La terza rivoluzione industriale

Report
Anno scolastico 2011-2012
Italiano
Ed.Motoria
Storia e
Cittadinanza
Scienze
Ed.Artistica
TERZA RIVOLUZIONE
INDUSTRIALE
Geografia
Ed.Tecnica
Spagnolo
Ed.Musicale
Inglese
La Terza Rivoluzione Industriale
ha avuto origine negli anni ’50,
subito dopo la Seconda Guerra,
Mondiale negli Stati Uniti
d’America e in Europa. In questo
periodo storico tutto il mondo,
pur uscendo da una serie di
sanguinosi conflitti, conobbe una
crescita sconvolgente in tutti i
campi (dal lavoro, alla casa, dalle
energie, ai trasporti)
migliorando così il tenore di vita
dei cittadini.
Fu in quest’era di innovazione e
rinnovamento che l’uomo inventò
nuove “macchine”, anche grazie
alle scoperte effettuate nel
campo scientifico ( energia
atomica o nucleare, astronautica
e informatica ). Quasi in
contemporanea il settore
terziario diventò il più sviluppato,
nonché il primo per numero di
persone che vi lavoravano. Tutto
ciò portò ad un miglioramento
dei servizi nella scuola, nella
sanità e nelle infrastrutture.
L’ avvento delle
nuove tecnologie
Negli anni ‘50 e nei decenni successivi vennero inviati
in orbita, dopo il lancio del primo Sputnik sovietico e
lunghe ricerche internazionali, altri satelliti artificiali.
Nel 1960 gli Stati Uniti inaugurarono il primo satellite
meteorologico, il Tiros I, con lo scopo di trasmettere alla
Terra dati riguardanti i movimenti nuvolosi attorno al
pianeta ed eventuali cicloni. Nel campo spaziale e della
ricerca astronomica si possono infine ammirare le varie
sonde, sia americane (Mariner e Viking), sia sovietiche
(Salijut).In alcuni casi l’uso dei satelliti fu utilizzato per
stabilizzare i problemi ( bug ) delle telecomunicazioni e
delle radio in particolare.
Sputnik 1957: il primo satellite in
orbita, inviato dal Cosmodromo di
Bajkonur ( odierno Kazakistan );
La sonda Viking su
Marte mentre preleva
frammenti dal suolo;
Tiros I: il primo satellite
meteorologico ( USA )
Grazie all’ invenzione del
microprocessore ad opera dell’
italiano Federico Faggin e del
computer nacque Internet: una rete
informatica ideata nel 1969 da un
gruppo di scienziati, ricercatori e
ingegneri americani i quali, su
suggerimento del Ministero della
Difesa degli USA, elaborarono un
circuito di comunicazione per scopi
militari in grado di resistere agli
effetti di una bomba atomica.
Originariamente collegava quattro
università. Nel 1985 Internet
finalmente si trasformò in un
servizio di massa, in grado di
diffondere, trasmettere e far
condividere materiale virtuale.
La globalizzazione
A partire dalla fine del XX sec. tutto
il mondo iniziò a divenire sempre
più piccolo. La causa principale si
pensa sia stata la necessità di trovare
un impiego fisso, così la popolazione
mondiale cominciò a emigrare di
continente in continente, favorendo
la diffusione delle varie culture e
non solo. Ben presto fu necessario
conoscere più di una lingua per
rendere le conversazioni
internazionali ancor più scorrevoli.
Durante questo processo di trasformazione,
iniziarono a emergere alcune aziende
telematiche, informatiche, gastronomiche ecc.
che, pur essendo piccole, conquistarono il
mercato e “presero il decollo” fin ad arrivare alle
odierne multinazionali (Sony, Toshiba, Canon,
Nikon, Mc Donald’s, Apple, Microsoft
Corporation e Nokia).
