e carie bruna o cubica.
- I meccanismi di reazione della pianta: la teoria della compartimentazione (C.O.D.I.T.).
Malattie specifiche trattate per matrice
Conifere: cancri, malattie dei getti e dei rami e malattie degli aghi.
Latifoglie: cancri, necrosi corticali, antracnosi, malattie rameali, malattie fogliari e malattie vascolari.
Cenni sulla valutazione della stabilità degli alberi: il Visual Tree Assessment.
Tecniche diagnostiche strumentali per la valutazione della stabilità degli alberi
English
Biotic causes of diseases: viruses, phytoplasmas, bacteria, fungi. Parasitism and pathogenicity.
Principles of disease management: avoidance, exclusion, eradication, protection and resistance.
Biology and management of ornamental plant diseases.
Root rot agents and wood decay fungi. The C.O.D.I.T. theory.
Diseases of conifers: cankers, needle blights.
Diseases of broadleaves: cankers, bark necrosis, foliar and vascular diseases.
The Visual Tree Assessment and the diagnostic tools for tree inspection.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
CAPRETTI P., RAGAZZI A. 2009. Elementi di patologia forestale. Pàtron Editore, Bologna, pp. 432.
GONTHIER P., NICOLOTTI G. 2013. Infectious forest diseases. CAB International, Wallingford, UK, pp. 704.
GULLINO M.L., MOCIONI M., ZANIN G., ALMA A. 2000. La difesa dei tappeti erbosi. Malattie fungine, nemici animali e
- 379 -
infestanti. Ed. L'Informatore Agrario.
HOWARD LYON H., WARREN T. J. 1987. Diseases of trees and shrubs. Cornell University Press.
MATTHECK C., BRELOER H. 1998 La stabilità degli alberi. Fenomeni meccanici e implicazioni legali dei cedimenti
degli alberi. Il Verde Editoriale.
NICOLOTTI G., DELLA BEFFA, MONDINO G.P., PALENZONA M. 2002. Alberi monumentali in Piemonte. Presenze e
Avversità. Priuli & Verlucca Editore.
STROUTS R.G., WINTER T.G. 1994. Diagnosis of ill-health in trees. Forestry Commission, Department of the
Environment.
English
CAPRETTI P., RAGAZZI A. 2009. Elementi di patologia forestale. Pàtron Editore, Bologna, pp. 432.
GONTHIER P., NICOLOTTI G. 2013. Infectious forest diseases. CAB International, Wallingford, UK, pp. 704.
GULLINO M.L., MOCIONI M., ZANIN G., ALMA A. 2000. La difesa dei tappeti erbosi. Malattie fungine, nemici animali e
infestanti. Ed. L'Informatore Agrario.
HOWARD LYON H., WARREN T. J. 1987. Diseases of trees and shrubs. Cornell University Press.
MATTHECK C., BRELOER H. 1998 La stabilità degli alberi. Fenomeni meccanici e implicazioni legali dei cedimenti
degli alberi. Il Verde Editoriale.
NICOLOTTI G., DELLA BEFFA, MONDINO G.P., PALENZONA M. 2002. Alberi monumentali in Piemonte. Presenze e
Avversità. Priuli & Verlucca Editore.
STROUTS R.G., WINTER T.G. 1994. Diagnosis of ill-health in trees. Forestry Commission, Department of the
Environment.
NOTA
Italiano
English
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=97pf
- 380 -
Lotta ai nemici animali delle piante ornamentali (Anno Accademico 2015/2016)
Control of the pests of the ornamental plants
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: 61254
Docente:
Dott. Chiara FERRACINI (Affidamento interno)
Contatti docente:
011/6708700, [email protected]
Anno:
Tipologia:
Crediti/Valenza:
3
SSD attvità didattica:
AGR/11 - entomologia generale e applicata
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Acquisire i fondamenti per il riconoscimento delle principali malattie e dei nemici animali delle piante
ornamentali, sulla base del quadro sintomatologico. Fornire le conoscenze di base sulle strategie di lotta con
particolare riguardo alle tecniche a basso impatto ambientale.
English
The course will enable the student to recognize the most important pests of the ornamental plants, with particular
regard to the main control strategies with low environmental impact.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Acquisire le competenze necessarie per impostare e applicare criteri di gestione fitosanitaria del verde
ornamentale e di recupero del verde storico.
English
To acquire the expertise in order to plan and apply the right strategies to contain the pests of the urban green.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
Il corso consiste di lezioni frontali ed esercitazioni di laboratorio con visione di scatole entomologiche.
English
- 381 -
The course consists of lectures and laboratory activities, during which entomological drawers will be examined.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Durante il corso, al termine della trattazione di ogni argomento, sarà organizzata una discussione comune sul tema.
Le esercitazioni pratiche rappresenteranno un'ulteriore occasione di verifica dell'apprendimento.
English
During classes, at the end of the presentation of each topic, a discussion section will be held. Practicals will be a
further occasion to evaluate the level of learning.
PROGRAMMA
Italiano
Modulo: Lotta ai nemici animali delle piante ornamentali
Rapporti tra fitofagi e piante ospiti. Processi di nutrizione, danni diretti e indiretti. Sintomatologia.
Cause che favoriscono le pullulazioni dei fitofagi.
Tecniche di campionamento.
Fitofagi indigeni, acquisiti ed esotici. Fitofagi di temuta introduzione problemi e prospettive.
Metodi di lotta con particolare attenzione alle strategie a basso impatto ambientale.
Endoterapia.
Lotta naturale e biologica.
Principali fitofagi dannosi in ambiente urbano: per ogni specie trattata saranno fornite le linee guida per le strategie
di difesa da adottare.
English
Unit: Control methods against animal pests of ornamental plants.
Relationships between pests and host plants. Nutrition processes, direct and indirect damage. Symptoms. Causes
that favour the proliferation of pests. Sampling techniques.
Autochthonous pests, acquired and exotic. Plant pests of feared introduction, problems and perspectives.
Control methods. Endotherapic techniques. Natural and biological control.
Arthropods harmful to: broadleaf trees, shrubs, bushes and hedges, conifers; lawns, exotic plants
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Presentazioni PowerPoint e articoli per le letture critiche saranno caricati sulla piattaforma Campusnet.
- 382 -
English
Power point slides and scientific papers concerning the main topics will be provided on the Campusnet platform.
NOTA
Italiano
Esame orale
English
Oral examination
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=9s4z
- 383 -
Diritto amministrativo (Anno Accademico 2015/2016)
ADMINISTRATIVE LAW
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0108
Docente:
Prof. Armando GIUFFRIDA (Contratto)
Contatti docente:
[email protected]
Corso di studio:
[f001-c711] L - Scienze forestali e ambientali
Anno:
2° anno
Tipologia:
C - Affine o integrativo
Crediti/Valenza:
8
SSD attvità didattica:
IUS/10 - diritto amministrativo
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Il corso si propone si offrire allo studente, non giurista, la conoscenza di base del diritto amministrativo italiano,
europeo e internazionale, con particolare riferimento alla legislazione in materia ambientale e forestale.
English
The course aims at providing the student, not jurist, the basic knowledge of the Italian administrative law, European
and international level, with particular reference to environmental and forest legislation.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Il corso si propone si offrire la basi conoscitive del diritto forestale e ambientale interno, tenendo conto dei
rapporti sempre più rilevanti con il diritto internazionale e comunitario.
English
The course aims to provide basic knowledge of the forest and environmental law, especially with regard to
relations with the International and Community law.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
English
- 384 -
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Orale
English
Oral
PROGRAMMA
Italiano
I contenuti del programma appartengono all'area di apprendimento economico-giuridica.
Parte generale di diritto amministrativo:
– Il diritto amministrativo italiano e le sue fonti normative. I principi del diritto internazionale e la loro rilevanza nel
diritto amministrativo interno. Il diritto europeo e le sue fonti normative. Elementi di diritto amministrativo
comunitario. Regolamenti e direttive. Le situazioni giuridiche soggettive rilevanti per il diritto amministrativo: diritto
soggettivo, interesse legittimo, interesse diffuso, etc.
– La funzione amministrativa: i principi costituzionali ed europei. Il funzionamento, l'organizzazione e le attività della
pubblica Amministrazione. Il procedimento amministrativo. L'atto amministrativo e i suoi elementi. Il provvedimento
amministrativo: caratteri, tipologie e classificazioni. Il silenzio amministrativo. Le patologie dell'atto
amministrativo. Le autotutele della pubblica amministrazione. L'esercizio consensuale dei poteri amministrativi: i c.d.
gli accordi amministrativi. L'attività negoziale della pubblica amministrazione. I beni della pubblica amministrazione e
i provvedimenti limitativi della proprietà privata. La responsabilità civile, penale e amministrativa di funzionari e
dipendenti pubblici e delle istituzioni pubbliche d'appartenenza.
– Il sistema amministrativo a livello centrale: il Governo, i ministeri e gli organi ausiliari (Corte dei conti, Consiglio di
Stato, ecc.). Il sistema amministrativo delle autonomie locali: regioni, province e comuni. Il nuovo Titolo V della
Costituzione italiana. Il sistema della giustizia amministrativa: i ricorsi amministrativi e la giurisdizione dei giudici
ordinari e dei giudici amministrativi.
Parte speciale di legislazione forestale e ambientale:
– I principi generali del diritto forestale e ambientale internazionale e comunitario (precauzione, prevenzione,
sussidiarietà, chi inquina paga). Il quadro costituzionale. Il diritto di proprietà e i beni pubblici. I diritti reali e il
possesso.
– Il bene forestale come bene di produzione. Il bene forestale come bene di protezione e difesa del suolo. Il
regime vincolistico ed autorizzativo. Il regime delle acque e la gestione delle risorse idriche. Il bene forestale come
bene naturalistico (parchi e riserve naturali).
– Il bene forestale come bene ambientale e paesaggistico. Il paesaggio naturale. Regime vincolistico ed
autorizzativi. I regimi sanzionatori.
English
General Section of Administrative Law:
– The Italian administrative law and its regulations. The principles of international law and their relevance in the
domestic administrative law. European Law and its normative sources. European Administrative Law – basic notions.
- 385 -
Regulations and Directives. The subjective legal situations relevant to the administrative law: subjective right,
legitimate interest, widespread interest, etc.
– The administrative function: Constitutional and European principles. Functioning, Organisation and Activities of the
Public Administration. The administrative Procedure. The administrative act and its elements. The administrative
measure: characters, types and classifications. The administrative silence. The diseases of administrative act. The
self-defenses of the public administration. The exercise of consensual administrative powers: the so-called
administrative agreement. The negotiating activity of public institutions. The assets of the public administration and
the measures restricting private property. The civil, criminal and administrative liability of the officials and civil
servants and of the public institutions.
– The administrative system at the central level: the Government, ministries and subsidiary bodies (Court of
Auditors, the Council of State, etc.). The current system of local government: Regions, Provinces and Municipalities.
New Title V of the Italian Constitution. The system of administrative justice: the administrative appeals and the
jurisdiction of the ordinary courts and administrative courts.
Special section of forest and environmental legislation:
– Forest Law: general principles, international and EU scenario. Italian Constitution: right of private property and
public goods. The rights relating to things and possession of things.
– The forest as source of productivity. The forest as forest floor to be protected. Legal constraints and
authorisations. Regulation and management of public water. The forest as natural source.
– The forest as cultural heritage. Natural landscape: legal constraints and authorisations. Sanctions.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
A. Crosetti – A. Giuffrida, Elementi di diritto amministrativo, Giappichelli, Torino, 2012 (tutto, ad esclusione dei capp.
XV, XVI, XXI e XXII)
A. Crosetti – N. Ferrucci, Manuale di diritto forestale e ambientale, Giuffrè, Milano, 2008, esclusivamente i seguenti
capitoli:
- cap. I (tutto);
- cap. II, parte I (solo i paragrafi 1 e 2), parte II (tutto, tranne i paragrafi 5 e 6), parte III (tutto, tranne il paragrafo 3),
parte IV (tutto);
- cap. IV (tutto);
- cap. V (solo parte prima);
- cap. VI (solo paragrafi da 1 a 5 compreso);
- cap. VII (tutto).
N.B. Questo programma vale anche per gli studenti iscritti nei precedenti a.a. il cui carico didattico sia pari a 8 CFU.
English
- 386 -
The basic books recommended for the course are:
A. Crosetti – A. Giuffrida, Elementi di diritto amministrativo, Giappichelli, Torino, 2012 (everything, except the
chapters XV, XVI, XXI e XXII);
A. Crosetti – N. Ferrucci, Manuale di diritto forestale e ambientale, Giuffrè, Milano, 2008, only the followingchapters:
- cha. I (entire chapter);
- cha. II, part I (only paragraphs 1 e 2), part II (entire chapter,exceptparagraphs 5 and 6), part III (entire
chapter,exceptparagraph 3), part IV (entire chapter);
- cha. IV (entire chapter);
- cha. V (only the first part);
- cha. VI (only paragraphs from 1 to 5 included);
- cha. VII (entire chapter).
This program also applies to students enrolled in the previous academic years whose teaching load is equal to 8
CFU.
NOTA
Italiano
La frequenza al corso, pur facoltativa, è fortemente consigliata.
English
The attendance during the lessons, taught optional, is strongly recommended.
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=scc6
- 387 -
Diritto amministrativo (Anno Accademico 2015/2016)
ADMINISTRATIVE LAW
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0393
Docente:
Prof. Armando GIUFFRIDA (Contratto)
Contatti docente:
[email protected]
Corso di studio:
[f001-c501] LM - Scienze agrarie
Anno:
1° anno
Tipologia:
C - Affine o integrativo
Crediti/Valenza:
8
SSD attvità didattica:
IUS/10 - diritto amministrativo
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Il corso si propone si offrire allo studente, non giurista, la conoscenza di base del diritto amministrativo italiano,
europeo e internazionale, con particolare riferimento alla legislazione in materia ambientale e forestale.
English
The course aims at providing the student, not jurist, the basic knowledge of the Italian administrative law, European
and international level, with particular reference to environmental and forest legislation.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Il corso si propone si offrire la basi conoscitive del diritto forestale e ambientale interno, tenendo conto dei
rapporti sempre più rilevanti con il diritto internazionale e comunitario.
English
The course aims to provide basic knowledge of the forest and environmental law, especially with regard to
relations with the International and Community law.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
English
- 388 -
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Orale
English
Oral
PROGRAMMA
Italiano
I contenuti del programma appartengono all'area di apprendimento economico-giuridica.
Parte generale di diritto amministrativo:
– Il diritto amministrativo italiano e le sue fonti normative. I principi del diritto internazionale e la loro rilevanza nel
diritto amministrativo interno. Il diritto europeo e le sue fonti normative. Elementi di diritto amministrativo
comunitario. Regolamenti e direttive. Le situazioni giuridiche soggettive rilevanti per il diritto amministrativo: diritto
soggettivo, interesse legittimo, interesse diffuso, etc.
– La funzione amministrativa: i principi costituzionali ed europei. Il funzionamento, l'organizzazione e le attività della
pubblica Amministrazione. Il procedimento amministrativo. L'atto amministrativo e i suoi elementi. Il provvedimento
amministrativo: caratteri, tipologie e classificazioni. Il silenzio amministrativo. Le patologie dell'atto
amministrativo. Le autotutele della pubblica amministrazione. L'esercizio consensuale dei poteri amministrativi: i c.d.
gli accordi amministrativi. L'attività negoziale della pubblica amministrazione. I beni della pubblica amministrazione e
i provvedimenti limitativi della proprietà privata. La responsabilità civile, penale e amministrativa di funzionari e
dipendenti pubblici e delle istituzioni pubbliche d'appartenenza.
– Il sistema amministrativo a livello centrale: il Governo, i ministeri e gli organi ausiliari (Corte dei conti, Consiglio di
Stato, ecc.). Il sistema amministrativo delle autonomie locali: regioni, province e comuni. Il nuovo Titolo V della
Costituzione italiana. Il sistema della giustizia amministrativa: i ricorsi amministrativi e la giurisdizione dei giudici
ordinari e dei giudici amministrativi.
Parte speciale di legislazione forestale e ambientale:
– I principi generali del diritto forestale e ambientale internazionale e comunitario (precauzione, prevenzione,
sussidiarietà, chi inquina paga). Il quadro costituzionale. Il diritto di proprietà e i beni pubblici. I diritti reali e il
possesso.
– Il bene forestale come bene di produzione. Il bene forestale come bene di protezione e difesa del suolo. Il
regime vincolistico ed autorizzativo. Il regime delle acque e la gestione delle risorse idriche. Il bene forestale come
bene naturalistico (parchi e riserve naturali).
– Il bene forestale come bene ambientale e paesaggistico. Il paesaggio naturale. Regime vincolistico ed
autorizzativi. I regimi sanzionatori.
English
General Section of Administrative Law:
– The Italian administrative law and its regulations. The principles of international law and their relevance in the
domestic administrative law. European Law and its normative sources. European Administrative Law – basic notions.
- 389 -
Regulations and Directives. The subjective legal situations relevant to the administrative law: subjective right,
legitimate interest, widespread interest, etc.
– The administrative function: Constitutional and European principles. Functioning, Organisation and Activities of the
Public Administration. The administrative Procedure. The administrative act and its elements. The administrative
measure: characters, types and classifications. The administrative silence. The diseases of administrative act. The
self-defenses of the public administration. The exercise of consensual administrative powers: the so-called
administrative agreement. The negotiating activity of public institutions. The assets of the public administration and
the measures restricting private property. The civil, criminal and administrative liability of the officials and civil
servants and of the public institutions.
– The administrative system at the central level: the Government, ministries and subsidiary bodies (Court of
Auditors, the Council of State, etc.). The current system of local government: Regions, Provinces and Municipalities.
New Title V of the Italian Constitution. The system of administrative justice: the administrative appeals and the
jurisdiction of the ordinary courts and administrative courts.
Special section of forest and environmental legislation:
– Forest Law: general principles, international and EU scenario. Italian Constitution: right of private property and
public goods. The rights relating to things and possession of things.
– The forest as source of productivity. The forest as forest floor to be protected. Legal constraints and
authorisations. Regulation and management of public water. The forest as natural source.
– The forest as cultural heritage. Natural landscape: legal constraints and authorisations. Sanctions.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
A. Crosetti – A. Giuffrida, Elementi di diritto amministrativo, Giappichelli, Torino, 2012 (tutto, ad esclusione dei capp.
XV, XVI, XXI e XXII)
A. Crosetti – N. Ferrucci, Manuale di diritto forestale e ambientale, Giuffrè, Milano, 2008, esclusivamente i seguenti
capitoli:
- cap. I (tutto);
- cap. II, parte I (solo i paragrafi 1 e 2), parte II (tutto, tranne i paragrafi 5 e 6), parte III (tutto, tranne il paragrafo 3),
parte IV (tutto);
- cap. IV (tutto);
- cap. V (solo parte prima);
- cap. VI (solo paragrafi da 1 a 5 compreso);
- cap. VII (tutto).
N.B. Questo programma vale anche per gli studenti iscritti nei precedenti a.a. il cui carico didattico sia pari a 8 CFU.
English
The basic books recommended for the course are:
A. Crosetti – A. Giuffrida, Elementi di diritto amministrativo, Giappichelli, Torino, 2012 (everything, except the
chapters XV, XVI, XXI e XXII);
- 390 -
A. Crosetti – N. Ferrucci, Manuale di diritto forestale e ambientale, Giuffrè, Milano, 2008, only the followingchapters:
- cha. I (entire chapter);
- cha. II, part I (only paragraphs 1 e 2), part II (entire chapter,exceptparagraphs 5 and 6), part III (entire
chapter,exceptparagraph 3), part IV (entire chapter);
- cha. IV (entire chapter);
- cha. V (only the first part);
- cha. VI (only paragraphs from 1 to 5 included);
- cha. VII (entire chapter).
This program also applies to students enrolled in the previous academic years whose teaching load is equal to 8
CFU.
NOTA
Italiano
La frequenza al corso, pur facoltativa, è fortemente consigliata.
English
The attendance during the lessons, taught optional, is strongly recommended.
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=e2an
- 391 -
Diritto amministrativo (Anno Accademico 2015/2016)
ADMINISTRATIVE LAW
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0251
Docente:
Prof. Armando GIUFFRIDA (Contratto)
Contatti docente:
[email protected]
Corso di studio:
[f001-c502] LM - Scienze zootecniche
Anno:
2° anno
Tipologia:
C - Affine o integrativo
Crediti/Valenza:
8
SSD attvità didattica:
IUS/10 - diritto amministrativo
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Il corso si propone si offrire allo studente, non giurista, la conoscenza di base del diritto amministrativo italiano,
europeo e internazionale, con particolare riferimento alla legislazione in materia ambientale e forestale.
English
The course aims at providing the student, not jurist, the basic knowledge of the Italian administrative law, European
and international level, with particular reference to environmental and forest legislation.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Il corso si propone si offrire la basi conoscitive del diritto forestale e ambientale interno, tenendo conto dei
rapporti sempre più rilevanti con il diritto internazionale e comunitario.
English
The course aims to provide basic knowledge of the forest and environmental law, especially with regard to
relations with the International and Community law.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
English
- 392 -
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Orale
English
Oral
PROGRAMMA
Italiano
I contenuti del programma appartengono all'area di apprendimento economico-giuridica.
Parte generale di diritto amministrativo:
– Il diritto amministrativo italiano e le sue fonti normative. I principi del diritto internazionale e la loro rilevanza nel
diritto amministrativo interno. Il diritto europeo e le sue fonti normative. Elementi di diritto amministrativo
comunitario. Regolamenti e direttive. Le situazioni giuridiche soggettive rilevanti per il diritto amministrativo: diritto
soggettivo, interesse legittimo, interesse diffuso, etc.
– La funzione amministrativa: i principi costituzionali ed europei. Il funzionamento, l'organizzazione e le attività della
pubblica Amministrazione. Il procedimento amministrativo. L'atto amministrativo e i suoi elementi. Il provvedimento
amministrativo: caratteri, tipologie e classificazioni. Il silenzio amministrativo. Le patologie dell'atto
amministrativo. Le autotutele della pubblica amministrazione. L'esercizio consensuale dei poteri amministrativi: i c.d.
gli accordi amministrativi. L'attività negoziale della pubblica amministrazione. I beni della pubblica amministrazione e
i provvedimenti limitativi della proprietà privata. La responsabilità civile, penale e amministrativa di funzionari e
dipendenti pubblici e delle istituzioni pubbliche d'appartenenza.
– Il sistema amministrativo a livello centrale: il Governo, i ministeri e gli organi ausiliari (Corte dei conti, Consiglio di
Stato, ecc.). Il sistema amministrativo delle autonomie locali: regioni, province e comuni. Il nuovo Titolo V della
Costituzione italiana. Il sistema della giustizia amministrativa: i ricorsi amministrativi e la giurisdizione dei giudici
ordinari e dei giudici amministrativi.
Parte speciale di legislazione forestale e ambientale:
– I principi generali del diritto forestale e ambientale internazionale e comunitario (precauzione, prevenzione,
sussidiarietà, chi inquina paga). Il quadro costituzionale. Il diritto di proprietà e i beni pubblici. I diritti reali e il
possesso.
– Il bene forestale come bene di produzione. Il bene forestale come bene di protezione e difesa del suolo. Il
regime vincolistico ed autorizzativo. Il regime delle acque e la gestione delle risorse idriche. Il bene forestale come
bene naturalistico (parchi e riserve naturali).
– Il bene forestale come bene ambientale e paesaggistico. Il paesaggio naturale. Regime vincolistico ed
autorizzativi. I regimi sanzionatori.
English
General Section of Administrative Law:
– The Italian administrative law and its regulations. The principles of international law and their relevance in the
domestic administrative law. European Law and its normative sources. European Administrative Law – basic notions.
- 393 -
Regulations and Directives. The subjective legal situations relevant to the administrative law: subjective right,
legitimate interest, widespread interest, etc.
– The administrative function: Constitutional and European principles. Functioning, Organisation and Activities of the
Public Administration. The administrative Procedure. The administrative act and its elements. The administrative
measure: characters, types and classifications. The administrative silence. The diseases of administrative act. The
self-defenses of the public administration. The exercise of consensual administrative powers: the so-called
administrative agreement. The negotiating activity of public institutions. The assets of the public administration and
the measures restricting private property. The civil, criminal and administrative liability of the officials and civil
servants and of the public institutions.
– The administrative system at the central level: the Government, ministries and subsidiary bodies (Court of
Auditors, the Council of State, etc.). The current system of local government: Regions, Provinces and Municipalities.
New Title V of the Italian Constitution. The system of administrative justice: the administrative appeals and the
jurisdiction of the ordinary courts and administrative courts.
Special section of forest and environmental legislation:
– Forest Law: general principles, international and EU scenario. Italian Constitution: right of private property and
public goods. The rights relating to things and possession of things.
– The forest as source of productivity. The forest as forest floor to be protected. Legal constraints and
authorisations. Regulation and management of public water. The forest as natural source.
– The forest as cultural heritage. Natural landscape: legal constraints and authorisations. Sanctions.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
A. Crosetti – A. Giuffrida, Elementi di diritto amministrativo, Giappichelli, Torino, 2012 (tutto, ad esclusione dei capp.
XV, XVI, XXI e XXII)
A. Crosetti – N. Ferrucci, Manuale di diritto forestale e ambientale, Giuffrè, Milano, 2008, esclusivamente i seguenti
capitoli:
- cap. I (tutto);
- cap. II, parte I (solo i paragrafi 1 e 2), parte II (tutto, tranne i paragrafi 5 e 6), parte III (tutto, tranne il paragrafo 3),
parte IV (tutto);
- cap. IV (tutto);
- cap. V (solo parte prima);
- cap. VI (solo paragrafi da 1 a 5 compreso);
- cap. VII (tutto).
N.B. Questo programma vale anche per gli studenti iscritti nei precedenti a.a. il cui carico didattico sia pari a 8 CFU.
English
The basic books recommended for the course are:
A. Crosetti – A. Giuffrida, Elementi di diritto amministrativo, Giappichelli, Torino, 2012 (everything, except the
chapters XV, XVI, XXI e XXII);
- 394 -
A. Crosetti – N. Ferrucci, Manuale di diritto forestale e ambientale, Giuffrè, Milano, 2008, only the followingchapters:
- cha. I (entire chapter);
- cha. II, part I (only paragraphs 1 e 2), part II (entire chapter,exceptparagraphs 5 and 6), part III (entire
chapter,exceptparagraph 3), part IV (entire chapter);
- cha. IV (entire chapter);
- cha. V (only the first part);
- cha. VI (only paragraphs from 1 to 5 included);
- cha. VII (entire chapter).
This program also applies to students enrolled in the previous academic years whose teaching load is equal to 8
CFU.
NOTA
Italiano
La frequenza al corso, pur facoltativa, è fortemente consigliata.
English
The attendance during the lessons, taught optional, is strongly recommended.
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=05xf
- 395 -
Diritto dell'ambiente e del paesaggio (Anno Accademico 2015/2016)
LAW
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: 60990
Docente:
Prof. Armando GIUFFRIDA (Contratto)
Contatti docente:
[email protected]
Corso di studio:
[f001-c001] LM - Progettazione delle aree verdi e del paesaggio
Anno:
1° anno
Tipologia:
C - Affine o integrativo
Crediti/Valenza:
6
SSD attvità didattica:
IUS/10 - diritto amministrativo
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Il corso si propone si offrire allo studente, non giurista, la
conoscenza di base del diritto amministrativo italiano, europeo e
internazionale, con particolare riferimento alla legislazione in materia
ambientale e forestale.
English
The course aims at providing the student, not jurist, the basic
knowledge of the Italian administrative law, European and international
level, with particular reference to environmental and forest
legislation.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Il corso si propone si offrire la basi conoscitive del diritto forestale
e ambientale interno, tenendo conto dei rapporti sempre più rilevanti
con il diritto internazionale e comunitario.
- 396 -
English
The course aims to provide basic knowledge of the forest and
environmental law, especially with regard to relations with the
International and Community law.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
English
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Modalità di verifica/esame: orale
English
Assessment methods/examination: oral
PROGRAMMA
Italiano
I contenuti del programma appartengono all'area di apprendimento economico-giuridica.
Parte generale di diritto amministrativo:
– Il diritto amministrativo italiano e le sue fonti normative. I principi del diritto internazionale e la loro rilevanza nel
diritto amministrativo interno. Il diritto europeo e le sue fonti normative. Elementi di diritto amministrativo
comunitario. Regolamenti e direttive. Le situazioni giuridiche soggettive rilevanti per il diritto amministrativo: diritto
soggettivo, interesse legittimo, interesse diffuso, etc.
– La funzione amministrativa: i principi costituzionali ed europei. Il funzionamento, l'organizzazione e le attività della
pubblica Amministrazione. Il procedimento amministrativo. L'atto amministrativo e i suoi elementi. Il provvedimento
amministrativo: caratteri, tipologie e classificazioni. Il silenzio amministrativo. Le patologie dell'atto
amministrativo. Le autotutele della pubblica amministrazione. L'esercizio consensuale dei poteri amministrativi: i c.d.
gli accordi amministrativi. L'attività negoziale della pubblica amministrazione. I beni della pubblica amministrazione e
i provvedimenti limitativi della proprietà privata. La responsabilità civile, penale e amministrativa di funzionari e
dipendenti pubblici e delle istituzioni pubbliche d'appartenenza.
– Il sistema amministrativo a livello centrale: il Governo, i ministeri e gli organi ausiliari (Corte dei conti, Consiglio di
Stato, ecc.). Il sistema amministrativo delle autonomie locali: regioni, province e comuni. Il nuovo Titolo V della
Costituzione italiana. Il sistema della giustizia amministrativa: i ricorsi amministrativi e la giurisdizione dei giudici
ordinari e dei giudici amministrativi.
Parte speciale di legislazione forestale e ambientale:
– I principi generali del diritto forestale e ambientale internazionale e comunitario (precauzione, prevenzione,
- 397 -
sussidiarietà, chi inquina paga). Il quadro costituzionale. Il diritto di proprietà e i beni pubblici. I diritti reali e il
possesso.
– Il bene forestale come bene di produzione. Il bene forestale come bene di protezione e difesa del suolo. Il
regime vincolistico ed autorizzativo. Il regime delle acque e la gestione delle risorse idriche. Il bene forestale come
bene naturalistico (parchi e riserve naturali).
– Il bene forestale come bene ambientale e paesaggistico. Il paesaggio naturale. Regime vincolistico ed
autorizzativi. I regimi sanzionatori.
English
General Section of Administrative Law:
– The Italian administrative law and its regulations. The principles of international law and their relevance in the
domestic administrative law. European Law and its normative sources. European Administrative Law – basic notions.
Regulations and Directives. The subjective legal situations relevant to the administrative law: subjective right,
legitimate interest, widespread interest, etc.
– The administrative function: Constitutional and European principles. Functioning, Organisation and Activities of the
Public Administration. The administrative Procedure. The administrative act and its elements. The administrative
measure: characters, types and classifications. The administrative silence. The diseases of administrative act. The
self-defenses of the public administration. The exercise of consensual administrative powers: the so-called
administrative agreement. The negotiating activity of public institutions. The assets of the public administration and
the measures restricting private property. The civil, criminal and administrative liability of the officials and civil
servants and of the public institutions.
– The administrative system at the central level: the Government, ministries and subsidiary bodies (Court of
Auditors, the Council of State, etc.). The current system of local government: Regions, Provinces and Municipalities.
New Title V of the Italian Constitution. The system of administrative justice: the administrative appeals and the
jurisdiction of the ordinary courts and administrative courts.
Special section of forest and environmental legislation:
– Forest Law: general principles, international and EU scenario. Italian Constitution: right of private property and
public goods. The rights relating to things and possession of things.
– The forest as source of productivity. The forest as forest floor to be protected. Legal constraints and
authorisations. Regulation and management of public water. The forest as natural source.
– The forest as cultural heritage. Natural landscape: legal constraints and authorisations. Sanctions.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
I testi base consigliati per il corso sono:
A. Crosetti – A. Giuffrida, Elementi di diritto amministrativo, Giappichelli, Torino, 2012 (tutto, ad esclusione dei capp.
XXI e XXII) A. Crosetti – N. Ferrucci, Manuale di diritto forestale e ambientale, Giuffrè, Milano, 2008 (tutto, ad
esclusione dei capp. II e III)
- 398 -
English
The basic books recommended for the course are:
A. Crosetti – A. Giuffrida, Elementi di diritto amministrativo, Giappichelli, Torino, 2012 (everything, except the
chapters XXI e XXII) A. Crosetti – N. Ferrucci, Manuale di diritto forestale e ambientale, Giuffrè, Milano, 2008
(everything, except the chapters II e III)
NOTA
Italiano
La frequenza al corso, pur facoltativa, è fortemente consigliata.
English
The attendance during the lessons, taught optional, is strongly recommended.
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=z3bd
- 399 -
Disegno dell'architettura (Anno Accademico 2015/2016)
ARCHITECTURAL DESIGN
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0131
Docente:
Dott. Enrico FABRIZIO (Affidamento interno)
Contatti docente:
011/6705525, [email protected]
Corso di studio:
[f001-c717] L - Scienze e tecnologie agrarie
Anno:
3° anno
Tipologia:
D - A scelta dello studente
Crediti/Valenza:
8
SSD attvità didattica:
ICAR/17 - disegno
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Il corso intende fornire gli strumenti, le regole e le convenzioni del linguaggio grafico-assistito che consentono sia la
lettura e la comprensione degli elaborati grafici comunemente adottati in ambito architettonico e urbanistico, sia la
redazione autonoma di semplici elaborati grafici.
English
The course is intended to provide the tools, rules and conventions of graphic language that allow both the reading
and understanding of the drawings that are commonly used in architecture and urban planning and the autonomous
drafting of simple technical drawings.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Capacità di visualizzare e rappresentare le forme dello spazio a tre dimensioni attraverso gli strumenti del linguaggio
grafico.
Allenamento e sviluppo delle capacità di rappresentazione grafica.
Capacità di redigere, attraverso strumenti informatici, semplici elaborati grafici progettuali secondo le normative e
le convenzioni.
English
Ability to visualize and represent the architectural and landscape forms of the three-dimensional space through the
- 400 -
tools of graphic language.
Training of the drawings capabilities.
Doing simple drawings by means of CAD.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
Il corso consiste in circa 60 ore di lezioni e applicazioni grafiche guidate e circa 20 ore di esercitazioni svolte a mano
libera o con l'ausilio di strumenti informatici.
Le dimostrazioni grafiche delle lezioni vengono svolte direttamente alla lavagna, mentre per argomenti più
discorsivi o tecnici il docente si avvale di presentazioni e slide a disposizione degli studenti all'inizio corso. Gli
studenti sono invitati a stampare le slide da impiegare come supporto per gli appunti.
English
The course consists of approx 60 hours of lectures and guided graphical applications and approx 20 hours of
exercises done by hand or at the pc.
Drawings during the lessons are carried out directly on the blackboard, while for more discursive or technical topics
the teacher makes use of slides already available to students at the beginning of the course. Students are
encouraged to print the slides and to use them to take notes.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Valutazione periodica delle esercitazioni, svolte in aula, di applicazione delle nozioni apprese.
Modalità di esame
1. Per l'ammissione all'esame è richiesto lo svolgimento delle esercitazioni, periodiche e CAD, svolte durante il
corso.
2. L'esame consiste nella discussione orale dei temi presentati nelle lezioni, comprese le dimostrazioni grafiche a
mano libera, e nella valutazione degli elaborati svolti durante il corso, ovvero: le esercitazioni periodiche e
l'elaborato finale realizzato attraverso strumenti informatici. Il colloquio è teso a verificare la conoscenza delle
nozioni apprese durante il corso, la capacità di ragionamento e collegamento tra le nozioni acquisite e l'allenamento
delle capacità grafiche individuali.
3. E' inoltre richiesto al singolo allievo, quale utile corredo alla valutazione finale, il quaderno personale degli
appunti delle lezioni.
English
Periodic evaluation of the short classroom exercises carried out applying the concepts learned.
Final exam
1. Periodic and CAD exercises, carried out during the course, are required in order to take the exam.
2. The exam consists in an oral discussion of the topics presented during the lectures, including graphic
demonstrations, and in the evaluation of the works carried out during the course, namely: the various exercises and
the final work carried out in CAD.
- 401 -
3. The notebook of the lectures of each student is also required as a useful complement to the final score.
PROGRAMMA
Italiano
Il corso appartiene alle aree di apprendimento 1 (Area delle conoscenze propedeutiche) e 8 (Area tecnica).
Lezioni
a) Introduzione e generalità del disegno. Percezione visiva e linguaggio grafico. La luce come fenomeno fisico e
percettivo. Le leggi della percezione. Gli elementi primari e secondari del linguaggio grafico. Strumentazione,
scritturazione e costruzioni geometriche fondamentali.
b) Fondamenti e applicazioni di geometria descrittiva. Enti geometrici fondamentali: punto, retta, piano. Estensione
dei postulati di geometria euclidea; punto improprio e retta impropria. Le operazioni di proiezione e sezione. La
prospettività. L'omologia. Proiezioni ortogonali; condizioni di appartenenza, parallelismo, intersezione,
perpendicolarità; rappresentazione di solidi; falde di ugual pendenza; ricerca della vera forma; codificazione delle
viste; poligoni, poliedri, prismi, coni, cilindri, sezioni coniche, superfici di rotazione. Proiezioni assonometriche;
genesi spaziale ed elementi di riferimento; assonometrie ortogonali; assonometrie oblique. Proiezioni prospettiche;
genesi spaziale ed elementi di riferimento; tipi di prospettiva; fughe di rette e di piani. Teoria delle ombre (cenni).
