Prospettive incerte, risposte ancora insufficienti

Report
SEGRETERIE NAZIONALI
Corso Trieste, 36 - 00198 Roma - Tel. +39 06 852621
Comunicato sindacale
SEMITEC
“Prospettive incerte, risposte ancora insufficienti”
In data 6 ottobre 2016 presso la sede Assistal di ROMA si è svolto l’incontro tra la
Direzione aziendale Semitec e Siram, le OO.SS. Fim Fiom Uilm nazionali e territoriali ed il
coordinamento Rsu, per effettuare una verifica dell’andamento aziendale.
L’Amministratore Delegato, Salvatore De Stasio, ha innanzitutto riconfermato la previsione
della chiusura positiva del bilancio 2016 ma con una contrazione dei volumi di affari che si
attesteranno fra i 35/37 ML di euro; si confermano le difficoltà di mercato dovute alla
mancanza di investimenti da parte dei clienti e delle regole sempre più penalizzanti per
l’aggiudicazione delle commesse.
La Direzione aziendale ha posto come obiettivo prioritario per l’anno 2017 l’incremento dei
della cisfra d’affari attraverso l’internalizzazione di attività del gruppo SIRAM da assegnare
a SEMITEC, con l’avvio della commessa Leonardo-Finmeccanica e la parenza del progetto
“smart city” di Salerno.
La delegazione sindacale ha espresso forte preoccupazione per le risposte insufficienti
sulle prospettive dell’azienda, in particolare per le aree interessate dal mancato rinnovo
della manutenzione Vodafone centro-sud.
Pur apprezzabili e condivisibili le intenzioni della Direzione aziendale di diversificare le
attività di SEMITEC, la mancata crescita dei volumi resta una condizione insoddisfacente
da parte delle organizzazioni sindacali.
Abbiamo sollecitato, dunque, la SEMITEC a compiere un maggiore sforzo in termini di
investimenti, su progetti e riqualificazione del personale per consolidare in tempi brevi
nuovi volumi di attività ed evitare ulteriori impatti sui lavoratori oltre quelli già sostenuti
fino ad oggi.
Abbiamo concordato di aggiornarci per il 20 dicembre p.v. per una verifica più puntuale
sulla situazione aziendale.
FIM, FIOM, UILM NAZIONALI
Roma, 12 ottobre 2016

similar documents