Un esempio di pubblicità
attrattiva
Il territorio
Il Giappone è situato in Asia, più precisamente
sull’anello di fuoco del Pacifico. È composto da
quattro isole principali Hokkaido, Honshu, Shikoku
e Kyuschu e altri piccoli arcipelaghi minori. Con la
sua caratteristica forma a semiarco è bagnato a est
dall’Oceano Pacifico e ad ovest dal Mare del
Giappone. I rilievi occupano la maggior parte del
territorio. La vetta più alta è il monte Fuji (3776 m).
Le pianure si trovano in prossimità delle coste a sola
eccezione dell’ampia pianura chiamata Kanto, nella
quale sorge la capitale Tokyo. A causa della breve
distanza tra montagne e mare i fiumi hanno portata
e corso molto scarsi. La vegetazione è composta da
aghifoglie ma le isole meridionali hanno un aspetto
più esotico e tropicale.
La popolazione e la capitale
Il Giappone è uno degli stati più
popolosi dell’Asia. In generale è
possibile dire che la
popolazione è in leggera
crescita, causando così un
estremo affollamento non solo
nelle città. L’area più abitata è
indubbiamente la regione di
Kanto dove si trova Tokio. Per
prevenire questo fenomeno così
diffuso gli ingegneri da anni si
sono attivati per costruire
alcune “isole artificiali”.
Un esempio di isola
artificiale.
Tokyo la capitale, sorge nella pianura
del Kanto. Da sempre è stata una
delle città portuali e commerciali più
imponenti del Giappone grazie alla
sua posizione. Oggi è diventata una
della metropoli più importanti al
mondo, soprattutto per le sedi delle
grandi multinazionali. Gli edifici
moderni vengo accostati a quelli
degli imperi precedenti, rendendo il
panorama molto suggestivo.
L’economia
Il mercato generale giapponese è legato soprattutto al
settore terziario ma, nonostante ciò, l’agricoltura e le
industrie sono tra le più apprezzate e sviluppate al
mondo. Sul territorio si coltivano specialmente cereali
come il riso. Molto diffuse sono anche le piantagioni di
tè. Di rilevante importanza è l’allevamento di pollame e
la pesca. Le industrie siderurgica e metallurgica hanno
un ruolo principale in tutto il globo. Negli ultimi anni si
sta diffondendo una cultura all’avanguardia grazie allo
sviluppo dei software e hardware. Conosciuta in tutta il
mondo è la capacità dei giapponesi nel fabbricare
strutture anti-sismiche.
Bill Gates life
William H. Gates, better known as Bill
Gates, is one of the most important
businessmen in history. He is the CEO
(chief executive officer) of Microsoft
Corporation, the worldwide leader in
software and Internet technologies for
personal and business computing.
Microsoft employs more than 54,000
people in 85 countries and regions.
Bill Gates was born on October 28th
1955. He grew up in Seattle with his two
sisters. His father, is a Seattle attorney.
His late mother, was a schoolteacher. Bill
discovered his interest in software at
Lakeside School and he programmed his
first computer at the age of 13.
The start of his carreer
In 1973, Gates entered Harvard University, where
he lived down the hall from Steve Ballmer, now
Microsoft’s chief executive officer. While at
Harvard, Gates developed a version of the
programming language BASIC for the first
microcomputer. Later Gates left Harvard to direct
Microsoft company he had created in 1975 with his
friend Paul Allen.
Guided by a belief that the computer would be a
valuable tool on all office desktops and in all
houses, they began developing softwares for
personal computers.
Softwares
After 1980 Microsoft continued
producing software, like Word and Exel.
In August 1995 Microsoft relased its first
version of Windows 1995. In 1998, Gates
introduced Windows 98 and years later
Windows XP too. On July 22 nd 2009
Microsoft drop Windows 7 or Vienna. In
recent years, Microsoft is trying to enter
the market of smartphones with
Windows Phone 7.5 or name code
TANGO.