Ogni tema di questa parte del corso viene seguito dallo svolgimento in aula di brevi esercitazioni di applicazione
delle nozioni apprese (Esercitazioni periodiche) che saranno valutate di volta in volta.
c) Disegno e architettura. Il disegno per il progetto: scale metriche, formati, norme UNI,
planimetrie/piante/sezioni/prospetti, sistemi di quotatura, disegno tecnico edile, codifiche simboliche, elementi di
antropometria ed ergonometria, il disegno di paesaggi (UNI EN ISO 11091). Le proporzioni. Archi, volte, cupole.
Profilo storico dei linguaggi formali (ordini, stili). Disegno e forma urbana: l'iconografica storica di Torino e del
territorio foraneo. Disegno e colore: la teoria del colore
d) Disegno assistito dal computer. Apprendimento dei comandi fondamentali in ambiente CAD e svolgimento di
un'esercitazione progettuale.
Esercitazioni periodiche
Rette e piani in doppia proiezione (2 esercitazioni)
Rappresentazione di solidi in doppia proiezione (1 esercitazione)
Rappresentazioni assonometriche (1 esercitazione)
Prospettiva centrale e accidentale (1 esercitazione)
Esercitazione CAD
Svolgimento di un'esercitazione progettuale su un tema fornito. L'esercitazione progettuale è svolta in gruppi da 3 a
4 studenti.
Visita tecnica
Svolgimento di una visita tecnica (lettura della forma urbana e delle architetture)
English
The course falls within the 1 (Area of Fundamentals) and 8 (Technical area) education sectors.
Lectures
- 402 -
a) Introduction and generalities. The visual perception. Light as a physical and perceptive phenomenon. The laws of
perception. The primary and secondary elements of the graphic language. Instrumentation, writing and basic
geometric constructions.
b) Fundamentals of descriptive geometry. Basic geometric entities: point, line, plane. Projection. Perspectivity.
Homology. Orthogonal projections, representation of solids; pitched roof of equal slope. Coding of the views;
polygons, polyhedrons, prisms, cones, cylinders, conical sections, surfaces of revolution. Axonometric projections.
Perspective. Theory of the shadows (hints).
Each topic of section b) will be followed by the classroom execution of short exercises on the application of
concepts learned that will be evaluated regularly.
c) Drawings and the architeture. The drawing for the architectural and urban design: metric scales, standards,
planimetrics/plans/sections/elevations, dimensioning systems, technical drawing construction, symbols, elements
of ergonomics and anthropometry. The proportions. Historical profile of formal ​ languages; orders and styles.
Arches, vaults and domes. Design and urban form: the iconographic history of Turin and its sourrounding. Design and
color: color theory.
d) Computer aided design and design exercise. Learning of the basic commands of CAD and execution of an
exercise.
Regular exercises
Straight lines and planes in double projections (2 esercitazioni)
Solids representation in double projections (1 esercitazione)
Axonometric (1 esercitazione)
Central and vanishing point perspective (1 esercitazione)
CAD Exercise
Development of a computer aided drawing on a specific topic. The exercise will be conducted in groups of 3 to 4
students.
Technical tour
Technical tour (example of understanding of the urban form and architectures)
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
- Dispense delle lezioni
Per la parte di Fondamenti di geometria descrittiva e disegno per il progetto:
- M. Docci, Teoria e pratica del disegno, Editori Laterza
- M. Docci, M. Gaiani, D. Maestri, Scienza del disegno, Città Studi
English
- Lecture notes
For the Fundamentals of descriptive geometry and drawing for the architectural project:
- 403 -
- Mario Docci, Teoria e pratica del disegno, Editori Laterza
- M. Docci, M. Gaiani, D. Maestri, Scienza del disegno, Città Studi
NOTA
Italiano
E' fortemente consigliata la frequenza, in particolare alle attività didattiche grafiche (parti b) e d) del programma) ed
alle attività esercitative.
English
Frequency to the course is strongly recommended, particularly for the graphical exercises (parts b) and d) of the
course programme) and for the training computer activities.
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=ffh6
- 404 -
Ecologia agraria (Anno Accademico 2015/2016)
AGRICULTURAL ECOLOGY
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0343
Docente:
Prof. Amedeo REYNERI (Affidamento interno)
Contatti docente:
0116708778, [email protected]
Corso di studio:
[f001-c501] LM - Scienze agrarie
[f001-c501/101] LM - Scienze agrarie curr. Agroingegneria gestionale del territorio
[f001-c501/102] LM - Scienze agrarie curr. Gestione sostenibile
Anno:
2° anno
Tipologia:
B - Caratterizzante
Crediti/Valenza:
8
SSD attvità didattica:
AGR/02 - agronomia e coltivazioni erbacee
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Scritto ed orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Il corso tratta delle influenze reciproche fra produzione agraria ed ambiente, e definisce le metodologie di analisi e
di pianificazione agronomica dell'uso agricolo dei mezzi tecnici e del territorio; individuati i principali effetti del
sistema colturale agricolo sull'ambiente, si accenna alle reti di monitoraggio ambientale disponibili o mancanti in
Piemonte ed in Italia, le tecniche scientifiche disponibili per quantificare l'impatto dell'agricoltura, le tecniche
agronomiche che possono ridurre o risolvere i rischi di impatto.
English
This course analyzes the reciprocal influences between agricultural production and the environment. It introduces
the student to the methods for the analysis and management of crop and animal husbandry at the farm and territorial
scale. The most important network of data on environment monitoring are analyzed. Emphasis is given on the
methods for discovering and collecting available data or for identifying missing data in Piedmont and in Italy. The
scientific techniques for quantify agricultural impacts on the environment are presented.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
- 405 -
Lo studente acquisisce la capacità di analizzare il sistema colturale e derivarne le valutazioni sulle sue ampie valenze
ambientali positive e negative. Si classificheranno e si utilizzeranno indicatori ambientali, e di sostenibilità
agronomica per giudicare delle attività agricole. Per l'intero corso si conserva una costante attenzione ai riferimenti
legislative necessari per capire le politiche ambientali interessanti per l'agricoltura.
English
The student will be trained towards the ability for proposing the best available techniques able to mitigate or solve
environmental problems. The student will be able to list and comment positive or negative externalities produced
by agricultural systems. Environmental and agronomical indicators for judging the agriculture in Piedmont and Itlay
will be used. Students will be trained to continuously refer to legislation that influences environmental policies.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
Esame scritto e orale, che include domande aperte e brevi problemi di calcolo
English
The final exam will have a written part (including open and multiple choice questions, as well as short problems that
requires simple calculations) and then a short oral part.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
La verifica sarà effettuata in itinere mediante test sulle nozioni sulla parte del programma svolta.
English
The learning tests will be carry on during the course on the part of program already presented.
Scritto e orale
PROGRAMMA
Italiano
Lezioni Esercitazioni
Argomenti trattati
ore
Introduzione: significati e obiettivi dell'Agronomia Ambientale. Territorio nazionale ed
agricoltura. Tipi di agricoltura ed obiettivi politici comunitari. Agricoltura convenzionale,
integrata e biologica. Struttura del corso (lezioni, esercitazioni, esami), libri di testo
Gli effetti ambientali dell'agricoltura: risposte ambientali delle attività agricole, modelli
numerici e concettuali, indici di rilascio potenziale, di vulnerabilità e di rischio, scala delle
valutazioni, indicatori di stato dell'ambiente in Piemonte, modello DPSIR, esempi di impatto
- 406 -
ore
2
6
6
di agricoltura; tutela risorse idriche come problema centrale, legislazione ed impatto
dell'agricoltura; il problema dei nitrati come esempio tipico di impatto
Sistemi agricoli estensivi e pastorali: origine ed evoluzione. Relazioni con l'ambiente. Loro
inserimento nel quadro delle produzioni biologiche e di quelle integrate. Analisi di casi.
4
Sistemi agricoli in ambienti aridi e tropicali e mediterranei. cenni sulla loro origine ed
evoluzione. Relazioni con l'ambiente e gli stress. Loro inserimento nel quadro delle
produzioni biologiche e di quelle integrate. Analisi di casi.
4
Sistemi agricoli intensivi in ambienti temperati: cenni sulla loro origine ed evoluzione.
Relazioni con l'ambiente e la meccanizzazione. Allevamenti intensivi. Loro inserimento nel
quadro delle produzioni biologiche e di quelle integrate. Analisi di casi.
8
2
8
Perdite gassose e protocolli internazionali : Ozono, inquinamento transfrontaliero, ciclo N ed
emissioni gassose, ammoniaca genesi ed impatti, protocollo di Kyoto, tasso di CO2,
4
emissioni di CH4,
Autorizzazione integrata ambientale : quadro normativo, soggetti coinvolti, input necessari,
criteri adeguamento, autorizzazione, casi applicativi
4
2
Valutazioni ambientali associate all'uso degli agrofarmaci: riassunto sui fattori influenti, le fonti
dati, esempi di impatto, tecniche agronomiche per la riduzione dell'impatto, cenni alla
4
modellistica relativa al destino dei principi attivi dei diserbanti
La legislazione sulla qualità delle acque: inquadramento generale, codici di buona pratica
agricola, riferimenti alle zone vulnerabili ai nitrati e fitofarmaci
6
La legislazione sui reflui zootecnici : inquadramento generale, esame delle seguenti leggi e
regolamenti: direttiva nitrati, regolamento 9/R e 10/R Regione Piemonte
4
Sistemi agricoli in aree sensibili: sistemi agricoli conservativi o per la gestione di ambienti
4
protetti. Creazione e gestione di reti ecologiche. Biodiversity vision. Agricoltura e paesaggio.
Stato del suolo e bilancio agronomico della sostanza organica: Riassunti dei fattori influenti
sul suolo e applicazione di un semplice modello agronomico per il calcolo del bilancio della
sostanza organica
2
2
Impatto delle misure agro-ambientali sui sistemi colturali, sulle filiere e sui mercati:
interazione tra misure ambientali e aspetti di sicurezza alimentare, qualitativi e sanitari, cenni 6
sull'impatto organizzativo e gestionale sull'organizzazione delle filiere. Prospettive.
2
Totale
22
58
English
Lectures
Topics
hours
Practical
work
hours
Introduction: The organization of the course. Books and supporting documents. Meaning and
aims of the Environmental Agronomy. The national soil use and agriculture. Types of agriculture.
1
The PAC and its effects. Conventional and organic farming.
Environmental effects of Agriculture: the environmental effects of agriculture, numerical and
conceptual models, indicators, vulnerability and risk assessment, the scale of the evaluation,
the situation in Piedmont, the DPSIR model, examples of impact in Piedmont
Extensive agricultural systems and pastoral farming: origin and diffusion. Relationship with the
- 407 -
5
5
Extensive agricultural systems and pastoral farming: origin and diffusion. Relationship with the
environment. Role in the livestock organic and conventional production. Case analysis.
Dryland, mediterranean and tropical farming: origin and diffusion. Relationship with the
environment and the stress. Role in the food chain. Case analysis.
Intensive agriculture in temperate regions: origin and diffusion. Relationship with the
environment and the mechanization. Intensive livestock production. Case analysis.
4
Gaseous losses and international protocols: Ozone, transboundary pollution,
the N cycle and N emission, N2O emissions, NH3 sources and impacts, the Kyoto protocol and
3
the greenhouse gasses production, CO2 concentration and trends, CH4 emission
IPPC legislation : the legislation and the examples to big stocking farms, authorization process
4
2
Environmental legislation and the use of pesticides: the influencing driving forces, the available
data, example of impacts, agronomical techniques to mitigate the impact, the simplified model
4
to predict the fate of some herbicides
Legislation on the quality of surface and deep water : the evolution of the legislation, the codes
of good agricultural practices, nitrate and pesticides vulnerable zones.
5
Legislation on animal manure: the modern problem of excessive manure production. The
nitrate directive. The Italian and regional legislation. The effect on the environment and farm
organization.
3
Agricultural systems in weak environments: conservation agriculture for the management of
the protected areas. Ecological networks. Biodiversity vision. Agriculture and landscape.
The quality of soil and organic matter content: agronomic driver forces influencing the C cycle;
use of a simple agronomic model to predict the evolution of SOM.
2
2
58
22
Impact of the greening measures on crop systems, food and feed chains and on the markets:
interaction among greening and food safety, security and quality; effects on the organization
and management of the food chains. Outlook.
Total
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Giardini L., 2000 Agronomia generale, ambientale e aziendale. 4a edizione, Patron Ed. Bologna.
ARPA – Rapporto sullo stato dell'Ambiente in Piemonte, 2010 (www.arpa.piemonte.it)
Dal sito www.regione.piemonte.it/acqua/zone/index.htm
- 408 -
English
Giardini L., 2000 Agronomia generale, ambientale e aziendale. 4a edizione, Patron Ed. Bologna.
ARPA – Rapporto sullo stato dell'Ambiente in Piemonte, 2010 (www.arpa.piemonte.it)
Dal sito www.regione.piemonte.it/acqua/zone/index.htm
NOTA
Italiano
English
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=bt55
- 409 -
Ecologia del verde urbano (Anno Accademico 2015/2016)
STUDIO
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: 65816
Docente:
Dott. Federica LARCHER (Affidamento interno)
Contatti docente:
0039 011 6708793, [email protected]
Anno:
Tipologia:
Crediti/Valenza:
3
SSD attvità didattica:
AGR/04 - orticoltura e floricoltura
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Nessuno
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Il modulo intende fornire le conoscenze teoriche per l'analisi e la valutazione dei caratteri ecosistemici del verde
urbano con particolare riferimento alle funzioni ambientali assolte dalla vegetazione in tali contesti. Attraverso il
laboratorio, ed in sinergia con le componenti tecnologica e botanica, verranno quindi forniti gli strumenti per una
progettazione e gestione degli spazi urbani in chiave ecologica e sostenibile. Servizi ecosistemici, biodiversità,
urban ecology, smart cities saranno alcune delle parole chiave intorno alle quali si svilupperanno i contenuti del
corso. Si farà uso di indicatori di stato e trasformazione per la valutazione della qualità ambientale del sistema verde
urbano; si proporranno approcci ed usi innovativi degli spazi verdi e verranno proposti esempi significativi a livello
nazionale ed internazionale.
English
The module aims to provide the theoretical knowledge for the analysis and evaluation of the character of urban
green ecosystem with particular reference to environmental functions sorted by the vegetation in these contexts.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Gli studenti acquisiranno le competenze per operare scelte progettuali in ambiente urbano nel rispetto dei valori
ecologici e ambientali. Gli studenti potranno verificare attraverso l'esercizio progettuale anche metodi di
valutazione ambientale del progetto stesso in linea con le più recenti richieste professionali.
Obiettivi specifici per il lavoro progettuale
Comprendere e descrivere le caratteristiche dell'ecosistema urbano in cui si inserisce l'area di studio
Valutare la qualità di tale ecosistema ed individuarne criticità e valori
- 410 -
Prevedere interventi progettuali che ne limitino le criticità e ne esaltino i valori
Dimostrare attraverso l'applicazione di indicatori opportunamente scelti che il progetto migliora la qualità
ambientale del sito.
English
Students will acquire the skills to operate in urban planning choices in respect of the ecological and environmental
issues. Students will also occur through the exercise design methods for environmental assessment of the project in
line with the latest professional demands.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
English
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Elaborazione di un progetto e discussione orale
English
Design exercise and oral presentation
Orale
PROGRAMMA
Italiano
Principali argomenti trattati nelle lezioni teoriche
Ecologia urbana ed Ecosistema urbano : principi, key words e definizioni
Background culturale: i servizi ecosistemici
Stato dell'arte nella ricerca
La biodiversità urbana e le funzioni della vegetazione nell'ecosistema urbano
Approcci di progettazione (dal minimo intervento all'uso delle tecnologie innovative)
Principi di gestione (dall'agricoltura urbana agli habitat naturali)
Esempi di approccio progettuale sostenibile in ambito nazionale e internazionale (Stati Uniti, Austria,
Germania, Francia, Italia)
Indicatori di valutazione della qualità dell'ecosistema urbano
English
Major topics covered in the lectures:
- Urban Ecology and Urban Ecosystem: Principles, key words and definitions
- Cultural background: the ecosystem services
- State of the art in research
- The urban biodiversity and the functions of vegetation in the urban ecosystem
- 411 -
- Design approaches (minimum intervention from the use of innovative technologies)
- Principles of Management (from agriculture to urban habitats)
- Examples of sustainable design approach at the national and international (United States, Austria, Germany,
France, Italy)
- Indicators for assessing the quality of the urban ecosystem
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Riferimenti bibliografici
DINETTI M. 2009. BIODIVERSITA' URBANA. Conoscere e gestire habitat, piante e animali nelle città.
TIPOGRAFIA BANDECCHI E VIVALDI – PONTEDERA
GISOTTI G., 2007. AMBIENTE URBANO. Introduzione all'ecologia urbana. DARIO FLACCOVIO EDITORE –
PALERMO
DINETTI M., 2000. INFRASTRUTTURE ECOLOGICHE. Manuale pratico per progettare e costruire le opere
urbane ed extraurbane nel rispetto della conservazione della biodiversità. IL VERDE EDITORIALE-MILANO
MILONE L., 2003. IL VERDE URBANO. Tra natura, arte, storia, tecnologia e architettura. LIGUORI EDITORENAPOLI
MARZLUFF J.M. et al.,2008. URBAN ECOLOGY An international perspective on the interaction between
humans and nature. SPRINGER- NY USA
Serie di articoli scientifici e documenti pdf consegnati a lezione
English
DINETTI M. 2009. BIODIVERSITA' URBANA. Conoscere e gestire habitat, piante e animali nelle città.
TIPOGRAFIA BANDECCHI E VIVALDI – PONTEDERA
GISOTTI G., 2007. AMBIENTE URBANO. Introduzione all'ecologia urbana. DARIO FLACCOVIO EDITORE –
PALERMO
DINETTI M., 2000. INFRASTRUTTURE ECOLOGICHE. Manuale pratico per progettare e costruire le opere
urbane ed extraurbane nel rispetto della conservazione della biodiversità. IL VERDE EDITORIALE-MILANO
MILONE L., 2003. IL VERDE URBANO. Tra natura, arte, storia, tecnologia e architettura. LIGUORI EDITORENAPOLI
MARZLUFF J.M. et al.,2008. URBAN ECOLOGY An international perspective on the interaction between
humans and nature. SPRINGER- NY USA
Serie di articoli scientifici e documenti pdf consegnati a lezione
NOTA
Italiano
English
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=8l7b
- 412 -
Ecologia forestale e selvicoltura (Anno Accademico 2015/2016)
FOREST ECOLOGY AND SILVICULTURE
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0063
Docente:
Prof. Renzo MOTTA (Affidamento interno)
Contatti docente:
0116705538, [email protected]
Corso di studio:
[f001-c711] L - Scienze forestali e ambientali
Anno:
2° anno
Tipologia:
B - Caratterizzante
Crediti/Valenza:
8
SSD attvità didattica:
AGR/05 - assestamento forestale e selvicoltura
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Scritto ed orale
PREREQUISITI
Nessuno / None Anche se non ci sono formali prerequisiti gli studenti devono avere acquisito i concetti e le
principali conoscenze relative agli insegnamenti di Dendrometria, Botanica forestale e Diritto Amministrativo.
PROPEDEUTICO A
Tutti i corsi di carattere ecologico forestale del Corso di Laurea triennale e del Corso di Laurea magistrale
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Fornire agli studenti le conoscenze necessarie per 1) la comprensione delle leggi e dei processi ecologici che sono
alla base delle dinamiche forestali e costituiscono il supporto teorico per le applicazioni selvicolturali; 2) la
conoscenza di strutture e dinamiche dei popolamenti forestali naturali, semi-naturali e di origine artificiale e 3) la
capacità di applicare le basi ecologiche e selvicolturali alla gestione sostenibile dei popolamenti forestali al fine di
conservare e valorizzare i servizi ecostemici.
English
The course is aimed to provide knowledge and expertise 1) to understand the need for forest ecology as the
foundation of silviculture and forest management; 2) for understanding structure and functions of natural seminatural and artificial forests and 3) to gain expertise in applying the main silvicultural systems used in Italy aimed to
develop a sustainable forest management for a variety of commodity and non-commodity values.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Lo studente dovrà acquisire le conoscenze ecologiche di base che sono propedeutiche agli insegnamenti di
carattere ecologico-forestale dell'intero Corso di Laurea; una conoscenza più approfondita degli argomenti
pertinenti alla Ecologia forestale ed in particolare alle successioni ed alla dinamica forestale; la conoscenza dei
metodi e dei parametri di descrizione dei popolamenti forestali, dei principi della selvicoltura, dei diversi sistemi
selvicolturali e delle tecniche di governo e trattamento dei boschi.
- 413 -
English
Students completing the course will have a basic understanding of forest ecology and silviculture principles in the
context of natural resources management. They will be able to describe, analyse and compare forest stand
structures and their present and potential silvicultural management and to analyse and compare different
management approaches, with the principle of the sustainable forest management, in order to provide commodity
and non-commodity values.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
L'insegnamento consiste di 60 ore di lezione frontale e 20 ore dedicate a attività di laboratorio ed esercitazioni in
bosco. Per le lezioni frontali il docente si avvale di presentazioni e slides che sono a disposizione degli studenti.
Le esercitazioni (due escursioni nel mese di maggio e le esercitazioni estive ad Ormea nel mese di giugno) sono una
parte importante dell'insegnamento sia per quanto riguarda il completamento della didattica e sia per quanto
riguarda la verifica dell'apprendimento.
English
The course consists of 60 hours of lectures and 20 hours devoted to laboratory and field work. For lectures the
teacher makes use of presentations and slides that are available to students.
Field trips (two field trips in may and the final field trip to Ormea in June) are an important element of the course and
will help visualize basic ecological and silvicultural concepts.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Il livello di apprendimento raggiunto e la relativa capacità di comunicarlo sono costantemente monitorate
attraverso domande e discussioni che sono propedeutiche all'inizio di ogni singola lezione. Un monitoraggio più
accurato è effettuato al termine dei principali argomenti svolti e, infine, una revisione finale del livello di
apprendimento è svolto durante le esercitazioni in classe ed in bosco che permetteranno di svolgere eventuali
modifiche ed integrazioni dell'apprendimento prima dell'esame finale.
Lo studente durante le esercitazioni di Ormea dovrà svolgere delle attività pratiche (in collegamento con
l'insegnamento di Dendrometria) e preparare una relazione basata in parte su un lavoro di gruppo, svolto nel corso
delle esercitazioni di Ormea, ed in parte su di un lavoro individuale. Questa relazione contribuisce anche all'area
della comunicazione
L'esame prevede una prova scritta ed un colloquio orale (a cui si accede solo se la prova scritta é stata valutata
positivamente (>16/30). Nel test scritto ad ogni studente vengono sottoposte 24 domande (12 ecologia forestale e
12 selvicoltura, 50% a risposta chiusa e 50% a risposta aperta con penalizzazione per ogni domanda a risposta
chiusa errata). Il colloquio orale, oltre alla discussione del test iniziale, prevede la verifica della capacità di
ragionamento e di collegamento tra le conoscenze acquisite.
- 414 -
English
Level of learning acquired and student learning outcomes are constantly monitored at the beginning of each lecture
and at the end of each main arguments through questioning students during to check their understanding of the
material being taught and conducting periodic reviews (at the end of the main arguments of the course) with
students to confirm their grasp of learning material and identify gaps in their knowledge and understanding. An
additional role in this perspective is played by practical lessons and field excursions where student performances
will be reviewed and used to make needed adjustments in instruction and lecture development.
During the final excursion to Ormea the students, grouped in small working groups, will be provided with
measurement equipments (in collaboration with Dendrometry). Each group will be asked to analyse forests stands
and to mimic silvicultural tendings. At the end of the field work each student will have to write a report, including a
small amount of individual work. This activity is also part of the learning area of comunication
The final exam is a writen test followed by an oral exam. The student may support the oral after achieving a positive
outcome (>16/30) of the test. The written test is based on 24 multiple choice (50%) and open questions (50%). There
is a penalty for each multiple choice question wrong. The interview, in addition to the discussion of the initial test,
involves the verification of the ability to reason and connection between the knowledge acquired.
ATTIVITÀ DI SUPPORTO
- Esercitazioni estive presso la sede di Ormea (Giugno 2015)
- Laboratori ed esercitazioni in Aula (Modellistica forestale, dendroecologia)
- Seminari tematici (Natura2000, Regolamento forestale regione Piemonte, Crediti di carbonio)
PROGRAMMA
Italiano
L'insegnamento fa parte delle aree della conoscenza AMBIENTALE (Ecologia forestale) e SELVICOLTURALE
(Selvicoltura generale).
I principali argomenti affrontati sono i seguenti:
Ecologia forestale
Elementi di ecologia generale, fattori ecologici, biomi, montagne
Clima, fattori climatici e rapporti tra vegetazione e clima
Ecologia delle popolazioni, competizione
Il ciclo del carbonio, cambiamenti climatici, il protocollo di Kyoto
Successioni e dinamica forestale, disturbi naturali
Stabilità, biodiversità
Relazioni fauna-foresta
Dendrocronologia e dendroecologia
Selvicoltura generale
Concetti generali e definizioni selvicolturali
Descrizione dei popolamenti forestali (analisi struttura e composizione)
Sistemi selvicolturali, governo e trattamento dei boschi
Il governo ad alto fusto
Il governo a ceduo ed il governo misto
Conversione e trasformazione, selvicoltura d'albero, tagli colturali
Competizione e modelli
- 415 -
Servizi ecosistemici, Aree protette, Natura 2000
Necromassa (CWD) e "retention"
Arboricoltura e short-rotation forestry
Regolamento forestale Regione Piemonte
Crediti di carbonio
Due escursioni giornaliere nel corso del mese di maggio
Una escursione finale di tre giorni ad Ormea (CN) nel corso del mese di giugno
English
The course contributes to the fields of ENVIRONMENT (Forest ecology) and SILVICULTURE (Silviculture)
Forest ecology
Principles of ecology
Climate and climate-vegetation relationships
Populations and competitition
Carbon cycle, climate change and Kyoto protocol
Successione, forest dynamics and natural disturbances
Stability and biodiversity
Forest-wildlife relationships
Dendrochronology and dendroecology
Silviculture
Introduction to the silviculture
Forest structure and stand description
Silvicultural systems
High forests
Coppices, mixed regeneration
Conversion and transformations, single tree silviculture
Competition, Models and their applications to forestry
Ecosystem services, nature protection and Natura 2000
Coarse woody debris and retention
Regional forest regulations
Arboriculture, short rotation forestry
Two one day excursion in May, one final excursion (three days) to Ormea (CN) in June.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Piussi P, Alberti G (eds) (2015) Selvicoltura generale. Boschi, società e tecniche colturali. Compagnia delle Foreste,
Arezzo.
Le diapositive ed altro materiale didattico fornito dal docente verrà caricato sul sito web dell'insegnamento
(piattaforma Campusnet)
English
Piussi P, Alberti G (eds) (2015) Selvicoltura generale. Boschi, società e tecniche colturali. Compagnia delle Foreste,
- 416 -
Arezzo.
Slides and other supplemental readings provided by the teachers will be made available at the course web site.
NOTA
Italiano
Anche se non ci sono formali prerequisiti gli studenti devono avere acquisito i concetti e le principali conoscenze
relative agli insegnamenti di Dendrometria, Botanica forestale e Diritto Amministrativo. Le esercitazioni prevedono
l'utilizzo di strumenti dendrometrici e l'utilizzo di fogli di scrittura e fogli di calcolo (Abilità informatiche). Parte del
materiale didattico è in inglese.
Studenti con disabilità che impediscono la partecipazione alle esercitazioni in bosco devono contattare al più
presto il docente.
Studenti che non possono partecipare alle esercitazioni del mese di maggio e alle esercitazioni finali di Ormea nel
mese di giugno devono contattare il docente il più presto possibile (non più tardi di tre mesi prima degli esami) per
l'assegnamento di un programma alternativo.
Le relazioni finali (sia quella di gruppo che quella individuale) devono essere consegnate almeno una settimana
prima dell'esame.
English
Though there are no formal prerequisites, students should be familiar with the concepts and information in
Dendrometry, Forest botany and Administrative Law. The field exercises will require basic knowledge of
Dendrometry, and the use of wordprocessing and spreadsheets. Some of the documents provided by the teacher
are in English.
Students with documented disabilities that are able to attend the field excursions should make an appointment with
the instructor as early as possible.
Students that can't attend the field excursions should make an appointment with the instructor as early as possible
(no later than three months before the exam) in order to arrange alternative testing.
Group and individual Reports must be delivered to the teacher no later than a week before the exam.
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=rq7l
- 417 -
Ecologia, igiene e benessere degli animali in allevamento (Anno Accademico 2015/2016)
ECOLOGY, HYGIENE AND WELFARE IN LIVESTOCK FARMING
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0356
Docente:
Prof. Luca Maria BATTAGLINI (Affidamento interno)
Contatti docente:
0116708577, [email protected]
Corso di studio:
[f001-c502] LM - Scienze zootecniche
Anno:
2° anno
Tipologia:
B - Caratterizzante
Crediti/Valenza:
8
SSD attvità didattica:
AGR/19 - zootecnica speciale
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Fornire elementi di conoscenza sull'ecologia e sull'ambiente di allevamento delle principali specie di interesse
zootecnico, sulle principali pratiche igienico-sanitarie da adottare anche al fine di un minor impatto ambientale
dell'attività zootecnica e sulle indicazioni per il rispetto del benessere degli animali da reddito.
English
Provide information on livestock ecology, hygiene and sanitation practices, environmental implication for reducing
impact of livestock and indications for the respect of animal welfare.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
L'acquisizione di elementi di conoscenza sull'ambiente di allevamento delle specie di interesse zootecnico, sulle
principali pratiche igienico-sanitarie e sulle indicazioni da considerare al fine di assicurare il benessere animale
consentirà di applicare opportune tecniche d'allevamento al fine di ottenere produzioni di origine animale di qualità
e con limitato impatto ambientale
English
Acquiring knowledge on : environment for livestock farming, basic hygiene and sanitation practices, indications to
ensure animal welfare, for implementing appropriate farming techniques with the aim to reach quality of
productions and a limited environmental impact.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
- 418 -
Italiano
English
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Ad intervalli regolari e comunque opportuni in funzione della posizione nel programma svolto, nel corso delle lezioni
e delle esercitazioni, verranno sviluppati momenti di richiamo alle nozioni somministrate al fine di collegare i diversi
argomenti e far cogliere l'armonizzazione delle tematiche nello sviluppo del programma medesimo
English
At regular intervals and in appropriate positions of the program development, during lessons and the in field
didactical activities, moments of recall of the given notions will be spent, in order to connect the different topics
and to understand the harmonization of the issues in the development of the program itself.
PROGRAMMA
Italiano
Gli argomenti del corso appartengono all'area di apprendimento di zootecnica e delle produzioni animali.
Presentazione del corso: significato dell'ecologia, igiene e del benessere animale nelle attività zootecniche
Ecologia zootecnica: il macro ed il microambiente di allevamento
I fattori ambientali (terreno, aria, luce, umidità, temperatura). Parametri bioclimatici.
Acqua e fabbisogni idrici.
Gestione alimentare finalizzata al miglioramento del benessere animale
Sostenibilità economica dell'azienda (IOFC ed Milk/feed ratio)
Stima del bilancio azotato dell'allevamento
Impatto ambientale degli allevamenti: metodi di valutazione e normative
Fattori igienico sanitari influenzanti la produttività animale.
Principali norme di igiene.
Disinfezione e igiene dei ricoveri.
Cenni su malattie parassitarie e disinfestazione.
Impatto ambientale degli allevamenti: metodi di valutazione e normative.
Generalità sull'etologia e sul benessere animale . Espressione del comportamento sociale, riproduttivo e
alimentare. Benessere animale. Monitoraggio e metodi di stima, Cenni di legislazione italiana ed UE.
Visite tecniche dimostrative in azienda.
- 419 -
Esame orale.
English
The topics discussed belong to the area learning of zootechnical and animal production.
Presentation of the course: meaning of ecology, hygiene and animal welfare in livestock activities
Animal ecology: the macro and the micro-environment
Environmental factors (soil, air, light, humidity, temperature). Bioclimatic parameters.
Water requirements.
Dietary management aimed at improving animal welfare
Economic sustainability company (IOFC and milk / feed ratio)
Estimation of nitrogen balance
Environmental impact of farming: evaluation methods and standards
Factors influencing the hygiene and sanitary status. Parasitic diseases and pest control.
Environmental impact of farming: evaluation methods and standards.
Ethology. Expression of social behavior, reproductive and food. Animal welfare. Monitoring and estimation methods.
Italian and EU legislation.
Technical visits and trips.
Oral test.
Italiano
Gli argomenti del corso appartengono all'area di apprendimento di zootecnica e delle produzioni animali.
English
The topics discussed belong to the area learning of zootechnical and animal production.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Montemurro N., 2002. Igiene Zootecnica: come favorire la salute e il benessere degli animali in allevamento,
Edagricole.
Bittante G., Andrighetto I., Ramanzin M., 2005. Tecniche di produzione animale, Liviana Scolastica.
Napolitano F., De Rosa G., Grasso F., 2007. Comportamento e benessere degli animali in produzione zootecnica.
Aracne Ed.
Documenti di riferimento più mirato saranno consegnati direttamente dal docente sotto forma cartacea o messi a
- 420 -
disposizione sul sito
Infine sono di seguito indicati siti internet di interesse:
www.sozooalp.it (Società per lo studio e la valorizzazione dei sistemi zootecnici alpini pubblica i "Quaderni"
Sozooalp)
Centro di referenza per il benessere animale IZS Brescia http://www.izsler.it/izs_bs/s2magazine/index1.jsp?
idPagina=408
English
Montemurro N., 2002. Igiene Zootecnica: come favorire la salute e il benessere degli animali in allevamento,
Edagricole.
Bittante G., Andrighetto I., Ramanzin M., 2005. Tecniche di produzione animale, Liviana Scolastica.
Napolitano F., De Rosa G., Grasso F., 2007. Comportamento e benessere degli animali in produzione zootecnica.
Aracne Ed.
Reference documents more focused will be delivered directly by the teacher in the form printed or made available
on the site.
Websites of interest:
www.sozooalp.it (Society for the study and development of livestock systems in Alpine region: "Quaderni"
Sozooalp)
Reference center for animal welfare IZS Brescia http://www.izsler.it/izs_bs/s2magazine/index1.jsp?idPagina=408
NOTA
Italiano
English
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=k61t
- 421 -
Economia agraria e forestale - STA (Anno Accademico 2015/2016)
AGRICULTURAL AND FOREST ECONOMICS
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0323
Docente:
Prof. Angela MOSSO (Affidamento interno)
Contatti docente:
0116708633, [email protected]
Corso di studio:
[f001-c717] L - Scienze e tecnologie agrarie
Anno:
2° anno
Tipologia:
B - Caratterizzante
Crediti/Valenza:
8
SSD attvità didattica:
AGR/01 - economia ed estimo rurale
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Pur non essendo previste propedeuticità, sono opportune le conoscenze acquisite nel corso di Isituzioni di
Economia/
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
L'insegnamento ha l'obiettivo di fornire agli studenti la capacità di conoscere, comprendere e utilizzare i principi e
gli strumenti della gestione aziendale, con particolare riferimento alle imprese del settore agricolo.
English
The course aims to give students the ability to learn, understand and use the principles and tools of business
management, with particular reference to firms of the agricultural sector.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Al termine dellinsegnamento gli studenti saranno in grado di utilizzare gli strumenti operativi della gestione
aziendale, di determinare i risultati di bilanci globali e parziali e di analizzare i relativi risultati.
English
At the end of the course, students will be able to use the operational tools of business management, to determine
the results of global and partial budgets and analyze its results.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
- 422 -
L'insegnamento è formato da 60 ore di lezione frontale e 20 ore di esercitazione in aula, principalmente dedicate
allo studio di casi reali.
Le lezioni frontali sono svolte con il parziale supporto di slide e nelle esercitazioni viene fornito il materiale oggetto
di studio, messo anche a disposizione sul sito di campusnet.
English
The course consists of 60 hours of lectures and 20 hours of classroom training, primarily dedicated to the study of
real cases.
The lectures are conducted with the partial support of slides and exercises comes with the material under study,
which is also available on the website of campusnet.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Le esercitazioni serviranno anche per testare il grado di apprendimento raggiunto attraverso lavori di gruppo. Esse
non danno origine a valutazione.
