versione in pdf

Report
04 novembre 2016 delle ore 22:09
Torino. Artissima e oltre/5. The Others dalle ex
carceri all'ex ospedale: un'operazione riuscita,
almeno per ora
Al Lungo Dora Firenze, ieri sera, di gente ne è
arrivata parecchia. Curiosi alla spicciolata,
addetti ai lavori. Tutti per scoprire la nuova vita
di The Others, la giovane fiera - diretta da
Andrea Casiraghi con la curatela di Ludovica
Capobianco, Greta Scarpa e Bruno Barsanti che è passata dalle Ex Carceri di Porta Susa al
vecchio Ospedale Regina Maria Adelaide.
Spazi ampliati, nonostante a volte l'impressione
tra corridoi e luci al neon sia un po' di
"prigionia" (ma siamo pur sempre in una
struttura "protetta") che i galleristi hanno
dimostrato immediatamente di apprezzare, con
un progetti e pareti e opere decisamente
sovradimensionate rispetto a quello che
potevano installare fino all'anno scorso, a Le
Nuove. Resta invariato, invece, il format del
"dehor": in tutto il cortile della struttura è
allestito un parterre per birra e street food,
possibilità di convivialità che rende la kermesse
- ancora una volta - un buon approdo per i
giovani e per chi cerca una sorta di alternativa
alla propria serata; perché negarlo. Ottima la
sezione "Exhibit" invece, dove il tema del
nomadismo culturale che ha lanciato la fiera
quest'anno come sua traccia di definizione:
installazioni di un certo peso - poetico e non
solo - e di una certa grandezza, suddivise
ambiente per ambiente, con spazio per la
fruizione del pubblico. Insomma, come primo
passo per la nuova vita niente male, vedremo
come risponderanno i collezionisti. Siamo pur
sempre in una fiera.
pagina 1

similar documents