Per centrale nucleare si intende
generalmente una centrale nucleare a
fissione, ovvero una centrale
termoelettrica che utilizza uno o piu'
reattori nucleari a fissione. In una
centrale nucleare a fissione
refrigerata ad acqua, come ogni altra
centrale elettrica basata su un ciclo al
vapore, avviene una reazione che
libera calore, che viene utilizzato per
la vaporizzazione dell'acqua e quindi
la generazione di lavoro meccanico. Il
principio fisico alla base della
generazione del calore in una
centrale nucleare a fissione e' dunque
la fissione nucleare: la scissione del
nucleo di atomi pesanti quali uranio e
plutonio.
Nell’ agosto 2007 vi erano 439 centrali
nucleari operative nel mondo, in 31 diversi
stati, che attualmente producono il 17%
dell'energia elettrica mondiale; la potenza
degli impianti varia da un minimo di 40 MW
fino ad oltre un GW (1000 MW). Le centrali
piu' moderne hanno tipicamente potenza
compresa tra i 600 MW e i 1600 MW. La vita
operativa di una centrale nucleare attuale è in
genere intorno ai 25-30 anni, anche se oggi
si progettano centrali che attraverso la
sostituzione di importanti componenti, si
ritiene che possano arrivare a 60 anni di
attività. Al termine di questo periodo
l'impianto va smantellato, il terreno bonificato
e le scorie stoccate adeguatamente. Il costo di
smantellamento viene oggi ridotto
prevedendo un lungo periodo di chiusura
della centrale, che permette di lasciar
decadere naturalmente le scorie radioattive
poco durevoli.
Come funziona
Reattore nucleare di una
centrale a fissione
In ingegneria nucleare un reattore
nucleare a fissione è un sistema in
grado di gestire una reazione
nucleare di fissione a catena in
maniera controllata. Questo viene
utilizzato come componente base
nelle centrali nucleari, le quali
possono contenere anche più
reattori nucleari nello stesso sito.
Esistono reattori nucleari
sperimentali di ricerca, nei quali
l'energia prodotta è trascurabile, e
reattori di potenza utilizzati dalle
centrali nucleari nei quali l’ energia
termica prodotta dal reattore viene
usata per vaporizzare dell’acqua, la
cui energia viene convertita prima in
energia meccanica attraverso l'uso
di turbine ed infine in energia
elettrica dagli alternatori.
Tutto ciò che occupa spazio e ha
massa è materia. Questa è
necessaria affinché ci sia la vita
sulla Terra e non solo. La materia
per come la conosciamo è formata
da atomi che a loro volta sono
composti da particelle
subatomiche. Tra tutte quelle
presenti nell’universo si
distinguono i fermioni e i bosoni
(che costituiscono i campi). In
natura queste particelle sono
presenti sotto tre diversi stadi:
solido, liquido e aeriforme; esiste
però un altro stadio chiamato
plasma che si trova nelle stelle.
Stato liquido
Stato
aeriforme
Stato solido
L’atomo
L’atomo è la struttura nella
quale è organizzata la
materia. Questi corpi, a loro
volta sono formati da
minuscole particelle che in
base al loro ruolo o alla loro
carica possono trovarsi nel
nucleo o circoscrivere un
percorso attorno ad esso.
Nel nucleo si trovano i
neutroni e i protoni,
rispettivamente carica
neutra e positiva. Nella
“orbite”, si possono trovare
cli elettroni con carica
negativa che spesso
formano dei legami chimici
per passare da un atomo
all’altro.
I neutrini
I neutrini sono particelle prive di carica
elettrica e carica di colore, con una
massa particolarmente piccola. Questi
interagiscono molto raramente con i
materiali, infatti possono oltrepassare
indisturbati enormi quantità di materia
senza subire variazioni o cambiarne le
proprietà. L'esistenza del neutrino fu
ipotizzata nel 1930 dal fisico austriaco
Pauli per spiegare la sua teoria relativa
al decadimento radioattivo di tipo beta
dei nuclei atomici. Queste osservazioni
richiedevano che durante il processo
fosse prodotta una particella neutra con
massa molto piccola. Enrico Fermi,
alcuni anni dopo elaborò ulteriormente
questa ipotesi e diede a questa
particella il suo nome attuale.