L'esame finale consiste in un colloquio orale che inizia con una domanda su un argomento di ampio respiro
corrispondente a quelli indicati nel programma. A questa seguono una - due domande più di dettaglio. L'obiettivo è
di verificare la capacità di orientamento e collegamento e il livello di conoscenze specifiche. Il voto finale, espresso
in trentesimi, tiene conto di tutte le risposte.
English
The exercises will also be used to test the level of learning achieved through group work. They do not give rise to
evaluation.
The final exam consists an oral exam that begins with a question on a topic broadly corresponding to those listed in
the program. This was followed by one - two questions of detail. The objective is to verify the ability of orientation
and connection and the level of specific knowledge. The final vote, out of thirty, takes into account all the answers.
PROGRAMMA
Italiano
Gli argomenti trattati in questo insegnamento afferiscono all'area delle competenze economiche, gestionali e
giuridiche
Presentazione del corso e delle modalità di esame
Ripasso dei concetti fondamentali di economia dell'impresa e collegamenti con il corso di Istituzioni di Economia.
Classificazione delle imprese
Le aree funzionali dell'impresa
Analisi di gestione e relativi strumenti
- 423 -
Il bilancio economico
Il bilancio contabile
Il Business plan
Costi di produzione
Valore e prezzo di trasformazione
Costo d'uso di un macchinario
Costo del lavoro
Capitale fondiario e modalità di acquisizione
Capitale agrario e modalità di reperimento
Lavoro e modalità di gestione
Modalità di finanziamento delle imprese
Il regime fiscale con particolare riferimento al settore agricolo
Analisi degli investimenti
Estimo generale: giudizio di stima, aspetti economici di un bene, metodo di stima
La stima analitica di un fondo rustico
Il Catasto dei terreni
English
Topics of this course concern to economic, management and juridical area
Presentation of course and examination
Revision of business economics basic concept and link with course of Institutes of Economics
Firm classification
Functional areas of firms
Management analysis and its tools
Balance sheet
Accounting
Business plan
Production costs
Transformation value and price
Use cost of machinery
Labour cost
- 424 -
Land capital and how to acquire it
Exercise capital and how to acquire it
Labour and its management
Firm financing
Tax regulation with particular reference to agricultural sector
Investments analysis
General appraisal: valutation trial, economic aspects of good, evaluation method
Analytical evaluation of land property
Register of landed property
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Iacoponi L.-Romiti R., Economia e Politica agraria, Edagricole , Bologna
AAVV, Lezioni di Economia aziendale, Giappichelli editore, Torino
Gallerani V-Zanni G.-Viaggi D.,Manuale di Estimo, McGraw-Hill. Milano
English
Iacoponi L.-Romiti R., Economia e Politica agraria, Edagricole , Bologna
AAVV, Lezioni di Economia aziendale, Giappichelli editore, Torino
Gallerani V-Zanni G.-Viaggi D.,Manuale di Estimo, McGraw-Hill. Milano
NOTA
Italiano
English
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=141p
- 425 -
Economia e gestione aziendale - TAL (Anno Accademico 2015/2016)
ECONOMICS AND BUSINESS ADMINISTRATION
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0017 - TAL
Docente:
Simonetta MAZZARINO (Affidamento interno)
Contatti docente:
0116708629, [email protected]
Corso di studio:
[f001-c703] L - Tecnologie alimentari
Anno:
1° anno
Tipologia:
B - Caratterizzante
Crediti/Valenza:
8
SSD attvità didattica:
AGR/01 - economia ed estimo rurale
Erogazione:
Mista
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Scritto
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Il corso si propone di fornire allo studente i meccanismi generali di funzionamento di un'economia di mercato,
soffermandosi sugli strumenti utilizzabili per comprendere i punti di forza e di debolezza di un'impresa, valutabili
anche attraverso l'esame di dati economici, patrimoniali e finanziari desumibili dal bilancio (imprese familiari,
strutture cooperative).
English
Main goals are to know and to understand the functioning of economic system and markets, how to account costs
and revenues of a business and how to evaluate an investment.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Comprendere il significato e gli effetti delle decisioni di politica economica adottate dai governi. Comprendere la
struttura dei costi di produzione di un'impresa. Interpretare i dati di un bilancio. Valutare i punti di forza e di
debolezza delle imprese e del comparto agroalimentare nazionale.
English
Students will be informed about economic policy choices and their effects; they will be able to understand the
origin of costs for firms and farms and their proper accounting; to read the data in a balance; to assess the strengths
and the weaknesses of a company in agrifood sector.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
- 426 -
Italiano
Il corso è organizzato in lezioni da tre ore nelle quali a concetti teorici si alternano esercitazioni numeriche. Ai fini di
un migliore apprendimento si utilizza lo strumento Moodle, che permette di mettere a disposizione di ogni studente
materiale didattico utilizzato a lezione, esercizi e la registrazione delle lezioni in formato fruibile dalla piattaforma
Moodle.
English
The course is organized into three hours classes, with theoretical concepts alternate to numerical exercises. Moodle
is used to improve the learning, providing each student with materials used in class, exercises and recording of
lectures uploaded in Moodle platform.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
L'esame si articola in una prova scritta finale contenente domande a risposta multipla, esercizi numerici e domande
aperte. Nel corso delle lezioni il docente verifica lo stato di apprendimento degli studenti attraverso domande
mirate e test individuali, in modo da monitorare in itinere il grado di preparazione ed il livello di apprendimento
raggiunto dalla classe.
English
The exam consists of a written final examination with multiple choice questions, exercises, open questions . During
the lessons the teacher asks the students on different skills, even using individual tests, so she can suggest, if
necessary, to read and use other proper books.
PROGRAMMA
Italiano
Macroeconomia
I sistemi economici. Produzione, Consumo, Investimento. Il concetto di ammortamento. Modalità di funzionamento
delle economie di mercato. I fattori della produzione. Il lavoro autonomo e dipendente. Il costo del lavoro per
l'impresa. Patrimonio e reddito. Reddito degli operatori, tipi di reddito. Il prelievo fiscale in Italia. Il Bilancio dello
Stato. Offerta aggregata e domanda aggregata. Produzione e consumo attraverso i dati di contabilità nazionale.
Valori in termini nominali e reali. Il PIL e il suo utilizzo quale indicatore di sviluppo di un'economia. Il deflatore del PIL.
Numeri indice. L'indice dei prezzi al consumo. Risparmio e investimenti. Il tasso di interesse, tassi nominali e reali. La
moneta. L'inflazione e le sue possibili cause. La Bilancia dei Pagamenti e i rapporti di un'economia con il Resto del
Mondo.
Microeconomia
L'imprenditore puro e l'obiettivo della massimizzazione del profitto. Le scelte dell'imprenditore puro su come, cosa
e quanto produrre. La determinazione del profitto. Produttività totale, media e marginale in termini fisici ed
economici. Ottimo impiego di un fattore variabile. Cenni sull'ottima combinazione di più fattori. Il costo di produzione
in termini globali e unitari. L'ottima dimensione di produzione. Domanda e offerta collettiva o di mercato. L'elasticità
della domanda e dell'offerta. Forme di mercato e formazione del prezzo. Il controllo politico dei prezzi.
Matematica finanziaria
Posticipazione e anticipazione di valori monetari. Somma finanziaria. Reintegrazione e ammortamento finanziario.
Media finanziaria.
- 427 -
Organizzazione e gestione aziendale
L'imprenditore concreto e i suoi apporti all'impresa. Forme giuridiche e organizzative delle imprese. L'imprenditore
agricolo (art. 2135 C.C. e sue rivisitazioni). Modalità di finanziamento delle imprese in rapporto alla forma giuridica. Le
imprese che caratterizzano il comparto agroalimentare: imprese familiari, strutture cooperative, industrie
agroalimentari. Logiche di azione. I capitali dell'azienda agraria e di quella agroindustriale. La contabilità e i principi
contabili. Tipi di bilancio. Il bilancio economico della piccola impresa familiare e sua interpretazione ex-post. L'uso
dei bilanci preventivi nelle scelte ex ante di breve e di lungo periodo, con riferimento al settore agroalimentare. I
bilanci parziali di impiego nel settore agricolo: costo di produzione, prezzo di trasformazione, costo unitario di
impiego di una macchina (polivalente o specializzata). Documenti fondamentali di un bilancio contabile consuntivo e
loro lettura. Il bilancio della cooperativa e interpretazione dei risultati a bilancio. Riclassificazione e indici di bilancio.
English
Macro e Microeconomics. Economic models, relations between economic agents. The economic circular flow. main
macroeconomic indicators: GDO, GNP. Money and monetary policy. Inflation, nominal and real interest rates, GDP
deflactor and IPC. The producer, the firm, the farm, inputs and profit maximization. Product function: average and
marginal productivity; tecnically feasible combinations. Demand. Demand elasticity. Monopoly, types of monopoly,
equilibrium. Other markets and their equilibrium. Public intervention against monopoly and oligopoly. Costs in long
and short run.
Financial Mathematics.
Firm and farm management. Farm and firm organization models with regard to agrifood production. Functional areas
of business. Main legal definitions about agricultural producers. Value chain and main stakeholders in agrifood
sector. Main assets in the family farm and in agriindustrial companies. Operating revenue, costs, incomes. Farm and
firm financing ways. Main issues about labour management. Accountancy, types of accounting and their use. Balance
sheet, income statement. management control in agrifood processes. Costs accounting. Choises in short and long
run. Producer choices evaluations.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Paul Krugman, Robin Wells, Kathryn Graddy, 2012, L'essenziale di economia, Zanichelli
David Begg, Stanley Fisher, Rudiger Dornbusch, 2010, Economia, McGraw-Hill
Paul Samuelson, William Nordhaus, Carlo Andrea Bollino, Economia, 2014, McGraw-Hill
Giovanni Fraquelli, Maria Teresa Carelli, Antonella Capriello, Elena Regazzi, 2010, Il bilancio per i manager, Casa
Editrice Ambrosiana
English
Paul Krugman, Robin Wells, Kathryn Graddy, 2012, L'essenziale di economia, Zanichelli
David Begg, Stanley Fisher, Rudiger Dornbusch, 2010, Economia, McGraw-Hill
Paul Samuelson, William Nordhaus, Carlo Andrea Bollino, Economia, 2014, McGraw-Hill
Giovanni Fraquelli, Maria Teresa Carelli, Antonella Capriello, Elena Regazzi, 2010, Il bilancio per i manager, Casa
Editrice Ambrosiana
NOTA
Italiano
- 428 -
English
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=dgq3
- 429 -
Economia e gestione aziendale - VE (Anno Accademico 2015/2016)
WINEMAKING FIRMS ECONOMICS AND MANAGEMENT
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0017
Docente:
Simonetta MAZZARINO (Affidamento interno)
Contatti docente:
0116708629, [email protected]
Corso di studio:
[f001-c702] L - Viticoltura ed enologia
Anno:
1° anno
Tipologia:
B - Caratterizzante
Crediti/Valenza:
8
SSD attvità didattica:
AGR/01 - economia ed estimo rurale
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Scritto
PREREQUISITI
Nessuno / None
PROPEDEUTICO A
La seconda parte del corso, relativa all'organizzazione e gestione dell'azienda del comparto vitivinicolo, necessita di
conoscenze tecniche sulla gestione agronomica del vigneto e sulle modalità di vinificazione e di affinamento
utilizzate in cantina. Purtroppo la collocazione di questo corso al primo anno rende difficile la realizzazione di questa
condizione.
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Il corso si proprone di fornire allo studente i meccanismi generali di funzionamento di un'economia di mercato,
soffermandosi sugli strumenti utilizzabili per comprendere i punti di forza e di debolezza di un'impresa, valutabili
anche attraverso l'esame di dati economici, patrimoniali e finanziari desumibili dal bilancio (imprese familiari,
cantine sociali).
English
Main goals are to know and to understand the functioning of economic system and markets, how to account costs
and revenues of a business and how to evaluate an investment.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Comprendere il significato e gli effetti delle decisioni di politica economica adottate dai governi. Comprendere la
struttura dei costi di produzione di un'impresa. Interpretare i dati di un bilancio. Valutare i punti di forza e di
debolezza delle imprese e del comparto vitivinicolo nazionale.
- 430 -
English
To make informed about economic policy choices and their effects; to understand the origin of costs for firms and
farms and their proper accounting; to read the data in a balance; to assess the strengths and the weaknesses of a
company in winemaking sector.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
Il corso è organizzato in lezioni da tre ore nelle quali a concetti teorici si alternano esercitazioni numeriche. Ai fini di
un migliore apprendimento si utilizza lo strumento Moodle, che permette di mettere a disposizione di ogni studente
materiale didattico utilizzato a lezione, esercizi e la registrazione delle lezioni in formato MP3
English
The course is organized into three hours classes, with theoretical concepts alternate to numerical exercises.
Moodle is used to improve the learning, providing each student with materials used in class, exercises and
recording of lectures in MP3 format
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
L'esame si articola in una prova scritta intermedia e un esame finale orale. Nel corso delle lezioni il docente verifica
lo stato di apprendimento degli studenti attraverso domande mirate e test individuali, in modo da monitorare in
itinere il grado di preparazione ed il livello di apprendimento raggiunto dalla classe.
English
The exam consists of a written interim and a final oral examination. During the lessons the teacher asks the students
on different skills, even using individual tests, so she can suggest, if necessary, to read and study proper books.
ATTIVITÀ DI SUPPORTO
E' prevista a fine corso un'uscita didattica presso un'azienda vitivinicola dell'Albese (prov. di Cuneo), per verificare
in campo le problematiche tecniche e gestionali affrontate durante le lezioni.
PROGRAMMA
Italiano
Macroeconomia
I sistemi economici. Produzione, Consumo, Investimento. Il concetto di ammortamento. Modalità di funzionamento
delle economie di mercato. I fattori della produzione. Il lavoro autonomo e dipendente. Il costo del lavoro per
l'impresa. Patrimonio e reddito. Reddito degli operatori, tipi di reddito. Il prelievo fiscale in Italia. Il Bilancio dello
Stato. Offerta aggregata e domanda aggregata. Produzione e consumo attraverso i dati di contabilità nazionale.
Valori in termini nominali e reali. Il PIL e il suo utilizzo quale indicatore di sviluppo di un'economia. Il deflatore del PIL.
Numeri indice. L'indice dei prezzi al consumo. Risparmio e investimenti. Il tasso di interesse, tassi nominali e reali. La
moneta. L'inflazione e le sue possibili cause. La Bilancia dei Pagamenti e i rapporti di un'economia con il Resto del
Mondo.
Microeconomia
L'imprenditore puro e l'obiettivo della massimizzazione del profitto. Le scelte dell'imprenditore puro su come, cosa
e quanto produrre. La determinazione del profitto. Produttività totale, media e marginale in termini fisici ed
economici. Ottimo impiego di un fattore variabile. Cenni sull'ottima combinazione di più fattori. Il costo di produzione
- 431 -
in termini globali e unitari. L'ottima dimensione di produzione. Domanda e offerta collettiva o di mercato. L'elasticità
della domanda e dell'offerta. Forme di mercato e formazione del prezzo. Il controllo politico dei prezzi.
Matematica finanziaria
Posticipazione e anticipazione di valori monetari. Somma finanziaria. Reintegrazione e ammortamento finanziario.
Media finanziaria.
Organizzazione e gestione aziendale
L'imprenditore concreto e i suoi apporti all'impresa. Forme giuridiche e organizzative delle imprese. L'imprenditore
agricolo (art. 2135 C.C. e sue rivisitazioni). Modalità di finanziamento delle imprese in rapporto alla forma giuridica. Le
imprese che caratterizzano il comparto enologico: imprese viticole, vitivinicole, le cantine sociali, le industrie
enologiche. Logiche di azione. I capitali dell'azienda agraria e di quella agroindustriale. La contabilità e i principi
contabili. Tipi di bilancio. Il bilancio economico della piccola impresa vitivinicola e sua interpretazione ex-post. L'uso
dei bilanci preventivi nelle scelte ex ante di breve e di lungo periodo, con riferimento al settore enologico. I bilanci
parziali di impiego nel settore enologico: costo di produzione, prezzo di trasformazione, costo unitario di impiego di
una macchina (imbottigliatrice). Documenti fondamentali di un bilancio contabile consuntivo e loro lettura. Il bilancio
della cantina cooperativa e interpretazione dei risultati a bilancio. Riclassificazione e indici di bilancio.
English
Macro e Microeconomics. Economic models, relations between economic agents. The economic circular flow. main
macroeconomic indicators: GDO, GNP. Money and monetary policy. Inflation, nominal and real interest rates, GDP
deflactor and IPC. The producer, the firm, the farm, inputs and profit maximization. Product function: average and
marginal productivity; tecnically feasible combinations. Demand. Demand elasticity. Monopoly, types of monopoly,
equilibrium. Other markets and their equilibrium. Public intervention against monopoly and oligopoly. Costs in long
and short run.
Financial Mathematics.
Firm and farm management. Farm and firm organization models with regard to wine production. Functional areas of
business. Main legal definitions about wine-making producers. Value chain in wine sector. Main stakeholders in winemaking. Main assets in the family farm and in agriindustrial companies. Operating revenue, costs, incomes. Farm and
firm financing ways. Main issues about labour management. Accountancy, types of accounting and their use. Balance
sheet, income statement. management control in wine-making processes. Costs accounting. Choises in short and
long run. Producer choices evaluations.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Paul Krugman, Robin Wells, Kathryn Graddy, 2012, L'essenziale di economia, Zanichelli
David Begg, Stanley Fisher, Rudiger Dornbusch, 2010, Economia, McGraw-Hill
Paul Samuelson, William Nordhaus, Carlo Andrea Bollino, Economia, 2014, McGraw-Hill
Giovanni Fraquelli, Maria Teresa Carelli, Antonella Capriello, Elena Regazzi, 2010, Il bilancio per i manager, Casa
Editrice Ambrosiana
English
Paul Krugman, Robin Wells, Kathryn Graddy, 2012, L'essenziale di economia, Zanichelli
- 432 -
David Begg, Stanley Fisher, Rudiger Dornbusch, 2010, Economia, McGraw-Hill
Paul Samuelson, William Nordhaus, Carlo Andrea Bollino, Economia, 2014, McGraw-Hill
Giovanni Fraquelli, Maria Teresa Carelli, Antonella Capriello, Elena Regazzi, 2010, Il bilancio per i manager, Casa
Editrice Ambrosiana
NOTA
Italiano
English
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=c2lm
- 433 -
Economia e politica agraria, alimentare e ambientale (Anno Accademico 2015/2016)
AGRICULTURAL, FOOD AND ENVIRONMENTAL ECONOMICS AND POLICY
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0339
Docente:
Prof. Teresina MANCUSO (Affidamento interno)
Contatti docente:
116708724, [email protected]
Corso di studio:
[f001-c501] LM - Scienze agrarie
Anno:
1° anno
Tipologia:
B - Caratterizzante
Crediti/Valenza:
8
SSD attvità didattica:
AGR/01 - economia ed estimo rurale
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Il corso si pone l'obiettivo di fornire le conoscenze di base: -delle politiche che riguardano l'agricoltura e il sistema
agroindustriale: le politiche agricole, creditizie, fondiarie, ambientali e commerciali; -dei mercati delle produzioni
agricole.
English
In the first part of the course we update the recent choices made at different level of government –at international,
EU, national and regional level – about the agricultural and trade policies. In the second part, we study some
subjects of economics, interesting the agricultural and food sector. In the third part we analyze the evolution of the
European environmental policy.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Lo studente acquisisce le basi per analizzare e seguire lo sviluppo delle politiche riguardanti il sistema agricolo e
agroindustriale e per valutare l'impatto economico che deriva dalla loro applicazione.
English
Students will be able to analyse the agricultural and trade policies at the international, european, national and
regional level and to evaluate their economic impacts.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
- 434 -
Italiano
Il corso consiste di 60 ore di lezione frontale e di 20 ore dedicate ad esercitazioni in classe.
I materiali didattici utilizzati a lezione vengono distribuiti in forma cartacea o messi a disposizione sulla piattaforma
campusnet. Le esercitazioni avvengono con materiali e strumenti forniti dal docente, organizzando il lavoro
eventualmente in gruppi.
English
The course consists of 60 hours of lectures, 20 hours devoted to training activities in classroom.
The teaching materials used in class are distributed in hard copy or available on the platform campusnet. The
training activities are made with materials and tools provided by the teacher, organizing work in groups.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Colloqui al termine delle lezioni e test in itinere servono per valutare il grado di preparazione degli studenti durante
il corso.
Circa a metà del corso è previsto di proporre in aula una serie di quesiti sulla parte del programma svolto, per
permettere agli studenti e alla docente di valutare il processo di apprendimento.
L'esame prevede:
- l'analisi di documenti e la redazione di commenti a temi di politica agricola e alimentare, da svolgersi durante il
corso;
- un colloquio orale finale durante il quale ogni studente risponde a domande sui principali temi delle politiche
trattate durante il corso. Nel colloquio vengono valutate le conoscenze acquisite e le capacità di ragionamento e di
effettuare collegamenti.
La valutazione finale è espressa in trentesimi.
English
Discussions after class and test are used to assess the knowledge of the students during the course. An informal
mid-term assessment either written or oral based on what has been presented in the course will be held, to check
the learning process.
The exam requires:
-The analyze of documents and articles and written short reports about food and agricultural policy subject
developed during the course,
-A final oral examination during which each student discusses the topics proposed; the skill to link the different
topics will be also tested.
PROGRAMMA
Italiano
Area di apprendimento della produzione e gestione
- 435 -
Parte I – Economia e Politica agraria e agro-industriale
-Introduzione al corso. Ruolo dell'agricoltura e sua evoluzione nel tempo. I condizionamenti esterni alle scelte
dell'imprenditore. Generalità sull'importanza degli interventi di politica agraria e sul loro evolversi nel tempo.
-La Comunità Europea, i suoi successivi ampliamenti e le relative problematiche. Confronto strutturale tra i vari Paesi
europei. Le Istituzioni della U.E. Il bilancio dell'U.E.: provenienza delle fonti ed impieghi tra i diversi settori
(agricoltura, industria, ricerca, coesione, etc.). Fondi strutturali e fondi per l'agricoltura: FESR, FSE, FEASR, FEAGA.
-La politica agricola comune (PAC). La politica dei prezzi e delle strutture. La revisione della politica agricola
comunitaria attraverso le riforme: gli obiettivi, gli strumenti. La politica di sviluppo rurale. La PAC 2014-2020:
pagamenti diretti, PSR Regione Piemonte, OCM unica.
-La figura dell'imprenditore agricolo. Le forme giuridiche delle imprese. Il Credito agrario.
- Il coordinamento degli operatori nelle filiere agroalimentari: Organizzazioni di Produttori, cooperative
agroalimentari, contratti quadro, intese di filiera, distretti, contratti di rete.
-Certificazioni di qualità dei prodotti agricoli (DOP, IGP, biologico, etc.), etico; ottenimento e uso di marchi privati e
collettivi. Responsabilità sociale di impresa.
-Beni pubblici, politiche fondiarie, consumo di suolo, land grabbing, water grabbing.
-La cooperazione allo sviluppo in campo agricolo.
Parte II – I mercati delle produzioni agricole
-I mercati delle commodities agricole e le filiere agroindustriali: produzioni, consumi, stock, borse merci, contratti,
prezzi.
-Gli accordi sul commercio internazionale dei prodotti agricoli e agroalimentari: WTO, accordi multilaterali,
plurilaterali, bilateriali. Gli strumenti della politica commerciale: barriere tariffarie e non.
Parte III – Le politiche agro-ambientali
-L'evoluzione della politica agro-ambientale comunitaria, cenni.
-Bilancio ambientale e certificazioni ISO e EMAS.
-Aspetti economici della tutela di risorse naturali: esempi.
Esercitazioni
-Analisi benefici-costi in ottica di collettività e per l'impresa privata.
English
Part I- Agricultural and food economics and policy
-Introduction. Role of agriculture and its evolution in the time. Choices of farmers and external pressures.
Importance of agricultural policy and its evolution.
-Economic European Community (European Union, EU) history (1950-2014). Structural comparison among European
Countries. EU Institutions. Annual EU budget resources and payments for heading (agriculture, citizenship, research,
etc.). European Union Funds 2014-2020: the European Regional Development Fund, the European Social Fund, the
Cohesion Fund, the European Agricultural Fund for Rural Development, the European Agricultural Fund for Direct
Payments.
- 436 -
-The Common Agricultural Policy (CAP). Reform of the CAP: evolution of objectives and tools. EU rural development
policy. The Common Organisation of the Markets for several agricultural products, brief introduction. CAP 20142020: direct payments, Regional Development Rural Programme (Piedmont Region), Common Organisation of the
single market.
-Legal status of farmer; types of legal status of companies in Italy. Agricultural financing tools.
-Coordination of agents in the agri-food supply chains. Agricultural cooperatives, Producer Organisations, Contract
agreements, agricultural districts, companies network.
- Food quality certification schemes for agricultural products quality (geographical indication, organic, etc.), ethic
standards, trade marks. Social responsibility of farms.
- Common goods, land policy, soil consumption, land grabbing, water grabbing.
-Development cooperation: development indexes, relationship between Italy and LDC.
Part II - Market of agricultural products
Commodities markets and the agribusiness supply chains: productions, consumptions, stock, commodity
exchanges, contracts, prices.
International agriculture and food trade: negotiations and multilateral/bilateral agreements; WTO.
Part III – Environmental policy
Some environmental aspects of EU agricultural policy and its evolution. Balance sheet for green company activities
and types of International schemes.
Training activities
Feasibility study.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
-Vieri S., Politica agraria comunitaria, nazionale, regionale, Edagricole, Bologna, 2001.
- Krugman P. R.- Obstfeld M. Economia internazionale.
-Il sistema agroalimentare in Italia (2009), di Fanfani R., Edagricole.
-Oskam, EU policy for agriculture, food and rural areas. Wageningen Academic Publisher, 2010.
-Diapositive. -Articoli selezionati e proposti in aula.
English
-Vieri S., Politica agraria comunitaria, nazionale, regionale, Edagricole, Bologna, 2001.
-Krugman P. R.- Obstfeld M. Economia internazionale.
-Il sistema agroalimentare in Italia (2009), di Fanfani R., Edagricole.
-Oskam, EU policy for agriculture, food and rural areas. Wageningen Academic Publisher, 2010.
- 437 -
- Slides and selected references will be supplied to students.
NOTA
Italiano
English
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=f4e4
- 438 -
Economia e politica agroalimentare (Anno Accademico 2015/2016)
AGRI-FOOD ECONOMY AND POLICY
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0347
Docente:
Prof. Teresina MANCUSO (Affidamento interno)
Contatti docente:
116708724, [email protected]
Corso di studio:
[f001-c503] LM - Scienze e tecnologie alimentari
Anno:
1° anno
Tipologia:
B - Caratterizzante
Crediti/Valenza:
6
SSD attvità didattica:
AGR/01 - economia ed estimo rurale
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Scopo del corso è di svolgere le opportune valutazioni economiche di problemi complessi riguardanti il settore
alimentare e di individuare soluzioni sostenibili e praticabili nei diversi contesti in cui si trova ad operare il tecnologo
alimentare.
English
The aim of this course is to develop economic evaluations of different aspect of problems related to the food
sector and identifying sustainable solutions in different working contexts.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Acquisizione di conoscenze, padronanza di strumenti di analisi e di tecniche di gestione per comprendere i
fenomeni attinenti al settore alimentare che avvengono in una economia globale; delineare e attuare politiche
alimentari; individuare soluzioni economicamente sostenibili per imprese, istituzioni e associazioni.
English
Students will be able to use analysis tools and management techniques to understand main facts related to food
sector; outline and implement food policies in a global economic context; identify sustainable solutions for
companies, authorites and associations.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
- 439 -
Italiano
Il corso consiste di 60 (40 ore) ore di lezione frontale e di 20 ore dedicate ad esercitazioni in classe.
I materiali didattici utilizzati a lezione vengono distribuiti in forma cartacea o messi a disposizione sulla piattaforma
campusnet. Le esercitazioni avvengono con materiali e strumenti forniti dal docente, organizzando il lavoro
eventualmente in gruppi.
English
The course consists of 40 hours of lectures, 20 hours devoted to training activities in classroom.
The teaching materials used in class are distributed in hard copy or available on the platform campusnet. The
training activities are made with materials and tools provided by the teacher, organizing work in groups.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Colloqui al termine delle lezioni e test in itinere servono per valutare il grado di preparazione degli studenti durante
il corso.
Circa a metà del corso è previsto di proporre in aula una serie di quesiti sulla parte del programma svolto, per
permettere agli studenti e alla docente di valutare il processo di apprendimento.
L'esame prevede:
- l'analisi di documenti e la redazione di commenti a temi di politica agricola e alimentare, da svolgersi durante il
corso;
- un colloquio orale finale durante il quale ogni studente risponde a domande sui principali temi delle politiche
trattate durante il corso. Nel colloquio vengono valutate le conoscenze acquisite e le capacità di ragionamento e di
effettuare collegamenti.
La valutazione finale è espressa in trentesimi.
English
Discussions after class and test are used to assess the knowledge of the students during the course. An informal
mid-term assessment either written or oral based on what has been presented in the course will be held, to check
the learning process.
The exam requires:
-The analyze of documents and articles and written short reports about food and agricultural policy subject
developed during the course,
-A final oral examination during which each student discusses the topics proposed; the skill to link the different
topics will be also tested.
PROGRAMMA
Italiano
Area di apprendimento: Economia e Marketing
Lezioni
- 440 -
-Gli operatori e i dati fondamentali nel settore alimentare, in Italia, in Unione Europea, nel mondo.
-Politiche alimentari, agricole, commerciali applicate ai diversi livelli, comunitario, nazionale ed internazionale. La
Politica Agricola Comunitaria. Il Programma di Sviluppo Rurale della Regione Piemonte. Il quadro internazionale degli
accordi internazionali che riguardano il comparto agroalimentare; percorsi di internazionalizzazione delle imprese
agroalimentari e problematiche (deposito marchi, etc).
-Le politiche di supporto al settore alimentare: finanziamenti pubblici e credito bancario, ricerca di base e applicata,
competitività, innovazione tecnologica. Fondi strutturali (FESR, FSE, FEASR).
-Il coordinamento degli operatori nelle filiere agroalimentari, l'Associazionismo: Cooperative di produzione
agroalimentare, di consumo alimentare. Le Organizzazioni di Produttori. Distretti agroalimentari e reti.
-Consumi alimentari in Italia.
-I mercati e i luoghi di contrattazione, i mercati a termine, le borse merci: produzioni, consumi, stock, contratti,
prezzi.
-Processi produttivi, programmi alimentari, sicurezza alimentare e valutazioni economiche: analisi dei costi e
sostenibilità economica, studi di fattibilità, pianificazione a livello di impresa privata, di ente pubblico, di Istituzioni.
Esercitazioni
-Studio di casi sugli argomenti sviluppati a lezione: responsabilità sociale e ambientale di impresa; impatto
economico e sociale di programmi di educazione alimentare a livello di Paese; valutazione del bilancio di
approvvigionamento a livello di prodotto e di Paese.
-Sviluppo di una idea progettuale originale attraverso la costruzione di un business plan, da presentare all'esame.
English
Learning subjects: Economics and Marketing
Lessons
Lessons
- Economic food sector, in Italy, in EU, in World: key data;
- Food, agricultural and trade policies, applied at national, international and EU level;
- European policies supporting food sector: financial system, research, competitiveness, innovation technology;
- coordination of economic agents in food chains: cooperatives system, type of contracts in the Italian economic
system;
- institutional Funds and credit system to financing food sector;
- food consumption in Italy;
- commodities market, agribusiness chains: productions, consumptions, stock, commodity exchanges, contracts,
prices;
- production processes, food programs planning, food security and economic evaluations; costs analysis and
sustainable processes, feasibility studies, planning food systems at community, regional, local levels.
Training
- 441 -
-Analysis of case studies of food sector.
-Development of an original business plan (exam).
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
-Diapositive. Articoli selezionati e proposti in aula.
-Economia del mercato agro-alimentare (2010), di Messori F. e Ferretti F., Edagricole, seconda edizione.
-Il sistema agroalimentare in Italia (2009), di Fanfani R., Edagricole.
-Oskam, EU policy for agriculture, food and rural areas. Wageningen Academic Publisher, 2010.
English
-Slides and selected references will be supplied to students.
-Economia del mercato agro-alimentare (2010), di Messori F. e Ferretti F., Edagricole, seconda edizione.
-Il sistema agroalimentare in Italia (2009), di Fanfani R., Edagricole.
-Oskam, EU policy for agriculture, food and rural areas. Wageningen Academic Publisher, 2010.
NOTA
Italiano
English
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=w4ab
- 442 -
Economics of food safety and nutrition (Anno Accademico 2015/2016)
Economics of food safety and nutrition
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: SAF0049
Docente:
Prof. Antonio Stasi (Affidamento interno)
Contatti docente:
[email protected]
Corso di studio:
[f290-c511] LM - Scienze viticole ed enologiche
Anno:
2° anno
Tipologia:
D - A scelta dello studente
Crediti/Valenza:
5
SSD attvità didattica:
AGR/01 - economia ed estimo rurale
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
English
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
English
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
English
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
- 443 -
English
PROGRAMMA
Italiano
English
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
English
NOTA
Italiano
English
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=ee3b
- 444 -
Elementi di fisiologia vegetale (Anno Accademico 2015/2016)
PRINCIPLES OF PLANT PHYSIOLOGY
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0061
Docente:
Prof. Claudio LOVISOLO (Affidamento interno)
Contatti docente:
0116708926, [email protected]
Anno:
Tipologia:
--- Nuovo Ordinamento ---
Crediti/Valenza:
4
SSD attvità didattica:
BIO/04 - fisiologia vegetale
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Scritto
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Fornire agli studenti le cognizioni fondamentali sui processi che controllano la vita e la produzione delle piante
dell'ambiente forestale.
English
To learn about the relationships between plant physiology and forest environment, upon both climate standards and
abiotic limiting conditions.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Gli studenti arrivano a fine corso a saper analizzare i meccanismi che permettono lo svolgersi dei principali processi
fisiologici ed ecofisiologici delle piante in risposta agli stimoli ambientali dell'ambiente forestale.
English
The students will integrate the knowledge acquired both by following the course programme and by examining
scientific literature.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
lezioni frontali ed autovalutazioni periodiche
English
- 445 -
teaching classes and evaluation tests
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Autovalutazioni anonime in itinere.
English
In-itinere anonymous self-assessments.
PROGRAMMA
Italiano
Gli argomenti del programma appartengono all'area delle conoscenze propedeutiche e all'area della difesa delle
foreste.
Funzioni dell'acqua nella cellula e nella pianta; variazioni di potenziale idrico nel continuum suolo-pianta-atmosfera;
psicrometro; camera a pressione trasporto xilematico; forze di tensione/coesione ed embolismi (danni e
recupero); ruolo delle acquaporine; traspirazione fogliare: biofisica del fenomeno (umidità relativa, temperatura);
conduttanza stomatica; movimenti degli stomi; biochimica della cellula di guardia; fattori ambientali che
condizionano la regolazione stomatica: luce, CO2; regolazione stomatica idropassiva e idroattiva; azione dell'ABA
mediata dal Ca++; sintesi e redistribuzione dell'ABA; la tecnica del PRD (partial root drying).
Cenni sulla sintesi proteica; cinetica enzimatica; potenziale elettro-chimico di un soluto - equazione di Nernst;
permeabilità delle membrane; potenziale di membrana; trasporto passivo: diffusione semplice e facilatata;
trasporto attivo primario; H+-ATPasi; trasporto attivo secondario (simporto, antiporto).
Fotosintesi: fase luminosa e fase oscura, fotosistemi, regolazione dell'organicazione del carbonio
bsp;
&n
Lo spettro dell'energia solare; eccitazione dei pigmenti, riemissione di energia: dissipazione e trasferimento;
assorbimento energetico della clorofilla; i fotosistemi del cloroplasto; schema Z della fotosintesi, trasporto di
elettroni; trasporto transmembrana di H+ e sintesi dell'ATP nel cloroplasto; fotoinibizione, formazione de radicali
liberi dell'H2O; confronto fotosintesi/respirazione per la sintesi di ATP; la RUBISCO; sintesi di amido primario nel
cloroplasto; sintesi di saccarosio nel citosol; ripartizione del trioso-P tra cloroplasto e citosol; sintesi dell'amido
secondario (amiloplasti).
Elementi strutturali del floema: funzioni; floema: modello di flusso di massa da organi sorgenti a organi sink;
caricamento floematico (simportatore di zuccheri); scaricamento floematico; ripartizione dei prodotti della
fotosintesi, forza di un sink; effetti delle variazioni del rapporto sorgente/sink; transizione sorgente/sink.
Regolazione della fotosintesi. Controllo ambientale dell'assorbimento della CO2: 1) regolazione stomatica; 2)
competizione CO2/O2 per la Rubisco; 3) competizione tra la biosintesi di amido e quella del saccarosio; 4)
allocazione dei fotosintati a differenti organi sink.
English
Water metabolism, xylem transport, transpiration
Proteins, cell membrane metabolism
- 446 -
Photosynthesis and regulation of carbon assimilation
Phloem transport
Ecophysiology of water and nutrients in the whole plant
Ecophysiology of light and CO2 in the whole plant
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
I testi base consigliati per il corso sono:
Taiz, Zeiger. Elementi di Fisiologia vegetale. Piccin 2013
Rascio N., Elementi di fisiologia vegetale, EdiSES, Napoli, 2012.
Taiz L., Zeiger E., Fisiologia vegetale, PICCIN, Padova, 2008.
Siti internet di interesse: http://5e.plantphys.net
English
Taiz, Zeiger. Elementi di Fisiologia vegetale. Piccin 2013
Rascio N., Elementi di fisiologia vegetale, EdiSES, Napoli, 2012.
Taiz L., Zeiger E., Fisiologia vegetale, PICCIN, Padova, 2008.
Siti internet di interesse: http://5e.plantphys.net
NOTA
Italiano
English
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=zi3j
- 447 -
Elementi di fisiologia vegetale (Anno Accademico 2015/2016)
PRINCIPLES OF PLANT PHYSIOLOGY
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0061
Docente:
Phd. Francesca SECCHI (Affidamento interno)
Contatti docente:
[email protected]
Anno:
Tipologia:
Crediti/Valenza:
2
SSD attvità didattica:
BIO/04 - fisiologia vegetale
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Scritto
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Fornire agli studenti le conoscenze necessarie sui processi che controllano la fisiologia e la produzione delle piante
dell'ambiente forestale e in particolare sui meccanismi di adattamento delle piante in risposta a diversi stimoli
ambientali.
English
The course will provide students with the knowledge necessary to understand the relationships between plant
physiology and forest environment and the mechanisms of plant acclimation and adaptation to environmental
conditions.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Gli studenti arrivano a fine corso a saper analizzare i meccanismi che permettono lo svolgersi dei principali processi
fisiologici ed ecofisiologici delle piante in risposta agli stimoli ambientali dell'ambiente forestale.
English
The students will integrate the knowledge acquired both by following the course programme and by examining
scientific literature.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
- 448 -
Italiano
Il corso consiste di 20 ore di lezione frontale per le quali il docente si avvale di presentazioni e slides che saranno a
disposizione degli studenti.
English
The course consists of 20 hours of lectures. The teacher makes use of presentations and slides that will be
available to students.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Autovalutazioni anonime in itinere.
English
In-itinere anonymous self-assessments.
scritto
PROGRAMMA
Italiano
Gli argomenti del programma appartengono all'area delle conoscenze propedeutiche e all'area della difesa delle
foreste.
- Assorbimento, trasporto e assimilazione di sostanze minerali
- Modificazioni di soluzioni nutritive per valutare gli effetti di elementi minerali; movimento dei soluti nel terreno;
trasporto apoplastico e cellulare degli elementi minerali; funzioni del trasporto di membrana nell'assorbimento
ionico di sost. minerali
- Auxina: esperimenti di inizio '900 e risvolti funzionali; saggio biologico e radio-immunologico delle auxine; forma
libera e forma coniugata (implicazioni su trasporto ed utilizzo); trasporto apolare (floematico) e polare
(parenchimatico) ; effetti dell'auxina: allungamento di fusti e radici; auxine e fototropismo; auxine e gravitropismo in
fusti e radici; effetti fisiologici dell'auxina: regolazione dominanza apicale, formazione radici secondarie,
differenziamento vascolare; meccanismo d'azione dell'auxina a livello cellulare; effetti fisiologici delle gibberelline;
effetti fisiologici delle citochinine; etilene; acido abscisico.
- Aspetti ecofisiologici: risposta allo stress:
Stress idrico. Meccanismi di difesa delle piante allo stress idrico. Ad alto potenziale idrico. A basso potenziale idrico.
Risposta isodrica ed anisoidrica allo stress idrico.
Ruolo del messaggio ormonale e chimico. Limitazioni alla crescita della piante ascrivibili a squilibri del potenziale
idrico. Osmoregolazione.
Stress e shock da calore.
Stress da freddo.
Stress da congelamento.
Stress salino.
- 449 -
English
- Assimilation and uptake of mineral nutrients
- Plant hormones:
Identification, biosynthesis and metabolism of auxin, transport, cell elongation, phototropism and gravitropism.
Developmental effects of auxin.
Physiological effects of Gibberellins, Cytokinins and Ethylene.
Abscisic acid
- Stress Physiology:
Water stress and Drought tolerance
Heat stress and Heat Shock
Chilling and Freezing
Salinity Stress
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
I testi base consigliati per il corso sono:
Taiz, Zeiger. Elementi di Fisiologia vegetale. Piccin 2013
Rascio N., Elementi di fisiologia vegetale, EdiSES, Napoli, 2012.
Taiz L., Zeiger E., Fisiologia vegetale, PICCIN, Padova, 2008.
Siti internet di interesse: http://5e.plantphys.net
English
Taiz, Zeiger. Elementi di Fisiologia vegetale. Piccin 2013
Rascio N., Elementi di fisiologia vegetale, EdiSES, Napoli, 2012.
Taiz L., Zeiger E., Fisiologia vegetale, PICCIN, Padova, 2008.
Siti internet di interesse: http://5e.plantphys.net
- 450 -
NOTA
Italiano
English
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=ofkp
- 451 -
Elementi di nutrizione umana (Anno Accademico 2015/2016)
ELEMENTS OF HUMAN NUTRITION
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: SAF0013
Docente:
Prof. Paolo SIMONETTI (Affidamento interno)
Contatti docente:
02 503 16724, [email protected]
Corso di studio:
[f290-c511] LM - Scienze viticole ed enologiche
Anno:
2° anno
Tipologia:
B - Caratterizzante
Crediti/Valenza:
5
SSD attvità didattica:
BIO/09 - fisiologia
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Fornire allo studente le conoscenze necessarie per conoscere:
- i processi di digestione e assorbimento dei nutrienti;
- la funzione dei macro e micro nutrienti nell'organismo umano;
- il ruolo dell'etanolo e dei composti bioattivi della dieta sullo stato di salute;
- le caratteristiche nutrizionali degli alimenti in relazione alle esigenze del consumatore.
English
The course will provide students with the knowledge necessary to understand:
- the processes of digestion and absorption of nutrients;
- the functions of macro and micronutrients in the human body;
- the role of ethanol and bioactive compounds in the diet;
- the nutritional properties of food in relation to the needs of the consumer.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Lo studente al termine del corso dovrà possedere una conoscenza di base:
- della composizione corporea e della fisiologia del sistema digestivo;
- 452 -
- dei principi nutritivi (proteine, lipidi, carboidrati, fibra, minerali e vitamine), dell'etanolo, dei composti bioattivi e
del loro ruolo sullo stato di salute;
- del fabbisogno energetico e delle esigenze nutrizionali di diverse fasce di popolazione;
- della composizione in nutrienti e composti di interesse nutrizionale degli alimenti e bevande della dieta della
popolazione italiana.
English
Students completing the course will have a basic knowledge of:
- body composition and physiology of the digestive system;
- nutrients (proteins, lipids, carbohydrates, fiber, minerals and vitamins), ethanol, bioactive compounds and their
role on health status;
- energy requirements and nutritional needs of different groups of the population;
- composition (nutrients and bioactive compounds) of foods and drinks of the diet of the Italian population.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
Il corso consiste di 40 ore di lezione frontale. Per le lezioni frontali il docente si avvale di presentazioni e slide che
sono a disposizione degli studenti.
English
The course consists of 40 hours of lectures. For lectures the teacher makes use of presentations and slides that are
available to students.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
L'apprendimento verrà verificato con periodiche discussioni sugli argomenti proposti. L'esame finale consiste in
una discussione generale orale sugli argomenti trattati durante il corso supportata dalla presentazione di una
relazione riguardante un argomento dettagliato, a scelta dello studente, e concordato con il docente.
English
The student learning will be evaluated by periodical discussions about the lecture subjects. The final exam consists
of an oral test supported by a presentation of a report regarding a detailed topic, chosen by the student and agreed
by the professor.
PROGRAMMA
Italiano
Sulla base di quanto previsto nella scheda SUA (Quadro A4.b) il programma del corso si sviluppa nell'ambito
Economia, marketing, cultura enologica.
- La composizione del corpo umano: indice di massa corporea, massa corporea lipidica e alipidica (2ore)
- Caratteristiche anatomiche e fisiologiche dell'apparato digerente: bocca, stomaco, intestino tenue e crasso,
- 453 -
pancreas e fegato (3ore)
- Meccanismi di digestione ed assorbimento delle proteine, dei carboidrati e dei lipidi (4ore)
- Il metabolismo energetico: metabolismo basale, termogenesi indotta dagli alimenti, termogenesi per attività
fisica, cenni sui metodi di valutazione del dispendio energetico (3ore)
- L'acqua e le sue funzioni: bilancio idrico, osmolalità ed equilibrio acido-base (2ore)
- Ruolo nutrizionale delle proteine: proteine alimentari, azoto non proteico (2ore)
- Ruolo nutrizionale dei lipidi: lipidi alimentari, colesterolo, catabolismo e sintesi degli acidi grassi, lipoproteine,
omega3 e omega6 (2ore)
- Ruolo nutrizionale dei carboidrati: carboidrati semplici e complessi, indice glicemico, fruttosio, glicogeno (2ore)
- Relazioni metaboliche tra glucidi, proteine e lipidi (2ore)
- Caratteristiche chimico-fisiche e ruolo nutrizionale della fibra (2ore)
- Caratteristiche e ruolo nutrizionale di vitamine e minerali (2ore)
- Assorbimento e metabolismo dell'etanolo (2ore)
- I composti bioattivi presenti nella dieta (4ore)
&n bsp;
- Caratteristiche nutrizionali degli alimenti e loro impiego in una dieta equilibrata (4ore)
- Ruolo delle bevande alcoliche sullo stato di salute (4ore)
English
The class focuses on subject that are configured in the learning context of Processing technologies wine Economics,
marketing, wine culture.
- Body composition: body mass index, fat and fat-free mass (2hours)
- Anatomy and physiology of the digestive tract: mouth, stomach, small intestine and large intestine, pancreas and
liver (3hours)
- Mechanisms of digestion and absorption of proteins, carbohydrates and lipids (4hours)
- Energy metabolism: basal metabolic rate, diet induced thermogenesis, exercise-associated thermogenesis and
methods for assessing energy expenditure (3hours)
- Water and its functions: water balance, osmolality and acid-base balance (2hours)
- Nutritional role of proteins: food proteins, non-protein nitrogen (2hours)
- Nutritional role of lipids: dietary lipids, cholesterol, catabolism and synthesis of fatty acids, lipoproteins, omega3
and omega6 (2hours)
- Nutritional role of carbohydrates: simple and complex carbohydrates, blood glucose and glycemic index,
fructose, glycogen (2hours)
- Metabolic relations between carbohydrates, proteins and lipids (2hours)
- Physical and chemical characteristics and nutritional role of fiber (2hours)
- 454 -
- Nutritional role of vitamins and minerals (2hours)
- Absorption and metabolism of ethanol (2hours)
- The bioactive compounds of the diet (4hours)
- Nutritional characteristics of foods and their significance in a balanced diet (4hours)
- Role of alcohol from different beverages on health (4hours)
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
- Gerard J. Tortora, Brian Derrickson – Principi di Anatomia e Fisiologia – Casa Editrice Ambrosiana. (Milano), 2011
- Aldo Mariani Costantini, Carlo Cannella, Gianni Tomassi - Alimentazione e nutrizione umana Seconda edizione, Il
Pensiero Scientifico Editore, Novembre 2006
English
- Gerard J. Tortora, Brian Derrickson – Principi di Anatomia e Fisiologia – Casa Editrice Ambrosiana. (Milano), 2011
- Aldo Mariani Costantini, Carlo Cannella, Gianni Tomassi - Alimentazione e nutrizione umana Seconda edizione, Il
Pensiero Scientifico Editore, Novembre 2006
NOTA
Italiano
Il corso si svolge a Milano
English
The location of the course is Milan
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=rhzk
- 455 -
Enography (Anno Accademico 2015/2016)
ENOGRAPHY
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: INT0613
Docente:
Prof. Vincenzo GERBI (Affidamento interno)
Contatti docente:
0116708552, [email protected]
Corso di studio:
[f290-c511] LM - Scienze viticole ed enologiche
Anno:
2° anno
Tipologia:
B - Caratterizzante
Crediti/Valenza:
5
SSD attvità didattica:
AGR/15 - scienze e tecnologie alimentari
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Inglese
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Scritto ed orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Lo studente deve acquisire un metodo di studio delle caratteristiche chimiche ed organolettiche dei vini, nazionali
ed internazionali, esaminando le le loro condizioni produttive viticole, i metodi di vinificazione, la storia e la loro
diffusione.
English
The student must acquire a method of study of chemical and organoleptic characteristics of wines, italian and
international, evaluating the conditions of the viticulture in the country of productiion, the wine-making techniques
utilizzate , the history and the diffusion in the world of the studied wines.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Gli studenti approfondiscono le loro capacità di descrizione sensoriale dei vini e la loro abilità nel trovare
informazioni scientifiche sull'origine geografica, sui caratteri ampelografici del/dei vitigni utilizzati, e sulle possibili
tecnologie di produzione.
English
The students gain insight into their skills in sensory description of wines and their ability to find scientific information
on the geographical origin, on ampelographic characteristics of the grape/ grapes used, and the possible
production technologies.
- 456 -
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
Le lezioni si svolgono in una aula attrezzata per l'analisi sensoriale (una postazione per ciascun studente). Ciascuna
lezione prende in esame i vini di una o più regioni (italiane o di altri Paesi vitivinicoli). Nella prima parte sono
descritte le caratteristiche principali dei vitigni utilizzati, l'evoluzione della tecnica di produzione enologica, i
principali contributi scientifici che ne hanno evidenziato i caratteri salienti. Nella seconda parte vengono sottoposte
ad assaggi diverse tipologie dello stasso vino, quando possibile prodotti in diversi Paesi del mondo, evidenziando i
caratteri che li distinguono.
English
Classes take place in a classroom equipped for sensory analysis (a position for each student). Each lesson examines
the wines of one or more regions (Italian or other wine countries). The first part describes the main characteristics of
the grape varieties used, the evolution of the technology of wine production, the main scientific contributions that
have highlighted the salient features. In the second part the students taste different wines, produced with the same
grapes in various parts of the world, highlighting the characters that allow their distinction.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Al termine del corso a ciascun studente è assegnato il nome di un vino, sul quale dovrà svolgere una ricerca
bibliografiaca sulle banche dati. Sulla base delle citazioni trovate lo studente preparerà una presentazione che
verrà esposta in sede di esame orale. La valutazione sarà assegnata sulla base della capacità dimostrata di trovare
lavori scientifici, comprenderne il contenuto, esporre con chiarezza il lavoro di ricerca svolto.
English
At the end of the course to each student is assigned the name of a wine, on which it will perform a literature search
in databases. Based on the citation founded the student will prepare a presentation that will be exposed in the oral
examination. The evaluation will be assigned on the basis of demonstrated capacity to find scientific papers,
understand its contents, clarity and competence demonstrated during exposure.
PROGRAMMA
Italiano
Il corso appartiene all'area delle conoscenze TECNOLOGIE DELLA TRASFORMAZIONE ENOLOGICA. Nella parte
teorica di ciascuna lezione vengono trattatati:
Richiami di Enologia, chimica enologica e microbiologia necessari alla comprensione del soggetto tratattato. Quindi
sono descritti i fondamentali contributi scientifici utili alla conoscenza dei vini descritti, che possono essere così
riassunti:
enografia dei vini bianchi internazionali: Francia, Germania, Italia e nuovo mondo.
enografia del vini rossi internazionali: Italia, francia Spagna, California, Australia, Nuova Zelanda.
I vini autoctoni italiani
Alcuni vini speciali nazionali e internazionali
English
The course belongs to the area of knowledge TECHNOLOGIES PROCESSING WINE. In the theoretical part of each
- 457 -
lesson they are treated:
Recalls of Enology, oenological chemistry and microbiology necessary for an understanding of the subject. Then
are described the fundamental scientific contributions useful to the knowledge of wines described, which can be
summarized as follows:
Enography white wines International: France, Germany, Italy and the New World.
Enography of international red wines: Italy, Spain France, California, Australia, New Zealand.
The native Italian wines
Some special wines national and international.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
E' consigliato l'accesso alle banche dati
English
The access to data base of University of Turin is recommended
NOTA
Italiano
Ilcorso si svolge nella sede di Asti
English
The location of the course is ASTI
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=ju1m
- 458 -
Enologia (Anno Accademico 2015/2016)
ENOLOGY
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0098
Docente:
Prof. Vincenzo GERBI (Affidamento interno)
Contatti docente:
0116708552, [email protected]
Corso di studio:
[f001-c702] L - Viticoltura ed enologia
Anno:
3° anno
Tipologia:
B - Caratterizzante
Crediti/Valenza:
8
SSD attvità didattica:
AGR/15 - scienze e tecnologie alimentari
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Scritto ed orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Fornire allo studente le conoscenze necessarie a conoscere e controllare i processi raccolta delle uve, di
vinificazione per la produzione delle principali tipologie di vino, di stabilizzazione, affinamento e econservazione
dei vini. Lo studente dovrà inoltre acquisire gli elementi per valutare la sostenibilità dei processi di produzione dei
vini, conoscere le possibilità di recupero e valorizzazione dei sottoprodotti, acquisire i principi di etica
professionale necessari a svolgere la professione di enologo.
English
The course will provide students with the knowledge necessary to understand and control the processes of
harvesting grapes, wine-making for the production of the main types of wine, stabilization, aging and
econservazione wine. The student will also acquire the elements to assess the sustainability of production
processes of wine, knowing the chances of recovery and valorization of by-products, to acquire the principles of
professional ethics required to practice as a winemaker.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Lo studente al termine del corso dovrà possedere una perfetta capacità di collegamento tra le nozioni di chimica,
biochimica, microbiologia e tecnologia necessarie per saper realizzare il controllo dei processi di vinificazione, nel
rispetto dei principi di sicurezza alimentare e della legislazione vigente. Dei processi studiati lo studente dovrà
essere capace di descrivere il bilancio di massa e stimare le necessità enrgetiche. Lo studente deve inoltre
conoscere i parametri che consentono di definire la qualità, la sicurezza e il valore di dei principali prodotti
enologici.
- 459 -
English
Students completing the course will have a perfect ability to link between the knowledge of chemistry,
biochemistry, microbiology and technology necessary to know how to achieve control of the winemaking process,
while respecting the principles of food security and current legislation. About the processes studied, the student
should be able to describe the mass balance and estimate energy needs. The student must also know the
parameters that define the quality, safety and the level of value of the main wine-making products.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
Il corso consiste di 60 ore di lezione frontale e 20 ore dedicate a attività di laboratorio e visite il stabilimenti
enologici. Per le lezioni frontali il docente si avvale di presentazioni e slide che sono a disposizione degli studenti.
English
The course consists of 60 hours of lectures and 20 hours devoted to laboratory work and visits the wine
establishments. For lectures the teacher makes use of presentations and slides that are available to students.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Al termine della parte del programma dedicata allo studio dei processi di vinificazione il docente procederà ad una
verifica dell'efficacia didattica, mediante la somministrazione di un test a risposte multiple, senza valore per la
valutazione finale, ma utile allo studente per stimare il proprio grado di apprendimento.
L'esame finale è un colloquio orale all'inizio del quale ad ogni studente viene sottoposto un test scritto di tre
esercizi di calcolo riguardanti la determinazione di parametri per il controllo di processo di vinificazione, che sono
stati trattati nel corso ed applicati durante esercitazioni. Lo studente potrà sostenere l'orale qualunque sia l'esito
del test iniziale. Il colloquio orale, oltre alla discussione del test iniziale, prevede la verifica della capacità di
ragionamento e di collegamento tra le conoscenze acquisite. la valutazione finale terrà conto anche dell'esito del
test iniziale prevedendo una penalizzazione di 2 punti per ciascuna domanda errata.
English
At the end of the part of the program devoted to the study of the processes of vinification, the teacher will proceed
to a verification of the efficacy teaching, by administration of a multiple choice test, not valid for the final evaluation,
but helpful to the student to estimate its degree learning.
The final exam is an oral exam. At the beginning each student shall be given a written test three calculation exercises
concerning the determination of parameters for the control of the winemaking process, which were covered in the
course and applied during exercises. The student may support the oral in any case, even in case of negative
outcome of the test. The interview, in addition to the discussion of the initial test, involves the verification of the
ability to reason and connection between the knowledge acquired. The final evaluation will take into account the
outcome of the initial test by providing a penalty of 2 points for each question wrong.
PROGRAMMA
Italiano
- 460 -
Il corso fa parte delle aree della conoscenza dell'ENOLOGIA e del CONTROLLO QUALITA' e prevede di acquisire
preliminarmente informazioni sull'importanza del settore enologico italiano e sulla sua collocazione internazionale.
Succesivamente vengono approfondite le conoscenze su:
Composizione e caratteristiche del grappolo, valori ponderali delle diverse parti del grappolo, resa della
produzione in mosto.
Richiami sulla composizione del mosto: componenti in soluzione molecolare e ionica. Componenti dell'uva e
loro importanza nella trasformazione enologica: esosi, pentosi , pectine. Loro importanza e destino nella
trasformazione, acidi, sali minerali, sostanze azotate, aromi, componenti minori.
La componente fenolica delle uve: natura, reazioni caratteristiche, classificazione.
La fermentazione alcolica, reazione, bilancio, prodotti secondari.La gestione della fermentazione alcolica:
lieviti autoctoni e selezionati, importanza della carica microbica e del monitoraggio del processo
fermentativo.
La fermentazione malo lattica, chimismo, bilancio chimico ed energetico, prodotti principali ed accessori
aspetti gestionali, induzione ed inibizione. Parametri di controllo. Colture starter e loro impiego.
Successivamente vengono applicate le conoscenze acquisite alla trattazione dei processi di vinificazione,
stabilizzazione e conservazione dei vini:
Il processo di vinificazione per macerazione carbonica: fenomeni chimico-fisici e biologici. Modalità di
vinificazione. Caratteristiche dei vini, campo di applicabilità.
Schematizzazione dei processi di vinificazione, individuazione delle operazioni unitarie. I fattori che
influiscono sul miglioramento della qualità: vendemmia manuale e meccanica. Il bilancio di massa della
vinificazione.
Interpretazione degli indici di maturità tecnologica e fenolica delle uve- Prime fasi della vinificazione:
vendemmia e locali di cantina. Diraspatura, movimentazione vinaccia, condizioni di macerazione.
I recipienti di fermentazione, materiali, tecnologie, difetti. Principi e operazioni fondamentali della
vinificazione in bianco. Correzione dei mosti: norme, pratiche, evoluzione.
Considerazioni tecniche ed economiche sulle correzioni. Ossigeno e vino: aspetti teorici e pratici. Teorica e
tecnica della microssigenazione.
I recipienti di legno. Acidificazione e Disacidificazione dei vini. Stabilità tartarica dei vini. Trattamenti fisici e
chimici di stabilizzazione dei vini. La filtrazione dei vini (principi e tecniche ortogonali e tangenziali).
Alterazioni e difetti dei vini.
I vini speciali con e senza spuma.
Tecniche di riempimento e chiusura dei vini.
Valorizzazione dei sottoprodotti dell'industria enologica
Criteri per la valutazione della sostenibilità ambientale dei processi di vinificazione
Visita a fiera attrezzature enologiche e a tre stabilimenti o cantine.
English
The course forms part of the filed of knowledge of enology and wine quality control, and is provided a preliminary
information on the importance of the Italian wine industry and international position.
Subsequently are thorough knowledge of:
• Composition and characteristics of the bunch, the weighting values of the different parts of the bunch and
volumetric yield in must.
• Review on the composition of the must: components in molecular and ionic solution. Components of grapes and
their importance in the transformation of wine: hexoses, pentoses, pectins. Their importance in the transformation
and fate, acids, mineral salts, nitrogenous substances, flavorings, minor components.
• The phenolic component of the grapes: nature, typical reactions, classification.
- 461 -
• The alcoholic fermentation reaction, budget, secondary products . The management of the alcoholic fermentation:
native yeasts and selected, and the importance of the microbial monitoring of the fermentation process.
• The malolactic fermentation, chemistry, chemical and energy budget, major products and accessories
management aspects, induction and inhibition. Control parameters. Starter cultures and their use.
Then apply the acquired knowledge to the treatment of the vinification process, stabilization and conservation of
wines:
• The process of carbonic maceration vinification: chemical, physical and biological phenomena. How to
winemaking.Characteristics of the wines, the applicability domain.
• Outline of the vinification process, identification of unit operations. The factors that affect the improvement of the
quality manual and mechanical harvesting. The mass balance of winemaking.
• Interpretation of the indices of technological maturity of the grapes and phenolic-Early stages of winemaking:
harvest and local winery. Stripping, handling pomace maceration conditions.
• Containers of fermentation, materials, technologies, defects. Principles and fundamental operations of white
vinification. Correction of musts: norms, practices and evolution.
• Technical and economic considerations about the fixes. Oxygen and wine: theoretical and practical
aspects. Theory and technique of micro-oxygenation.
• The wooden containers. Acidification and deacidification of wines. Tartaric stability of wines. Physical and chemical
treatments of stabilization of wines. The filtration of wines (principles and techniques orthogonal and tangential).
• Alterations and defects of wines.
• Special wines with and without foam.
• Techniques for filling and closing of the wines.
Valorisation of by-products of winemaking
Appraised criteria for environmental sustainability processes of winemaking
Visit to exhibition-making equipment and three factories and cellars.
Visit to exibition of winemaking equipment and three cellars.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Ribéreau Gayon P. , Dubourdieu D., Donéche P., Lavaud A. -2007- Trattato di Enologia Vol. I e II. , Edagricole- Il
sole24ore, Bologna.
Articoli scientifici indicati dal docente e materiali didattico fornito dal docente verranno caricati a inizio corso sulla
piattaforma moodle
English
Ribéreau-Gayon P., Glories Y., Maujean A., Dubourdieu D. -2006- Handbook of enology vol. I and II - John Wiley &
Sons, Ltd, Chichester, England.
Scientific papers indicate by the teacher and materials provided by the teacher, at the beginning of the course will
be loaded on the platform Moodle
NOTA
Italiano
Il corso si svolge nella sede di Alba
- 462 -
English
The location of the course is Alba
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=9yfe
- 463 -
Enologia in clima caldo-arido (Anno Accademico 2015/2016)
ENOLOGY IN WARM AND DRY CLIMATE
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: INT0499
Docente:
Dott. Sandra Pati (Affidamento interno)
Contatti docente:
[email protected]
Corso di studio:
[f290-c511] LM - Scienze viticole ed enologiche
Anno:
2° anno
Tipologia:
D - A scelta dello studente
Crediti/Valenza:
5
SSD attvità didattica:
AGR/15 - scienze e tecnologie alimentari
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
L'obiettivo del corso è fornire allo studente le conoscenze necessarie ad affrontare le problematiche enologiche
relative alla vinificazione di uve provenienti da vigneti allevati in clima caldo-arido, con particolare attenzione
all'utilizzo di tecnologie di vinificazione innovative.
English
The objective of the course is to provide students with the knowledge necessary to deal with issues relating to the
enology in a warm and dry climate, particularly focusing on the use of innovative winemaking technologies.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Gli studenti al termine del corso dovranno avere conoscenze e competenze nel settore dell'enologia applicata in
ambiente caldo-arido, con particolare attenzione alle tecnologie innovative di vinificazione utili alla risoluzione delle
relative problematiche enologiche.
English
Students will show knowledge and skills in enology in warm and dry climate, with particular attention to the
innovative winemaking technologies which can be effective for the relative problem solving.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
- 464 -
Il corso consiste di 30 ore di lezione frontale e 10 ore dedicate a visite di stabilimenti enologici. Per le lezioni frontali
il docente si avvale di diapositive che sono a disposizione degli studenti.
English
The course consists of 30 hours of lectures and 10 hours devoted to visit the wine establishments. For lectures the
teacher makes use of slides that are available to students.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
L'esame finale è un colloquio orale della durata di circa 30 minuti durante il quale sono valutati il livello di
raggiungimento dei risultati di apprendimento attesi dall'insegnamento, la capacità di collegamento tra le
conoscenze acquisite, la chiarezza espositiva e la proprietà di linguaggio.
English
The final exam is an oral exam of about 30 min. The evaluation will take into account the achieved level of results
expected from the course, the ability to connection between the knowledge acquired, the reporting clarity and the
correct use of language.
PROGRAMMA
Italiano
Richiami sulla maturità tecnologica, fenolica e aromantica delle uve
Acidità e precipitazioni tartariche. Correzioni di acidità. Tecnologie a membrana.
Gestione delle fermentazioni in clima caldo-arido. Tecnologia del freddo.
Strategie tecnologiche per l'estrazione dei composti fenolici. Termovinificazione.
English
Review on technological, phenolic and aromatic maturities of grape
Acidity and tartaric precipitations. Acidity corrections. Technologies on membrane.
Management of fermentations for the enology in warm and dry climate. Cold technology.
Technological strategies for the extraction of phenolic compounds. Thermovinification.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Ribéreau Gayon P. , Dubourdieu D., Donéche P., Lavaud A. -2007- Trattato di Enologia Vol. I e II. , Edagricole- Il
sole24ore, Bologna.
Articoli scientifici indicati dal docente.
English
- 465 -
Ribéreau Gayon P. , Dubourdieu D., Donéche P., Lavaud A. -2007- Trattato di Enologia Vol. I e II. , Edagricole- Il
sole24ore, Bologna.
Scientific papers suggested by the teacher.
NOTA
Italiano
Il corso si svolge nella sede di Foggia
English
The location of the course is Foggia
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=7bz1
- 466 -
Entomologia alimentare ed animali infestanti (Anno Accademico 2015/2016)
PROTECTION OF FOODSTUFF BY PESTS
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0332
Docente:
Dott. Marco PORPORATO (Affidamento interno)
Contatti docente:
(+39) 011 670 8584, [email protected]
Corso di studio:
[f001-c703] L - Tecnologie alimentari
Anno:
2° anno
Tipologia:
C - Affine o integrativo
Crediti/Valenza:
6
SSD attvità didattica:
AGR/11 - entomologia generale e applicata
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Scritto
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Fornire le conoscenze di biologia, etologia ed ecologia utili ad individuare e riconoscere, anche attraverso le
tracce, le principali specie di acari, insetti e roditori dannosi alle derrate alimentari. Presentare, con riferimento alle
diverse specie di animali, i diversi tipi di danno, diretto e indiretto, causati; fornire indicazioni sulle tecniche di
monitoraggio e sulle strategie di difesa e lotta che consentono di preservare la qualità degli alimenti.
English
Educational objectives Provide knowledge of biology ethology and ecology useful to identify and recognize the
tracks through the main species of mites, insects and rodents damaging foods to make with regard to different
species of animals, different types of direct and indirect damage caused to provide guidance on technical
monitoring and defence strategies and the fight to help preserve food quality.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Acquisizione di una preparazione sufficiente per operare nel controllo di qualità di industrie alimentari, come tecnici
o come verificatori delle buone condizioni igieniche delle derrate immagazzinate e delle industrie trasformatrici.
English
Learning outcomes Acquisition of an adequate training to operate in quality control of food industry as technicians or
as verifier of good hygiene and stored product processing industries.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
- 467 -
Italiano
Il corso consiste di 50 ore di lezione frontale e 10 ore dedicate a esercitazioni in laboratorio. Per le lezioni frontali il
docente si avvale di presentazioni e slide che sono a disposizione degli studenti.
English
The course consists of 50 hours of lectures and 10 hours dedicated to laboratory exercises. For lectures the
teacher makes use of presentations and slides that are available to students.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
La verifica dell'apprendimento sarà eseguita durante l'esecuzione di esercitazioni pratiche, nel corso delle quali gli
studenti avranno occasione di maneggiare e riconoscere infestanti delle derrate, e con l'esame in una data di
appello.
English
The learning process will be checked on the occasion of practical training, during which students will handle and
recognize foodstuff pest preparations, and final examination.
Scritto
PROGRAMMA
Italiano
I contenuti del corso rientrano nell'area di apprendimento: filiere e qualità delle materie prime.
Concetto di derrata alimentare.
Tipologie ed entità di danno provocate dall'attacco di animali.
Codice Internazionale di Nomenclatura Zoologica.
Insetti: morfologia, anatomia, sviluppo post-embrionale.
Entomologia: Bio-etologia delle principali specie appartenenti agli ordini Dermaptera, Collembola, Thysanura,
Psocoptera, Blattodea, Lepidoptera, Diptera, Coleoptera, Hymenoptera.
Acari: cenni di morfologia ed etologia delle specie.
Muridae: morfologia ed etologia delle specie più preoccupanti.
Difesa: prevenzione e monitoraggio per individuare e contrastare le infestazioni di parassiti animali.
Lotta: mezzi fisici e mezzi chimici.
Prove di riconoscimento, con l'impiego di chiavi dicotomiche semplificate, di insetti dannosi alle derrate. Esame di
alimenti danneggiati.
English
The class focuses on subject that are configured in the learning context of quality control and safety of the raw
- 468 -
materials.
Concept of foodstuff.
Types and amount of damage resulted from attack by animals.
International Code of Zoological Nomenclature.
Insects: morphology, outline of anatomy and development.
Entomology: Bio-ethology of the main species of the orders Dermaptera, Collembola, Thysanura, Psocoptera,
Blattodea, Lepidoptera, Diptera, Coleoptera, Hymenoptera.
Mites: outline of morphology and ethology.
Muridae: morphology and ethology of the species most worrisome.
Defence: prevention and monitoring for detection and contrast of animal parasite infestations.
Control: physical and chemical means.
Practical recognition, with the use of simplified dichotomous keys, of harmful foodstuff insects. Examination of
damaged food.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Süss L., Locatelli D.P. 2001- I parassiti delle derrate. Calderini Edagricole, Bologna. pp. 363.
Süss L., Pezzato G. 2002 - Prevenzione delle infestazioni nelle industrie alimentari. Manuale per la progettazione e la
manutenzione dei reparti e degli impianti. Chiriotti Editori, Pinerolo (TO). pp. 119.
Trematerra P., Gentile P., 2008 - Gli infestanti in molini e pastifici e la loro gestione. Chiriotti Editori, Pinerolo. pp.
104.
Trematerra P., Süss L. 2007 - Prontuario di entomologia merceologica e urbana. Con note morfologiche, biologiche
e di gestione delle infestazioni. pp. 160.
Domenichini G., 1996. Protezione degli alimenti. Contaminazione biologica e sanità ambientale nell'industria
alimentare. Etas Libri. pp. 235
Ulteriori informazioni sono reperibili al sito: www.ministerosalute.it
English
Süss L., Locatelli D.P. 2001- I parassiti delle derrate. Calderini Edagricole, Bologna. pp. 363.
Süss L., Pezzato G. 2002 - Prevenzione delle infestazioni nelle industrie alimentari. Manuale per la progettazione e la
manutenzione dei reparti e degli impianti. Chiriotti Editori, Pinerolo (TO). pp. 119.
Trematerra P., Gentile P., 2008 - Gli infestanti in molini e pastifici e la loro gestione. Chiriotti Editori, Pinerolo. pp.
104.
Trematerra P., Süss L. 2007 - Prontuario di entomologia merceologica e urbana. Con note morfologiche, biologiche
e di gestione delle infestazioni. pp. 160.
Domenichini G., 1996. Protezione degli alimenti. Contaminazione biologica e sanità ambientale nell'industria
- 469 -
alimentare. Etas Libri. pp. 235
NOTA
Italiano
Gli studenti iscritti al corso devono registrarsi, in modo da poter essere inseriti nella mailing list, per ricevere
informazioni e/o materiale didattico utili allo svolgimento del corso stesso.
English
Students enrolled at the course must be registered in such a way as to be included on time in the mailing list to
receive information and/or teaching material useful for the progress of the course.
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=pbs3
- 470 -
Entomologia della vite (Anno Accademico 2015/2016)
GRAPEVINE ENTOMOLOGY
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0071
Docente:
Prof. Alberto ALMA (Affidamento interno)
Contatti docente:
0116708534, [email protected]
Corso di studio:
[f001-c702] L - Viticoltura ed enologia
Anno:
2° anno
Tipologia:
B - Caratterizzante
Crediti/Valenza:
8
SSD attvità didattica:
AGR/11 - entomologia generale e applicata
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Fornire conoscenze di morfologia e di bio-etologia relative agli insetti e acari dannosi alla vite. Nozioni su insetti
vettori di agenti fitopatogeni, con particolare riguardo per gli auchenorrinchi vettori di fitoplasmi. Applicazione di
tecniche di diagnosi molecolare di fitoplasmi nei vettori e nella vite. Competenze sulle strategie di difesa e sui
metodi alternativi all'uso dei prodotti chimici, quali lotta preventiva basata su principi ecologici, lotta naturale con
ruolo di siepi e incolti, lotta biologica e lotta integrata attraverso l'azione di artropodi utili.
English
The aim is to provide knowledge of morphology and bio-ethology related to insects and mites harmful to grapevine.
Notions of insect vectors of plant pathogens, particularly with regard to the Auchenorrhyncha vectors of
phytoplasmas. Application of techniques of molecular diagnosis of phytoplasmas in vectors and in grapevine.