Come possono essere usati
i neutrini ?
Oggi per inviare comunicazioni e messaggi vengono
utilizzate alcune onde elettromagnetiche, ma esse se
sottoposte a particolari forze possono indebolirsi. Per far
fronte a questi bug che possono creare problemi, anche
gravi, i ricercatori dell’ Univerity of Rochester e della
North Carolina University sono riusciti per la prima volta
durante un esperimento, ad utilizzare i neutrini per
trasmettere un messaggio. Per l’esperimento è stato
utilizzato un acceleratore di particelle del Fermi National
Accellerator Lab che ha “sparato” il messaggio in codice
binario “allegato” appunto a queste particelle
subatomiche. Il viaggio durato pochi millesimi di secondo
consisteva nell’oltrepassare circa 240 metri di roccia.
Dall’altra parte era presente un computer per decodificare
la comunicazione. Questo sistema avveniristico, potrebbe
trovare applicazione ad esempio in alcuni sottomarini per
comunicare con la terra ferma.
« Ardo dal desiderio di spiegare, e la mia massima soddisfazione è prendere
qualcosa di ragionevolmente intricato e renderlo chiaro passo dopo passo. È
il modo più facile per chiarire le cose a me stesso. »
( Isaac Asimov )
La vita
Isaac Asimov nasce nell’ Unione
Sovietica nella cittadina di Petroviči il 2
Gennaio 1920. All’età di tre anni si
sposta con tutta la famiglia negli Usa a
causa del lavoro dei suoi genitori. La
sua passione per la lettura di riviste
scientifiche inizia a farsi vedere
nell’edicola del padre grazie alle uscite
di quotidiani specializzati. Pur avendo
dei fratelli, è sempre stato il prediletto
della famiglia a causa della sua salute
poco stabile e precaria. Nonostante ciò,
entra alla “Columbia University”
presso la quale si laurea in chimica e
biologia.
La fantascienza
Grazie alla sua vocazione per la
scienza e le nuove scoperte,
Asimov in contemporanea ad
altri scrittori crea questo nuovo
genere letterario, nel quale
inizialmente venivano
ipotizzate realtà e mondi
alternativi che in qualche modo
potessero interagire con la
Terra e modificare il corso
degli eventi. Più tardi lo stesso
Asimov cominciò a scrivere
libri su i robot e gli incontri con
gli extra-terrestri.
Frasi celebri
La disumanità del computer sta nel fatto che,
una volta programmato e messo in funzione, si
comporta in maniera perfettamente onesta.
Se il mio dottore mi dicesse che mi
rimangono solo sei minuti da vivere, non ci
rimuginerei sopra. Batterei a macchina un po'
più veloce.
Le leggi della robotica
1 ) Un robot non può recar danno a un essere
umano né può permettere che, a causa del
proprio mancato intervento, un essere umano
riceva danno;
2 ) Un robot deve obbedire agli ordini
impartiti dagli esseri umani, purché tali ordini
non contravvengano alla Prima Legge;
3 ) Un robot deve proteggere la propria
esistenza, purché questa autodifesa non
contrasti con la Prima o con la Seconda Legge.
Robbie
: I pro e i contro i robot :
Ambientato nel 1998 e scritto nel 1940, il racconto, fa
parte della serie “Ciclo dei Robot” e dell’antologia “Io,
Robot”. All’interno del brano si narra dello stretto
legame che unisce una ragazzina di nome Gloria al suo
robot che le fa baby-sitter. Ad ostacolare questo
rapporto di amicizia c’è però la madre della bambina,
che inconsciamente si lascia influenzare dalle opinioni
del villaggio in cui vivono e teme che Robbie possa far
male alla tanto amata figlia. Suo marito, il signor George
Weston, allora, cerca a sua volta di convincere sua
moglie a non rinunciare al comodo e sicuro robot.