Expertise on defense strategies and alternative methods to the use of chemicals, such as preventive control based
on ecological principles, natural control with the role of hedges and uncultivated lands, biological control and
integrated pest management through the action of beneficial arthropods.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Gli studenti dovranno essere in grado di individuare e riconoscere i principali nemici della vite e le malattie
trasmesse da alcuni insetti fitomizi. Applicare i saggi biologici e le tecniche molecolari di base per la diagnosi dei
vettori. Impostare strategie di difesa, con particolare riguardo alle tecniche a basso impatto ambientale.
English
- 471 -
Students should be able to identify and recognize the main pests of grapevine and the diseases transmitted by
certain plant-sucking insects. They should be able to apply the biological assays and basic molecular techniques for
the diagnosis of vectors and set up defense strategies, with particular emphasis on techniques with a low
environmental impact.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
Il corso consiste di 60 ore di lezione frontale e 20 ore dedicate ad attività di laboratorio e in vigneto. Per le lezioni
frontali il docente si avvale di presentazioni PowerPoint che sono a disposizione degli studenti.
English
The course consists of 60 hours of lectures and 20 hours devoted to laboratory and vineyard activities. For the
lectures, the teacher makes use of PowerPoint presentations that are available to students.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Al termine della parte generale e speciale del programma il docente procederà a una verifica dell'efficacia
didattica attraverso domande orali sui principali argomenti svolti, al fine di evidenziare gli eventuali problemi di
apprendimento. Il colloquio non ha valore per la valutazione finale, ma è utile allo studente per stimare il proprio
grado di apprendimento.
L'esame finale è un colloquio orale con domande sulla parte generale, speciale e sulle attività di campo e di
laboratorio svolte durante le esercitazioni. Il colloquio ha il fine di verificare la capacità di ragionamento e di
collegamento tra le conoscenze acquisite.
English
When the general and special parts of the programme are completed, the teacher will conduct a test of the teaching
efficacy through oral questions on the main arguments dealt with in order to highlight any learning problem. The
interview has no value for the final evaluation, but it is helpful to the student to estimate the learning level.
The final exam is an oral exam with questions on the general and special parts and on the field and laboratory
activities carried out during the training. The interview aims to verify the capacity of reasoning and connecting the
knowledge acquired.
PROGRAMMA
Italiano
Gli argomenti trattati, di seguito riportati, rientrano nell'area di apprendimento della produzione, qualità delle uve e
gestione dei vigneti.
Presentazione del corso e modalità d'esame.
Parte generale
Morfologia e sviluppo postembrionale
Ecologia, etologia e cicli biologici.
Apparati boccali. Rapporti tra fitofagi, piante ospiti spontanee e vite. Processi di nutrizione. Fitopatie.
Sintomatologia.
Trasmissioni di agenti fitopatogeni quali, virus, fitoplasmi e batteri. Rapporti tra agenti patogeni e vettori.
- 472 -
Tecniche di diagnosi molecolare di fitoplasmi nei vettori.
Cause che favoriscono le pullulazioni dei fitofagi. Campionamento delle popolazioni.
Limitatori naturali ed equilibrio biologico.
Metodi di lotta agronomici, fisici, chimici, biologici. Lotta integrata.
Biotecnologie.
Fitofagi di temuta introduzione.
Parte speciale
Acari: tetranichidi ed eriofidi.
Insetti fitomizi: tisanotteri e rincoti eterotteri; rincoti omotteri auchenorrinchi (flatidi, cixiidi, aphrophoridi,
cicadellidi), pseudococcidi,coccidi, diaspididi.
Insetti fitofagi: microlepidotteri, cochilidi, tortricidi, geometridi, nottuidi; ditteri cecidomiidi; coleotteri scarabeidi,
bostrichidi, cerambicidi, crisomelidi, curculionidi.
Esercitazioni
Campo: riconoscimento dei sintomi su vite e dei principali artropodi dell'agroecosistema vigneto.
Laboratorio: esame del materiale raccolto in campo e osservazione di collezioni di artropodi fitofagi e zoofagi.
Esame di modelli morfo-anatomici di insetti di interesse viticolo.
Applicazione di tecniche molecolari per la diagnosi di insetti vettori.
English
The subjects, hereafter reported, are included in the learning area of cultivation, grape quality and vineyard
management.
Presentation of the course and the examination.
General
Morphology and postembryonic development.
Ecology, ethology and life histories.
Mouthparts. Relations between pests, host plants and grapevine. Nutrition processes. Plant diseases. Symptoms.
Transmissions of phytopathogenic agents, such as viruses, phytoplasmas, and bacteria. Relationships between
pathogenin agents and vectors.
Molecular diagnostic techniques of phytoplasmas in vectors.
Causes that promote the proliferation of pests. Sampling of populations.
Natural enemies and biological balance.
Agronomic, physical, chemical, biological control methods. IPM.
Biotechnologies.
Pests of feared introduction.
Special
Acari: Tetranichidae and Eriophyidae.
Plant-sucking insects: Tysanoptera and Hemiptera Heteroptera; Hemiptera Homoptera Auchenorrhyncha (Flatidae,
Cixiidae, Aphrophoridae, Cicadellidae), Pseudococcidae, Coccidae, Diaspididae.
Plant-eating insects: Microlepidoptera, Cochilidae, Tortricidae, Geometridae, Noctuidae; Diptera Cecidomyidae;
Coleoptera Scarabaeidae, Bostrychidae, Cerambycidae, Chrysomelidae, Curculionidae.
Training
Field: recognition of symptoms on grapevine and of the main arthropods of the vineyard agro-ecosystem.
- 473 -
Laboratory examination of material collected in the field and observations and collection of plant pest and
predatory arthropods.
Examination of morpho-anatomical models of insects of grapevine concern.
Application of molecular techniques for the diagnosis of insect vectors.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Articoli scientifici e materiale didattico (presentazioni PowerPoint) fornito dal docente verranno caricati sulla
piattaforma CampusNet.
Tremblay E. (1985). Entomologia applicata. Vol. I Generalità e mezzi di controllo. Liguori, Napoli.
Lucchi A. (2014) Note di Entomologia Viticola. Pisa, University Press.
English
Scientific papers and materials (PowerPoint presentations) provided by the teacher will be loaded on the platform
CampusNet.
The recommended basic texts for the course are:
Tremblay E. (1985). Entomologia applicata. Vol. I Generalità e mezzi di controllo. Liguori, Napoli.
Lucchi A. (2014) Note di Entomologia Viticola. Pisa, University Press.
NOTA
Italiano
Il corso si svolge nella sede di Alba
English
The location of the course is Alba
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=wief
- 474 -
Entomologia generale e applicata - SFA (Anno Accademico 2015/2016)
GENERAL AND APPLIED ENTOMOLOGY
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0324
Docente:
Dott. Chiara FERRACINI (Affidamento interno)
Contatti docente:
011/6708700, [email protected]
Corso di studio:
[f001-c711] L - Scienze forestali e ambientali
Anno:
2° anno
Tipologia:
B - Caratterizzante
Crediti/Valenza:
8
SSD attvità didattica:
AGR/11 - entomologia generale e applicata
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Conoscenze di base sui principali insetti dannosi in campo forestale, sulla loro morfologia, anatomia, fisiologia, bioetologia e sulle problematiche indotte, nonché conoscenza dei mezzi e delle strategie di lotta a basso impatto
ambientale, in ambiente di foresta, urbano, vivaio e arboreto da legno.
English
The aim is to provide basic knowledge of morphology, anatomy, physiology, bio-ethology and ecology of the main
insects that attack plants in forestry, urban environment, nursery and wood plantations, and supply the ability to set
up and develop control plans using the most appropriate strategies with low environmental impact.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
I fruitori del corso conseguiranno la capacità di gestire correttamente le principali problematiche legate alla
presenza di insetti fitofagi in foresta e altre cenosi, in vivaio e arboreto da legno e in ambiente urbano, con
riferimento sia a piante ornamentali sia a legno in opera, valutando l'opportunità e la tipologia di interventi di
prevenzione e di contenimento.
English
Students should be able, through the skills provided by the course, to identify and recognize the main insects in
forestry, nursery, wood plantations and in the urban environment, and to set up appropriate control strategies using
all available techniques and exploiting the limiting action of beneficial arthropods in the full respect and protection
- 475 -
of the environment and of consumers.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
Il corso consiste di 60 ore di lezione frontale e 20 ore dedicate alle esercitazioni di laboratorio.
English
The course consists of lectures (60hrs) and laboratory activities (20 hrs).
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Durante il corso il grado di apprendimento raggiunto dagli studenti sarà valutato di volta in volta nel corso delle
esercitazioni pratiche.
English
Levels of learning acquired by the students will be evaluated regularly during practical lessons.
PROGRAMMA
Italiano
Classe degli insetti: origine, caratteri generali e affinità con altri artropodi.
Morfologia e anatomia degli insetti. Fisiologia. Sviluppo embrionale e post-embrionale. Cicli biologici.
Dinamica di popolazione degli insetti in ambiente di foresta.
Principali tecniche di campionamento.
Relazione degli insetti forestali con altri organismi.
Mezzi di lotta ai fitofagi e strategie di intervento eco-compatibili negli ambienti forestali.
Predatori, parassiti e parassitoidi di fitofagi.
Principali specie di insetti fitofagi di interesse forestale.
Fauna e gestione delle foreste.
Specie esotiche e di temuta introduzione.
Aspetti entomologici negli arboreti da legno e nei vivai.
Aspetti entomologici degli alberi ornamentali in ambiente urbano.
Esercitazioni e uscite didattiche.
- 476 -
English
Origin of insects, general features and affinity with other arthropods.
Insects anatomy and morphology. Physiology and development. Life cycles.
Population dynamics of insects in forestry.
Sampling methods and techniques.
Relationships of insects of the forest environment with other organisms.
Insect pests management and ecologically sustainable plant protection measures in forest and urban environments.
Predators, parasites and parasitoids of phytophagous pests.
Characteristics of the main orders and families of insects and other invertebrates pests damaging forest, urban and
nursery plants.
Fauna and management of forests.
Exotic and threatening species.
Entomological aspects in nurseries and wood plantations.
Entomological aspects of the ornamental plants in the urban environment.
Practical lessons and didactical field trips.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Presentazioni PowerPoint, dispense del corso e articoli per le letture critiche verranno caricati sulla piattaforma
Campusnet.
Fiori G., Bin F., Sensidoni A. (1983) – Atlante entomologico. Morfologia esterna. Galeno Editrice, Perugia.
Masutti L., Zangheri S. (2001) - Entomologia generale e applicata. CEDAM, Padova. Pollini A. (1998) – Manuale di
entomologia applicata: Edagricole, Bologna.
Battisti A, De Battisti R, Faccoli M, Masutti L, Paolucci P, Stergulc F, (2013) - Lineamenti di zoologia forestale. Padova
University Press, Padova, pp. 442.
English
PowerPoint presentations, lecture notes and articles on the subjects for critical reading will be provided on the
Campusnet platform.
Fiori G., Bin F., Sensidoni A. (1983) – Atlante entomologico. Morfologia esterna. Galeno Editrice, Perugia.
Masutti L., Zangheri S. (2001) - Entomologia generale e applicata. CEDAM, Padova. Pollini A. (1998) – Manuale di
entomologia applicata: Edagricole, Bologna.
Battisti A, De Battisti R, Faccoli M, Masutti L, Paolucci P, Stergulc F, (2013) - Lineamenti di zoologia forestale. Padova
University Press, Padova, pp. 442.
NOTA
- 477 -
Italiano
Esame orale
English
Oral examination
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=g26g
- 478 -
Entomologia generale e applicata - STA (Anno Accademico 2015/2016)
GENERAL AND APPLIED ENTOMOLOGY
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0324
Docente:
Prof. Alberto ALMA (Affidamento interno)
Contatti docente:
0116708534, [email protected]
Corso di studio:
[f001-c717] L - Scienze e tecnologie agrarie
Anno:
2° anno
Tipologia:
B - Caratterizzante
Crediti/Valenza:
8
SSD attvità didattica:
AGR/11 - entomologia generale e applicata
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Fornire conoscenze di base di morfologia, anatomia, fisiologia, bio-etologia ed ecologia relative ai principali insetti
che attaccano le piante coltivate e utili (predatori, parassitoidi, impollinatori). Capacità di riconoscimento delle
specie dannose più comuni e delle alterazioni da queste provocate nei vegetali e di accertare i livelli di infestazione
attraverso campionamenti diretti e/o indiretti. Capacità di impostare e sviluppare piani di difesa utilizzando le
strategie più opportune e nel rispetto della normativa vigente.
English
The aim is to provide basic knowledge of morphology, anatomy, physiology, bio-ethology and ecology of the main
insects that attack crops and beneficial insects (predators, parasitoids, pollinators). Supply the ability to recognize
the most common pests and alterations caused by them in plants and to assess infestation levels through direct
and/or indirect sampling. Supply the ability to set up and develop defense plans using the most appropriate
strategies and in accordance with local regulations.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Gli studenti dovranno essere in grado, attraverso le competenze fornite dal corso, di individuare e riconoscere i
principali insetti di interesse agrario, accertarne la densità di popolazione e quindi la dannosità. Impostare adeguate
strategie di difesa utilizzando tutte le tecniche disponibili e sfruttando l'azione limitatrice degli artropodi utili nel
pieno rispetto e salvaguardia dell'ambiente e dei consumatori.
English
- 479 -
Students should be able, through the skills provided by the course, to identify and recognize the main insects of
agricultural interest, determine their population density and therefore their harmfulness. Set up appropriate
defense strategies using all available techniques and exploiting the limiting action of beneficial arthropods in the full
respect and protection of the environment and of consumers.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
Il corso consiste di 60 ore di lezione frontale e 20 ore dedicate ad attività di laboratorio e in campo. A fine corso
sarà effettuata una uscita didattica in aziende frutticole piemontesi. Per le lezioni frontali il docente si avvale di
presentazioni PowerPoint che sono a disposizione degli studenti.
English
The course consists of 60 hours of lectures and 20 hours devoted to laboratory and field activities. At the end of the
course there will be an educational trip to fruit farms in Piedmont. For the lectures, the teacher makes use of
PowerPoint presentations that are available to students.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Al termine della parte generale e speciale del programma il docente procederà a una verifica dell'efficacia
didattica attraverso domande orali sui principali argomenti svolti, al fine di evidenziare gli eventuali problemi di
apprendimento. Il colloquio non ha valore per la valutazione finale, ma è utile allo studente per stimare il proprio
grado di apprendimento.
L'esame finale è un colloquio orale con domande sulla parte generale, speciale e sulle attività di campo e di
laboratorio svolte durante le esercitazioni. Il colloquio ha il fine di verificare la capacità di ragionamento e di
collegamento tra le conoscenze acquisite.
English
When the general and special parts of the programme are completed, the teacher will conduct a test of the teaching
efficacy through oral questions on the main arguments dealt with in order to highlight any learning problem. The
interview has no value for the final evaluation, but it is helpful to the student to estimate the learning level.
The final exam is an oral exam with questions on the general and special parts and on the field and laboratory
activities carried out during the training. The interview aims to verify the capacity of reasoning and connecting the
knowledge acquired.
PROGRAMMA
Italiano
Gli argomenti trattati, di seguito riportati, rientrano nell'area di apprendimento della difesa.
Presentazione del corso e modalità d'esame
GENERALE
Gli insetti: origine e affinità con altri artropodi
Sistema tegumentale e colori.
- 480 -
Morfologia esterna. Capo, antenne, apparato boccale; torace, zampe, ali; addome, appendici dell'addome.
Morfologia interna: sistema muscolare, nervoso, digerente, respiratorio, circolatorio, escretore, secretore,
riproduttore.
Riproduzione, uova e ootassi. Sviluppo embrionale e postembrionale. Mute, metamorfosi, stadi preimmaginali,
adulto.
Ecologia degli insetti. Fattori abiotici. Fattori trofici. Regimi alimentari e specializzazioni, sintomatologia. Vettori di
agenti fitopatogeni, interazioni patogeno-vettore-pianta.
Diffusione delle specie e dinamica delle popolazioni. Gli insetti esotici.
Gli insetti utili: impollinatori e limitatori naturali (predatori e parassitoidi).
Metodi e tecniche di campionamento. Mezzi e metodi di controllo degli insetti. Mezzi preventivi, agronomici o
colturali, meccanici, fisici.
Mezzi chimici. La legislazione italiana sui prodotti fitosanitari e sulla lotta contro gli insetti dannosi.
Il controllo integrato nell'ambiente agrario.
Lotta biologica. Biotecniche.
SPECIALE
La classificazione degli insetti. Ordini di insetti apterigoti, esopterigoti ed endopterigoti. Principali famiglie di
interesse agrario.
Bio-etologia di specie (casi studio), indigene ed esotiche, infestanti le colture erbacee e arboree, le derrate, gli
animali di interesse agrario.
English
The subjects, hereafter reported, are included in the learning area of plant protection.
Presentation of the course and examination procedures
GENERAL
Insects: origins and affinities with other arthropods.
Integument system and colours.
External morphology. Head, antennae, mouth parts, thorax, legs, wings, abdomen, abdominal appendages.
Internal morphology: muscular , nervous, digestive, respiratory, circulatory, excretory, secretory, and reproductive
system.
Reproduction, eggs and ootaxis. Embryonic and postembryonic development. Moults, metamorphosis, preimaginal
stages, adult.
Ecology of insects. Abiotic factors. Trophic factors. Diets, specializations, symptoms. Vectors of phytopathogenic
agents, vector-pathogen-plant interactions.
Spread of species and population dynamics. Exotic insects.
Useful insects: pollinators and natural enemies (predators and parasitoids).
- 481 -
Sampling methods and techniques. Means and methods of controlling insects. Preventive means, agronomic or
cultural, mechanical, physical.
Chemical means. Italian legislation on plant protection products and on the control of harmful insects.
Integrated pest management in agriculture.
Biological control. Biotechniques.
ADVANCED
The classification of insects. Orders of Apterygota, Exopterygota, and Endopterygota. Main families of agricultural
interest.
Bio-ethology of the species (study cases), native and exotic, infesting tree and herbaceous crops, foodstuffs,
animals of agricultural interest.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Articoli scientifici e materiale didattico (presentazioni PowerPoint) fornito dal docente verranno caricati sulla
piattaforma CampusNet.
Fiori G., Bin F., Sensidoni A. (1983) – Atlante entomologico. Morfologia esterna. Galeno Editrice, Perugia. Masutti L.,
Zangheri S. (2001) - Entomologia generale e applicata. CEDAM, Padova. Pollini A. (1998) – Manuale di entomologia
applicata: Edagricole, Bologna. Tremblay E. (1981, 1985, 1986, 1991, 1994, 1997, 2000) - Entomologia applicata.
Voll. I, II/1,2, III/1,2,3, IV, 1. Liguori, Napoli.
English
Scientific papers and materials (PowerPoint presentations) provided by the teacher will be loaded on the platform
CampusNet.
The recommended basic texts for the course are:
Fiori G., Bin F., Sensidoni A. (1983) – Atlante entomologico. Morfologia esterna. Galeno Editrice, Perugia. Masutti L.,
Zangheri S. (2001) - Entomologia generale e applicata. CEDAM, Padova. Pollini A. (1998) – Manuale di entomologia
applicata: Edagricole, Bologna. Tremblay E. (1981, 1985, 1986, 1991, 1994, 1997, 2000) - Entomologia applicata.
Vols. I, II/1,2, III/1,2,3, IV, 1. Liguori, Napoli.
NOTA
Italiano
Il corso si svolge nella sede di Grugliasco.
English
The location of the course is Grugliasco.
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=zmba
- 482 -
Environmental agronomy (Anno Accademico 2015/2016)
Environmental agronomy
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0171
Docente:
Dott. Francesco VIDOTTO (Affidamento interno)
Contatti docente:
+39 011 670 8781, [email protected]
Anno:
Tipologia:
Crediti/Valenza:
4
SSD attvità didattica:
AGR/02 - agronomia e coltivazioni erbacee
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Inglese
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Analizzare le principali relazioni fra sistemi produttivi agricoli e l'ambiente, con particolare riguardo agli effetti
dell'impiego dei prodotti fitosanitari in agricoltura.
Il corso viene interamente svolto in lingua inglese
English
To analyze the main interconnections between agricultural production systems and the environment, with a
special emphasis on the effects of the use of Plant Protection Products (PPPs) on water bodies.
The course is fully delivered in English language only
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Gli studenti disporranno delle conoscenze necessarie a comprendere e mettere in opera le principali misure
agronomiche per la mitigazione degli effetti negativi sull'ambiente legati all'impiego dei prodotti fitosanitari.
Gli studenti saranno in grado di svolgere una diagnosi a livello di bacino del rischio di trasferimento di prodotti
fitosanitari alle acque superficiali dovuto al ruscellamento e di proporre misure di mitigazione adeguate.
English
Students will obtain an understanding of the agronomic techniques that can be applied profitably to mitigate the
potential adverse effects of use of PPPs on the environment. Students will be able to perform a diagnosis of the risk
- 483 -
of transfer of pesiticides to water bodies due to runoff at water cactchment scale and to propose the correct
mitigation measures to be adopted.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
English
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Durante il corso il grado di apprendimento raggiunto dagli studenti sarà valutato di volta in volta nel corso delle
esercitazioni pratiche.
English
Levels of learning acquired by the students will be evaluated regularly during practical lessons.
ATTIVITÀ DI SUPPORTO
Italiano
Durante il corso sono previste una o più uscite in campo in un bacino dimostrativo (Valle del Tiglione) per
l'acquisizione di elementi indispensabili al completamento della diagnosi a scala di bacino del rischio di
ruscellamento.
English
One or more field excursions will be perfomed to collect data for the runoff risk diagnosis at catchment level
(Tiglione Valley).
PROGRAMMA
Italiano
Gli argomenti trattati, di seguito riportati, rientrano nell'area di apprendimento della produzione e gestione. In
particolare, il contenuti del corso consentono lo sviluppo di competenze nell'interpretazione di complessi problemi
riferiti ai rapporti agricoltura-ambiente e alle filiere produttive agricole.
Stato dell'ambiente nell'Unione Europea. Attività umane che determinano i maggiori impatti sull'ambiente.
Introduzione allo stato dell'ambiente e importanza delle acque superficiali nella regione pan-europea.
Impatti sulla biodiversità: specie vegetali esotiche invasive (Ambrosia artemisiifolia (common ragweed), Sicyos
angulatus (burcucumber), Solanum carolinense (carolina horsenettle), Pueraria montana (kudzu).
Lo schema DPSIR per l'interpretazione dell'impatto ambientale
Direttiva europea quadro sulle acque (European Water Framework Directive – WFD – 2000/60/EC); indici di
vulnerabilità ai nitrati e ai prodotti fitosanitari; legislazione nazionale e regionale correlata.
Definizione di prodotto fitosanitario secondo il Regolamento (EC) N° 1107/2009.
Descrizione e analisi della Direttiva 2009/128/EC sull'uso sostenibile dei pesticidi.
- 484 -
Impatto dell'uso di prodotti fitosanitari: sorgenti di inquinamento puntiformi e diffuse; destino ambientale; misure di
mitigazione di tipo agronomico del rischio di inquinamento delle acque superficiali. Diagnosi del rischio di
trasferimento da ruscellamento in un bacino dimostrativo (Valle del Tiglione). Analisi delle informazioni territoriali
disponibili attraverso l'impiego di strumenti GIS. Applicazione delle linee guida TOPPS-Prowadis per la
classificazione del rischio. Validazione di campo. Elaborazione e proposta di misure di mitigazione.
English
The subjects, hereafter reported, are included in the learning area of production and management. In particular, the
subjects will allow the students to acquire skills in the field of issues related to agriculture-environment interactions.
State of the enivronment in the EU. Factors of human activity that drive the major impacts on the environment.
Introduction to environmental status and importance of inland waters in pan-EU region.
A threat to biodiversity: invasive alien plant species (Ambrosia artemisiifolia (common ragweed), Sicyos
angulatus (burcucumber), Solanum carolinense (carolina horsenettle), Pueraria montana (kudzu).
Environmental effects of agriculture; the DPSIR scheme for the interpretation of the environmental impact.
The water compartment and legislative framework (European Water Framework Directive – WFD – 2000/60/EC;
vulnerability indices to nitrates and pesticides; national and local policies).
Definition of PPP according to Regulation (EC) N° 1107/2009 Concerning the placing of plant protection products on
the market and repealing Council Directives 79/117/EEC and 91/414/EEC.
Description and analysis of the Directive 2009/128/EC establishing a framework for Community action to achieve
the sustainable use of pesticides
Impact of use of pesticides; point and diffuse pollution-sources; environmental fate; agronomical practices for
mitigation of contamination of water and other compartments.
Runoff diagnosis on a pilot catchment basin (Tiglione Valley). Territorial data analysis with GIS tools,
TOPPS_Prowadis diagnosis guidelines and risk classification. Field validation. Elaboration of proposed mitigation
measures.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Presentazioni PowerPoint, dispense del corso e articoli per le letture critiche distribuiti dopo ogni lezione.
Tutte le presentazioni sono rilasciate secondo una licenza reative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 Unported
License.
Altro materiale consigliato:
-TOPPS-Prowadis: Best Management Practices to reduce water pollution with plant protection products from runoff and erosion (fornito durante il corso)
- "Think soils" manual (disponibile all'indirizzo http://www.ahdb.org.uk/projects/documents/ThinkSoils.pdf)
- 485 -
English
The recommended basic texts for the course are:
PowerPoint presentations, lecture notes and articles for critical readings distributed during the course.
All PowerPoint presentations are licensed under a Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 Unported License.
Other suggested literature:
-TOPPS-Prowadis: Best Management Practices to reduce water pollution with plant protection products from runoff and erosion (provided during the course)
- "Think soils" manual (available at http://www.ahdb.org.uk/projects/documents/ThinkSoils.pdf)
NOTA
Italiano
Il corso viene interamente svolto in lingua inglese
English
The course is fully delivered in English language only
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=wu2d
- 486 -
Esercitazioni interdisciplinari (Anno Accademico 2015/2016)
INTERDISCIPLINARY TRAINING
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0255
Docente:
Prof. Teresina MANCUSO (Affidamento interno)
Dott. Massimo BLANDINO (Affidamento interno)
Prof. Stefano Ferraris (Affidamento interno)
Prof. Fabrizio Stefano GIOELLI (Affidamento interno)
Dott. Davide BIAGINI (Affidamento interno)
Contatti docente:
116708724, [email protected]
Corso di studio:
[f001-c501] LM - Scienze agrarie
Anno:
2° anno
Tipologia:
F - Altre attività
Crediti/Valenza:
8
SSD attvità didattica:
AGR/01 - economia ed estimo rurale
AGR/02 - agronomia e coltivazioni erbacee
AGR/08 - idraulica agraria e sistemazioni idraulico-forestali
AGR/09 - meccanica agraria
AGR/19 - zootecnica speciale
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Obbligatoria
Tipologia esame:
Scritto ed orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Nell'ambito delle attività di monitoraggio della qualità delle acque sotterranee nelle ZVN in Piemonte ai sensi della
Direttiva 91/676, gli studenti condurranno uno studio delle potenziali pressioni di origine agricola prossime ad alcuni
pozzi della rete regionale di monitoraggio caratterizzati da anomalie nel tenore di nitrati, valutando l'opportunità di
suggerire eventuali interventi migliorativi.
English
The objective of the interdisciplinary training (EI) is to tackle complex problems with the use of an integrated
approach of the disciplines studied in the graduate program. The assessment of economic and environmental
sustainability of specific actions in local agricultural systems will be objects of EI 2015.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Agli studenti, riuniti in piccoli gruppi, saranno forniti una ampia bibliografia sull'argomento per approfondire i
principali elementi tecnici, normativi, economici riguardanti il progetto da sviluppare, sulla base dei quali, con la
guida dei docenti, dovranno essere eseguite le elaborazioni di seguito descritte. Il risultato del lavoro svolto dovrà
- 487 -
concretizzarsi nella redazione di un elaborato per illustrare e dettagliare il progetto.
English
Students will be asked to work in small groups. By a series of seminars they will be provided with information, data
and specific papers revolving around the subjects of the task. The didactic material and seminars will enable them
to analyze thoroughly the normative, technological, agronomical and economical aspects of the feasibility study. At
the end of the activity they will be asked to produce a final technical and economic report focusing on the different
topics of the interdisciplinary practices.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
Le esercitazioni interdisciplinari comprendono attività in campo e attività in aula. In campo i docenti e i funzionari
regionali accompagneranno e guideranno gli studenti nelle attività di rilevamento delle informazioni e dei dati. In
aula i docenti forniranno agli studenti gli strumenti necessari per le attività in campo e, dopo le visite, li aiuteranno a
gestire ed elaborare criticamente le informazioni e i dati raccolti in campo.
English
The Interdisciplinary training includes field activities and classroom activities. In the field, the teachers and the
regional officials will take and lead the students in the survey and collection of information and data. In the
classroom the teachers will provide the students with the necessary tools; they will help the students to manage and
analyze critically field collected information and data.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Durante lo svolgimento del lavoro di gruppo sono previsti incontri con gli studenti. Si potra' verificare che le
soluzioni tecniche ed economiche del progetto di fattibilita' ideate dai singoli gruppi siano appropriate e proporre
discussioni circa aspetti particolari del progetto stesso.
English
Encounters with students will be held regularly while the students are working on their reports, to verify that
suitable solutions to problems proposed by each group are feasible. Discussions about the project will also be held.
Scritto e orale.
PROGRAMMA
Italiano
Area di apprendimento: tecnico-professionale
Analisi della contaminazione di origine agricola delle acque sotterranee in un areale di studio, attraverso indagini a
livello aziendale e proposte di interventi di mitigazione
L'esercitazione si compone di alcuni seminari tematici, necessari per lo sviluppo in autonomia delle attività
proposte, di incontri di lavoro, per discutere di problematiche e per la ricerca di spiegazioni circa i fenomeni
indagati; di ricerca bibliografica e di rilievi in campo:
seminario iniziale di inquadramento della problematica dell'inquinamento da Nitrati di origine agricola, con un
- 488 -
quadro conoscitivo dell'areale di studio e della rete regionale di monitoraggio delle acque sotterranee;
presentazione della scheda di rilievo;
seminari tematici;
analisi della bibliografia internazionale sulla tematica dell'inquinamento da nitrati in Europa e, in particolare,
sull'analisi delle fonti agricole di pressione che possono causare degli scostamenti dai valori ritenuti
accettabili;
rilievo (in campo e presso le aziende agricole coinvolte) degli elementi agronomici, zootecnici e gestionali di
interesse nell'intorno di uno o più pozzi, sulla base di apposite schede di rilevamento;
incontri di metà percorso tra docenti, funzionari regionali e studenti; stesura della relazione finale: valutazione
degli elementi di pressione puntuale e diffusa nell'intorno del pozzo per la proposta di eventuali interventi
migliorativi.
Calendario delle attività:
-Nelle settimane 29/02 – 9/03/2016, in orario 9-13, si svolgeranno i seminari. Il lunedì 29/02 sarà distribuito in aula
lo schema delle attività e gli orari dei seminari. Aula da definire, da comunicare tramite mail istituzionale entro il
26/02/2016.
-Date per gli incontri di metà percorso:
11/04/2016 (lunedì), tra le 10 e le 13
9/05/2016 (lunedì), tra le 10 e le 13 + una terza data se richiesta dai gruppi.
-Il 26/05/2016: consegna della relazione.
-Il 16/06/2016 (oppure NB il 20/06) esame finale, ore 9.00, con eventuale prolungamento il 17/06, ore 9.00.
-Il 08/09/16: secondo appello, ore 9.00.
English
Learning Practical subjetcs
Analysis of the causes of deterioration of the groundwater status through surveys at farm level and proposals for
mitigation
Students must prepare a technical report which proves the ability to work in teams, to distribute the assignments
and to share data, choices and results, using expertise gained during the studies to identify innovative and original
solutions (problem solving).
The activities are divided into:
- some seminars offered in the classroom, to outline the selected issues, suggest tools and techniques of analysis
and calculation, provide educational materials and literature;
- field visits for direct observation of the case studies proposed;
- meetings with experts and observers of the examined issues.
The EU Commission created groundwater monitoring stations nitrate levels in the EU members states.
The tutorial consists of several thematic seminars, useful for developing the proposed activities:
- 489 -
-first seminar about the network of monitoring underground water at the territorial district level and presentation of
the survey form;
-other thematic seminars;
-relief -in the field and at the farms involved- of the agronomic, farming and management elements of interest
around some wells, based on a specific survey form;
-mid-term meetings among teachers, regional officials and students; the final report: assessment of the punctual and
widespread pressure around the well to propose possible improvement actions.
Timetable of activities: students must consult this section at the begin of February 2016. Classroom to be defined
and other information to be communicated by institutional email.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
- Diapositive predisposte dai docenti. -Articoli e testi selezionati e proposti in aula.
Text: Resource Efficiency in Practice – Closing Mineral Cycles Brussels Conference Proceedings (18 Nov 2014),
download to http://mineral-cycles.eu/sites/default/files/Brussels%20Conference_Proceedings.p df
and consultation of the Section: http://ec.europa.eu/environment/water/water-nitrates/reports.html
English
- Slides and selected references will be supplied to students.
Text: Resource Efficiency in Practice – Closing Mineral Cycles Brussels Conference Proceedings (18 Nov 2014),
download to http://mineral-cycles.eu/sites/default/files/Brussels%20Conference_Proceedings.p df
and consultation of the Section: http://ec.europa.eu/environment/water/water-nitrates/reports.html
NOTA
Italiano
-A inizio febbraio 2016 consultare questa sezione per il calendario dettagliato delle attività.
-Gli studenti devono registrarsi alla pagina del corso entro gennaio 2016.
-La valutazione è data come Approvato/Non Approvato. Se Approvato, la valutazione è fornita con l'indicazione
dicon l'indicazione di ottimo, buono, sufficiente: il punteggio acquisito (rispettivamente 1 punto, 0,5 e 0), concorre al
voto di laurea.
English
-The timesheet of activities will be available from February 2016.
-Students must register them to course page from January 2016.
-The Interdisciplinary training is approved or not. If approved, the final mark attributed to each student will be
Excellent "Ottimo" (score = 1), Good "Buono" (score = 0,5), Sufficient "Sufficiente" (score = 0). These scores will
- 490 -
contribute to the graduation mark.
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=wvc8
- 491 -
Esercitazioni interdisciplinari (Anno Accademico 2015/2016)
INTERDISCIPLINARY TRAINING
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0103
Docente:
Prof. Silvia GUIDONI (Affidamento interno)
Prof. Luca ROLLE (Affidamento interno)
Contatti docente:
0116708659, [email protected]
Corso di studio:
[f001-c702] L - Viticoltura ed enologia
Anno:
3° anno
Tipologia:
F - Altre attività
Crediti/Valenza:
2
SSD attvità didattica:
AGR/03 - arboricoltura generale e coltivazioni arboree
AGR/15 - scienze e tecnologie alimentari
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Obbligatoria
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Le esercitazioni interdisciplinari hanno lo scopo di avvicinare gli studenti a specifiche attività di campo, di cantina
e/o di laboratorio nonché a visite aziendali che consentano loro di capire nel dettaglio le problematiche di alcuni
aspetti tecnici, organizzativi, gestionali e produttivi della filiera viti-vinicola.
English
Interdisciplinary tutorials will form students to specific field, cellar and/or laboratory activities ; visits to grapegrowers and cellars will allow to understand, in details, management, productive and organization aspects of grape
and wine production.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Capacità di attuare protocolli operativi tecnici di rilievo, di analisi e di elaborazioni dati nonché capacità di analizzare
con senso critico le tematiche tecniche trattate durante le visite aziendali.
English
- 492 -
Students will be able to perform technical protocols for data analysis and elaboration, and critically analyze subjects
dealt during the visits.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
Saranno organizzate visite tecniche e/o attività pratiche di approfondimento su tematiche specifiche da svolgere in
strutture universitarie e/o aziende private. Ogni studente dovrà partecipare ad una attività pratica ed a una visita
tecnica tra quelle proposte. Gli argomenti trattati costituiranno la base di verifica dell'apprendimento.
English
Technical visits and or practical activities related to specific subjects will be carried out at University or in private
farms. Each student will have to participate to a practical and a technical activity among the proposed ones. Treated
subjects will be the base for learning assessement.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Esposizione orale individuale mediante presentazione multimediale contenente i risultati dei rilievi e delle
elaborazioni concettuali effettuati durante le visite aziendali e/o le attività di approfondimento.
L'esposizione orale viene approvata con un giudizio sufficiente (punti 0), buono (punti 0,5), ottimo (punti 1) il cui
punteggio contribuisce direttamente a determinare il voto finale di laurea.
English
Individual oral multimedia presentation of data collected during the visits or the lab activities and their critical
elaboration. The oral presentation will be approved with a rating: sufficient (0 points), good (0.5 points), excellent (1
point); the scores directly contribute to the calculation of the Degree final mark.
PROGRAMMA
Italiano
Il programma annuale delle esercitazioni sarà definito ad inizio di settembre e le attività progettate saranno
calendarizzate entro la fine del secondo semestre. Le date delle attività saranno comunicate con 30 giorni di
anticipo agli studenti per mail. Ogni attività sarà necessariamente a numero chiuso e varrà l'ordine di iscrizione degli
studenti.
English
The annual program of Tutorials will be defined at the beginning of September and activities will be scheduled within
- 493 -
the end of the second semester. Activity dates will be announced 30 days before beginning. Each activity will
necessarily be closed-number, accordingly to the student inscription order.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Nessuno. Durante alcune visite tecniche e/o attività pratiche di approfondimento potranno essere distribuiti
protocolli operativi, articoli tecnici e scientifici di riferimento.
English
None. Operative protocols, technical and scientific articles will be distributed during technical and practical visits.
NOTA
Italiano
English
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=yf93
- 494 -
Esercitazioni interdisciplinari (Anno Accademico 2015/2016)
INTERDISCIPLINARY TRAINING
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0382
Docente:
Prof. Teresina MANCUSO (Affidamento interno)
Dott. Massimo BLANDINO (Affidamento interno)
Prof. Stefano Ferraris (Affidamento interno)
Prof. Fabrizio Stefano GIOELLI (Affidamento interno)
Dott. Davide BIAGINI (Affidamento interno)
Contatti docente:
116708724, [email protected]
Corso di studio:
[f001-c501] LM - Scienze agrarie
Anno:
2° anno
Tipologia:
D - A scelta dello studente
Crediti/Valenza:
12
SSD attvità didattica:
AGR/01 - economia ed estimo rurale
AGR/02 - agronomia e coltivazioni erbacee
AGR/08 - idraulica agraria e sistemazioni idraulico-forestali
AGR/09 - meccanica agraria
AGR/19 - zootecnica speciale
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Obbligatoria
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Nell'ambito delle attività di monitoraggio della qualità delle acque sotterranee nelle ZVN in Piemonte ai sensi della
Direttiva 91/676, gli studenti condurranno uno studio delle potenziali pressioni di origine agricola prossime ad alcuni
pozzi della rete regionale di monitoraggio caratterizzati da anomalie nel tenore di nitrati, valutando l'opportunità di
suggerire eventuali interventi migliorativi.
English
The objective of the interdisciplinary training (EI) is to tackle complex problems with the use of an integrated
approach of the disciplines studied in the graduate program. The assessment of sustainability of specific actions in
local agricultural systems will be objects of EI 2015.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Agli studenti, riuniti in piccoli gruppi, sarà fornita una ampia bibliografia sull'argomento per approfondire i principali
elementi tecnici, normativi, economici riguardanti il progetto da sviluppare, sulla base dei quali, con la guida dei
docenti, dovranno essere eseguite le elaborazioni di seguito descritte. Il risultato del lavoro svolto dovrà
- 495 -
concretizzarsi nella redazione di un elaborato per illustrare e dettagliare il progetto.
English
Students will be asked to work in small groups. By a series of seminars they will be provided with information, data
and specific papers revolving around the subjects of the task. The didactic material and seminars will enable them
to analyze thoroughly the normative, technological, agronomical and economical aspects of the feasibility study. At
the end of the activity they will be asked to produce a final technical and economic report focusing on the different
topics of the interdisciplinary practices.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
Le esercitazioni interdisciplinari comprendono attività in campo e attività in aula. In campo i docenti e i funzionari
regionali accompagneranno e guideranno gli studenti nelle attività di rilevamento delle informazioni e dei dati. In
aula i docenti forniranno agli studenti gli strumenti necessari per le attività in campo e, dopo le visite, li aiuteranno a
gestire ed elaborare criticamente le informazioni e i dati raccolti in campo.
English
The Interdisciplinary training includes field activities and classroom activities. In the field, the teachers and the
regional officials will take and lead the students in the survey and collection of information and data. In the
classroom the teachers will provide the students with the necessary tools; they will help the students to manage and
analyze critically field collected information and data.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Durante lo svolgimento del lavoro di gruppo sono previsti incontri con gli studenti. Si potrà verificare che le soluzioni
tecniche ed economiche del progetto di fattibilità ideate dai singoli gruppi siano appropriate e proporre discussioni
circa aspetti particolari del progetto stesso.
English
Encounters with students will be held regularly while the students are working on their reports, to verify that suitable
solutions to problems proposed by each group are feasible. Discussions about the project will also be held.
PROGRAMMA
Italiano
Area di apprendimento: tecnico-professionale
Analisi della contaminazione di origine agricola delle acque sotterranee in un areale di studio, attraverso indagini a
livello aziendale e proposte di interventi di mitigazione
L'esercitazione si compone di alcuni seminari tematici, necessari per lo sviluppo in autonomia delle attività
proposte, di incontri di lavoro, per discutere di problematiche e per la ricerca di spiegazioni circa i fenomeni
indagati; di ricerca bibliografica e di rilievi in campo:
seminario iniziale di inquadramento della problematica dell'inquinamento da Nitrati di origine agricola, con un
- 496 -
quadro conoscitivo dell'areale di studio e della rete regionale di monitoraggio delle acque sotterranee;
presentazione della scheda di rilievo;
seminari tematici;
analisi della bibliografia internazionale sulla tematica dell'inquinamento da nitrati in Europa e, in particolare,
sull'analisi delle fonti agricole di pressione che possono causare degli scostamenti dai valori ritenuti
accettabili;
rilievo (in campo e presso le aziende agricole coinvolte) degli elementi agronomici, zootecnici e gestionali di
interesse nell'intorno di uno o più pozzi, sulla base di apposite schede di rilevamento;
incontri di metà percorso tra docenti, funzionari regionali e studenti; stesura della relazione finale: valutazione
degli elementi di pressione puntuale e diffusa nell'intorno del pozzo per la proposta di eventuali interventi
migliorativi.
Calendario delle attività:
-Nelle settimane 29/02 – 9/03/2016, in orario 9-13, si svolgeranno i seminari. Il lunedì 29/02 sarà distribuito in aula
lo schema delle attività e gli orari dei seminari. Aula da definire, da comunicare tramite mail istituzionale entro il
26/02/2016.
-Date per gli incontri di metà percorso:
11/04/2016 (lunedì), tra le 10 e le 13
9/05/2016 (lunedì), tra le 10 e le 13 + una terza data se richiesta dai gruppi.
-Il 26/05/2016: consegna della relazione.
-Il 16/06/2016 (oppure NB il 20/06) esame finale, ore 9.00, con eventuale prolungamento il 17/06, ore 9.00.
-Il 08/09/16: secondo appello, ore 9.00.
English
Learning Practical subjetcs
Analysis of the causes of deterioration of the groundwater status through surveys at farm level and proposals for
mitigation
Students must prepare a technical report which proves the ability to work in teams, to distribute the assignments
and to share data, choices and results, using expertise gained during the studies to identify innovative and original
solutions (problem solving).
The activities are divided into:
- some seminars offered in the classroom, to outline the selected issues, suggest tools and techniques of analysis
and calculation, provide educational materials and literature;
- field visits for direct observation of the case studies proposed;
- meetings with experts and observers of the examined issues.
The EU Commission created groundwater monitoring stations nitrate levels in the EU members states.
The tutorial consists of several thematic seminars, useful for developing the proposed activities:
-first seminar about the network of monitoring underground water at the territorial district level and presentation of
the survey form;
- 497 -
-other thematic seminars;
-relief -in the field and at the farms involved- of the agronomic, farming and management elements of interest
around some wells, based on a specific survey form;
-mid-term meetings among teachers, regional officials and students; the final report: assessment of the punctual and
widespread pressure around the well to propose possible improvement actions.
Timetable of activities: students must consult this section at the begin of February 2016. Classroom to be defined
and other information to be communicated by institutional email.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
- Diapositive predisposte dai docenti. -Articoli e testi selezionati e proposti in aula.
Text: Resource Efficiency in Practice – Closing Mineral Cycles Brussels Conference Proceedings (18 Nov 2014),
download to http://mineral-cycles.eu/sites/default/files/Brussels%20Conference_Proceedings.p df
and consultation of the Section: http://ec.europa.eu/environment/water/water-nitrates/reports.html
English
- Slides and selected references will be supplied to students.
Text: Resource Efficiency in Practice – Closing Mineral Cycles Brussels Conference Proceedings (18 Nov 2014),
download to http://mineral-cycles.eu/sites/default/files/Brussels%20Conference_Proceedings.p df
and consultation of the Section: http://ec.europa.eu/environment/water/water-nitrates/reports.html
NOTA
Italiano
-A febbraio 2016 consultare questa sezione per il calendario dettagliato delle attività.
-Gli studenti devono registrarsi alla pagina del corso a Gennaio 2016.
-La valutazione è data come Approvato/Non Approvato. Se Approvato, la valutazione è fornita con l'indicazione di
Ottimo (1 punto), Buono (0,5 punti), Sufficiente (0 punti): il punteggio acquisito concorre al voto di laurea.
English
-The timesheet of activities will be available from February 2016.
-Students must register them to course page from January 2016.
-The Interdisciplinary training is approved or not. If approved, the final mark attributed to each student will be
Excellent "Ottimo" (score = 1), Good "Buono" (score = 0,5), Sufficient "Sufficiente" (score = 0). These scores will
contribute to the graduation mark.
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=yodv
- 498 -
Esercitazioni interdisciplinari (Anno Accademico 2015/2016)
INTERDISCIPLINARY FIELD ACTIVITY
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0329
Docente:
Prof. Renzo MOTTA (Affidamento interno)
Antonio NOSENZO (Affidamento interno)
Prof. Roberto ZANUTTINI (Affidamento interno)
Prof. Filippo BRUN (Affidamento interno)
Prof. Michele FREPPAZ (Affidamento interno)
Contatti docente:
0116705538, [email protected]
Corso di studio:
[f001-c711] L - Scienze forestali e ambientali
Anno:
3° anno
Tipologia:
F - Altre attività
Crediti/Valenza:
5
SSD attvità didattica:
AGR/01 - economia ed estimo rurale
AGR/05 - assestamento forestale e selvicoltura
AGR/06 - tecnologia del legno e utilizzazioni forestali
AGR/14 - pedologia
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Obbligatoria
Tipologia esame:
Scritto ed orale
PREREQUISITI
Nessuno / None Anche se non ci sono formali prerequisiti gli studenti devono avere acquisto i concetti e le
principali conoscenze relative ai corsi di Selvicoltura, Dendrometria, Tecnologia del legno ed utilizzazioni forestali,
Principi di Economia e statistica, Pedologia e Diritto Amministrativo.
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
L'obiettivo dell'insegnamento è di utilizzare un approccio integrato allo sviluppo di un caso di studio, evidenziando il
legame esistente tra le diverse discipline affrontate nel triennio di studi e la necessità di un approccio
interdisciplinare per l'applicazione di una gestione sostenibile e per la conservazione delle risorse naturali.
Il soggetto delle Esercitazioni interdisciplinari è la Filiera legno.
C'è un crescente interesse per la produzione in modo sostenibile di prodotti legnosi che possono creare
opportunità economiche nei settori economicamente marginali e la contemporanea produzione di servizi
ecostemici che migliorano la qualità della vita degli abitanti e dei portatori di interesse e rafforzano il legame tra le
foreste ed il territorio. Inoltre l'uso sostenibile delle risorse naturali disponibili è in alcuni casi l'unica alternativa
all'abbandono del territorio che, in assenza di presidio antropico, può degradare con gravi problemi di dissesto. La
possibilità di coniugare queste diverse opzioni e la sostenibilità economica/ecologica dei diversi scenari verrà
analizzata e discussa.
English
This course is aimed to provide an integrated approach in order to demonstrate the linkages among various
- 499 -
disciplines and the need for interdisciplinary approaches to apply a sustainable management of natural resources
and their long-term conservation.
The subject of the interdisciplinary field excursion is the wood chain.
There is currently a growing interest towards forest products which meet sustainability goals through reduced
impact on the forest ecosystems, improvement of human well being and a strong link to the territory; this concerns
notably the demand for wood and wood biomass for energy use. Indeed, sustainable forest management is not in
conflict with a productive use of forestland, without which abandonment and land neglection could further occur. To
meet these new societal demands and to supply a variety of forest goods and services while maintaining economic
viability is a true challenge.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Le esercitazioni interdisciplinari sono un insegnamento applicativo e integrato di più discipline, svolto al termine del
percorso formativo triennale. Al termine delle esercitazioni gli studenti saranno in grado di applicare le conoscenze
ed abilità acquisite ad un caso di studio. Saranno inoltre in grado di raccogliere, analizzare e presentare in una
relazione scritta i risultati di diversi ambiti di studio (dendrometrico, selvicolturale, delle utilizzazioni forestali e
tecnologia del legno, pedologico, economico, entomologico e patologico) lavorando in gruppo e individualmente.
English
The interdisciplinary field excursion integrates concepts of natural resources sustainable management using a case
study. Class project will focus on providing teaching tools, visual aids, mapping techniques, methods of data
analysis, and lecture. Participants will collect and interpret evidence regarding forest stand structure and biomass,
current dynamics, disturbances and diseases, forestry operations and wood technology, soil conservation and
Economical budget of the woody chain and will analise the potential impact of different resorces management
scenarios regarding their sustainability and their economic results.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
L'insegnamento consiste di 12 ore di lezione frontali e 24 ore dedicate ad esercitazioni in bosco. Per le lezioni
frontali i docenti utilizzeranno presentazioni e slides che sonanno messe a disposizione degli studenti. Altro
materiale didattico sarà messo a disposizione sul sito web del corso.
Le esercitazioni interdisciplinari avranno luogo ad Ormea nella prima metà del mese di giugno ed hanno una durata
prevista di 5 giorni.
English
The course consists of 12 hours of lectures and 24 hours devoted to field work. For lectures the teachers make use
of presentations and slides that will be available to students. Other supplemental reading materials will be available
at the course web site.
The field trip to Ormea will last 5 days and is scheduled for the first half of June.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
- 500 -
Durante le esercitazioni interdisciplinari, il grado di apprendimento e comprensione acquisito dagli studenti sarà
valutato costantemente nelle attività svolte sia in campo sia in aula.
Le esercitazioni interdisciplinari prevedono la relazione finale sul progetto analizzato (in gruppo di 4-5 persone). Il
progetto è realizzato dal gruppo ma ogni componente sarà referente di un capitolo.
La valutazione finale sarà effettuata sulla base di una discussione del progetto ed un esame orale individuale. Il voto
finale sarà individuale.
La valutazione sarà così espressa: sufficiente D, discreto C, buono B, ottimo A. La valutazione contribuirà a
determinare il voto di Laurea.
English
In the Interdisciplinary training, levels of learning and comprehension acquired by the students will be evaluated
regularly during field surveys and classroom activities.Attendace to the field trip is required. As a final output each
group will have to write a report where each component of the group will be in charge for a chapter. The evaluation
of the quality of the report will be applied to the whole team with an individual special reference to the individual
chapter.
Final grades will be based on the discussion of the Report and on a individual oral examination. The final mark will be
individual.
Grading policy: final grades will be: sufficient D, fair C, good B and excellent A.
ATTIVITÀ DI SUPPORTO
Attività svolta nella sede di Ormea nel mese di giugno 2015. L'attività sarà svolta in parte con il supporto dei docenti
ed in parte come lavoro di gruppo. Al termine della settimana dovrà essere predisposto un elaborato da parte di
ogni gruppo di studenti.
PROGRAMMA
Italiano
L'insegnamento fa parte dell'Area didattica del tirocinio formativo e di orientamento (in relazione all'acquisizione di
professionalità) e dell'area didattica della comunicazione (in relazione alla preparazione ed alla presentazione della
Relazione finale).
Selvicoltura sostenibile
Misura delle biomasse legnose
Utilizzazioni forestali e tecnologia del legno
Misure di conservazione del suolo
Bilancio economico della filiera legno
English
The interdisciplinary training is part of the learning areas of communication and of extension (practical learning area).
Sustainable silviculture
Reliable estimates for stand biomass
- 501 -
Forestry activities and wood technology
Soil conservation
Economical budget of the woody chain
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Materiale didattico fornito dai docenti verrà caricato sul sito web del corso.
English
Slides and other supplemental readings provided by the teachers will be made available at the course web site.
NOTA
Italiano
Anche se non ci sono formali prerequisiti gli studenti devono avere acquisto i concetti e le principali conoscenze
relative ai corsi di Selvicoltura, Dendrometria, Tecnologia del legno ed utilizzazioni forestali, Principi di Economia e
statistica, Pedologia e Diritto Amministrativo. Le esercitazioni prevedono l'utilizzo di strumenti dendrometrici e
l'utilizzo di fogli di scrittura e fogli di calcolo (Abilità informatiche). Parte del materiale didattico è in inglese.
La partecipazione alle esercitazioni interdisciplinari è obbligatoria. Se lo studente dovesse assentarsi per un breve
periodo per motivi di forza maggiore (non più di un giorno) deve contattare il docente per l'assegnazione di un
lavoro sostitutivo.
Le relazioni finali devono essere consegnate entro una settimana dal termine delle esercitazioni
English
Though there are no formal prerequisites, students should be familiar with the concepts and information in
Silviculture, Dendrometry, Principles of Economy and Statistics, Forestry activities and wood technology, Pedology
and Administrative Law.
If you must miss a session (no more than one day), please check with the teacher to turn in any assignments.
The field exercises will require basic knowledge of Dendrometry, and the use of wordprocessing and
spreadsheets. Some of the documents provided by the teachers are in English.
Reports must be delivered to the teachers no later than a week after the end of the excursion.
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=32qf
- 502 -
Esercitazioni interdisciplinari - STA (Anno Accademico 2015/2016)
INTERDISCIPLINARY TRAINING
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0327
Docente:
Prof. Giorgio BORREANI (Affidamento interno)
Prof. Cristiana PEANO (Affidamento interno)
Dott. Mario TAMAGNONE (Affidamento interno)
Prof. Luciana TAVELLA (Affidamento interno)
Prof. Elisabetta BARBERIS (Affidamento interno)
Prof. Ivo ZOCCARATO (Affidamento interno)
Dott. Federica LARCHER (Affidamento interno)
Dott. Massimo PUGLIESE (Affidamento interno)
Prof. Angela MOSSO (Affidamento interno)
Contatti docente:
0116708783, [email protected]
Corso di studio:
[f001-c717] L - Scienze e tecnologie agrarie
Anno:
3° anno
Tipologia:
F - Altre attività
Crediti/Valenza:
9
SSD attvità didattica:
AGR/01 - economia ed estimo rurale
AGR/02 - agronomia e coltivazioni erbacee
AGR/03 - arboricoltura generale e coltivazioni arboree
AGR/04 - orticoltura e floricoltura
AGR/09 - meccanica agraria
AGR/11 - entomologia generale e applicata
AGR/12 - patologia vegetale
AGR/13 - chimica agraria
AGR/17 - zootecnica generale e miglioramento genetico
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Obbligatoria
Tipologia esame:
Scritto ed orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Gli obiettivi delle esercitazioni interdisciplinari sono: - portare gli studenti a contatto diretto con la realtà delle
aziende agricole e/o delle aree verdi pubbliche, facendo loro analizzare nel dettaglio gli aspetti organizzativi,
gestionali e produttivi; - chiamare gli studenti all'organizzazione e alla gestione autonoma di un lavoro di gruppo, al
cui interno dovranno essere selezionate e coordinate le specifiche competenze per dar luogo a un lavoro unitario; richiedere al gruppo la redazione di una relazione tecnica, preparata coordinando le singole competenze,
giustificando opportunamente le scelte effettuate nelle valutazioni tecniche, fornendo informazioni di sintesi relative
alla massa di dati raccolti.
English
- 503 -
The objectives of the Interdisciplinary training are: - to let students directly meet farms and/or public green areas, to
analyze in details the management, organizational and productive aspects; - to lead students to organize and
manage by themselves a teamwork, where all specific skills will have to be selected and organized to produce a
homogeneous work; - to require the group to draw up a technical report, properly coordinating all individual skills,
justifying the choices made in the technical evaluation, and synthesizing the information drawn from the data
collection.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Gli studenti saranno in grado di affrontare la redazione di una relazione tecnica, in analogia a quanto potrebbe
essere necessario produrre nell'attività professionale per descrivere gli aspetti caratterizzanti l'azienda nel suo
complesso, evidenziando i motivi di particolari scelte colturali e/o gestionali e valutando problemi, difficoltà
tecniche ed economiche, prospettive future. Lavorando in gruppo, gli studenti impareranno a gestire l'attività
collettiva sul lungo periodo e a rispettare una scadenza concordata per la consegna del lavoro.
English
Students will be able to write a technical report, comparable to the formal documents they could produce during
their future professional activity. They will learn how to describe all the aspects that characterize the farm, to explain
cropping and management choices, to evaluate technical and economic problems and perspectives, and to
address the future strategies. Working in team will help students to learn how to manage and coordinate the
common activity in the long term and to meet the established deadlines.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
Le esercitazioni interdisciplinari comprendono attività in campo (visite in un'azienda agricola o in un'area verde) e
attività in aula. In campo i docenti accompagneranno e guideranno gli studenti nelle attività di rilevamento delle
informazioni e dei dati. In aula i docenti, prima delle visite, forniranno agli studenti gli strumenti necessari per le
attività in campo e, dopo le visite, li aiuteranno a gestire ed elaborare criticamente le informazioni e i dati raccolti in
campo.
English
The Interdisciplinary training includes field activities (surveys in a farming system or in a green area) and classroom
activities. In the field, the teachers will take and lead the students in the survey and collection of information and
data. In the classroom, before the field surveys, the teachers will provide the students with the necessary tools;
after the field surveys, they will help the students to manage and analyze critically field collected information and
data.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Durante le esercitazioni interdisciplinari, il grado di apprendimento e comprensione acquisito dagli studenti sarà
valutato costantemente nelle attività svolte sia in campo sia in aula.
Il giudizio finale sarà espresso come: sufficiente 'D' (=0 punti), discreto 'C' (=1 punti), buono 'B' (=2 punti), ottimo 'A'
(=3 punti). I punti così acquisiti saranno sommati ai punti assegnati all'esame finale e contribuiranno al voto di laurea.
Il giudizio sarà attribuito sulla base delle seguenti valutazioni: - impegno e attenzione nelle attività in campo e nella
stesura del testo; - qualità della prima versione di relazione; - qualità della relazione finale e incremento qualitativo
rispetto alla prima versione; - esame orale conclusivo.
- 504 -
Le valutazioni in merito alla qualità dei testi prodotti sono riferite all'intero gruppo. Il voto finale sarà individuale.
English
In the Interdisciplinary training, levels of learning and comprehension acquired by the students will be evaluated
regularly during field surveys and classroom activities.
The final mark attributed to each student will be sufficient 'D' (score = 0), fair 'C' (score = 1), good 'B' (score = 2) or
excellent 'A' (score = 3). These scores will be added to the score deriving from the final examination and will
contribute to the graduation mark.
The mark will be based on the following evaluations: - attention and involvement in field activities and report
drafting; - quality of the first draft of the report; - quality of the final version of the report and its quality improvement
relative to the first draft; - final oral examination.
The evaluation of the quality of the report will be applied to the whole team. The final mark will be individual.
PROGRAMMA
Italiano
Gli argomenti trattati nel corso delle esercitazioni interdisciplinari rientrano nell'area tecnica di apprendimento.
Le esercitazioni interdisciplinari saranno così articolate:
- giornate introduttive (presentazione delle attività, informazioni sulla sicurezza; distribuzione del materiale ai
gruppi; presentazione della documentazione e della cartografia disponibili; analisi delle schede da utilizzare in
campo per i rilievi; inquadramento morfologico, climatico e ambientale dell'area in esame);
- attività di campo, che consisterà in sopralluoghi in realtà agricole o aree verdi piemontesi per seguirne le attività
nel periodo da marzo a maggio. Durante i sopralluoghi, gli studenti eseguiranno rilievi diretti in campo e raccolta di
informazioni aziendali tramite interviste ai gestori. Le attività saranno condotte dai singoli gruppi sotto la guida dei
docenti, ma con una progressiva autonomia durante il periodo. Le principali tematiche sviluppate e approfondite
(con alcune differenze in funzione delle realtà esaminate) riguarderanno gli argomenti trattati nei corsi di Agronomia
generale e Coltivazioni erbacee, Arboricoltura, Chimica agraria, Economia aziendale, Entomologia agraria, Patologia
vegetale, Fisiologia e Miglioramento genetico, Meccanica agraria, Parchi e giardini, Zootecnica. Poiché molte delle
informazioni e dei commenti tecnici saranno aspetti concreti osservati in campo o raccolti nelle interviste agli
operatori aziendali, è necessaria una partecipazione sempre attiva e attenta durante tutte le uscite.
- attività in aula, dove gli studenti, lavorando sia sotto la guida dei docenti sia autonomamente, potranno consultare
i documenti e le basi dati disponibili per l'area di studio (cartografici, meteorologici, ecc.) e per le realtà esaminate,
elaborare e discutere criticamente le informazioni e i dati raccolti in campo;
- stesura della relazione, che richiederà impegno di tempo e di energie da parte del gruppo di lavoro, in termini sia
di elaborazione dei dati, sia di redazione formale del testo e che dovrà in generale estrapolare in forma sintetica,
dalla grande massa di informazioni raccolte, i caratteri distintivi delle realtà considerate, formulando un giudizio
tecnico ed evidenziando i punti critici e le strategie di miglioramento.
English
The subjects are included in the practical learning area.
The Interdisciplinary training will be structured as follows:
- 505 -
- Opening days, with the presentation of the activities, giving necessary safety information; distribution of the
material to the groups; explanation of the available documentation and cartography, and of the forms for field data
collection; description of the geomorphologic, climatic and environmental framework of the surveyed area.
- Field activities, consisting in surveys in different farming systems or green areas of Piedmont (NW Italy), in the
period from March to May. During field surveys, the students will collect data by direct field sampling and by
interviews to the farmers or park managers. The activities will be carried out under the teachers' supervision, but an
increasing autonomy of the groups is expected during the period. The main subjects (with some differences in
relation to the surveyed systems) will deal with the knowledge acquired during the courses of Agronomy and
Herbaceous crop cultivations, Agricultural chemistry, Animal husbandry, Farm economics, Agricultural entomology,
Plant pathology, Plant physiology and breeding, Pomology, Parks and gardens, Agricultural machinery. Since most
practical observations and technical comments will be collected directly in the field or by interviews, a constant
active and careful participation to all the field surveys is required.
- Classroom activities. The students will work both with the help of the teachers and by themselves utilizing the
available documents and databases (e.g., cartography, meteorological data, etc.) regarding the surveyed areas and
systems, and starting a critical evaluation of the field collected data.
- Report writing. This activity will require time and energy by the work team both for the data analysis and
discussion, and for writing the text. The report must synthesize the collected information stressing the main aspects
of the farms under exam, leading to a technical evaluation and explaining the main problems, and suggesting
strategies for improvement.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Materiale didattico utile per il rilevamento e l'analisi dei dati sarà disponibile prima delle attività in campo sul Portale
della didattica del DISAFA (campusnet.unito.it).
Manuali sulle pratiche agronomiche e di allevamento, Manuali per il riconoscimento dei principali patogeni, fitofagi e
infestanti delle colture considerate. Siti web.
English
Educational material useful for the survey and analysis of data will be available on Campusnet platform before the
field activities.
Handbook on crop management and on livestock farming. Handbook on main plant pathogens, crop pests, and
weeds. Websites.
NOTA
Italiano
Obiettivi formativi, risultati dell'apprendimento e programma sono stati concordati congiuntamente dai docenti
responsabili.
English
Formative objectives, learning assessment and syllabus are set jointly by all the involved teachers.
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=jnot
- 506 -
Estimo forestale (Anno Accademico 2015/2016)
FOREST VALUATION
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0359
Docente:
Prof. Filippo BRUN (Affidamento interno)
Contatti docente:
011 670 8628, [email protected]
Corso di studio:
[f001-c504] LM - Scienze forestali e ambientali
Anno:
1° anno
Tipologia:
B - Caratterizzante
Crediti/Valenza:
8
SSD attvità didattica:
AGR/01 - economia ed estimo rurale
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Scritto ed orale
PREREQUISITI
Non sono previste propedeuticità. E' tuttavia utile che gli studenti abbiano chiare le conoscenze economiche
acquisite nei corsi di istituzioni di economia e economia agraria e forestale o di analoghi corsi economici di base.
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Fornire allo studente la conoscenza dei principali metodi e strumenti di valutazione, che stanno alla base dell'attività
professionale.
Sviluppare la capacità critica indispensabile per una lettura economica del settore forestale.
English
The educational goal is the understanding of the main evaluation methods and tools at the base of the profession,
providing graduates with the critical skills necessary for the economic understanding of the forestry sector.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Alla fine dell'insegnamento lo studente avrà acquisito la comprensione e la capacità di impiego dei principali metodi
e strumenti di valutazione in campo forestale, agrario e ambientale. Sarà in grado di produrre una relazione
estimativa di tipo professionale.
Avrà piena padronanza degli strumenti di matematica finanziaria e di valutazione degli investimenti e capacità di
valutazione degli interventi pubblici in materia di politica agraria, forestale e montana.
Avrà infine capacità di lavorare in gruppo e di presentare i risultati ottenuti.
- 507 -
English
At the end of the course the students will acquire the understanding and the ability to use main assessment tools in
forestry, agriculture and environment. They will also be able to produce a professional evaluation report.
The students will have full mastery of financial mathematics tools and investments valuation and assessment
capabilities of public interventions in the field of agricultural policy, forest and mountain. They will finally have the
ability to work in groups and to present the results.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
Il corso consiste di 60 ore di lezione frontale, 10 ore dedicate ad esercitazioni in classe e 10 ore in raccolta ed
elaborazioni di dati in campo.
I materiali didattici utilizzati a lezione vengono distribuiti in forma cartacea o messi a disposizione sulla piattaforma
campusnet. Fra questi sono presenti una dispensa sulla realizzazione della stima del prezzo di macchiatico ed alcuni
esempi dei testi di matematica finanziaria di sessioni precedenti.
Le esercitazioni avvengono con materiali e strumenti forniti dal docente, organizzando il lavoro in gruppi.
English
The course consists of 60 hours of lectures, 20 hours devoted to practical activities in classroom and 10 in the field.
The teaching materials used in class are distributed in hard copy or available on the platform campusnet. Among
these, a guide to the realization of the stumpage price assessment and examples of financial mathematics tests of
previous sessions are available.
The exercises are made with materials and tools provided by the teacher, organizing work in groups.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Colloqui al termine delle lezioni e test senza valore di esame servono per valutare il grado di preparazione degli
studenti durante il corso.
L'esame finale prevede:
- una prova scritta di matematica finanziaria, superata la quale si può accedere all'orale;
- la redazione di una stima del prezzo di macchiatico, realizzata con i dati raccolti durante l'esercitazione in campo, o
con dati originali. La stima può essere presentata dagli studenti in gruppi di 2 e deve essere stampata;
- un colloquio orale durante il quale ogni studente risponde a domande sugli aspetti metodologici della stima
presentata e a domande sugli argomenti del programma. Nel colloquio vengono valutate sia le nozioni acquisite sia
le capacità di ragionamento e di collegamento delle conoscenze.
La valutazione finale in trentesimi tiene conto della qualità della stima presentata (25%) e delle risposte (75%)
English
Discussions after class and test (worthless for examination) are used to assess the knowledge of the students during
the course.
The final exam requires:
- 508 -
- To pass a written test of financial mathematics before the oral exam;
- The submission of a valuation report of stumpage price, with data collected during the field exercitation or with
original data. The report may be made by students in groups of two and must be printed
- An oral examination during which each student discusses the content of the written report, describing the
methodological aspects and answering to questions on program topics. At the same time the skill to elaborate the
contents and to link the different topics will be tested.
The final evaluation takes into account the quality of the evaluation report (25%) and of the answers (75%).
PROGRAMMA
Italiano
Il corso fa parte delle aree:
(A) Area della gestione multifunzionale sostenibile delle risorse
- Estimo generale: concetti fondamentali; Il valore dei beni, natura del giudizio di stima; aspetti economici
tradizionali; aspetti economici particolari; processo estimativo; metodo e momento di stima; procedimenti
estimativi: stime sintetiche ed analitiche; principio dell'ordinarietà.
- Strumenti di Matematica finanziaria. Valutazione degli investimenti.
- Stime forestali. Stima del suolo nudo, dei boschi, dei soprassuoli non maturi. Stima del valore e del prezzo di
macchiatico. Stima delle risorse ambientali.
- Stime legali: espropriazioni e servitù prediali coattive.
- Impostazione di una relazione di stima.
- Catasto rustico italiano.
- Il flusso circolare del reddito, i soggetti delle politiche, obiettivi e misura dei risultati delle politiche pubbliche.
- La Politica agricola comunitaria, le politiche rurali e il quadro generale delle leggi forestali
(B). Area della difesa del suolo e della prevenzione dei rischi naturali
Stima dei danni. Assicurazioni. Strumenti di Matematica finanziaria. Valutazione degli investimenti.
Impostazione di una relazione di stima.
(C). Area dell'utilizzazione della materia prima legno e dei suoi derivati
Strumenti di Matematica finanziaria. Valutazione degli investimenti.
Stime forestali (soprassuolo maturo, non maturo).
Stima del valore e del prezzo di macchiatico.
- 509 -
English
A. Area of multifunctional management of sustainable resources
General appraisal: Basic concepts; The value of goods, the nature of the judgment of estimation; traditional and new
economic aspects; estimation process, method and time of estimation, synthetic and analytical estimates; principle
of ordinariness.
Tools of Financial Mathematics. Valuation of investments.
Forest assessment. Estimation of bare soil, forests, young stands. Estimate of the stumpage value and price.
Assessment of environmental resources.
Legal Estimates: coercive expropriation and easements.
Setting a valuation report.
Cadastre rustic.
The circular flow of income, the subjects of policies, objectives and measurement of results of public policies. The
Common Agricultural Policy, general framework of the forest lows.
B. Area of soil and of natural hazards prevention
Damage assessment. Insurances. Tools of Financial Mathematics. Valuation of investments.
Setting a valuation report.
C. Area of use of wood raw material and its products
Forest assessment. Estimate of the stumpage value and price.
Tools of Financial Mathematics. Valuation of investments.
Setting a valuation report.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Michieli I; Michieli M., Trattato di Estimo, (2002), Edagricole Bologna.
Merlo M., Elementi di Economia ed estimo forestale-ambientale, (1991), CUSL Nuova Vita, Padova.
F. Brun, B. Giau, C. Magnani e S. Blanc, "Appunti per la stesura della stima del prezzo di macchiatico e per la
redazione della parcella del professionista" DEIAFA, 2009.
B. Giau, Obiettivi e strumenti di politiche agrarie e forestali in Italia e in Europa, CELID, Torino, 2015.
Articoli e materiali didattici indicati dal docente verranno caricati sulla piattaforma campusnet
- 510 -
English
Michieli I; Michieli M., Trattato di Estimo, (2002), Edagricole Bologna.
Merlo M., Elementi di Economia ed estimo forestale-ambientale, (1991), CUSL Nuova Vita, Padova.
F. Brun, B. Giau, C. Magnani e S. Blanc, "Appunti per la stesura della stima del prezzo di macchiatico e per la
redazione della parcella del professionista" DEIAFA, 2009.
B. Giau, Obiettivi e strumenti di politiche agrarie e forestali in Italia e in Europa, CELID, Torino, 2015.
Materials provided by the teacher will be loaded on the campusnet platform
NOTA
Italiano
La frequenza delle lezioni e delle esercitazioni, pur non obbligatoria è caldamente suggerita.
English
The frequency of the lessons and exercitations, while not mandatory, is strongly recommended.
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=n729
- 511 -
Etichettatura dei prodotti alimentari (Anno Accademico 2015/2016)
FOOD LABELLING
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0389
Docente:
Prof. Erica Varese (Affidamento interno)
Contatti docente:
011 - 670 57 91, [email protected]
Corso di studio:
[f001-c703] L - Tecnologie alimentari
[f001-c503] LM - Scienze e tecnologie alimentari
Anno:
2° anno 3° anno
Tipologia:
D - A scelta dello studente
Crediti/Valenza:
6
SSD attvità didattica:
SECS-P/13 - scienze merceologiche
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Il corso permette di acquisire conoscenze e capacità di comprensione in materia di etichettatura dei prodotti
alimentari.
English
The course will provide students with an advanced knowledge of food labeling.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Gli studenti acquisiscono la capacità di collegare gli argomenti trattati nel corso con le principali tematiche relative
all'etichettatura.
English
Students will use their knowledge in direct application evaluating food labelling issues.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
Il corso consite di 60 ore di didattica frontale.
- 512 -
English
The course conists of 60 hours of lectures.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
La verifica in itinere dell'apprendimento avviene rispondendo a domande analoghe a quelle dell'esame, senza
valore per la valutazione finale, ma utili allo studente per valutare il personale grado di apprendimento.
L'esame finale è un colloquio orale.
English
The runtime check of the learning process is accomplished by answering questions analogous to those found in the
exam, not valid for the final evaluation, but helpful to the student to estimate his learning degree.