La parola “scherma”
deriva da “schermire”,
verbo che ha come
significato l’atto del
ripararsi e difendersi. Si
pensa che tale termine
derivi dal tedesco arcaico
“skirmen”, che vuol dire
proteggere. Agli arbori,
questa vera e propria
arte, era piuttosto
rudimentale e in
combattimento si
utilizzavano due armi
come la spada e un
discendente del gladio.
La scherma moderna
La scherma di oggi è diventata
disciplina olimpica, e proprio
come nell’antichità ha lo scopo di
difendersi e colpire l’avversario.
Naturalmente, le armi e i
regolamenti sono cambiati.
LONDRA 2012
FIORETTO: arma che può colpire solamente di
punta. Segue determinate regole e pertanto viene
definita “arma convenzionale”. Nel tentativo di
attacco da parte dell’avversario ci si può difendere
effettuando una serie di parate.
SPADA: arma non convenzionale che non segue
determinate regole. Il punto viene assegnato a chi
colpisce per primo fatta eccezione in caso di
“colpo doppio” in cui le punte delle spade hanno
toccato entrambe l’avversario in un arco di tempo
ristretto ( 1/25 di secondo ).
SCIABOLA: arma che può colpire con tutta la lama (
punta, taglio e controtaglio ). Anch’essa segue la
convenzione.
La modernizaciòn de España
En los últimos treinta años,
España se ha distinguido en todo
el mundo y está completamente
integrado en la comunidad
internacional. Durante este
tiempo, el Estado comenzó a
desarrollarse desde el punto de
vista económico y no sólo. En
1986 entrò a formar parte de la
Comunidad Economica Europea,
avanzando asì en su desarrollo
economico.
La ciuidad de Barcelona
Barcelona es una ciudad de 1,619,337 habitantes de
España, capital de Cataluña, una comunidad autónoma del
noreste de parte del Estado, así como de la capital de la
provincia y del Barcelonès de la comarca. En 1992 fue la
sede de los Juegos Olímpicos de Verano. En el año 2004, en
Barcelona, se celebró por primera vez, el Foro Universal de
las Culturas, la ciudad fue sede de la Exposición
Internacional de 1888 y 1929 y el Barcelona es también
sede de la Unión por el Mediterráneo. El turismo fuerte, el
puerto y la proximidad a Francia (160 km de Le Perthus), la
ciudad vio su economía se disparan ya floreciente después
de las Olimpiadas de 1992. La ciudad es el segundo mayor
centro financiero e industrial de España después de
Madrid, y el mayor puerto comercial y centro turístico y
uno de los más grandes de Europa.
Il design
Il termine design letteralmente ha il
significato progettazione. Con il
passare degli anni la parola fu
utilizzata per indicare il profilo estetico
di un determinato oggetto tecnologico
e non. Questa forma artistica può esser
definita anche una scienza a sé, perché
coinvolge vari campi come la
fotografia, la calligrafia ecc…
Il graphic design
Il graphic design è una forma
artistica che viene utilizzata al
fine di trasmettere un
messaggio specifico per
promuovere molti prodotti ma
anche per intrattenere lo
spettatore e immaginare la
“perfezione”. Questa
tecnologia è presente nei
normali oggetti di uso
quotidiano e in tv.
 Io credo nel Design. Buon Design. Design che ti
rende felice. Un design che spinge avanti le cose.
Design semplice, moderno e attrattivo. Design che
vende. Io credo nel mio Design.”
Guccini ha dichiarato che "la
prima idea" per questa
tristissima e bellissima
canzone gli venne dalla lettura
di “Tu passerai per il camino Vita e morte a Mauthausen”.
Guccini scrive e canta la storia
terribile di un anonimo
bambino morto e bruciato nel
famigerato campo di sterminio.
Una storia simbolo delle altre
sei milioni di vittime dell'orrore
hitleriano, ma è da rimarcare
che Guccini non si limita alla
condanna del nazismo ma
allarga la sua condanna a ogni
guerra.
Ringraziamenti
 Ringrazio tutti i docenti, il dirigente scolastico e il
personale non docente di questo istituto, per
avermi sostenuto durante questo percorso
formativo”.
Andrea Panno

similar documents