The final exam is oral.
PROGRAMMA
Italiano
A) La fornitura di informazioni sugli alimenti ai consumatori:
- Disposizioni generali;
- Principi generali delle informazioni sugli alimneti;
- Requisiti generali relativi all'informazione sugli alimenti e responsabilità degli operatori del settore alimentare;
- Informazioni obbligatorie sugli alimenti;
- Informazioni volontarie sugli alimenti.
B) Etichettatura di secifici alimenti (uova, olio, cacao e cioccolato etc.)
C) Pubblicità ed etichettatura dei prodotti alimentari (Autorità garante della concorrenza e del mercato - AGCM - e
Istituto dell'autodisciplina pubblicitaria - IAP)
D) Commercializzazione di prodotti agroalimentari: principi
English
A) The provision of food information to consumers:
- General provisions;
- General principles on food information;
- General food information requirements and responsibilities of food business operators;
- 513 -
- Mandatory food information;
- Voluntary food information.
B) "Vertical" labelling legislation on specific products (eggs, oil, cocoa and chocolate ...)
C) Marketing communication and food labelling (Antitrust Authority – AGCM - and Institute of Marketing
Communication Self-Regulation – IAP)
D) Agro food trade: first principles.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
L'indicazione dei testi sarà fornita all'inizio del corso.
English
NOTA
Italiano
Il corso si svolge nella sede di Cuneo.
English
The course is held in Cuneo.
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=y216
- 514 -
Farming system for energy production and energy balance (Anno Accademico 2015/2016)
FARMING SYSTEM FOR ENERGY PRODUCTION AND ENERGY BALANCE
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0373
Docente:
Prof. Fabrizio Stefano GIOELLI (Affidamento interno)
Contatti docente:
0116708844, [email protected]
Corso di studio:
[f001-c501] LM - Scienze agrarie
Anno:
2° anno
Tipologia:
D - A scelta dello studente
Crediti/Valenza:
4
SSD attvità didattica:
AGR/09 - meccanica agraria
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Inglese
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Obiettivo del corso è quello di fornire allo studente un quadro delle fonti di energia rinnovabile applicabili al
settore agricolo, con particolare riferimento al settore della digestione anaerobica, delle normative vigenti e gli
strumenti per una loro valutazione energetica ed ambientale
English
The course is aimed at providing the students with an overview of the existing sources of renewable energy, with
special regards to anaerobic digetion, the tools to compute energy and environmental balances and knowledge of
technologies for biogas production from agricultural feedstocks.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Al termine del corso lo studente avrà un quadro delle opzioni attualmente disponibili per la produzione di energia
da fonti rinnovabili in agricoltura, dei loro costi ambientali e gli strumenti per la scelta ed il dimensionamento di un
impianto di digestione anaerobica.
English
At the end of the course, students will have the basic knowledge of the existing options for energy production
through renewable sources and of their environmental sustainability. They will be provided with the necessary tools
to correctly choose and dimension an anaerobic digestion plant.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
- 515 -
Italiano
Lezioni in aula ed esercitazioni in laboratorio
English
Lectures and laboratory
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Al termine di ogni gruppo di argomenti sarà promossa una discussione aperta con gli studenti in modo da stimolare
l'approccio critico alle tematiche trattate.
English
At the end of each topic a discussion with the students will enhance their ability to retain and comprehend the basic
concepts of the lectures.
ATTIVITÀ DI SUPPORTO
Technical visits to anaerobic digestion plants.
PROGRAMMA
Italiano
Introduzione ed obbiettivi del corso
Le problematiche ambientali legate all'impiego dei combustibili fossili
La richiesta energetica del settore agricolo.
Le fonti di energia rinnovabile: il solare, l'eolico e le biomasse.
Tipologie di biomassa e loro caratterizzazione.
La digestione anaerobica di biomasse agricolo-zootecniche e la produzione di biogas: tipologie impiantistiche,
criteri di dimensionamento degli impianti, la cogenerazione, gestione del digerito, scelta delle biomasse di input e
loro pretrattamenti per incrementarne le rese produttive, bilancio ambientale di un impianto di digestione
anaerobica.
La normativa vigente sulle fonti di energia rinnovabile e i sistemi di incentivazione.
Visite tecniche ed esercizi su casi di studio
English
Course introduction and goals.
Fossil fuels and environmental pollution
- 516 -
Overview of energy consumption in agriculture.
The sources of renewable energy: solar, wind power, biomasses.
Biomass definition and characterization
Bio-chemical conversion of biomasses: overview and details on anaerobic digestion (plant typologies and
dimensioning criteria, cogeneration units, digestate management).
Choice of feedstocks and feedstocks pretreatment to increase the methane yield of an anaerobic digestion plant.
Environmental assessment of an anaerobic digestion plant
Technical visits and exercises on some case studies
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
The state of renewable energies in Europe (2010) – 10th EurObserv'ER Report
Slide del corso fornite dal docente
English
The state of renewable energies in Europe (2010) – 10th EurObserv'ER Report
Slides from the lectures provided by the teacher.
NOTA
Italiano
English
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=mrj7
- 517 -
Fermentation microflora and territorial characterization (Anno Accademico 2015/2016)
FERMENTATION MICROFLORA AND TERRITORIAL CHARACTERIZATION
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: INT0615
Docente:
Dott. Kalliopi RANTSIOU (Contratto)
Contatti docente:
0116708870, [email protected]
Corso di studio:
[f290-c511] LM - Scienze viticole ed enologiche
Anno:
2° anno
Tipologia:
B - Caratterizzante
Crediti/Valenza:
5
SSD attvità didattica:
AGR/16 - microbiologia agraria
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Inglese
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Scritto
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
L'obietivo formativo del corso è fornire allo studente le conoscenze necessarie che permeteranno:
-
lo studio dell'ecologia microbica durante le fermentazioni per la produzione di varie tipologie di vino;
l'utilizzo di nuove metodiche, basate sulla biologia molecorale, per identificare e caraterizzare ceppi
d'interesse enologico e per studiare il loro comportamento durante le fermentazione per la produzione di vino;
-
lo sviluppo di nuove colture starter di origine territoriale.
English
The teaching objective of the course is to provide to the student necessary knowledge that will allow:
-
the study of microbial ecology during fermentations for the production of various types of wines;
the use of new methods, based on molecular biology, for the identification and characterization of strains of
interest to the wine sector and for the study of their behavior during fermentation for wine production;
-
the development of starter of territorial origin.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
L'importanza del fattore microbico nelle fermentazioni per la produzione del vino é ben instaurata. Grazie a nuovi
approcci per lo studio del microbiota durante le fermentazioni, il settore enologico scopre nuove possibilita per
migliorare e standardizzare i sui prodotti, sfruttando la naturale biodiversità microbica, spesso legata al territorio e
- 518 -
associata alle uve e al mosto. Lo studente comprenderà l'importanza della biodiversità microbica e la sua impronta
sul prodotto finale e acquisirà le conoscenze per monitorare lo sviluppo delle popolazioni microbiche durante le
fermentazione e per intervenire per guidarle ed ottenere prodotti con caratteristiche desiderate.
English
The importance of the microbial factor in the wine fermentations is well documented. Based on new approaches
that can be applied for the study of the microbiota during fermentations, the wine sector is discovering new
possibilities to improve and standardize its products, employing the natural microbial biodiversity, often linked to
the territory and associated to grapes and musts. Students will comprehend the importance of microbial
biodiversity and its trademark on the final product. They will acquire knowledge in order to monitor the
development of microbial populations during fermentation, to intervene and guide these populations, with the final
purpose of obtaining products with desired characteristics.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
Il corso è suddiviso in 24 ore di lezioni frontali e 16 ore di esercitazioni pratiche.
English
The class is divided in 24 hours of lectures and 16 hours of lab class activities
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Sessioni di discussione sui temi trattati sono previsti durante tutto il corso per verificare l'apprendimento da parte
degli studenti. Inoltre, durante le esercitazioni c'è la possibilità di approfondire vari argomenti e verificare la
capacità di compressione del materiale didattico da parte degli studenti.
English
Discussion sections are foreseen throuthout the course in order to evaluate the students' understanding.
Furthermore, during the lab classes time is dedicated for verifying students' understanding through questions (and
further discussion) on subjects presented during the lectures.
PROGRAMMA
Italiano
L'area di apprendimento di questo corso è tecnologie della trasformazione enologica.
Il corso è diviso in sessioni di lezioni teoriche (24 ore) e attività di esercitazioni (16 ore) per un totale di 40 ore.
I principali argomenti delle lezioni teoriche sono:
-Introduzione al corso: la fermentazione alcolica e malo lattica (2 ore)
- Microbiota autoctono della fermentazione per la produzione di vini
(2 ore)
- Applicazione di starter microbici in ambito enologico: pro e contro
(2 ore)
- 519 -
- Le metodiche molecolari applicate in ambito enologico: PCR convenzionale e quantitativa
(4 ore)
- Le metodiche di caratterizzazione molecolare (PFGE, RAPD, Restrizione enzimatica di DNA mitocondriale,
minisatelliti) (6 ore)
- Le metodiche coltura-indipendenti (DGGE, FISH, librerie geniche) (4 ore)
- Nuove tendenze e sviluppo di starter autoctoni (4 ore)
Le attività delle esercitazioni sono:
- Estrazione del DNA da batteri lattici e amplificazione PCR (4 ore)
- Elettroforesi su gel d'agarosio, valutazione dei profili elettroforetici per la caratterizzazione di batteri lattici (4 ore)
- Costruzione di librerie geniche (4 ore)
- Elettroforesi DGGE (4 ore)
English
The class focuses on subjects that are configured in the learning context of tecnologies for wine making.
The class is organized in lecture sessions (24 hours) and laboratory sessions (16 hours).
The main subjects of the lectures are the following:
- Introduction: alcoholic and malolactic fermentation (2 hours)
- Autochthonous microbiota for wine production (2 hours)
- Starter culture application in wine production:advantages and disadvantages (2 hours)
- Molecular methods applied in wine microbiology: PCR and quantitative PCR
(4 hours)
- Molecular characterization methods (PFGE, RAPD, Restriction enzyme analysis of mitochondrial DNA, minisatellites
(6 hours)
- Culture independent methods (DGGE, FISH, genomic libraries) (4 hours)
- New trends and development of autochthonous starters (4 hours)
The activities in the laboratory are the following:
- DNA extraction from lactic acid bacteria and PCR amplification (4 hours)
- Agarose gel electrophoresis and evaluation of electrophoresis profiles for lactic acid bacteria strain
characterization (4 hours)
- Genomic libraries (4 hours)
- DGGE method (4 hours)
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Diapositive del corso. Il materiale è disponibile sul sito del corso.
- 520 -
English
Class notes available on the webpage of the class.
NOTA
Italiano
English
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=annk
- 521 -
Filiera dei prodotti di origine animale (Anno Accademico 2015/2016)
ANIMAL PRODUCTS CHAINE
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0385
Docente:
Dott. Davide BIAGINI (Affidamento interno)
Contatti docente:
+39 011 6708711, [email protected]
Corso di studio:
[f001-c703] L - Tecnologie alimentari
[f001-c503] LM - Scienze e tecnologie alimentari
Anno:
2° anno 3° anno
Tipologia:
D - A scelta dello studente
Crediti/Valenza:
6
SSD attvità didattica:
AGR/19 - zootecnica speciale
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Descrivere le caratteristiche delle filiere produttive dei prodotti di origine animale.
Analizzare i fattori che condizionano la qualità dei prodotti di origine animale.
English
Describe the characteristics of animal products chains.
Analyze the factors that affect the quality of foods of animal origin.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Acquisizione da parte dello studente delle competenze necessarie ad individuare ed affrontare gli aspetti della
filiera produttiva che agiscono sulla qualità degli alimenti di origine animale.
English
Students will gain the skills necessary to identify and to tackle the production chain aspects that affect the quality of
foods of animal origin.
- 522 -
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
Il corso consiste di 45 ore di lezione frontale e 15 ore dedicate a attività esercitative e visite ad aziende che
operano nell'ambito delle prodotti di origine animale. Per le lezioni frontali il docente si avvale di presentazioni e
slide che sono a disposizione degli studenti.
English
The course consists of 45 hours of lectures and 15 hours devoted to visits establishments that produce food based
on animal products . For lectures the teacher makes use of presentations and slides that are available to students.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
La verifica dell'apprendimento avverrà mediante l'attiva interazione degli studenti durante le lezioni per valutare
l'apprendimento delle nozioni teoriche erogate nel corso delle lezioni precedenti.
Per l'esame finale gli studenti dovranno portare un approfondimento scritto di un argomento trattato a lezione.
L'esame finale è un colloquio orale per la verifica della capacità di ragionamento e di collegamento tra le
conoscenze acquisite.
English
The knowledge acquisition will be assessed through students' active interaction during lectures for evaluate the
acquisition of theoretical concepts explained in the previous lessons.
For the final exam the students will prepare a thorough analysis written of a topic of the lessons. The final exam
involves the oral verification of the ability to reason and connection between the knowledge acquired.
PROGRAMMA
Italiano
Gli argomenti del corso si inseriscono nell'area di apprendimento FILIERE E QUALITA' DELLE MATERIE PRIME.
Significato di filiera. Le filiere zootecniche. L'integrazione di filiera e la qualità dei prodotti alimentari di origine
animale.
Filiera carne. I canali di approvvigionamento dei fattori produttivi. L'allevamento. I canali di vendita e
trasformazione. Tracciabilità ed etichettatura dei prodotti carnei. Disposizioni legislative che regolano la
produzione. La qualità della carne. Fattori che influenzano la qualità della carne. Fattori genetici, biologici (età
e sesso), alimentari e tecnologici di allevamento. Movimentazione e trasporto degli animali. Miopatie. Fattori
post mortem. Tecniche di macellazione. Trasformazione e conservazione (refrigerazione e congelamento).
Tecniche di confezionamento.
Filiera latte. I canali di approvvigionamento dei fattori produttivi. L'allevamento. I canali di vendita e
trasformazione. Tracciabilità ed etichettatura dei prodotti lattiero caseari. Disposizioni legislative che
regolano la produzione. Qualità del latte. Fattori che influenzano la qualità del latte. Fattori genetici, biologici,
alimentari e tecnologici di allevamento. Effetto dei trattamenti e delle lavorazioni sulla qualità del latte.
Filiera uova. I canali di approvvigionamento dei fattori produttivi. L'allevamento. I canali di vendita e
trasformazione. Tracciabilità ed etichettatura delle uova. Disposizioni legislative che regolano la produzione.
Qualità delle uova. Fattori che influenzano la qualità delle uova. Effetto dei trattamenti e delle lavorazioni sulla
qualità delle uova e degli ovoprodotti.
- 523 -
Filiera ittica. Qualità dei prodotti ittici provenienti da attività di pesca o di allevamento. Fattori che influenzano
la qualità del pesce. Effetto dei trattamenti e delle lavorazioni sulla qualità del pesce. Tracciabilità ed
etichettatura dei prodotti ittici. Disposizioni legislative che regolano la produzione.
English
The topics of the course are part of FOODS SUPPLY CHAIN AND QUALITY .
Definition of supply chain. Animal products supply chains. Supply chain integration and quality of foods of
animal origin.
Meat supply chain. Livestock supply chains. Rearing. Selling and processing chains for meat products.
Traceability and labelling system of meat. Meat laws and marketing regulations. Factors affecting meat quality:
genetic, biological (age and sex), dietary and rearing. Handling and transport of animals. Myopathies. Postmortem factors influencing meat quality. Slaughter techniques. Meat processing industry. Chilling and freezing
of meat. Meat packaging.
Milk supply chain. Livestock supply chains. Rearing. Selling and processing chains for milk products.
Traceability and labelling system of dairy products. Milk laws and marketing regulations. Milk quality. Factors
affecting milk composition: species, breed, age, season, milking interval, yield, lactation effect, exercise,
feeding. Dairy industry and dairy products. Effect of processing treatments on milk quality.
Egg supply chain. Livestock supply chains. Rearing. Selling and processing chains for milk products.
Traceability and labelling system of eggs and eggs products. Eggs laws and marketing regulations. Egg quality.
Factors affecting eggs quality. Effect of processing treatments on eggs and eggs products quality.
Fish supply chain. Fish and fish products quality from fishing or farming. Factors affecting fish quality. Seafood
industry. Effect of processing treatments on fish quality. Traceability and labelling system of fish products. Fish
laws and marketing regulations.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Kerry J, Kerry J., Ledward D. Meat processing, CRC Press, 2005.
Lawrie R.A., Ledward D.A. Lawrie's Meat Science, Woodhead Publishing Limited, 2006.
Mead G.C. Poultry meat processing and quality, CRC Press, 2004.
Richardson R.I,. Mead G.C. Poultry meat science, CABI Publishing, 1999.
Warris P.D., Meat science. An introductory test, CABI Publishing, 2000.
Il materiale didattico proiettato verrà reso disponibile.
English
Kerry J, Kerry J., Ledward D. Meat processing, CRC Press, 2005.
Lawrie R.A., Ledward D.A. Lawrie's Meat Science, Woodhead Publishing Limited, 2006.
Mead G.C. Poultry meat processing and quality, CRC Press, 2004.
Richardson R.I,. Mead G.C. Poultry meat science, CABI Publishing, 1999.
Warris P.D., Meat science. An introductory test, CABI Publishing, 2000.
The slide of the lesson will be provided.
NOTA
- 524 -
Italiano
Il cosrso si svolge nella sede di Cuneo
English
The location of the course is Cuneo
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=ed18
- 525 -
Filiera dei prodotti frutticoli (Anno Accademico 2015/2016)
FRUIT CHAINE
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0345
Docente:
Prof. Cristiana PEANO (Affidamento interno)
Contatti docente:
0116708660, [email protected]
Corso di studio:
[f001-c503] LM - Scienze e tecnologie alimentari
Anno:
1° anno
Tipologia:
B - Caratterizzante
Crediti/Valenza:
8
SSD attvità didattica:
AGR/03 - arboricoltura generale e coltivazioni arboree
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Fornire gli strumenti per operare scelte autonome nel campo dell'approvvigionamento e della gestione di prodotti
frutticoli.
English
The course is designed to give a comprehensive overview of the scientific and technical aspects of physiological
processes related to maturation and senescence of fruits and their responses to postharvest stresses food
packaging. Course content includes functions, terminology, materials, properties, manufacture, design,
applications, trends and environmental and legal issues of postharvest thecnology
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Applicazione delle principali analisi di routine sui frutti; conoscenza e gestione del post-raccolta delle specie
frutticole maggiori; valutazione della qualità dei frutti
English
Students will learn how to describe all the aspects that characterize the fresh fruit supply chain, to explain
management choices, to evaluate technical and economic problems and perspectives, and to address the future
strategies in the packinghouse.
- 526 -
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
Il corso consiste di 60 ore di lezione frontale e 20 ore dedicate a attività di laboratorio e visite sul territorio. Per le
lezioni frontali il docente si avvale di presentazioni e slide che sono a disposizione degli studenti.
English
The course consists of 60 hours of lectures and 20 hours devoted to laboratory work and visits. For lectures the
teacher makes use of presentations and slides that are available to students.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Sessioni di dicussione critica periodiche (mensili) sugli argomenti trattati. Il colloquio orale finale prevede la verifica
della capacità di ragionamento e di collegamento tra le conoscenze acquisite.
English
Peridic discussions focusing on subjects already studied in the previous period of class.
The final evaluation will take a penalty for each question wrong.
orale
ATTIVITÀ DI SUPPORTO
Visite a centrali frutticole del territorio
PROGRAMMA
Italiano
Area di apprendimento: Filiere e qualità delle materie prime
Produzione mondiale di frutta: aree di produzione, specie coltivate, stagionalità di produzione. Consumi di frutta:
evoluzione e diversificazioni. Sistemi di commercializzazione dei prodotti frutticoli. Struttura, composizione chimica
e valore nutritivo dei frutti. Classificazione botanica, organografica e commerciale dei frutti. Curva di accrescimento
dei frutti, fisiologia della maturazione. Indici di raccolta e di qualità. Respirazione dei frutti e biochimismo della
respirazione. Biosintesi, funzioni ed azione dell'etilene sui frutti. Conservazione frigorifera: effetti della temperatura,
dell'umidità della composizione dell'atmosfera. Principali fisiopatie della conservazione.Impianti di lavorazione dei
prodotti frutticoli, strutture e metodi di conservazione frigorifera Esercitazioni Riconoscimento varietale Analisi
chimico-fisiche dei frutti Visite ad impianti di lavorazione e conservazione della frutta
English
- 527 -
Learning context: supply chain and quality
An overview of the postharvest biology of horticultural crops
Marketing fresh produce: socioeconomic and environmental considerations
Morphology, growth and development of harvested products
Composition and nutritional value of harvested products
Measurement of product quality
Composition--sugars, acids, phytonutrients, aroma volatiles, Color, Texture, Taste
Physics and technologies of cooling
Psychrometrics and water loss
Modified and controlled atmosphere
Postharvest disorders
Responses to postharvest stress (chilling injury, high temperature stress, water stress)
Postharvest metabolic processes and respiration
Ripening control and ethylene
Cooling prior to shipment: methods, evaluation of efficiency
Storage: methods, facilities, equipment, management of environmental conditions including controlled
atmospheres
Transport: systems, loading patterns, environmental control, use of modified atmospheres
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Kader A. 2002. Postharvest Technology of Horticultural Crops. University of California ANR . Pub. n. 3311. E'
fortemente consigliato l'utilizzo del seguente materiale per approfondimenti e integrazioni: Materiale fornito dal
docente Infine sono di seguito indicati siti internet di interesse: http://postharvest.ucdavis.edu/
English
Kader A. 2002. Postharvest Technology of Horticultural Crops. University of California ANR . Pub. n. 3311.
http://postharvest.ucdavis.edu/
- 528 -
NOTA
Italiano
Il corso si svolge nella sede di Cuneo
English
The location of the course is Cuneo
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=bsu0
- 529 -
Filiera legno - C.I. (Anno Accademico 2015/2016)
WOOD INDUSTRY
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0371
Docente:
Dott. Corrado CREMONINI (Affidamento interno)
Silvia NOVELLI (Affidamento interno)
Contatti docente:
+39 011 6705542, [email protected]
Corso di studio:
[f001-c504] LM - Scienze forestali e ambientali
Anno:
2° anno
Tipologia:
C - Affine o integrativo
Crediti/Valenza:
8
SSD attvità didattica:
AGR/01 - economia ed estimo rurale
AGR/06 - tecnologia del legno e utilizzazioni forestali
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
Moduli didattici:
Industria del legno e dei suoi derivati (Anno Accademico 2015/2016)
Mercato del legno e dei suoi derivati (Anno Accademico 2015/2016)
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=0wya
Industria del legno e dei suoi derivati (Anno Accademico 2015/2016)
WOOD INDUSTRY AND BY-PRODUCTS
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0371
Docente:
Dott. Corrado CREMONINI (Affidamento interno)
Contatti docente:
+39 011 6705542, [email protected]
Anno:
Tipologia:
--- Nuovo Ordinamento ---
Crediti/Valenza:
4
SSD attvità didattica:
AGR/06 - tecnologia del legno e utilizzazioni forestali
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Scritto
- 530 -
PREREQUISITI
Conoscenze di base sulla materia prima legno
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
l modulo è parte del corso integrato "Filiera Legno", finalizzato alla preparazione di laureati con competenze
specifiche di carattere tecnico, gestionale, normativo ed economico, con particolare riferimento al settore delle
lavorazioni industriali e della commercializzazione del legno massiccio e dei prodotti a base di legno.
English
The module is part of the integrated course "wood supply chain", in order to prepare graduates with specific
technical, managerial, regulatory and economic skills, with particular reference to the field of industrial
manufacturing and marketing of solid wood and wood-based products.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Acquisire conoscenze tecniche ed economiche sui principali prodotti a base di legno e sul loro mercato, sui
processi di trasformazione, sulla normativa tecnica di settore e sui sistemi di certificazione della filiera legno.
English
Acquire technical knowledge on the main wood-based products and their market, on the transformation processes,
on the technical standards of the industry and the certification systems of the wood supply chain.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
Il corso consiste di 30 ore di lezione frontale e 10 ore di visita presso industrie di prima e seconda trasformazione
del legno. Per le lezioni frontali il docente si avvale di presentazioni e slide che sono a disposizione degli studenti.
English
The module consists of 40 hours of lectures and visits to first and second wood processing industry. For lectures the
teacher makes use of presentations and slides that are available to students.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Durante il corso verranno fatte Interviste dirette agli studenti, senza valore per la valutazione finale. Verranno
effettuate a campione in una fase intermedia del modulo al fine di verificare i risultati dell'apprendimento che
dovranno risultare congrui con quelli attesi.
L'esame finale verterà sui principali argomenti trattati durante le lezioni frontali ed in sede di esercitazioni. Esso si
volgerà contestualmente a quello del secondo modulo del corso. È previsto un colloquio orale con almeno due
- 531 -
domande unitamente ad una breve discussione della relazione preparata dallo studente e inerente le attività svolte
nell'ambito delle esercitazioni.
English
Interviews to students, not valid for the final evaluation, will be conducted on a sample basis at an intermediate
stage of the module in order to check the learning results and to verify if they meet those expected.
The final exam will cover the main topics treated during the Lessons and during the exercises. It will turn together
with that of the second module of the course. There will be a interview with at least two questions together with a
brief discussion of the report prepared by the student and relating to the activities carried out within the exercises.
ATTIVITÀ DI SUPPORTO
Italiano
Visita a imprese di prima e/o seconda trasformazione con analisi di processi/prodotti, dei principali schemi di
certificazione di prodotto/sistema e degli aspetti inerenti la commercializzazione del legno.
English
Visit at enterprises of first and / or second transformation with analysis of the processes / products, the main
certification schemes of product / system and the aspects related to the marketing of wood.
PROGRAMMA
Italiano
Area di conoscenza: area dell'utilizzazione della materia prima legno e dei suoi derivati.Principali processi di
trasformazione del legno. Prodotti a base di legno e loro impieghi. Normativa tecnica di settore e principali schemi
di certificazione della filiera. Visita ad imprese di prima e/o seconda trasformazione con analisi di processi/prodotti
e di problematiche inerenti i principali schemi di certificazione di prodotto e sistema.
English
Area of knowledge: utilization of wooden raw material and derived products. Main processes of wood
transformation.Wood-based products and their uses. Technical standards and certification schemes of reference
for the the wood supply chain.Visit at enterprises of first and / or second transformation with analysis of the
processes / products, the main certification schemes of product / system and the aspects related to the marketing
of wood.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
AA.VV. Wood Handbook. Wood as an Engineering Material (2010). General Technical Report FPL-GTR-190. Madison.
Edito da "USDA - Forest Products Laboratory – United States Department of Agriculture Forest Service. Madison
(Wisconsin): 509 pp.
Berti S., Piazza M., Zanuttini R. (2002). Strutture di legno per un'edilizia sostenibile. Materie prime e prodotti.
Progettazione e realizzazione. Collana: "Manuali dell'edilizia. Strumenti per progettisti e imprese". Ed. Il Sole 24 ore:
320 pp.
Bulian F.(2011). Materiali e tecnologie dell'industria del mobile. Ed. L'Informa Professional: 308 pp.
- 532 -
Cremonini C., Zanuttini R. (2009). Metrologia e gestione della strumentazione per il settore legno-arredo. Ed. Lampi
di Stampa: 204 pp.
Masiero M., Zorzi G.M. (2006) Qualità e certificazione nella filiera del legno. La catena di custodia. Ed. CCIAA di
Padova, PST Galileo, CNA Prov.le di Padova: 148 pp.
Pettenella D., Secco L., Zanuttini R. (2000). La certificazione della gestione aziendale e dei prodotti nel sistema
forestalegno. Ed. Regione Veneto, Direzione Foreste ed Economia Montana, maggio 2000: 252 pp.
Mayo J. (2015). Solid Wood: Case Studies in Mass Timber Architecture, Technology and Design. Ed. Routledge. ISBN978-0415725293, 358 pp.
English
AA.VV. Wood Handbook. Wood as an Engineering Material (2010). General Technical Report FPL-GTR-190. Madison.
Edito da "USDA - Forest Products Laboratory – United States Department of Agriculture Forest Service. Madison
(Wisconsin): 509 pp.
Berti S., Piazza M., Zanuttini R. (2002). Strutture di legno per un'edilizia sostenibile. Materie prime e prodotti.
Progettazione e realizzazione. Collana: "Manuali dell'edilizia. Strumenti per progettisti e imprese". Ed. Il Sole 24 ore:
320 pp.
Bulian F.(2011). Materiali e tecnologie dell'industria del mobile. Ed. L'Informa Professional: 308 pp.
Cremonini C., Zanuttini R. (2009). Metrologia e gestione della strumentazione per il settore legno-arredo. Ed. Lampi
di Stampa: 204 pp.
Masiero M., Zorzi G.M. (2006) Qualità e certificazione nella filiera del legno. La catena di custodia. Ed. CCIAA di
Padova, PST Galileo, CNA Prov.le di Padova: 148 pp.
Pettenella D., Secco L., Zanuttini R. (2000). La certificazione della gestione aziendale e dei prodotti nel sistema
forestalegno. Ed. Regione Veneto, Direzione Foreste ed Economia Montana, maggio 2000: 252 pp.
Mayo J. (2015). Solid Wood: Case Studies in Mass Timber Architecture, Technology and Design. Ed. Routledge. ISBN978-0415725293, 358 pp.
NOTA
Italiano
Il corso si svolge nella sede di Grugliasco
English
The location of the course is Grugliasco
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=wbn5
- 533 -
Mercato del legno e dei suoi derivati (Anno Accademico 2015/2016)
WOOD MARKET AND BY-PRODUCTS
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0371
Docente:
Silvia NOVELLI (Affidamento interno)
Contatti docente:
+39 011 6708723, [email protected]
Anno:
Tipologia:
Crediti/Valenza:
4
SSD attvità didattica:
AGR/01 - economia ed estimo rurale
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Il modulo è parte del corso integrato "Filiera Legno", finalizzato alla preparazione di laureati con competenze
specifiche nei processi di trasformazione del legno di carattere tecnico, gestionale, normativo ed economico, con
particolare riferimento al settore delle lavorazioni industriali e della commercializzazione del legno massiccio e dei
prodotti a base di legno.
English
The module is part of the course "chain Wood", in order to prepare graduates with specific skills in the processes of
transformation of the wood of a technical, managerial, regulatory and economic conditions, with particular
reference to the field of industrial manufacturing and marketing of solid wood and wood-based products.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Acquisire conoscenze tecniche ed economiche sui principali prodotti a base di legno e sul loro mercato, sui
processi di trasformazione, sulla normativa tecnica di settore e sui sistemi di certificazione di filiera.
English
To acquire technical knowledge and economic information on major wood-based products and their market, the
processes of the woodworking industries, their technical standards and the certification systems of the supply
chain.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
- 534 -
Italiano
Il modulo consiste di 32 ore di lezione frontale e 8 ore dedicate visite presso imprese di prima e/o seconda
trasformazione del legno. Per le lezioni frontali la docente si avvale di presentazioni e slide che sono a disposizione
degli studenti. A seguito della visita in campo, gli studenti dovranno redigere una breve relazione su quanto
osservato in azienda.
English
The module consists of 32 hours of lectures and 8 hours devoted to wood industry visits. Classes are held using
Power Point slides, available to students on the web. After the field trip, students are asked to write a short report
about their observations during the industry visits.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
L'esame è integrato con l'altro modulo previsto dal corso. Per questo modulo l'esame è un colloquio orale. L'esame
prevede due domande, una per ciascuna parte del corso (Parte 1 e 2), e una breve discussione della relazione
sulle visite in azienda, mirata a verificare la capacità di ragionamento e di collegamento tra le conoscenze acquisite.
Al termine di ciascuna parte del programma (Parte 1 e 2) la docente procederà a una verifica dell'efficacia didattica
mediante discussioni in aula sugli argomenti trattati, senza valore per la valutazione finale, ma utile agli studenti per
stimare il proprio grado di apprendimento.
English
The final exam is an oral exam. The students will be asked two questions that cover the two parts of the syllabus
(Part 1 and 2) and a short discussion of field visit report, in order to assess the understanding of the connections
among the different areas of study.
At the end of each part of the syllabus (Part 1 and 2) the lecturer will test the teaching effectiveness through
discussions in class. The intermediate verifications are not valid for the final evaluation, but helpful to the students to
estimate their degree of learning.
PROGRAMMA
Italiano
Gli argomenti trattati, di seguito riportati, rientrano nell'area di apprendimento della utilizzazione della materia prima
legno e dei suoi drivati.
Il programma si articola in due parti:
PARTE 1 - le filiere e le aziende:
Il sistema foresta-legno/filiere
La domanda e la produzione dei prodotti legnosi
La contabilità operativa delle imprese di trasformazione del legno
PARTE 2 - il mercato del legno:
Il mercato internazionale dei prodotti legnosi
Il settore foresta-legno in Italia
- 535 -
Il quadro regionale
Cambiamenti strutturali e nuove tendenze nel mercato del legno
English
The subjects, hereafter reported, are included in the learning area of tecnological processes in working wood.
The syllabus is divided into two units of study:
PART 1 - Wood chains and industries:
The forests and wood-processing system/chain
The demand and supply of wood products
Study of the costs in the industrial enterprises of the wood industry
PART 2 - Wood market:
The international market for wood products
The wood and forest-based sector in Italy
The regional market for wood products
Structural changes and current trends in the wood market
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Presentazioni Power-Point del corso, caricate a inizio corso sulla piattaforma Campusnet Unito.
Testi consigliati:
- Bernetti I., Romano S. (2007), Economia delle Risorse Forestali, Liguori Editore, Napoli
- Merlo M. (1992), Elementi Economia ed Estimo Forestale ed Ambientale, Patron editore, Padova
- Pettenella D. (2009), Le nuove sfide per il settore forestale. Mercato, nergie, ambiente e politiche. Ed. Tellus,
Roma
English
PowerPoint presentations. The presentations will be uploaded to the platform Campusnet Unito at the beginning of
the course.
Recommended textbooks:
- Bernetti I., Romano S. (2007), Economia delle Risorse Forestali, Liguori Editore, Napoli
- Merlo M. (1992), Elementi Economia ed Estimo Forestale ed Ambientale, Patron editore, Padova
- Pettenella D. (2009), Le nuove sfide per il settore forestale. Mercato, energie, ambiente e politiche. Ed. Tellus,
Roma
NOTA
Italiano
- 536 -
English
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=utxc
- 537 -
Filiera post-raccolta in ortoflorofrutticoltura - C.I. (Anno Accademico 2015/2016)
STORAGE AND POST HARVESTING OF CROPS
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0378
Docente:
Prof. Roberto BOTTA (Affidamento interno)
Prof. Silvana NICOLA (Affidamento interno)
Contatti docente:
0116708800, [email protected]
Corso di studio:
[f001-c501] LM - Scienze agrarie
Anno:
2° anno
Tipologia:
D - A scelta dello studente
Crediti/Valenza:
8
SSD attvità didattica:
AGR/03 - arboricoltura generale e coltivazioni arboree
AGR/04 - orticoltura e floricoltura
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
Moduli didattici:
Colture frutticole (Anno Accademico 2015/2016)
Colture orto-floricole (Anno Accademico 2015/2016)
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=jq1r
Colture frutticole (Anno Accademico 2015/2016)
Fruit and nut crops
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0378
Docente:
Prof. Roberto BOTTA (Affidamento interno)
Contatti docente:
0116708800, [email protected]
Anno:
Tipologia:
Crediti/Valenza:
4
SSD attvità didattica:
AGR/03 - arboricoltura generale e coltivazioni arboree
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Orale
- 538 -
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Fornire le conoscenze sulle tecniche di gestione del post-raccolta dei prodotti frutticoli in funzione delle
caratteristiche chimico-fisiche dei frutti, della loro fisiologia di maturazione e della destinazione d'uso.
English
To provide knowledge on the techniques used in the post-harvest management of horticultural crops based on their
chemical and physical characteristics, the ripening physiology and decay, and the commercial use.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Lo studente acquisirà le conoscenze e le competenze necessarie per gestire il post-raccolta delle principali specie
arboree da frutto con particolare riferimento a quelle dei climi temperati.
English
The student will acquire the knowledge and skills to manage the post -harvest of the main fruit species with
particular reference to those of temperate climates.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
Tradizionale
English
Traditional
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
L'esame sarà orale e prevede in linea di massima 3 domande su argomenti diversi; il docente potrà fare ulteriori
domande qualora questo fosse necessario per la miglior valutazione della preparazione dello studente. Ogni
domanda avrà uguale peso ai fini della formazione del voto finale.
English
Oral test. As general rule the exam is based on 3 questions on different arguments; the teacher may ask further
questions in case this is considered necessary for the most appropriate evaluation of the student. Each question will
have the same weight for the attribution of the final mark.
PROGRAMMA
Italiano
- 539 -
La frutta nel mercato globale. Importanza economica del settore. Principale normativa che riguarda la frutta:
impiego del gas etilene; norme di qualità per i prodotti destinati al consumo fresco.
Concetto di qualità nella filiera frutticola. Composizione chimica dei frutti e cambiamenti che si verificano durante la
maturazione (respirazione, struttura, colore, composizione chimica, caratteristiche organolettiche). Ruolo
dell'etilene e controllo genetico della maturazione. Possibilità di controllo della sintesi dell'etilene e dei processi di
maturazione.
Fattori di pre- e post-raccolta che influenzano la qualità dei frutti. Scelta dell'epoca e delle modalità di raccolta in
base agli indici di maturazione.
Filiera frutta fresca: campionatura e controlli di qualità (indici di qualità; metodi strumentali, sistemi semi automatici,
valutazione sensoriale); condizionamento; metodi di selezione (calibratura, selezionatrici ottiche, prospettive di
impiego di NIRS, NMR); pre-refrigerazione; trattamenti particolari (estetici, per la prevenzione di patogeni e
fisiopatie); conservazione; imballaggio; trasporto. Prodotti di IV gamma
Filiera frutta secca: preparazione per il mercato dei frutti in guscio o lavorazione per l'industria (pre-calibratura,
sgusciatura, selezione, calibratura, conservazione, trasporto); produzione di semilavorati.
Mantenimento della qualità mediante le tecniche di conservazione e la gestione della catena del freddo: controllo
della temperatura; modificazione dell'atmosfera (AC, ULO); mantenimento dell'UR; rimozione dell'etilene.
Caratteristiche delle celle di conservazione ed accorgimenti tecnici idonei a garantirne la funzionalità.
Apparecchiature per la messa a regime delle celle. Principali alterazioni fisiologiche durante il post-raccolta.
English
Fruits in the global market. Economic importance of the sector. Main legislation concerning fruit handling and trading
including allowed treatments with ethylene and the EU and National regulations on fruit marketing standards.
Definition of fruit quality. Fruit chemical and physical traits and their changes during ripening. Role of ethylene and
genetic control of ripening. Means for controlling fruit ripening and ethylene synthesis.
Pre- and post-harvest factors that influence fruit quality. Choosing time and harvesting technique.
The fresh fruit chain: sampling fruits and evaluating quality (quality indexes; instrumental methods, semi-automated
methods, sensory evaluation); fruit conditioning; fruit selection (sizing and sorting methods); pre-refrigeration;
treatments on fruit (washing, waxing, treating to prevent disorders and pathogens); storage; packaging;
transportation.
The maintaining of fruit quality during storage. Management of refrigeration. Setting and management of modified
atmosphere; management of relative humidity; ethylene removal.
Technical characteristics of storage chambers.
The nut crops chain: preparing nuts for the fresh market; preparing nuts for the processing industry (pre-calibration,
shelling, selection, sizing, storage, transportation); production of paste and chopped nuts. Emphasis on the hazelnut
chain.
Main disorders of fruit and nuts occurring in post-harvest
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Kader A.(editor). 2002. Postharvest Technology of Horticultural Crops. University of California ANR . Pub. n. 3311.
Terza edizione.
- 540 -
Knee M. –2002 – Fruit quality and its biological basis. CRC Press. USA
Kays J.K., Paull R.E. – 2004 – Postharvest biology. Exon Press. USA
Beni C. Iannicelli V., Di Dio C. – 2001 – Il condizionamento dei prodotti ortofrutticoli. Calderini Edagricole.
English
Kader A.(editor). 2002. Postharvest Technology of Horticultural Crops. University of California ANR . Pub. n. 3311.
Terza edizione.
Knee M. –2002 – Fruit quality and its biological basis. CRC Press. USA
Kays J.K., Paull R.E. – 2004 – Postharvest biology. Exon Press. USA
Beni C. Iannicelli V., Di Dio C. – 2001 – Il condizionamento dei prodotti ortofrutticoli. Calderini Edagricole.
NOTA
Italiano
English
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=6upk
- 541 -
Colture orto-floricole (Anno Accademico 2015/2016)
Vegetable and ornamental crops
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0378
Docente:
Prof. Silvana NICOLA (Affidamento interno)
Contatti docente:
0116708773, [email protected]
Anno:
Tipologia:
Crediti/Valenza:
4
SSD attvità didattica:
AGR/04 - orticoltura e floricoltura
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Apprendere le informazioni necessarie per una gestione del post-raccolta dell'ortofrutta, sia relativamente ai
prodotti freschi sia ai prodotti lavorati, al fine della più corretta gestione della filiera, dalla produzione alla tavola.
English
Capacity building for an independent and knowledgeable evaluation of postharvest fresh and ready-to-eat produce
in terms of quality to enhance the food chain efficiency, from farm to the table.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Apprendere le basi tecniche e biologiche per la gestione post-raccolta. Sviluppare le conoscenze di base sui fattori
relativi alla perdita di qualità degli ortaggi in post-raccolta e durante le lavorazioni. Lo studente riceverà le
informazioni e gli strumenti per comprendere i criteri di base sia biologici sia tecnico-colturali e tecnologici con cui i
prodotti orticoli vengono ottenuti in campo, gestiti in post-raccolta e disponibili per il consumatore finale. Lo
studente potrà essere in grado di sviluppare la sua comprensione delle filiere orticole attraverso l'apprendimento
e gli approfondimento di casi specifici di suo interesse e di casi affidati dal docente.
English
Learning the technical and biological bases for high quality vegetable post-harvest handling. Enhancing the basic
knowledge related to the factors that affect quality decay during post-harvest handling and processing. The
students shall receive the information and the tools to understand the fundamentals behind cultural, technical and
technological practices that make up the raw material and its post-harvest handling up to the consumer. The
students shall be able to better understand the fresh produce chain even through practical laboratory exercises and
- 542 -
case studies.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
Il modulo consiste di 30 ore di lezione frontale e 10 ore dedicate a attività di laboratorio. Per le lezioni frontali il
docente si avvale di presentazioni e slide che sono a disposizione degli studenti.
English
The class includes 30 hours of lectures plus 10 hours of laboratory. Visul aids are used in power point format and
available to students
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Il grado di apprendimento raggiunto dagli studenti viene valutato periodicamente durante il corso attraverso
esercitazioni e discussioni in aula su argomenti trattati con assegnazione di quesiti verbali sulle tematiche.
Reports in itinere Test finale Lavori di laboratorio/casi studio
English
Progress of students' learning is assessed in class periodically by interacting discussion and problem solving verbal
assignment on the topics taught in the previous classes.
Mid-term reports Final test Lab and case studies.
PROGRAMMA
Italiano
Aree di apprendimento: Produzioni vegetali.
Introduzione al corso, obiettivi, finalità, materiale, risultati attesi.
Introduzione: importanza delle tecniche post-raccolta nel settore.
Definizione degli standard qualitativi delle produzioni.
Importanza delle produzioni sui mercati internazionali.
Le tipologie e le categorie di ortaggi da un punto di vista botanico, organografico e commerciale.
La gestione post-raccolta degli ortaggi in base all'organografia: problematiche fisiologiche, gestionali e commerciali
Aspetti fisiologici della senescenza delle produzioni. Influenza delle tecniche gestionali in pre e post raccolta sulla
qualità delle produzioni. Scelta dei tempi e modalità di raccolta. Mantenimento della qualità delle produzioni in postraccolta.
Le problematiche post-raccolta degli ortaggi freschi (I gamma). Fisiologia, raccolta e gestione post-raccolta.
Pratiche commerciali
Le problematiche degli ortaggi freschi (IV gamma). Fisiologia, raccolta e gestione post-raccolta.
- 543 -
English
Scope: Production of products of plant origin.
Course introduction, objectives, means, course materials and methods, results expected.
Introduction: role of postharvest in produce.
Quality parameters.
Market National and International facts and figures.
Categories and typologies of vegetables. Organography. Botanical and commercial classifications.
Postharvest physiology, handling and marketing based on edible organs involved.
Senescence aspects.
Pre-harvest factors affecting postharvest quality and handling.
Harvesting optimal requirements. Quality maintenance and decay after harvest.
Fresh produce: harvest and postharvest handling and physiology. Commercial practices
Fresh-cut produce: harvest and postharvest handling and physiology.
Italiano
I contenuti del corso rientrano nell'area di apprendimento della produzione dei vegetali.
English
Contents of the course are related to production fresh produce
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Diapositive presentate a lezione come supporto.
I testi consigliati di approfondimento per il corso sono:
W. J. Florkowski, S. E. Prussia, R. Shewfelt and B. Breuckner (Eds). 2009. Postharvest Handling. A systems Approach..
Academic Press / Elsevier, San Diego, CA, USA.
W. J. Florkowski, R. Shewfelt, B. Breuckner and S. E. Prussia (Eds). 2014.
Postharvest handling: a systems approach (Third ed.). Academic Press / Elsevier, San Diego, CA, USA. ISBN: 978-012-408137-6. pp. 564+xxii (624 pp).
Beni C. Iannicelli V., Di Dio C. – 2001 – Il condizionamento dei prodotti ortofrutticoli. Calderini Edagricole.
E' fortemente consigliato l'utilizzo del seguente materiale per approfondimenti e integrazioni:
Articoli e pubblicazioni forniti durante il corso.
Infine sono di seguito indicati siti internet di interesse:
- 544 -
Siti istituzionali statistici italiani, europei ed internazionali. Portali delle filiere ortofrutticole nazionali di diversi Paesi.
English
Reading material:
Slides presented in class.
W. J. Florkowski, S. E. Prussia, R. Shewfelt and B. Breuckner (Eds). 2009. Postharvest Handling. A systems Approach..
Academic Press / Elsevier, San Diego, CA, USA.
W. J. Florkowski, R. Shewfelt, B. Breuckner and S. E. Prussia (Eds). 2014.
Postharvest handling: a systems approach (Third ed.). Academic Press / Elsevier, San Diego, CA, USA. ISBN: 978-012-408137-6. pp. 564+xxii (624 pp).
Beni C. Iannicelli V., Di Dio C. – 2001 – Il condizionamento dei prodotti ortofrutticoli. Calderini Edagricole.
Material suggested in class
Official websites to be consulted:
Institutional statistical websites of Italy, EU, international, FAO. Portals related to produce at national and
international level.
NOTA
Italiano
Pre-requisiti: Chimica generale ed analitica; Chimica organica; Biologia.
English
Basic knowledge of chemistry and biology is required.
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=zbs4
- 545 -
Filiere cerealicole e delle colture industriali erbacee (Anno Accademico 2015/2016)
CEREAL AND HERBACEOUS CROPS CHAIN
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0344
Docente:
Prof. Amedeo REYNERI (Affidamento interno)
Contatti docente:
0116708778, [email protected]
Corso di studio:
[f001-c503] LM - Scienze e tecnologie alimentari
Anno:
1° anno
Tipologia:
B - Caratterizzante
Crediti/Valenza:
6
SSD attvità didattica:
AGR/02 - agronomia e coltivazioni erbacee
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Scritto ed orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
PROPEDEUTICO A
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Approfondire la conoscenza del settore produttivo delle grandi coltivazioni erbacee (commodities) con riferimento
agli aspetti che influenzano la qualità di tali colture, le relazioni tra ambiente e qualità, gli usi agro-industriali. Si
esaminerà nel dettaglio la valorizzazione dei prodotti in un'ottica di tracciabilità dell'intera filiera agro-alimentare,
fornendo l'occasione applicativa per sviluppare progetti volti al controllo della qualità globale delle produzioni
sull'insieme del processo dei prodotti finali.
English
The aim of the course is the knowledge of the commodity (cereals) productions system; the relationships between
the technological aspects, the environment and the processes will be focused. In details the products valorization
will be examined considering the food system and the traceability of the products through the chains.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Disporre delle nozioni fondamentali per la valutazione qualitativa delle produzioni erbacee di rilevante impiego
nell'agroindustria. Conoscenza degli approcci critici per la valutazione delle filiere esistenti e per la messa a punto di
nuove e più aggiornate filiere.
English
- 546 -
The student will learn the basic information for the qualitative and technological aspects of the most diffuse
commodities utilized in the agro-industry. The knowledge will be focused on the analysis of the constrains of the
food chains and of the possibility to introduce innovation.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
Il corso consiste in 36 ore di lezioni frontali, di 16 ore di studio coordinato con esame colegiale di casi di studio e di
8 ore di visite tecniche in campo e in stabilimenti cerealicoli. Per le lezioni frontali il docente si avvale di
presentazioni e slide a disposizione degli studenti.
English
The course concerns 36 hours of classroom lectures, 16 hours of case study analysis and 8 hours of fields and
cereal plants visits. For the classroom lecture slides will be employed and dispensed to the students.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
La verifica sarà effettuata in itinere mediante test sulle nozioni sulla parte del programma svolta. La verifica finale
avverrà mediante la presentazione di un elaborato su un caso di studio relativo ad un tema originale a scelta dello
studente e quindi mediante un esame orale.
English
The learning test will be carry on during the course on the part of program already presented. The final test will be
organized through the presentation of a case study originally selected by the student and then an oral examination.
PROGRAMMA
Italiano
I contenuti del corso rientrano nell'area di apprendimento delle filiere e della qualità delle materie prime. I seguenti
argomenti saranno trattati
Introduzione del corso: obiettivi, relazioni con altri corsi, organizzazione del corso e dell'esame, libri di testo.
Le Commodities alimentari: rilevanza,mercati, caratteri delle filiere, evoluzione recente
L'approccio di filiera: aspetti delle filiere delle grandi colture, organizzazione, mercati, trasformazione, concetto di
qualità
La filiera del Frumento: rilevanza in Italia, UE e nel mondo, produzioni, cenni sulla tecnologia di produzione. Prodotti,
sottoprodotti, qualità, tecnologia di conservazione, trasformazione, struttura della filiera.
Caso di studio: Frumento duro e qualità. La pasta: qualità e materia prima. Evoluzione della qualità del frumento e
dei sistemi colturali ad esso legati. Soluzionie prospettive.
La filiera del mais: rilevanza in Italia, UE e nel mondo, produzioni, cenni sulla tecnologia di produzione. Prodotti,
sottoprodotti, qualità, tecnologia di conservazione, trasformazione, struttura della filiera.
- 547 -
Caso di studio: controllo e gestione delle micotossine e altri contaminanti definizioni, aspetti normativi e
tossicologici. Controllo delle tossine lungo la filiera. Controlli di filiera e regolamenti HACCP.
La filiera degli oli e delle proteine vegetali: rilevanzain Italia, UE e nel mondo, produzioni, cenni sulle tecnologie di
produzione. Prodotti, sottoprodotti, qualità, tecnologia di conservazione, struttura della filiera.
Caso di studio: Coesistenza tra filiere OGM e convenzionali: il problema del flusso genico e delle contaminazioni, le
esigenze del mercato alimentare e zootecnico. Normative e piani di coesistenza.
La filiera del Riso: rilevanza in Italia, UE e nel mondo, produzioni, cenni sulla tecnologia di produzione. Prodotti,
sottoprodotti, qualità, tecnologia di conservazione, trasformazione, struttura della filiera.
Caso di studio: Alimenti funzionali a base di cereali. Componenti con valenza funzionale e bioattiva.
English
The class focuses on subject that are configured in the learning context of supply chain and raw material quality.
Introduction: objective, relationship with other courses, organization, evaluation, references.
The food commodity: relevance, market, trade, food systems
The food chain approach: general aspects, chain organization, transformation, quality concept
The wheat food chain: relevance, market and trade in Italy, UE and world, trade, food systems. Products and
byproducts, technology of conservation and processing.
Case study: durum wheat and pasta quality in Italy
The maize food chain: relevance, market and trade in Italy, UE and world, trade, food systems. Products and
byproducts, technology of conservation and processing.
Case study: management and control of the mycotoxins on cereal and maize food chains
The soybean and sunflower food chains: relevance, market and trade in Italy, UE and world, trade, food systems.
Products and byproducts, technology of conservation and processing.
Case study: coexistence among GM crops and conventional crop
The rice food chain: relevance, market and trade in Italy, UE and world, trade, food systems. Products and
byproducts, technology of conservation and processing.
Case study: enrichment of bioactive compounds in cereal products
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
1) AAVV. Il mais (Coord. Angelini) Ed. ART, Bologna 2008 (Bayer Crop Science)
2) AAVV. Il grano (Coord. Angelini) Ed. ART, Bologna 2008 (Bayer Crop Science)
3) Giardini. Colture erbacee: oliaginose. Patron, Padova
4) Cinquetti. Industria del mais. Chiriotti Editori. Pinerolo
- 548 -
English
1) AAVV. Il mais (Coord. Angelini) Ed. ART, Bologna 2008 (Bayer Crop Science)
2) AAVV. Il grano (Coord. Angelini) Ed. ART, Bologna 2008 (Bayer Crop Science)
3) Giardini. Colture erbacee: oliaginose. Patron, Padova
4) Cinquetti. Industria del mais. Chiriotti Editori. Pinerolo
NOTA
Italiano
English
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=u4to
- 549 -
Filiere e qualità dei prodotti orticoli (Anno Accademico 2015/2016)
HORTICULTURAL QUALITY AND CHAIN
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0349
Docente:
Prof. Silvana NICOLA (Affidamento interno)
Contatti docente:
0116708773, [email protected]
Corso di studio:
[f001-c503] LM - Scienze e tecnologie alimentari
Anno:
1° anno
Tipologia:
B - Caratterizzante
Crediti/Valenza:
6
SSD attvità didattica:
AGR/04 - orticoltura e floricoltura
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Scritto ed orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Apprendere le informazioni necessarie per una autonoma valutazione delle caratteristiche qualitative dei principali
ortaggi impiegati nella alimentazione umana, sia relativamente ai prodotti freschi sia ai prodotti lavorati, al fine della
più corretta gestione della filiera, dalla produzione alla tavola.
English
Capacity building for an independent and knowledgeable evaluation of fresh and ready-to-eat produce in terms of
quality to enhance the food chain efficiency, from farm to the table.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Apprendere le basi tecniche e biologiche per la produzione di ortaggi di qualità e per la gestione post-raccolta.
Sviluppare le conoscenze di base sui fattori relativi alla perdita di qualità degli ortaggi in post-raccolta e durante le
lavorazioni. Lo studente riceverà le informazioni e gli strumenti per comprendere i criteri di base sia biologici sia
tecnico-colturali e tecnologici con cui i prodotti orticoli vengono ottenuti in campo, gestiti in post-raccolta e
disponibili per il consumatore finale. Lo studente potrà essere in grado di sviluppare la sua comprensione delle
filiere orticole attraverso l'apprendimento ed i laboratori di approfondimento di casi specifici di suo interesse e di
casi affidati dal docente.
English
Learning the technical and biological bases for high quality vegetable production and post-harvest handling.
- 550 -
Enhancing the basic knowledge related to the factors that affect quality decay during post-harvest handling and
processing. The students shall receive the information and the tools to understand the fundamentals behind cultural,
technical and technological practices that make up the raw material and its post-harvest handling up to the
consumer. The students shall be able to better understand the fresh produce chain even though practical laboratory
exercises and case studies.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
Il corso consiste di 50 ore di lezione frontale e 10 ore dedicate a attività di laboratorio. Per le lezioni frontali il
docente si avvale di presentazioni e slide che sono a disposizione degli studenti.
English
The class includes 50 hours of lectures plus 10 hours of laboratory. Visul aids are used in power point format and
available to students
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
Il grado di apprendimento raggiunto dagli studenti viene valutato periodicamente durante il corso attraverso
esercitazioni e discussioni in aula su argomenti trattati con assegnazione di quesiti verbali sulle tematiche.
English
Progress of students' learning is assessed in class periodically by interacting discussion and problem solving verbal
assignment on the topics taught in the previous classes.
PROGRAMMA
Italiano
Aree di apprendimento: filiere e qualità delle materia prime.
Introduzione al corso, obiettivi, finalità, materiale, risultati attesi.
Introduzione: importanza delle tecniche post-raccolta nel settore. Definizione degli standard qualitativi delle
produzioni. Importanza delle produzioni sui mercati internazionali.
Le tipologie e le categorie di ortaggi da un punto di vista botanico, organografico e commerciale.
Le caratteristiche qualitative degli ortaggi.
La gestione post-raccolta degli ortaggi in base all'organografia: problematiche fisiologiche, gestionali e commerciali
Aspetti fisiologici della senescenza delle produzioni. Influenza delle tecniche gestionali in pre e post raccolta sulla
qualità delle produzioni. Scelta dei tempi e modalità di raccolta. Mantenimento della qualità delle produzioni in postraccolta.
Le problematiche post-raccolta degli ortaggi freschi (I gamma). Fisiologia, raccolta e gestione post-raccolta.
Pratiche commerciali.
- 551 -
Le problematiche degli ortaggi freschi (IV gamma). Fisiologia, raccolta e gestione post-raccolta.
English
Scope: Production and supply chain and quality of fresh produce.
Course introduction, objectives, means, course materials and methods, results expected.
Introduction: role of postharvest in produce. Quality parameters. Market National and International facts and figures.
Categories and typologies of vegetables. Organography. Botanical and commercial classifications.
Qualitative characteristics of vegetables.
Postharvest physiology, handling and marketing based on edible organs involved.
Senescence aspects.
Pre-harvest factors affecting postharvest quality and handling.
Harvesting optimal requirements. Quality maintenance and decay after harvest.
Fresh produce: harvest and postharvest handling and physiology. Commercial practices.
Fresh-cut produce: harvest and postharvest handling and physiology.
Italiano
I contenuti del corso rientrano nell'area di apprendimento delle filiere e qualità delle materia prime, in particolare
della produzione e della gestione degli ortaggi.
English
Contents of the course are related to production and supply chain and quality of fresh produce, particularly on the
production and postharvest handling of fresh produce
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOGRAFIA
Italiano
Diapositive presentate a lezione come supporto.
I testi consigliati di approfondimento per il corso sono:
W. J. Florkowski, S. E. Prussia, R. Shewfelt and B. Breuckner (Eds). 2009. Postharvest Handling. A systems Approach..
Academic Press / Elsevier, San Diego, CA, USA.
W. J. Florkowski, R. Shewfelt, B. Breuckner and S. E. Prussia (Eds). 2014.
Postharvest handling: a systems approach (Third ed.). Academic Press / Elsevier, San Diego, CA, USA. ISBN: 978-012-408137-6. pp. 564+xxii (624 pp).
Beni C. Iannicelli V., Di Dio C. – 2001 – Il condizionamento dei prodotti ortofrutticoli. Calderini Edagricole.
E' fortemente consigliato l'utilizzo del seguente materiale per approfondimenti e integrazioni:
Articoli e pubblicazioni forniti durante il corso.
- 552 -
Infine sono di seguito indicati siti internet di interesse:
Siti istituzionali statistici italiani, europei ed internazionali. Portali delle filiere ortofrutticole nazionali di diversi Paesi.
English
Slides presented in class.
Reading material:
W. J. Florkowski, S. E. Prussia, R. Shewfelt and B. Breuckner (Eds). 2009. Postharvest Handling. A systems Approach..
Academic Press / Elsevier, San Diego, CA, USA.
W. J. Florkowski, R. Shewfelt, B. Breuckner and S. E. Prussia (Eds). 2014.
Postharvest handling: a systems approach (Third ed.). Academic Press / Elsevier, San Diego, CA, USA. ISBN: 978-012-408137-6. pp. 564+xxii (624 pp).
Beni C. Iannicelli V., Di Dio C. – 2001 – Il condizionamento dei prodotti ortofrutticoli. Calderini Edagricole.
Material suggested in class
Official websites to be consulted:
Institutional statistical websites of Italy, EU, international, FAO. Portals related to produce at national and
international level.
NOTA
Italiano
Pre-requisiti: Chimica generale ed analitica; Chimica organica; Biologia.
English
Basic knowledge of chemistry and biology is required
Pagina web del corso: http://agraria-offdid.campusnet.unito.it/do/corsi.pl/Show?_id=q6ns
- 553 -
Fisica (Anno Accademico 2015/2016)
PHYSICS
Anno accademico:
2015/2016
Codice attività didattica: AGR0051
Docente:
Maria Margherita OBERTINO (Affidamento interno)
Contatti docente:
0116708602, [email protected]
Corso di studio:
[f001-c711] L - Scienze forestali e ambientali
[f001-c717] L - Scienze e tecnologie agrarie
Anno:
1° anno
Tipologia:
A - Di base
Crediti/Valenza:
6
SSD attvità didattica:
FIS/01 - fisica sperimentale
Erogazione:
Tradizionale
Lingua:
Italiano
Frequenza:
Facoltativa
Tipologia esame:
Scritto ed orale
PREREQUISITI
Nessuno / None
PROPEDEUTICO A
Nessuno / None
OBIETTIVI FORMATIVI
Italiano
Il corso intende fornire gli elementi necessari per la comprensione dei principali fenomeni fisici e delle leggi che li
regolano. Si approfondiranno maggiormente gli aspetti di base considerati utili per la comprensione degli argomenti
che lo studente incontrerà nel proseguimento dei suoi studi. La trattazione formale sarà integrata con la
presentazione di applicazioni a casi concreti, con particolare riferimento al settore agro-forestale quando possibile.
English
The course is meant to provide the basic elements necessary for the understanding of natural physical phenomena
and their laws. It is focused on the concepts necessary for a better understanding of the arguments that students
encounter in their carrier, and is carried out with particular reference to applications, specifically in the agroforestry sector whenever possible.
RISULTATI DELL'APPRENDIMENTO ATTESI
Italiano
Il corso fornisce allo studente le basi del metodo scientifico che sono comuni a tutte le discipline sperimentali,
assieme ad una scelta significativa di argomenti della fisica classica, presentati anche mediante esperienze di vita
quotidiana.
Lo studente apprenderà, inoltre, le metodologie per analizzare un semplice problema e per giungere alla
definizione di adeguate strategie di soluzione.
- 554 -
English
The course provides the student with the basis of the scientific method common to all experimental disciplines,
together with a significant choice of topics in classical physics, including examples from everyday life.
Students will be able to analyse basic problems and find adeguate solution strategies.
MODALITA' DI INSEGNAMENTO
Italiano
Il corso consiste di 60 ore di lezioni frontali durante le quali vengono trattati tutti gli argomenti in programma. Per
favorire la comprensione i concetti presentati vengono applicati alla risoluzione di esercizi di cui si illustra in
dettaglio lo svolgimento. Per le lezioni frontali la docente si avvale di presentazioni e slide disponibili sulla
piattaforma e-learning Moodle.
English
The course is organized in frontal lectures (60 hours) where the various topics are presented and explained. The
most relevant concepts are applied to the detailed solution of exercises and specific problems. Slides used by the
professor during lectures are made available to students on the e-learning Moodle system.
MODALITÀ DI VERIFICA DELL'APPRENDIMENTO
Italiano
L'apprendimento viene verificato costantemente durante tutto il corso attraverso domande a scelta multipla
commentate con gli studenti ed esercizi svolti dagli studenti in aula. Sono inoltre previsti, a metà e al termine del
corso, due test con struttura simile alla prova scritta d'esame. Tali test, il cui esito non ha alcun peso sulla valutazione
finale, consentiranno agli studenti di verificare il proprio grado di apprendimento e di comprendere appieno le
modalità della prova scritta d'esame.
L'esame finale consiste in una prova scritta e una prova orale facoltativa. La prova scritta è costituita da un test con
15 domande a risposta multipla e 4 esercizi di cui verrà valutato l'intero svolgimento. Solo gli studenti che avranno
superato la prova scritta con votazione minima di 18/30 potranno richiedere di sostenere il colloquio orale
(facoltativo). In tal caso il voto finale sarà la media aritmetica delle votazioni ottenute nelle due prove, orale e
scritta, con arrotondamento all'intero più vicino.
English
To insure the comprehension before new topics are introduced, learning is verified by means of discussion on
multiple choice questions and exercises solved by students in class. Moreover, two tests, with a strucure similar to
the one of the written exam, are foreseen in the middle and at the end of the course. These tests are meant to be
mainly self-evaluation tools for students; their result will not affect the final evaluation.
The final exam is organized as a written and an optional oral part. The written exam consists of a multiple choice
tests (15 questions) and 4 exercises. Only students who have passed the written exam (grade greater or equal to
18/30) will qualify for the oral exam (optional). In thi case the final grade will be the average of the grades obtained
in the written and oral part, rounded to the nearest whole number.
ATTIVITÀ DI SUPPORTO
- 555 -
Italiano
Per ogni argomento in programma vengono resi disponibili sulla piattaforma e-learning Moodle test di
autovalutazione costituiti da domande a scelta multipla.
Sono previste sessioni di tutorato (circa 20 ore, facoltative) in cui gli studenti vengono aiutati nel risolvere gli
esercizi proposti al termine di ogni macro-argomento del programma.
English
Multiple choice self-evaluation tests are made available for each topic on Moodle e-learning system.
A tutor will help students to solve the exercises proposed at the end of each topic (optional; 20 hours in total)
PROGRAMMA
Italiano
Tutti gli argomenti del programma afferiscono all'area delle conoscenze propedeutiche.
1. Grandezze fisiche e unità di misura
Grandezze fisiche fondamentali e derivate. Unità di misura. Il sistema internazionale. Analisi dimensionale.
Conversione di unità di misura. Notazione scientifica. Calcoli di ordini di grandezza.
2. Grandezze scalari e vettoriali
Grandezze scalari. Grandezze vettoriali. Uguaglianza di due vettori. Somma e differenza di vettori. Versori.
Componenti di un vettore. Moltiplicazione di un vettore per uno scalare. Prodotto scalare e prodotto vettoriale.
3. Cinematica
Sistema di riferimento. Posizione, traiettoria. Velocità media e istantanea. Accelerazione media, istantanea,
tangenziale e radiale. Diagramma del moto. Moto unidimensionale. Moto rettilineo, moto uniforme, moto
uniformemente accelerato. Caduta di un grave. Moto in due dimensioni. Moto parabolico. Moto periodico, periodo
e frequenza. Moto armonico semplice. Moto circolare uniforme. Posizione, velocità e accelerazione angolare;
relazioni fra grandezze rotazionali e traslazionali.
4. Dinamica: forze e leggi di Newton
Concetto di forza. Le tre leggi di Newton. Forza gravitazionale. Differenza tra massa e peso. Condizione di equilibrio
traslazionale. Reazioni vincolari. Forza centripeta e centrifuga. Forza elastica. Attrito statico e dinamico.
5. Dinamica: lavoro ed energia
Lavoro meccanico. Energia cinetica e teorema dell'energia cinetica. Forze conservative e energia potenziale.
Energia meccanica e sua conservazione. Lavoro delle forze non conservative. Potenza.
6. Quantità di moto e urti
Impulso di una forza e quantità di moto. Sistemi isolati e conservazione della quantità di moto. Urti elastici ed
anelastici in una dimensione.
7. Corpi rigidi in rotazione e statica
Energia cinetica rotazionale. Momento d'inerzia. Momento di una forza. Condizioni di equilibrio di un corpo rigido.
Baricentro. Esempi di corpi rigidi in equilibrio statico. Momento angolare e sua conservazione.
8. Meccanica dei fluidi: idrostatica
- 556 -
Densità. Pressione. Principio di Pascal. Pressione idrostatica e legge di Stevino. Legge di Archimede e
galleggiamento.
9. Meccanica dei fluidi: fluidodinamica
Fluidi ideali. Portata di un fluido. Equazione di continuità. Equazione di Bernoulli e sue applicazioni.
Fluidi reali. Viscosità. Resistenza idrodinamica. Flusso laminare e turbolento. Forza di attrito viscoso e legge di
Stokes. Sedimentazione. Centrifugazione.
10. Temperatura e gas perfetti
Temperatura ed equilibrio termico. Descrizione macroscopica dei gas perfetti e loro equazione di stato. Miscele di
gas. Pressione parziale. Equilibrio gas-liquido. Legge di Henry.
11. Calorimetria e termodinamica
Calore. Capacità termica e calore specifico. Cambiamenti di fase e calore latente. Meccanismi di trasmissione del
calore: convezione, conduzione ed irraggiamento.
Lavoro in una trasformazione termodinamica. Energia interna. Il primo principio della termodinamica. Trasformazioni
termodinamiche: trasformazione isobara, isocora, isotermica ed adiabatica.
Macchine termiche e il secondo principio della termodinamica. Rendimento termodinamico. Processi reversibili ed
irreversibili. Macchine frigorifere.
12. Elettricità e magnetismo
Carica elettrica, legge di Coulomb. Campo elettrico. Energia potenziale elettrostatica, potenziale elettrico e
differenza di potenziale.
Corrente elettrica. Resistenza elettrica e prima legge di Ohm. Resistività e seconda legge di Ohm. Circuiti elettrici in
corrente continua e in corrente alternata. Potenza nei circuiti elettrici. Effetto Joule. Resistenze in serie e parallelo.
Capacità elettrica e condensatori. Condensatori in serie e parallelo. Energia immagazzinata in un condensatore.
Circuiti RC.
Campo magnetico. Forza di Lorentz. Spettrometro di massa. Forza magnetica su un filo percorso da corrente. Campi
magnetici prodotti da correnti: filo rettilineo, spira e solenoide. Flusso del campo magnetico. Legge di Faraday-Lenz.
13. Onde meccaniche e suono
Caratteristiche di un'onda: frequenza, periodo, lunghezza d'onda, velocità. Onde longitudinali e trasversali. Onde
acustiche, infrasuoni, suoni e ultrasuoni.
14. Onde elettromagnetiche
Caratteristiche principali delle onde elettromagnetiche. Spettro elettromagnetico. Natura corpuscolare delle onde
elettromagnetiche; il fotone.
English
All the arguments are included in the area of introductory studies.
1. Physics and measurement
Fundamental and derived quantities. Units of measurement. The international System of units (SI system).
Dimensional analysis. Convertion of units. Scientific notation. Order-of-magnitude calculations.
2. Vectors and scalars
- 557 -
Vector and scalar quantities. Equality of two vectors. Adding and subtracting vectors. Unit vectors. Components of a
vector. Product of a scalar and vector. Scalar and vector product of two vectors.
3. Kinematics
Coordinate systems. Position and trajectory. Average and instantaneous velocity. Average and instantaneous,
centripetal and tangential acceleration. Motion diagrams. One-dimensional motion. Rectilinear motion. Onedimensional motion at a constant velocity. One-dimensional motion at a constant acceleration. Freely falling
objects. Two-dimensional motion. Parabolic motion. Periodic motion, period and frequency. Simple harmonic
motion. Uniform circular motion. Angular position, velocity and acceleration. Relation between angular and linear
quantities.
4. Dynamics: forces and laws of motion
The concept of force. Newton's laws. Gravitational force. Mass and weight. Translational Equilibrium. Centripetal and
centrifugal force. Elastic force. Force of static and kinetic friction.
5. Dynamics: energy and work
Work done by a force. Kinetic energy and work-kinetic energy theorem. Conservative forces and potential energy.
Mechanical energy and its conservation. Work of non-conservative forces. Concept of power.
6. Linear momentum and collisions
Impulse and linear momentum. Isolated systems and linear momentum conservation. Elastic and inelastic collisions
in one dimension.
7. Rotation of rigid objects and statics
Rotational kinetic energy. Moment of inertia. Torque. Conditions of static equilibrium. The center of gravity. Examples
of rigid object in static equilibrium. Angular momentum and its conservation.
8. Hydrostatics
Density. Pressure. Pascal's law. Variation of pressure with depth. Archimede's principle.
9. Fluid dynamics
Ideal fluid. Flow rate. Equation of continuity. Bernoulli's equation. Applications of Bernoulli's equation.
Real fluid. Viscosity. Hydrodynamic resistance. Laminar and turbulent flow. Viscous resistance and Stokes' law.
Sedimentation. Centrifugation.
10. Temperature and gases
Temperature and thermal equilibrium. Macroscopic description of an ideal gas. Equation of state for an ideal gas.
Mixture of gases. Partial pressure. Liquid-gas equilibrium. Henry's Law.
11. Heat and laws of thermodynamics
Heat. Heat capacity and specific heat. Phase changes and latent heat. Mechanisms of heat transfer: convection,
conduction and radiation.
Work in a thermodynamic process. Internal energy. The first law of Thermodynamics.
Isobaric, isovolumetric, isothermal and adiabatic processes.
Heat engines and the second law of thermodynamics. Thermodynamic efficiency. Reversible and irreversible
processes. Refrigerators.
- 558 -
12. Electricity and magnetism
Electric charge. Coulomb's law. Electric field. Electric potential energy, electric potential and potential difference.
Electric current. Resistance and the first Ohm's law. Resistivity and the second Ohm's law. Direct and alternating
current. Electrical power. Joule effect. Resistors in series and in parallel. Capacitance and capacitors. Capacitors in
series and in parallel. Energy stored in a charged capacitor. RC circuits.
Magnetic field. Lorentz force. Mass spectrometer. Magnetic force acting on a current-carrying conductor. Magnetic
field generated by a current-carrying conductor. Magnetic field flux. Faraday-Lenz's law.
13. Mechanical waves and sound
Main characteristics: frequency, period, wavelength, velocity. Longitudinal and transverse waves. Sound waves,
ultrasound, infrasound.
14. Electromagnertic waves
Main characteristics of electromagnetic waves. The spectrum of electromagnetic waves. The dual nature of light; the
photon.
TESTI CONSIGLIATI E BIBLIOG